lunedì 25 agosto 2014

Revisionismo Frattale della Storia Deviata by SPS (1).

 

Il “Nord Italia” si trova nel “Sud Europa”, ossia… tutto ciò che alimenta qualsiasi forma di “razzismo”, ad una certa latitudine, è passibile di una sorta di “legge del taglione", se la medesima situazione è giudicata secondo un’altra latitudine (e, dunque, mentalità).
È, allora, su queste (in)flessibili fondamenta che si basa tanta rigida logica comportamentale? Esiste sempre qualcuno più a “nord/sud” di qualcun altro. Sino ad arrivare al punto di paradosso “(impo)polare”, in cui la situazione inizia (tende) a ribaltarsi.
A quale gioco ti stai prestando? Non vi è nulla, in/di questa realtà 3d, che sia inquadrabile in termini assoluti. Ogni punto di (ri)ferimento è solo e sempre di natura convenzionale (e, la “natura” è una tecnologia non ancora emulata dalla scienza deviata umana).
Quindi, sei alle prese con una “tecnologia naturale" ed una deviata/artificiale.
Queste due “anime” scandiscono ritmi diversi, seppure l’una è auto implementata nell’altra, se non altro per una questione cronologica di apparizione nello scenario 3d attuale.

Due anime e due logiche diverse? Può essere ma… non è opportuno, oggi, trattare di un simile argomento.

Diciamo, per ora:
due anime che coesistono allo stesso Tempo, nell’adesso/ora. Nel “presente”… qualcosa ti raggiunge e ti “misura” sempre, precedendoti costantemente.
SPS (Io) si muove proprio in questo senso, (ri)trovando il modo di (ri)allacciare le due anime, dando luogo ad un "Revisionismo Frattale della Storia Deviata".
Qualcosa che non si esaurisce nello spazio di un articolo quotidiano. Qualcosa che esonda i confini e i limiti dell'(Anti)Sistema e che (ri)assume tutto e tutti in funzione di una luce prospettica diversa da ogni tratto parziale a cui sei abituato.


Il Nucleo Primo è, per opera del Filtro di Semplificazione, l’unità massima attualmente “osservabile/(com)presente” in/su Terra 3d, polarizzata (Anti)Sistemicamente (perché auto negante il vero ed assoluto archetipo di libertà, proprio delle creature ivi… “ingabbiate/intrattenute”).

Sei in un (Anti)Sistema, perché “non sei libero”, ossia, l’ambiente deviato ti (ri)duce in “cattività”.

Se, ciò, sia per il tuo… “bene superiore” è qualcosa di indimostrabile (che ormai non basta più) e qualsiasi organizzazione auto esistente in loco, che si (ri)assume (auto incorona) a capo di una simile “responsabilità”, ti sta solo facendo “perdere Tempo” (auto intrattenimento). Infatti, vivere nella “tua” realtà è come assistere ad una differita televisiva H24.
Scordati il vero “real time” perché… “tu segui sempre”.
Tu “vali” la pena di tutto ciò!

E… a “ragionare/pensare/intendere/immaginare", così… non sei tu, bensì, il Nucleo Primo, ossia, quella fazione “incredibile” (non credibile, non creduta) che ti anticipa con costanza e lungimirante strategia (mono/multi)prospettica, tagliandoti fuori dal tuo contesto naturale, che scorre altrove, e (ri)parametrandoti “qua”, dove esattamente ti (ri)trovi adesso.
Guardati attorno:
è tutto così “perfetto”. Il tuo giudizio, basato su quello che “(non/con)senti” è qualcosa a priorità più bassa, rispetto al “diapason” del Nucleo Primo e della sua (ri)creazione.
Qualcosa pensato esattamente per te, così come uno zoo è qualcosa di esattamente pensato per… chi/cosa? Gli animali o i visitatori? Beh… il nodo della questione è proprio essere costretti o rintanati, a dover/poter scegliere tra “questo e quello”, non potendo (ri)correre ad “altro”.
Sia gli animali che i visitatori esprimono un auto intrattenimento, che esula dal contesto superiore, che amministra in toto da un punto prospettico assolutamente “inosservato/inascoltato”.
L’impossibile eletto a timone del tuo “destino/futuro”, infilando costantemente il tuo Tempo (presente), allo stesso modo del (ri)comporre una collana di perline colorate per scopi apparenti del tutto “estetici”.
SPS è un “martello”: 
che cosa ne vuoi fare?  
Beh… sei “libero di non fare”. E allora! Che aspetti? 
 
Questa è una “(il)logica”. Punto e basta… Così come tutto ciò che ti si muove attorno (non c’è differenza).
McDonald's punta su nuovo presidente Usa per rilanciare vendite.
McDonald's ha annunciato che Mike Andres sarà il suo nuovo presidente per le attività negli Stati Uniti. La nomina segue l'annuncio delle dimissioni di Jeff Stratton dopo 41 anni nel colosso dell'hamburger
Il 56enne Andres, dal 2010 al 2012 presidente della Divisione centrale Usa di McDonald's, risponderà direttamente al presidente e amministratore delegato Don Thompson, e sarà responsabile anche del mercato canadese.
"È il leader ideale per McDonald's Usa nel futuro. È un pensatore progressista e strategico con una profonda conoscenza dei consumatori e del mercato e ha un passato in cui ha dimostrato di saper trasformare queste intuizioni in risultati di successo", ha detto Thompson commentando la nomina. "Ci concentreremo sui nostri clienti e capitalizzeremo le opportunità del mercato Usa", ha dichiarato Andres.
Link
Di cosa ti stanno esattamente parlando, visto che (1) mangiare da loro è deleterio a lungo andare (2) lo sai molto bene (3) lo sanno molto bene un po’ tutti quanti e (4):
è il leader ideale per McDonald's Usa nel futuro
è un pensatore progressista e strategico
con una profonda conoscenza dei consumatori e del mercato
ha un passato in cui ha dimostrato di saper trasformare queste intuizioni in risultati di successo...
(5) "Ci concentreremo sui nostri clienti e capitalizzeremo le opportunità del mercato Usa"…
Si concentreranno ancora di più su di te! Ma... da quale prospettiva parlano “loro” e in quale prospettiva sei “tu”? Lo capisci che fate fondamentalmente parte di due realtà/dimensioni diverse?
Le loro “frasi” sono relative ai “loro” interessi. La loro “profonda conoscenza dei consumatori” è qualcosa che va oltre persino a quello che “tu sai di te”. Loro sono dei professionisti mentre tu “arrivi sempre dopo”… per cui “dove vuoi andare”?
Osserva il giro del fumo, ad esempio, del cosiddetto “costo del denaro”.
Bce, costo del denaro giù allo 0,15% i tassi sui depositi diventano negativi. Draghi: “Non abbiamo ancora finito” …
Link
Che cos’è? 
In economia il costo del denaro indica il tasso di interesse stabilito da una banca centrale (come può essere la Bce) per la concessione di prestito di denaro (credito) ad un debitore.
Se l'interesse è più basso, le banche private saranno maggiormente interessate a cedere in prestito ai clienti denaro a tassi inferiori.
Il tasso ufficiale di sconto è l'interesse fissato ufficialmente, mentre il tasso effettivo globale comprende altre spese
Link
Il Tasso Ufficiale di Sconto (Tus) è il tasso con cui la Banca centrale concede prestiti alle altre banche.
Esso è il termometro del mercato finanziario perché sulla sua base vengono determinati il tasso d'interesse, applicato dalle banche ai propri clienti, e il tasso interbancario, tasso che si applica ai prestiti fra le banche…
Link
Teg tasso effettivo globale:
è espressione del costo totale del credito espresso in percentuale annua. Differisce dal Taeg in quanto non contempla gli oneri finanziari ma comprende le spese per assicurazioni o garanzie anche quando queste non siano necessarie all'ottenimento del credito…
Link
L'Indice sintetico di costo, o Indicatore sintetico di costo (Isc), detto anche Tasso annuo effettivo globale (Taeg) è l'indicatore di tasso di interesse di un'operazione di finanziamento (es. elargizione di credito) come ad esempio prestito, o acquisto rateale di beni o servizi. È espresso in percentuale e indica il costo effettivo del finanziamento ed è stato introdotto dalla direttiva europea 90/88/Cee.
Esso rappresenta il costo effettivo dell'operazione espresso in percentuale che il cliente deve alla società che ha erogato il prestito o il finanziamento.
Detto in poche parole il Taeg racchiude contemporaneamente sia il Tan (Tasso Annuo Nominale), cioè la percentuale di interesse che grava sul prestito, sia le spese di emissione della pratica e della documentazione…
Link
Ora, se il costo del denaro è nella Ue allo 0,15%, significa che per te le cose vanno meglio?
 
Beh… giudica, ad esempio, da questa immagine ricavata da una proposta del giorno, giunta via e-mail:


0,15 vs 11%... c’è una bella differenza.
Il costo del denaro non è riferito a te, ma agli attori infrastrutturali che, poi, ti raggiungono.
Per raggiungerti devono “spostarsi” e per farlo “costa” (il frattale è sempre il motore a scoppio e la benzina necessaria per mantenerlo in funzione). Questa “spesa virtuale” viene applicata al tasso di sconto ufficiale, per cui la gerarchia del controllo ingrossa la spesa/debito a cui tu sei sempre (s)oggetto.

Ora, (ri)pensa per un attimo al concetto immaginario (perché assolutamente “finto”) di... inflazione. Qualcosa di invisibile ma che esiste, capace di erodere il potere di acquisto del tuo denaro (anch’esso sempre più virtuale):
su inflazione pronti anche a strumenti non convenzionali.
Nell'Eurozona "l'inflazione ha registrato un andamento discendente dal 2,5% circa dell'estate 2012 al recente 0,4%" e alla luce di questo andamento il Consiglio direttivo della Bce "è pronto a usare anche strumenti non convenzionali per salvaguardare il saldo ancoraggio delle aspettative di inflazione a medio e lungo termine"…
Mario Draghi
Salvaguardare il saldo ancoraggio delle aspettative di inflazione a medio e lungo termine...

Il calcolo dell’inflazione è una “questione centrale”. Da esso dipendono molte variabili agganciate. E, come leggerai più avanti nel presente articolo, il controllo sull’inflazione è un cardine. Perché deve esserci inflazione? Beh… perché tu sei in una dimensione che ti “corrode” e, frattalmente, tutto rispecchia questa situazione/radiazione di fondo.
Definire l’inflazione allo 0,4% (recente) è aggiustare il calcolo in funzione di una “aspettativa” diversa dalla tua (infatti, tu, sei amministrato, avendo dato “delega per tacito assenso, in tal senso). Ti basti solo (ri)pensare all’immagine sopra evidenziata:
0,15 vs 11%.
Il costo “originale” del denaro viene amplificato di oltre settanta volte (73), prima di giungere a te. Come? Tu sei un “esperto” e il calcolo di SPS non è esatto, in questi termini? Beh… sai una cosa? Chi se ne frega! Non sono le formule, che hai imparato a memoria, a cambiare nemmeno di una virgola la “sostanza” della prospettiva by SPS. E… lo sai anche tu, perfettamente, ma… “solo” in cuor tuo o nella tua coscienza. 
Qualcosa che non ammetterai mai. Dico bene? Hai studiato per troppo Tempo, per "mettere tutto da parte", ora. Ora è giunto il momento in cui metterai a frutto tutto il tuo Tempo, investito per prendere il posto di un altro "squalo"... puntando al consueto target, iner(t/m)e della Massa.
La quintessenza di questo “sunto inflazionistico” è che:
tu (a prescindere da chi tu sia o in cosa tu ti identifichi) sei inflazionato, alias “corroso” mentre “vivi”.
Ora, se è corretto o meno un calcolo piuttosto dell’altro, non deve mai mancare il focus sul fatto, assolutamente centrale, che l’inflazione esiste solo in quanto “App” infrastrutturale, creata appositamente per/in questa dimensione del paradigma o incantesimo.
Leggerai più avanti a cosa è agganciato, fra l’altro, al calcolo dell’inflazione e del perché, quindi, l’inflazione deve esserci

Il denaro è la benzina nonché la chiave di (ri)ferimento dell’attuale scenario 3d, (ri)tenuto senza alternativa alcuna (anche solo da questa prospettiva, ti puoi rendere allora conto del fatto che il “timone” del tuo destino/futuro sia funzione/retto da intenzioni esterne rispetto a te). Sul/nel denaro viene, di conseguenza, implementato tutto il resto o... gioco delle parti e interesse/f(u/i)nzione.
Iraq: Farouq, Isis guadagna 3 mln Usd al giorno, è risultato politica Usa.
"L'Isis guadagna ogni giorno tre milioni di dollari e non è altro che il risultato della politica Usa in Iraq". Lo afferma Wael Farouq, vice presidente del Meeting Cairo e docente di lingua araba all'Università Cattolica di Milano, intervenuto nel pomeriggio al Meeting di Rimini.
Per questo, avverte Farouq, "se si deve fare la guerra - si legge nel comunicato stampa diffuso dal Meeting di Rimini -, bisogna essere certi che essa è per fermare la violenza, non per farne un'altra che peggiori la situazione".
Farouq... ha anche puntato il dito sui "grandi interessi economici utilizzati per giustificare la guerra. L'argomento della guerra etnica e di religione - ha concluso - viene usato per nascondere i veri interessi".
Link
Jürgen Stark, ex vicepresidente della Bundesbank: l’attuale sistema economico è pura finzione.
L’ottimismo a tutti i costi e il non voler vedere la disastrosa realtà della situazione economica e finanziaria è qualcosa di molto pericoloso, perchè il sistema finanziario mondiale non è mai stato così fragile. I rischi di rottura sono molto concreti, anche se le banche centrali e le autorità politiche continuano a lanciare assurdi messaggi incoraggianti.
Jaime Caruana, General manager della Bis di Basilea (la banca centrale delle banche centrali) teme un nuovo disastro alla “Lehman Brothers”, causato dall’aumento del debito a livello mondiale e dichiara che nella loro caccia al guadagno, gli investitori ignorano la prospettiva di tassi d’interesse più alti. 
Maximilian Zimmerer, Chief Investment Officer della compagnia di assicurazione Allianz (la più grande a livello europeo) dichiara che “niente è stato risolto e tutti lo sanno.”
Lo scorso maggio, Jürgen Stark, ex vice presidente della banca centrale tedesca, ha dichiarato che l’attuale sistema economico è pura finzione.

Dichiarazioni di questo genere si contano a centinaia.
Anche se dal crollo di Bretton Woods vi sono stati fallimenti bancari e crisi di Stato, la situazione attuale è unica, perchè:
  • mai il mondo finanziario ed economico è stato tanto interdipendente
  • mai il livello globale dell’indebitamento è stato tanto alto
  • mai il “shadow banking” è stato tanto importante
  • mai le nostre economie sono state tanto dipendenti dal gas, dal petrolio e dall’elettricità
  • mai chi detiene il potere economico e finanziario ha basato così tanto le proprie decisioni su modelli matematici inadeguati.
Negli Stati Uniti:
  • si osserva un aumento costante della disoccupazione
  • Wall Street raggiunge i massimi perchè le società riacquistano le proprie azioni (e per farlo, alcune si indebitano massicciamente)
  • le assicurazioni contro i crash in Borsa diventano sempre più care
  • la classe media riduce anche i consumi a basso prezzo
  • il 70% degli americani pensa che il peggio della crisi deve ancora arrivare
  • la bolla dei prestiti agli studenti continua a espandersi
  • il mercato immobiliare mostra nuovi segni di indebolimento
  • il governo americano se ne infischia del mostruoso debito nazionale (circa 17’660 mila miliardi di dollari)
  • una siccità catastrofica mette in ginocchio la costa est del paese
  • lo statuto del dollaro come moneta di riserva internazionale è sempre più minacciato
  • la Federal Reserve si prepara a imporre restrizioni sui prelievi di liquidità da certi fondi obbligazionari, …
In Europa la situazione è molto fragile e ben nota ed è inutile fare la lista dei disastri economici, sociali e finanziari.
Alla fine di ottobre, la Banca centrale europea terminerà l’analisi della qualità degli attivi di 130 banche della Zona euro. Sono attesi risultati deludenti e le misure che verranno prese saranno severe.
Link  
La Banca dei regolamenti internazionali (Bri) (in inglese: Bank for International Settlements, Bis) è un'organizzazione internazionale avente sede sociale a Basilea, in Svizzera. Fondata nel 1930 in attuazione del Piano Young, essa è la più antica istituzione finanziaria internazionale.
Pur essendo un'organizzazione internazionale, la Bri è strutturata come una società anonima per azioni, avente un Consiglio di amministrazione e un direttore generale; tuttavia, le sue azioni possono essere sottoscritte unicamente da banche centrali o da istituti finanziari designati. Attualmente possiedono quote azionarie, e sono pertanto rappresentate alle sedute dell'Assemblea generale, 55 banche centrali, nonché la Banca centrale europea.
Il principale scopo dell'organizzazione è promuovere la cooperazione tra la banche centrali. Al contempo, la Bri fornisce specifici servizi finanziari in qualità di "banca delle banche centrali" ed opera come agente o mandataria (trustee) nei pagamenti internazionali che le vengono affidati…
Nel periodo 1933-45 all'interno del CdA della Bri sedettero alcuni tra i maggiori gerarchi nazisti, come Walter Funk ed Emil Puhl - entrambi condannati durante il processo di Norimberga - così come altri personaggi vicini al regime come Herman Schmitz ed il Barone von Schroeder, proprietario della Banca J.H. Stein, dove erano custoditi i beni della Gestapo.
Alla fine della guerra la Bri fu accusata di aver aiutato il governo nazista nell'opera di predazione dei beni appartenenti ai paesi occupati durante la seconda guerra mondiale.
Come risultato di queste accuse, alla conferenza di Bretton Woods del luglio 1944, la Norvegia propose la "liquidazione della Banca dei regolamenti internazionali, il più presto possibile". Ciò provocò un acceso dibattito che sfociò in un palese disaccordo.... Alla fine lo scioglimento della Bri venne approvato, tuttavia la liquidazione della banca non fu mai intrapresa. La delegazione britannica, infatti, non si arrese e, quando il presidente americano Roosevelt (favorevole alla decisione) morì nell'aprile 1945, il suo successore Harry Truman, persuaso dagli inglesi, decise di cambiare posizione e di sostenere la sospensione dello scioglimento; nel 1948 la decisione di liquidare la Bri venne poi ufficialmente rovesciata.
Rimasta in piedi, la Banca adeguò il suo statuto alla nuova situazione postbellica, in modo che tutte le banche centrali europee, comprese quelle dei paesi socialisti (con l'eccezione dell'Unione sovietica e Germania Est), decisero di aderirvi. Tra il 1962 e il 1971, l'attenzione della Bri fu posta nel coordinare le risposte alle crisi valutarie, in stretta collaborazione con il Gruppo dei dieci.
Dal 1971, con la fine del sistema dei cambi fissi, focalizzò la sua missione nella vigilanza bancaria ed assicurativa
Link
Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Che “storia”:
è tutto anonimo, anche se "si sa" (sino ad un certo livello, anche senza ricorrere all’Analogia Frattale).
Nel 1948 la decisione di liquidare la Bri venne poi ufficialmente rovesciata
 
È solo una questione di Tempo e tutte le variabili, previste per dare un senso immaginario di libertà ai vari attori senza memoria, sparsi nelle 3d, prima o poi (ri)entrano nei ranghi (i nodi vengono al pettine).
Società anonima… è una denominazione formale in cui gli ordinamenti giuridici vigenti in molti stati definiscono una società di capitali, o quantomeno quelle società di capitali che hanno una tale frammentazione del pacchetto sociale da essere di fatto anonime, ovvero non riconducibili a una proprietà unica e stabile...
La società può essere quotata in borsa:
ed è proprio la quotazione sul mercato a conferire il carattere di anonimato
Link
La "libertà/democrazia" è il poter partecipare alla Vita della tal società, mediante l’acquisto di parte delle relative quote azionarie? See:
è proprio la quotazione sul mercato a conferire il carattere di anonimato…
quelle società di capitali che hanno una tale frammentazione del pacchetto sociale da essere di fatto anonime, ovvero non riconducibili a una proprietà unica e stabile...
È "sulla bocca di tutti" che le società hanno, invece, una proprietà “unica e stabile”, per cui… a quale gioco le persone si prestano? Si tiene conto della legge in maniera tale da “dire questo ma non quello, perché la tal legge permette questo ma non quello” (convenzioni celanti interessi). Insomma, questo grado di anonimato riflette la (com)presenza del Nucleo Primo, che (ri)configura tutto in funzione della propria “strategia”.
E frattalmente, l’ambiente registra proprio questo imprinting, in maniera tale da risultare "legge nell’insieme delle leggi". Qualcosa che va, però, messo opportunamente a fuoco, ad esempio, mediante “lenti focali” a base di Analogia Frattale
Tutto (ri)torna ma mai nello stesso apparente modo, anche solo perché gli attori in carne ed ossa cambiano nel Tempo senza, però, mai cambiare la sostanza del ritornello sempre in auge (nell’aria respirata automaticamente, regolata dall’inconscio).

Se torni indietro nel Tempo, puoi dunque aspettarti di (ri)trovare sempre la medesima “chiave”, che si ripete vestendo alla moda ed in funzione apparente relativamente all’epoca in cui si avverano e svolgono i fatti.
Ad esempio, che cosa sai in merito all’unificazione dell’Italia ed alla “questione romana”? Anzi, piuttosto di “cosa sai”, quale immagine ti si è formata nella “mente”? Ossia, che cosa supponi di sapere?
Il territorio che, oggi, è Italia, era… “gioco forza”, per questioni di forma e capacità geografica (contenimento di terre tra i mari) destinato/(pre)visto a (ri)entrare in un’ottica di “unione nazionale” (anche se non è stato sempre così). Oggi è così! E… quando “venne fatta l’Italia”, il territorio centrale di Roma e relative amministrazioni erano ancora sotto al controllo della “Santa Sede”. Quindi, che cosa avvenne? Beh… semplicemente, ne più ne meno, ciò che è sempre avvenuto in tutto il Mondo:
si è proceduto attraverso l’uso della forza ad invaderlo, in nome di un intento/disegno superiore apparente (patria e futuro comune/sviluppo). E, tutto ciò, non fu per nulla impedito dalla convenzionale “sacralità” del potere auto insediatosi in loco molto Tempo prima.
Quello che osservi oggi, relativamente ai rapporti tra Stato e Chiesa, non è sempre stati così.
Pio IX condannò aspramente l'atto, con cui la Santa Sede vide sottrarsi il secolare dominio su Roma. Si ritirò in Vaticano, dichiarandosi "prigioniero" fino alla morte, non riconoscendo la sovranità italiana su Roma. Il parlamento italiano, per cercare di risolvere la questione, promulgò nel 1871 la Legge delle Guarentigie, ma il Papa non accettò la soluzione unilaterale di riappacificazione proposta dal governo e non mutò il suo atteggiamento. Questa situazione, indicata come "Questione Romana", perdurò fino ai Patti Lateranensi del 1929
Link
Domanda:
cosa sale anche con la "crisi", quando c'è... inflazione?
- Fine della prima parte. Domani seguirà la seconda parte
Questo articolo è parte del “Progetto di Revisionismo Frattale della Storia Deviata”, ad opera di SPS. Qualcosa che non si può esaurire con un articolo quotidiano…
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.