venerdì 8 agosto 2014

Il “copia e controlla”.


“Now you see me – I maghi del crimine”, quando i ladri sono illusionisti
Louis Leterrier ha un grande merito:
oltre a raccontare una storia avvincente, riesce a rendere in maniera incredibile i trucchi di magia che avvengono sullo schermo e il grande gioco di prestigio che si nasconde nella trama. Come?
Adottando esattamente la tecnica degli illusionisti, ovvero dirigendo altrove l’attenzione dello spettatore
Link
“I dati… mostrano che negli ultimi due o tre mesi c'è stato un rallentamento della crescita, per cui la ripresa resta fragile, debole e incerta. È giunto il momento di cedere sovranità sulle riforme strutturali all'Europa”.
È quanto afferma Mario Draghi e prosegue dicendo che "è evidente che, se i rischi geopolitici si materializzano, i prossimi due o tre trimestri mostreranno una crescita più bassa"…
Link
Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama… nella notte ha autorizzato attacchi mirati in Iraq per prevenire un potenziale genocidio…
Link
Chiediti: dove si dirige ora il mio “sguardo”?
Ossia: dove qualcosa (ri)chiede la tua attenzione?
La tecnica degli illusionisti, ovvero dirige(re) altrove l’attenzione dello spettatore…
Ad esempio: (1) perchè si attua la prevenzione di un genocidio, una voltà sì e dieci no? (2) perchè per prevenire il "rischio", ti viene assorbita sovranità?
Le “cose” te le dicono ma in una maniera tale che, poi, non potrai dire “non lo sapevo” (allora, dove “guardavi”?) né “non avevo capito” (la legge non ammette ignoranza).
L’ignoranza, dal momento in cui è nella "mani" dell’educazione statale, è allora “colpa” dello Stato? Naa. Non ti daranno mai questa soddisfazione, bensì, lo Stato risponderà affermando che “dipende da te”…
E, "alla via così", in un vortice auto intrattenente decretante un nulla di fatto, ma solo relativo al tuo disincanto e non certamente inerente allo status quo, che ti (pre)vede proprio in una simile “posizione” (al posto giusto nel momento giusto).

È accaduto nel passato d’ogni epoca (la società non è mai, in realtà, cambiata… visto che la propria situazione d’intreccio è sempre rimasta identica) che degli autori dedicassero le proprie attenzioni per raggiungere “tra le righe” la sensibilità della vasta platea del pubblico, pur in presenza di un evidente potere invasore in loco (sul modello dell’Italia durante il periodo di egemonia austriaca, ad esempio)… 
Or dunque, un simile modo di comunicare sottilmente era tale da “dire senza dire”… da “indicare senza indicare”. Ok? Ebbene, lo stesso modello informazionale adottato (caratteristico) di un “qualcosa”, che osserva parzialmente (incomprensione) le leggi auto presenti nelle 3d; ad esempio:
Sincronicità
Analogia Frattale
Coincidenza.
Qualcosa che “esiste ma non esiste”, perché non pienamente evidente e perché lasciato languire nel/dal potere dell’ufficialità convenzionale (credo, paradigma).

La “divina provvidenza, la (s)fortuna, il caso, il destino, etc.”, che fanno a gara con altri "concetti" della stessa "sostanza", anche se ben più “ancorati”, a livello di (ri)orientamento collettivo sociale, come ad esempio le "periferie radioattive" derivanti da assunti come “patria, famiglia, stato, legge, bene, male, etc.”.
A cosa rassomigliano tutte queste “sfumature”, che ti (ri)guardano?
Nell’era tecnologica, (ri)cordano molto da vicino le “App”, sempre più specializzate, disponibili per i moderni dispositivi di rete. Utilità! Software sviluppati appositamente per “popolare” un ambito (ri)emerso della possibilità. Qualcosa che in natura si (ri)traduce in:
  • estinzione di vecchie specie
  • scoperta di nuove specie.
Le particelle “estinzione e scoperta” sono delle parzialità relative al modo con il quale la “scienza deviata” guarda al Mondo e, non necessariamente, un simile punto di vista è sempre completamente esauriente. Ma, attenzione, nel mezzo ci sei sempre tu, ossia, la tua delega indiretta ad eleggere qualcosa di diverso da te, all’esplorare ed annunciare il Mondo al Mondo (auto referenza)
Allo stesso modo, quando si dichiarano ufficialmente aperti i “Campionati del Mondo di…”, chi vince la singola competizione come può ritenersi davvero il “Campione di Tutti”?

È talmente evidente che “non tutti” si possono preparare ad hoc a gareggiare. I molti non sanno nemmeno che esiste una simile opportunità? Chi è sotto alle bombe o chi vive nella povertà assoluta, come può prepararsi?
Queste 3d trattano le persone in maniera diversa, eppure, eguale… in maniera tale da mantenersi sempre coerenti con il proprio obiettivo (target, meta).
La pubblicità permette di incassare miliardi.
A chi importa se il “Campione del Mondo” è davvero il “Campione del Mondo”?
A livello di Nucleo Primo, un simile agire coincide con il mantenimento totale della propria presa immanifesta e frattale sul Mondo intero. È come spogliare miliardi di persone senza che nemmeno se ne accorgano:

“Now you see me – I maghi del crimine”, quando i ladri sono illusionisti
È molto sottile un simile ambito e SPS sta trovando il modo di far emergere il più possibile una simile realtà, sottaciuta in toto dall’(Anti)Sistema, che regola l’intrattenimento degli intrattenuti, intrattenendoli (se la suona e se la canta).
Questa strategia sfrutta l’arma del controllo (in)diretto e della non località che, ad esempio e ad altre coordinate, permette di controllare dei dispositivi a distanza, senza necessità di “esserci” ed essere vicini al luogo ove si svolge l’azione. 
È sempre più chiaro che il piano 3d, entro il quale “stai”... non coincide con il piano d’oltre orizzonte, attraverso il quale le 3d (ora) vengono controllate e mantenute sempre “attuali”…
Il Pianeta è come una sfera che s’innalza, che viene proiettata da un piano diverso (di proiezione), allo stesso modo di un “ologramma”. Una realtà interamente sotto al controllo remoto di un'altra realtà di riferimento genitoriale, in grado di caratterizzare tutto e di interagire in maniera pressoché “onnipotente” (sfruttando una tecnologia più vicina alla definizione di “Magia”).

Il Pianeta è una “copia”, proiettata in uno spazio “digitale” (Tron), da un potere (Nucleo Primo) che ha (ri)compreso come superare l’impasse, derivante dallo “Specchio e Riflesso” vs lo sviluppo susseguente (cambio di ottava) del “Doppio Specchio”, all’interno del quale si smette la (ri)cerca inefficace dell’origine del “segnale”, switchando sul (ri)trovamento di ciò che “rimbalza” ossessivamente; ossia, di quel dato di fatto che le leggi 3d (innate) esaltano in termini di “comunicazione”.
Comprendere ciò... significa effettuare un balzo quantico nella capacità concreta di utilizzare un modello, di qualsiasi grandezza esso sia.
Da “qua” deriva il controllo di un intero Pianeta.
Lo so che non è molto chiaro. SPS sta mettendo ancora a “fuoco”, ciò che giunge proprio per essere (ri)tradotto, nonostante la presenza in loco proprio del Nucleo Primo.
Ciò denota che il Nucleo Primo ha “solo” imparato a clonare ciò che già esisteva (senza mai capirlo a fondo), preferendo condensare materialmente una possibilità (avere) in luogo di un’altra (essere).
Fai attenzione perché… questo messaggio non (ri)entra nel consueto ambito del “loop mentale” (auto intrattenimento), ma… è relativo a qualcosa che ha rinunciato concretamente a capire profondamente, in cambio di un adattamento dei sensi ad un modello più “conservativo”.
È come vivere, ormai, in un “porto”, lontano dal mare aperto (pericolo) ma solo per questo non certo più “sicuro”. L’umanità attuale di questa realtà 3d è stata come trasportata dalle “navi” e scaricata nel “porto” in qualità di:
  • naufraga (quasi clandestina)
  • senza memoria
  • merce preziosa.
E, come tale, essa vive ormai in una condizione di schiavitù sempre meno apparente ma sempre più totale, ossia, di una schiavitù auto gestita, in quanto corrispondente ad un'unica versione del possibile (mancanza di alternativa apparente, alias, mancanza del ri-cordo, della memoria).
Quando il Nucleo Primo ha deciso di “fermarsi”, approfittandosi dell’occasione, ha coinvolto anche “te”
La mancanza di informazioni relative all’origine (vuoto, (o)dio, paura, blocco, auto intrattenimento, mancanza di speranza, etc.), che si (ri)traduce in una ulteriore empasse ma che, allo stesso Tempo, mantiene potenzialmente aperti al (ri)trovare… è stata (ra)ggirata attuando una strategia di “copia e controlla”. Il danno collaterale è stato quello di “arrestare” una intera specie… in cammino.
Ciò ti permette di comprendere che… esiste altro, esiste un e(s)terno. Ok?
E questo è un buon esercizio per te e per la tua mente atrofizzata…
(Ri)cava Spazio = (Ri)trova Spazio.

Al fine di (ri)compensare l’emersione pubblica, sempre più evidente, della verità di ottava relativa alla (com)presenza del Nucleo Primo, un effetto naturale presente in loco ed anch’esso clonato insieme al tutto, il Nucleo Primo resetta ciclicamente la “storia 3d” (deviazione e ri-circolo).

Le leggi auto presenti relative a quella mancanza di informazioni inerenti all’origine, non si esauriscono con la “copia”; ad esempio, la frattalità è una caratteristica nativa di ciò che esiste prima dell’avvento del Nucleo Primo. Se tu copi o cloni qualcosa, lo fai integralmente (Anima e Corpo)… Per cui, la presenza di una simile legge naturale (ossia, facente capo a una tecnologia superiore) è ineliminabile dalle repliche del medesimo stampo (originale o meno).
Il che si (ri)traduce in:
(ri)emersione della verità di grado superiore (ossia, relativa all’altezza del principio ri-ordinatore, in questo caso, del Nucleo Primo).
Cioè: prima o poi tu saprai tutto, per evidenza e contrasto frattale reale.

Per ovviare a ciò, il Nucleo Primo deve resettare tutto ciclicamente

Ossia, deve portare il Mondo alla guerra totale, in maniera tale da scatenare le forze Planetarie naturali, nel comportarsi da “cancellino divino de-responsabilizzante” (vedi la vicenda del Diluvio Universale, delle ere glaciali, delle estinzioni di massa, delle grandi eruzioni vulcaniche, etc.).
  • la guerra è un catalizzatore del “reset naturale”
  • la guerra è sempre, dunque, una “guerra tra poveri”.
Le attuali 3d, di conseguenza, ciclano senza mai cambiare “di fatto” (nella sostanza).
Il Pianeta 3d è una proiezione olografica (virtuale) che funge da “rete”, al fine di attirare/ingabbiare “te” (che non sei solo "di corpo”, anzi, che il “corpo” lo acquisti solo… nascendo, mentre “prima” eri qualcosa d’altro e di diverso).
Con chi effettua “commercio/business” il Nucleo Primo?
He. He. He… questa è una vicenda che si (ri)colloca al di là del Filtro di Semplificazione e non è opportuno, ora, approfondire anche questo vasto “oceano”, seppure sempre frattale…
Dal lato americano, il generale Dempsey, capo di Stato maggiore dell’esercito, settimana scorsa indicava che la Russia aveva provocato un peggioramento del conflitto e che gli esperti del Pentagono suggeriscono azioni militari che non venivano considerate dalla fine della Guerra fredda.
Il “Russian Aggression Prevention Act”, che il Congresso americano non ha ancora votato ma che non tarderà molto, di fatto rappresenta un’aggressione nei confronti della Russia in quanto pone l’Ucraina quale alleato maggiore della Nato e garantisce a Kiev assistenza militare.
Lo stesso statuto verrebbe accordato a Georgia, Moldavia, Azerbaijan, Bosnia, Kosovo, Macedonia, Montenegro e Serbia. A parte la Bielorussia, che non si è ancora allineata, la Russia è quasi totalmente circondata da governi pro-Nato.
Dal lato russo, i consiglieri di Vladimir Putin ritengono che gli Stati Uniti siano già in guerra contro la Russia.
Link
La Russia è quasi totalmente circondata da governi pro-Nato…
 
Ecco perché l’impero russo ed Jugoslavo si sono (ri)sfaldati. Ecco a chi/cosa si deve la ciclica “Primavera dei Popoli”. Qualcuno è dotato di maggiori poteri rispetto ad altri, ma in definitiva sei sempre esposto solo ad una triste quanto funzionale “guerra dei poveri” (poveri dentro).
L'autore non ricorda fatti rilevanti e non propone un punto di vista ma fa solo del "colore"…
Link
Il “colore:
nota di fondo entro la quale tu ti depositi e fai il “nido” (alla moda).
Il “colore” è il tuo auto indottrinamento; qualcosa al quale non serve un fatto specifico e che non si espone direttamente ma, che… lentamente ti convince per “asfissia”, nonché per mancanza finale mnemonica di paragone ed alternativa, così com’è l’aria che respiri o l’acqua che bevi (tutte “qualità” che ri-assumi senza conoscerle mai sufficientemente a fondo, ma che ti portano a “fondo” progressivamente e senza che te ne accorgi).
Che cosa sai? Non dipende, forse, in questa realtà 3d... da quali “diritti” possiedi?

Il selfie del macaco, niente soldi al fotografo.
Questa situazione potrebbe sembrare ridicola di primo acchito, ma solleva una questione davvero interessante.

Un fotografo, durante una spedizione nella giungla, viene derubato della sua macchina fotografica da un cinopiteco. La scimmia, in quanto tale, decide di divertirsi un po’ e di farsi un selfie. La foto… viene in seguito pubblicata su Wikimedia Commons, dove chiunque può scaricarsela gratuitamente. Ma il proprietario della macchina fotografica pretende che venga rimossa immediatamente in quanto sostiene che i download gratuiti non gli fruttino nessun guadagno su un’immagine che dovrebbe essere protetta dal copyright.
La risposta di Wikimedia è stata laconica:
Fatti tuoi”...
Una foto scattata da un animale non è soggetta allo stesso copyright di una foto scattata da un essere umano, tutto qui:
Per ottenere il copyright, il prerequisito fondamentale è essere umani, e anche se la Peta potrebbe avere da ridire, i diritti degli animali non contemplano (ancora) il copyright”…
Link
Per ottenere il copyright, il prerequisito fondamentale è essere umani, e anche se la Peta potrebbe avere da ridire, i diritti degli animali non contemplano (ancora) il copyright
 
Ok. E ad altro livello, che accade? Vista la frattalità delle/nelle 3d, che cosa significa questa informazione? Esiste, dunque, anche un umano di un certo tipo ed uno di un altro tipo? Certo che sì, ed è evidenza di ogni giorno, senza per questo “scomodare” la (com)presenza del Nucleo Primo.
Ergo:
tu "sai/sei", in queste 3d, in funzione del tuo livello di apprtenenza by (ri)assegnamento.
Se per certi versi una simile condizione è anche foriera di un certo grado di “sicurezza” (daresti ad un bimbo una bomba a mano?), per altri versi rimane una condizione di palese amministrazione di una “giustizia” secondo il concetto proverbiale dei “due pesi e due misure”.
Ma… procedendo lungo questa direzione corri il rischio di impantanarti nelle 3d.

C’è un "reset potenziale" sempre dietro all’angolo...
Ebola: "è emergenza mondiale" L'Oms lancia l'allarme globale.
Al termine di una "due giorni" di riunione, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso:

l'ebola, il micidiale virus che si sta diffondendo senza tregua in Africa Occidentale, è un problema di salute pubblica internazionale. L'organizzazione dell'Onu ha dunque raccomandato misure eccezionali per fermare la trasmissione. I Paesi in cui si registra il contagio dovranno effettuare esami all'uscita degli aeroporti, nei porti marittimi e nei valichi di frontiera a tutte le persone con sintomi febbri associabili all'ebola
Link
Ma… che cosa sai? Quali “diritti” possiedi? 

Le “emergenze mondiali” te ne tolgono sempre di più, in cambio della “sicurezza mondiale”. Cosa ti mantiene impegnato? Cosa vedi e cosa guardi? Sei davvero tu a decidere in merito? 
A giudicare dallo stato di funzionamento dei Media, no.
E anche se sei tu a scrivere in Facebook, in Twitter, a chattare, a scrivere e-mail, articoli, a bloggare, etc., lo fai sotto ad un influsso ipnotico di coordinamento generale (sei sempre anticipato ed ogni tua mossa è pre-vista).
Tu sei dotato di “energia”. Chi te la “ruba/prende”? 
Furto di energia elettrica, i trucchi e le pene previste dalla legge
Quali sono le pene che rischiano i malfattori? Intanto una denuncia civile da parte della società erogatrice del consumo - in questo caso Enel - la quale intima al pagamento immediato di quanto sottratto illegalmente negli anni, attraverso un'analisi storica dei consumi.
Civile, ma anche penale:
sì perché il furto di energia elettrica è perseguibile come reato, in base all'articolo 624 e 625 del codice penale come “Delitti contro il patrimonio”.
In particolare, l'articolo 624 comma 2 dichiara che “Chiunque s'impossessa della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 154 a euro 516”. Inoltre, “Si considera cosa mobile anche l'energia elettrica e ogni altra energia che abbia un valore economico”.
Se l'appropriazione del mezzo è fraudolenta - art. 625 comma 2  - scatta l'aggravante e la pena per il fatto previsto dall'articolo 624 è della reclusione da uno a sei anni e della multa da 103 euro a 1.032 euro...
Link
Anche tu sei una “cosa mobile”, per cui sei (s)oggetto della legge 3d scritta da chi ti sfrutta

Ma, diversamente dall’Enel, a chi ti puoi (ri)volgere per denunciare il furto della tua energia sovrana individuale? In questo, puoi capire di essere completamente “dentro” e fagocitato da qualcosa che ti toglie tutto, lasciandoti con dei “diritti d’inferiorità” che la “guerra fra poveri” (ri)calca perfettamente, relativamente al tuo “nuovo” status energetico di “manufatto” (cosa).
Tu, dunque, generi energia in quantità e qualità di proprietà altrui, essendo senza “origine certa”... da quando sei affiorato nella “Casa del Nucleo Primo”, che premurosamente ti ha educato, allevato e sfamato… è, dunque, a lui che “ora devi” la tua Vita, in termini attuali e futuri di sopravvivenza.
Che cosa sai? Quali “diritti” hai, oggi?
Alfano: “Via l’articolo 18 per far ripartire le assunzioni”
Per il leader del Nuovo Centro Destra il superamento dell’articolo 18 non è il presupposto “per avere più licenziamenti, ma per avere più assunzioni”.
In sostanza un allentamento delle norme che impediscono alle aziende di licenziare un dipendente potrebbero dare una forte spinta a un mercato del lavoro che continua a essere asfittico...
Link
Punti di vista. Prospettive diverse ed… indotte subliminalmente.

Un “leader” convinto di una “cosa”, può trascinare milioni di persone

È, dunque, sulla (ri)formazione/pressione dei leader, che l’ipnosi (Anti)Sistemica agisce in chiave di leva. È un modo per funzionare meglio, dal punto d’osservazione strategica e di vantaggio, del Nucleo Primo. 
Per questo motivo, chiunque entri nei palazzi del potere, diventa come chiunque altro abbia calpestato prima… delle simili “pavimentazioni” (gabbie).
(Di) che cosa sai? Sai di quello che “mangi”
Di cosa sono fatte le patatine di McDonald's.
Sono probabilmente uno dei cibi più interessati, al mondo, da leggende metropolitane di ogni tipo. Ma in pochissimi saprebbero dire davvero che cosa contengono. Si tratta delle patatine di McDonald's:
voi sapreste dire di cosa sono fatte?
Ecco gli ingredienti, per una valutazione oggettiva...

Ora aggiungete il ketchup, e avete raggiunto la triade del piacere:
grassi, sale e zucchero...
Link
Ormai, la censura è diventata una auto censura. Fai tutto tu. Non “ascolti” ma “(ri)osservi” in una certa maniera (pre)confezionata/aromatizzata (dipendenza)

Mussolini saluta il re, ma l'inchino e la stretta di mano erano vietati dal regime: la foto fu censurata.
Per censura si intende il controllo della comunicazione o di altre forme di libertà (libertà di espressione, di pensiero, di parola) da parte di una autorità.
Nella maggior parte dei casi si intende che tale controllo sia applicato nell'ambito della comunicazione pubblica, per esempio quella per mezzo della stampa o altri mezzi di comunicazione di massa; ma si può anche riferire al controllo dell'espressione dei singoli.

Autocensura.
Si parla invece di autocensura quando la censura è realizzata dal soggetto che è chiamato a esprimere opinioni e a divulgare informazioni, allo scopo di evitare di divulgare contenuti sgraditi a terzi o allo scopo di non incorrere in censura
L'organizzazione delle imprese editoriali presuppone, inevitabilmente, una forma di controllo e selezione degli articoli da parte del direttore responsabile, sia per una questione di responsabilità per omesso controllo, in cui altrimenti questi potrebbe incorrere, sia per garantire la cosiddetta "linea editoriale" della testata.
In quest'ultimo caso, il diritto di cronaca del giornalista ed il carattere di "impresa di tendenza" della testata entrano in conflitto, ma si tratta di un profilo rispetto al quale, per la sua delicatezza, nel nostro ordinamento non sono state previste risposte di legge.
Quasi-censura.
Capita che occasionalmente un'informazione originale e specifica, la cui stessa esistenza è quasi sconosciuta al grande pubblico, sia tenuta in una situazione di quasi-censura, essendo classificata come “sovversiva” o “sconveniente
Dall'agosto 2006, il testo del 1978 di Michel Foucault, La legge del pudore, pubblicato originariamente in francese con il titolo La loi de la pudeur, che si schiera a favore dell'abolizione dell'età del consenso, è praticamente sparito da Internet, sia in inglese, sia in francese, sia in spagnolo o sia in italiano, e non compare nemmeno sui siti web dedicati all'autore.
Omertà
per estensione, quando gli argomenti che confermano l'esistenza di un male coincidono con l'autocensura...
Link
Poni attenzione:
tutto (tutto) nelle “tue” attuali 3d (ri)sente ed è frutto della “auto censura” (è l’Agente Smith simbolico di Matrix).
Che cosa sai? Perché l’autocensura lascia spazio ad informazioni (ri)levanti? Appunto perché ti... (ri)levano/(ri)velano (localizzatore auto polarizzante). Cioè, che cosa cambia in te ma, soprattutto, attorno a te… anche se leggi la prossima notizia?

Datagate: leader Isil Abu Bakr Al Baghdadi è ebreo ed è un agente del Mossad.
Il cosiddetto "califfo" dell'Isil, lo stato islamico dell'Iraq e del Levante, il gruppo terroristico che ha messo a ferro e fuoco l'Iraq, non si chiama Abu Bakr Al Baghdadi ma Shimon Elliott, è un ebreo ed è uno dei migliori agenti del Mossad israeliano.
È quanto rivela il sito americano Veterans Today.
Che spiega che l'agente Elliot è specializzato in spionaggio nel mondo arabo ed in guerra psicologica contro i musulmani.
Le preziose informazioni sul leader dell'Isil, che ne dimostrano la provenienza israeliana e non islamica, come si vorrebbe far sembrare con il nome, sono state ottenute dalla mole di informazioni rivelate da Edward Snowden nell'affare Datagate.
Veterans Today spiega che prima di assumere questa nuova identità, Elliott ha svolto operazioni di spionaggio nei paesi arabi con il falso nome di Ibrahim ben Uad ben Ibrahim al Badri. Il sito americano conclude che l'obbiettivo principale dell'Isil è quello di creare nella regione il caos che può dare ad Israele la possibilità di dominarla e mettere in atto in essa le sue mire espansionistiche.
Link

Beh… che cosa è cambiato? Nulla di nulla! Il controllo è “dentro”, così come recita sottilmente anche il motto pubblicitario della Intel:
Intel Inside.
Inside = dentro, all’interno. Curiosa l’assonanza con il termine italiano di “insidia” che, guarda caso, significa proprio una “trappola non apparente” (inganno, trabocchetto).
L’insidia dentro è “nativa”, ossia, (pre)confenzionata ad arte (pre-ventivata, prima... "naturale").
L'Argentina denuncia gli Usa alla Corte internazionale dell'Aja.
L'Argentina ha deciso di denunciare gli Stati Uniti davanti alla Corte internazionale di giustizia dell'Aja nell'ambito della battaglia sul debito che lo scorso 30 luglio ha provocato la caduta del Paese sudamericano nel suo secondo default in 13 anni, l'ottavo nella sua storia.
La tesi sostenuta da Buenos Aires presso il principale organo giudiziario delle Nazioni Unite - che considera dispute tra Paesi - è che le decisioni prese dal giudice americano Thomas Griesa violano la sovranità della nazione sudamericana
La Corte dell'Aja però potrà prendersi cura del caso solo se gli Stati Uniti acconsentono...
Link

Grasse risate! Che bella storia altamente educativa. Sì. Ma “educativa” per chi? Per chi studia come approfittarsi degli altri. Per la… “Banda Bassotti”, ad esempio. A chi si (ri)volge un simile “insegnamento auto indotto”?
Non si dice, forse, a proposito dei campioni del Calcio, che il loro comportamento è osservato da milioni di giovani che ne traggono un forte insegnamento (in)diretto?
Beh? Che dire allora della situazione attuale del Mondo? In un simile caso… “non conta”?

Forti venti rivelano nuove linee a Nazca.
I violenti venti sull’altopiano del deserto di Nazca, in Perù, hanno rivelato nuove linee sinora sconosciute.
I geoglifi sono stati individuati dal pilota e ricercatore Eduardo Herrán Gómez de la Torre mentre sorvolava il deserto.
Un geoglifo rappresenta un serpente ed è lungo circa 60 metri, largo circa 4 metri. De la Torre ha individuato anche un uccello, dei lama e una linea a zig zag sulle colline della Valle El Ingenio Pampas de Jumana…
Link
Tratti con senso, che “esistevano già sotto alla sabbia”. “Vento” che li ha (ri)velati…
 
Che cosa è, dunque, “sconosciuto”? Ciò che ancora non è (ri)emerso ma che, nonostante tutto, esiste ugualmente, anche al di là della tua attenzione.

La Federal Reserve avverte : 11 banche potrebbero provocare una nuova crisi finanziaria.
Quando a lanciare l’allarme di una nuova crisi bancaria sono gli analisti indipendenti, la loro opinione viene spazzata via senza troppi complimenti. Ma cosa fare quando a mettere in guardia è la Federal Reserve, la banca centrale americana?...
Le banche non sono assolutamente pronte – scrive la Fed in un comunicato – Quanto hanno elaborato in caso di default porterà inevitabilmente a una nuova crisi finanziaria mondiale. I loro piani propongono unicamente soluzioni assurde o un supporto diretto o indiretto dei soldi pubblici”...
Link
La Fed come può permettere ciò, visto il pregresso storico? Qualcuno dirà che sta denunciando la cosa e che, dunque, sta “facendo qualcosa”… See, allora al “bar”, anche in questo momento, quanti stanno facendo la stessa cosa ma, senza per questo, ottenere lo status di “banca centrale”?
Questo fatto è un “annuncio” e non un “warning”.
È un dato preventivato. Qualcosa che accadrà, perché le attuali 3d, con te dentro, vanno verso una predeterminata direzione, che permette ai poteri di controllo, oltre alla supervisione, anche la capacità di “divinazione” (derivante dalla relativa “progettazione).
Ebrei e palestinesi si fanno la guerra da quanto?
Perché non si (ri)solve il conflitto? Perché fa “comodo” a qualcuno. Questa è l’unica certezza.



Testimonianze della rivolta.
La prima sorpresa era arrivata alcuni mesi fa, durante i lavori per la nuova autostrada che collega Gerusalemme a Tel Aviv:
il rinvenimento di alcuni frammenti di vasellame ha portato alla scoperta di un sito sconosciuto, che risale al periodo del Secondo Tempio. Durante gli scavi, guidati da Pablo Betzer and Eyal Marco della Israel Antiquities Authority, sono state portate alla luce diverse strutture del primo secolo A.E.V., probabilmente distrutte nel 69 o nel 70 E.V. dai Romani, durante la repressione della Grande Rivolta.
Quella ribellione terminata con la caduta di Gerusalemme e la distruzione del Tempio a Tisha Beav, duemila anni fa.
Pochi giorni fa, poi, un ulteriore ritrovamento di grande rilievo, che sta facendo il giro del mondo:
nell’angolo di una delle stanze venute alla luce, all’interno di un salvadanaio di ceramica sono state trovate 114 monete, datate “anno quarto della Grande Rivolta contro i Romani” (fotografate da V. Niihin, per la Israel Antiquities Authority).
Per Betzer e MarcoSi tratta di un tesoro che pare essere stato sepolto diversi mesi prima della caduta della città, che offre uno sguardo nelle vite degli ebrei che vivevano alla periferia di Gerusalemme alla fine della ribellione.
Evidentemente qualcuno temeva che la fine si stesse avvicinando e decise di nascondere questo piccolo tesoro, forse nella speranza di recuperarlo più tardi, quando la calma nella regione fosse stata ripristinata”.
Su tutte le monete compaiono da un lato un calice e la scritta in ebraico “alla redenzione di Sion” e dall’altro lato un motivo di rami di palma tra due cedri, contornato dalla scritta “Anno Quarto”.
La scoperta di una seconda serie di vasi completi che si trovavano sotto la pavimentazione del cortile, ha mostrato come una parte degli edifici sia stata poi nuovamente abitata all’inizio del secondo secolo, nel periodo che si è concluso con la distruzione degli insediamenti ebraici in Giudea, come conseguenza della rivolta di Bar Kochba

È probabile che gli abitanti del villaggio siano stati molto attivi in entrambe le rivolte contro i Romani, motivo per cui l’insediamento è stato distrutto due volte, per non essere mai più ricostruito. La Israel Antiquities Authority sta ora valutando, insieme alla Netivei Israel Companyla Società Nazionale dei Trasporti e delle Infrastrutture – di procedere a un recupero del villaggio che venga poi inserito nei piani di sviluppo dell’area che affianca l’autostrada, dando così una grande visibilità a un sito sconosciuto fino a pochi mesi or sono.
Link 


Nella zona 3d del Mondo inerente a questa notizia, c’è sempre stata Guerra.
Questa è la costante. È come mantenere il motore di un automezzo sempre acceso, anche se al "minimo".
Un “motore” che serve per… “muovere qualcosa”. Dove si spinge la (ri)cerca della “scienza deviata”, soprattutto, in ambito militare ed industriale non ancora (ri)emerso?
“Serve aiuto? Indosso il robot e vengo”!
Ecco “Hercule”, un cobot, cioè un "robot collaboratore", può aiutarci a camminare e a portare pesi…
Hercule può funzionare per più di 4 ore in modalità standard. Secondo il costruttore questo esoscheletro si vedrà per le strade dal 2016

Un gruppo di esperti informatici dell’Università di Hong Kong ha sviluppato un accurato software di riconoscimento facciale, battendo il loro stesso record precedente. I ricercatori hanno generato un algoritmo informatico, che batte l’uomo nel riconoscere se due volti fotografati sono della stessa persona indipendentemente dalle variazioni della luce, make-up e angolatura di scatto.


Tang Xiaoou, professore presso la facoltà d'ingegneria di Hong Kong:

Due mesi fa abbiamo raggiunto un risultato che di fatto ha superato l’abilità umana nel riconoscere i volti. Questa è una conquista simbolica, importante alla quale si lavora da oltre 30 anni, quindi è molto entusiasmante per noi”.
La ricerca di Tang era nata soltanto per diletto quando maneggiava le tante fotografie di suo figlio nato 10 anni fa. Adesso grandi imprese come Google, Facebook, Ibm, e Microsoft entrano in gioco e l’asticella di sfida della ricerca si è innalzata.

Xiaogang Wang, ricercatore:

Stiamo cercando di sviluppare un modello di calcolo per rilevare, controllare e analizzare il comportamento della folla e prevedere eventuali disastri. La video-sorveglianza tradizionale si concentra solo su un limitato numero di oggetti in un ambiente molto semplice. Adesso quel che stiamo facendo è puntare a migliaia di oggetti in ambienti molto complessi”.
Secondo i suoi creatori il software potrebbe incrementare i sistemi di sicurezza per rintracciare individui in mezzo a grandi folle...
Link 


La “prevenzione è un oggetto sensibile”…


Attraverso questa “App”, tu puoi essere anticipato anche a livello di 3d (ri)emerse. Segno questo che i sottopoteri del Nucleo Primo, seppure inconsci, ne seguono le tracce frattali, per imprinting, e tendono a perseguire (copiare, clonare) ciò che avviene “sopra” ed in maniera (in)diretta.

Mentre “tu” rimani sempre e costantemente sotto all’influsso ed all’effetto d’insieme di questa complessità più o meno (ri)emersa.
Quanto Tempo occorre alla frattalità per saturare la situazione 3d attuale?
Entro quanto Tempo il Nucleo Primo sarà completamente visibile e manifesto, a causa della presenza nativa e sotterranea della frattalità?

Beh, è un Tempo che il Nucleo Primo già conosce, perché ci è già passato. Una simile “formula” si (ri)traduce frattalmente nei vari calcoli relativi ai “calendari ciclici” sviluppati per i “quattro venti” nel/del Mondo storico deviato (computo Maya, Kali Yuga, etc.)…
Preventivamente, le attuali 3d verranno resettate, perché il Nucleo Primo impera e lo intende fare “per sempre”. Può bastare una ipnosi individual-collettiva… a farti desistere dall’andartene preventivamente?
Come si dice? Voltar pagina! Ecco… il “libro ha più pagine” e tu ora ti (ri)trovi in una... che è "subappaltata" (copia) ad altri. Hai voglia a combattere questa “guerra dei poveri”…

Cambia frequenza. (Ri)trova l’e(s)terno.

Raggiungi “Casa Tua”.

Qua”… (ri)nasci per (ri)morire (loop), ogni volta, ma... mai nella stessa maniera (la “musica non cambia”).

Marianne Faithfull shock: "Il mio ex ha ucciso Jim Morrison".

A 40 anni dalla scomparsa di Jim Morrison, le rivelazioni shock di Marianne Faithfull potrebbero contribuire a far luce sulla morte di uno dei miti del rock:
la cantante britannica, oggi 67enne, ha confessato alla rivista Mojo di conoscere il nome e il volto del responsabile.
La Faithfull ha rivelato che a fornire l’eroina che il 3 luglio del 1971 causò l’overdose del frontman dei Doors sarebbe stato Jean de Breiteuil, ricco rampollo di una nobile famiglia francese all’epoca suo amante. 

La cantante... ha ricordato i fatidici giorni prima della morte di Morrison, spiegando di essere arrivata a Parigi proprio la notte del 2 luglio in compagnia di Breiteuil, personaggio noto nell'ambiente proprio per essere lo spacciatore di alcune tra le più grandi leggende del rock, tra cui Keith Richards e Morrison.

Proprio con il frontman dei Doors si sarebbe dovuto incontrare quella sera il francese, che avrebbe anche invitato la Faithfull ad accompagnarlo a casa del cantante ricevendo un secco rifiuto: 

Sentivo istintivamente che qualcosa non andava. Presi dei barbiturici e mi addormentai, mentre lui andò a trovare Jim Morrison e lo uccise”, ha raccontato, confermando così le voci che giravano nell’ambiente e che identificavano nel francese spacciatore di fiducia delle leggende del rock degli anni ’60 e ’70, tra cui anche Keith Richards:
“Certo, sono sicura che fu un incidente - ha proseguito - Povero idiota. La dose era troppo forte? Sì. E lui morì. E io non ne sapevo niente. Comunque sia, tutti quelli che hanno avuto a che fare con la morte di quel povero ragazzo sono morti ora. Tranne me”.
Il riferimento è alla compagna di Morrison, Pamela Courson, e allo stesso Breiteuil, entrambi morti di overdose, la prima nel 1974 e il secondo pochi mesi dopo il leader dei Doors, portandosi nella tomba la verità sulla tragica morte di un mito.
Link
Quale vantaggio (Anti)Sistemico permette il "lungo controllo" dei diritti e delle royalties, derivanti dal mito di un “campione che muore prima del Tempo (improvvisamente) ed in condizioni particolari (traumatiche)”?
Quanti “campioni” hanno fatto una “fine” simile?
Una “fine” che è solo fisica e relativa all’individuo (Campione) ma, non, alla sua emanazione in termini di “mito/guadagno altrui”. 
Le tracce frattali della tua “schiavitù/dipendenza/sfruttamento” sono dappertutto, anche nel… "mito".
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com