mercoledì 27 giugno 2018

Il dizionario non contiene contrari di “gerarchia”.



Ci sono delle sostanze che - seppure in un certo stato d’assoluta indifferenza (immanifestazione, miscelazione, non apparenza) - non appena aggiungi qualche altro ingrediente più liquido (e termini, in tal modo, la ricetta), la colorazione del tutt3 assume proprio quello caratteristico di tali sostanze. 
Se non è chiara una simile situazione, allora, prova ad aggiungere (e mescolare), ad esempio, della polvere di alga spirulina (verde) ad un mix secco di semi, cereali, etc. e poi della frutta (frullata e, dunque, liquida).
A quel punto, la tua colazione diverrà “verde”, anche se prima di miscelare la parte liquida della ricetta, tale polvere colorata era del tutt3 invisibile (ossia, non sembrava nemmeno esserci) se mescolata d’assieme.
Tale quadretto... piuttosto che avere un valore diretto, ne ha soprattutt3 in termini significativi. Cioè:
a quale altr3 situazione, fondamentale, si rifà?

Quale è il “a monte”, rifless3 dalla e nella situazione “verde spirulina”? 
Sì. 
Faresti bene ad assumere la “vita” in tal senso, poiché, la “tua” vita corrisponde a qualcosa che continuamente auto succede, dal momento in cui “è già success3” ciò che “ora (nei secoli dei secoli)” si ripete sostanzialmente (del resto, che cosa è il fenomeno naturale dell’eco, se non un passivo amplificare e ricordare proprio il “rumore” già emess3). 


Immagina:
“Dio (grande concentrazione di massa)”
che si rivolge alla Terra (sistema operativo – IA – frattale espans3)
che risponde (funziona) di conseguenza “ad immagine e somiglianza” (replica, realizzazione, manifestazione… creazione, etc.)
essendo funzione del/per il… funzionamento (“ascolto Vs sentire”).
Immagina:
“Dio (pilota)”
che esclama “dividi
e
la tecnologia implementata nella/in “Terra” (l’IA)
agisce di/in conseguenza
essendo “Dio”… chi ha gli “attributi” per delegare a livello frattale espanso (comandare, ordinare, verbalizzare, etc.)
la “forma” ambientale da manifestare “naturalmente” sulla Terra (“qua, così”)…
Poi - ancora “Dio (Verbo)” – immagina che profetizzi (anticipi, sogni, abbia intenzione di…) e s’esprima in tal modo:
impera”.
Che cosa “è già success3”? Esattamente tutt3 ciò:
al “suono (formula magica)”
dividi

l’IA “Terra” risponde andando a creare (replicare) ogni possibile e potenziale “moto similare, significativo, ad/in ogni livello - creando prima ogni livello”
ovvero
tutt3 ciò che “ricorda” l’ordine ricevuto dal “pilota”.
Tutt3 ciò che significa “dividi”, tra cui la divisione dell’essere umano (uomo/donna, infante - adult3 - vecchi3, simmetria del corpo, dualità, etc.) sarà come autorizzat3 preventivamente a potersi auto realizzare “qua (così)”;
tale è l’origine della “natura”.
E tale è l’origine del comando post ipnotico (incanto) “AntiSistema”.
Al “suono” di… impera, l’ambiente in toto acquisirà tale caratteristica di fondo, andando a polarizzare ogni e qualsiasi possibilità, interferendo e deviando (con) tutt3 ciò che si manifesta attraverso il proprio potenziale che, di conseguenza, verrà trasformat3 in differenza di potenziale.
Ok?


Il significato di tale “forma” planetaria, acquisita in tal modo (funzionamento personalizzabile e dunque personalizzat3), è che:
è l’esatt3 (fedele) riproduzione e rappresentazione di un “volere” cardinale, assoluto
che l’immagine conseguente, “Dio”, allo stesso modo e per gli stessi motivi, riproduce e rappresenta a livello simbolico, sostanziale e significativo. 
Seppure non esistendo, “Dio” c’è in termini significativi (che cosa/significa). 
Così come... la sostanza che, nella sostanza, si miscela facendo perdere le tracce di sé... “Dio” emerge solamente in termini di auto riferimento (quintessenza)… proprio come la sostanza verde alga spirulina colora tutt3 del proprio tono e, dunque, appare indirettamente, solo quando al mix (ambiente) viene aggiunt3 dell’ingrediente più liquid3, in grado di veicolare (manifestare) anche ciò che è tra le righe e che non esiste; c’è



La “colorazione di Dio (luce)” è dunque ciò che significa in leva, wireless, non localmente, ubiquamente… la simbologia “Dio” e, non, che esiste “Dio” in quanto tale (come da “leggende” religiose, spirituali, etc.). 
Tale rappresentazione indica la compresenza immanifesta dell’eco/dominante (dominante + Domin3 si sono già estint3, rimanendo solamente il proprio “eco” ambientale, ovvero, la... in memoria di ciò: 
qualcosa che è sempre in attesa di nuovo “input”;
qualcosa che in tale assenza, continua a funzionare come un disco rotto (loop), cioè, assolutamente replicante il segnale portante avente la caratteristica della grande concentrazione di massa a giurisdizione planetaria):
ecco lo status quo
la legge della conservazione dell'energia
il “tutt3 (si) trasforma
il “squadra che vince non (si) cambia
la gerarchia
l3 “necessità” denaro (debito) e lavoro (schiavitù), etc. etc. etc.

C'è un fatto, o se volete, una legge, che governa i fenomeni naturali sinora noti.
Non ci sono eccezioni a questa legge, per quanto ne sappiamo è esatta.
La legge si chiama 'conservazione dell'energia', ed è veramente una idea molto astratta, perché è un principio matematico:
dice che c'è una grandezza numerica, che non cambia qualsiasi cosa accada.
Non descrive un meccanismo, o qualcosa di concreto:
è solo un fatto un po' strano... possiamo calcolare un certo numero, e quando finiamo di osservare la natura che esegue i suoi giochi, e ricalcoliamo il numero, troviamo che non è cambiato...”.
La fisica di Feynman - Richard Feynman
Dividi” et “Impera= strategia dominante, nella replica del funzionamento IA “Terra” (AntiSistema, “qua, così”), da cui la sensazione di “Dio” per chi percepisce che ogni gerarchia deve per forza avere il vertice in comune, “a monte”. 
Quindi, il recepire “Dio” ma (ma) “qua (così)”, implica e significa il ribaltare la situazione in termini di auto orientamento:
“Dio” assume la valenza positiva
nonostante la “forma” ambientale, sociale, umana
mentre
“Dio” replica e simboleggia, applicando il “modulo (in valore assoluto)”, la situazione AntiSistemica rivelat3 da quella positività che necessariamente confluisce in ess3, da parte della Massa impaurita/impietrita (temi il Dio tuo) a cui non resta altro che “sperare che Dio sia, alla fine dei giorni, un essere buon3 (giudizio universale)”.
Tuttavia, tale “sperare (pregare)” non ha alcuna pretesa oltre all’auto limitarsi ad assistere allo spettacolo, nello spettacolo.
Il che significa:
“partecipare al banchetto divino, in qualità di pietanza servita… proprio come l'agnello sacrificale (ed il maiale, del quale non si butta mai via niente)”:
comunque, ci sei (partecipi)

anche se non proprio come te l’immagini (speri e preghi)...



La parte ancora “viva (sopravvivente)” della catena di comando eco/dominante, è costituit3 da sottoDomin3, che di fatto è/sono potenzialmente chiunque “qua (così)”, nell'auto decadimento by “tentazione, corruzione, deviazione… AntiSistemica”. 
Bada bene; non si tratta di un fatto religioso/spirituale
Bensì, della manifestazione in chiave simbolica del “è già success3” e per/con ciò (indovina?)… continua a succedere (proprio come lo “spettacolo” che…).
Perché un’azienda – per quanto grande che sia – deve sempre superare, anno dopo anno, i risultati eccezionali ottenuti in precedenza? 
Che cosa significa = il “a monte” non è (in) tale “grande azienda”.
La gerarchia è immanifesta, proprio come la sostanza che si miscela scomparendo alla vista, pur continuando ad imperversare
Sostanza che appare (si manifesta) solo quando aggiungi qualcosa a quel “mix”, in grado di veicolarne anche la portata in termini di compresenza. Ergo:
“qua (così)”
la situazione è “sotterranea”
e l’unico ambito capace (in grado) di portare ad emersione (evidenza) tale compresenza saturante il tutt3
è che l’IA “Terra” assuma tale diversa configurazione
qualcosa che significafunzionare secondo l’input della grande concentrazione di massa, auto derivante da atteggiamento ‘formulare’”…

Attraverso tale “ferm3 liquidità”, infatti, si rende evidente e si manifesta (e ti accorgi/ricordi) ciò che non ha la minima intenzione di farl3, anche se a/in quel momento (punto) deve per forza di cose… farl3, poiché avrà smesso di essere “pilota” e sarà già divenut3… “effetto (esorcismo)”, nel funzionamento d’assieme che ha un senso unico sostanziale di auto riferimento, mentre ogni altr3 modus comporterà sempre quel nulla di fatto che è, quindi, sempre e solamente “(a) valle”.
Tale approccio “tecnologico” va assunt3 in quanto a codifica (chiave d’interpretazione) del funzionamento d’assieme, alla luce dell’evidenza del cosa significa la manifestazione eco/dominante, “tecnologia”.
Laddove “il caso non esiste”, essendo funzione, funzionamento, funzionalità. 


Del resto, che cosa replica la porta “automatica” (di Durin) che, ne’ Lo Hobbit, ad esempio, permette l’accesso alla montagna che custodisce il Regno di Erebor (Moria)?  
Sei abituat3 ad assumere tale livello tecnologico in quanto a “magia”. A non riconoscerne la sostanza auto rifless3.
In tal modo metti a tacere tutt3 e non ti avvedi del significato sempre attuale e sempre “moderno” della terminazione tecnologica, nella correlazione ed intreccio d’eventi “qua” seppure “così”.
La “magia” è tecnologia che ad un certo punto diventa “natura, potere, etc.”. Qualcosa che succede quando dimentichi massivamente.
Qualcosa che la classica “formula magica” significa, in termini frattali espansi, ovunque e comunque:
fiaba, storia, racconto, novella
epica, morale, valore aggiunto, etc.
Qualcosa che a livello di atteggiamento fa la differenza
E, ancora, qualcosa che “è” (in) un mix esatt3 di… circostanz3 (controllo, grammatura, pozione, conoscenza, esperienza, memoria, lungimiranza, idee chiare, etc.).
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va a Maometto= chi rompe paga e i cocci sono suoi (è il fenomeno planetari3 di azione/reazione, nella dualità che è tri-unità, avendo sempre il centro portante e distribuit3, che permette l’equilibrio in ogni sua forma, apparenza ed immanifestazione).
Dualità (apparenza):
causa effetto.
Tri-unità (sostanza, funzionamento):
ragione fondamentale (“a monte”, ispirazione)
causa (azione = slavina)
effetto (reazione = impatto “a valle”).
“Qua (così)” prendi atto solamente della dualità, auto convergendovi “dentro”. 
In qualcosa che “ascolta (funziona per delegazione frattale espansa, riproduzione, replica, immagine e somiglianza, etc.)”, tu sei chi “sente” oppure “tu” sei chi “con-sente”.
La seconda. Vero? Seppure il potenziale sia e rimanga (“è”) sempre… potenziale.
L’ambiente è on air, in linea.
L’interfaccia sensibile è sempre in ascolto della grande concentrazione di massa. Oppure, percependo in maniera Oltre Orizzonte (in maniera non gerarchica):
l’IA “Terra” necessita di un atteggiamento da replicare
e l’atteggiamento non è materia esclusiva.
Già.
Ecco come fai a meno della gerarchia.
Il potenziale è singolare e da “lì” diventa massiv3 (dove la pluralità è un effetto d’assieme).
Ergo:
la gerarchia scompare quando la Massa assume un atteggiamento che ne fa a meno.
È sempre possibile, allora, essere non gerarchici e smettere di alimentare l’AntiSistema.






Gerarchia = classificazione (ritorni al “verbo”, al “divide et impera”, all’ordine precostituito “qua, così” e, dunque, alla ragione fondamentale che è uno spazio abitabile ed “arredabile” e non una proprietà privata, esclusiva, etc.) e dipendenza.
La forma piramidale è soggett3 allo spianamento, quando – oltre a servire per l’automatismo della trasmissione – diventa il simbolo della gerarchia e del controllo planetario.
Il nostro dizionario non contiene ancora contrari di… gerarchia.
Link 
Il contrario di gerarchia non è “disordine”.
Poiché, gerarchia è un tipo di “ordine” e non l’ordine assoluto. Come puoi “vedere”, tale termine non ha un riferimento immediatamente contrario, essendo “qua (così)” tutt3 gerarchico, anche se non ti sembra:
L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione…”.
Link 
Il “lavoro” implica, dunque, che esista gerarchia. 
Così come la “sovranità… che è “nei limiti della Costituzione”. Ok?
Ti hanno sempre fregat3 “qua (così)”
Ed è nel sottile l’inghippo. Anche se con la violenza fisica la forma planetaria è (già) divenut3 AntiSistema.


Luigi Di Maio attacca l'Ue sulla riforma del copyright
Praticamente… deleghiamo a delle multinazionali, che spesso nemmeno sono europee, il potere di decidere cosa debba essere o meno pubblicato. Cosa è giusto o sbagliato.
Cosa i cittadini devono sapere e cosa non devono sapere…”.
Luigi Di Maio
La storia si ripete. Che altro, se (se) “tutt3 (si) trasforma” e basta (ed avanza).
La maggior parte della gente vive dormendo, quindi non nota nulla. Come potrebbe farlo.
Un nuovo tipo di organizzazione gerarchica, ma non imperiosa o impetuosa. Bensì, integrata…
Voglio dare alla giustizia una piccola spintarella...
Un uomo che pensa ai propri interessi è un uomo affidabile...”.
Billions
La programmazione non è complottismo, né tantomeno solamente informatica (gamification)
è realtà, persino manifest3.
Mattel lancia la Barbie per appassionare le bimbe all'ingegneria.
Mattel sta lanciando una nuova Barbie pensata per stimolare nelle bambine l'interesse nelle carriere che negli Stati Uniti sono identificate con l'acronimo Stem (science, technology, engineering, math ossia scienza, tecnologia, ingegneria e matematica).
Solo il 24% dei posti di lavoro Stem è rosa, stando a dati forniti dal produttore di giocattoli.
Alla Robotics Engineer Barbie, questo il nome della nuova bambola, si aggiunge la partnership con Tynker, una piattaforma legata ai giochi, per creare sei esperienze con cui insegnare alle bambine come sviluppare codici informatici.
Mattel ha unito le forze anche con Black Girls Code e sta per diffondere un e-book volto a spiegare i concetti del coding.
Robotics Engineer Barbie è disponibile in quattro colori della pelle e sarà in vendita per 14 dollari.
Questa Barbie va ad aggiungersi a quelle corrispondenti a oltre 200 carriere tra cui quelle di scienziato, sviluppatore di videogiochi e ingegnere informatico.
Link 
La prole sta divenendo progressivamente sempre più Dsa.
Segno che la programmazione subisce aggiornamenti (“evoluzione”) e che non è solamente il “tuo” Pc/smartphone a dover subire tale “sorte”.
Così come ognun3 “qua (così)” esegue processi mentali in funzione del dove e per chilavora (appartiene).
Tajani: spero che governo italiano appoggi direttiva Copyright.
Il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani ha detto oggi a Bruxelles di non condividere la linea del vicepremier italiano Luigi DI Maio contro la nuova direttiva Ue sul Copyright nelle piattaforme digitali, che sarà sottoposta al voto in plenaria la prossima settimana a Strasburgo, e ha esortato il governo a prendere una posizione favorevole alle nuove norme.
"Sostengo la posizione della commissione europarlamentare competente sul Copyright:
non condivido le posizioni di chi ritiene di dover avere un sistema di piattaforme Web senza regole…", ha detto Tajani parlando con alcuni giornalisti a margine di una conferenza al Parlamento europeo…
Link 
La direttiva, se approvata nella forma attuale dal Parlamento europeo e dal Consiglio Ue, sottoporrà i giganti di internet (Youtube, Facebook, Dailymotion, Sound Cloud etc.) al pagamento dei diritti d'autore per i contenuti (soprattutto video e musicali) diffusi sulle loro piattaforme, come fanno già le società digitali di distribuzione come Spotify e Deezone.
Finora, approfittando della poca chiarezza delle normative in vigore, non lo hanno fatto, sostenendo di non essere distributori di contenuti, ma solo intermediari che ospitano lo scambio di contenuti fra gli utenti.
Il testo, che è fortemente osteggiato dalle lobby dei giganti dell'economia digitale, è già stato approvato dalla commissione europarlamentare Affari giuridici, che è quella titolare del dossier, dopo un anno e mezzo di controversie e il pronunciamento contraddittorio di quattro altre commissioni europarlamentari:
quelle competenti per Industria/Ricerca/Energia e Cultura, favorevoli, e quelle su Mercato interno/Consumatori e Libertà civili, contrarie.
Il governo italiano precedente aveva appoggiato la direttiva.
Link 
In tale “tiro alla fune (sottoDomin3)” continua ad auto succedersi l’AntiSistema, con te/“te” (al di) dentro, senza nemmeno capacitartene di essere dentro a/in qualcosa, che funziona ad immagine e somiglianza, nella differenza di potenziale
Nell’apparenza sottoDomin3, la funzione eco/dominante (che ti sfugge completamente, poiché collegat3 al livello significato delle “cose”).
Marchionne: "Dazi? Capisco posizione di Trump"
"L'obiettivo alla fine sarà un altro:
credo che ci sarà una base su cui ristabilire un equilibrio diverso da quello di adesso…
I dazi imposti… non sono la fine del mondo, è un problema da gestire… È tutto gestibile”.
Sergio Marchionne
Nota bene:
l'obiettivo alla fine sarà un altro… = l’obiettivo dal principio è un altro… (strategia).
E Trump (Usa) pensa di muoversi attraverso proprie strategie, anche se è oltremodo chiar3 che, dal momento in cui la sua elezione è dipesa dal vincolo delle lobby, di conseguenza Trump (Usa) non è libero di agire da sé in sé, ma (ma) si limita sottilmente ad adempiere ad ogni promessa già espressa in sede di compromess3.
Il che significa = funzionamento automatico, condizionamento ambientale, climatizzazione planetaria… vista la portata Usa che notoriamente si rivolge al globo inter3.

Provocando (innescando) il dibattito, si ottiene di aprire nuovi spiragli (possibilità) al fine di lottizzare (aggiornare) lo status quo che, pertanto, rimane sempre sostanzialmente identic3, continuando a funzionare come un motore sempre acceso ed in “folle”, sul posto:
qualcosa da alimentare continuamente
oppure
il cielo ti cadrà sulla/in testa.
“Tu” sei come la modernità di Atlante:
non hai nulla da trascinare né da sollevare
avendo un enorme “peso” già sulle spalle…
“Fai… di scansarti, al fine di rigettare tale ‘responsabilità’. Poi, ti sentirai più liber3 di…”.
       
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2336