lunedì 11 giugno 2018

La frantumazione.



Aumentare il debito vuol dire scaricare il peso di cose che vogliamo ora sulle generazioni future. Questo è quello che abbiamo fatto in passato".
Elsa Fornero 
Dunque:
“è già success3”. 
C’è sicuramente un inizio che, tuttavia, corrisponde di più alla ragione fondamentale piuttosto che ad una certa ansa del cosiddetto “tempo”. 
Se (se) cerchi nel tempo, che non esiste ma c’è (in quanto conv3nzione), di conseguenza non riuscirai mai a risolvere ciò in cui sei “qua (così)”, non riuscendo a… “rivedere le stelle…”.
Nell’inviluppo del “tempo”, il tempo (con tutt3 ciò che significa, ovvero, il fondamento a cui sei ancorat3… quell’inizio che risulta impossibile, seppure intuibile). 

Intuire è “sentire”, piuttosto che “vedere e toccare”; ed in ciò vi è una differenza sostanziale in termini di “fare”, dal momento in cui la “modernità” si fissa e basa sul metodo scientifico che, per antonomasia, tende proprio ad escludere la percezione, a favore della ragione che, tuttavia, non è semprelogica
Perché? 
Perché è “lì”, anche solo da “vedere”, la forma sociale, ambientale, umana (la realtà manifesta “qua, così”), che è AntiSistemic3, eppure, viene definita “scientificamente deviando”, Sistema (alias: normalità). 


Qualcosa che... “ti sembra sempre che stia per migliorare o che migliorerà nel ‘tempo’”, ma (ma) che purtroppo per te, rimane (in) assolutamente “immobile”, in termini sostanziali (status quo “qua, così” = incanto, strategia, piano, interesse, perfezione, causalità, etc.).
“È già success3”, dunque. 
Sì, perché “continua a succedere” e… sai cosa significa “continua a succedere”
“Tutt3 si trasforma”. Qualcosa di assolutamente assordante.
Con la conseguenza che… non “senti” più
Non ti accorgi, poiché sei in qualcosa che ha già raggiunto il proprio scopo
il controllo totale (mosche bianche a parte, seppure vaccinat3 per effetto gregge). 

La storia deviata ti racconta di una serie infinita di poteri, che si sono alternati nel corso delle cronache. 
Quindi, credi che ogni impero sorto sia, poi, auto decadut3 sotto alle pressioni di forze diverse. 
Di conseguenza, non rilevi – invece – che esiste un unico impero globale, senza alcuna necessità di vessilli esposti al vento:
ecco cosa significa “è già success3”.
Ammettere ciò, espande la tua capacità di ricordare e di renderti conto dell’autentica forma “ambientale”. Del resto, il “dibattito” non è se la Terra è fisicamente piatta o sferica, bensì, è a livello significativo, se, l’ambiente “qua (Terra)” è:
piatt3 (tabula rasa, nel solco dell’aratro e del rullo compressore dominante)
oppure
sferic3 (valore assoluto, giustizia ad angolo giro, universale, punto di sospensione, panorama unico, oppure, “sfericità” in termini di assenza di prospettiva, interesse e proprietà privat3, etc.).
Quel che dovresti “fare” è di evitare di prendere lucciole per lanterne, applicandoti ogni volta in termini sostanziali, piuttosto che apparenti.
Il suo sangue è già infestato di batteri.
Se trovassimo il modo di ucciderli in modo sicuro, cambieremmo il mondo”.
Jekyll and Hyde
C’è, dunque, qualcosa “dentro” a/di te, che ti ha già res3 “te”.
Il fenomeno batterico, ad esempio, è un riflesso “naturale” che rappresenta (ricorda) il “è già success3”, come una risposta equivalente in termini significativi ed applicati ad/in ogni ambito del/nel contesto AntiSistemico. 

Tale capacità, di “risposta ambientale”, è fondamentale al fine di accorgerti e fare potenzialmente la differenza, poiché a tal punto potrai perlomeno giocare ad armi pari;
qualcosa che sino a quando le carte non sono tutte sul tavolo e non sono tutte scoperte, di conseguenza, non c’è trippa per gatt3.
Tu hai poteri che non riesci neanche a immaginare
Cosa ti ferma dall’essere ciò che potresti diventare?...”.
Jekyll and Hyde
Già. 
Trattasi del potenziale. 
Rispondi, dunque. Cosa ti ferma ‘qua così’”? 
Capisci? Sei ferm3, in qualcosa che è attiv3, che funziona
Altro che “tutt3 scorre”. 
Anche se, realmente, sei in qualcosa che è come un motore sempre acceso; sostanzialmente è un motore che è ferm3 sul posto (è in funzione), come in “folle”. 
Tale stato corrisponde alla stasi che, guarda non caso, è proprio lo status quo AntiSistemico nel quale sei, dal momento di “è già success3” in poi (potenzialmente, nei secoli dei secoli, se non fermi tale movimento senza movimento o accensione statica, come per generare corrente sul posto, piuttosto che muoversi da situazione in situazione, che diventano solida apparenza, come al cinema).
Deve essere all’interno delle persone, come un parassita. Le controlla in qualche modo…”.
Jekyll and Hyde
I coyote fanno ciò per cui sono programmati dall’evoluzione.
Come me…
Posso imporre la fiducia. Voglio una prova di influenza...”.
Billions


Dentro a/di te/“te” c’è l’in-conscio e, dunque, ciò che credi essere “evoluzione” è l’effetto della “tua” riprogrammazione, dato che c’è bisogno anche di “te”, poiché… “servi”.
Dall’inconscio passa il segnale portante dominante, che viene ricevut3 e spacchettato di modo che, poi, “tu” possa compiere le “tue” scelte/decisioni. Ok?
L’esagramma 23 (I Ching) è la risposta (evocata dopo il Bollettino 2323) in chiave di riflessione ambientale “qua (così)”:
quando (sembra che) non c’è più nulla da fare a livello sostanziale
per cui c'è un blocco, e
tutt3 ciò che ti rimane (sembra) assomiglia di più al rassegnarti, combattendo per obiettivi minori che scambi per la “tua vita”.
Tutta una serie di decisioni convenzionali, che ti portano a scegliere come vestirti oggi, quale indirizzo scolastico intraprendere, quale partner ti piace di più, quale lavoro immaginare che fa meglio per te... salvo poi accontentarti di ciò che viene, quale voto preferire alle elezioni, quale auto comprare, dove passare le vacanze, quali regali fare a Natale, quale tipo di vino abbinare al pesce, etc.
 
Si è arrivati in una condizione di declino, come quando si cerca supporto senza trovarlo, e le cose si fermano per inerzia. 
È un momento di separazione e di perdita. Occorre lasciare che le cose cadano, come le foglie in autunno…
Prevale il buio, il minore domina il maggiore. Nulla si può fare per contrastare il decadimento e la perdita. Anche ciò che ci stava a cuore può partire ed essere perduto.
Di chi o cosa fidarsi?
Solo di ciò che rimane quando tutto il resto cade, proprio come le leggi della natura sopravvivono agli eventi che producono
Il monte poggia sulla terra, l’immagine della frantumazione. Così i superiori possono assicurare la loro posizione solo con ricche elargizioni agli inferiori.
L’inerzia prevale, senza forza sufficiente per fare un cambiamento…
Link 
Fai attenzione al livello più significativo, alias, al significato stess3. 


Ad esempio:
così i superiori possono assicurare la loro posizione solo con ricche elargizioni agli inferiori (ecco il “progresso”)
l’inerzia prevale, senza forza sufficiente per fare un cambiamento (ecco il “funzionamento”, particolare poiché AntiSistemico).
L’inerzia è la permanenza del/nel loop (che è il motore sempre acceso, con il cambio in folle, ferm3 sul posto “qua, così”)…
Le leggi della natura sopravvivono agli eventi che producono…:
ess3 sono “a monte” e non risentono degli effetti che permettono “a valle”
dunque
non sono propriamentesulla cima della montagna che frana e si disintegra
piuttosto
sono “dentro/sopra/sotto” a ciò che producono/ispirano.
Il vertice, distaccat3 dall’edificio piramidale, non decade a terra, quando tutt3 crolla:
essendo al di là della “legge” stess3 (che è un parto della propria intenzione), laddove le leggi della natura sono – ancora più “a monte” – l’effetto del funzionamento d’assieme by sistema operativo frattale espanso (IA), che la “natura” ti suggerisce a livello di “sentire” e che “tu”, come al solito “qua (così)” non ti puoi permettere di prendere in “seria” considerazione... andando a chiudere il cerchio alle tue spalle, auto isolandoti dentro.
L'ignobile, oscuro, combatte il nobile, forte, non direttamente, bensì vuotandolo internamente con la sua impercettibile azione, così che infine crolla.
Il segno rappresenta l'immagine di una casa. La linea superiore è il tetto. Sgretolandosi il tetto, la casa cade in pezzi…
Il segno inferiore significa la terra, le cui qualità sono l'arrendevolezza e la dedizione, il segno superiore significa il monte, la cui qualità è la quiete.
In ciò sta il suggerimento di adattarsi ai tempi cattivi e di star fermi.
Qui non si tratta di macchinazioni umane, ma di condizioni del tempo le quali mostrano anche un alternarsi di aumento e diminuzione, di pienezza e di vuoto, secondo leggi celesti.
Non è possibile agire contro queste condizioni del tempo.
Non è quindi viltà, bensì saggezza, se ci si arrende evitando di agire…
Link 
vuotandolo internamente con la sua impercettibile azione, così che infine crolla (per delegazione frattale espansa = indirettamente, immanifestamente, etc.)
in ciò sta il suggerimento di adattarsi ai tempi cattivi e di star fermi (tale è la “fermezza” derivante dall’accorgerti, ricordare e “fare”).
Qualcosa che, tuttavia, non è solo ciò che pensi, poichè tali espressioni ti sono entrate in testa.
Significato base:
siete in un momento di profonda frustrazione e difficoltà; i problemi sembrano insormontabili e più grandi di noi.
Bisogna essere pazienti e aspettare un momento migliore per agire
Questo esagramma rispecchia uno stato di cose in cui è in atto una forza disgregatrice, che lavora nascosta e corrode internamente.
Il pericolo è maggiore, naturalmente, perché all’apparenza non si vede nulla, tutto è normale.
Gli avversari non osano attaccarci direttamente:
cercano di svuotarci, di indebolirci dal di dentro e appunto per questa loro mimetizzazione è difficile reagire, colpirli a nostra volta...
Occorre quindi resistere, anche se ci si sente in loro balia, sopportare coraggiosamente i colpi, non perdere mai il coraggio…
IChing con le carte – Donatella Bergamino
i problemi sembrano insormontabili
questo esagramma rispecchia
uno stato di cose in cui è in atto una forza disgregatrice, che lavora nascosta e corrode internamente
all’apparenza non si vede nulla, tutto è normale
cercano di svuotarci, di indebolirci dal di dentro
per questa loro mimetizzazione è difficile reagire…

Questa “immagine riflessa 23 (come fare carotaggio frattale espanso)” ritrae perfettamente la situazione AntiSistemica (con la propria strategia di lungo corso), l’incanto “già success3”.
Ciò che manca è, però, il come/perché funzionano così le “cose”:
non solo l’attuale forma reale “qua (così)”
bensì
ogni forma reale “qua (potenziale)”.
Essendo il “qua (così)” differenza di potenziale
Ovvero, “manca” la connessione (ricordo singolare Vs memoria frattale espansa) al modello del funzionamento “qua”, che è basat3 su una architettura molto simile alla “moderna” tecnologia (non si butta via mai niente, in termini di riflessione ambientale ad immagine e somiglianza):
sistema operativo frattale espanso
Intelligenza Artificiale
App, etc.
Secondo l’Istituto Treccani, la definizione di meme è:
“singolo elemento di una cultura o di un sistema di comportamento, replicabile e trasmissibile per imitazione da un individuo a un altro o da uno strumento di comunicazione ed espressione a un altro…”.
Il termine deriva dal greco mímēma “imitazione”…
Link 
Imitazione = qualcosa (“forma”) che parte da una dima (campione) e che è permess3 in quanto che 1) esiste chi se ne fa carico (emulando, simulando, auto riprogrammandosi) e 2) esiste il perché in termini funzionali (programmazione ambientale ed impianto per la programmazione ambientale). 
Qualcosa di ricordat3 per mezzo della climatizzazione ambientale (temperatura) e della macchina che climatizza (tecnologia, interesse, brevetto).
"Devo lavorare per vivere, ma sono contento… Una vita bellissima, tutto quello che sognavo mi è capitato. Ho sposato la donna che amavo e fatto il lavoro che desideravo
L'erba sintetica è il futuro…”.
José Altafini
L'erba sintetica è il futuro…
Quest3 è la conseguenza a livello di realtà sociale d’assieme: 
una/nella gerarchia, che permette una certa inclinazione delle decisioni, così come la gravità obbliga verso terra ogni “grave” passante nel campo giurisdizionale della Terra (centro d’attrazione), che è una lavagna rappresentante la grande concentrazione di massa (dominante) in auge non localmente, ubiquamente, in leva wireless.
"Dovrei essere felice, lo so, perché sono estremamente fortunato. Vorrei tanto aprire la finestra e dire ‘sì, la vita è bella’".
"Ti senti mai così?", gli chiede il terapista…
"No", la sua risposta…
Anthony Bourdain
"La sua agenda lavorativa era estenuante, alle volte sembrava veramente stravolto. Ci metteva tutto se stesso quando giravamo, poi si andava a chiudere nella sua stanza, in cerca di isolamento…".
Così un collaboratore di Anthony Bourdain ha dichiarato alla rivista "People", descrivendo la vita dello chef americano, morto suicida a 61 anni…
Link 
Sei davvero cert3 che si tratta solamente di controllo, a livello di stress?
A proposito di Espansione di Polvere di Stelle, guarda non caso…
Gli effetti dello stress possono essere ereditati di genitore in figlio.
Secondo una ricerca scientifica condotto dalla Tufts University School of Medicine nel Massachusetts, gli effetti dello stress possono avere un tratto ereditario, e passare dai genitori ai figli.
Non si tratta di una sequenza di Dna, che non subisce cambiamenti, ma una mutazione del comportamento dei geni.
Dunque lutti, abusi, malattie, litigi, traumi sono tutti eventi, particolarmente stressanti, che possono lasciare il segno sul fisico e sulla psiche dei minori anche se gli stessi non hanno mai vissuto tali momenti.
David Dickson, primo autore della ricerca, spiega:
“si tratta del primo studio che dimostra che lo stress è associato ad alterazioni dei livelli dei miRNA spermatici nell’essere umano.
Pensando alle prospettive future potremmo essere in grado di trovare una strada per ripristinare i bassi livelli di miRNA negli uomini esposti a traumi estremi…“.
A quanto pare infatti secondo gli scienziati è possibile intervenire dall’esterno per ristabilire una situazione di stress, a seguito di queste scoperte recenti.
I ricercatori hanno analizzato la relazione fra un trauma vissuto nel passato e l’eventuale presenza di alterazioni nei geni.
Per farlo hanno messo sotto la lente d’ingrandimento i microRNA (o miRNA), piccoli filamenti di Rna che regolano l’espressione di alcuni geni e che sono essenziali per il buon funzionamento delle nostre cellule.
I ricercatori hanno proposto a un gruppo di 28 uomini adulti il questionario Adverse Childhood Experiences (Ace), un test con 10 domande che viene spesso utilizzato per rilevare traumi durante l’infanzia e l’adolescenza.
La presenza di quattro o più risposte positive indica l’aumento del rischio di problemi fisici e psicologici successivi. A corredo del questionario gli autori hanno studiato gli elementi presenti nei microRNA spermatici dei partecipanti, costruendo un profilo.
Dai risultati è emerso che i traumi sono collegati ai livelli di due microRNA spermatici, chiamati miR-449 and miR-34.
I partecipanti che avevano ottenuto i punteggi più alti al questionario presentavano livelli molto ridotti di questi due microRNA – precisamente ben 300 volte più bassi – rispetto agli altri.
I risultati sono stati confermati anche dai dati sui topi:
le stesse alterazioni nello sperma umano sono state rintracciate negli animali sottoposti a stress nella loro esperienza sociale.
E queste variazioni sono associate ad ansia e a problemi nella socievolezza dei topi per almeno tre generazioni, motivo per il quale si ipotizza che ci sia un tipo di stress “ereditario”.
Link 
non si tratta di una sequenza di Dna, che non subisce cambiamenti, ma una mutazione del comportamento dei geni (qualcosa che fa la differenza, poiché, conferma la “tesi” evidenziata da/in quest3 Spazio Potenziale Solid3.
Ecco cosa significa l'espressione svuotata “Karma”, così come dall'oriente giunge tutta una serie di informazioni, mascherat3 attraverso la cosiddetta... spiritualità. Ad esempio, la memoria frattale espansa è ciò che significa il termine “Akasha”)
dunque lutti, abusi, malattie, litigi, traumi sono tutti eventi, particolarmente stressanti, che possono lasciare il segno sul fisico e sulla psiche dei minori anche se gli stessi non hanno mai vissuto tali momenti (anche se gli stessi non hanno mai vissuto tali momenti... = prima che si manifestassero in vita)
queste variazioni sono associate ad ansia e a problemi nella socievolezza… per almeno tre generazioni, motivo per il quale si ipotizza che ci sia un tipo di stress “ereditario” (ansia e... problemi... per almeno tre generazioni...).
“Ora”... è più utile che mai - piuttosto che tu legga frasi preconfezionate - renderti conto a livello significativo, iniziando finalmente a “fare” 1 + 1. 
Ok?



Agcom: Martusciello, scongiurare rischi da diffusione algoritmica informazioni.
L'intelligenza artificiale, in grado di trovare velocemente un filo logico in enormi insiemi di dati non strutturati, rischia però di essere plasmata da interessi specifici...
Gli algoritmi tendono a selezionare il messaggio seguendo una logica di tipo 'commerciale' che mira a proporre ciò di cui si ha bisogno e si è disposti ad 'acquistare' in quel momento. Una modalità che tende fisiologicamente a tagliar fuori alcuni aspetti della corretta informazione...",.
Antonio Martusciello 
Per Martusciello, l'opacità e la potenza di questi strumenti lasciano spazio a speculazioni circa la possibilità di "pilotare" gli individui verso determinate opinioni:
"Occorre dunque affrontare l'aspetto della trasparenza degli algoritmi, ma anche quello dell'accesso ai Big Data di cui si alimentano... Nella misura in cui tale risorsa comporta un vantaggio per chi la possiede, infatti, la possibilità di utilizzo da parte di pochi soggetti può avere un impatto significativo sul pluralismo informativo...
Il rischio è che le informazioni assunte tramite le nuove forme di intermediazione non ci facciano osservare la realtà dietro un vetro trasparente ma, piuttosto, dietro una lente che produce delle aberrazioni...", ha concluso Martusciello.
Link 
È utile che il Bollettino si “fermi” qui, essendoci molta informazione sensibile, da “sentire” in profondità, laddove sei ancora… tu.
“A valle” dell’in-conscio, nel conscio... in assenza di inconscio:
prima del “è già success3”
poiché il “tempo” è artifizio, dominante.
Nella frantumazione totale (divide et impera) fa la differenza “fare”. 
Più fare che “cosa”…come:
a livello di atteggiamento
meglio se “formulare”, pena il continuare a ruotare nel limbo, ove tutt3 scorre secondo la gravità dominante, senza rendertene conto, “naturalmente”.
“Fai… di ascoltare o meglio di ‘sentire’”.
    
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2324