venerdì 17 ottobre 2014

Il "Programma".



Dopo cinque anni di SPS è inevitabile giungere a concepire “qualcosa” che, concretamente, può essere applicato all’attuale forma di società globale (forme di “usi e costumi” a parte, l’umanità è accomunata da una unica supervisione:
quella applicata dal Nucleo Primo, per via della sua rete infrastrutturale “ispirata”, località per località, attraverso il “Modello Far West”, ossia, mediante la (ri)fondazione di ogni nucleo abitato - per insediamento di “famiglie centrali” - in grado di riformare la comunità storica, per piccola o grande che sia destinata a diventare).
Il presente “Programma” è qualcosa, sin da ora, direttamente realizzabile (pur nella sua forma attuale, in via di messa a punto), ma necessita – vista la (com)presenza interferente del potere attuale – di essere attualizzato per step...
 
1) Il primo step è inerente al perseguimento dei punti principali del Programma, creando una circuiteria parallela e sovrapposta a quella attualmente esistente (paradigma).
L’attualizzazione parte dalla sua concretizzazione a livello di un primo “Comune Pilota”, che deve manifestarsi autonomamente, ossia… che deve fare richiesta diretta a SPS di elevarsi ad un simile grado di esperienza (all’interno del Comune Pilota, dovrà essere indetto un referendum pubblico, sia per la parte “business” che per quella “utente”, dall’esito del quale dovrà essere chiara e manifesta l’intenzione della maggioranza di “volersi applicare con responsabilità e coerenza/fiducia” all’estensione progressiva del Programma.
Il Comune Pilota dovrà presentarsi a SPS, con l’esito positivo del referendum pubblico, ossia, dovrà essere chiara la sua apertura mentale e predisposizione infrastrutturale).
In questa fase, vista la (com)presenza delle due circuiterie parallele, l’applicazione diretta del Programma riguarderà soprattutto una parte della cittadinanza e quella parte "business privata e di servizi sociali", che garantirà la possibilità di partire e di dare continuità/opportunità al Programma di attualizzarsi.
I rapporti con l’esterno del Comune Pilota (Stato e Stati esteri) saranno regolarizzati secondo la prassi del paradigma principale (il Programma è disposto all’interno della “Legge” e non la viola in nessuna sua applicazione. Il Programma non è una rivoluzione né un ammutinamento dai vincoli amministrativi e di dipendenza dall’organigramma Nazionale. Il Programma consegue all’intenzione della maggioranza “business e utente” del Comune Pilota, di averne fatto richiesta esplicita a SPS, documentabile ad ogni momento; SPS è "un’area di orientamento gratuito aperta e condivisa al pubblico, attraverso Internet".
SPS esprime solo una idea, che il Comune Pilota – previa consultazione popolare – richiede a titolo esperienziale, valida solo all’interno dell’amministrazione comunale, senza imporre nulla e niente a nessuno, che non sia intenzionato ad esperienziare.
SPS richiede, nella sua attuale forma, di assumere la "funzione di riferimento teorico”, di tutto ciò che riguarderà l’applicazione e lo sviluppo concreto del Programma, all’interno del Comune Pilota. Ciò si attualizzerà attraverso una forma di collaborazione amichevole, fra SPS ed il Comune Pilota, orientata alla necessità di seguire da vicino e direttamente lo stato dell’arte, in via di esecuzione. Detta forma di collaborazione sarà a titolo gratuito ed, eventualmente, su base di donazione). 
2) Il secondo step è inerente al progressivo aumento dell’intensità del “Programma”, creando il presupposto per la sostituzione in toto della circuiteria esistente all’interno del Comune Pilota (paradigma), mantenendo comunque l’attuale inquadramento infrastrutturale con lo Stato e parte della circuiteria ancora necessaria al fine d’intrattenere rapporti commerciali e privati con l’ester(n)o.
Detto questo e ribadito che:
  • La richiesta di applicazione del Programma deve essere inoltrata su base intenzionale (susseguente e confermante l’esito positivo di una consultazione comunale della cittadinanza business e privata) dal Comune Pilota
  • Non si tratta di una rivoluzione né, tantomeno, di un ammutinamento dall’Istituto Nazionale Italiano
  • SPS non ha necessità alcuna di assumere una valenza societaria/privata e non risponde a nessuna necessità di ordine legislativo Statale, diverso dalla propria valenza sovrana.
È possibile andare a delineare i punti cardinali (con relativa breve descrizione e sviluppo) del Programma (ricordando che… tali punti vanno ad impattare interiormente, con ciò che gli individui sono abituati a pensare, ragionare, credere; tali punti sono infinitamente innovativi rispetto al consueto; tali punti sono infinitamente rispettosi di ogni forma di credo, fede, etc. che gli individui nutrono, più o meno diversamente, all’interno dell’area di competenza cittadina e Statale; tali punti costituiscono un’apertura del possibile verso ciò che, sino ad ora, le persone si sono abituate a concepire come “possibile, perché senza alternativa praticabile”; tali punti derivano dalla compresenza quinquennale di SPS, nel Web, frutto di un punto prospettico “altro” e completamente collocato al di fuori da qualsiasi area di interesse economico e di ricerca di potere personale, in qualsiasi sua forma; tali punti sono utili al fine di “creare spazio”, al fine di poterlo riempire d’altra possibilità esistenziale, in linea coi principi “utopici, sino ad ora” di autentica "giustizia", estesa ad ogni livello e prospettiva del suo intendere ed essere intesa).
Il Programma deriva dalla “Filosofia Unitaria”, descritta in SPS.
Per ogni approfondimento si rimanda alla lettura di SPS e/o a una diretta comunicazione con l’Autore (primo contatto via e-mail a prospettivavita@gmail.com)...


Premessa:
  • L’attuale forma di società umana non è libera di svilupparsi e, dunque, di manifestarsi apertamente, visto che è completamente sotto ad un controllo univoco, non direttamente riscontrato dagli umani, di una forma di potere “imperiale” (che i libri di storia ricordano a pieno ma... solo osservando il passato, ossia, sempre in ritardo rispetto al presente)
  • Il potere finanziario su base convenzionale, basato sul nulla, ha permesso a questo potere (al quale è opportuno dare un nome, al fine di poterlo iniziare ad evocare/avvicinare), appellato da SPS come “Nucleo Primo”, di avere il controllo nativo, a monte rispetto a qualsiasi iniziativa umana. Questo “collo di bottiglia” (legge del minimo) è ormai una certezza, per SPS, ed è la causa originale del ristagno umano in qualsiasi campo dell’esistenza. Il progresso è illusorio e basato su un raggiro costante della più autentica natura umana. Disinnescare questa forma di controllo totale, significa renderlo manifesto al fine di poterlo realizzare e "prenderne le misure", in una maniera finalmente liberante dall’ombra che ha, da sempre, ispirato ogni scelta nella realtà che consegue
  • Infatti, chiunque può tranquillamente constatare che il vivere quotidiano è “malsano”, per cui… il Programma è davvero una alternativa a qualsiasi modo di vedere la realtà; qualcosa che non costa nulla provare, visto che esistono “fondi speciali europei per l’innovazione tecnologica” e, il Programma rientra a pieno titolo in un simile inquadramento dell’esperienza, visto che “di innovazione tecnologica si tratta”.
Sperando… speri. Cercando… cerchi. Trovando… trovi (oggi hai trovato, per cui “hai” qualcosa di concreto tra le mani. Usalo, allora. È assolutamente reale, possibile. Utilizzalo!)… 


Manifesto
(Con brevi sviluppi, punto per punto. La brevità delle descrizioni è voluta ed è utile allo sviluppo, perlomeno, della curiosità individuale).
  1. Implementazione di LSD (Libero e Sovrano Denaro) all’interno del circuito del Comune Pilota (il denaro è inventato, estratto dal nulla e dunque infinito. Si può, allora, lavorare per passione venendo pagati per il valore aggiunto creato per la comunità. In questo modo chiunque può essere utile per la società, emergendo dallo stato negativo di disoccupato, potendo contare su un’area comunale da abbracciare in qualsiasi modo, attuando un comportamento sempre più consono al vivere civile. Ogni umano ha dei talenti che, per molti motivi pressanti, non possono essere resi manifesti e sviluppati, per via di una serie di impedimenti di qualsiasi natura; talenti che con LSD vengono addirittura esaltati. Puoi andare a pulire il bosco o l’argine del fiume, costantemente imbrattati di rifiuti, ad esempio, e così guadagnare del denaro virtuale accettato dalla maggioranza della rete commerciale del Comune Pilota e dal Comune Pilota Stesso. In questa maniera l’individuo può rimettersi in carreggiata ed iniziare a poter contare sulla propria forza, riconosciuta ed incoraggiata, finalmente, anche dalla presenza dell’autorità comunale. Sulla base della consapevole presenza di passioni personali, l’individuo può impostare la propria vita in maniera centrale e sovrana, realizzando le proprie passioni, utili anche a livello sociale. Qualcosa che ripulisce il campo dal proprio interno, visto che, ad esempio, la fabbricazione di armi non è utile alla società in equilibrio con tutte le sue parti.
  2. La circuiteria di denaro LSD, interna al Comune Pilota, è aperta inizialmente ai disoccupati e a chi lo richiede intenzionalmente (doppia circolazione monetaria; esterno del Comune Pilota ed interno del Comune Pilota. Il circuito interno è garantito dal Comune Pilota, che “batte moneta virtuale ed elettronica infinita ed accettata dai commercianti interni e dal Comune Pilota stesso”).
  3. LSD è un software d’innovazione tecnologica (la tecnologia c’è già per intero, ma l’innovazione consiste nel mettere a punto un sistema operativo mobile, sull’esempio dello smartphone, che segue l’individuo costantemente e che garantisca relativamente al fine di poter ricevere un compenso per quello che sta facendo in quel momento, di utile per la società.
  4. LSD inverte il concetto di “Grande Fratello”, sovvertendo la sensazione comune di negatività di una simile compresenza e sfruttando la “Rete” al fine di poter far passare un segnale diverso (positivo). È meglio non tornare nelle caverne, ripartendo da se stessi. Per cui, la tecnologia esiste e va utilizzata in una maniera diversa rispetto al consueto.
  5. Con LSD si elimina alla sorgente la disoccupazione e l’ingiustizia, la malavita che fa di necessità virtù. Non ha più senso andare a rubare, perché in qualsiasi situazione versi l’individuo, può sempre contare sul fatto di fare qualcosa di utile per la società, al fine di poter ricevere del denaro sul circuito secondario, che permette di fare la spesa e tornare a vivere, potendo in seguito mettere a fuoco le proprie passioni finalmente realizzabili realmente.
  6. La doppia circolazione monetaria interna/esterna, permette di poter contare sulla massa cittadina, che viene pagata nella valuta usuale (euro) e sulla massa cittadina ex disoccupata, pagata nella nuova moneta virtuale e una volta esclusa dalla circolazione economica. Ciò permette anche di continuare il commercio con l’esterno e, contemporaneamente, di poter convivere secondo regole diverse e maggiormente rispettose, con le persone interne al Comune Pilota, entro il quale vengono risolti tutti i problemi atavici relativi alla mancanza di denaro, lavoro, etc. lungo il piano inclinato derivante, soprattutto, dalle variabili economiche impostate secondo le leggi della scarsità, affini al mantenimento del controllo impostato sulla mancanza.
  7. Con la risoluzione del problema economico, la cittadinanza è libera di evolvere come “esseri viventi sovrani”, per cui progressivamente si potrà eliminare la necessità della presenza di “autorità”, ricorrendo all’utilizzo della tecnologia nella sua forma più democratica possibile. Infatti, la tecnologia è la vera forma di compresenza democratica, basata sulla giusta impostazione programmatica. Una volta programmata, una macchina è rispettosa del programma. Essa non conosce corruzione né tentazione, per cui la tecnologia è la forma migliore per affidarsi al riconoscimento del compenso LSD, basato sulla trasformazione delle proprie passioni in lavoro utile alla società.
  8. Con LSD emerge la “classe dei programmatori”; essi agiscono a livello open e con licenze free (ogni algoritmo è pubblico e non esiste nessun segreto, l’educazione alla programmazione è esteso a tutti a livello di scuola obbligatoria; a turno ognuno coprirà la mansione di programmatore, per un tempo sufficiente a garantire la società dallo sviluppo di inopportune "radici").
  9. Il controllo, lo sviluppo, l’esecuzione, la manutenzione e l’aggiornamento dei programmi è costante e a rotazione (viene eliminata la figura dell’esperto, visto che tutti sono in grado di comprendere cosa accade, perché accade e come fare per risolvere qualsiasi questione o problematica tecnica).
  10. La sicurezza di LSD avviene ricorrendo all’effetto leva (colli di bottiglia ravvicinati, tesi al confronto dei pacchetti di dati). Perché si parla ancora di sicurezza? Perché all’esterno del Comune Pilota esiste ancora il vecchio paradigma e la compresenza del Nucleo Primo, per cui è sempre possibile che avvenga una infiltrazione nel Comune Pilota, atta a generare apparentemente sfiducia. Le lobby delle varie categorie che si sentono “danneggiate ed in pericolo”, ad esempio, continueranno a tramare nell’ombra, per cui è sempre possibile che qualcosa inizi ad andare per il verso sbagliato. Una simile opportunità va prevista e messa già in cantiere, al fine di essere pronti a gestire d’insieme ogni problema che, in definitiva, deve essere immediatamente preso per quello che è: un problema apparente e, dunque, irreale, non esistente. Gli eventuali “scompensi” saranno immediatamente riscontrati, capiti e messi a tacere attraverso forme di “ripristino della configurazione al momento prima dell’interferenza”.
  11. La tecnologia LSD permette, ad ogni istante, di avere il quadro economico d’insieme, in real time e condiviso, in maniera tale da eliminare alla radice qualsiasi tipo di prospettiva "particolare".
  12. LSD rende vetusto ogni ragionamento storico inerente al circuito di denaro classico, essendo di fatto agganciato ad un concetto di denaro infinito, per il quale non valgono le variabili economiche classiche, che costituiscono solo il pretesto per controllare e per fare guerre. Un simile sistema economico è senza limiti erogativi e non necessita di alcuna garanzia in oro o di altra natura. LSD è semplicemente un primo step verso la sovranità individuale e la liberazione integrale dalla necessità di avere denaro per poter vivere (sino ad ora si è solo sopravvissuti).
  13. Concetti come quelli di inflazione non esistono più. I cicli economici spariscono, perché il lavoro non manca mai, esiste per tutti (ognuno segue la propria passione e lavora per passione) e c'è sempre necessità.
  14. Sistemando il fattore “denaro” va a posto automaticamente, di conseguenza, anche tutto il resto, tuttavia, visto che il processo è previsto per step, è opportuno un diverso tipo di approccio alla vita commerciale all’Interno del Comune Pilota; “più siete e meno spendete” (SOS, condizione di prontezza operativa) è la manifestazione del potere degli individui raccolti in gruppi di indirizzamento sociale/economico (SOS). Un insieme di cittadini sovrani, può influire sui prezzi delle merci, organizzando le varie fasi della compartecipazione alla vita del prodotto interessato. I gruppi SOS possono preventivamente contattare fornitori e commercianti, in maniera tale da normalizzare il processo industriale/produttivo, liberando risorse, accorciando i tempi, risparmiando sul prezzo finale. Se, ad esempio, il supermercato conosce già l’entità della richiesta certa, settimana per settimana, può ordinare la merce in maniera mirata, potendo già contare che andrà venduta e, così, potendo applicare un prezzo più basso ai cittadini uniti d’insieme, che potranno anche pagare, internamente, con moneta virtuale LSD.
  15. Perché il dollaro è tanto importante al mondo? Perché è diventato la moneta di riserva mondiale. Ossia, tutti si fidano a commercializzare in dollari, perché è “sicuro” (in realtà, il circuito in dollari non necessita mai di una "dimostrazione", perchè ci si fida). È tutta qua la questione “sicurezza”? Gli Usa sono una amministrazione vicina al tracollo e non sono certamente un modello virtuoso di economia. Se il circuito secondario di moneta virtuale LSD, presente internamente al Comune Pilota, funziona… allora può essere esportato anche all’esterno e diventare, nel tempo, l’esempio pratico di moneta ufficiale di riserva, per cui il mondo progressivamente si libera dalla forma mentale ristretta, legata all’utilizzo della moneta classica, qualsiasi nome gli sia attribuito.
  16. Il calcolo del Pil diventa obsoleto, ad esempio, essendo una matematica astratta, nonché abominevole e lesiva della presenza umana, ricollocata al centro di ogni prospettiva ma senza contare centralmente nulla (la statistica è un’arma nelle mani del potere di controllo. Attraverso di essa è possibile dimostrare tutto ed il contrario di tutto, in funzione della necessità del potere di controllo).
  17. Nel tempo avverrà un’espansione della consapevolezza del “come si è vissuto sino ad ora”, che renderà spontaneo il movimento di adesione al Programma.
  18. Oltre alla liberazione dalla scarsità di tutto, avviene anche la “liberazione del tempo personale”, se si proietta il modello LSD nel futuro.
  19. Questa liberazione progressiva rende sempre più manifesto il grado di sovranità della persona che, dunque, ha sempre meno necessità di essere “controllata” da organi di amministrazione e di polizia (ordine pubblico) e di leggi “ad personam” sfruttanti i cavilli che esistono fra le sue maglie larghe (interesse).
  20. Il convivere sociale e civile si accentra ancora sul mantenimento del rapporto familiare classico, basato sulla fiducia ed alla contemporanea apertura ad un modello più aperto e rispettoso degli altri che, comunque, non fanno del male a nessuno a prescindere dalle proprie tendenze.
  21. All’interno della società, così impostata, ogni nuovo nato è figlio/a dell’intera comunità, riconoscendo in questo la venuta al mondo di un essere sovrano e appartenente solo a se stesso. Ovvio, viene riconosciuta la compresenza genitoriale ma in un modo meno esclusivo e totalmente volto a garantire il neonato, nel rispetto dei suoi pieni poteri sovrani e liberi.
  22. L’utilizzo della tecnologia viene applicato progressivamente anche alla gestione della “politica” all’interno del Comune Pilota (il voto elettronico universale è garanzia di vera democrazia incorruttibile, quando la conoscenza è diffusa ad ogni livello della popolazione e non esistono esperti a senso unico, che rendono l’ambiente inframmezzato di filtri a compartimento stagno; l’utilizzo dei codici di programmazione nella loro versione originale, senza cavilli, è la garanzia migliore per l’estensione dello “stato di diritto sovrano” alla cittadinanza. Ad esempio, la Costituzione della Repubblica Italiana è un buon esempio di codice nativo ma, dopo decenni, la sua interpretazione ha dato luogo a paradossi assoluti, rispetto alla portata originale del contesto da mantenere normalizzato, costante, coerente, con i principi originari ed originali. Ciò che una macchina, programmata in tal senso, può perfettamente adempiere, senza per questo rientrare nel medesimo ambito di “corruzione/correzione” pro lobby)
  23. Analogamente, il Comune Pilota deve dotarsi di forme di alimentazione energetiche alternative e non rientranti in nessuna possibilità di “ricatto tra le righe” (dipendenza da colli di bottiglia esterni). Verranno utilizzate e sviluppate tecnologie compatibili con l’ambiente, installate in loco. Inoltre, deve avvenire la “confluenza della scienza unica medica”, rinsaldando ciò che è già unico ma solo suddiviso dal potere delle lobby, per via dell’interesse a mantenere in un certo solco la società sempre più anziana ed ospedalizzata.
  24. L'alimentazione su base perlomeno vegetariana riduce, allo stesso tempo, sia i paventati problemi economici del Sistema Sanitario Statale (essenzialmente carnivoro), sia lo stato di salute dei cittadini - nonostante tutto - tendente al sovrappeso. Ciò è vero ed è stato provato da studi internazionali, a tal proposito.
  25. Il maggior tempo libero e sereno (sgravato dall'incubo del futuro), come frutto dell’applicazione iniziale di LSD, permette di poter osservare ciò che è meno comprensibile (Oltre Orizzonte), visto che lo stress viene meno e la pressione esterna, anche (aumento della consapevolezza). Il concetto di “pensione” viene meno, in quanto LSD è sempre presente (una sorta di reddito sicuro, perché derivante da un’area infinita di estrazione di ricchezza).
  26. Progressivamente le religioni verranno superate, in quanto rientranti nell’ambito del circuito classico del potere del denaro (soppiantato da LSD) e cioè inerenti ad una paura di base, che le rende necessarie al solo scopo di difendersi da qualcosa che non è ben chiaro ma che, con LSD, viene del tutto smontato.
  27. L’educazione scolastica è “aperta”, nel senso che – analogamente al parallelismo iniziale tra circuiti monetari – anche nelle scuole giunge il medesimo tipo di "alternativa parallela"; ad esempio, la metodologia scolastica impostata da Rudolf Steiner potrà essere insegnata ma, senza quella rigida necessità ora riscontrabile in sede privatistica (esiste una doppia elasticità, che permette di superare barriere temporali e concettuali, senza più necessità di sussistere). L’Analogia Frattale diventa centrale; la storia deviata diventa “autentica storia”, etc.
  28. Progressivamente si attuerà, come conseguenza di LSD, l’eliminazione della speculazione in ogni sua variante (superamento della necessità delle Borse valori, dei giochi d’azzardo più o meno legalizzati, dei Casinò, del Lotto, etc.).
  29. A livello ideale, il massimo del conseguimento della indipendenza energetica è rappresentato da Liike (estrazione di energia da ogni tipo di movimento, anche microscopico o naturale). LSD renderà possibile liberare tutte quelle invenzioni già pronte all’uso, che il modello di sfruttamento basato sul circuito del denaro classico (controllo) ha da sempre bloccato/pagato/nascosto.
  30. Progressivamente avviene l’eliminazione dell’interesse da mancanza, ma non della meritocrazia (merita chi è coerente con se stesso).
Il presente Programma è, in questa versione, ancora parzialmente sviluppato, pur tuttavia già utile ed applicabile.

Vigevano, il 17/10/2014


Considerazioni centrali da post Programma, a livello globale.
  • Una volta liberato l’umano dalla “corruzione e dalle tentazioni”, derivanti dalla mancanza (la corsa alla sopravvivenza), che rimane di esso?
  • Che cosa “fai” quando non hai più nulla da “fare”?
  • Che senso ha, a quel punto, vivere?
  • Cos’è vivere?
  • Se non sai cosa rispondere, ecco perché sei “caduto” in questa forma di realtà.
Il tuo vuoto è stato colmato da “altro”, proveniente da altro/i…
  • Il tuo non sapere è un non (ri)cordare. L’anello di congiunzione è rappresentato, a livello frattale, da una diversa codifica dell’informazione “tutt’attorno a te” (ambiente) e “dentro di te” (inconscio), mentre a livello più concreto di realtà, l’informazione è nelle mani del Nucleo Primo.
  • Per cui, al fine di non tornare a ciclare nuovamente, rimbalzando dal vuoto al pieno di marca (Anti)Sistemica, una volta (ri)tornato te stesso, con tutto il tempo per te… continuando ad essere "senza sapere cosa fare né cosa si è"… puoi ricorrere all’emersione del Nucleo Primo, considerandolo l’anello di congiunzione tra quello che “eri” e che “sei”, separato da un vuoto pauroso senza fine d continuità (irrisolto).
Il Nucleo Primo ,da questa prospettiva è un’area di memoria.
  • Accorgiti, sii consapevole e consultalo, prima che sia troppo tardi e che la ciclicità ti riassorba.
  • Il “vuoto” (non sapere cosa fare e cosa si “è”) fa paura e, probabilmente, fu proprio questa paura che ti rese corruttibile.
  • Un “vuoto” che fu riempito da una generica assunzione di verità, rientrante nella menzogna (Anti)Sistemica by Nucleo Primo.
Tu sei anche altro e, soprattutto, altro.
Il Programma ti aiuta a tornare te stesso e ad impostare la prospettiva (ri)comprendendo anche il Nucleo Primo; una tua parte dimenticata, esule ed abbastanza… "arrabbiata" (anche se non del tutto consapevole) per un simile trattamento ricevuto.

Tanta serenità

 
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com 



14 commenti:

  1. E' meraviglioso, si respira davvero aria di vero e autentico cambiamento leggendo questa prima "release" del programma SPS, voglio tenerlo vivo dentro di me come se fosse già realizzato!
    Grandi sensazioni ed emozioni emergono, immaginando che tutto ciò, forse gradualmente, possa sovrascrivere il "fermo immagine" dove viviamo.
    Non nego che...a livello concreto, non saprei come partire per renderlo Attivo, probabilmente è qualcosa che parte da un "pulpito" e che poi si espande, diventando normale e giusto, perchè lo è effettivamente, rispondente alle esigenze della nostra vera natura, e donante quindi, come hai detto tu, del tempo e dello stato interiore ottimale per ricordarcela e riavvicinarsi ad essa.
    Mi sembra comunque che tutto ciò richieda anche (o soprattutto?) un azione mirata, a livello sociale. La formazione e L'"insediamento" di un gruppo di persone che intendono far circolare un idea...
    Si, sono un pò confuso, ma soprattutto entusiasta, delle idee che stai portando "a galla".
    Il software di tracciamento per il compenso delle attività utili svolte, la non corruttibilità di una macchina programmata da una intenzione benevola, un modello che permetta l'affioramento del talento personale...
    Bè, sarò emotivo...(e disoccupato)...(in questa versione di paradigma sociale economico) ma tutto ciò mi lascia senza fiato, anzi, fà respirare aliti di aria nuova, e pulita!
    Io sono qui.
    Grazie infinite Davide
    Tiziano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tiziano, sono molto contento di quello che hai compreso, scritto ed esternato. Il tuo commento, la tua presenza... sono oro colato per me. Grazie! Da dove partire? Serve un Comune "illuminato" (il consenso deve essere popolare, perchè non intendo fare da gioppino) deciso a perseguire una scelta ai limiti della ragione, per come la si interpreta e conosce. Serve della gente ispirata dalla medesima fonte che ispira SPS. Servono dei programmatori e del denaro classico al fine di mettere a punto LSD. E' tutto perfettamente fattibile (non è fantascienza). Le persone fanno la differenza. Ma le persone sono sotto all'influsso (Anti)Sistemico, per cui occorre intendere che avvenga il "miracolo" e che la sincronicità extra Nucleo Primo (sovrana umana) sia sempre "on line". Raggiungere il punto di massa critica è essenziale. Devo dire che sino ad ora non è emerso nulla a livello di concretezza, per cui posso anche immaginare che il mio sia solo un "sogno ad occhi aperti", qualcosa di sottile quanto un pensiero sussurrato a mezz'aria.
      Bah... da oggi (venerdì 17) SPS ha qualcosa di concreto da proporre alla società 3d.
      Non capire che cosa significhi la presenza di SPS è ormai qualcosa di "stonato" (persino per se stessi). Per quanto le idee proposte siano "utopiche" (nel migliore dei giudizi altrui), le stesse sono finalmente tangibili e percorribili. Non tutto è stato pianificato ma... tutto è perfettamente realizzabile!
      Non ci sono scuse. Non reggono alibi convenzionalmente disposti al distruggere tutto ciò che spira per altri versi alternativi. Non serve nascondersi dietro ad un "non capisco che vuol dire"!
      Senza impegno e slancio non si realizza nulla di veramente nuovo...
      SPS ha le finestre completamente spalancate sul Mondo. Non parla più di ascensione o evaporazione, non parla più di andarsene o cambiare dimensione. SPS è "qua" che intende essere e, dunque, è "qua" che il miracolo deve avvenire!
      La frequenza determina il tipo di ricezione. Cambiare frequenza "qua" è l'atteggiamento che permette di cambiare canale a questa realtà 3d.
      Grazie a te Tiziano! A presto.
      Un caro abbraccione.
      Serenità

      Elimina
  2. Bellissimo Davide! Tutto molto sensato e, con i dovuti tempi, assolutamente realizzabile! Come giustamente sottolinei tu, serve la massa critica. Mi si riempie il cuore perchè è Davvero un input che si sta allargando, un fuoco che accende candele qua e là, pronte a ricevere (vedi anche Progetto Zion, che penso tu ben conosca. Ci sono poche differenze pratiche ma la base comune è la medesima...)
    Se mi è concesso affiancherei a LSD (idea superlativa, LIBERA e rispettosa dell'Individuo) un piccolo Reddito per Diritto di Nascita, in modo da dare ancora più autonomia e libertà e tempo agli Esseri Umani di concentrarsi sulle cose che premono davvero.
    Un abbraccio enorme a Te e a Voi Tutti.
    Fabio
    ps: che bello leggere e SENTIRE "le gabbie sono aperte", è di una potenza inaudita.
    Grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio, non conoscevo "Progetto Zion". Ne ho preso atto, grazie. Approfondiro, nel caso...

      Un "piccolo reddito per diritto di nascita"? Ottimo. Sì. Altro che debito pubblico pro capite o peccato originale.

      Lunedì tornerò a bomba, sul Programma. Oggi ho pensato molto a tal proposito e ciò che ho colto è quantomeno interessante.

      E' un termine che mi ha colpito maggiormente: responsabilità.

      A lunedì, allora :)

      Ancora grazie e un super abbraccione.

      Serenità

      Elimina
  3. speriamo che qualche sindaco di qualche paese legga gia da un po sps, così da far avere a tutti i cittadini queste idee
    poi ci tocca a tutti andare a vivere li :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco,
      beh... è una "provocazione" ma ad alto tasso di fattibilità :)

      Il problema non sono solo i "poteri forti" ma anche quelli "deboli", il non capire, l'essere egoisti, impauriti, disperati e chiusi; purtroppo, qualcosa di estremamente diffuso tra ogni tipo di "potere"...

      Grazie e un caro abbraccio.

      Serenità

      Elimina
  4. Davide, che dire... bellissimo esempio di creazione, per una società fuori dal "paradigma" odierno incentrato sul nulla di più che una schiavitù collettiva.

    Ottimo inizio ... da attuare !

    buona vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio,
      ti ringrazio; certo è un "inizio"... che spero possa anche dare dei frutti concreti. Perchè no?

      Alla via su questa "via".

      Ti abbraccio. Smile

      Elimina
  5. Ottimo lavoro, proprio un bel programma. Grazie Davide.

    Mi ricorda molto "Lettere dalla Kirghisia" di Silvano Agosti:
    ( http://www.youtube.com/watch?v=1Usl0iaTr4Q )

    Oppure quanto già esistito millenni fa nel periodo delle società Gilaniche:
    ( http://societagilaniche.blogspot.it )

    Oppure ancora, raccontato negli anni '50 in "La Rivolta di Atlante" di Ayn Rand:
    ( http://www.youtube.com/watch?v=msBJOUUEjoE )

    Un Programma, "Il Programma SPS", che ognuno deve far "girare" al posto di un altro programma, "il Nucleo Primo", pertanto deve essere conosciuto, compreso e poi finalmente accettato come valido.

    Ora attendiamo che questo si avveri, come ben si sa, (per fortuna!) nessuno può costringere altri a "far girare" (comportarsi) altri programmi che non siano quelli propriamente acquisiti e compresi.

    Per quanto riguarda invece la questione "Coinvolgimento del Comune" è alquanto spinosa e andrebbe maggiormente approfondita. Qui si entra in un contesto "Politico", e così facendo, più o meno temporaneamente, si continua a (con)vivere e scontrarsi con meccanismi del Nucleo Primo: Bilanci da approvare, servizi da offrire, Assemblee decisionali, Presidenti, Sindaci, Consiglieri, Regole, Leggi, ecc.

    Occorre essere cauti quando si suggeriscono "regole", si rischia di imporre (in)volontariamente limiti agli esseri Umani e di conseguenza a dover operare sulla sottile linea rossa che divide la libertà dall'oppressione (Il Governo dell'Uomo sull'Uomo è schiavitù - P.J. Proudhon). Inoltre tale pratica può alimentare il "Leaderismo", l'avvento di nuovi "Leader" e schiere di seguaci, concentrate principalmente sull'inseguimento altrui, piuttosto che sul perseguimento di una consapevolezza decisionale propria, incentrata sul proprio vero IO.

    Tutto dovrà avvenire tramite comprensione e acquisita consapevolezza individuale, in collaborazione e partecipazione "paritetica", con processi decisionali basati sul "Metodo del consenso", in modo che le decisioni siano cooperative e non coercitive:
    "Metodo di Consenso e processo decisionale consensuale":
    ( http://www.autistici.org/azione/consenso/ )

    Ma come spiegato da Davide (se ho capito bene), in PSPS si propone e intende sostituire gradualmente comportamenti ormai chiaramente dannosi per l'essere umano, con altri completamente diversi e salubri, che renderanno "l'ambiente" che ci circonda e ci pervade, sgradevole e nocivo ai "parassiti" che ci assillano.

    Il "ProgrammaSPS" va diffuso, spiegato e soprattutto "dimostrato" con atti e fatti pubblici, in modo che venga assimilato quantomeno da una "massa critica" iniziale. In effetti i contenuti e concetti espressi di PSPS non sono facilmente visibili e comprensibili a tutti: non è possibile "vedere" tutto quello che l'autore (Davide) ci mostra, ma soltanto quello che ogni individuo è in grado di vedere in funzione all'esperienza acquisita derivante dal proprio percorso.

    Personalmente questo PSPS mi piace, lo "vedo" bene, un ottimo inizio, lo divulgherò tra i miei conoscenti e amici, tenterò di applicarlo. La strada credo sia quella giusta, e poi come spesso mi piace ricordare: "Nulla deve essere perfetto, tutto deve essere perfettibile".

    Ora "le gabbie sono aperte" ... aspettiamo che la gente inizi ad uscire, mostrando loro la strada per farlo.

    Ciao
    Dario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Dario, wow... grande commento. Grazie anche per gli allegati, che conto di inserire nella pagina di download di SPS. Tieni conto che anche oggi ho aggiunto qualcosa, per cui ho pensato di fare una pagina nuova in SPS, intitolata "Programma", da manutere in continuazione, aggiungendo e togliendo pezzi, derivanti da una rilettura delle cose a livello quotidiano...

      Vado a risponderti sezione per sezione:

      Innanzitutto, grazie per i riferimenti storici evolutivi, che non conosco. Mi riprometto di approfondire

      Certamente, il Programma deve essere conosciuto e, purtroppo, quel tuo "per fortuna" - in realtà - non corrisponde proprio al vero, in quantochè proprio questa realtà è un esempio di qualcosa di non gradito ma di ugualmente "partecipato" (in)direttamente (senza alternativa apparente)

      Il "coinvolgimento del Comune" è un perno focale del Programma, perchè altrimenti non si può realizzare, ad un livello significativo, la doppia circolazione monetaria e di tutto il resto. Non si può giungere al momento effettivo, nel quale avviene il contrappeso tra masse critiche diverse (la "vecchia" in progressivo disuso e la "nuova" in progressiva espansione). Non può avvenire il cambio di polarità a livello di platea che inizia a contare davvero. Se il Programma viene applicato ad un contesto singolo o troppo piccolo, risulta tagliato fuori dalla "dimostrazione pubblica di alternativa". Sono certo che capisci. Occorre definire un nuovo simbolo da assumere come "esempio virale e frattale". Un Comune intero che "cambia polarità" è molto significativo. Come ha scritto Marco, nel commento poco sopra, "toccherà andare a viverci". A livello d'inquadramento nello Stato, non deve cambiare nulla, bensì, l'esempio virtuoso deve risultare solo come tale in un ottica di centralità della persona su tutto il resto (contabilità compresa). Sono certo che il Comune può aprire una sorta di "progetto sperimentale di integrazione di un software a livello di comunità", non necessariamente tanto importante da rientrare nella contabilità del Comune. Inoltre, in quanto progetto tecnologico innovativo, esistono fondi europei che possono dare titolo economico e portare il progetto al costo zero. In tema di federalismo fiscale comunale, inoltre, il Programma può rientrare benissimo in un’ottica di auto determinazione virtuosa fiscale che, tra l’altro, la legge di stabilità di Renzi (s)carica a livello di Regioni e, dunque, a susseguire sui Comuni

      (continua)

      Elimina
    2. (segue)

      SPS (Io) è cauto nel proprio cammino, soprattutto quando impatta in quello degli altri. Le nuove regole, se ci pensi bene, ci saranno sempre sino a quando gli umani non diverranno responsabili per se stessi. Il rischio di incorrere in un "leaderismo" vale la candela, secondo me. Tieni conto che, personalmente, io rifuggo una simile centralità ed altre persone che possono ambire ad un simile livello di popolarità non ne vedo, ma anche se fosse confido che il Programma possa estrarre ampia positività dagli individui nella società d'insieme. Qualcosa che si auto regola e che isola sul nascere ogni forma di "esagerazione" (che in definitiva proviene sempre e solo dal livello di consapevolezza della Massa. Una Massa all'altezza della situazione è a prova di bomba, Ok, la Massa ancora non è ad un simile livello, però c'è solo da pensare in positivo ed io, francamente, lo sono)

      Le decisioni devono essere cooperative, certamente. Ma di una fattura diversa dalla presunta cooperazione attuale, che prevede il diritto di voto esteso a tutti, salvo poi sterilizzarlo ad altro livello (vedi Europa, ad esempio). La Massa non conta più nulla, pur contando ancora. L'educazione non solo scolastica è alla base del Programma, perchè - come scrivevo anche oggi - una volta liberati da tutto ciò che incatena adesso - ci si accorgerà di un "vuoto" che attanaglia e fa mancare il respiro. La "crisi, dietro all'angolo" potrebbe essere molto pesante, tanto da fare piombare l'umanità in un abisso ancora più profondo (ciclicità confermata)

      Sì, progressivamente l'ambiente si ripulirà e i parassiti verranno meno. Ma a quel punto sarà chiaro perchè esistevano: perchè ne avevamo bisogno, paradossalmente. La responsabilità di essere individui in equilibrio coi principi superiori che si riconoscono al... "Creatore" (?), equivale all'essere pronti a sapersi gestire allorquando si acquisirà la dimensione della piena libertà, rispetto e sovranità. È per questo che la componente educativa deve essere più che presente, preventivamente. Un manipolo di persone armate sino ai denti ed in preda al terrore, può schiacciare senza timore alcuno una intera società di umani evoluti. Il proprio diritto può essere calpestato in un istante da coloro che non lo riconoscono. Umani non responsabili possono calpestarti e possono usare la propria piena libertà per assumere il comando di intere aree, con estrema facilità. Purtroppo nel grande numero si annida sempre l'eccezione che può fare deragliare tutto, ad ogni istante del processo. Per questo motivo, credo che degli esempi del passato si siano spostati oltre l'orizzonte dell'evidenza, scomparendo alla vista

      Vero! Ciò che vedo io è difficile da diffondere fedelmente, per via di una incredibile mole di variabili prospettiche su varia scala. Sarebbe utile mettere a punto un programma itinerante di diffusione delle informazioni, raccolte in maniera sufficientemente chiara anche alla "sciura Maria", per intenderci

      (continua)

      Elimina
    3. (segue)

      Sono contento che il Programma ti piace. Diffonderlo non farà che del bene, perchè andrà a costituire un principio di alternativa bello e buono. Insistere, ad esempio, sul fatto logico che il denaro è una invenzione e, come tale, ritenerlo infinito... cambia l'asse dell'orizzonte conosciuto (basato sulla scarsezza di tutto, a partire proprio dal denaro). Educare le persone ad un simile concetto fa aprire gli occhi. Sai, Dario, credo che chi manipoli questa realtà, lo faccia anche perchè gli umani non sono pronti e non sono responsabili (da un grande potere deriva una grande responsabilità). Tu non lo credi? I vari discorsi "antipatici" legati all'iniziazione di personaggi, a scapito della Massa, credo che vadano in un senso simile. Voglio credere che sia così e che il "Grande Fratello" sia sotto sotto "buono". Il Nucleo Primo ha una funzione complessa, conscia o inconscia che sia. Semmai, mi attendo la possibilità di un contatto in tal senso. Ma non per questo sono disposto ad un “volemose bene ad ogni costo”

      Ottimo! Sono lieto della tua positività :) Grazie per il prezioso lavoro di "assemblaggio"!

      A presto e conto sulla tua (com)presenza.

      Un caro abbraccione.

      Serenità

      Elimina
    4. Fantastico! La tua risposta è perfettamente in linea con quanto mi aspettavo di sentire, che chiarisce molte questioni e che non fa altro che confermare che ... siamo sulla strada giusta.
      Preferisco ora non aggiungere altro, lasciando "fermentare" quanto ormai è stato messo nel "alambicco".
      Ancora Grazie e a presto.

      Elimina
    5. Ottimo! Tempo al tempo :)

      Abbraccio. Serenità

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.