giovedì 14 febbraio 2013

Allo stesso Tempo.



La Pietra Codificata ‘ruota’ attorno a vari assi implementati in varie dimensioni.

La più grande storia racconta questa rotazione alla luce biodiversa della Vita; un punto prospettico nel punto prospettico, come un Mondo esistente nello spazio lamellare di un autostereogramma.

La voce dell’Errante verosomiglianza si muove entro questa rotazione costituita dall’effetto dell’esistenza della Pietra Codificata, che non può essere scorta se non nella sua incarnazione ‘puntiforme’ nelle 3d, luogo di ‘atterraggio ed esperienza’.

La vostra dimensione è solida, concreta, reale all’apparenza, e si presta molto bene per l’approdo di tutti coloro che intendono osservarsi allo specchio della Creazione. In altri modi non è possibile o è molto più complesso.

Il cammino 3d è usualmente ricco d’ostacoli, frutto del proprio carico eterico, in assenza di altre incarnazioni, oppure anche del carico memorizzato non localmente (karma). 

Ogni essenza ha una ‘storia individuale’; il proprio bagaglio esperienziale.

Quando una di esse affiora alla superficie delle 3d, questo ‘carico sommatorio e contraddistinguente', come una impronta digitale unica, plasma - interagendo con le leggi 3d e con il modello di variabili mobili in auge – un percorso di nodi/bivio da raggiungere ed affrontare.

Tali ‘nodi’ sono direttamente proporzionali alla somma evolutiva dell’essenza, sino a quel punto dimostrata/maturata. Tali nodi non sono mai ‘punitivi’ o a carattere di ‘maledizione’. Tali nodi non mettono in evidenza una Natura maligna della Luce, bensì si presentano ed agiscono secondo funzione:

essi sono come programmi agenti in un computer.

Essi sono ‘vivi’ ed inerziali (seguono la spinta iniziale ad opera della 'Luce che ha nome'), ma, dal vostro punto prospettico vengono acc/colti come fenomeni auto esistenti ed aspetti della cosiddetta Natura.

Essi vengono studiati, ossia vengono studiati gli effetti derivanti dalla loro presenza/funzione, che non viene percepita. Il vento è un fenomeno naturale, no? È possibile comprendere come esso si ‘formi’ secondo le coordinate 3d del vostro paradigma. Con ciò avete forse definito e compreso che esso sia, in realtà, una forma di Vita?
 
Effetti. Voi studiate solo gli effetti (e potrebbe anche andare bene se affrontaste la questione tramite 'Metodo Indiretto').

Cambiamo frequenza, adesso:

voi (genere umano), nei panni indiretti del Nucleo Primo, avete una memoria e conoscenza molto più estesa, rispetto a quella ‘esterna’ identificante l’inconscio collettivo. Il ‘connubio’ affronta la questione ‘divina’ con altre sensorialità, pur essendo anche la sua controparte eterica (entità predatorie) allo stesso Tempo cosciente e non cosciente di chi ‘essa sia realmente’.

Il Nucleo Primo è costituito da umani che giungono dalla ‘Notte dei Tempi’, sopravvissuti in qualche modo, non casuale, alla prima grande distruzione della superficie terrestre 3d. Umani ‘eletti’ o ‘ispirati’ che hanno in seguito deciso di seguire e plasmare il cammino dell’umanità ‘altra’, inconsapevole e necessaria di ricostruzione post apocalisse

Il Nucleo Primo, dopo varie indecisioni interiori e relativa espulsione nel Mondo esterno, dei suoi dissidenti, è divenuto coeso, solidificato e persegue una strategia di controllo ed amministrazione delle Masse.

La sua funzione è indiretta, in ogni senso:
  • indirettamente agisce per proprio conto e per conto ‘altrui’
  • indirettamente impersonifica il ruolo di ‘docente altrui’.
Come un Angelo e un Demone – contemporaneamente.

Il fulcro della questione relativa all’essenza in evoluzione è proprio questo e il termine ‘contemporaneamente’ descrive a pieno la situazione.

Ecco il frattale che rivela questo aspetto cardine:

il mondo dell’elettronica tradizionale è dominato dalla cosiddetta logica booleana, che si chiama così perché venne introdotta nel secolo scorso dal matematico inglese George Boole

La logica booleana fornisce poche semplici regole con cui mescolare dei dati in entrata, l’input, per fornire una certa risposta in uscita, l’output. Le regole base sono veramente elementari ed è quasi miracoloso che grazie a queste semplicissime istruzioni si possano realizzare apparecchi sofisticati come un supercalcolatore. 

La logica booleana è molto rigida, non ammette ambiguità

Un’affermazione è del tutto vera, e vale 1, oppure del tutto falsa e allora vale 0. Niente vie di mezzo: vero o falso, 0 o 1. Questi sono gli unici valori accettati dalla logica booleana e dai circuiti elettronici che si basano su di essa.

Il fatto è che nel nostro mondo reale… sono molto importanti concetti come 'abbastanza', 'quasi', 'un poco'. Concetti più ambigui che sfuggono alla rigida distinzione 'vero-falso'

Fuzzy, in inglese, significa appunto annebbiato, sfumato. La logica fuzzy, introdotta negli anni ’60 dal matematico Lotfi Zadeh, assomiglia a quella booleana, ma ammette per così dire il dubbio

Tra il completamente falso, cioè 0, e il completamente vero, cioè 1, sono ammessi numerosi valori intermedi di verità.

Ecco perché quello della logica fuzzy è un mondo più duttile, senza confini rigidi, e molto più adatto a intonarsi con il mondo reale dove l’ambiguità è diffusa, in cui concetti come 'abbastanza', 'quasi', 'un poco' sono molto importanti nella nostra società come ci ha spiegato Marisa Dalla Chiara che insegna Logica all’Università di Firenze: 

'Il concetto di incertezza oggi - ha detto Maria Luisa Dalla Chiara - è molto interessante, in campi diversi. Nel campo della logica, della matematica della fisica, della letteratura, in generale delle indagini estetiche.  

Recentemente gli scienziati hanno capito che le teorie scientifiche non sono necessariamente teorie certe. Anzi, è molto interessante studiare con metodi certi e rigorosi il concetto di incertezza

Questo lavoro dal punto di vista logico e matematico è stato fatto soprattutto nell’ambito delle cosiddette logiche fuzzy, logiche sfumate. Sono logiche che hanno abbandonato un principio classico, aristotelico della logica, secondo cui i valori di verità, il vero e il falso, sono due e soltanto due: 

c’è il vero e c’è il falso, e non si considerano situazioni intermedie tra il vero e il falso, in particolare non si considerano situazioni semantiche di indeterminatezza, di ambiguità'.
Link 
 
Principio di polarità

tutto è duale, tutto ha due poli, ogni cosa ha il suo opposto. Ogni cosa 'è' e 'non è' allo stesso tempo, ogni verità non è che una mezza verità e al contempo una mezza falsità. Gli opposti condividono la stessa natura in gradi diversi, gli estremi si toccano, tutti i paradossi possono essere riconciliati
Il Kybalion 
 
Allo stesso Tempo!

Il passaporto biologico anche nel calcio. Le parole di Fuentesda me non sono venuti solo ciclisti’ risuonano nella testa degli appassionati di sport come un ticchettio fastidioso. E se il doping fosse presente in egual misura anche in tutti gli altri sport?
Link

Il passaporto biologico è una tecnica antidoping introdotta dalla Wada che consiste nel tracciamento nel tempo dei parametri ematici dell'atleta. La squalifica per doping dell'atleta incorre nel caso in cui vengano rilevati andamenti anomali e ingiustificati (es. picchi inattesi anche al di sotto delle precedenti soglie di doping) di tali parametri rispetto al profilo tipico dell'atleta. 

È dunque una tecnica indiretta che non rileva la presenza/assunzione diretta del farmaco dopante, ma individua gli effetti anomali che tali sostanze inducono sull'organismo smascherandone così l'assunzione sul breve, medio e lungo termine. 
 
La tecnica, dagli alti costi implementativi/gestionali…
Link

Vedete… la polarità e le sue sfumature sono sempre presenti in ogni ambito delle 3d.

Siete voi e dovete essere voi a mettere 'ordine' in voi:

il 'resto' non è che solo una conseguenza derivante dall'effetto della vostra presenza. 

La gradazione cambia con l’assunzione di differenti punti prospettici

Oggi tocca a voi decodificare. Fatelo come esercizio. I nativi d’America dicevano di ‘mettersi nei mocassini degli altri, per capire’.

Fluite secondo Natura autentica. Tenete sempre conto della sicurezza derivante dalla biodiversità. Perché ‘sicurezza’? Perché senza questa ‘essenza’ sareste a rischio di ‘monopolio dittatoriale’:

la notizia, insomma, ha fatto il giro del mondo, conquistando l’apertura di tutti i siti e di tutti i telegiornali, tranne che sulla televisione di Stato cinese Cctv che dal suo sito web censura la notizia
Link

Osservate come il punto prospettico faccia la differenza in termini di risultato.

Silvio Berlusconi ritiene che l'inchiesta della magistratura che ha portato ieri all'arresto del numero uno di Finmeccanica, Giuseppe Orsi, abbia conseguenze gravissime per l'economia italiana e danneggi l'azienda a vantaggio dei competitor stranieri

‘Il risultato finale sarà quello di tagliare le gambe a Finmeccanica con vantaggio di altre aziende internazionali’, ha aggiunto l'ex premier…

Secondo il leader del centrodestra, Finmeccanica si comporta ‘come tutti i competitor negli altri paesi, ma lì la magistratura non agisce come in Italia’.

Link

Indirettamente, quest’uomo sta affermando molte gradazioni di verità, senza nemmeno esserne cosciente, mentre svolge la propria funzione politica pubblica. È più ‘facile’ demonizzarlo che comprenderlo e ciò vale per ogni umano che proferisca parola e/o azione.

Il Papa ci ha preso un po’ di sorpresa’ e per noi si tratta di ‘una situazione veramente inedita’. 

Lo ha detto il portavoce vaticano, Padre Federico Lombardi, aprendo la conferenza stampa a seguito dell’annuncio di Joseph Ratzinger. Una decisione, secondo quanto riferito, dovuta a ragioni di salute anche se ‘non c’è nessuna malattia’...

Una situazione straordinaria, quindi. Inaspettata e assolutamente atipica nella storia della Chiesa. Ratzinger sarà un ‘ex Pontefice’ e chiunque verrà dopo di lui, inevitabilmente, si troverà costretto ad affrontare una sorta di anomalia...

Nessuna certezza, però, perché quello che sta succedendo a Roma è senza dubbio qualcosa di insolito...

Come detto, il rischio di interferenze del Papa dimissionario con il suo successore, potrebbe creare più di un problema alla Santa Sede...
 
Un Papa che lascia il pontificato è un evento raro nella storia della Chiesa. Il caso più famoso è quello di Celestino V: Pietro da Morrone, sacerdote, condusse una vita eremitica... Fu eletto Papa quasi ottantenne, dopo due anni di conclave, il 5 luglio 1294...

Dopo quattro mesi dalla nomina, rinunciò all’incarico a causa di manovre politiche legate alla sua persona, morì poco dopo in isolamento coatto nel castello di Fumone

Per Dante fu 'colui che per viltade fece il gran rifiuto', oggi lo si ricorda come un uomo di grande fede…
Link 
 
Fra qualche settimana avrete in Terra 3d, ufficialmente, un ‘ex Pontefice’.

Ciò costituisce un fenomeno particolare definibile come un ‘portale’.

Cosa ‘passerà’ – da quel momento – attraverso la sua presenza/funzione?

Ratzinger diventerà come quel puntino nero su sfondo bianco e come quel puntino bianco su sfondo nero, il cui simbolo è abbastanza conosciuto tra voi:

il suo atto ‘coraggioso’ è Fuzzy Realtà.
  • biodiversità
  • contemporaneità
  • consapevolezza.
Tenetevelo bene a mente, perché da ‘lì’ deriva il nucleo della propria ‘Presenza’.

Presenza che è soggetta ad un ‘sistema di variabili mobili’ da utilizzare al fine di sviluppare la propria maestria, nel pieno rispetto di sé, degli altri e dell’altro:

l'indice di avvolgimento di una curva piana, chiusa e parametrizzata, rispetto ad un punto p esterno ad essa è un numero intero che rappresenta intuitivamente il numero di avvolgimenti che compie la curva attorno a p (immaginando la curva come un filo e il punto come un chiodo).
 

Un oggetto che si muove lungo la curva rossa fa due giri antiorari intorno alla persona mostrata in figura.

L'indice di avvolgimento di una curva piana intorno ad un punto si ottiene contando il numero di volte in cui questa curva gira in senso antiorario intorno al punto. Nel caso in cui la curva segua un percorso orario invece che antiorario, tale numero è negativo...
 
Nel caso in cui una curva sia più complicata, definire e determinare il numero di avvolgimento è però meno banale: la curva può infatti cambiare direzione e verso più volte durante il percorso…

Link 

Ciò che si ‘traccia’ mentre si ‘segue’, coincide per ‘disegno’ o ‘progetto superiore’.

È una spirale il cammino. Un vortice costituito da anelli concatenati in maniera sottile. Tanti Nastri di Moebius comunicanti tra le righe e inerenti al percorso personale in primis.

Non si torna mai veramente indietro, perché non esiste un ‘dietro’:

è sempre tutto esattamente come dev’essere.

Per sfumature, occorre modulare/demodulare ciò 'che accade' con ciò 'che è'.

Dipende da voi.

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.