venerdì 27 marzo 2015

L’Unto e l'Accorto (l'uno e l'altro).


 
Il "problema è che... non esiste il problema", per cui... "non sai mai da dove cominciare, perchè non sai nemmeno... dove andare".
Non sai mai che cosa venga prima di altro.
Non sai mai che cosa fare, pensare, immaginare… Mai come fare a “lasciarti andare”, perché percepisci che è solo “(af)fidandoti a/di te stesso/a” che qualcosa cambia nella "sua" sostanza, ma… “lato tuo”.
Ignori l’esistenza della "gerarchia". Ignori l’esistenza del Nucleo Primo e di tutto quello che ne (con)segue.
Intuisci, però, molti di quegli aspetti fonda(mentali) che, uniti d’assieme, possono farti (ri)uscire da questa vestizione ad (p)Arte del tuo complesso.
L’intuizione, da sola… conta ben poco, se di (con)seguenza non rag(giungi) anche la capacità consapevole, di “guidare le operazioni diretta(mente) dal tuo terzo stato o centro sovrano d’essere”.
Non (ri)cordi. Sai quello che devi sapere, cioè, “nulla di buono per te”.
Sei (s)oggetto a “reset continui” (come... mal di testa), che fanno passare tutto in secondo piano e ti autorizzano a credere che la ciclicità sia naturale.
Ruoti attorno ad un falso segnale, ad un artificio artificiale/contabile, ad una luce non certo casual(mente) (pre)disposta…
Il tuo “problema” (che non esiste) è che sei attaccato a questa forma di esistenza (alla “tua” pelle), per cui temi di morire, temi il dolore della morte, temi di perdere tutto ciò che hai accumulato in Vita, temi di perdere l’affetto dei tuoi familiari più cari, etc.
Tu hai paura.
E la paura è la colla più potente, che ti per(mette) di vivere anche a testa in giù, se è utile per sopravvivere.
 
Il tuo complesso è auto adattivo. Cioè, si adatta a qualsiasi situazione. 
Anche a quelle più estreme. Ora, la scienza deviata (pre)tende di studiarti e di dirti anche “come sei fatto e come funzioni”, ma… nell’agire in questo modo, essa (ri)osserva solo le "macerie" (status quo) di ciò che “sei” (potenziale).
Per come ti hanno (de)scritto, studiandoti nel tempo, gli “esperti” ti hanno solo scattato una “fotografia” ed in quel fermo immagine, hanno dedotto tutto quello che, in seguito, ti hanno (ri)ferito.
È come studiare qualcosa che avviene solo in una delle quattro stagioni, ad esempio (rimanendo alla presunta ciclicità Planetaria).
La visione è parziale, miope se non cieca.
Il tuo complesso è auto adattantesi. Credi che ciò che esiste “in giro per il cosmo” sia diverso dalla tua sostanza potenziale?
Bah… basta anche solo osservare le popolazioni esistenti sul/nel Globo terrestre; basta solo osservare che... con le stesse componenti, ci sono oltre sette miliardi di individui, ognuno con le proprie caratteristiche fisiche, anche se si tratta sempre di:
una testa
due braccia
due gambe
un naso
due orecchie
una bocca…
Che differenza fisica esiste tra Brad Pitt e te?
Beh… nessuna. Eppure, lui è probabil(mente) perlomeno più “bello”. Ossia, le tue stesse componenti sono disposte in maniera tale da risultare apparente(mente) “meglio”, anche se “è bello ciò che piace”.
La possibilità di spaziare da Pitt all’opposto della scala estetica, ad esempio, è il potenziale che d’insieme può per(correre), spaziare e disegnare il genere umano. Ovvio, è possibile anche estendere la “forma (ri)conoscibile”, r(aggiungendo) nuovi livelli dell’apparenza e dell’essere ivi contenuto.
Attra(verso) la “tecnica” è possibile dare luogo a forme d’intelligenza “non a propria immagine e somiglianza”, come è la realtà apparente di una “macchina”.
Ma… quella stessa macchina può essere, al suo interno, esatta(mente) “ad immagine e somiglianza” del tuo funzionamento interiore.
Se giudichi solo esterna(mente)… rischi grosso, dunque.


SPS è giunto a mettere a fuoco ciò che il frattale della “corsa all’atomo”, significa tra le righe (emersione di verità, al fine di onorare la legge mediante raggiro), ossia:
  • che auto esiste nel (ri)formare il tutto (per via della fondamenta del circuito primario) una “particella fondamentale (pre)dispositiva”, suddivisa in una trinità di spazi/ele(menti)
  • un’area del “vuoto/pieno” (spazio) che (per)mette (substrato) la possibilità di "ospitare" (cella di memoria + contenuto)
  • un’area di potenziale, nella quale può “fiorire” l’infrastruttura di base del connubio “cella di memoria + contenuto).
Questo è un punto che va assoluta(mente) “(ri)com(preso)”:
  • questa area non è… la cella di memoria né il “suo” contenuto
  • questa area è… il potenziale che si auto (pre)dispone ad essere “colonizzato” in qualche/ogni maniera (im)possibile ed (inim)maginabile.
Il potenziale è, dunque, un vero e proprio “Stato”.
Su di esso ci puoi (ri)costruire (di) tutto.
Senza di esso, non puoi (ri)costruire nulla.
Esso non è l’impasto per il pane.
Esso è il potenziale per l’impasto per il pane…
Esso è il “terzo stato”:
  • il centro
  • la porta
  • il focus.
La “particella fondamentale (pre)dispositiva” è:
  1. (ri)programmabile (onorabile mediante raggiro)
  2. trinitaria(mente) suddivisa
  3. neutra nel suo essere potenziale.
 
Le caratteristiche originali la rendono auto adattante(si) alle grandi concentrazioni di massa, (com)presenti a livello di circuiteria sus(seguente) (attualmente… l’influenza maggiore è quella del Nucleo Primo), per mezzo della legge frattale espansa, la quale si (ri)parametra (ri)parametrando la realtà, che (ri)emerge, a livello di circuito terziario e a (con)seguire.
Essa è “trinitaria(mente) suddivisa”:
  1. circuito primario
  2. circuito secondario
  3. circuito terziario.
Ogni “area del potenziale” (che costituisce il filo unico della trama tessutale, grazie alla quale auto avviene la formazione del tutto), ogni “particella fondamentale (pre)dispositiva” è… ulterior(mente) indivisibile (He He. Proprio così).
In ogni ambito del potenziale è (com)presente la (ri)polarizzazione del primario, per opera del secondario (il suo “avvolgimento”), da cui di(pende) il terziario & Co.
Il “tessuto del potenziale” è fermo, fisso, inamovibile. In esso s(corre) tutto ciò che (ri)forma il reale.
Le informazioni si muovono su una base assoluta(mente) “ferma” ed adatta alla trasmissione del segnale (im)portante.

Ogni singolo spazio potenziale è una (ri)parametrizzazione della proiezione della più grande concentr(azione) di massa “in itinere”:
l'espressione latina "in itinere", tradotta letteralmente, significa durante il percorso.
Con questo termine si indica tutto ciò che avviene durante un percorso sia in senso figurato che reale
Link
Ok… SPS doveva fissare questi concetti e lo ha fatto. Ora sono libera(mente) usufruibili ed aperti alla loro “espansione” (semenza).
Ciò che la scienza osserva dal proprio per(corso) deviato, “che devia”, è sempre vero ma relativo ad un livello disinnescato (bloccato), se paragonato alla (porta)ta auto liberante dell’ambito de(scritto) da/in SPS.
Tutto è vero”.
Tutto è gerarchizzato”.
Ogni livello è auto bloccante, se… singolar(mente) prospettico.
Senza la visione frattale, (ri)cadi nel reame che “ti ha”.
Sii(ne) consapevole. Sii accorto/a.
Accorgiti:
dal latino accorrigere, composto di ad e da corrigere cioè "correggere"
Link
Ergo, non solo “vedi, scorgi” ma, sopra a tutto:
correggi(ti) (wow, l’etimologia è "parlante" e ti viene sempre in aiuto).
Tu puoi, “correggendoti… correggere”:
  • (ri)programmare tutto di (con)seguenza
  • (ri)conoscendo te stesso/a (ritornando “uno con te stesso/a”, ritornando una grande concentrazione di massa).
L’ambito, a questo punto, si sposta a quello della sovra(scrittura) della “tua” parte (in)conscia:
  • adattando le “pratiche meditative, yogiche”
  • adattando le “tecniche altre, utili allo scopo”.
È “lì” che devi iniziare ad operare. Dal tuo terzo stato… tutto è sincronico “lato tuo”.
Il tuo “controllo” passa da “lì”.
Tutto è disinnescato, ma tu diventi/sei l’innesco (la tua capacità univoca di “sovrascrivere ciò che è descritto in te, ma che è ora di cambiare… alla luce della tua più autentica “portata”).
Devi “sapere/pensare/immaginare/intendere” molto chiara(mente) “quale nuovo stato manifestare”. La visione deve essere nitida, pulita (le "idee" devono essere chiare).
Per questo motivo l’(Anti)Sistema ti ha reso/a “senza idee, relativamente all’alternativa più autentica”. “Così… non sai nemmeno a cosa pensare/immaginare”. Sei legato/a (d)entro.
Se non sai “dove andare”… “dove vuoi andare… se non qua. così”!
"Alla mia età, Daniel, se non hai le idee chiare sei fottuto. Ci sono due o tre ragioni per cui vale la pena di vivere, tutto il resto è letame…”.
Carlos Ruiz Zafón
Esistiamo fintanto che siamo ricordati” (Carlos Ruiz Zafón); questo accade in un reame caratterizzato dalla (com)presenza egemonica di un dominatore, anche non manifesto.
Nella sostanza “esistiamo sempre, ma corriamo il rischio di dimenticarlo”

Forse ti sembrerà, dopo cinque anni di SPS, la scoperta dell’acqua calda… ma:
ora è (di)versa la consapevolezza relativa(mente) a
Tutti gli attori sono sul “tavolo” (come tutte le carte del mazzo).
Il Nucleo Primo è allo scoperto!
E, ciò, fa final(mente) la differenza in termini di maggiore tua “concentrazione”.
Molti di voi (di)mostrano a SPS di “non avere ancora la forza/capacità nemmeno per/di poterci credere”. Beh… il segnale (im)portante (Anti)Sistemico è molto ma molto potente, tanto da essere in pratica anche l’unico (diciamo che conta per almeno il 95 per cento).
Ma non potrà mai essere il cento per cento, perché “tu esisti”. Ok?
Tu sei il/al “cent(r)o per cent(r)o”, quando decidi/senti di interpretare la (p)Arte.
Il Nucleo Primo è una formazione.
Tu “sei una/la singolarità”!
Il tuo essere “uno con te stesso/a” è il raggiungimento di ogni area del potenziale, che cambia di (con)seguenza.
Non è da “qua” che devi scappare. È “qua” che devi compiere l’opera di/in te stesso/a.
Tutto il resto (con)segue.
Se scappi da “qua”, continuerai a scappare e a (ri)cercare per semp®e.
Perché… come è “qua” è dappertutto, essendo tutto (ri)polarizzato dalla stessa (f)orma di (com)presenza, frattal(mente) in proiezione sul tutto stesso, a livello di potenziale e, dunque, di relativa (ri)emersione di forma di reale.
Augh.
Come nasce il "secondario" del Nucleo Primo (frattalmente).
Ieri, SPS ha registrato (si è accorto) questa espressione “pazzesca”, pubblica(mente) annunciata a mo’ di “(ri)formul(azione) magica sociale”:
Draghi: Unione fragile perché riforme affidate a Stati, cambiare.
Eurolandia resta una unione "dove non è possibile" (come negli Usa) che esistano Stati che siano "creditori o debitori permanenti, ma dove tutti dovrebbero convergere verso i livelli più elevati di reddito e produttività", ha affermato il presidente della Bce Mario Draghi durante una audizione alla Camera.
Nonostante tutti i progressi fatti "la nostra unzione rimane fragile perché le riforme restano affidate agli ambiti nazionali. Su questo - ha detto Draghi - bisogna pensare ad un cambiamento".
Link
Fai bene attenzione anche agli “errori di battitura” (nulla è per caso):
Nonostante tutti i progressi fatti "la nostra unzione rimane fragile perché le riforme restano affidate agli ambiti nazionali. Su questo - ha detto Draghi - bisogna pensare ad un cambiamento"…
La nostra (di chi?) un(z)ione (He He):
L'unzione è l'atto dell'ungere il corpo umano o una parte di esso con unguenti, creme, oli a scopi medicamentosi o religiosi...
L'unzione nella tradizione biblica consisteva nel versare sulla testa di un eletto dell'olio consacrato…
Essa era riservata ai re ed ai sacerdoti e tra questi, in particolare, al sommo sacerdote…
Il rito dell'unzione dava al re un carattere sacro e faceva di lui il vassallo di Dio, l'unto di Dio. In effetti il termine ebraico per indicare il re è messia, che significa appunto unto
Nella liturgia cattolica, durante l'amministrazione di alcuni sacramenti, si unge la fronte e/o altre parti del corpo della persona che riceve il sacramento per infondere consacrazione, per implorare benedizione, per indicare perdono, etc…
Il Crisma è utilizzato in diversi sacramenti:
  • nel Battesimo, al termine del rito stesso, con un'unzione che conferma il sacramento ricevuto;
  • nella Confermazione come momento principale del sacramento stesso;
  • nell'Ordine sacro con l'unzione delle mani del candidato…
Link
Si in(tende) di "un(z)ione:
  1. consacrazione
  2. confermazione
  3. ordine sacro…
Nonostante tutti i progressi fatti "la nostra unzione rimane fragile perché le riforme restano affidate agli ambiti nazionali. Su questo - ha detto Draghi - bisogna pensare ad un cambiamento"…
  • la “nostra” (la "loro")…
  • rimane fragile (è in via di consolidamento grazie al ripetersi ciclico artificiale delle “crisi”)
  • perché le riforme restano affidate agli ambiti nazionali (alle sempre più "ex sovranità)
  • bisogna pensare ad un cambiamento (attenzione… attenzione; è uscito allo scoperto. Ha lanciato il sasso nello stagno, agitandolo o iniziandolo ad agitare/ungere. È una pratica “magico/esoterica”. O, meglio, il sapere come funziona il tessuto sociale, dalla propria prospettiva centrale e con le idee sempre molto chiare)…
Tu sei p(arte) dell’amministrato. Così sei (in)quadrato nel “libro contabile” di ciò che ti “possiede”.
Risparmio: Doris, no alternative al rischio, mai più tassi di una volta.
Che aumenti la propensione al rischio in Italia, che è l'auspicio espresso oggi dal ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan, "non è solo auspicabile, non ci sono alternative".
È il parere del fondatore di Mediolanum, Ennio Doris, ospite oggi del Salone del Risparmio, a Milano.
"Gli investimenti risk free sono scomparsi", constata...
Link
  • che aumenti la propensione al rischio in Italia
  • che è l'auspicio espresso oggi dal ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan
  • non è solo auspicabile, non ci sono alternative
  • gli investimenti risk free sono scomparsi, constata
Sei senza alternative… perché "è diventato così". È stato deciso.
Hai davanti a te l’esempio estrema(mente) chiaro dell’operato delle grandi banche centrali (Qe = drogaggio del circuito finanziario Globale).
“Loro” possono decidere tutto quello che è meglio per… “loro”.
È di un cambio di prospettiva sostanziale, che ti devi dotare/(per)mettere, senza per questo sentirti poi in crisi personale.
Credi a SPS: non sei pazzo/a!
"Quando nella Chiesa entra l'affarismo, sia nei sacerdoti che nei religiosi, è brutto”.
Papa Francesco
È scritto ovunque.
Questo Papa sarà (ri)cordato per le sue “boutade”, alla Gesù (episodio della cacciata dei mercanti dal templio)…

È stato inserito il “pilota automatico, ma… ciò non significa che non si può manomettere”
Germanwings: Aereo caduto, autopilota modificato manualmente da qualcuno in cabina su 100 piedi.
Secondo il sito di monitoraggio voli Flightradar24, i dati del transponder mostrano che l'autopilota del volo Germanwings è stato riprogrammato da qualcuno in cabina di pilotaggio in modo da modificare l'altitudine dell'aereo da 38.000 a 100 piedi.
"Tra le 9:30'52" e le 9:30'55" l'autopilota è stato modificato e 9 secondi dopo l'aereo ha iniziato a scendere, probabilmente con l'impostazione 'discesa aperta' dell'autopilota"...
Link
  • l'autopilota del volo Germanwings è stato riprogrammato da qualcuno in cabina di pilotaggio
  • l'autopilota è stato modificato e 9 secondi dopo l'aereo ha iniziato a scendere…
Ok? Vai oltre al significato esteriore della singola “tragedia”.
Vai al significato frattale:
  • sei auto pilotato (ossia, sei sotto ad incanto)
  • ma puoi cambiare (riprogrammare il “pilota”).
Lo “schianto” avvolge tutto di una nebbia dolorosa e non ti (per)mette di scorgere il tutto dal punto prospettico della frattalità (se sei nel tuo terzo stato, tutto scorre solo sincronicamente… “lato tuo”).
La realtà fisica è… virtuale. È (ri)emersa come una (con)seguenza della (com)presenza del Nucleo Primo (attivo), che si avvale della potenzialità del circuito primario (neutro), riproiettandosi sul circuito terziario (passivo).

"Pesce del deserto": Isis pubblica piani espansione in 8 Stati.
È intitolato "Pesce del deserto" (Scinco, in pratica un tipo di grossa lucertola") il documento diffuso in rete, in cui lo Stato islamico illustra la sua strategia militare e i suoi obiettivi di estendersi e radicarsi in 8 Stati arabi.
Insomma, gli uomini del Califfo Abu Bakr al Baghdadi mettono nero su bianco i loro prossimi obbiettivi…
Link
Perchè l’Isis deve mettere i propri piani su Internet? Nella Rete, perfetta(mente) controllata da quel potere che “combatte l’Isis”?
Per una “dimostrazione di forza”? Per una "trovata pubblicitaria"? He He… See, “e io sono Babbo Natale”.


Te lo fanno solo credere. Così sei sempre più (con)vinto che… l’Isis esiste nella esatta (f)orma che ti inducono a pensare.
La tattica di “chi non esiste, ma c’è - anche se - sotto ad altre vesti”.
Tutto risulta ingarbugliato se… non segui il filo unico della trama
Almeno 10 agenti sono stati scoperti a partecipare in Colombia ad orge con prostitute pagate da quegli stessi narcotrafficanti che, in teoria, dovrebbero combattere ed arrestare
Link
E… tutto è “parlante”, se credi anche alla versione più “ardita” dell’informazione, che ti raggiunge.
Sterminio Segreto: ciò che non ti viene detto sulla sanità.
Può apparire allucinante, può sembrare assurdo, può suonare incredibile...
Ma come ho dimostrato nel libro ci sono persone nei ristretti gruppi che detengono il potere che non solo se ne lavano le mani se le loro attività hanno effetti letali, ma addirittura, come profeti del dio denaro, si arrogano la facoltà di ruotare il pollice verso, condannando l'umanità a uno sterminio segreto.
Dice Monia Bernini la coraggiosa autrice del libro.
In un discorso tenuto nel 2008, Zbigniew Brzezinski, allora consigliere per la politica estera del neo eletto presidente Obama, ammette senza difficoltà che "Forse un tempo era più facile controllare un milione di persone, anziché ucciderle fisicamente. Oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllarle".
In sostanza "È più facile uccidere che controllare".
Risalendo all'indietro nel tempo sino alla fine del 1974, un altro protagonista della politica statunitense e internazionale, Henry Kissinger sottoscrive, insieme all'allora presidente Nixon, un piano adottato meno di un anno dopo da Gerald Ford.
Si tratta del National Security Study Memorandum 200:
"Implicazioni derivanti dalla crescita della popolazione per la sicurezza e per gli interessi oltremare statunitensi", che presenta nero su bianco la necessità di eliminare 3 miliardi di persone dalla faccia della terra.
Da allora a oggi sono passati quasi 40 anni, ma l'obiettivo è rimasto immutato, al punto che un esperto consigliere delle Nazioni Unite nel 2012 ha rivolto un appello ai governi del mondo per ridurre la crescita della popolazione mondiale e per lavorare congiuntamente per modificare il clima.
Ogni misura diventa lecita per abbattere il numero di abitanti sul globo terrestre.
Un silenzioso sterminio è in atto nel nostro pianeta; uno sterminio condotto dalle élites al potere che si arrogano qualunque decisione sanitaria sulla popolazione globale.
Link
Oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllarle…
Fai attenzione:
è tutto sotto al controllo unico del Nucleo Primo.
Controllare non è mai stato un problema.
Se, invece, ti sintonizzi sulla “recita”, allora puoi desumere quello che (con)segue.


E, comunque, sarà sempre e solo “vero”. Ma esiste ordine e ordine di “vero”. Esiste un livello di “vero che risulta devastante per la tua consapevolezza e ne esistono altri che lasciano sostanzialmente immutate ogni genere di 'cose', secondo lo status quo auto imperante”…
Usa: ultimo inganno farmaceutico, la pillola che renderebbe più "buoni".
Diventare più giusti e compassionevoli ed aumentare l'empatia verso gli altri grazie a un farmaco.
Non si tratta di fantascienza, ma di un vero e proprio inganno farmaceutico presentato come l'esito di una ricerca condotta su 35 pazienti dalle università americane di San Francisco e Berkeley.
La "pillola della bontà"…
Link
Una ricerca condotta su 35 pazienti…
Sai... quando sei nel tuo terzo stato (potenziale), tutto scorre “lato tuo”. A quel punto, ti basta anche un solo “caso”, per essere certo/a del grado di promiscuità della (f)orma di reale (ri)emerso.
Brasile: scandalo Petrobras e le mani sporche degli Usa.
Lo scandalo Petrobras (la compagnia petrolifera di Stato brasiliana) sembra cucito apposta per mettere in imbarazzo la “presidenta” Dilma Rousseff...
Intendiamoci, il marcio c’è, eccome, ma ci sono molte mani a pilotarlo dritto contro di lei per costringerla a un passo indietro, o comunque a disfarsi della società, a beneficio di petrolieri e banchieri che non aspettano altro
È ovvio che l’opinione pubblica è insorta, aizzata da un’opposizione che punta a sbarazzarsi della Rousseff e che soffia a più non posso sul fuoco, aiutata da una situazione economica preoccupante e da pesanti speculazioni internazionali che hanno preso di mira Petrobras…
Link
A che serve approfondire ulterior(mente) la notizia? “Serve”.
Invece... se ti “bagni appena” nella notizia e la distilli a livello frattale, dal tuo terzo stato… è sempre più che sufficiente per es(trarre) “valore specifico”.
Non qualcosa di utile alla rabbia, alla vendetta, alla clonazione del medesimo tipo di comportamento. Ma qualcosa di utile alla tua massima concentrazione, relativa(mente) al raggiungere l’Oltre Orizzonte (il gradiente simile alla goccia che fa traboccare il vaso).
Che cosa credi di sapere? E… in quale misura, ciò, ti ha con(vinto) nel momento di effettuare delle “scelte importanti per la tua Vita”?
Su cosa ti basi per… poter scegliere?
Di certo (spero) non sull’oroscopo ma, frattal(mente), anche la prossima citazione è indicativa.
Il tuo segno zodiacale è sbagliato
C'è l'86% di probabilità che non siate del segno astrale che credete, mentre lo Zodiaco si è arricchito di un tredicesimo membro.
Colpa dell'andamento irregolare della Terra.
Confusione sotto le stelle, se nemmeno i segni zodiacali sono più quelli di una volta. Eppure l’astronomia (che non è mai andata molto d’accordo con l’astrologia) lo dimostra:
chi nasce oggi finirà sotto il segno dell’Ariete, ma in verità al momento la costellazione nascosta dal Sole è quella dei Pesci.
E non si tratta certo di un caso unico:
secondo gli studi ben l’86% delle persone si trova, diciamo così, sotto un segno sbagliato.
Ma com’è possibile?
Il fatto è che il Sole, in circa duemila anni, ha accumulato un mese di ritardo rispetto allo zodiaco che i greci tracciarono nel cielo.
Questo è causato dal fatto che la Terra non è certo una sfera perfetta, e in quanto tale ha un andamento irregolare, causato anche dall’azione della forza di gravità del Sole e della Luna. E così, nel suo corso attorno alla nostra stella, la pendenza della Terra cambia.
Una conseguenza inaspettata è però quella del tredicesimo segno zodiacale.
La nascita sono un segno astrale si determina guardando... quale delle costellazioni esistenti sia al momento coperta dal Sole (guardando dalla Terra). Delle 88 costellazioni, 12 vengono coperte dalla nostra stella, e così si dice che il Sole è entrato in una delle 12 costellazioni.
Chi nasce nel periodo in cui, per esempio, il Sole copre la costellazione del Sagittario, avrà segno zodiacale Sagittario.
Il problema è che, oggi, le costellazioni che vengono nascoste dal Sole sono 13, e non 12.
Con il risultato che chi nasce tra il 30 novembre e il 18 dicembre avrà come segno zodiacale l’Ofiuco. Bisognerà però aspettare ancora perché gli astrologi determino quali siano le caratteristiche delle persone che nascono sotto questo segno...
E quindi, tutto quello che crediamo di sapere su noi stessi, almeno per chi crede ai segni zodiacali, è sbagliato?
Penso di essere un Ariete coraggioso e invece sono un Pesci spirituale?
Ovviamente gli astrologi non ci stanno a mandare all’aria il loro lavoro per colpa dei nemici scienziati astronomi, e quindi si sono premurati di spiegare come il loro riferimento non sia lo zodiaco degli astronomi, ma uno “zodiaco tropicale” che rimane sempre fisso...
Link
  • uno “zodiaco tropicale” che rimane sempre fisso (Nucleo Primo Docet)
  • ben l’86% delle persone si trova, diciamo così, sotto un segno sbagliato (il principio 80/20, segno evidente dell’attività della frattalità espansa, che redistribuisce ovunque la grande concentrazione di massa del Nucleo Primo).
In(fatti)…
In Italia corruzione "percepita" al 90%, al top tra i Paesi Ocse
Link
E il 95/98% dei trader perde. Quasi il 90 per cento degli italiani è proprietario della casa in cui abita...




La realtà (ri)emersa è virtuale, seppure fisica (un prodigio tecnologico? Naa… l’esistenza del potenziale nel/del circuito primario e del suo essere onorato mediante raggiro/(ri)proiezione).
Facebook: ecco i video “immersivi”
Video "immersivi" che consentiranno di avere una visione "a 360 gradi" di luoghi reali come in un videogioco in 3d.
È una delle novità annunciate dal numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, all'annuale conferenza degli sviluppatori di San Francisco.
"Stiamo iniziando a vedere come il video tradizionale inizi a funzionare con un contenuto più immersivo", ha spiegato Zuckerberg di fronte agli oltre 2.500 astanti. Per la versione di prova del servizio è stata scelta una città italiana non identificata nel quale l'utente "naviga" tra le strade "come se fosse teletrasportato e passeggiasse".
Zuckerberg ha spiegato che tali video vengono girati con ventiquattro diverse telecamere in sincrono che consentiranno all'utente di "muoversi nel video" e "vederlo da punti di vista differenti".
L'obiettivo sembra, insomma, mandare in pensione Google Earth.
I video immersivi, ha proseguito Zuckerberg, sono solo il primo passo di Facebook nel mondo della realtà virtuale.
Seguiranno infatti i video "sferici", grazie alle tecnologie di Oculus Rift, azienda produttrice di occhiali per i videogiochi in 3d che è stata acquistata da Menlo Park l'anno scorso.
Per i video "immersivi" basterà invece collegarsi alla propria homepage di Facebook. Mountain View, il cui progetto Google Glass appare pericolosamente in bilico, è avvertita.
Link
Realtà aumentata e video immersivi...
Quando la realtà virtuale diventa sempre più “reale”… allora, puoi iniziare anche a colonizzarla (interesse e investimento/business/controllo).
Come funziona la Ricerca Google.
Quando sei davanti al computer ed esegui una ricerca con Google, ti viene quasi immediatamente presentato un elenco di risultati provenienti da tutto il Web. In che modo Google trova le pagine web corrispondenti alla tua query e stabilisce l'ordine dei risultati di ricerca?
In parole più semplici, potresti pensare alla ricerca sul web come alla consultazione di un grandissimo libro con un indice estremamente dettagliato che riporta l'esatta collocazione di tutti i contenuti.
Quando esegui una ricerca con Google, i nostri programmi controllano il nostro indice per determinare i risultati di ricerca più pertinenti da restituire o "offrire".
I tre processi chiave per la visualizzazione dei risultati di ricerca sono:
  • scansione: Google sa dell'esistenza del tuo sito? Può trovarlo?
  • indicizzazione: Google può indicizzare il tuo sito?
  • pubblicazione: il sito ha contenuti validi e utili pertinenti alla ricerca dell'utente?...
Link

Sei avviato, per via del “processo automatico di guida”, verso una direzione che non “è/ha” necessaria(mente) anche una meta/obiettivo.
Sei in un loop.
Sei sotto al controllo totale di “qualcosa che si (ri)copre sempre, brillando di luce altra”.
In “natura” puoi osservare lo stesso comportamento, cosparso un po’ ovunque.
Come ti accorgi della situazione “reale”, nella quale “sei contenuto/a”?
He He… ma che te lo dico a fare!
Se ti guardi (in)dietro… in SPS ci sono oltre millecinquecento “accorgimenti”.
Si parte da una visione elementare, si cresce e si diventa sempre più “accorti/auto corretti”…
Se ciò non accade, hai la (ri)prova che… qualcosa “nel mezzo” te lo impedisce:
perché… non è normale perseverare (anzi… è diabolico).
(Ri)corda:
  • sii uno con te stesso/a
  • è “solo” un buon in(d)izio
 



Ment®e continuano ad “ungerti”:
  1. consacrazione
  2. confermazione
  3. ordine sacro…
  1. scansione
  2. indicizzazione
  3. pubblicazione.

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com