martedì 9 dicembre 2014

Non è vero.


(Richard Feynman) Mumble. Mumble... Uhm!
Cosa sai?
Bankitalia: Visco, attuale inflazione ha conseguenze gravi per l’Italia.
Con i livelli attuali di inflazione i Paesi che hanno debiti elevati, come l’Italia, potrebbero subire conseguenze gravissime. Così Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia…
Link
Perché? Te lo sei chiesto? 

Beh… tutti i “Tg” ne parlano, per cui, “lo sai il perché”! No? Se “te lo dicono” è perché è “vero”?
Cosa è vero? Forse, non è vero ciò che ti senti dire sempre?
Ma tu, che ne sai? Sei in grado di capire veramente e a fondo?
L'inflazione può avere diverse cause, e non c'è completo accordo su quale sia quella che influisce di più…
Link
Anche tra gli “esperti” non c’è unanimità di visione. E sai perché?
Uhm, perché:
ciò che ti dicono “non è vero”, ossia, non è vero nella misura in cui… non è “completo, unico, assoluto”.
Ciò che ti dicono è “una versione della realtà”.
Qualcosa che deriva da un “osare teorico”, che mantiene in piedi un castello di carte, (pre)ordinate a livello di intenzione, piano, strategia, lungimiranza, interesse, etc. da parte di un controllo che “non appare mai direttamente”.
Difficile da credere, nevvero?



Eppure è così e se tu, per una volta, ti fidassi di SPS, potresti (ri)assumere tutto ciò che “sai, perché ti hanno detto che”, da una visione diversa... in maniera tale da (ri)ordinare la realtà, che continui a non capire.
Se manca la visione diretta di un “attore” sulla/nella scena, tutto appare/diventa come… “fatato”. Ossia, la realtà diventa come un “prendere o lasciare”, ossia:
un prendere così com’è… a "scatola chiusa".
Senza che tu possa avere potere decisionale, nel mezzo.
Figurati se “l’attore che non vedi (ma, che c’è)” è l’attore principale, per “peso specifico (ri)accumulato”.
Monito Draghi: non tollereremo prolungata deviazione inflazione.
Alla Bce "non tollereremo una prolungata deviazione" dell'inflazione dai livelli ritenuti coerenti con la definizione di stabilità dei prezzi, ha avvertito il presidente Mario Draghi, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio direttivo.
"E la ragione principale è che se la debolezza contagiasse anche le attese di inflazione, con tassi ufficiali a zero ne deriverebbe un aumento dei tassi reali. Sarebbe una stretta monetaria non voluta e per questo ci prepariamo", ha aggiunto.
Link
Parti da una considerazione certa, per te:
  • se i prezzi continuano a salire
  • tu devi spendere più denaro per avere lo stesso tenore di Vita di “prima”.
Ok?
Mantieni questo focus, in te, almeno per la lunghezza di questo articolo di SPS.
Se la “Vita costa di più”… tu la paghi più cara.
Chiaro, vero?
E, allora, perché Draghi afferma il “contrario”? Semplice:
perché questa è la “sua” verità (di ciò che esso rappresenta, ovvio).


In un re(gi/a)me come quello dipinto in questa versione del reale, la sua verità diventa anche la tua, allorquando “tu non sai, ma (con)segui”.
Però, se tieni fissa la tua presenza in te stesso (se i prezzi aumentano, paghi di più)… allora difficilmente le verità altrui ti possono (ri)modellare (d)entro.
Sai che cos’è l’inflazione, “al netto degli interi volumi che sono stati scritti proprio per non farti capire nulla”?
Leggi:
l'inflazione (dal latino inflatio “enfiamento, gonfiatura”, derivato da inflāre “gonfiare”) in economia è l'aumento prolungato del livello medio generale dei prezzi di beni e servizi in un dato periodo di tempo, che genera una diminuzione del potere d'acquisto della moneta
Con l'innalzamento dei prezzi, ogni unità monetaria potrà comprare meno beni e servizi, conseguentemente l'inflazione è anche un'erosione del potere d'acquisto dei consumatori
Link
È chiaro? Mi sembra di poter affermare di “sì”, vero?
A che serve entrare nella “dottrina economica” ed approfondire ciò che a/per te risulta solo sconveniente?
Rendere complesso il semplice:
ecco a cosa “serve” l’approfondimento.
In realtà, i prezzi salgono per opera collettiva, innescata all’origine (dall’attore principale non osservato).
Che cos’è la “deflazione”, in sostanza?
Leggi:
la deflazione è, in macroeconomia, una diminuzione del livello generale dei prezzi. Il fenomeno opposto si definisce inflazione. La deflazione non va confusa con la disinflazione, che descrive semplicemente un rallentamento del tasso di inflazione…
La deflazione deriva dalla debolezza della domanda di beni e servizi, cioè un freno nella spesa di consumatori e aziende, che, in regime di deflazione, sono incentivati a posporre gli acquisti di beni e servizi non indispensabili, con l'aspettativa di ulteriori cali dei prezzi, con l'effetto di innescare una spirale negativa.
Le imprese, non riuscendo a vendere a determinati prezzi parte dei beni e servizi, cercano di collocarli a prezzi inferiori
Link
La “spirale negativa” è riferita ai prezzi e, dunque, alla tua convenienza.
Ma ti dicono che ciò si ripercuote sui consumi, sul Pil, sui posti di lavoro, sull'economia, etc. e, dunque, tutto ciò favorisce uno scenario di “crisi, continuazione della/nella crisi”.
Sai perché accade?
Perché tutto è stato articolato a “spirale” e caricato sulle tue spalle.


Ma ciò non è vero nella misura in cui… “non è l’unica forma di reale”.
Ciò che “non cambia mai nella sostanza” e che “ti ha” (in)direttamente, per tacito assenso (mancanza apparente di alternativa).
C’è una espressione di Feynman, molto interessante a tal proposito. A proposito del procedere per esperimenti (spesso assiomi indimostrabili), al fine di poter dire se “funziona o meno”, che cosa? Beh… “il tal esperimento apportato nella realtà”. Una sua (re)interpretazione ad hoc, in funzione di un punto di interesse che, senz’altro, non è il tuo.
In un prossimo articolo SPS approfondirà anche l’esperienza di Feynman…
Tutto quello che ti viene in mente… è già stato provato.
Vuoi renderti utile? Tieni. Vai a cercare del fertilizzante.
Io credo che sia ora di scoprire contro chi lottiamo.
Le regole sono l’unica cosa che ci ha sempre tenuti insieme. Perché le stiamo mettendo in dubbio?
Perché non avete detto niente agli altri? Secondo lui era meglio che avessero una speranza di uscire.

Ci hanno chiuso qui…
The Maze Runner


Questa (ri)lettura “veloce” del film, mette in luce - a livello frattale - molto di ciò che ti circonda/caratterizza, molto di quello a cui sei “obbligato”.
Chi/cosa “ci ha preso gusto” ed, “ora”, tende ad esistere attraverso le sue “due facce”. (1) quella che ti raggiunge per mezzo della tua “educazione” (Dio) e (2) quella che ti raggiunge per mezzo della “tua” schiavitù (controllo, interesse, paradigma).
Lo Stato, ad esempio, ti educa (obbligatoriamente) e ti induce al lavoro lungo tutta una Vita.
Lo Stato non è una persona fisica, ergo, dietro allo Stato si annida una cerchia di persone, che ti sottopone al controllo (in)diretto, per parte di una “autorità” popolarmente (ri)conosciuta.
  • Tutto quello che ti viene in mente… è già stato provato (tutto è già accaduto. La mente non è “tua” ma è un network, entro il quale “gira” ciò che viene deciso di trasmettervi attraverso l’ispirazione. Da questa prospettiva è consequenziale che tu “segua la corrente”).
  • Vuoi renderti utile? Tieni. Vai a cercare del fertilizzante (c’è sempre qualcosa che ti sembra prioritario, rispetto al “pensare diversamente”, al dedicare il tempo in “altra maniera”, al ricomprendere la situazione da un’angolazione altra. Il lavoro ti mantiene costantemente distaccato da tutto ciò che, per contrasto, risuona estraneo/esterno al flusso di dovere d’ogni tipo).
  • Io credo che sia ora di scoprire contro chi lottiamo (non è mai esistita una lotta simile, fatta di tutt’altro rispetto a tutto quello che ti aspetti e pensi. Senza eserciti in armi, senza violenza diretta, senza invasioni alla luce del Sole, senza nessun “cattivo” da combattere evidentemente, etc.).
  • Le regole sono l’unica cosa che ci ha sempre tenuti insieme. Perché le stiamo mettendo in dubbio? (tutto quello che, a volte, pensi di mettere in atto nella direzione opposta alla routine, scatena una crisi di coscienza, che evidenzia l’auto esistenza di un programma immunitario, antivirale, firewall, insito direttamente dentro di te. Qualcosa che protegge lo status quo da qualsiasi ordine di forzatura. Le regole, in questo senso, sono tutto ciò che il “controllo” ha ispirato nel Mondo al fine di rimanere “del Mondo”).
  • Perché non avete detto niente agli altri?… Secondo lui era meglio che avessero una speranza di uscire (la speranza che deriva dal mantenimento del segreto, è relativa al mantenimento dell’ordine pre imposto dal controllo stesso. Ciò che serviva in una certa fase dell’esistenza è stato strumentalizzato e reso come un “idolo”, per la Massa in “adorazione” che ne consegue).
  • Ci hanno chiuso qui (nel/sul Pianeta. Lo scenario dentro/sopra al quale l’umanità intera “vive”, convinta che “sia tutto ciò che esiste e nell’unica forma che può essere”. Uno scenario gigantesco che non permette, a questa configurazione mentale, di… rendersi conto, capacitarsi, misurare che: sempre di uno scenario si tratta).
In SPS è emersa una “logica”. Un modo di “essere” che prescinde dall’analisi, ma che (ri)utilizza il focus mentale attraverso la lente della frattalità e della “deduzione istintiva”:
Analogia Frattale
Metodo Indiretto
Doppio Specchio.
Questa “logica” permette, ad esempio, di capire “dove si è” (nel senso di… quali fattezze ha l’ambiente/società, nella quale si vive) a partire da qualsiasi informazione/notizia (traccia) che in qualsiasi modo giunga verso se stessi.
 
Ad esempio…
Orrore alla Camera dei Comuni: scoperta rete di deputati pedofili e stupratori…
Link
Gb: Thatcher coprì pedofilia, ex attivista tory, procuravo minori per festini ministri…
Link
Renzi, "Non lasceremo Roma in mano ai ladri, chi è colpevole paghi".
"Noi facciamo pulizia al nostro interno". Lo dice il premier Matteo Renzi parlando della reazione del Pd all'inchiesta mafia a Roma.
"Noi siamo garantisti sempre, desiderosi che si va a processo e si fanno le sentenze", aggiunge il premier. E poi. "Non lasceremo la Capitale in mano ai ladri. Noi non sappiamo se quello che sta emergendo dipinge il quadro di un atteggiamento di tangenti ti all'amatriciana o di mafiosi pericolosi. Ma non lasceremo la capitale in mano ai ladri". "Non basta lo sdegno", osserva il premier Matteo Renzi. "Chi è colpevole paghi. A me lo sdegno delle prime 48 ore non basta.
Vogliamo la certezza che si vada a processo rapidamente e che i giudici dicano chi è colpevole e chi no, e chi è colpevole paghi fino all'ultimo centesimo e fino all'ultimo giorno"…
Link
Mafia Roma: Alfano, su Comune valuteremo.
Sulla situazione in Campidoglio all'indomani della bufera sollevata dall'inchiesta Mafia Capitale "ho parlato con il Prefetto, che ha studiato le carte. Valuteremo il da farsi".
Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano a Rete4. "Credo - ha aggiunto Alfano - ci debba essere un giudizio tecnico da cui deve nascere la proposta di sciogliere la Giunta comunale, ma sta emergendo un quadro che investe anche amministrazioni precedenti:
quella di Gianni Alemanno e anche la precedente".
Link
È una recita continua. Te ne accorgi, finalmente?
 
Dimmi una cosa:
perché Renzi o Alfano (e chiunque altro dotato di “potere”) non dovrebbe appartenere alla medesima “rete mafiosa”?
Chi te lo dice?
SPS ha, da tempo, messo a punto (osservato) il “Modello Far West”, alla base/fondamenta di qualsiasi cittadina del Mondo.
La (ri)prova è l’emersione della “cupola mafiosa romana”:
Roma è la capitale d’Italia. Ok?
A livello frattale, che significa?
Che “il pesce puzza dalla testa”, ossia:

che tutto è "così", come si ostina a non apparire.
Capisci perchè l'Italia è da sempre andata "così"? Ogni giunta comunale è "giuntata l'una con l'altra"... Tutto è così "chiaro".


Allora, perché è emerso lo scandalo?
Perché la strategia (pre)vede di lasciarti senza speranza autentica ma, allo stesso tempo, di “farti vivere di speranza vuota".
Il controllo opera su di te in maniera esperimentale, cioè, esegue continui esperimenti volti alla intensificazione del “suo potere di/in te”, nelle maniere sempre più “naturali possibili”. In maniera tale per cui sei te stesso a chiedere di far parte del suo reame e non più il contrario. In questo, sparisce completamente l’esigenza di eserciti invasori in armi…
E, così, la “democrazia” può imperare senza “dare nell’occhio”.
La libertà diventa un dettaglio, all’interno del controllo più totale.
Come il lasciare il gregge libero di nutrirsi nel campo, al di fuori del recinto, sicuri che sarà il gregge stesso a (ri)tornare, in libera autonomia, non appena la luce del giorno inizierà a scemare…
Rapporto torture Cia, Usa teme violenze.
Ambasciate e postazioni militari degli Usa nel mondo stano rafforzando la sicurezza in vista della pubblicazione di un rapporto potenzialmente esplosivo sulle tecniche di interrogatorio della Cia dopo l'11 settembre 2001.
Il rapporto dovrebbe essere reso noto dal Senato nei prossimi giorni. L'amministrazione Obama è favorevole alla pubblicazione, ma il segretario di Stato John Kerry avrebbe chiesto alla commissione intelligence del Senato di ripensare i tempi della diffusione.
Link
  • chi decide? Cosa “(non) ti dicono”.
  • cosa “sai”, di (con)seguenza?
Papa: La salvezza è gratuita. Tutto ci è stato donato, tutto dev'essere ridonato.
"Non dimenticatevi, la salvezza è gratuita. Abbiamo ricevuto il dono e dobbiamo ridonare agli altri".
Lo ha detto papa Francesco dopo la recita dell'Angelus in occasione dell'Immacolata Concezione. Prima dell'Angelus il pontefice aveva spiegato:
"Di fronte all'amore, alla misericordia, alla grazia divina riversata nei nostri cuori, la conseguenza che s'impone è una sola:
la gratuità.
Come abbiamo ricevuto gratuitamente, così gratuitamente siamo chiamati a dare". "Se tutto ci è stato donato - aveva aggiunto - tutto dev'essere ridonato. In che modo?
Lasciando che lo Spirito Santo faccia di noi un dono per gli altri; che ci faccia diventare strumenti di accoglienza, di riconciliazione e di perdono".
Link
He He He.
Che cosa c’è di gratuito a questo Mondo? Nemmeno la "morte"!
Di cosa parla, allora, il Papa?
Chi/cosa è lo “Spirito Santo”?
Che ne sai?
Di “divino” che cosa c’è nel Mondo?
Chi è che ti parla dalla finestra di un “mausoleo” inarrivabile per te?
Da quale vetta esso ti raggiunge?
Perché lo ascolti?
Sai perché?
Perché ti fa comodo (ne sei dipendente, in quanto... senza speranza autentica). Perché ne trai un st®ato di sottile “benessere”. Perché al di là di questo non rilevi che “dramma”. Per questo ti “attacchi a queste buone parole, pronunciate a vuoto nel vuoto che ascolta”…
Papa, dramma essere schiavi denaro.
I cristiani devono consolare i propri fratelli che vivono "drammi esistenziali e spirituali", come "quanti sono oppressi da sofferenze, ingiustizie, soprusi; quanti sono schiavi del denaro, del potere, del successo, della mondanità".
Il Papa lo ha detto prima dell'Angelus, che ha concluso rivolgendo un invito alle quasi sessantamila persone che affollavano piazza San Pietro, per la seconda domenica dell'Avvento:
"per favore, lasciatevi consolare dal Signore".
Link
Da chi/cosa dovresti lasciarti “consolare”?


Sai che cosa è “consolare”?
Dare consolazione, supporto morale, sostegno a qualcuno che è triste, è in disgrazia o ha subito un duro colpo o un lutto…
  • (dare consolazione) confortare, risollevare, rassicurare, sostenere, incoraggiare, rasserenare, rincuorare
  • (dolore, sofferenza) calmare, alleviare, lenire, mitigare
  • (per estensione) rallegrare, allietare...
Link
Ma… se di base non cambia nulla (il paradigma rimane sempre quello), a cosa equivale questo “conforto”?
Ad una chimera, destinata a rimanere per sempre come tale.
SPS è troppo duro? Beh… te lo “meriti” senz’altro!
E, allora, dopo la pedofilia, la mafia, l’economia… di “sistema”, prosegui anche con la “religione di sistema”. Un’altra “cupola” eretta dal medesimo “attore principale che non vedi”.

Il "Mondo".
Centinaia di milioni di euro di fondi neri nelle casse del Vaticano.
La crisi economica e finanziaria ha colpito, dove più dove meno, tutti i Paesi europei ed extraeuropei. C'è però uno Stato le cui casse godono di ottima salute. Sono le casse della Santa Sede, nelle quali giacciono centinaia di milioni di euro “nascosti” ed emersi in seguito al lavoro di riforma delle finanze vaticane voluto da Papa Francesco.
Sono le ultime rivelazioni del cardinale George Pell, il "ministro dell'Economia" vaticana, al settimanale Catholic Herald, dichiarando come il  Vaticano non è in fallimento, come appare nel consuntivo consolidato relativo al 2013,  anzi. Se il bilancio dello scorso anno si chiudeva con un deficit di 24.470.549 "dovuto soprattutto alle fluttuazioni negative derivanti dalla valutazione dell’oro per circa 14 milioni di euro", la scoperta di  “fondi neri” del valore di centinaia di milioni di euro, fa risalire l'ago della bilancia della Santa Sede.
Il cardinale Pell parla di "un patrimonio e investimenti consistenti" che non risultano nel bilancio perchè sono "nascosti in particolari conti settoriali".
Una situazione florida e in salute, questa è la fotografia che Pell fa delle finanze vaticane:
"Congregazioni, Consigli e, specialmente, la Segreteria di Stato, hanno goduto e difeso una sana indipendenza.
I problemi erano tenuti "in casa" (come si usava nella maggior parte delle istituzioni, laiche e religiose, fino a poco tempo fa). Pochissimi erano tentati di dire al mondo esterno che cosa stava accadendo, tranne quando avevano bisogno di un aiuto supplementare".
Come si è riusciti a fare questo?
Per via della "ingenuità finanziaria e delle procedure segrete del Vaticano" di cui si sono serviti "personaggi senza scrupoli", ignorando i principi contabili moderni. Un modus operandi che si basava su "modelli a lungo consolidati" dalla Curia. Fino ad oggi. Perchè da oggi, sostiene il porporato, si cambia strada:
"Riporteremo le finanze vaticane nel Ventunesimo secolo", nel pieno della responsabilità e della trasparenza amministrativa.
Una situazione che, se non ci fosse stato il caso Vatileaks - dapprima con il licenziamento del presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi, e poi con i documenti privati del Vaticano consegnati alla stampa da Paolo Gabriele, il maggiordomo del Papa -  difficilmente sarebbe emerso.
Un caso che il prefetto della Segreteria commenta così: "La mia prima reazione è stata di chiedere come un maggiordomo abbia goduto di un qualsiasi accesso, tanto meno l’accesso regolare per anni, a documenti sensibili. Parte della risposta è che ha condiviso un grande ufficio unico con i due segretari papali. Tutto questo è stato gravemente dannoso per la reputazione della Santa Sede e una croce pesante per Papa Benedetto".
Link
"Ingenuità finanziaria e delle procedure segrete del Vaticano" di cui si sono serviti "personaggi senza scrupoli", ignorando i principi contabili moderni. Un modus operandi che si basava su "modelli a lungo consolidati" dalla Curia. Fino ad oggi. Perchè da oggi, sostiene il porporato, si cambia strada:  "Riporteremo le finanze vaticane nel Ventunesimo secolo", nel pieno della responsabilità e della trasparenza amministrativa…
Fino ad oggi?


E perché dovresti crederci? Che cosa è cambiato “oggi”? Se vai in un archivio storico, di un qualsiasi quotidiano nazionale, potrai appurare quante volte sono state pronunciate/scritte queste parole…
E ogni volta è sempre stata “una promessa da marinaio” (ricordi, ad esempio, la famosa "Tangentopoli" del 1992? Beh, analizza il tutto dal punto prospettico dell'Expo 2015). He He He.
Il "clima", ormai, obbedisce… per questo è possibile fare delle (pre)visioni

Ok? Stravolgi il punto prospettico dal quale sei abituato a “sapere”, ripetendo a pappagallo senza capire.
Natale, Codacons:
consumi calati del 45% dal 2007, persi oltre 8 mld
Link
Persi oltre 8 miliardi”? He He He… SPS vede, invece, otto miliardi risparmiati.
I “non registrati consumi” impediscono la (ri)presa? Meglio! Vediamo d’insieme cosa accade. Non è questo l’unico scenario possibile, sai?
Lascia che cada tutto, senza paura… la “cupola” apparirà se fiuterà che davvero hai lasciato andare la sua “fune”.
"Il balneare con oltre 30.000 mila imprese di matrice Pmi… ha fatto affidamento incolpevole su leggi dello Stato che hanno previsto il rinnovo automatico, che ha portato negli ultimi anni ad una accelerazione in investimenti, gli stessi che sarebbero dovuti servire per renderci più competitivi rispetto alle altre località europee e che avevano un senso solo in un'ottica di piani pluriennali di rientro, ed ad un'esposizione crescente nei confronti delle banche che oggi può determinare la vera “crisi totale” del comparto"…
Nunzio Bevilacqua
Investimenti… che avevano un senso solo in un'ottica di piani pluriennali di rientro, ed ad un'esposizione crescente nei confronti delle banche che oggi può determinare la vera “crisi totale” del comparto"…
Perché “sempre le banche”, nonostante tutto?
Perché?
Beh… perché, la “cupola è tutto”. No?
Ti serve una logica diversa. Anche se, in fondo, lo sai benissimo che è così. Semplicemente, lasci che sia così, perché non vedi il modo di fare diversamente e ti adegui…
Matrix ti ha”.
Chiediti il perché di certi accadimenti.
Marocco, ministro di Stato muore investito da treno.
In Marocco il ministro di Stato Abdellah Baha è morto questa notte perché colpito da un treno in una periferia della capitale Rabat.
Lo riferisce un comunicato del ministero dell'interno del Paese. Secondo i media locali, Baha è stato colpito da un treno in movimento mentre ispezionava il luogo dove Ahmed Zaidi, uno dei lader del partito socialista marocchino Usfp, è morto a novembre.
Baha, vicepresidente del Partito islamista Giustizia e Sviluppo (Pjd), arrivato al potere nel 2011, era uno stretto amico del premier del Marocco Abdelilah Benkirane. Baha come parlamentare ha rappresentato Rabat per tre mandati consecutivi dalle elezioni legislative del 2002.
Link
  • un ministro morto nella notte, colpito da un treno in periferia
  • mentre ispezionava il luogo dove era precedentemente morto il vicepresidente…
Ma ti rendi conto? Che ci faceva veramente “lì”? E “lì” c’è davvero stato?
Tu non sai nulla!
(Con)segui… (credi).

Un'altra donna accusa Bill Cosby:
"Mi violentò a 15 anni"…
Link
E tutti a dare del mostro a uno che… non conosci, se non per ciò che ha interpretato per interi decenni (una Vita in tv).
Natale, Codacons: 63% delle famiglie addobberà un albero sintetico
Link
L’albero sintetico è quello che sei diventato (d)entro. Altro che “risparmio”…

Maltempo: Coldiretti, allarme gelo dopo l'autunno bollente.
Nell'autunno più caldo dal 1800 con temperature superiori alla media di 2,1 gradi, l'arrivo improvviso del grande freddo trova le piante impreparate con il rischio di pesanti danni alle coltivazioni, soprattutto se la temperatura scenderà abbondantemente sotto lo zero come annunciato.
È l'allarme lanciato dalla Coldiretti per l'arrivo dell'aria fredda dal Nord Europa con un rapido abbassamento delle temperature nel corso della settimana. Gli effetti si faranno sentire sulle persone ma in generale sulla natura con le piante che per il grande caldo - spiega la Coldiretti - non sono entrate nella fase di riposo vegetativo caratteristico della stagione mantenendo addirittura le foglie e sono dunque particolarmente vulnerabili.
A preoccupare - continua la Coldiretti - è il gelo che potrebbe colpire le piante indifese con conseguenze disastrose sui futuri raccolti. Siamo di fronte - conclude Coldiretti - ai drammatici effetti dei cambiamenti climatici che si manifestano non solo con una tendenza al surriscaldamento e con il moltiplicarsi di eventi estremi ma anche con sfasamenti stagionali sempre più frequenti che mandano in tilt la natura e rendono più difficile l'attività agricola.
Link
  • le piante indifese
  • non sono entrate nella fase di riposo vegetativo caratteristico della stagione mantenendo addirittura le foglie e sono dunque particolarmente vulnerabili.
Cos’è, la “tendenza al surriscaldamento”?
È un insieme di fattori che, complessivamente… tendono a non farti capire nulla. Ok? Precisamente è "controllo attraverso la temperatura". Programmazione...
È inquinamento e, dunque, è colpa tua?
He He He…
(Ri)svegliati. È tuo interesse.

Visco vede gravissimo rischio deflazione. Confronto in Bce su Qe.
La deflazione può produrre "conseguenza gravissime" su Paesi ad alto debito come l'Italia". E la Banca centrale europea deve discutere approfonditamente sull'acquisto dei titoli pubblici prima di inoltrarsi in dibattiti sulla sua "ortodossia".
Lo ha detto oggi il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, dando per certo che la Bce adotterà nei prossimi mesi nuove misure per riportare l'inflazione su una dinamica più vicina all'obiettivo di medio termine del 2%...
Occorre anche combattere illegalità e corruzione, che "sono un ostacolo forte al creare un ambiente in cui prospera il bisogno di innovare e il desiderio di intraprendere".
Link
Cosa devi combattere? Cosa è illegale e corrotto?
Ma... non ti preoccupare, tanto non lo devi fare tu. Tu che sei sempre al lavoro (se ce l’hai) o sei sempre (pre)occupato!
Petrolio: Bini Smaghi, calo ok per Italia ma crea deflazione.
Il calo dei prezzi del petrolio è sicuramente positivo per i paesi importatori come l'Italia ma provoca anche deflazione.
Lo afferma il presidente di Snam ed ex membro dei Consiglio Bce, Lorenzo Bini Smaghi, in un'intervista che uscirà sulla rivista “Energia”.
"Il calo dei prezzi dei prodotti petroliferi rappresenta sicuramente un impulso positivo per i paesi più colpiti dalla crisi. Ma produce anche effetti collaterali che non sono irrilevanti e possono rendere più complesso l'aggiustamento", afferma Bini Smaghi.
"Il primo effetto è la deflazione”…
Link
Il petrolio tocca nuovi minimi. Il governo, bene calo benzina.
Prosegue la caduta del prezzo del petrolio, che tocca nuovi minimi da cinque anni sui mercati asiatici. Il Brent di Londra cede 69 cent a 65,50 dollari al barile, il light crude Wti di New York arretra di 52 cent a 62,53 dollari al barile.
"La riduzione dei prezzi del petrolio è una buona notizia per le economie europee, e migliora le basi per la ripresa economica".
Lo ha detto il vice ministro per lo sviluppo economico, Claudio De Vincenti, arrivando oggi a Bruxelles a un Consiglio Ue energia che lui stesso presiede nell'ambito del semestre di presidenza italiano dell'Ue…
Link
Perchè non si decidono a dirti cosa devi sapere senza ombra di dubbio?
Il calo dei prezzi del petrolio è sicuramente positivo per i paesi importatori come l'Italia ma provoca anche deflazione
La riduzione dei prezzi del petrolio è una buona notizia per le economie europee, e migliora le basi per la ripresa economica
“Contrastare le mafie serve a rinsaldare la cifra sociale del Paese, ma anche a togliere uno dei freni che rallentano il cammino della nostra economia”…
Mario Draghi






Cosa è “mafia”? Se non “la vedi”, che cosa è mafia?

La mafia non è il "mezzogiorno". La mafia non nasce nel "mezzogiorno"...

Dubita. Dubita di tutto, perché non ti puoi (af)fidare.

Chi ti governa perché non dovrebbe essere “mafioso”? Perché non dovrebbe essere un “cavallo mafioso”? Perché?

Roma è da commissariare. Te ne rendi conto? Oppure, nemmeno questa realtà ti sfiora la coscienza?
Se Roma “cade”… l’Italia come ne esce?
Chi controlla i controllori?

Sei davvero senza speranza, per (con)seguire sempre a ruota?
  • L’assenza d’inflazione è un pericolo? Non è vero!
  • La deflazione è un pericolo? Non è vero!
E nessun esperto potrà convincere SPS del contrario…

Perché?

Quella “palla” che vedi nel cielo, come la chiami? Forse: Sole?

Ecco: perché?

La “mafia” è un controllo espanso ed applicato all’intero Globo.
Indagare convenzionalmente sulla sua origine, non serve o… “serve” solo a mantenere la mafia (d)entro al velo che la oscura e che la rende altro.
Tutto è mafioso, perché non c’è alternativa se sei (d)entro alla mafia.

Per capirlo, devi (ri)assumere tutto da una diversa prospettiva. 

L’angolazione frattale, ad esempio, è una possibilità che permette di inquadrare la scena e, finalmente, poter affermare con certezza che “non è vero”!
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com 



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.