venerdì 19 dicembre 2014

Diversa Mente.



Questo libro sui Testi delle Piramidi, e soprattutto la seconda parte con la loro traduzione, nasce dalla mia esigenza di sapere cosa vi fosse veramente scritto
Leggendoli, vedevo che non corrispondevano al loro spirito magico e rituale”…
I Testi delle Piramidi. Wnas e la Via delle Stelle Imperiture – Athon Veggi
Sai cosa c’è? C’è che… a furia di rimanere sul pezzo – prima o poi – giungi ad un bivio caratterizzato dall’assenza della scelta.
Eppure sai che sei ad un bivio. Davanti a te, che non è proprio un “davanti”, si estende la possibilità di (ri)uscire. A far che? Da “cosa” poter… (ri)uscire, ossia, (ri)tornare ad uscire?
Qualcosa che è già successo, in un passato che non (ri)cordi.
Qualcosa che è già successo, ti ha (ri)preso con sè...
Sei in un loop che si espande dappertutto, (ri)empiendolo, di “sé” (polarità, paradigma, credo). Il "loop" è una traccia frattale, segno di una esistenza (non solo tua) che si estende al di là rispetto a quello che vedi/pensi.

Da “(ri)empio” che, togliendo la particella (ri)dondante, diventa lo spoglio “empio”, cioè:
  1. che disprezza ciò che è sacro; profanatore, sacrilego
  2. che rivela empietà, che è contrario alle credenze religiose
  3. spietato, crudele, scellerato
  4. (poesia) iniquo, avverso...
Dal latino impius, "empio"; composto dalla particella negativa in- e pius, "pio, religioso, virtuoso, benigno"...
Link
Qualcosa di “negativo” o, meglio, di “negante/(rin)negante”; che si ripete nella propria oper(a/azione).
Chi o cosa è “cattivo”?


In origine questa parola, che oggi viene usata per indicare chi è di natura malvagia e maligna, definiva colui che è prigioniero. Infatti l’aggettivo cattivo è la derivazione dal latino captivus che deriva a sua volta dal verbo capio, che vuol dire “prendere, possedere, imprigionare”…
Se… ci si riferisce a quelle antiche concezioni sapienziali, per le quali gli stati d’animo negativi degli individui erano da ritenersi delle vere e proprie possessioni, temporanee o permanenti, da parte di entità oscure e caotiche, spesso provenienti da dimensioni tenebrose che erano considerate sottostanti al mondo di mezzo dove l’uomo vive, si potrebbe pensare che il mondo di oggi sia pieno di persone cattive, ovvero di individui posseduti da quelle entità che i greci chiamarono cacodaimones
All’origine delle parole – Mario Negri
Insomma, lo stato di prigionia si trascina senza fine di continuità. Se il “cattivo” è il prigioniero, ossia, colui che ti tiene prigioniero (in cattività) è, a sua volta, prigioniero… capisci che sei dentro ad una sorta di labirinto?
Non esiste l’assenza di una “fine”, così come non esiste nulla che sia senza un “fine”.


Apri gli occhi. (Ri)configura la “tua” mente.

In quanti la abitate? Perché questo sub-affitto dello spazio (d)entro al quale sei anche tu?
Oggi, SPS, con una mano al Filtro di Semplificazione e con una mano al Cuore, ha deciso di citare delle informazioni che, d’insieme, sono in grado di (s)muovere certamente qualcosa di/in te. È una questione di pressione e di deflagrazione. È… logica e matematica, oltre che… “un frattale e bene augurante”.
La sensazione è diventata quella di:
essere alle prese con un/degli esser(e/i), che “sono costituiti anche di quello che credi di essere tu”.
Il Filtro di Semplificazione serve proprio per mantenere il focus di consapevolezza alla tua più diretta portata, contando sulla qualità frattale della conservazione dell’informazione, a prescindere da quale sia la tua attuale “collocazione, posizione, configurazione, credo, memoria”. Ok?
Però, oggi, il Filtro lo apro un attimo e permetto di far entrare anche qualcosa che, forse, ti può sconvolgere un “attimo” (dipende dal tuo grado di sensibilità).
È, dal punto prospettico di SPS, utile e paragonabile al subire un piccolo elettroshock (Gurdjieff docet).
Quando un motore si è fermato, a volte, basta prenderlo a calci… per indurre una (re)azione, anche contraria a qualsiasi principio di “buon senso”. Ok?


Ciò che si apre, al di là del Filtro, è qualcosa di immenso, nel quale ti ci puoi solo perdere. È “qua”, a Filtro attivo, che invece hai sempre l’occasione di (ri)comprendere tutto.
Osservando ed accorgendoti di come “è” questa versione della realtà. A chi giova? Forse a te? Ti piace vivere come vivi? Fai attenzione a non cadere nei consueti luoghi comuni, però.
Qualcosa di te, in te… non è solo te.
Una serie di “immagini”, ora, passeranno in rassegna (d)entro/(d)avanti a te. Sei pronto? Allacciati le cinture di sicurezza. Il Filtro è appena aperto… al di là di tutto quello che "sei (man)tenuto a pensare".
Il mistero delle antiche piramidi europee.
Un enigma archeologico che può rivoluzionare la Storia.

C’è la convinzione che la civiltà più antica affacciata sul Mediterraneo sia stata quella Egizia. Ora le nuove piramidi scoperte sul suolo del continente europeo suggeriscono ipotesi archeologiche in merito ad un'altra civiltà progredita che avrebbe popolato il suolo europeo in epoche addirittura precedenti.
Un’occasione affascinante per riconsiderare le nostre radici culturali.
Sul territorio dell’Europa stanno affiorando da un lontano passato grandi e misteriose strutture a forma di piramide che vengono scoperte occasionalmente ad opera di volenterosi ricercatori.
Il primo ritrovamento, che fece grande scalpore nell’ambiente archeologico, fu quello delle piramidi della Bosnia. Le piramidi sono gigantesche. A vederle sembrano vere e proprie colline ricoperte di ogni genere  di vegetazione.
La scoperta venne subito negata dal mondo accademico poiché contraddiceva i paradigmi storici ordinari. L’autore della scoperta fu tacciato di dilettantismo e accusato di voler trarre un profitto economico a danno dei creduloni del caso.
Tuttavia a seguito della scoperta delle piramidi della Bosnia ci furono altri importanti ritrovamenti di piramidi in tutto il territorio europeo. In Italia, ad esempio, ne sono state rinvenute in Lombardia, in Campania e in Friuli.
Il loro numero, la loro complessità architettonica ci mettono di fronte ad un caso archeologico importantissimo. Le strutture a forma piramidale che sono state rinvenute sembrano infatti contraddire l’accademismo della ricerca ufficiale rivelando la dimensione di una storia antica e dimenticata di tutto il continente.
In effetti la presenza di questi imponenti monumenti, che vengono fatti risalire ad un’epoca antecedente a quella della storia conosciuta, mette in discussione la storia dell’Europa così come viene proposta ordinariamente e riporta alla luce la presenza di un’antica ed evoluta civiltà che sembra essere esistita in epoche remote.
Una civiltà tanto evoluta per conoscenze tecnologiche e organizzazione sociale che sembra non aver nulla da invidiare a quella dell’Antico Egitto...
Link
Vai oltre alla notizia. Percepisci qualcosa in più di te, in te. Vai oltre alla scenografia. Vai oltre... su ali (s)mosse da uno (s)blocco. Probabilmente "dura poco" ma, tant'è... esiste e lo puoi anche nitidamente sentire e "registrare".

Guerra al Grande Nulla – Esorcizzare un pianeta.
Nel romanzo di fantascienza “A case of conscience” di James Blish (“Guerra al Grande Nulla”) padre Ruiz-Sanchez si convince che un lontano pianeta, Lithia, popolato di strani rettili, è un’entità puramente maligna, una creazione del Diavolo.
Nel gran finale del libro il sacerdote scaglia il suo esorcismo contro il pianeta maledetto...
Il termine “Grande Nulla” indica il Demonio, il principio del Male.
Egli è nulla, poiché secondo la teologia il male è soltanto “non essere”, assenza di realtà. Ma è anche “grande”, per il suo potere smisurato e terribile…
Il conte cercò di spegnere lo schermo, ma era troppo tardi.
Prima che egli avesse potuto toccare la piccola cassa di smalto nero, tutto il circuito saltò con uno scoppiettio di fusibili. La luce intollerabile svanì all’istante; lo schermo divenne nero e l’universo con esso.
Link
L’esorcismo pronunciato da “padre Ruiz-Sanchez” raggiunge l’annichilimento del tutto! 
Il tutto “era”… il “Grande Nulla”… He He He (solo una fantasia?)…
Egli è nulla, poiché secondo la teologia il male è soltanto “non essere”, assenza di realtà...
Per questo "non lo vedi più".
La Massoneria proclama ciò che ha proclamato fin dalla sua origine:
l’esistenza di un Princìpio Creatore (nel significato, però, di “princìpio di generazione” e non di creazione dal nulla!), sotto il nome di “Grande Architetto Dell’Universo”…
Link
Di che cosa, di chi… si tratta?
Di qualcuno/qualcosa che è un “principio di generazione” o, meglio, di (ri)generazione/(con)seguenza...
Qualcosa che (pro)viene da uno spazio senza memoria, celato alla tua consapevolezza ma che… esiste, in quanto esistenza. Tu vedi ciò in cui credi e anche la “tua” tecnologia… Non affidarti ciecamente a ciò che i satelliti (ri)trasmettono a terra, perché il tutto potrebbe essere frutto di una illusione tecnologica innestata in un insieme mentale di ricezione.

L'Installazione Estranea dei Voladores.
Sono stati proprio i voladores a instillarci stupidi sistemi di credenza, abitudini, consuetudini sociali, e sono loro a definire le nostre paure, le nostre speranze, sono loro ad alimentare in continuazione e senza ritegno il nostro Ego.
Carlos: "Ma come ci riescono, don Juan? Ci sussurrano queste cose all’orecchio mentre dormiamo?"
Don Juan: "Certamente no. Sarebbe idiota! Sono infinitamente più efficienti e organizzati. Per mantenerci obbedienti, deboli e mansueti, i predatori si sono impegnati in un’operazione stupenda, naturalmente dal punto di vista dello stratega. Orrenda nell’ottica di chi la subisce. Ci hanno dato la loro mente!
Ci hanno dato la loro mente!
Mi ascolti? I predatori ci hanno dato la loro mente che è la nostra...
Link
Non è la solita solfa. Non lo è… allorquando, SPS scrive nella funzione frattale e sincronica. L’antenna funziona qualche ora al giorno e, in quel mentre, la concentrazione attira tutto ciò che “serve”.
Fiducia, dunque. Il “credo” è così lontano, durante le ore di meditazione/ricezione dell’articolo quotidiano.
Questa è una logica diversa da tutto quello che credi di animare, mentre sei animato.
Questa è logica frattale che parte da qualsiasi punto sei.
È un (ri)orientamento sempre possibile, distaccato dal concetto di “guaio”. Non esiste condizione che ti può mantenere lontano dalla tua “consapevolezza”, quando agisci/sei (ri)cordando la tua facoltà frattale di (ri)animare la tua più autentica verità individuale.
Ti può essere accaduto di tutto ma… la proprietà frattale è sempre con te ed è sempre capace di (ri)orientarti verso “casa” (verità). Lasciati andare
Ma, essa... purtroppo, non è sola!
Di chi/cosa puoi, allora, fidarti?

Devi accorgerti e devi fermarti, per il tempo necessario alla tua (ri)calibrazione frattale.
Ma non fermarti a ciò che ti sembra sapere da sempre (da quando sei rinato “qua”):
Benoît Mandelbrot, uno dei più grandi matematici del Novecento (ma anche fisico ed economista, come egli stesso tiene a puntualizzare), è lo scopritore dei frattali, oggetti matematici dalle caratteristiche inusuali.
I frattali possono essere di una complessità estrema, pur scaturendo in genere da regole generative molto semplici.
Ma soprattutto sono oggetti bellissimi. La loro singolare somiglianza con le forme di moltissimi oggetti naturali fa legittimamente sospettare che tale bellezza sia soltanto il riflesso di una verità più profonda, che oggi riusciamo appena a intuire, sul mondo che ci circonda e sul rapporto che la nostra mente intrattiene con esso
Link
La loro singolare somiglianza con le forme di moltissimi oggetti naturali fa legittimamente sospettare che tale bellezza sia soltanto il riflesso di una verità più profonda, che oggi riusciamo appena a intuire, sul mondo che ci circonda e sul rapporto che la nostra mente intrattiene con esso…
Fa legittimamente sospettare che tale bellezza sia soltanto il riflesso di una verità più profonda, che oggi riusciamo appena a intuire
Vai oltre, dunque:
la verità più profonda, ciò che riesci appena ad intuire… è ciò che in SPS tracima e s’intravede da qualche anno, ormai.
Modestia a parte, perché trattasi di ben altro… la consapevolezza (e non la scoperta) della “proprietà frattale del tutto” equivale al (ri)trovamento della bussola individuale per "leggere la creazione".
Non è detto che ciò che “leggi” ti piaccia. Non è detto per nulla, anzi… è più facile che ti possa stare tutto sullo stomaco ed, alfine, che tu dia di stomaco. Ma è… normale.
Non sei solo. Come essere umano, non lo sei mai stato.
O pensi che gli esperti abbiano etichettato tutte le forme di Vita esistenti?
Frattali, oggetti matematici dalle caratteristiche inusuali...
I frattali  non sono "oggetti matematici"; essi sono tutto, perchè (ri)flettono tutto. Sono una esigenza di (ri)conoscenza, di memoria e di senso, funzione, programmazione. Essi sono radioattivi...
La loro caratteristica "inusuale" è, semmai, proprio ciò che ti permette di (ri)trovare sempre la "luce", a prescindere da qualsiasi posizione assumi adesso. Il girasole è un frattale del frattale. Gran parte della natura, lo è...

Sono inusuali perchè hai disimparato a vedere la "luce", alias:
la verità; a prescindere dalla qualità di bianco che essa "è", livello per livello (perchè di una struttura a spirale piramidale gerarchica si sta narrando).
Se rimani al Filtro, ossia, alla tua coordinata più calzante “adesso”… allora puoi senz’altro accorgerti che tutto ciò che ti circonda risponde ad esigenze che non sono solo le tue e che gerarchicamente ti... (pre)cedono.

Che cosa significa?
Beh… in un allevamento, il bestiame si è sistemato come meglio voleva?
Oppure si è, per forza, solo dovuto “accontentare per adattamento” a quello che si è (ri)trovato ad “abitare”
Ed ora aggancia nella migliore tua prospettiva, la citazione che (con)segue.
Translife Revelation Anime Libere, divulga la recentissima e rivoluzionaria scoperta scientifica delle due matrici, e i suoi risvolti umani e spirituali, che cambia per sempre la storia dell'Uomo, e porta a compimento il lavoro che i grandi illuminati hanno intrapreso da millenni fa, fino ai giorni nostri.
La scoperta scientifica di cos’era a dividere l’uomo dalla felicità, dalla realizzazione di sé, dall’amore, dall’equità e dalla giustizia, si è compiuta.
L'essere vivente non biologico che assimila gli uomini rendendoli inconsapevolmente suoi schiavi, installandogli nella mente durante la fase educativa un programma che rappresenta una falsa realtà, è stato identificato.
Oggi sappiamo scientificamente chi è, quando è nato, qual è la sua mente, i suoi scopi, le modalità attraverso le quali assimila gli uomini, e come liberarsi per sempre.
Dopo 200.000 anni, l’umanità sta per nascere.
La scoperta a cui si è giunti grazie all’evoluzione della quantistica, delle neuroscienze, della sociobiologia, della genetica e dell’epigenetica, ha consentito di determinare il definitivo percorso di liberazione che libera l'individuo, trasmutandolo da cellula-uomo asservita dal magro organismo, alla sua essenza originale.
Gli -“Scritti sulla Rivelazione che cambia per sempre la storia dell’Uomo”, svelano questa recentissima scoperta e il percorso che ha consentito di scoprire cos’era a dividere l’uomo dalla sua connessione con l’armonia universale; ciò che l’uomo in varie epoche storiche ha chiamato ego, male, dualismo, inquietudine, frustrazione, contrasto, odio, disamore, infelicità.
La scoperta non verrà mai comunicata dai canali ufficiali, perché essi sono strumenti di controllo dell'essere che attualmente domina l'umanità; per cui se vorrai poi contribuire alla divulgazione, scrivici…
Link
Procedi oltre.
Vi scrivo in merito alla scoperta della nuova specie m-v (matrice-vivente) e della matrice - schiavizzante, che ha cambiato la storia dell’Uomo, consentendogli di liberarsi dopo 200.000 anni.
Per non confonderci sul piano terminologico, chiariamo che la specie m-v non ha nulla a che vedere con l’uso di termini tipo “matrix divina” (scoperta dai greci circa due millenni fa), o con la matrix rappresentata nel film omonimo.
La scoperta e la Liberazione che ne consegue, per chi è pronto, si è verificata a seguito dell’evoluzioni di scienze come la quantistica, la genetica, l’epigenetica, la biologia e le neuroscienze.
In particolare, dopo la scoperta che l’universo è impregnato di “pensieri attivi” (le cosiddette leggi dell’universo), e che organismi biologici privi di apparato cerebrale “pensano” (memoria e azione cellulare), si è potuti arrivare all’identificazione della nuova specie non biologica, che ha come mente una delle leggi dell’universo (la selezione naturale) e, come singole cellule specializzate, gli individui pre programmati di varie specie biologiche, come ad es. homo sapiens, api e formiche.
Negli Scritti che seguono viene chiarito cosa afferma la Legge della selezione naturale, che non ha nulla a che vedere con la lotta per la sopravvivenza del più forte (principio enunciato da Spencer e poi traslato da un giornalista anarchico francese, dalla biologia alla politica), o con altre amenità pronunciate da divulgatori contemporanei che fanno audience tra meeting e seminari.
La specie non biologica m-v, viene sempre creata da individui di altre specie biologiche che, inconsapevolmente, dopo aver fatto “gruppo”, per ragioni di adattamento alle mutate condizioni climatiche, per difesa, o per altri eventi legati alla sopravvivenza, non sciolgono il gruppo precostituito (come fanno quasi tutte le forme di vita biologiche), dando vita ad un meccanismo che porta a sommare regole nel turnover generazionale.
Regole che divengono poi credenze quando nel tempo se ne perde la traccia utilitaristica; fino ad arrivare alle leggi, ai sistemi, e alle matrici religiose.
La scoperta della specie m-v, ha quindi aperto la strada a quella della scoperta di chi inserisce il programma cerebrale matrice-schiavizzante (m-s) nella mente umana (l’esistenza del programma m-s, l’aveva precedentemente teorizzata S. Freud chiamandolo super ego, per quanto la sua visione del super ego, fosse offuscata dall’inconsapevolezza dell’esistenza dell’anello mancante, la m-v); quella della doppia specie:
Uomo Liberato e cellula-uomo assimilata, e delle modalità con cui la m-s viene inserita nel cervello delle specie da assimilare.
Questo ha dato anche un senso compiuto alle intuizioni di grandi illuminati del passato, come Cristo, Buddha, Einstein, Osho e altri; e soprattutto ha consentito di tracciare, dopo 200.000 anni, la strada che consente al singolo di Liberarsi per sempre dalla schiavitù dettata da un divenire improprio.
Per chi si sta avvicinando alla presa di consapevolezza della scoperta e ai suoi risvolti spirituali, va capito che la scoperta non è in antitesi o in conflitto con nessun filone di pensiero che non contempli credenze o elementi estranei all’adesso-e-ora, per quanto non ve ne siano.
La scoperta porta alla nascita dell’Uomo; alla sua trasmutazione da cellula - uomo a Liberato, non altro... Il Salto di specie, da cellula-uomo, a Risvegliato, e poi a Liberato, può verificarsi solo quando i principali sottoprogrammi di matrice vengono cancellati; in particolare il più potente:
quello di desiderare di creare una coppia quando si ama, o di viverne molteplici a compartimenti stagni, o a seguire, quello connesso al materialismo del superfluo-status sociale.
Solo dopo la sconnessione del programma m-s e del suo collegamento alla m-v, è possibile trasmutarsi e nascere. Tutto l’apparente vissuto, prima di aver tagliato i sotto programmi, non era il vostro
Link
Tutto l’apparente vissuto, prima di aver tagliato i sotto programmi, non era il vostro... 
Si è potuti arrivare all’identificazione della nuova specie non biologica, che ha come mente una delle leggi dell’universo (la selezione naturale) e, come singole cellule specializzate, gli individui pre programmati di varie specie biologiche, come ad es: homo sapiens, api e formiche…
Ossia, un essere formato in maniera diversa da ogni “tua” logica attuale (non certo casualmente, ovvio). Qualcosa che, dunque, è inarrivabile perché non osservabile direttamente, perché illogico per la “tua” mente attuale, fornita dal principio stesso che (s)fugge, al fine di permanere nella zona d'ombra o d'incomprensione).

Dove guardi solitamente? E tra gli spazi che cosa accade, mentre li ignori?

SPS condivide questo documento, pur mantenendo la distanza dalla forma di credo avio ed ivi trasportata (sino ad un maggiore approfondimento).
È solo che… questo argomento è altamente sincronico con ciò che SPS riceve e sente. Questa citazione è molto utile a titolo di “esempio” di come può essere
Ok?
Lascia perdere ogni forma di adesione. Non è il caso. Non lo è mai… sino a quando non “vedi tu, direttamente”.
L’esempio calza solo a pennello…
Serve per aprire la cassaforte della mente (ri)programmata a spirale (d)entro se stessa.


Ha Wnas!
Tu non sei andato via morto,
tu sei andato via vivo,
siedi sopra il trono di Ausar,
il tuo scettro
nella tua mano,
per dare ordini ai viventi,
il tuo scettro germoglio
di loto è nella tua mano,
per dare ordini a coloro
dei seggi misteriosi…
(Testi delle Piramidi 213)
I Testi delle Piramidi. Wnas e la Via delle Stelle Imperiture – Athon Veggi
 
La creazione è vasta. Molto vasta. E anche solo rimanendo alla “catena biologica/alimentare”:
pesce grande mangia pesce piccolo (ma... non cadere e non farti ingannare dalla logica lineare della dimensione fisica. Il potere viaggia su ben altre vie...).
Chi o cosa c’è di più “grande” di te?

Se tutto ciò ti incute paura, beh… non sei ancora pronto. Dunque, lascia perdere e continua a lavorare su te stesso. In che modo?

Accorgendoti
Fermandoti…

Maturando consapevolezza e (ri)cordandola, fusa in te
Qualsiasi cosa tu sia e qualsiasi cosa ci sia, non tanto dentro di te, quanto… “con te”, insieme a te… mentre “sei convinto di essere il capitano del vascello ed invece sei solo uno dell’equipaggio”
Se (ri)cordi di essere “importante”, allora… sei un illuso oppure è accaduto un "ammutinamento" sulla tua nave.

Se il vascello è il tuo, allora (ri)prendilo. Chi o cosa c’è insieme a te?

Perché cicli? Perché cambi seguendo i cicli? Quali cicli segui?

Ti accorgi di essere ciclico? Oppure dici: “Chi è ciclico? Io? Ma figurati. Come ti permetti!”.


Ciclico che non sei altro. He He He
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com