lunedì 10 novembre 2014

Sei sempre "lì".


In economa il miracolo economico non esiste. Non solo, ma nemmeno l'esame dell'andamento del Prodotto interno lordo, quel famigerato "Pil" che giornali e tg hanno fatto ormai entrare nel linguaggio corrente di tanti italiani, è sufficientemente significativo per tastare lo stato di salute dell'economia di un paese.
Perchè distrae dai veri problemi.
Questo, in sintesi, è il pensiero-provocazione di Paolo Savona, uno degli economisti più affermati d'Italia che per tre giorni è stato uno dei protagonisti della kermesse di Cernobbio.
"Il miracolo economico - spiega è uno strumento da società della comunicazione, in economia non esistono miracoli ma solo buone politiche"…
La Stampa del 10 settembre 2001 (pagina 8).
Che cosa “sai”? Quello che “giornali e tg hanno fatto ormai entrare nel linguaggio corrente”. Cioè? “Sai” quello che “devi sapere”, quello che “serve che tu sappia”. 
Ma… solo per mezzo di “giornali e tg”?
E la “storia”, insegnata a scuola? E l’educazione? E ciò che replicano come pappagalli, genitori e società d’insieme? E ciò che si dice dal “fruttivendolo”. E ciò che dice il "prete o il dottore"?
Non t’interroghi mai sufficientemente, sino a quando non ti accade qualcosa direttamente.

A quel punto “ti accorgi autenticamente di come stanno le cose”.
Ma, a quel punto, tu diventi un essere che si agita furiosamente, senza avere la sufficiente lucidità per “poter incidere veramente”, perché gli altri se ne fregano, hanno le mani legate, non ti ascoltano oppure ti ascoltano ma, per qualche istante – dopodiché – qualcosa d’altro attira la loro attenzione (l'ipnosi comune recita e prevede che "il tuo problema sia solo tuo").
Gli organi di “sicurezza sociali”, chi difendono? L’esercito chi protegge?
A cosa servono d’insieme? 
La Rivoluzione d'Ottobre del 7 Novembre 1917 ha rappresentato uno dei maggiori eventi politici del XX secolo. Il Premio Nobel per la letteratura Alexander Solzhenitsyn ha scritto:
quello di ottobre fu un breve, rozzo colpo di stato militare locale pianificato...
Link
Come prese il potere Napoleone Bonaparte? Con un colpo di Stato…
Dunque… “oggi”, a che (chi) servono i “corpi di pubblica sicurezza”? A difendere casa tua dai ladri?
La “sicurezza” è garantita affinché tu, se possiedi qualcosa, sia sufficientemente sicuro di far parte di uno “Stato di diritto”, in maniera tale da poter testimoniare che “sia avvenuta una concreta evoluzione, dal tempo dei tuoi nonni sino a te (è il livello di "possessione" che viene garantito e preservato).
In realtà, la “sicurezza” serve il/al potere. Se tu dovessi scendere in piazza… la “sicurezza” avrebbe te nel mirino e non certo coloro che tu indichi come responsabili di “tutto ciò”. A meno che non avvenga un altro colpo di Stato...

E la cosa diabolica è che “è sempre stato così” (a prescindere)...

 
Le cronache sono piene di esempi simili. Le cronache di ogni tempo. Perché in ogni epoca le persone hanno sempre pensato di vivere “meglio”, rispetto al passato dei loro nonni, genitori o anche rispetto alla propria infanzia.
La memoria gioca brutti scherzi, però. Non a caso, poi, si (ri)torna a recitare il motto “si stava meglio quando si stava peggio”; solo che non si torna mai indietro (ri)agganciando lo stesso tipo di passato, bensì, si (ri)cicla... dando luogo alla medesima storia ma, mai ripetuta secondo gli stessi “usi e costumi”; qualcosa di altrettanto diabolico.

Sei nella gabbia e corri sulla ruota del criceto (nastro di Mobius).

La scoperta dell’acqua calda. Sì, SPS lo sa… ma, secondo quale prospettiva emetti un simile giudizio?

A che pro? Sei certo di essere tu ad emanare un simile “alone”?

Osserva questa foto:

Foto di Justin Joseph (Cassidy Molecular Biosciences, Northwestern University, Chicago).
Cellule delle ghiandole salivari di una mosca della frutta.
Link 
Stai osservando, di una mosca, non le sue ghiandole salivari (perlomeno in maniera diretta) ma le cellule delle sue ghiandole salivari. Ti rendi conto? 
Se osservi tali cellule, come puoi renderti conto che sei nelle ghiandole salivari dentro in una mosca?
Che cosa vedi e che cosa capisci (senza didascalia)?
Senza la triangolazione esterna, senza una prospettiva più ampia e diversa (memoria), tu non puoi (ri)cordare "dove sei" e "in cosa sei" (lascia perdere, per ora, il “chi sei”).
È proprio questo che ti manca:
la visione e(s)terna e la memoria/consapevolezza di ciò.
Nell’incantesimo, come ti accorgi dell’incantesimo, se non lo (ri)cordi più.
Il tuo adattamento continuo ti fa un essere perfettamente assoggettabile a qualsiasi tipo di potere di controllo.
Tanto poi te ne dimentichi.
Dunque, per le cellule delle ghiandole salivari di una mosca, che cos’è l’Uno?
E per te?
Tu, che sei un essere vivente confinato su un Pianeta, in un Sistema Solare, nella Via Lattea, nell’Universo, etc.
Che cos’è l’Uno? L’e(s)terno dell’Universo non è forse altamente corrispondente con l’interno di un corpo che ti contiene? Che cosa esiste al di fuori di esso? 
Le tue cellule sono ancora più dentro alla questione…
Tu che cosa... sei?
È persino logico che la struttura della creazione sia frattale, ossia, si ripete perché è più “semplice e sinergica”.
Andando indietro, si scoprono aspetti della realtà che, a prima vista, non si (ri)esce a mettere insieme e collegare. Segni premonitori che annunciavano il futuro ma attraverso un codice sfuggevole e poco chiaro, in maniera direttamente proporzionale al tuo “impegno”, relativamente al (ri)comprendere.

Lunedì 10 settembre 2001 (la data ti dice qualcosa?)…
Il giorno dopo (accadde), la “madre di tutti gli attentati” avrebbe sconquassato il Mondo intero, dando il via libero (in)diretto - al potere Usa - di stringere il proprio controllo sul Pianeta intero…
Russia: la maggioranza dei Paesi del mondo è sotto pressione degli Usa.
Il presidente della commissione Esteri della Duma Alexey Pushkov ritiene che l'esempio dell'Ungheria mostra chiaramente come gli Stati Uniti presto metteranno sotto pressione la maggior parte dei Paesi del mondo...
Link
Certe cose si sanno ma… “non si può fare niente”. Ormai, è così. Non c’è nulla che puoi fare. O le cose ti stanno bene così, oppure… te le fai andare bene. Ti adatti, insomma.

Vigili ora il Popolo, perchè le riforme sancite divengano realtà!
La Costituzione della Repubblica Italiana.
Principi fondamentali.
Art. 1

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro
Link
Il “lavoro” c’è ma non per tutti, ergo, la Costituzione è stata trascesa, violata nella sua stessa fondamenta, non garantita, cassata di esistere, etc.
Che ne dici? È troppo “forte” come messaggio? Fa più paura pensare così, che adattarsi alla mancanza di lavoro? Beh… fai tu, lasciando campo libero al medesimo tipo di potere che da sempre “ti ha”.
SPS, quest’oggi, dedica dell'attenzione a Michelle Bonev; se non sai chi è, leggi ugualmente... perché la sua è una esperienza indicativa, che (s)muove negli animi sentimenti anche contrastanti, ad un livello di profondità notevole per implicazione di ogni tipo e genere.
Il suo Blog è stato “sottoposto a sequestro preventivo”.

www.michellebonevblog.it
Preventivo (ok?).
Chi, si sta proteggendo preventivamente?

Immaginario collettivo.
Vi chiedo di diffondere questo messaggio. Per noi, per il futuro dei nostri figli, per il nostro Paese.

Oggi la Polizia delle Comunicazioni mi ha notificato l'atto di oscuramento del mio blog in inglese:
In Italia non era mai successo che un blog venisse chiuso con un sequestro preventivo, prima ancora che un eventuale reato venisse accertato.
Io non sono stata ne processata, ne condannata, eppure vengono limitate le mie libertà fondamentali, la mia libertà di pensiero, di opinione, di espressione.
E questo, solo per aver detto la verità…
Link
Che cosa le si imputa? Beh, sostanzialmente, di avere detto “qualcosa”, che mette zizzania al centro di quello che “credi, pur sapendolo già infondato”, essere uno “Stato di diritto”.

SPS non fa gossip, per cui – anche in questo caso – “fai tu”.
SPS ha pensato di fare solo la propria parte, perché… Michelle Bonev (ri)corda qualcosa di molto diffuso in questa realtà:
una possessione diabolica, che si nutre di tutti coloro che, prima o poi “le cedono”, abitando in lei e viceversa, contemporaneamente.
A questo link è possibile leggere la condivisione dei contenuti, relativi all’interrogatorio alla quale è stata sottoposta per avere riferito “come funzionano certe cose, a livello sotterraneo ma nemmeno troppo”…

Ed il male che ho fatto a me, perché ci sono stati momenti che ero consapevole comunque che erano rapporti che non erano sani, però tu ti convinci per andare avanti, ti convinci che ti vogliono bene e che tu vuoi bene, ma poi lo sai che non è così, e quindi chiudi un occhio oggi, chiudi un occhio domani, un giorno ti svegli alle otto del mattino e ti metti il brandy, metti il whisky, perché sono arrivata all'alcolismo?
Perché sto così male?
Allora se mi avessero dato la possibilità avremmo parlato come esseri umani a dire:
"Okay, io sono distrutta, non voglio avere rapporti con voi" sicuramente avrei detto questo, perché questo andavo a dire, "non voglio comunque, però credo che una mano me la dovete dare perché devo andare avanti"…
Non mi rendevo conto... quando raccontavo a Jacopo delle cose che ho fatto, dicevo:
"Ma va bè lo fanno tutti, tutti succede che si fa una cosa dopo cena ogni tanto con due ragazze, un uomo, dai è successo”, lui fa:
"Ti rendi conto di quello che stai dicendo? Ti rendi conto?". Ed ho cominciato una terapia…
Pagina 69 dell’interrogatorio a Michelle Bonev.
Ci sono stati momenti che ero consapevole comunque che erano rapporti che non erano sani, però tu ti convinci per andare avanti, ti convinci che ti vogliono bene e che tu vuoi bene, ma poi lo sai che non è così, e quindi chiudi un occhio oggi, chiudi un occhio domani, un giorno ti svegli alle otto del mattino e ti metti il brandy, metti il whisky, perché sono arrivata all'alcolismo? Perché sto così male?...
Suvvia, chi non capisce cosa sta affermando?
È una “possessione”, che dilaga viralmente in questa società, perché “ci sei dentro” e “ne fai parte”. Ti prende per le “vie basse” e ti avviluppa da dentro. Ciò che fanno ad un certo livello (qualcosa che puritanamente definisci “sporco”) accade da sempre dappertutto, perchè è... "dentro". 
Le cronache di ogni tempo ne sono piene. La tv ne è piena. Anche Internet. La pubblicità…
I giornali che vendono gossip, impazzano.
Il sesso è una base dalla quale (ri)partire sempre per averti, nono stante tutto quello che "fai".
Chi lo definisce “sporco”, sotto sotto, ne è affascinato e tentato quotidianamente. Nessuno escluso, infatti… basta osservare anche a livello “religioso” che cosa accade da sempre.
Ogni volta che ti viene impedito di fare qualcosa, regolarmente… lo desideri “vivere”. È una regola alla base di te.


Se leggi il “memoriale” della Bonev (sì, perché è una memoria e per giunta anche “ufficiale, condivisa in Rete e, dunque, inalterabile) lo capisci a pieno.
Queste “ragazze” sono la punta dell’iceberg di una intenzione da “padre eterno”, che ama essere circondato di “bellezza”; sono la punta dell’iceberg, dunque, di una organizzazione che prepara tutto andando a “pescare” anche molto lontano, laddove la situazione di (s)fondo forgia situazioni personali al limite della sopravvivenza (disposizione a fare "tutto", di conseguenza).
C’è un forte giro incantesimale che avvolge tutto come in una ragnatela.
E, quando una certa realtà, si (ri)trova “sotto/sopra” alla società d’insieme, beh… è la società intera a replicarne forme e fattezze a livello frattale, come una (com)presenza radioattiva che avvolge tutto in maniera sottile, invisibile e virale…
Per certi versi, allo stesso tempo, è la società che permette ed emette ciò che, in seguito, la caratterizza dall’alto, come per creare una sorta di “alibi” e per giudicare sempre esternamente ciò che interiormente non intende ammettere a livello di auto consapevolezza.
Il “terzo stato” (pre)vede che, diversamente, il principio che “corrompe” sia virale, ossia, che sia auto esistente tanto nel vertice che nella rimanenza dell’edificio, ma che “abiti nel vertice staccato” (compresenza) e che diffonda se stesso per mezzo altrui (veicolo, mezzo) per “ispirazione/wireless” e, dunque, per “auto suggestione”:
l’unico modo per entrare in te è... “te stesso”.
Il tuo (in)conscio lo permette, perché è stato già invaso e conquistato, da tempo ed, ora, tutto ciò che accade e può accadere lungo questa direzione… è già accaduto e (ri)accaduto molte volte.

Dunque, tutto è (pre)visto.
Il “Programma” ed, al suo interno, il “Modello LSD (Libero e Sovrano Denaro”, concorrono a farti assumere una diversa prospettiva, relativamente a qualcosa che “sei, ma al di fuori di questa realtà” (paradigma).
Capisci? Qualcosa che è “di questa Terra” ma inerente ad un altro tipo di realtà, derivante da un cambio radicale del paradigma (programma), a cui sei sottoposto e che, dunque, “ti (ri)comprende”. Qualcosa di molto concreto, un "fatto".
Il “vertice staccato” non appare perché “non lo intendi più vedere”; in "passato" ti ha talmente terrorizzato che, ora, preferisci lasciare tutto così…

Luce riflessa negli occhi di un ragno. Foto di Noah Fram-Schwartz (Greenwich, Connecticut, Usa)
Questo “ragno” ha occhi paragonabili alla perfezione ottenuta per mezzo della tecnologia industriale umana. Sei proprio sicuro che sia del tutto “naturale”? La natura è solo una forma di tecnologia inarrivabile, per ora (anche se a livello “segreto”, gli umani sono già molto dentro ad un simile discorso. Ma, simili umani non fanno parte del tuo stesso piano di realtà. Tali esperti non vincono nessun “premio” alla luce del Sole. Essi vivono “a parte” e non rientrano direttamente nel loop che ti offusca la visione).
Fantascienza? He He He… 
Intanto, la Bonev ha parlato ma, come per incanto, è lei che ne paga le conseguenze, vista la tua "invidia e gelosia" (giudizio e immobilismo, di fatto).


Intanto…
Iva Zanicchi: Berlusconi demotivato, comanda più Pascale di Verdini.
"In Forza Italia comanda più la Pascale che Verdini. Berlusconi è demotivato, stanco, secondo me si è rotto le palle".
Lo ha dichiarato Iva Zanicchi, ex eurodeputato Forza Italia, al programma "Un giorno da Pecora", su Rai Radio2. E alla domanda se il Cavaliere ascolti ora più la Pascale che Giovanni Toti ha risposto:
"Credo che segua più i consigli di Francesca, lei è fortissima, è molto intelligente e furba. È difficilissimo farsi ricevere ad Arcore o parlare con Berlusconi - ha concluso Zanicchi - Non riesco a parlarci, prima o poi riuscirò".
Link
Sembra paradossale ma non lo è, perchè è così per tutti:
Berlusconi prigioniero “di se stesso”.
Qualcosa che SPS è da anni che auto osserva:
il “vertice” è staccato, ossia, “possiede” (inosservato); ciò che non si vede (ri)utilizza tutto, di (con)seguenza. Ed il potere che incarna Berlusconi (e qualsiasi altra persona di potere, ad ogni latitudine) agisce così quando esso diventa, a sua volta, “piramide”; ma, a livello più grande, che (ri)comprende, il relativo vertice staccato agisce alla stessa maniera su di esso, come in qualsiasi altra struttura, che (con)segue e che la frattalità permette di auto osservare perfettamente.
Spagna, referendum Catalogna: l'80% dei votanti dice sì a indipendenza.
Due milioni di catalani hanno votato ieri nel referendum informale sull'indipendenza della regione dalla Spagna e l'80,7% di loro ha detto di sì alla creazione di un nuovo Stato.
È quanto emerge dai risultati parziali diffusi nella notte, con l'88% dei voti conteggiati. L'affluenza alle urne ha raggiunto poco più del 31%; secondo analisti, molte persone non hanno votato a causa del carattere informale della consultazione, mentre altri astenuti sarebbero contrari all'indipendenza.
"Nonostante gli enormi impedimenti, siamo riusciti a preparare le urne e votare", ha detto il presidente catalano Artur Mas dopo aver votato in un seggio di Barcellona.
Il voto, ha sottolineato, è stato però soltanto simbolico.
"Chiediamo al mondo di aiutarci a convincere le istituzioni spagnole che la Catalogna merita un referendum per decidere il proprio futuro", ha dichiarato Mas.
Secondo i sondaggi condotti negli ultimi anni, la maggior parte dei catalani vuole un voto ufficiale sull'indipendenza, mentre circa il 50% degli abitanti della regione è favorevole alla secessione.
La procura di Stato spagnola sta intanto indagando per stabilire se organizzando il voto informale il governo catalano ha violato la legge. Il referendum, ha dichiarato il ministro della Giustizia spagnolo Rafael Catala, è stato "un atto di propaganda organizzato da forze indipendentiste, privo di qualsiasi validità democratica".
Link
  • la procura di Stato spagnola sta intanto indagando per stabilire se organizzando il voto informale il governo catalano ha violato la legge
  • il referendum, ha dichiarato il ministro della Giustizia spagnolo Rafael Catala, è stato "un atto di propaganda organizzato da forze indipendentiste, privo di qualsiasi validità democratica"…
Sei sempre “”.

Mediolanum, Ennio Doris passa il testimone al figlio Massimo.
La prossima campagna pubblicitaria che partirà il 15 giugno, non sarà più con Ennio Doris ma con suo figlio, Massimo, vicepresidente del gruppo…

Link
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com