mercoledì 26 novembre 2014

Cosa è... errore?


Ogni anno circa 100 mila persone lasciano l'Italia. Questa è la vera prova di quanto sia difficile essere felici in un Paese che non premia il merito
Roberto Saviano
Merito:
diritto alla stima, alla riconoscenza, alla giusta ricompensa acquisito in virtù delle proprie capacità, impegno, opere, prestazioni, qualità, valore…
Azione opera, qualità degna di stima, di riconoscimento
Per estensione… aspetto sostanziale di una questione; punto essenziale, la sostanza (in opposizione a forma)… entrare nel merito di una questione, prenderla in esame nella sua essenza e nella sua concretezza, a parte i suoi aspetti formali; questione di merito, che riguarda il contenuto…
Link
Il merito è " (pre)tesa di (ri)conoscimento per il lavoro svolto"?

Diverse generazioni di "merito".
In ciò... c'è tutta la tua dipendenza dalla (com)presenza altrui ed il "tuo" vagare nel nulla di un vuoto, che è sempre a "monte" di tutto ciò che, in seguito, (ri)torni a "respirare", alimentandoti di (con)seguenza...
L’attaccamento non conosce fine a se stesso; il “premiare il merito” è qualcosa divenuto contiguo all’esigenza di fondo di denaro. E la felicità lasciata al Sole di un simile “essere premiati con denaro e (ri)conoscimento ufficiale/pubblico” diventa una “sua” dipendenza.
Nel “merito della questione esistenziale”, esattamente… dove sei?
Nella “sostanza”… dove ti (ri)trovi?
Sei nel Paese dell’intrattenimento: Sole e mandolino.
E… "tutto il Mondo è… Paese".
Ossia, non hai scampo su questa “via”, per questa “direzione”.
SPS crede in LSD, al fine di poter porre una fine a questo circolo vizioso, basato sulla scarsità di tutto per meri fini di controllo e “collezionismo di rarità”.



Ma, tu, in tutto ciò… “non ci sei”, essendo preda dell’auto intrattenimento che scaturisce dall’intrattenimento globalmente esteso e viralmente avvolgente.
Parole. Parole. Parole… Bla Bla Bla… a vuoto, nel nulla del “tuo” silenzio… che nella “forma perde la sostanza”.

Non trovi una certa analogia tra (1) il fatto che quando ti alzi dal letto, dopo una notte di buon sonno, mettendoti in verticale… quasi immediatamente devi andare in bagno e (2) il controllo e spostamento orizzontale/verticale, ottenuto nei moderni apparecchi tecnologici da “trasporto personale”, per merito del giroscopio contenuto al loro interno?
Il giroscopio è un dispositivo fisico rotante che, per effetto della legge di conservazione del momento angolare, tende a mantenere il suo asse di rotazione orientato in una direzione fissa.
In parole povere, un corpo rigido S è un giroscopio se il tensore d'inerzia relativo al baricentro ammette un autovalore semplice e un autovalore doppio. L'autovettore corrispondente all'autovalore semplice è detto asse giroscopico…
Essenzialmente è costituito da un rotore a forma di toroide che ruota intorno al suo asse, quando il rotore è in rotazione il suo asse tende a mantenersi parallelo a sé stesso e ad opporsi ad ogni tentativo di cambiare il suo orientamento.
Questo meccanismo fu inventato nel 1852 dal fisico Jean Bernard Léon Foucault nell'ambito dei suoi studi sulla rotazione terrestre. Se un giroscopio è installato su una sospensione cardanica che permette alla ruota di orientarsi liberamente nelle tre direzioni dello spazio, il suo asse si manterrà orientato nella stessa direzione anche se il supporto cambia orientamento.
L'effetto giroscopico è presente come effetto collaterale in tutti i dispositivi in rapida rotazione quali i volani e gli hard disk per computer e deve essere tenuto in considerazione nella progettazione.
Un giroscopio mostra una serie di fenomeni, tra cui la precessione e la nutazione…
Impieghi.
Armi da fuoco, per imprimere una rotazione nel moto dei proiettili, infatti le canne di molte armi da fuoco presentano una rigatura interna leggermente elicoidale che imprime al proiettile una rotazione in grado di conferire stabilità alla traiettoria, mantenendo il proiettile allineato sempre nella stessa direzione
Link
Imprime al proiettile una rotazione in grado di conferire stabilità alla traiettoria, mantenendo il proiettile allineato sempre nella stessa direzione… (controllo pre impostato a monte).

"Se si sa dove ascoltare, non si può sbagliare".
Voci dallo spazio:
le comunicazioni dalla Soyuz di Samantha Cristoforetti registrate dai radioamatori…
Mentre Samantha Cristoforetti volava verso la Stazione Spaziale Internazionale, centinaia di appassionati di radio di tutto il mondo erano in ascolto, pronti a captare le comunicazioni inviate dalla navicella Soyuz. Frammenti di quelle conversazioni, che aprono una finestra inedita sulle quasi sei ore di viaggio verso la Iss, dopo essere stati captati dalle loro antenne, sono stati pubblicati su internet...
Per radioamatori e appassionati, acciuffare una comunicazione spaziale equivale a una grossa conquista. Non è impossibile, ma non è nemmeno semplice.
Bisogna sintonizzarsi sulla frequenza giusta, che si può scoprire sulla Rete, e si deve calcolare quando la Soyuz nella sua orbita passerà nelle vicinanze – spiega il radioamatore aostano Christian Diemoz – Non sempre si ha chiaro cosa dicano gli astronauti, che spesso parlano in russo, ma se si sa dove e quando mettersi in ascolto non si può sbagliare”… 
Link
Questo “sapere”, quando ne espandi il significato… che cosa diventa?
Non è forse qualcosa di molto simile alla consapevolezza?
Qualcosa che entra nel merito della faccenda esistenziale, solo quando diventa un “sentire a tuttotondo”. La sostanza, il centro, l’aderenza con il prolungamento della Vita… che cosa “è”? Davvero è il soffrire per imparare qualcosa? Davvero è il lavorare per così tanti anni, agganciando “lì” la questione del merito?
Davvero è il sacrificio per cause “altre” come, ad esempio, la “famiglia”.
E se stessi? Dove va a finire il “se stessi”?
Dopo tanto lavorare e tanto “soffrire”, alla fine, non se ne può più. Pertanto “ci si lascia andare”, molto spesso, sino a quando se ne ha ancora la possibilità, nel “fine settimana” (reset).
“Qua” si soffreper moda, tendenza, convenzione, nonsense… malattia, gioco perverso, diabolica complicità, oblio, mancanza di alternativa, credo, ignoranza, etc.

Sadomasochismo o sadomaso... o SM (S&M S/M) come è internazionalmente conosciuto, è nella concezione comune del termine, l'insieme delle pratiche erotiche basate sull'imposizione di sofferenze fisiche (tramite oggetti che possono provocare dolore come fruste ecc..) o mentali su un partner…
Queste due caratteristiche, il piacere nel dominare e il piacere derivante dall'esser sottomessi, sono stati adottati dalla terminologia scientifica professionale la quale ha inserito tali fenomeni comportamentali nella sua classificazione delle malattie psicologiche e degli orientamenti sessuali dannosi
Sono ancora molti gli studi di psicologi italiani fortemente ancorati sulla correlazione fra sadomasochismo e devianza, traumi, autolesionismo, attaccamento e abusi…
Da tale variegata letteratura si evince come, al di là dei complessi profili psicologici degli interessati e delle motivazioni profonde che li possono condurre alla perversione, queste pratiche sono più spesso frequenti in soggetti di tipo borderline...
In particolare, l’individuo che sceglie di assoggettarsi a pratiche di masochismo, risulta mosso da un comportamento psicologico la cui causa emotiva è, a sua volta, il senso di colpa
Link
  • queste pratiche sono più spesso frequenti in soggetti di tipo borderline
    (il disturbo caratterizzato da vissuto emozionale eccessivo e variabile o più semplicemente disturbo borderline è un disturbo di personalità che viene sinteticamente descritto come patologia caratterizzata da instabilità pervasiva dell'umore, delle relazioni interpersonali, dell'immagine di sé, dell'identità e del comportamento, e una più generale anomalia nella percezione del senso di sé... Link)
  • mosso da un comportamento psicologico la cui causa emotiva è, a sua volta, il senso di colpa
Chi è “borderline”? Tutti coloro che (ri)entrano nei parametri del giudizio altrui, dal punto prospettico dell’attuale paradigma (credo, convenzione, programmazione, moda, tendenza, analisi, etc.).
e… tutti "gli altri", allora… perché soffrono, anzi, perché godono nel continuare a soffrire e nel sapersi nella medesima situazione di sofferenza comune (mal comune mezzo gaudio)?
Quale “senso di colpa” si portano dietro? Quale senso di colpa ti porti dietro? 
“Portare dietro” significa non vedere, non sapere, essere passivi e senza consapevolezza o essere preda di qualcosa che si ignora…
Fai attenzione a tutto ciò che ti circonda; in ciò è incisa la “firma” di quello che ti accade non certo per caso. In ciò vi è il senso del nonsenso… del controllo che continui a (ri)tenere (impossibile):
  • (ri)tenere = continuare a tenere (il fatto che per la mente attuale sia impossibile o meno, non fa differenza, perché tu stai continuamente “tenendo(ti)” ad una situazione, a qualcosa dalle valenze indirette molto ma molto… fisiche).

Le armi nucleari specializzate nella produzione di Emp appartengono alla terza generazione di armi nucleari.
Le armi elettromagnetiche sono ancora essenzialmente ad alto livello di classifica di segretezza, ma gli analisti militari e gli esperti generalmente ipotizzano che le bombe-E utilizzino sorgenti con generatori a compressione esplosiva del flusso.
Secondo alcune fonti, la U.S. Navy ha utilizzato bombe elettromagnetiche sperimentali durante la guerra del golfo del 1991. Questo tipo di bombe era armato con dispositivi che convertivano l’energia degli esplosivi convenzionali in un impulso elettromagnetico.
La Cbs News ha riferito dell’utilizzo di una bomba-E sulla Tv Irachena durante la guerra in Iraq del 2003, ma la notizia non è stata confermata da fonti ufficiali.
Tuttavia, il metodo più semplice, efficace e potente per produrre un effetto Emp potente e vasto rimane l'utilizzo di armi nucleari con esplosioni nell'alta atmosfera, che non danneggiano le persone a terra ma solo tutto ciò che collegato ed è sensibile all'energia elettromagnetica.
Questo disegno ufficiale fa ben capire l'enorme vastità dell'effetto Emp di una esplosione nucleare nell'alta atmosfera a diverse altitudini…
Link
che non danneggiano le persone a terra ma solo tutto ciò che collegato ed è sensibile all'energia elettromagnetica…
Sei davvero certo di essere solo ed esclusivamente “fisico”?
Le “onde” ti attraversano da capo a piedi; pensi che un simile attraversamento non sia paragonabile all’interessamento di un predatore per la propria preda? 
Pensi che nel/sul tuo complesso, le onde non abbiano effetti alcuni?
Non pensi che l’intenzione dei “fabbricanti di bombe” sia quella di preservare i “cespiti” (i possedimenti di ogni tipo) e non gli umani? È come dare una passata “a cento gradi” per eliminare il 99,99 per cento dei batteri (He He He).
E per (ri)programmare te e te nell’insieme.
Ambiti, aspetti, cose che non capisci perché non “vedi” e/o non sai "dove guardare"…
Smog-killer, quasi quattro milioni di morti ogni anno nel mondo.
Tumori, infarti e ictus. Sono i "sicari" dello smog, killer che nel mondo uccide ogni anno 3,7 milioni di persone, vittime dell'aria che respirano.
"Un numero impressionante ma non sorprendente", avvertono gli esperti intervenuti a un convegno all'università Bocconi di Milano.
"Gli studi scientifici infatti non lasciano dubbi", ricordano:
"Inquinanti, polveri sottili e contaminanti presenti nell'atmosfera provocano ictus, infarti, tumori, asma, polmoniti, allergie e molte altre patologie. E il danno, oltre che sulla salute, è anche economico:
le morti per inquinamento sono aumentate del 7% in 5 anni nei Paesi Ocse e il costo legato a questi decessi ha raggiunto 780 miliardi di euro nel solo 2010".
A detta degli specialisti, "le soglie europee per gli inquinanti non sono affatto adeguate".
Link
E il danno, oltre che sulla salute, è anche economico… (sei proprio sicuro che ciò corrisponda ad un "danno" (errore)? Beh... 780 miliardi di euro "cambiano di tasca", no? E di... umani, ne crescono in continuazione!


L’interesse è per ogni parte dell’amministrato. Ma in un ottica di “problem solving”, le famiglie di problemi più rilevanti verranno affrontate in maniere temporalmente diverse e con priorità maggiori. L’interessamento del controllo nei confronti del problema maggiore è, appunto, gerarchicamente imprescindibile dal contesto inerente all’interesse, anche quest’ultimo governato a monte per mezzo di una struttura piramidale (interessi di ordine diverso).
Il malware che spia i dati di tutto il mondo.
Si chiama Regin e sta attaccando aziende e individui. Il motivo? Ancora poco chiaro.
Symantec, azienda specializzata nel controllo della sicurezza online, ha rivelato che un nuovo software sta collezionando informazioni personali, aziendali e governative all'insaputa di chiunque. Regin, questo il nome del malware, sembra essere uno strumento di sorveglianza di massa, incaricato di collezionare dati. Secondo i primi dati potrebbe essere in attività dal 2008…
Secondo una prima analisi Regin (che si pronuncia "Ri-gen" come "Rigenerare") infetterebbe prima i provider e le reti di telecomunicazioni. Poi, attraverso queste reti, arriverebbe a individuare degli obiettivi sensibili come ospedali, compagnie elettriche o compagnie aeree. Da lì arriverebbe a spiare gli individui, fino a controllarne tastiera, monitor, attività online e recuperare file cancellati
Ciò che è interessante in Regin è l'obiettivo colpito:
infatti il malware ha colpito finora l'industria ospedaliera (9% degli attacchi) e computer privati (4%). Obiettivi davvero poco interessanti se presi singolarmente. Ma la capacità di connettere queste micro informazioni al contesto, rappresentano la forza e il pericolo di Regin…
Link
Regin, un malware? No, molto di più: una piattaforma.
Il Global Research and Analysis Team di Kaspersky Lab ha pubblicato una propria ricerca su Regin e rivela che si tratta della prima piattaforma per cyber attacchi che, oltre a effettuare lo spionaggio "classico", penetra e monitora le reti Gsm…
Link
Symantec e Kaspersky Lab… un modo non più troppo originale di “farsi pubblicità”, sullo (s)fondo della tua esistenza, che trascorre come un effetto secondario, svuotato di quell’antico senso di centralità che ha da sempre (s)mosso ogni tipo di “noia”.
Il Mondo basato sulla scarsità ha necessità auto indotta di doversi “difendere”.
Nell’abbondanza… tutto ciò non si auto avvera. Per questo vivi (nel)la scarsità.
Perché la natura buia e misconosciuta di “qualcuno”, ha trovato il modo di avere la natura misconosciuta della Massa, impegnata dall’alba dei tempi ad… attendere qualcosa che non arriva puntualmente mai.
Natale, Codacons: Spesa famiglie cala del 5%, complessivamente 9.8 mld.
Ancora un Natale all'insegna del risparmio per le famiglie italiane, ma la riduzione della spesa per regali, alimentari e addobbi sarà più contenuta rispetto a quella degli anni passati.
Lo afferma il Codacons, che ha vagliato la propensione all'acquisto degli italiani in vista delle prossime festività natalizie, monitorando anche i prezzi dei prodotti classici del Natale già comparsi su scaffali e negozi.
Allo stato attuale - spiega l'associazione - le famiglie ridurranno gli acquisti di Natale mediamente del -5% rispetto al 2013, e la spesa procapite prevista per le feste di dicembre, omnicomprensiva di regali, spese per la casa, alimentari, viaggi, ecc., scenderà a una media di 164 euro. Complessivamente gli italiani spenderanno 9,8 miliardi di euro durante il Natale, 500 milioni di euro in meno rispetto allo scorso anno.
Link
  • ha vagliato la propensione
  • allo stato attuale.
Capisci? È una previsione fondata sul “sondaggio” a campione. Ciò che in seguito diventa notizia ed effetto virale. Ciò che ti condiziona come se
Codacons: Calo vendite al dettaglio dimostra inutilità degli 80 euro.
Le vendite al dettaglio continuano a registrare segno negativo, calando a settembre dello 0,5% su base annua. Una flessione che rappresenta il colpo di grazia definitivo per il bonus da 80 euro in busta paga, introdotto dal Governo Renzi per risollevare i consumi e le sorti del commercio, ma che non ha prodotto il minimo effetto sull'economia del paese.
"La riduzione delle vendite dello 0,5% registrato dall'Istat è ancor più allarmante se si considera che già nel 2013 le vendite avevano segnato una diminuzione del 2,1% rispetto all'anno precedente - spiega il Presidente Carlo Rienzi - i cali, dunque, si aggiungono ad altri cali, uccidendo il settore del commercio, portando i negozi al fallimento e alimentando la disoccupazione.
I commercianti non potranno nemmeno fare affidamento sulle spese di Natale, per le quali le famiglie italiane prevedono una contrazione media dei consumi del -5%. Servono misure ad hoc per far riprendere le vendite e creare occasioni di acquisto, importando in Italia le iniziative in favore del commercio attuate negli Stati Uniti, a Parigi o a Londra" conclude Rienzi.
Link
80 euro per 12 mensilità = un altro stipendio.
Perché non sei mai contento? Perché critichi sempre alla moda?
Perché questi 80 euro li dovresti spendere subito in “consumi”?
Molto probabilmente, gli 80 euro se ne vanno in arretrati e bollette. Per questo il commercio non li registra.
Rapido 904, legale Riina: "Apriamo armadi servizi segreti".
"La difesa di Riina accoglie con soddisfazione questa apertura verso la ricerca della verità. Apriamo gli armadi dei servizi segreti".
Lo ha detto il legale di Totò Riina, Luca Cianferoni, che questa mattina non era presente in aula, commentando la decisione della Corte d'Assise di Firenze di accogliere le testimonianze del sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'intelligence Marco Minniti e del direttore del Dis, Giampiero Massolo, al processo per la strage del rapido 904 che vede come unico imputato Riina.
"L'anziano imputato, ormai gravemente malato - ha aggiunto Cianferoni - si è posto in aula senza riserve:
tutti vorrebbero che parlasse. Lo fa in aula attraverso il suo avvocato".
Link
"Se si sa dove ascoltare, non si può sbagliare"…
È un leitmotiv che corrisponde ad un ritmo musicale equalizzato a/con forti tinte di “bassi”:
lo senti? Li senti?
Musica frattale che, a parte il termine poco comprensibile, significa solo che:
  • nulla ti è davvero nascosto se
Mondiali 2014 - FIFA a tinte fosche: c'è una testimone per la corruzione.
Archiviato il rapporto sulle presunte mazzette per l'assegnazione di Qatar 2022, spunta una voce che conferma quanto il rapporto dicesse il vero:
a parlare.
La questione dei Mondiali in Qatar sta diventando sempre più inquietante e la Fifa assume connotazioni ancora più fosche dopo le ultime rivelazioni che riguardano l'assegnazione di quell'edizione.
Dopo lo scandalo sulla corruzione per comprare i voti e la relativa indagine da parte dell'incaricato Michel Garcia, il suo rapporto è stato insabbiato.
Non pubblicato per questioni di privacy, dice la Fifa, ma il problema resta:
Garcia è sbigottito perché nessun provvedimento viene preso, eppure lui stesso ha verificato di persona che ci sono state numerose irregolatità (chiamiamole così) nella votazione.
Adesso, grazie a un'intervista rilasciata a "A Folha" di San Paolo, parla Phaedra Al-Majid, ex responsabile della comunicazione di Qatar 2022. Una persona quindi ampiamente informata dei fatti, che racconta scene incredibili a proposito delle votazioni.
"Ero presente quando furono offerti soldi a chi votava le sedi dei Mondiali", racconta, spiegando che in Angola furono proposti 1,2 milioni di euro a tre membri africani dell'esecutivo della Fifa in cambio del voto al Qatar e alla Russia per il 2018.
Il protagonista principale dell'operazione sarebbe stato Bin Hammam, che era stato "beccato" a offrire mazzette, ma accusato di corruzione per comprarsi la sua candidatura contro Blatter per la presidenza, e non per l'assegnazione dei Mondiali.
"Era il nostro lobbista chiave - dice ancora Al-Majid - parte integrante nel processo che ha portato a Qatar 2022. Il licenziamento? Mi accusavano di essere la fonte di qualunque rivelazione che appariva sulla stampa mondiale. Non capivano di non poter controllare i media internazionali come facevano con quelli arabi.". Al-Majid fu infatti licenziata nel 2010.
E da allora è stata oggetto di intimidazioni e minacce, ma a suo tempo era stata sentita da Garcia per le sue indagini. E nel frattempo la Fifa che fa? Continua a tacere e a tenere segreto quel rapporto dello scandalo, anche se non se ne capisce il perché. O forse sì, se si considera che spesso il Dio Denaro comanda...
Link
Non importa quale sia il contesto entro il quale fuoriesce e si manifesta la “rilevanza”, perchè tutto è frattale e, dunque, “si può fare di tutta l'erba un fascio”…
Difficile a credersi ma, è così.
Il pesce puzza dalla testa. Ok?
SPS sa che non hai dubbi relativamente alla caducità di questa società d’insieme ma, SPS sa che tu non “sai che pesci pigliare”, anche di fronte alla più incredibile delle evidenze.
(1) perché non sai con chi hai a che fare (2) perché non “vedi” (3) perché te stesso sei pronto a prendere il posto di chi la corrente ha posto in evidenza (4) perché tutto ha un prezzo ed una scadenza (5) perché vivi nella scarsità e nella convinzione di scarsità (6) perché sei controllato (in)direttamente e dunque (7) non te ne accorgi nemmeno continuando a soffrire.
E, soprattutto, perché:
non sai dove ascoltare
Errare è umano perseverare è diabolico o è… “divino”.
Chiamate l'errore come volete, purché lo riconosciate per quello che è…
Donald Nicholl
Che cos’è (un)… “errore”?

Nel perseverare in una “abitudine di sofferenza”, cosa è l’errore? Beh… è percepito come tutto ciò che porta al di fuori della condizione di sofferenza (perchè... gli resiste). 
E tu e tutti gli altri difendete lo status quo, in “errore”, ma perfetto nella sua auto esistenza (realtà percepita)…
SPS è, da questa prospettiva – dunque – un “errore” o una… anomalia sistemica:
la necessità del reload era dovuta ad una anomalia sistemica causata a sua volta da un rifiuto istintivo degli umani ad adeguarsi mentalmente al sistema Matrix. Per ridurre tale fenomeno, era stata ideata nella psiche degli uomini controllati con Matrix una finta possibilità di scelta a livello inconscio
Link
Nel loop (ripetitività dell'errore, che viene riassunto non più come tale)… l’oblio (una forma di controllo indiretto dell’energia auto creantesi all’interno del processo).

He He He (chissà come ti chiama, il controllo).
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com 




2 commenti:

  1. Ciao Davide, questo mi pare un periodo veramente intenso, no?
    Ma se tutto è controllato da sempre, e lo è, che senso ha tutto ciò? Se pure la Natura è una tecnologia avanzatissima (quindi anche i nostri corpi), che senso ha tutto ciò? Come scrivevi anche tu, il concetto di evoluzione mi sembra una c......ta da questo punto di vista. Mi pare molto più sensato il concetto di Lila, cioè un gioco, un "osservatorio" divino. Dove la Coscienza manifesta se stessa in tutte le sue possibilità, si osserva e si conosce. Il frattale del Nosce te ipsum e dell'osservatore, osservatore neutrale o imparziale.

    Bellissimo e potente l' articolo di venerdì.

    Ieri leggevo un tuo post del 2009 dove parlavi della Grande Onda, molto molto interessante, potrebbe trattarsi del grande reset di cui tratta anche il finale della trilogia di Matrix?
    grazie Fabio

    RispondiElimina
  2. Caro Fabio, l'intensità alla quale alludi... a chi/cosa è riferita?

    Che senso ha tutto ciò? Non lo sappiamo. Ma sino ad un certo punto, sì:
    controllo, business, interesse, realtà virtuale, etc.

    Basterà questa conoscenza per svelare l'intero "gioco". He He He...

    Il "gatto sotto al tappeto"... siamo ancora dentro. Il reset permette il (ri)circolo.

    Ti ringrazio per le belle considerazioni...

    La percezione che ho è... che non sappiamo nulla. Ci possiamo muovere per frattali, però.

    E... tutto è possibile, per cui "per me" esiste solo ciò che (pro)viene da me e che filtro con me stesso (cioè, la sensazione di essere dentro al corpo).

    Ancora grazie e un caro abbraccione.

    A presto.

    Serenità

    RispondiElimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.