lunedì 28 maggio 2018

La polvere negli occhi non ti dà fastidio quando sei nell’incanto = ecco l’incanto.



A livello significativo, ti occorre una “consapevolezza da avvocato”; hai presente quando ti succede qualcosa e non sai che pesci pigliare? Ecco
L’avvocato ha immediatamente chiara la situazione (ovvio: il miglior avvocato), in termini di “mappatura del reale, del potenziale e del futuro”. 
Evidenziare ciò... non significa invidiare una simile professionalità, se non in termini frattali espansi (ponendo il modulo alla figura, omettendone il segno, ricavandone sostanza in termini di potenziale e di differenza di potenziale, tu/“tu”).
Così, come nel significato (memoria, “è già success3”) il “Modello Babele” è rivolto anche alla singolarità (ed alla Massa, composta da singolarità) e non solamente a sottoDomin3 (singolarità emergent3). 
Ovvero, c’è sempre “chi ti attende al varco (elevazione della tua torre al cielo)”, di modo che “qua (così)” tu rimanga vittima dite stess3.

L’automatismo “firewall ambientale”, che mantiene la forma (status quo) come un pilota automatico, è analogamente l’AntiSistema immunitario dell’organismo comandat3 in/da remoto, dal riflesso (programmazione) giurisdizionale planetario dominante.

Qualcosa che interferisce (ma non impedisce a livello potenziale) con te/“te”, poiché avente il fine di preservare e manutenere ciò che risuona più “forte (grande concentrazione di massa)” nell’ambiente giurisdizionale, in cui è emers3 – tuttavia - la strategia (atteggiamento), rivolta all3 singolarità, adatta a mutare lo scenario una volta per tutte:
da/in quest3 Spazio (Potenziale) Solido
infatti
proviene il segnale portante “formulare”
ciò che ti occorre in quanto a configurazione sensibile
da sovrapporre al tuo/“tuo” atteggiamento “qua (non importa come)”…
Ti puoi accorgere 1) di cosa (chi) è success3 e che 2) “è già success3”… in infiniti modi, poiché tutt3 impattanti con il tuo potenziale d’essere + l’essere d3lla manifestazione fisica (coerenza, ricordo, esperienza diretta, etc.). 
Anche, ad esempio, attraverso tale “metafora”:
ci sono molte specie di cosiddetti “uccellini” che, pur avendo le ali, risiedono sempre nella stessa zona, molto spesso, circoscrivibile attraverso qualche albero vicino
mentre, d’altro canto
le rondini (gli uccelli migratori) stanno scomparendo
ovvero
il riflesso ambientale della società “sedentaria (dipendente poiché schiavizzat3)”, umana.
Io credo che la morte sia una porta…”.
Ghost Wars
Già; una “porta” che eviti costantemente, come la peste, evitando quel tipo di approccio “migratorio” che sembra appartenere sempre più al “passato”, tanto remoto da non sembrare più nemmeno esistit3.
Alias: “è già success3”, il trauma, lo shock, la paura, etc. 
Tutt3 ciò che “ora” ti ha veicolat3 “qua (così)”



Qualcosa che puoi sempre (sempre) auto decodificare (ricordare), anche se travestit3 di frattalità espansa, a cui devi approcciarti attraverso il più che opportuno tipo di “filtro (atteggiamento ‘formulare’)”, in cui ritrovi tutt3 il senso sostanziale dell’analogia frattale espansa…
Penso che l’importante sia abbracciare l’idea che c’è molto di più in questa vita… di quanto si possa toccare, di quanto si possa vedere…
Proverbi ci ricordano che c’è un dualismo nella natura umana. Ed è una trappola in cui è facile cadere. Quindi, non inseguiamo la divisione, ma stiamo uniti nella verità…”.
Ghost Wars
Sì, ma (ma)… quale “verità?
Quell3 che s’emana ambientalmente, ovunque e comunque, a proposito dell’autentica “forma” sociale, ovvero, quell3 AntiSistemica (la negazione del Sistema = come dovrebbe essere). 
Ciò che fa a pugni con il tuo “sentire” e ciò che non ti sembra possibile mutare, ribaltare, riportare al punto zero della giustizia sferica… poiché, di fatto, impedit3 da ciò che auto mantiene assieme la “forma” attuale umana (suddivisa solo apparentemente, ma facente parte dell’unico “impero” globale che esiste; seppure, sostanzialmente, la forma umana è auto separata, dal momento in cui è la strategia dominante che così intende).


Resta impresso nella nostra memoria collettiva e ci può definire, ci può dire chi siamo…”.
Ghost Wars
Il fulcro è proprio tale “forma mentale ambientale”, che continua ad aleggiare “qua (così)”, automaticamente, come un velo d’incanto a cui proprio non puoi credere. 
Vero? Ok. Allora, assumi tutt3 ciò a livello significativo = che cosa significa.
Non si butta via niente, “qua”; nemmeno se “qua (così)”.
Lui non si adatta. Lui non ci appartiene…
La fede è la prova di cose non viste…
Cose che non siamo tenuti a comprendere e tuttavia le accettiamo”.
Ghost Wars
L’autentica “diversità” è ciò che non sembra, eppure “è”.
Quando scrivi un romanzo lo imbratti dei tuoi colori…”.
Chiara Francini
La simpatica Chiara, esprime una grande verità ambientale, non accorgendosi tuttavia che si tratta di… frattalità espansa, da cui l’analogia frattale espansa (atteggiamento) e il ricordo di ciò che continua ad aleggiare nella “Caverna”. 
L’ambiente è polarizzat3 e satur3 d3l segnale portante AntiSistemico:
auto decodifica in tutt3 libertà (da te in te), consciamente.
E ricorda che c’è libertà e… libertà. 
Ad esempio:
Seleziona “Ok” per continuare ad utilizzare nostri prodotti, altrimenti non avrai più accesso ai nostri siti e alle nostre App
Link 
È il Libero Mercato; qualcosa che si basa sempre sulla “tua” firma, al fine di rendere legale ogni contratto, non importa come ti venga… estort3.
Da “lì”, la necessità della nascita della figura dell’avvocato, ossia, di chi sa sempre come muoversi nella “giungla sociale”, a differenza “tua”. 
La compresenza dell’avvocatura va di pari passi alla “complessità” del sopravvivere “qua (così)”. 
Infatti, l’espert3 di turno si rende intermediari3 tra le parti, garantendo di fatto la forma AntiSistemica (che “protegge” indirettamente, come una sorta di “Patto col Diavolo”, dominante).
In molte presentazioni di nozioni matematiche per concetto primitivo o nozione primitiva si intende un concetto che, per la propria semplicità ed intuitività, si rinuncia a definire mediante termini e concetti già definiti all'interno di un sistema formale, e che al contrario si sceglie di sfruttare per formulare la definizione di altri concetti; pertanto un concetto primitivo si accetta senza spiegazioni perché il suo significato è ovvio
Link 
In tutt3 ciò, è possibile rendersi come un fantasma


Quando, ad esempio, diventi “ovvio” ma (ma) non più riconosciut3; come utilizzare le candele elettriche, in Chiesa, perdendo il significato e la portanza del rito all’interno dell’oggettistica rituale originale, facente parte dell’assieme di fondo. 
Qualcosa che ti ricorda (se ti accorgi) del progressivo auto svuotamento che, sopravvivendo “qua (così)”, ha su di/in te/“te”, come un’idrovora trasparente o meglio invisibile e non più “sentit3”. 
Tutt3 ciò che diventa scontat3, perché dai per scontat3 che…
Su “cosa” ti basi per valutare la realtà manifesta
Perché ciò che pensi tu, non ha la stessa valenza di ciò che pensa, un’espert3?
È tutt3 tra le righe, per cui… accorgiti sostanzialmente.
In epistemologia, un assioma è una proposizione o un principio che è assunto come vero perché ritenuto evidente o perché fornisce il punto di partenza di un quadro teorico di riferimento.
L'insieme degli assiomi e dei concetti primitivi costituiscono il fondamento, il "punto di partenza", o l'inizio, di ogni teoria deduttiva che si presenti come sistema assiomatico (v. dimostrazione e dimostrazione matematica).
Un assioma in ambito geometrico viene chiamato postulato.
Un postulato si differenzia da un assioma in quanto è introdotto per dimostrare proposizioni che altrimenti non potrebbero essere dimostrate.
In altri termini si può definire come una semplicissima "teoria ad hoc", accettata grazie alla sua utilità
In matematica il termine postulato invece ha il significato più preciso di assioma non-logico, cioè di assioma specifico di una particolare teoria matematica. Gli assiomi e i postulati, proprio per loro natura, non sono mai dimostrati
Link 
Il “cavillo”, all’interno della legge, permette la reinterpretazione della legge che, dunque, non può essere legge sferica (a prova di cavillo, non avendo alcuna prospettiva oltre al valore assolut3 della giustizia sferica).
Per analogia frattale espansa, puoi riannodare ogni singolo puntino, conferendo (estraendo) del valore aggiunto “formulare/sferico”:
gli assiomi sono proprietà che non devono essere dimostrate, essi esprimono le relazioni esistenti fra gli enti primitivi
Link 

Gli assiomi sono (ciò che non metti in dubbio, poiché devi accettare supinamente)
proprietà che (appartenenz3)
non devono essere dimostrate (ciò in cui “credi”, dunque, ciecamente)
essi esprimono le relazioni esistenti fra gli enti primitivi (relazioni tra… chi “è già success3” – è venut3 prima – e te/“te”).
Nota bene quali caratteristiche hanno.
Essi devono essere:
compatibili, cioè non devono contraddirsi l'un con l'altro
indipendenti, cioè le proprietà affermate dell’uno non si devono poter dedurre dalle proprietà affermate dell’altro
possedere il requisito della completezza, ossia tutti i teoremi devono essere dedotti da essi…
Link 
Molto probabilmente non te ne rendi conto, ma (ma)… queste caratteristiche coincidono sostanzialmente proprio con la forma sociale, politica, finanziaria, religiosa, etc. AntiSistemica, fungendo da assi portanti “indubitabili” distribuit3 nella società globale:
non devono contraddirsi l'un con l'altro (le “parti” recitano all’unisono. Tutt3 ciò che risuona diversamente rientra sempre nel copione nella proporzione 99 Vs 1. Nulla è per caso, quando esiste la Regia)
le proprietà affermate dell’uno non si devono poter dedurre dalle proprietà affermate dell’altro (queste “fette di salame sugli occhi” devono per forza di cose essere rinsaldate in “te” attraverso il meccanismo del “credo, legge, dovere, ordine, gerarchia, etc.”)
tutti i teoremi devono essere dedotti da essi (tutt3 deriva da un’unica fonte, dominante ad eco).


Ecco che, dunque, tale ambito appena abbozzato poco sopra, rientra perfettamente in quanto a chiave per l’auto decodifica “formulare” anche della situazione italica, on air da sempre e dunque anche e proprio in queste ultime ore “politiche”.
Con l'Ue si può trattare, con i mercati no
La dialettica in Europa è sempre possibile, anche lo scontro se necessario. Chi non vuole sentire ragioni sono i mercati finanziari, che se annusano sfiducia reagiscono.
Si potrebbe riassumere così il ragionamento che Pier Carlo Padoan consegna al Sole 24 Ore alla fine del suo mandato da ministro dell'Economia…
"Anche dal nome che sarà scelto arriverà un segnale ai mercati, perché dietro al nome ci sono delle idee…".
Link 
Il concetto di Mercato Finanziario è un assioma, indiscutibile.
Ma (ma)… “chi” è tale dispositivo, in grado di influenzare qualsiasi discussione interna allo Stato, da una posizione che è di fatto sovranazionale e dunque sfuggevole per sua “natura”?
Non ne discuti nemmeno, poiché… esiste in quanto tale eamen.
Putin: da protezionismo rischio crisi economia senza precedenti
Link 
Quando esisteva l’Urss, tale impero era “chiuso”, poiché comunista (separato, poiché isolato) e dunque protezionista
Non a caso, attraverso l’Armata Rossa (forza, costrizione) aveva raggruppato un gran numero di Nazioni a farvi parte, allargando così il Mercato interno (Cina docet).
Sino alla caduta del comunismo, che ha permesso - a distanza di un paio di decenni - agli Usa, di ricorrere al protezionismo senza essere per/con ciò, comunist3.
Del resto, con l’assenso di ciò che rimane dell’Urss, è evidente la comune forma di strategia, sostanziale:
fare i propri interessi, nel giogo delle parti (ecco cosa teme, che venga meno... anche Putin)
essendo sottoDomin3 e di certo non Domin3 né tantomeno dominante (“è già success3” = continuazione ad eco dell’avvento dominante che, nel frattempo, si è estint3).
Dunque, si sprecano i cori rivolti al pessimismo relativamente al Governo Lega-M5s, ponendo l’accento sulla paura che la massa italica dovrebbe provare, in primis, essendo un assieme risparmiatore (avente un certo interesse vincolato attraverso il dispositivo bancario).
Un ricatto e, quindi, un altro assioma = indiscutibile.
"I risparmi degli italiani corrono veloci verso il baratro per colpa dei diktat inaccettabili rivolti al Presidente della Repubblica con toni intimidatori che non ne rispettano le prerogative costituzionali né il suo ruolo di garante della tenuta democratica del Paese.
Tutta la nostra solidarietà al Presidente Mattarella, siamo dalla sua parte senza se e senza ma…".
Beatrice Lorenzin
Le parti fanno il “loro” gioco, nel giogo più grande, saltando sull’ipotetico carro del vincitore più apparente. 
E, in tutt3 ciò, l3 singolarità hanno poco da dire, se non continuando a lamentarsi comunque a pancia piena.
Ue, Padoan: per Italia uscita da Euro costerebbe più di Brexit
Link 
"Chi compra il debito italiano chiede stabilità…". L'avvertimento dell'Ad di Intesa Sanpaolo
Link 
Ricatti. Ricatti. E ancora ricatti. 
Nel nome dello status quo, che per altr3… è, quanto mai, ciò che metti continuamente in dubbio, senza riuscire mai (mai) a “dimostrare” che hai ragione, essendo il dubbio un lieve accento che non ha alcuna portata all’interno di qualcosa di assolutamente indimostrabile (attraverso l’impianto della legge cavillare/cavillosa/cavernosa).
Mattarella: mio dovere difendere risparmio italiani
Link 
Approfitta di questa ulteriore “crisi politica italica”, al fine di renderti conto che tale polverone mette in luce, per qualche breve istante, proprio il livello significativo che funge da collante AntiSistemico
“Fai” significativamente la tua parte che, “qua (formularmente)” è uguale a… auto decodificare attraverso la priorità del tuo “sentire”, che assume l’assioma in quanto a… immondizia da gettare nel comparto di ciò che è “rifiuto speciale”, da isolare, separare e bruciare a parte.


Se salta il governo ci sarà una frattura con gli italiani...
Il sottinteso, neanche troppo, è che la colpa sarà scagliata contro il capo dello Stato, reo di non aver subito il diktat imposto dai partiti.
Al Quirinale accettare una cosa del genere equivarrebbe certificare che in Italia non c'è più la presidenza della Repubblica:
il suo ruolo, le sue funzioni, la sua dignità istituzionale.
Perché al capo dello Stato non è stato suggerito di nominare Paolo Savona, pur conoscendo le sue preoccupazioni e perplessità. È accaduto e sta accadendo ben altro. L'arbitro è stato schiaffeggiato, col tono protervo di chi dice "comandiamo noi, tu firmi", con l'atteggiamento padronale di chi se ne infischia delle regole e delle prerogative stabilite dalla Costituzione
Link 
Regole e… prerogative stabilite dalla Costituzione…?
Quali, se (se) ognun3 dice la propria?
Mattarella: rottura su nome Savona all'Economia, non accettabile un esponente anti euro
Link 
Meloni: pronti a chiedere messa in stato d'accusa di Mattarella
"La verità è che non esiste alcuna norma della Costituzione italiana che consente al presidente della Repubblica di rifiutarsi di nominare un Ministro solamente perché non ne condivide le idee
Sarebbe drammaticamente evidente che il Presidente Mattarella è troppo influenzato dagli interessi delle nazioni straniere e dunque Fratelli d'Italia nel caso in cui questo veto impedisca la formazione del nuovo Governo chiederà al Parlamento italiano la messa in stato d'accusa del Presidente della Repubblica per alto tradimento a norma dell'articolo 90 della Costituzione perché di gente che fa gli interessi delle nazioni straniere e non degli italiani ne abbiamo vista fin troppa…".
Giorgia Meloni, in una nota diffusa poco prima che lo stesso Sergio Mattarella confermasse di aver rifiutato di nominare Paolo Savona ministro dell'Economia.
Link 
Regole e… prerogative stabilite dalla Costituzione…
La verità è che non esiste alcuna norma della Costituzione italiana che consente al presidente della Repubblica di rifiutarsi di nominare un Ministro solamente perché non ne condivide le idee…

Governo, Conte rimette mandato
E il capo dello Stato ha così spiegato la sua scelta…
"Nessuno può dire che io abbia ostacolato la nascita del governo del cambiamento. Ho accettato ogni nomina, tranne quella del ministro dell'Economia, che costituisce un ministero importante...
L'adesione all'euro… è fondamentale per la prospettiva del nostro Paese…
Il Quirinale non subisce imposizioni. Ed è mio dovere essere attento alla tutela dei risparmi degli italiani. In questo modo si riafferma completamente la sovranità…”...
Abbiamo un grande problema in Italia, si chiama democrazia. Il no è perché le agenzie di rating in tutta Europa erano preoccupate per un uomo che andava a fare il ministro dell'Economia? E allora diciamoci che è inutile che andiamo a votare perché i governi li decidono sempre gli stessi, le agenzie di rating, le lobby finanziarie
Il punto non è Savona il punto è di intendere l'Italia se è sovrano oppure no…".
Luigi Di Maio
"Non pensavo che in Italia non si potessero discutere i trattati Ue altrimenti sale lo spread e non si fa un governo
Se un ministro non sta a simpatico a Berlino è quello giusto. Mi sto convincendo che non siamo un paese libero. Siamo un paese a sovranità limitata”.
Matteo Salvini
"Il Presidente della Repubblica ha difeso il Paese, la Costituzione, l'interesse nazionale. È il garante degli italiani. Per 80 giorni Lega e Cinque Stelle hanno invece portato in modo irresponsabile l'Italia sull'orlo di una crisi senza precedenti. Lega e Cinque Stelle stanno utilizzando parole inaudite e minacce senza precedenti. Se andranno avanti di questo passo, siamo pronti alla mobilitazione a difesa della democrazia e delle nostre Istituzioni".
Maurizio Martina
Link 
Ho accettato ogni nomina, tranne quella del ministro dell'Economia, che costituisce un ministero importante...
Mi sto convincendo che non siamo un paese libero. Siamo un paese a sovranità limitata… 
Ma va? È sempre stato così. 
Con la “liberazione” del 25 aprile 1945, la situazione si è solo resa evidente, ma (ma) dopo molti decenni l’abitudine AntiSistemica ha avuto ancora una volta la meglio.
Sino ad entrare nel calderone Ue, con la Germania avente la voce grossa e la finanza internazionale a farla da padrone, essendo l’impero dominante, globale... proprio perchè... protezionista.
Del resto, democrazia “qua (così)” è sinonimo di strategia:
che cosa vuoi sentirti dire? 
Te l3 diciamo. Tanto non vale nulla, oltre al fatto che a quel punto te ne starai buon3 a “lavorare” oppure a “cercarti un lavoro”. 
Sarai, insomma, sempre troppo impegnato per avere davvero “fame”, dal momento in cui ti daremo sempre il pane che ti serve per non diventare troppo te stess3, sentendo i morsi della fame e ricordando cosa significa non avere nulla da perdere. 
Non a caso... le parti hanno ricordato alla popolazione italiana soprattutto che cosa hanno da perdere, qualora…
D’altro canto, sii consapevole che anche se dovesse andare al Governo la Lega/M5s, di fatto, non cambierebbe nulla, poiché, le decisioni sono prese ormai a livello Ue & Co.
Ossia, tale Governo verrebbe tollerato per poi, alle successive elezioni, ossido ridursi, spazzat3 via attraverso la votazione nazionale... chiaramente preoccupat3 da ogni sirena AntiSistemica.
Comunque vada, tuttavia, accorgiti di quel breve “riverbero” che ti permette di accorgerti, mentre si alza il tappeto e la “polvere” viene nascosta poco sotto.
Quanto sei liber3 se (se) sempre “qua (così)”:
la libertà non si misura
per cui
non sei liber3.
La libertà è sferica = non ha limitazione, nemmeno per legge.
Quando non è più così, significa che il valore assolut3 (sfericità) è stat3 sostituit3 dal valore relativ3 ad un’assolut3 che non corrisponde più alla sfericità, bensì, a ciò che fa più la voce grossa (giurisdizionalmente) anche senza apparire, come assioma (ente primitiv3).
Qualcosa che la tecnologia ti “ricorda”, allorquando auto decodifichi da te in te, che:
tecnologia è
leva, ubiquità, non località, automatismo remoto, wireless, essenza tra le righe, etc.
“Fai… di cogliere ciò che va colt3, anche quando si aprono le finestre sbattendo i panni al vento”.
C’è un momento in cui… tutt3 è oltremodo evidente:
in tale fenditura, senza indugiare, inserisci le tue “dita” e facendo forza (osando), apriti un/il varco. Insisti. Senza alcuna paura. 
Perché “è già success3” e hai già perso (dimenticato) tutt3. 
Ciò che continua a succedere, è ciò che “è già success3”:
accorgiti poiché assolutamente evidente (come se tu continuassi ad essere preso a pugni, accettando tale fatto “naturalmente”).
      
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2314


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.