giovedì 10 maggio 2018

Il mondo è strano ma causale e dunque indagabile.



Sei in un mondo che sembra “strano”.
Innanzitutt3, ti rivolgi ad ess3 sempre (sempre) al maschile, il che significa che c’è diseguaglianza di fondo, parzialità, separazione, privazione, riduzione, sezione, inclinazione, interesse, sopruso, etc. 
Basta così “poco” per accorgerti dell’autentica “forma” della realtà manifesta “qua (così)” mondo
Sì. 
Se (se) poi ci si vuole costruire tutt’attorno un “caso”, allora è un altro paio di maniche, anzi, è sempre l3 stess3 che manutiene tutt3 in tale maniera “strana”, ossia, strategic3. 
Laddove la stranezza lo è dal punto di sospensione dell’osservare le “cose” in maniera neutra/neutrale (sfericità), ovvero, come dovrebbe essere (utopia). 

Come “sente” l’infante o chi proviene da un Paese diametralmente opposto, in termini di distanza, e si ritrova a passare per una tale “normalità” che risuona, appunto, come “strana”. 
Qualcosa che, in seguito si inizia a “digerire”, ma probabilmente mai (mai) ad accettare in profondità.
Ti ci auto adatti, insomma, conseguendo al segnale portante AntiSistemico, in quanto ad unic3 riferimento “ufficiale” che risuona ovunque “qua (così)”.
Perché il mondo è stran3? Bah… ci sono così tanti esempi. 

Pensa al processo di “crescita”, allorquando vedevi tutt3 in una certa maniera e poi hai iniziato a vedere tutt3 diversamente, secondo la prassi (che non fa differenza alcuna, in base a come ragioni e ti schieri o non ti schieri) che significa = nel mondo, non del mondo.
Sei “qua (così)”… del mondo
Perché ess3 ha (è in) una proprietà unic3. Anche se non ti risulta
Un potere che ha ispirato la proprietà ed il documento di proprietà (con il catasto), ma… che non vi rientra minimamente, poiché non ne ha bisogno (anzi). 
Tale potere “è” = nel mondo, non del mondoOk?
Le strade ed autostrade hanno limiti (etici e responsabili) di velocità; le vetture sono sempre più potenti e performanti (anche se elettriche o ibride); la legge “tutela” i neo patentati, non permettendo loro di acquistare auto superiori ad una certa potenza; la pubblicità rende accattivante un certo stile di guida “da giungla” e certi tipi di veicoli alla moda; i genitori fanno finta di niente, sino a quando una telefonata nella notte avvisa loro della tragedia avvenuta alla prole; la legge fissa limiti di assunzione di alcol; nelle discoteche si beve come quanto e quando si vuole; negli autogrill non si vende alcol sfuso né ai minorenni, né dopo una certa ora, ma si vendono bottiglie all’interno del market, pagabili da chiunque alla cassa prima di uscire all’aperto; sorgono organizzazioni per la salvaguardia della gioventù, sempre più a rischio, ad opera di chi ha perso già qualcun3, mentre la rimanenza sociale francamente se ne infischia, partecipando allo spettacolo che continua poiché deve continuare nel Libero Mercato
In Tv si alternano spot pubblicitari delle Istituzioni, che ti ammoniscono a “non fare ciò…” e subito dopo, la pubblicità ti ricorda del tal prodotto che promette di…
Il mondo è “strano”, ovvero = perfettamente sotto controllo, dato che “è” come deve essere (interesse dominante) e non come dovrebbe essere (utopia). 
E, poi, ti dicono che la perfezione non è di quest3 mondo.

Una parte è in guerra con un’altr3? 
Non importa, tanto… chi può permettersel3 si sposta dove c’è la “pace”, ovvero, Libero Mercato
A cosa ambisce la popolazione più giovane ed alla moda di Cuba, oppure di quei Paesi ancora poco occidentalizzati?
A ciò che traspare mediaticamente d3l mondo occidentale:
al bando ogni idealismo da museo.
Costoro cedono alla seduzione del Libero Mercato. Alla possibilità di “fare ciò che vogliono”, che non corrisponde più al valore assolut3 “libertà”.
Bastavano due minuti per rendermi un esperto”.
Sherlock
L’acqua minerale sgorga da “a monte” e delle S.p.A. l3 imbottigliano e te l3 vendono. Ma (ma), l’acqua non rientra tra le risorse naturali sancite e protette dal “diritto universale”?
Il diritto all'acqua risulta quale estensione del diritto alla vita affermato dalla Dichiarazione universale dei diritti umani.
Esso riflette l'imprescindibilità di questa risorsa relativamente alla vita umana.
Link 
Bla. Bla. Bla... Tutt3 viene buon3 per scrivere libri, avere reddito, lavorare, fare carriera, etc.
Ergo:
il “reddito d3 cittadinanza” è ingiust3, perchè premia coloro che non hanno voglia di lavorare
Ma no; c'è molto (molto) di più... in ballo ed in giogo.
Secondo le aziende, l'articolo 70 comma 4 del Codice delle Comunicazioni stabilisce come una società può cambiare i suoi prezzi e questo articolo sarebbe stato rispettato dal nuovo sistema di fatturazione a 4 oppure a 8 settimane.
Secondo le società poi, la delibera dell'Autorità di marzo (con l'ordine di tornare alla vecchia fatturazione mensile) violerebbe la libertà d'impresa e trasformerebbe i prezzi (liberi per definizione) in tariffe regolamentate dall'alto, cioè dall'Autorità. 
Link 
Inquinamento falde acquifere Expo, indagine per omessa bonifica
Link 
Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita
Expo Milano 2015 è l’Esposizione Universale che l’Italia ospita dal primo maggio al 31 ottobre 2015 ed è il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione.
Per sei mesi Milano si trasforma in una vetrina mondiale in cui i Paesi mostrano il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale:
riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri
Link 
Philip Morris punta sempre di più su “smoke free world”.
Philip Morris punta con decisione sempre maggiore sullo “smoke free world”, un mondo senza fumo
Cosa si può fare allora, a livello regolatorio?
"Le regole secondo noi, dovrebbero essere…".
Link 
Davvero? Un mondo senza fumo
La strategia è sostanzialmente sempre uguale:
fate il vostro gioco…” all’interno del nostro giogo…
Una volta”, chi vendeva sigarette (anche a livello di punto vendita, tabaccheria), sosteneva - per interesse - che non esisteva alcuna prova scientifica che dimostrasse come il fumare facesse venire il cancro ai polmoni. 
Era assurdo, come dichiarare - allora - che tutt3 coloro che hanno i capelli rossi, ad esempio, hanno il cancro ai polmoni… “Ora” è risaputo che
Poiché il tabacco, il principale costituente delle sigarette, è la maggior singola causa di morti prevenibili a livello globale... e dà dipendenza, le operazioni dell'azienda (e dei suoi concorrenti) sono altamente contrastate e sono sempre più soggette a cause e legislazioni restrittive avviate dai governi di vari Paesi circa l'effetto dei suoi prodotti sulla salute…
Link 
Dagli anni ’90 al 2003 e a seguire (in Italia), la versione ufficiale scientifica e politica cambiò. Perché
Perché era diventato oltremodo evidente, anche facendo a meno della dimostrazione e, dunque, del “permesso” scientifico/politico.
Per cui, la lobby del tabacco cambiò strategia e lasciò liber3 lo Stato di promulgare la legge Sirchia, li liberazione dal fumo nei locali pubblici. 
Ma (ma), le sigarette si vendono ancora. 
Anzi, la storia continua con le E-cig (le sigarette elettroniche). 
La sola nazione al mondo ad avere completamente bandito la vendita e la pratica di fumare il tabacco è il Bhutan...
Link 
Philip Morris esiste ancora, anche se ha perso molte cause in tribunale e ha perso molti milioni di clienti.
Fatturato.
$ 74,953 miliardi... (2016)
Utile netto.
$ 6,967 miliardi... (2016)
Dipendenti. 
82.000 (2016)…
Link 
L'azienda ha fatto parte del Gruppo Altria fino al marzo 2008, data del suo scorporo.
Altria ha motivato la fuoriuscita dal gruppo di Philip Morris International asserendo che quest'ultima avrebbe avuto maggiore facilità a raggiungere il suo scopo, ossia “ottenere un aumento delle vendite nei mercati emergenti
Link 
Quindi, “prima di allorala scienza sostenne una verità priva di ogni senso, ad eccezione di quell3 che dimostra che “è” deviata (dall’interesse delle lobby).
Questa è una prova ufficiale. 
Un fatto certo. 
Eppure, “ora” è proprio la scienza a sostenere che il fumo fa male ed a certificarl3 anzitempo
Quindi? La scienza è come la Chiesa:
c’è sempre. 
La strategia è quella di appoggiare la versione più popolare, alias, quella che viene finanziata per diventare quella ufficiale. 
In un simile giogo, la Massa non riesce mai ad accorgersi di ciò che continua a succedere, dato che vi è troppo dentro…
Questa è la chiave per l’auto decodifica, da te in te, che occorre e-leggere sempre (sempre) in quanto a “manifesto”, per essere e rimanere portante e centrale:
la scienza cambiò “parere”
e non “verità”
dato che sia prima che dopo
per la scienza è sempre “verità”
tutt3 ciò che promulga
dal “proprio” pulpito
sempre a caccia difinanziamenti
poiché, lavoro (parte, dipendenza, necessità, funzione, etc.).
Una verità avente due facce opposte, alternativamente ed unilateralmente esponibili al pubblico:
il fumo non fa male (ma non fa nemmeno bene)
il fumo fa male (e fa solo male).
Nel mezzo, molti secoli di oscurantismo e di mort3, a causa anche del fumare.

E, del resto, soprattutt3, molto guadagno (per chi?). 
A pioggia, ma (ma) con una grande concentrazione di massa molto chiar3, in coloro che vendevano (e vendono) “fumo” alla Massa... in quanto a riflesso oscur3 di chi trama in tal senso, poichè sempre più “a monte”.
Nel 2003 cambia nome in Gruppo Altria.
Stando a quanto asserito il cambio di nome fu dovuto alla volontà di Philip Morris di enfatizzare il fatto che la gamma dei suoi prodotti andava ben oltre i derivati del tabacco, dato che, all'epoca, essa possedeva, ad esempio, anche l'84% della Kraft Foods Inc., la seconda più grande azienda alimentare del mondo dopo la Nestlé
Nel 2015, la Pmi ha venduto oltre 850 miliardi di sigarette
La Philip Morris International dichiara che la priorità del suo attuale programma di ricerca e sviluppo è lo "sviluppo di prodotti con la potenzialità di ridurre i rischi per la salute legati al consumo di tabacco...", con particolare attenzione volta alla riduzione dei livelli di composti chimici tossici...
Ad oggi, il maggior progetto riguarda i prodotti a tabacco riscaldato non bruciato Iqos…
Norvegia.
Philip Morris International fece causa anche al governo norvegese per aver introdotto il divieto di esporre i prodotti del tabacco nei negozi. Anche in questo caso, nel 2012, la Pmi perse la causa...
Regno Unito.
Nell'agosto 2014 la compagnia minacciò di intraprendere azioni legali contro il governo del Regno Unito se questi avesse portato a termine l'introduzione della standardizzazione totale dei pacchetti di sigarette.
In una nota, Pmi annunciò che avrebbe richiesto risarcimenti per "miliardi di sterline" se l'iter legislativo fosse andato avanti...
Uruguay.
Nel marzo 2010, la compagnia si scagliò contro le dure leggi antifumo promulgate dal governo uruguaiano... e intraprese una causa contro il Paese (Philip Morris v. Uruguay) basandosi sul trattato bilaterale per gli investimenti esistente da Svizzera e Uruguay...
La Pmi perse anche in questo caso e, l'8 luglio 2016, il Centro internazionale per il regolamento delle controversie relative ad investimenti decise in favore dell'Uruguay…
Da documenti trapelati nel 2015 si è venuti a conoscenza che dagli anni settanta alla fine degli anni novanta, la Philip Morris International e la British American Tobacco sono state attive nel minare le campagne antifumo dei vari Paesi a maggioranza musulmana etichettando come "fondamentalisti che vorrebbero ritornare alla Sharia..." tutti quelli che si schieravano contro la commercializzazione dei prodotti del tabacco ed accusandoli di essere "una minaccia all'attuale forma di governo..."...
In un rapporto risalente al 1985 la Pmi si esprimeva con questi termini circa l'operato dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms):
"questa evoluzione ideologica è diventata una minaccia per i nostri interessi a causa dell'interferenza dell'Oms...
L'Oms non solo ha unito le proprie forze a quelle dei fondamentalisti islamici che vedono il consumo di tabacco come un male, ma è andata oltre, incoraggiando i leader religiosi che prima non si interessavano di campagne anti-fumo a sostenere la loro causa..."....
Philip Morris International, dal canto suo, ha sempre rifiutato di commentare tali documenti...
Nel maggio 2011, dopo aver effettuato diversi studi a riguardo, Philip Morris International ha annunciato di aver rilevato l'esistenza di violazioni dei diritti umani nei confronti dei lavoratori coinvolti nell'industria del tabacco, soprattutto nei confronti di quelli impiegati nelle piantagioni, in Kazakistan ed in altri 30 paesi, annunciando di voler fare del benessere di ogni lavoratore coinvolto nella sua supply chain un proprio dovere....
Sponsorizzazioni…
Philip Morris International sponsorizza un gran numero di eventi sportivi in tutto il mondo, dalla corse di velocità alle partite di calcio, agli incontri di cricket e di hockey su ghiaccio.
La Pmi è da molto tempo uno dei principali sponsor del team di Formula Uno Scuderia Ferrari...
Al giorno d'oggi, a causa delle restrizioni imposte alla pubblicità dei prodotti del tabacco, la sponsorizzazione è solo subliminale ma, negli anni, auto della Ferrari e della McLaren recanti la pubblicità di prodotti Philip Morris hanno vinto diversi titoli mondiali.
Prima del bando della sponsorizzazione diretta, si stima che Scuderia Ferrari ricevesse dalla Pmi circa 45 milioni di sterline l'anno più il multimilionario stipendio di Michael Schumacher...
Un esempio della subliminalità sopraccitata è la sponsorizzazione del team di Formula Uno Jordan Grand Prix.
Dal 1996 al 2005, infatti, le auto della scuderia riportavano il motto "Be on Edge sui colori giallo e nero, in riferimento alle sigarette di marca..."...
Link 
Sì; il mondo è stran3. Ma (ma) non a casaccio
Nota bene la strategia, della stess3 azienda, come si trasforma e cavalca sempre l'onda, che concorre a promuovere. 
E non pensare che, dunque, l'Oms sia migliore
A volte, il “sacrificio” da compiere è impensabile, seppure sempre (sempre) avente uno scopo ben precis3.
Nelle feste tradizionali o nelle iniziazioni (uso di maschere e costumi) si ha la sospensione dalla vita ordinaria, la limitazione nello spazio e nel tempo.
C’è nello stesso tempo la consapevolezza del non essere vero ma anche l’accettazione del fatto che, pur sapendo, ci si comporta come se
La mancata accettazione rende il rituale ridicolo e grottesco.
La simulazione sostituisce il vero, ciò che si replica simulando (divinità, demone o altro) è simulacro, qualcosa che è socialmente accettato e condiviso come realtà.
Gli iconoclasti infatti considerano le immagini di Dio come un pericolo, attribuendo ad esse un fascino che, a loro avviso, rischia di sostituire totalmente Dio, invece di considerarle solo come un’alterazione della realtà.
Il gioco è complementarietà fra credere e non-credere, fra serietà sacrosanta e scherzo…
Link 

Maradona choc, il suo preparatore atletico:
"ha fatto bene a drogarsi…".
Link 
Russia, Eremenko positivo alla cocaina:
Uefa squalifica per due anni l'ex Siena
Link 
Tra Maradona ed Eremenko quale differenza c'è? Perlomeno, il trattamento ricevuto. Ergo?
Potrai obiettare che 1) le tempistiche sono diverse e 2)  l’uso di cocaina non migliora l’attività agonistica.
Ma (ma) se il Governo del Calcio squalifica anche per uso di cocaina, ne consegue che:
dovrebbe valere anche a ritroso, quando è accertata una violazione (altro che prescrizione).
Quindi:
i successi di Maradona (e dell’Argentina) non dovrebbero, forse, essere cancellati dalla storia?
Così come per Lance Armstrong...
Tanto più che… di non solo cocaina, ha fatto uso (Maradona), avendo una certa e dubbia etica della vita, anche sportiva, che corrisponde al più che classico auto indottrinamento AntiSistemico. 
Ovvero, il motivo portante per cui Maradona continuerà ad essere celebrato come una leggenda, soprattutt3 quando non ci sarà più (allorquando la leggenda diventa tale, ripulendo l’immagine dalla memoria/esperienza dirett3, che vale più di mille altre motivazioni “alla memoria”).
La consueta industria della morte di “Hollywood”.
“La mano di Dio” compie 30 anni, Maradona ribadisce: "Non mi pento…"
Tornato a terra, iniziai a correre quasi subito per esultare. Il pallone era partito fortissimo. Lo colpii con il pugno ma schizzò via come se l’avessi colpito con il sinistro invece che con la testa.
Arrivò in fondo alla rete senza problemi.
Fu un gesto fulmineo, tac, e non avrebbero mai potuto vederlo... Né l’arbitro né il guardalinee né Shilton, che rimase lì inebetito a cercare il pallone.
Quello che se ne accorse fu Fenwick, che era il più vicino alla porta insieme a me. Ma oltre a lui niente, nessun altro. Abboccarono tutti, perfino Shilton, che non sapeva più neanche dove si trovava...".
Maradona quindi rivive i momenti immediatamente successivi a quel goal:
"guardai l’arbitro, che non prendeva alcuna decisione; guardai il guardalinee, lo stesso. Io corsi via esultante. Decisi io che non avrebbero avuto il coraggio di decidere.
Bennaceur, me lo raccontò in seguito, diede un’occhiata al guardalinee. E il guardalinee, che era il bulgaro Dotchev, a sua volta aspettava lui; non alzò la bandierina ma neppure corse verso il centrocampo.
Scaricò tutta la responsabilità sul direttore di gara, mentre era lui che si trovava nella posizione migliore per vedere l’azione.
Poi litigarono tra loro per questo motivo, credo, e ognuno disse che la colpa era dell’altro. Io continuai a correre senza guardarmi indietro...".
E dire che anche i compagni di Maradona si accorsero quasi subito dell'irregolarità commessa:
"prima di tutti gli altri mi raggiunse il Checho e mi chiese:
l’hai presa con la mano, vero? L’hai presa con la mano? E io gli risposi:
non rompere, e pensa a festeggiare.
Di quel goal con la mano non mi pento assolutamente.
Nessun pentimento! Con tutto il rispetto che meritano tifosi, giocatori e dirigenti, non mi pento affatto.
Perché con questo genere di cose ci sono cresciuto, perché a Villa Fiorito segnavo goal di mano continuamente.
E la stessa cosa feci davanti a centomila persone che non si accorsero di nulla... perché tutti esultarono per il goal.
E se esultarono fu perché non avevano il minimo dubbio…".
Link 
Se esultarono fu perché non avevano il minimo dubbio (non proprio, poichè... vallo a dire ai tifosi inglesi, ai giocatori inglesi, a coloro che erano neutr3, etc. Chi esultò, fu chi era interessat3 a celebrare quell'avvenimento, ovvero, argentin3 e squadra argentina. Inoltre, alla Tv fu subito chiar3 che Maradona segnò con la mano).
Risultato? Nell'AntiSistema, Maradona è un figo.
Quale esempio (prova e dimostrazione), del resto, se non sempre quell3 AntiSistemic3, dove la giustizia è di/in parte, poichè, privat3 (quindi è in un interesse e significa proprio la compresenza di chi è tanto interessat3 a...).
Tu “senti”. Sei “di più”, rispetto a ciò che “vedi (credi)”.
Sei dotat3 di potenziale ma (ma) “qua (così)” sopravvivi, dal momento in cui… da/con “te” si crea differenza di potenziale (ogni grandezza elettrica, fisica, quantica, etc. l3 rispecchia) che “serve” 3l Libero Mercato (sottoDomin3).
Lo strano collegamento tra intestino e cervello
Link 
Ti conviene chiedere all’oste se il “suo” vino (quell3 che ti vende) è buon3? No. Sai già, infatti, come ti risponderà.
Allora, tappati le orecchie, ma apri gli occhi, in maniera d3 “sentire”.
Ordini Medici bocciano l'omeopatia. Garattini: decisione benvenuta
"Allo stato attuale… non ci sono prove scientifiche né plausibilità biologica che dimostrino la fondatezza delle teorie omeopatiche secondo i canoni classici della ricerca scientifica…"…
"Secondo la legge europea e anche quella italiana… infatti, i preparati omeopatici non possono avere indicazioni terapeutiche, quindi non si capisce per quali fini debbano essere utilizzati.
L'Associazione dei Medici della Gran Bretagna ha equiparato l'omeopatia a ciarlataneria.
Il Consiglio di Sanità dell'Australia ha reso noto ai suoi cittadini che l'omeopatia è inefficace per la terapia delle malattie.
In Italia, il Comitato Nazionale per la Bioetica ha richiesto che i preparati omeopatici rechino la scritta ‘inefficaci’…
Tutti i medici, d'ora in poi….. dovranno tener conto che prescrivere un prodotto omeopatico significa fare qualcosa che è al di fuori delle evidenze scientifiche.
Le Regioni non avranno più scuse per organizzare corsi sull'impiego dell'omeopatia, perché questa non sarà più un atto medico e, soprattutto, dovranno chiudere gli ambulatori di omeopatia ginecologica e oncologica. Anche le Università, soprattutto le Scuole di Farmacia e affini, dovranno chiudere i corsi sull'omeopatia…".
Silvio Garattini
Link 
Dopo l'attacco all'erboristeria, l'affondo all'omeopatia.
Analogia frattale espansa (o chiamal3 come meglio credi, ma accorgiti):
se l'operaio non ha la Fiat non parcheggia. E fuori dall'azienda fioccano le multe
Link 
Di quali altre prove necessiti, per deciderti finalmente.
E poi parlano di “fascismo”. Quest3 non è, forse, apologia del fascismo? Un reato, bada bene.
Ti viene ricordat3, indirettamente. No? Allo stesso modo:
allo stato attuale… non ci sono prove scientifiche né plausibilità biologica che dimostrino la fondatezza delle teorie omeopatiche secondo i canoni classici della ricerca scientifica…
le regole secondo noi, dovrebbero essere…
Non è ver3, Ma “qua”… tutt3 è ver3
Per cui, è ver3 che recitano (le parti) e che difendono lo status quo, da qualcosa che può farti inclinare, immaginando diversamente. Fai attenzione:
non confondere il vettore, utilizzat3
con ciò che trasporta (significato, informazione frattale espansa).
L’omeopatia è un’altra gabbia (e, dunque, fanno bene a metterti sull’altolà), ma – contemporaneamente e di più – ess3 rappresenta ed incarna la verità relativ3 al potenziale di poterti accorgere di essere nell’AntiSistema (Caverna) e di poterne anche riuscire (l3 ricordi attraverso tale forma di “divieto”, che Garattini avio diffonde da buon ingranaggio coeso).
Slovacchia, Kuciak stava per pubblicare articolo esplosivo.
Jan Kuciak, il giornalista slovacco assassinato a febbraio con la fidanzata Martina Kusnirova, stava per pubblicare un'inchiesta esplosiva relativa ai rapporti di corruzione.
L'hanno riferito oggi i procuratori…
Link 
Quando qualcosa (qualcun3) diventa una seria “minaccia”, viene terminat3, nell'AntiSistema. Il che definisce l'AntiSistema stess3.
L3 evidenzia e denuncia.
La minaccia è ovviamente a livello significativ3 e non rientra sostanzialmente all’interno del perimetro, che la notizia ti dà in pasto in quanto ad usuale auto depistaggio. 
Ciò che stava per pubblicare rimarrà nel limbo, sino a quando il “segreto” verrà tolt3.
Ossia, quando non sarà più l3 stess3.
Quindi, dove puoi sempre (sempre) andare a parare, è a livello significativ3 (valore assolut3, che non conosce alcuna inflazione).
Banco Bpm, Castagna:
diverse offerte per vendere piattaforma Npl
Link 
La banca trasforma idealmente (per il proprio interesse) il debito contratto (attraverso attività “garibaldina” ma sempre a norma di legge), in qualcosa che addirittura si può ancora vendere:
Npl = crediti inesigibili, alias, debito della banca… verso qualcun3.
È inutile continuare a girarci attorno. Vai e rimani al “sodo”.




Infatti, per tenerti coerentemente distante dall’accorgerti e ricordare, esiste lo strumento del “segreto”, tutelat3 dalla legge, in maniera tale che la “tua” vita scorra in costante differita.
Come puoi credere che il “segreto” sia qualcosa che ti tutela e che soprattutt3 corrisponde a giustizia sferica (valore assolut3)?
A 40 anni dalla quella tragedia sentiamo il bisogno di liberare il pensiero e l'esperienza politica di Aldo Moro da quella prigione in cui gli aguzzini hanno spento la sua vita e pretendevano di rinchiuderne il ricordo”.
Sergio Mattarella
Belle parole ma di circostanza:
non a caso
c’è qualcun3, di molto (molto) “famos3”
che non viene ancora tirat3 giù dalla croce
poiché… “serve”.
Caso Moro, 700 mila documenti per riscrivere la verità ufficiale.
15 dicembre 2017
Terza e ultima relazione della Commissione d’inchiesta sul caso Moro:
700 mila documenti digitalizzati, tutti desecretati, assicura il presidente Giuseppe Fioroni, tranne quelli usati dalla Procura di Roma per le indagini in corso.
Un immenso materiale documentale che piomba sulla nebulosa del delitto più importante del ‘900 italiano…
Link 
Tranne quelli usati dalla Procura di Roma per le indagini in corso (quale verità puoi desumere, da te in te?).
Più che importante è, per la verità (sferica) significativ3. 
Tra i documenti consegnati all'Archivio centrale dello Stato in seguito alla cosiddetta "direttiva Renzi" del 2014, che ha continuato nell'opera di desecretazione di documenti di intelligence utili per ricostruire gli anni delle stragi e del terrorismo, e che qui riproduciamo, uno reca l'intestazione "Ufficio R, reparto D, 1626 segreto".
È datato 17 febbraio 1978 e proviene da Beirut, "fonte 2000".
È così importante che il giorno dopo, il 18 febbraio, viene nuovamente diramato con piccolissime varianti e identico contenuto
Link 
È così importante che il giorno dopo, il 18 febbraio (1978)…
Ok? Era così importante che solo dopo 36 anni è stat3 desecretat3.
Inoltre, è stat3 diramato ma (ma) a quanto pare, ciò che doveva succedere è... success3.
Se (se) è stat3 diramato, come mai poi è stat3 secretato?
Non era, a quel punto, come cercare di nascondere la sabbia, nel deserto? A chi era stato diramato? E cosa ne fecero, di tale prezioso warning? Nulla.
Analogia frattale espansa: 
accorgiti e ricorda significativamente.
Ci sei?
Sicuramente si tratta di un documento di cui nella sua integralità la magistratura fu sempre tenuta all'oscuro, mai acquisito dalla Procura di Roma, fino al 16 marzo 2018.
Di certo c'è che adesso è stato consegnato nella sua versione integrale all'Archivio di Stato e alla Commissione Moro 2…
Link 
Adesso è... diventat3 come il pane quotidiano per gli storici di professione, ossia, buon3 per lavorare e vendere.
Quando “i buoi sono scappati…” è troppo tardi.
Però, non è mai tardi per accorgerti e ricordare (“fare”).
Perché, la giostra si può fermare, poiché è alimentat3.
Aldo Moro, i terroristi parte di un gioco più grande di loro”.
Link 
Già.


Dominante “è”... diventat3 un sentimento (inclinazione).
Qualcosa che indica una certa situazione, una forma sociale, ambientale, umana, vita (sopravvivenza), “qua (così)”, etc.
Per cui, non cercare una persona; accorgiti (ritrovati), dal momento in cui… sei in una situazione particolare.
Ovvero:
dominante (immanifestazione, ispirazione, interesse, esempio, ragione fondamentale, sentimento, programmazione, etc.)
Domin3 (“sacrificio”, collo di bottiglia, dima fisica, filtro, blocco, interferenza, leva, causa, ruota, programma, etc.)
sottoDomin3 (chiunque potenzialmente, ad immagine e somiglianza, automazione, effetto superiore, emulazione, etc.)
Massa (luogo comune, opinione pubblica, specie, assieme, apparenza, effetto inferiore, etc.)
singolarità (tu e “tu”, ingranaggio, potenziale, etc.).
Di tutt3 questi livelli, gli unici che esistono fisicamente sono:
sottoDomin3 (singolarità emergente nel loop AntiSistemico)
singolarità (motivo portante).
Domin3 è un simbolo fisico, anche se la correlazione originale con la parte fisica (ex sottoDomin3 singolare) è venut3 meno, essendo stat3 sacrificat3 dalla dominante, ovvero, essendosi auto estint3, suicidat3, immolat3... come quel corpo simbolico perennemente manutenut3 in croce.
È l’atteggiamento che fa la differenza (di potenziale), sostanziale… essendo dominante il sentimento ed il senso che continua a succedere “qua (così)”.
Ha più senso, quindi, dedicarti a te e ad accorgerti della compresenza manifesta sottoDomin3
Qualcosa che “si può fare”… piuttosto che dare la caccia ai mulini a vento.
Qualcosa che significa, dunque, qualcun3… che ha assunto ad immagine e somiglianza la strategia della immanifestazione dominante, al fine di ricavarne il massimo del profitto e dell’agio:
governare (godere) 3ello status quo, lo status quo (per miliardi di singolarità)
prendendo spunto dall’ambiente AntiSistemico, che continua a sussistere in quanto a ripetizione automatica
alias
sotto all’influsso etereo dominante, e fisico Domin3
divenendo nella ripetizione la ripetizione (principio di continuazione)…

Ora, la situazione espressa in tale modo, ti permette chiaramente e più linearmente di accorgerti con chi hai a che fare “qua (così)” e di poter giungere a fermare tale meccanismo, che funziona ormai senza più una parte fisica al comando d’assieme del dispositivo venutosi a creare, come una sorta di pilota automatico o meglio di ambiente riprogrammat3 per funzionare e continuare a farl3.
Per fermare tutt3 ciò, va da sé che 1) devi riuscire nel controllo di te stess3 e 2) puoi agganciare una qualsiasi spira AntiSistemica ovvero sottoDomin3 ed interpretarl3 alla luce dominante della sua ragion d’essere (funzionare).
Se togli un filo di lana dal gomitolo (costituito da un insieme di fili di lana) che cosa rimarrà, quando non ci saranno più fili di lana a formare il gomitolo?
Non rimarrà nulla, nemmeno il gomitolo
Ma (ma) per fare ciò, occorre che tu sia liber3 di poter agire in tal senso. Ecco il perché della legge, nella gerarchia che controlla preventivamente che non possa mai fermarsi lo spettacolo “qua (così)”.
È ben evidente tale funzione, quindi.
Dunque ecco svelat3 la “natura (artifizio)” della realtà manifesta AntiSistemica.
Qualcosa, che è qualcun3, è salit3 al potere e si è estint3, ma (ma)… il sistema operativo frattale espanso ha replicato quell’ultimo segnale portante, che è diventat3 il funzionamento reale manifesto conseguente ad immagine e somiglianza.
Da “lì”... la ragione per cui la strategia dominante è immanifesta. Ok?
Di reale ma fisic3 c’è la singolarità e tutt3 ciò che si può emanare al fine di ricoprire ruoli, parti, funzioni, etc.
Ci sei, dunque, tu e “tu”. Che ne dici?
Tu/“tu” che e-leggi, allora, chi sei?
In quale versione, versi?
È la configurazione ambientale che te l3 suggerisce:
“qua (così)”?
Bé, sei certamente “tu”.
Mentre, rimani tu a livello potenziale.
Anche se... nella differenza di potenziale, occorre un certo shock al fine di ridestarti. Non a caso, in oriente ricordano della divinità addormentata, che sogna
L'esempio è dai film con le macchine che hanno il controllo della situazione umana globale.
L'esempio è dalla spiritualità, dove tu sei il tuo vero “nemico”.
L'esempio è... che “è già success3”.
L'esempio è del “sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo”…
Sai dove sei?
Sono in un sogno.
NoSei nel nostro mondo”.
Westworld
Il mondo non è stran3:
è effetto collaterale (sentimento, inclinazione) perfettamente indagabile.
Auto decodifica a livello “formulare” ogni alone di mistero, di segreto, di appartenenza, etc. = che cosa significa
Il giudizio non a parte di ciò, ma (ma) significa anch'ess3.
“Fai… che ti accorgi, ricordi, ti fermi, diffondi”.
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2302