venerdì 30 marzo 2018

Un saluto festoso a tutt3.


Le criptovalute sono diventate buone per fare trading.
Quale novità.
Stai vivendo in una storia, che ricicla dall’ombra di un punto di sospensione dominante, se (se) sempre “qua (così)”. 
Tale ragione fondamentale è una inclinazione nel/d3l “sentimento”:
dominante è il principio
non l’essere che smuove da tale origine.
Qualcosa (la situazione) che diventa qualcun3, solamente, “a valle”:
Domin3 “è” l’eco della manifestazione dominante, nell3 singolarità incarnata (una trasmissione, segnale portante).
Eco, perchéormai, memoria, ricordo, riflusso, loop, incanto, funzione, funzionamento

Dal momento in cui, “è già success3” la sua estinzione (la connessione tra esistenza, interesse, compresenza, strategia, sentimento, inclinazione, etc. e realtà manifesta)...
Motivo per il quale, “ora”, non ricordi, non hai una pista sufficientemente chiara, netta, distinta, etc. da seguire, al fine di porre termine a tale influsso (che non esiste; c'è).

Il “sacrificio” Domin3, d3 parte dominante, è la fondamentale strategia che ha permesso di auto isolare tutt3 al di dentro di una precisa, netta, situazione:
(nel) “qua (così)”
l’AntiSistema…



Il luogo comune nel quale “non sei; esisti”, a differenza della compresenza immanifesta dominante, che “non esiste; c’è”.
Ovvero, “tu” sei “qua (così)” ad immagine e somiglianza della strategia dominante, quindi, de’ Domin3:
l’annullamento dell’individualità umana, corrisponde alla creazione di Human Bit (unità utili alla ricezione e trasmissione fedele del segnale portante AntiSistemico, che è un circuito chiuso in/su se stess3).
Ogni traccia percorribile fisicamente “qua (così)”, porta al limite del sottoDomin3 (chiunque sia corrott3, passando al lato oscuro della forza, parafrasando Star Wars), alias, a ritornare sui propri passi, andando ad incocciare nel “relitto” Domin3 che, come un guardiano senza fine, comanda la scena imponendo la propria valenza storica, amplificata dalla caratteristica frattale espansa che funziona a grande concentrazione di massa dell'influenza vs giurisdizione). 




Non importa se Domin3 è estint3. 
Importa, da tale condizione centrale, portante e distribuita, che sussista ed insista la funzione di grande concentrazione di massa (qualcosa che dipende dal passato storico, affermat3 e dalla compressione dominante, che non smette di alimentare tale “mito” all’interno della Caverna AntiSistema).




La situazione dominante è, di più, come il fenotipo esteso (frattale espanso); allo stesso modo di entrare/indagare a livello “invisibile (nel senso di molecolare, atomico, subatomico, interiore, etc.)”:
una dimensione che “sai, esistere”, poiché ampia verità scientifica (anche se non vedi e non tocchi con mano, bensì, sei “toccat3” da detta situazione, in termini di conseguenz3).
Quindi, qualcosa di molto sottile ma (ma)… fondamentale.
Qualcosa che riguarda, di più, il tipo di atteggiamento (“programma, programmazione e riprogrammazione”), piuttosto che… altr3.
Come funzioni
Non lo sai. Non lo ricordi. 
Anzi, non credi nemmeno di funzionare, dato che credi di vivere, esistere, sopravvivere, essere in vita, respirare, pensare, pulsare, amare, odiare, etc. 
Ossia, riesci a credere di “provare sentiment3”: 
quella caratteristica che, d’assieme all’intelligenza, ti distingue ed “eleva” dalle altre forme di vita “qua (così)”. 
Dunque… il “sentimento” è una inclinazione particolare, che spesso interferisce con la logica, che “è” un altr3 tipo (possibilità) del funzionare nel funzionamento (potenziale). 
È già stat3 “coniat3” il termine spiritualità, per indicare tale dimensione della/nella sfera dell’essere. E, più da vicino, è stat3 già “inventat3” anche il contesto psicologico & Co. 
Ossia, il disinnesco della spiritualità (e dell’essere), alla/nella maniera più simile al contesto tecnologico AntiSistemico


Il (non) saperti riconoscere (ricordare) da/in te, fa la differenza nel momento in cui 1) ti devi rivolgere all’espert3 di turno (dipendendo), oppure 2) fai da te (sulla base della tua più autentica esperienza e memoria), evitando il parere altrui (in termini di “obbedisco, dato che io non so nulla e tu ne sai certamente molto più di me”)…
Per cui c’è, allo stesso modo dello svuotamento di “sapere (memoria ed esperienza original3)”, un nesso causale (necessità funzionale) tra “prima e dopo”, tra “qua” e “così”:
il terzo incomod3
il “mare”
il perchè
il significato del “senso unico”, etc.
Comprenderai - anche da te - che, se (se) la “partita” si gioca interiormente (a livello immanifest3), di conseguenza… Tu sei completamente ritagliat3 al di fuori di… “Te”, che sei diventat3 come una fortezza rinchiusa e col ponte levatoio assolutamente alzato, ma (ma) dipendente dal potere wireless, della compresenza dominante (la ragione fondamentale dell’inclinazione, declinazione, del sentimento = “sentire vs fare”).


Quindi, si tratta di “dare la caccia” ad un gene capriccioso, ad un virus letale, ad una malattia contagiosa? No.
Al loro significato, da ritrovare (auto decodificare).
Ognun3 di questi “sintomi (situazioni)”, descrive (ricorda) sempre la stessa “natura” d3l principio dominante:
immanifest3 = dentro, sotto, tra, fra, nel, etc.
Applicando il filtro “tecnologia”, significa:
trarre spunto dall’esempio tecnologico, informatico, etc.
ossia
dalla situazione, globale, Pc, hardware/software, programmazione e conservazione dei dati, Internet, elettricità, etc. (funzionamento).
Da una simile “dimensione” è possibile cogliere la similitudine (significato) che esiste fra:
spiritualità (significato, potenziale)
che diventa, psicologia & Co.
che diventa riprogrammazione (controllo d3l codice sorgente).
Non considerare la pluralità se non è necessario”.
William of Ockham
Tale principio, ritenuto alla base del pensiero scientifico moderno… nella sua forma più immediata suggerisce l'inutilità di formulare più ipotesi di quelle che siano necessarie per spiegare un dato fenomeno quando quelle iniziali siano sufficienti…
Rasoio di Occam 
“Ora”; il discorso – analizzato e sentito da/in questo Spazio (Potenziale) Solido – è giustappunto focalizzato alla/sulla/nella singolarità, piuttosto che “al plurale (che è conseguenza), dato che l’umanità è la Massa formata da singolarità. 
Quindi, analizzando la singolarità, è possibile agganciare il significato – anche – di ciò che “è già success3” e che continua a succedere, ovvero, ricordare il “qua (così)”, accorgersi e… non farsene una ragione, dal momento in cui non si tratta di una soluzione definitiva, esistendo sempre (sempre) il potenziale singolare:
Seconda Persona Singolare
Tu esisti e non importa “ora” sotto/dentro/in quale forma sei/“sei”
dato che... sei dotat3 di potenziale (lascia perdere il discorso collegato all’immaginazione, alla volontà, etc.)…
Di conseguenza, è sufficiente e ti bastaesistere dal/nel segno (campo magnetico della personalità, nonché via per la grande concentrazione di massa) del potenziale”.
Che cosa significa = credere a/in te stess3, in maniera espansa.
Quando la singolarità riemerge a tale “luce”, la pluralità è solo – a maggior ragione – una/la conseguenza, dato che:
dopo qualche generazione
l’umanità può (potenzialmente) essere del tutt3 differente da “prima”…
Il nodo che ti sembra irrisolvibile è, infatti, quell3 plurale, ossia, come è possibile che lo stesso discorso valga per tutt3 le singolarità, contemporaneamente. Vero? 
Sembra il/un caos. Ma (ma) non è così... Rifletti sulla forma gerarchica, in termini significativi:
su cosa (chi) rappresenta
e
su quale tipo di segnale portante può ricircolare dentro
ovvero
qualsiasi tipo (potenzialmente).

Così come è possibile agire strategicamente, per centinaia di anni, continuando a sfruttare il Pianeta, non andando assolutamente a cambiare la sua capacità potenziale di auto rigenerazione, qualora lo sfruttamento inizia, ad un certo punto, a scemare (altrimenti, sarà sufficiente subire il rovescio della medaglia, ovvero, un/il cataclisma… in grado di riportare tutt3 ad una condizione iniziale, originale, etc. come il/un reset.
Qualcosa che non riguarda, però, la condizione dominante, dato che avviene da Domin3 in poi).
Non a caso, dopo avere accumulato potere e capitale… la situazione può passare allo step successivo:
dallo sfruttamento delle risorse naturali
allo sfruttamento delle forme di energia sostenibili.
Dopo avere inondato il Pianeta di macchine funzionanti a derivati del petrolio e carbone, è possibile convertire tale parco dei dispositivi circolanti, dichiarando la “scoperta” di altre possibilità, andando a far pensare alla Massa che, finalmente, la situazione sta cambiando, fornendo aspettativa, speranza.
La conoscenza di quanto ci si possa spingere, prima del “default”, corrisponde allo spingere sull’acceleratore sino a… per, poi, continuare a farlo ma (ma) in maniera diversa (salvando capra e cavoli = continuità di auto imperare).

Fai “fatica” a comprendere che cosa significa “imperare” e predisporre della comunità.
Perciò, non ricordi il “è già success3”.
Perché, in qualcosa che si professa “democratic3”, non riesci più ad identificare il nesso causale con ciò che, invece, non ha mai cambiato “idea”, relativamente al proprio massimo proliferare “qua (così)”.
Esistono due date molto significative:
1492 e 1600 (circa).
I due momenti che 1) “scoprono nuovi territori, acquisibili dal punto di vista europeo, e 2) forniscono l’origine dell’impero britannico, alias 3):
l’origine del sottoDomin3
che imperversa “qua (così)” da quel… momento, in poi.
È, infatti, quel tipo di “mentalità (programma, inclinazione)” che ha caratterizzato la globo sfera, sempre attuale
Non che prima fosse differente, ma (ma)… andando a fissare qualche sicuro paletto, tale inizio corrisponde al voltar di pagina, rimanendo sempre nello stesso libro.

Con la Brexit, il Regno Unito ha “votato” democraticamente l’uscita dalla Ue:
del resto, come può un simile Paese (modello mentale, retaggio, programma) accettare di far parte di qualcosa, da non protagonista assolut3?
Certo, la sua influenza sarebbe stata comunque notevole, ma… non sarebbe stata la stessa cosa. 
Per cui, la Massa ha votato in tal modo, andando a suddividersi – come usualmente – in due tronconi quasi uguali, in cui ha fatto la differenza, una piccola significativa (auto orientante) differenza.
Ossia, l’intenzione sottoDomin3 è riuscita ad incidersi concretamente, andando a costituire quella piccola differenza che ha sancito la direzione decisa “d’assieme”…
Per “chi” ha inventato il modello capitalistico, finanziario, speculativo, etc. non sarà molto complesso andare a ricrearsi lo spazio per sostanzialmente continuare ad approfittarsi della situazione, dato che “nulla succede per caso” ed, in ogni “caso”, l’Inghilterra è solamente sottoDomin3 (per cui, ad un certo punto, può anche andare incontro al fallimento. A tal pro, ti basti andare a rileggere la storia, seppure deviata, per renderti conto di quanti imperi, prima di quello britannico, hanno fatto la fine del… “topo”).
Il potenziale sotto al controllo, permette addirittura di lasciare decidere alla Massa, andando poi ad approfittarsi comunque della situazione derivata (un giogo a somma zero, senza uscita o Brexit).

Ciò che deve attirare la tua attenzione, tuttavia, è la possibilità singolare – per quei capitali ingenti e sempre internazionali, sin dall’epoca “sumera” – di poter anzitempo rimanere al di là di ogni e qualsiasi tipo di “bufera”, che accade certamente in quanto a piano organizzato proprio per… (l'identifcazione del valore capitale privato, con il valore dell'oro, significa proprio la necessità di avere un bene rifugio, non inflazionat3, sicuramente e sempre accettabile/convertibile da chiunque ed ovunque nell'AntiSistema. Una chiave universale per continuare a fare come al solito, storicamente).
Nel 1600 Elisabetta I (una donna; nota bene), inizia a pensare in grande ed autorizza, attraverso tutta una serie di decisioni lungimiranti, un “manipolo di canagliume vario (la propria dote d’investitori ed avventurieri, dotati di grande sagacia, pelo sullo stomaco ed intelligenza del tutto particolare) ad operare nel mondo, come se fossela propria proprietà privata:
autorizzazione della creazione della Compagnia delle Indie (il prototipo della S.p.A.)
autorizzazione della “pirateria di Stato”...
Da cui:
sfruttamento coloniale
sfruttamento della schiavitù
prima e seconda rivoluzione industriale (imperniata sulla necessità di usare le proprie “inutili” risorse naturali, che di certo non incoraggiavano l’espansione redditizia dell’agricoltura, ad esempio), etc. etc. etc.
Ovvero, degli step che a “te” sembreranno del tutto positivi, in termini di sviluppo, progresso, civiltà, etc. ma (ma) che significativamente hanno spostato solo gli equilibri di/in qualcosa di assolutamente già deciso “a monte”, in termini di continuazione dello status quo by dominante (ecco il trait d’union tra l’inclinazione dominante e la declinazione di quel “manipolo di canagliume vario”, diventato in seguito ancora più contagioso, virulento ed infett3 “qua, così”)…
Usa e Inghilterra, pari son, significativamente:
si tratta, infatti, solamente del passaggio del testimone
dopo di che
potrà anche avvenire il “prolasso” inglese (ma anche no. Dipende dal passo dominante se servirà o meno, ricordando come l’episodio d Babele non sia affatto solo unepisodio).
Il limite massimo della circolazione nelle acque AntiSistemiche è Domin3:
il relitto incagliato “qua”, che rende “così”.
Le onde gravitazionali, il campo morfogenetico, il campo magnetico, la personalità, il carattere, la giurisdizione, la grande concentrazione di massa, la “luce”, etc. che fa di tutt3 ciò… l’AntiSistema.
Non è una “colpa” inglese, dunque. 
Bensì, si tratta di “dare a Cesare quel che è di Cesare”:
accorger3i (sia che tu sei inglese o meno, dato che tale caratteristica è poco più di una dicitura, di una etichetta e poco meno di una classificazione, dato che ci credi ancora)...
La semplicità è la massima sofisticazione…”.
Massimiliano Allegri
Già. Te ne accorgi, ad esempio, dal filtro “tecnologia”, nella massima user friendly che sta ad indicare: 
limitati ad usare il dispositivo. È semplice. Lascia perdere (acquista e scordati di averlo fatto) come e perchè funziona… che è molto noioso imparare.
In “natura”, i raggi solari alzano la temperatura ambientale e (in) ogni “dispositivo” s’aziona il programma più opportuno, sia che si tratti di un seme, sia che si tratti di altre fasi della “crescita (funzionamento)”. 
Negli scorsi Bollettini, è stat3 focalizzat3 sostanzialmente il significato sottoDomin3 di rivoluzione industriale (nel senso di appartenenza alla cultura – imprenditoriale – anglosassone, britannica, inglese e poi a stelle e strisce).
Qualcosa che, sino ad un certo punto, non esisteva ancora, partendo da una situazione:
isolata, sterile, povera, misera, etc. (inglese)
e
non ancora annunciata o “scoperta” (Usa).
1492 e 1600 (circa) corrispondono ad aperture di scenari, altr3, “qua (così)”
Per carità, sempre sulla scorta del “è già success3” ma (ma) come registrando un alternarsi di sottoDomin3, a livello globale (lo scenario che si trasforma, senza cambiare sostanzialmente, d3l panorama unico della Massa, che si auto limita ad osservare passivamente, ovvero, impiegata a servire/lavorare, etc.).
Il modello del capitale ha/è prevals3, dal momento in cui proviene dall’emanazione sottoDomin3 di turno:
doveva andare “così (qua)”, a/in questo “giro”.
Le banche, dunque, sono il collettore (buco nero, buco bianco) che drena/rilascia risorse ambientalmente
Finisce tutt3 “lì” dentro e poi fuoriesce, sempre nell’AntiSistema.
Con Domin3 incagliat3, tutt3 si trasforma, dimenticando continuamente ed automaticamente, continuando a funzionare (moto perpetuo)…
La Compagnia delle Indie era una società privata (S.p.A.).
L’impero britannico veniva dopo
I capitali accumulati in oltre due secoli e mezzo, vennero applicati in Inghilterra e poi negli Usa (mondo), per la “rivoluzione” non solo industriale… 
Non a caso, ciò che accadde nell’isola inglese, fu una iniziativa privata, che avvenne sullo sfondo dello Stato/Regno, che autorizzò tra le righe, senza fare nulla...
Qualcun3 che lasciò fare, delegando fortuna e sfortuna a carico altrui, potendo contare certamente sul fatto che, in caso di esito positivo, quella “fortuna” sarebbe entrata a far parte della Casa Reale che, senza colpo ferire (indirettamente)… divenne il più grande impero del mondo (l'ennesima apparenza).
L'ennesima riprova della necessità di avere lo Stato come riferimento autorevole (che ordina alla Massa cosa e come fare), nonché la dima per ricordare come mai tale modello è stato in seguito adottato da ogni interesse privat3, sufficientemente dotat3 di potere e capitale (influenza), al fine di decidere la storia di/in ogni località altr3, in maniera radioattiva...
I moti che infiammarono l'ottocento, in tutta Europa, furono di fatto a caratteristica patriottica; il che ha comportato la caduta degli imperi e delle grandi Case Reali, e l'instaurazione per auto infiltrazione del potere privato all'interno delle Istituzioni (che già da prima erano, comunque, una faccenda privata, familiare, all'interno del concetto imperiale. Una situazione troppo evidente, quindi, per non destare il sospetto massivo. Una situazione, dunque, da superare nel modo in cui “è già success3”).
Una strategia assoluta
Un capolavoro di… crudeltà inaudit3, perpetrat3 lontano da tutto il dolore autorizzato, continuando a vivere di sfarzo ed abbondanza, collezionando opere d’arte rubate ovunque e nazionalizzate senza la benché minima remora... 
Qualcosa che è sempre success3 “qua (così)”, benintesi. 
Infatti, secoli prima, che cosa fece anche l’allora Impero Romano? Diede e lasciòmolte idee a tal pro:
qualcosa che non fu dimenticat3
e che “fiorisce” AntiSistemicaMente
in un terreno preparato ad hoc
proprio per consentire la massima resa del prodotto/raccolto.
Fino al giorno della sua estinzione non cessò di essere uno "Stato S.p.A.", posseduto da soci-imprenditori… le cui azioni si compravano e vendevano quotidianamente.
Prima che il Parlamento britannico decretasse la sua "nazionalizzazione" (per così dire) in favore della regina Vittoria, a difendere la Compagnia era sceso in campo con passione John Stuart Mill, filosofo ed economista di idee avanzate.
L'incredibile avventura della East India Company ha inizio nell'anno 1600 con un atto firmato da Elisabetta I.
La sovrana accetta la richiesta di alcuni suoi sudditi di essere autorizzati a proprio rischio e pericolo, a proprie spese, per l'onore del Regno e il progresso del commercio, ad avventurarsi in uno o più viaggi con adeguato numero di vascelli onde trafficare con le Indie Orientali…”.
Elisabetta non può certo immaginare che quel decreto cambierà il corso della storia del suo paese, segnando la nascita del più esteso impero mai esistito…
Nel gennaio 1601 parte da Londra la prima spedizione navale. L' elenco dei suoi finanziatori coincide col primo gruppo di azionisti della Company
All'epoca del primo contatto con la Company, l'impero Moghul è una superpotenza che nessuna nazione occidentale può eguagliare:
l'India del 1600 rappresenta il 22,5% del Pil mondiale, l'Inghilterra l'1,8%.
Saranno i rapporti di forza politico-militari a cambiare per primi.
Quando i discendenti di Akbar ripudiano la sua tolleranza e sposano una versione fanatica dell'Islam, i mercanti inglesi sfruttano abilmente le tensioni tra la dinastia islamica e la popolazione induista.
L'uomo bianco ha dalla sua un vantaggio nella tecnologia militare:
quando i britannici e i francesi si affrontano sul territorio indiano prolungando le guerre napoleoniche, è evidente la superiorità delle loro armi rispetto agli eserciti locali.
Dopo essersi imposti come efficaci intermediari nel commercio tra Europa e Oriente, dopo essersi infilati gradualmente nelle rivalità tra sovrani locali, a un secolo e mezzo dal primo sbarco gli affaristi inglesi lanciano la vera e propria penetrazione.
Robert Clive, governatore della Company dal 1758, usa la superiorità navale britannica per controllare il Golfo del Bengala e da lì risale il delta del fiume Gange.
All'età di trentacinque anni Clive, il conquistatore del Bengala, diventa l'uomo più ricco d' Inghilterra subito dopo la famiglia reale
Link 
Elisabetta non può certo immaginare che quel decreto cambierà il corso della storia del suo paese, segnando la nascita del più esteso impero mai esistito (davveroImmaginare non costa nulla e, a quel livello, si fa ben altro che solamente immaginare, quando è soprattutto... conveniente).


Quale “scoperta dell’America”, se non piuttosto la “scoperta delle Indie (coi loro favolosi tesori)”?
Quei capitali, solo in seguito, dovettero sprigionarsi (investire) in altri settori (business), per cui… fu elementare immaginare dal grande potenziale, da esprimere dopo avere impresso il proprio interesse, nei nascenti Usa.
Non farti ingannare dal fatto, inebriante e sinuoso, della cacciata inglese e dell’indipendenza Usa (strategia che il potere britannico utilizzò anche in India, al tempo di Gandhi):
i rapporti di forza erano e sono a livello “capitale”
e non di identificazione e localizzazione statica geografica.
È stato ed “è”, solamente, un immane unic3… depistaggio della “tua” ragione.


La “rivoluzione industriale” fu…coltivata, a destra e a sinistra dell’Atlantico, contemporaneamente, tanto che – in seguito – non fu più possibile identificare quale parte fosse la più potente (nemmeno “ora”, nel momento in cui sembrano gli Usa ad esserl3). 
Una spinta dopo l’altra, utilizzando l’ingegno contenuto nella Massa (bistrattata usualmente), il capitale privato pagò per tutt3 quelle invenzioni che, su commissione, permisero l’avvento del piano d’interesse nella/sulla collettività:
qualcosa che, “oggi”, puoi comprendere in termini di
nuova forma di schiavitù a norma di legge
anzi
divenut3 un “diritto” di ognun3 “qua (così)”
come… il “lavoro”
ovvero
il lavorare per avere il diritto di continuare a poter sopravvivere sempre “qua (così)”.
Non c’è che dire:
si tratta, davvero, di una grande forma di progresso, evoluzione e civiltà.
Chi l’ha ricordat3 in termini significativi, è ora già defunt3 e dimenticat3 (o, magari, diversamente celebrat3, come del resto lo è l’intero contesto storico deviato)… 
Oltre al danno, la beffa.
Lo spettacolo deve andare avanti…”.
Che dire (descrivere) ancora?
“Non ti resta che celebrare e… fare, il/un nuovo, ennesimo, ‘cin cin’: Hic. Alla ‘tua’”.

Dato che… “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”…
    
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2276