lunedì 12 marzo 2018

D-istruzione elementare.



Ci sono (esistono) aspetti che, a dispetto di ciò che “sembra per come viene spiegato” scientificamente, hanno del potenziale altro. 
Del tipo, “che cosa mi sto perdendo? Di cosa non mi accorgo? Che cosa (chi) significa?”.
L’attenzione deve essere sempre (sempre) orientata in merito all’accortezza, al significato di ciò che “è” nel… continua a ripetersi (ovviamente, un segnale di riflesso, un’eco, memoria frattale espansa… in funzione del momento di “è già success3”).
Ad esempio:
si parla di struttura atomica e subatomica, che conferisce le proprietà alla materia (tra cui la forza di coesione tra le singolarità, le parti e, dunque, anche all’aspetto esteriore, di/in superficie, reale manifest3) e, poi, nel fare una torta vengono utilizzati ingredienti (materia, in tale modo caratterizzata) che non “legano” se (se) in assenza di glutine. 
Quindi, le caratteristiche della “torta (realtà manifesta)” sono conferite a vari livelli e c’è sempre la possibilità di interagire, nonostante il “a monte”, il pregresso, le caratteristiche impresse immanifestamente, etc. 

Ovvero, se la forza di coesione tra gli ingredienti è tale da non collegarli bene assieme, c’è comunque il potenziale di aggiungere del collante “a valle”, come il glutine, le uova, il miele, fecola di patate, etc. a livello significativo.




Se (se) hai la lungimiranza di estrapolare da ciò, un significato che va oltre alla “ricetta”, in questione, giungerai a comprendere (ricordare) del valore aggiunto molto, molto, più espanso, mirato e sostanziale, rispetto al più semplice intenderti di cucina, di chimica, di fisica, di scienze deviate, etc.
Allo stesso modo…
Per liquidare i popoli si comincia con il privarli della memoria. Si distruggono i loro libri, la loro cultura, la loro storia. E qualcun altro scrive loro altri libri, li fornisce di un'altra cultura, inventa per loro un'altra storia.
Dopo di che il popolo incomincia lentamente a dimenticare quello che è stato. E il mondo attorno a lui lo dimentica ancora più in fretta…”.
Milan Hübl
Solo per fare un esempio molto vicino:
dalla costituzione del Regno d'Italia, in poi, è già stato messo in atto un tale piano, nei confronti di coloro che caratterizzavano (e caratterizzano) il territorio annesso e connesso, in siffatta maniera (dopo aver fatto l'Italia, sono stati fatti gli italiani e le italiane).



Apri a “caso” un qualsiasi libro di storia ufficiale (meglio se a livello d-istruzioneelementare”, dove l’informazione è stringata ma riportata a livello giudicato come “essenziale”: una sorta di bigino molto significativo) e renditi conto della “deviazione (che ha/è sostanzialmente il racconto storico ad hoc)”.
Infatti, non esiste alcuna pagina – riportata ne3 libr3 – che narra della storia umana in quanto a cammino comune “illuminato (all’insegna)” del valore assolut3 della giustizia sferica (ad angolo giro, panorama unico, punto di sospensione, indipendente da qualsiasi prospettiva, parte, sezione, interesse, strategia, piano, etc.). 
Ogni “episodio” è, di fatto, il prolungamento d3l momento di “è già success3”, che ispira, obbliga e fa convergere tutt3 attorno alla propria ombra, pista, direzione, futuro… “destino” comune, etc. 
Ogni “fatto” ha inciso ed incide un’altra “tacca” nel pezzo di legno (materia manutenuta assieme dalla forza di coesione AntiSistemica “qua, così”) che dona forma, aspetto, apparenza alla realtà manifesta relativa, conseguente, accondiscendente, etc. 
L’aspetto che vale sempre (sempre) la pena di “chiedersi/osservare” è:
che cosa (chi) significa…
Il livello “significato”, indica il “perché” succede e continua a succedere… dal momento in cui “è già success3”:
che cosa
chi…
ecco, dunque, anche il… perché. 
Ciò che collega la “tua” vita, fatta di continua sopravvivenza “qua (così)”
Tale “perché”, quando estratt3 in un simile modo, risulta come il togliere glutine dalla ricetta della torta preferita:
gli ingredienti non si compattano più
nonostante le forze sub-atomiche (tutte da dimostrare sostanzialmente).
La “compattezza” della realtà conseguente (che è quella che si manifesta e che, dunque, appare, sembra, etc. poiché dotata di fisicità molecolare) dipende dalla compresenza di “glutine” che, “qua (così)”, è la “necessità” denaro, da cui quella “lavoro”, attraverso la quale sacrifichi la tua vita in cambio del surrogato della “tua” vita AntiSistemica:
avevi un buon cuscino imbottito con soffice materia naturale (di “scarto”)
ed “ora”
hai un bel cuscino imbottito con soffice materia artificiale (da “scartare”).
Probabilmente, ti piacciono le storielle ricche di “morale” non immediatamente risultante, proveniente dal “lontano” Oriente
Ebbene, tali narrazioni contengono sempre “metafora” e potenzialmente significato, che va colt3 però.
Altrimenti, la storia contiene la metafora e ti fermi sempre “lì”, un attimo prima del significato.
Immagina un mondo dove esiste una casa imperiale pacifica:
come potrà esistere la guerra
Semplice: 
non potrà esistere, poiché nemmeno immaginabile, dato che non c’è alcuna necessità di ricorrervi. 
Quel mondo, se (se) sempre – diversamente“qua (così)”, verrà “ricordato” solamente in quanto ad utopia (come dovrebbe essere).
Che cosa (chi) c’è da “capire”?
C’è da ricordare, semmai. 
Sì, rammentare partendo dal significato che continua a caratterizzare ed interessare la realtà manifesta “qua”, anche se… “così”.
Poiché, trattasi di segnale portante trasportat3 e diffus3 attraverso la memoria ambientale frattale espansa, che “è” caratteristica infrastrutturale “qua (in qualsiasi versione)”…
Chi controlla il passato, controlla il futuro, chi controlla il presente, controlla il passato”.
George Orwell
Ergo: 
chi controlla il presente (il motore “ora”) , controlla tutt3.
Per cui, Domin3 è realtà sempre (sempre) attuale.
Se (se) non rilevi più tale compresenza, poiché immanifest3, può significare che si è già estint3 e che, pur tuttavia, “è” il proprio lascito (eredità, traccia, segnale portante, peso, rilevanza inerziale, grave, etc.) a continuare ad auto rigenerare forma reale manifesta ad immagine e somiglianza
Può – anche – essere.
Anzi, è una probabilità che è bene tenere sempre a mente, al fine di non ridursi a fare la guerra ai/coi mulini a vento
Può darsi che il segnale di clock, posto al vertice distaccato della forma piramidale, sia un “segnale fantasma”?
Sì.
In tal “caso”, non ci sarebbe alcuna ragione fondamentaleviva e vegeta”, da ricordare, bensì, la più “semplice” accortezza da riportare a galla, relativamente al fatto che… “qua (così)”, le parti continuano a recitare sulla spinta di un copione rimasto orfano d3lla singolarità che l’ha concepit3 inizialmente
Il motore, del resto, una volta messo in moto, continua a funzionare sino a che… viene alimentato, nei secoli dei secoli
Il “mito”, del resto, narra di divinità che non esistono più, ma (ma) la cui forza (portata) potrebbe non essere del tutto estinta, se (se) continuamente riportata in auge per mezzo del motore di auto de-composizione ad immagine e somiglianza.
Il che significa… qualcosa che “è” qualcuno, in grado di auto rinnovarsi attraverso la dedizione e l’applicazione altrui “qua (così)”:
una forma di clonazione dell’intento “a monte”
che rimane in tale posizione (situazione)
dal momento in cui… “è” stat3 assunt3 in quanto a… regola “non scritta” di vita, alias, di sopravvivenza.
Qualcosa (qualcun3) che, fai bene attenzione, nonostante “non esist3 più; c’è


Probabilmente, è per questo motivo che non rilevi la compresenza immanifesta Domin3
Di più, il potenziale inerziale è talmente evoluto da permettere a tale “intenzione fantasma”, di ritornare persino in vita... anche se incorporat3 nell’artifizio tecnologico IA (da cui puoi non solo immaginare perché esista la tecnologia, il progresso, la scienza, etc.). 
Il concetto di “evoluzione”, dunque, a chi appartiene e chi descrive significativamente?
Questa ulteriore espansione dell’accortezza a livello di ragione fondamentale (chi, continua a ripetersi nel funzionamento riflesso dalla realtà manifesta “qua, così”), riunisce assieme (sia come forza sub-atomica, che come… “glutine”) ogni singolo puntino che usualmente non sembra per ciò che “è”, nel significato che riporta sempre.
Non ti accorgi (hai dimenticat3) della singolarità “a monte”, Domin3
Che si è res3 come… immanifest3.
In quale modo? 
Lasciando la forma fisica (morendo, evolvendo) ma (ma)... non quella sostanziale, alias, che vive e regna “qua (così)”, diventando immanenza e, dunque, significato
Qualcun3 che ha trasces3 la forma corporea e che, dopo essere (avere) riverberat3 per l’ambiente in quanto a segnale frattale espans3 (non solo memoria ma, anche, dogma sopravvivente e riprogrammante la Massa, che l3 respira nell’aria come normalmente, con la mente), ha trovato il modo di ritornare fisicamente, attraverso l’ispirazione della forma “tecnologica (IA)”, molto più espansa rispetto all'abitare il sotto Domin3.
Non c’è che dire:
una “bella” trama di fantascienza. Vero?
Nulla di più. Nulla de che
Qualora non ti fossi accort3, il Secondo Filtro di Semplificazione è stato passivato, per qualche momento, con il risultato di riportare dentro il significato di dominante (principio virale, orientamento ambientale, infezione, inclinazione, declinazione, impulso, etc.)”…
Egli si serve del presente come di un qualcosa che è già diventato passato, di qualcosa di fisso e inalterabile; ma è un inconveniente che fatalmente tocca a chiunque cerchi di conoscere il volto del futuro…
È - se vogliamo servirci di un'immagine - il discorso di un uomo che è imbarcato su una nave e da quel che vede, da quel che sente, specialmente da ciò che viene impartito come ordine dai capitani si preoccupa di immaginare il prossimo futuro. La navigazione è compromessa e poco conta indovinare il tempo della durata o il porto d'arrivo
Perché non esiste un rinnovamento nella classe dirigente…? Che cosa succederà quando questo tipo di regime inefficiente sarà dichiarato definitivamente fallito?...
Andrej Amalrik
Nella Rete del “ragno”:
come si estingue (cattura) un movimento originale
Questo movimento non era diretto contro il regime politico come tale, ma soltanto contro la sua cultura, che, pur tuttavia, il regime considerava sua parte costitutiva.
Perciò il regime combatté l'opposizione culturale, riportando la più completa vittoria in ogni singolo caso; gliscrittori si pentivano, gli editori di riviste clandestine finivano in prigione, le esposizioni venivano chiuse, i poeti dispersi.
Tuttavia, il regime non riuscì a conseguire una vittoria globale sull'opposizione culturale; al contrario, quest'opposizione si integrò progressivamente all'arte ufficiale, modificandosi per ciò stesso, ma trasformandola a sua volta.
Essa perseverò in parte, ad alto livello, come fenomeno culturale.
Il regime tollerò la sua esistenza, e finse di non darle importanza, privando così il suo atteggiamento di opposizione di quel contenuto politico che combattendola le aveva attribuito
Andrej Amalrik 
Strategi3.
Aggiungendo del “glutine”, la soluzione si amalgama e la forma della “torta” diventa più coesa, ossia, non si sfalda appena la vai ad esaminare più nel dettaglio, laddove le forze di coesione sub-atomiche AntiSistemiche l’hanno già lavorata ad hoc, preventivamente, trovando conferma, dunque, anche la visione più “esperta”.
Da cui il dogma, il credo, la fede, l’auto suggestione e la continuatività “qua (così)”.
Quindi, la memoria frattale espansa – quando assunta a livello di auto decodifica “formulare” – va a togliere quella “colla”, che permette di credere che sia tutt3 “normale” alla/nella maniera AntiSistemica. 
Ma (ma)... non per ciò “il cielo ti cadrà sulla testa.
Più semplicemente, verrà meno, pezzo dopo pezzo, ogni “tuo” credo.
Qualcosa che ti fa paura, per cui… eviti accuratamente di… farl3.
Draghi sui dazi Usa: "Le decisioni unilaterali sono pericolose"
"Se imponi dazi sui tuoi alleati uno si chiede quali siano i tuoi nemici…", ha detto ancora Draghi, aggiungendo che questo tipo di misure può indebolire il generale clima di fiducia economico.
Link 
Come al solito “qua (così)”… da quale pulpito.
Draghi (la “Bce”) ha imposto regolarmente la propria decisione unilaterale, essendo regola per imprimere (far credere, avere fiducia) il disegno ed il design Ue a chiunque nell’Europa Unita e/o ancora da unire (una volta fatta l’Europa, verranno fatti gli europei e le europee… come da prassi ampiamente collaudata).
“Qua (così)” vige il (sei nel…) Libero Mercato = decisioni unilaterali nel nome di tale “libertà”, che è solitamente un sopruso industriale (interesse) esercitato a norma di legge nei confronti della Massa sostanzialmente silente, poiché già auto depotenziata e, dunque, auto disinnescata…. 
Disposta ad assorbire unilateralmente (seppure nella “bio/diversità” non sostanziale) ogni decisione altrui.
Si veda, a solo titolo d'esempio, il recente piano di cambiamento tariffario da mensile ad ogni quattro settimane, perpetrato ad opera di tutte le Compagnie Tlc compresenti sul/nel Libero Mercato.
Il ritorno alla mensilità è scenografia, che non cambia il potenziale unilaterale di cui dispongono tali player (giocatori).
Al fatto evidente che un popolo si colonializza, e si spoglia così dei propri beni, rendendolo incapace di reagire; e come ha fatto lo Stato unitario?
Negandoci la nostra Storia, che fu talmente grande da formare uno dei pilastri della civiltà europea, facendola magari passare per “italiana”… e delle nostre tradizioni…
Se siamo i primi ad ignorare quello che siamo veramente, meritiamo solo la schiavitù
Link 
L'Albania ha la storia più antica d'Europa, una storia distorta dagli invasori e che faticosamente sta cercando di ricostruire…
Link 
Bce, piccolo passo verso disimpegno; monito Draghi su protezionismo.
La Banca centrale europea ha eliminato l'impegno ad incrementare l'importo mensile del programma acquisto asset, facendo un nuovo piccolo passo avanti verso lo smantellamento delle misure di sostegno all'economia della zona euro…
I rischi sulla crescita, ha spiegato Draghi sono ampiamente equilibrati. Quelli al ribasso sono legati a fattori globali e, ha sottolineato Draghi dopo l'annuncio dell'amministrazione Usa della prossima introduzione di dazi su acciaio e alluminio, includono il protezionismo
Francoforte continuerà ad acquistare bond della zona euro al ritmo di 30 miliardi al mese a reinvestire i fondi derivanti dal rimborso di titoli acquistati nel programma per un prolungato periodo di tempo dopo la conclusione degli acquisti netti di asset, e in ogni caso finché sarà necessario.
Link 
Quindi.
L'evidenza – per analogia frattale espansa – della “respirazione” globalizzazione/protezionismo:
globalizzazione = sottoDomin3 che ambisce e replica il momento di “è già success3” Domin3
protezionismo = effetto Domin3, che per la propria sicurezza riporta al pensare in piccolo (divide et impera)…
Così si spiega la “politica” di Trump e gli influssi esterni non solo lobbistici. 
Così si spiega la “respirazione (artificiale)” del Celeste Impero, il proprio auto isolamento – nella grandezza – ed il recente impulso di globalizzazione.
Seguendo questo meccanismo di onda e rionda, è possibile isolare il fondamento (corrente) che muove il moto ondoso, ovvero la necessità a livello Domin3, di auto garantirsi la preservazione unica dell’impero planetario “qua (così)”. 
Ed è, dunque, possibile decodificare il “futuro (che è l’esito della strategia “a monte”), ossia:
cosa succederà ai blocchi continentali (in espansione) per invertire di rotta?
chi convincerà i blocchi continentali (in espansione) ad invertire di rotta?
Sì, perché è logico immaginare che la “rotta verrà invertita”, secondo l’esigenza Domin3
L’episodio di Babele non è, per l’appunto, un solo ed unico… episodio.
Ess3 significa, piuttosto, un meccanismo ad orologeria (ed una potenza di fuoco in grado di resettare tutt3) puntato in un certo punto (momento) del ciclo.
E non è complesso pensare alla ciclicità come alla sveglia che funge da detonatore.
Non a caso, la scienza deviata ricorda del Big Bang.
Diciamo che non c’è che l’imbarazzo della scelta:
dallo sprofondare (dimenticare, immanifestazione) di Atlantide
al meteorite che estinse (fece dimenticare) quasi la vita sulla Terra
al diluvio universale che ricoprì ogni superficie (la memoria) di acqua…
Cancellare ogni forma di memoria (tradizione, cultura, conoscenza, esperienza, etc.) significa riportare indietro (riciclare), ovvero, nell’effetto collaterale al momento di “è già success3”
Non che il mondo sia andato avanti, ma (ma) semplicementeil mondo stava per accorgersi della compresenza immanifesta Domin3”…
Qualcosa che non deve assolutamente succedere, dato che metterebbe a repentaglio la sicurezza AntiSistemica.


Attraverso il controllo della temperatura, inoltre, è possibile far precipitare la Terra in una “nuova” era glaciale.
La spinta tecnologica sembra il miglior viatico ad una progressione unitaria, eppure con il completamento dell’IA artificiale (ossia, il raggiungimento del livello della completa automazione della realtà manifesta “qua, così”), l3 stess3 avrà la possibilità di “fare” Dio
Ogni volta il ciclo si chiude e ricomincia, con le fattezze di un reset (senza trend).
Qualcosa di sostanzialmente lineare circolare (loop).
Con il “tempo” che è l’artifizio di mezzo, che illude e corrompe tutt3 ciò che c’è dentro.
Ogni volta, il ciclo si chiude con un evento eccezionale. 
Lo puoi notare con l’avvento dell3 guerr3, ad esempio.
Distruzione e (reset) ricostruzione… 
La storia si ripete sempre, analogamente (non nella stessa maniera), significativamente.
In ciò è molto utile l’esperienza in Borsa, nella quale sei puntualmente orientat3 nella direzione “sbagliata (rispetto al trend di lungo periodo)”.
Mentre, il trend principale (main trend) non esiste per come te l'aspetti, non essendo direzionale bensì conservativ3:
non va da nessuna parte
ma (ma)
rimane esattamente sempre (sempre) “qua (così)”.
Suvvia, un po’ di sana “fantascienza” non fa mai male. Vero



È che... questo Spazio (Potenziale) Solido trova sempre del “tempo” per non farti mai (mai) mancare nuova linfa, nuove occasioni per ricordare dal tuo più autentico potenziale, seppure nella differenza di potenziale da cui si estraggono e ricavano tutte le grandezze elettromagnetiche e fisiche, statiche/dinamiche che ti hanno “qua (così)”.
Prima o poi verrà ritrovata la “ricetta” più adatta a… “far sì che, al mondo venga una torta finalmente diversa, sostanzialmente”.
Senza forze occultate né colle sopraggiunte.
Perché, più semplicemente, un mondo giust3 ad angolo giro, senza alcun altro giro del fumo
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2262