venerdì 19 settembre 2014

I proiettori del tempo.


 
Risorgimento e Repubblica - che ne rappresenta la continuità (insieme con fascismo e resistenza sia pure come ideologie alternative ma dalla comune matrice) - sono eventi storici che impongono la questione della legittimità dello Stato italiano; legittimità non acquistata (e non acquisibile) con la sola partecipazione delle masse che con il fascismo ma, soprattutto, con l'avvento della Repubblica, furono immesse nella vita politica:
il consenso, infatti, di per sé, cioè da solo, non è sufficiente a legittimare l'esercizio del potere politico, anzi di nessun potere
Link
A cosa (ac)consenti?
La legge attuale punisce con una multa o una pena detentiva fino a 3 anni chi rivela intenzionalmente il segreto bancario. La legge non riguarda però le persone che ottengono dei dati bancari e che sanno che la loro provenienza è illecita…
Link
Immagina:
  • un luogo dove qualcuno è arrivato “prima” ed ora se ne avvantaggia
  • un luogo dove qualcuno è arrivato “dopo”, ma ne ha preso lentamente vantaggio
  • un luogo retro ingegnerizzato da qualcuno, giunto "prima/dopo", per trarne vantaggio.
Il “comune divisore” è, e resta sempre, il “vantaggio”.
L’interesse… e ciò che alla lua "luce" (ri)s(a/u)lta, visto che sei tu a "(ri)proiettare ciò che ricevi a livello di segnale (im)portante".
La tua (ri)proiezione permette di applicare alle 3d, non solo ciò in cui credi ma, anche, ciò che "veicoli/trasporti", in qualità di "non osservato"... Tu diventi un proiettore di tempo (attesa), che conferisce una "potenzialità di germoglio" a ciò che viaggia con/in te.
Perché SPS (ri)leva questa caratteristica nelle 3d attuali? 
Forse perché SPS è “pessimista”? Che cosa significa essere pessimisti? È opera di un giudizio di parte, di una “parte... schierata convenzionalmente con la realtà radicata nel luogo ove si abita”. Ergo, la parte non è il tutto e, seppure nella frattalità, la parte non esprime "a prima vista" il tutto. Perché?
Perché esiste anche la particella “dipende”:
il "dipende", si inserisce in una struttura gerarchica sia della realtà 3d, sia della sua “origine”.
Allora, una simile situazione di “precarietà” è applicabile anche a ciò che (ri)leva SPS?
Sì e No. Ma, in entrambi in casi, SPS risulta al di fuori di ogni (il)logica usuale 3d, legata all’interesse e derivante dallo stato di dipendenza, da cui nasce l’interesse o viceversa (non importa cosa è avvenuto prima).
SPS (Io) è alieno rispetto ad un certo modo di imporre e sfruttare l’ambiente ed il relativo “carico d’esistenze”. SPS (Io) esiste secondo una (ri)formulazione diametralmente diversa, rispetto al paradigma in auge (mors tua, vita mea).
Da “qua”, può (ri)osservare tutto alla luce di un’altra coordinata multi prospettica. È come (ri)abbracciare l’intero Pianeta 3d, da una posizione (e/a)stratta rispetto al “luogo comune” che sembra essere.


L’umanità è parte del carico del vascello terrestre di classe 3d.
Un "volume spaziale" che si presta ad essere “usato” per scopi diversi e potenzialmente anche “sedimenta(n)ti”, multi stratificati… come Roma, ad esempio, pone le proprie radici entro un terreno sottostante carico di st®ati di storia, macerie, residui d’ogni tipo e regole, leggi, emanazioni diverse che sopravvivono al tempo regolato (d)alla dimensione attuale umana.
Che cosa sai? Che cosa sei? Che cosa ci fai “qua”? Ci volevi venire oppure sei stato costretto? Che cosa nutri? Di che cosa ti nutri? Sei tu a… decidere per te, “ora e qua”?

  
Naa. Per nulla affatto… vero? Se neghi anche l’evidenza, SPS non ha colpe per qualcosa che t’illudi di sapere, tra l’altro continuando ad ignorare ciò che, da/ad una “tua” certa profondità s’esala in qualità di sensazioni sgradevoli relative a questo Mondo.
Sei tu, forse, “pessimista”?
Oppure è qualcosa che ti parla solo in altra “lingua”? Attraverso un codice che non sei più in grado di (ri)comprendere, perché non (ri)cordi. 
Commissione Ue: Junker ha presentato il nuovo esecutivo.
Il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, ha annunciato la composizione del nuovo esecutivo Ue.
Il francese Pierre Moscovici, ex ministro delle Finanze di Parigi, sarà il nuovo commissario agli Affari economici e monetari. Ai servizi finanziari va il britannico Jonathan Hill. Il finlandese Jyrki Katainen sarà il vicepresidente coordinatore di tutti i principali portafogli economici. Il greco Dimitris Avramopoulos sarà il primo commissario europeo per l'Immigrazione. L'inglese Jonathan Hill sarà il commissario alla stabilità finanziaria, servizi finanziari e unione dei mercati dei capitali. L'olandese Frans Timmermans è il primo vicepresidente della Commissione, vale a dire il "braccio destro". La danese Margrethe Vestager è il nuovo Commissario europeo alla Concorrenza. La belga Marianne Thyssen è il nuovo Commissario europeo al Lavoro, Affari sociali e Mobilità. Lo spagnolo Miguel Arias Canete sarà il Commissario per l'azione per il clima e la politica energetica.
Link
Chi ha eletto queste persone? Secondo quale diritto? Con quale sovranità? Non ci hai capito nulla, in tutto questi anni e, infatti, te l'hanno fatta sotto al naso... Ora esistono e sono autorizzati a "suon di leggi". 
Eppure, tutto ciò accade alla luce del Sole, (ri)portato dai Media internazionali come un fatto centrale ed assolutamente importante da sapere. Sai che cosa (ri)corda questo modo di fare?
(1) la legge non ammette ignoranza (2) scaduti sessanta giorni dalla ricezione del presente estratto conto, lo stesso sarà approvato definitivamente (3) la pubblica affissione di un “(f)atto” in una sala pubblica, per un certo numero di giorni (4) il “tacito assenso” (5) una forma di ®aggiro della tua (com)presenza (6) la tua relativa “assenza” (7) il tuo essere (im)piegato sempre a fare altro (8) la tua dimenticanza a breve tempo (9) la tua memoria flash (10) il tuo auto intrattenimento nelle attuali 3d, demandando tutto ad un potere che ti (ri)trovi dappertutto…
La pubblicazione di un (f)atto sui Media esclude la possibilità, da parte della Massa, di poter dire “non lo sapevo”. Infatti, se mai cambierà il paradigma attuale, fra x anni (secoli) si potrà piuttosto affermare:
“dove ero, allora?”.


Il Mondo è governato da un’unica “mano”. Lo si capisce perfettamente dal “modo” che si (ri)trova ubiquamente (ri)disposto... in ogni situazione. 
La storia è deviata e, tuttavia, racconta di una lotta continua per il potere. Questo è un segno evidente che il Nucleo Primo è convinto di avere estirpato dalle/nelle 3d la possibilità dell’accesso all’Analogia Frattale, perché altrimenti non avrebbe potuto usare una strategia tanto “pericolosa” per la continuazione dal proprio “anonimato imperiale”.
Se… (se) (ri)corri alla lente dell’Analogia Frattale, significa solo che:
il Mondo è sempre stato in guerra per qualcosa che sembra non possedere mai definitivamente ed al quale ambisce sempre (una cortina incantesimale lo avvolge, non imparando mai dai propri "errori").
Ossia, da un punto prospettico “puro” e depurato dalle scorie radioattive di questa realtà 3d, l’osservare a pieno, attraverso la propria viva presenza consapevole in equilibrio e sovrana, un simile corso di racconto storico umano, rende il tutto decodificabile immediatamente... andando ad osservare l’ombra che si allunga sopra ad una simile situazione d’insieme (guerra tra poveri).
Questa “ombra” (ri)salta immediatamente all’occhio, quando osservi da una posizione dalle qualità "superiori", sopra citate, e indipendenti da qualsiasi grado di “legame 3d”, applicando la legge d’Analogia Frattale.
È subito chiaro che l’ambiente 3d, in toto, (ri)sente dell’effetto “curvante” di una (com)presenza superiore, perché non manifesta. Ok?

È una questione di “interesse” (di qualsiasi tipo sia).

Marchi, Cgue: no a registrazione di forme imposte da funzione prodotto...
La Corte suprema dei Paesi Bassi ha posto alla Corte di giustizia alcune questioni pregiudiziali sui motivi per i quali la registrazione di un marchio costituito dalla forme del prodotto può essere esclusa o dichiarata nulla.
Nella sua sentenza, la Corte sottolinea che la nozione di "forma imposta dalla natura stessa del prodotto" comporta che le forme le cui caratteristiche essenziali sono inerenti alla funzione o alle funzioni generiche di tale prodotto devono, in linea di principio, essere escluse dalla registrazione.
Riservare caratteristiche siffatte a favore di un solo operatore economico, infatti, impedirebbe ad imprese concorrenti di attribuire ai propri prodotti una forma utile al loro uso. Inoltre, si tratta di caratteristiche essenziali che il consumatore potrà ricercare nei prodotti concorrenti, dato che questi ultimi mirano a svolgere una funzione identica o simile...
Link
Le “aziende”, soprattutto se multinazionali… ci provano sempre.
Pensa, addirittura, se: multi planetarie!
He He He (solita risata sciocca)…

È merito del giornalista e scrittore australiano Colin Simpson di aver indagato e svelato, dopo la Grande Guerra, i retroscena occulti. Soltanto molti anni dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel 2005, svanito ormai ogni intento propagandistico, gli Stati Uniti ammisero le loro responsabilità nei fatti del Lusitania
Cent'anni dopo il disastro, nessuno più sostiene la menzogna dell'"inerme transatlantico". Nel 2005 persino il governo statunitense ammise che il Lusitania, oltre ai passeggeri, trasportava materiale bellico per la Gran Bretagna
Link
L'impronta e lo "stile" sono sempre gli stessi. Quanto tempo deve passare prima che… ? 
E se non fosse una questione di tempo? (Ri)corda che Wheeler-DeWitt hanno escluso il tempo dalla presenza delle "equazioni":
i moderni tentativi di unificare le due maggiori teorie della fisica del ventesimo secolo, la teoria generale della relatività di Einstein e la meccanica quantistica, in modo da creare una singola teoria dell'universo, ci indicano che il tempo non giocherebbe alcun ruolo in esso, ma sarebbe semplicemente una ben fondata illusione.
Il fisico Julian Barbour e il filosofo della scienza Giulio Giorello ci accompagnano attraverso un'affascinante esplorazione del concetto di universo senza tempo. Dalle radici storiche di questa idea, già anticipata da Platone, che insisteva sulla realtà dell'essere e sull'illusione del divenire, all'equazione di Wheeler-DeWitt che rivela la natura senza tempo dell'universo quantistico, fino al mistero di come attraverso la nostra coscienza un universo senza tempo possa essere comunque percepito come profondamente temporale
Link
Attenzione:
se il tempo è "individuale"... è, allora, l’individuo che lo applica allo “spazio” entro al quale si (ri)trova.
Il tempo è ciò che ti separa da ciò che “(non)desideri” ed auto avviene solo quando tu non (ri)esci a manifestare istantaneamente ciò che (non)desideri nelle 3d.
L’attrito 3d è una delle spiegazioni frattali del fatto che ci sia questo “ritardo”; ritardo per il quale si apre una condizione di potenziale interferenza esterna (altrui).
La gravità, i campi gravitazionali, l’attrazione, il magnetismo, l’atmosfera, l’aria, l’inerzia, etc. testimoniano di questo ritardo. Non ne sono all’origine ma derivano da qualcosa che si è improvvisamente posto in una condizione di “stand by”, rinunciando alla propria capacità d’istantanea di (co)creazione.
Aperto il “varco”, ci si è infilato dentro tutto ciò che era già (pre)disposto a colonizzare il “Nuovo Mondo”, le 3d attuali
La storia è deviata, curvata dalla “massa” di una (com)presenza. qualcosa che dai per assodato o per assolutamente e completamente “ignorato”.
Che sia il Sole o “  “ (l’inimmaginabile), non importa in termini di risultanza pratica nelle 3d. Tu sei in “stand by” e ti muovi solo apparentemente entro un regno fisico, nel quale ti muovi realmente.
Un paradosso? Beh… così è se ti (ap)pare e/perchè credi e alimenti.
Sei re scozzesi di nome Giacomo – Tragiche storie per ingannare l’attesa.
Sei furono i re di Scozia di nome Giacomo (James). Come morirono?
  1. Giacomo I fu assassinato nel 1437 nel monastero domenicano di Perth. La sua regina era Joan Beaufort, abiatica di Giovanni di Gand, duca di Lancaster, figlio di re Edoardo I d’Inghilterra
  2. Giacomo II morì nel 1460 all’assedio di Roxburgh per l’esplosione di un cannone
  3. Giacomo III cadde in battaglia, a Sauchieburn, nel 1488
  4. Giacomo IV cadde in battaglia a Flodden Field, terribile sconfitta per gli scozzesi, nel 1513
  5. Giacomo V si lasciò morire nel castello di Falkland, dopo la rovinosa sconfitta di Solway Moss, nell’anno 1542. La sua figlioletta infante non aveva che sei giorni di vita.
Era Mary Stuart (Maria Stuarda), che fu per breve tempo regina di Francia, moglie del piccolo e fragile re Francesco II. Poi moglie del cugino Darnley, di discendenza regale, che fece (o lasciò) assassinare. Poi moglie del conte Bothwell, ambizioso, intrigante e infine fuggiasco. Mary cadde nelle mani della sua cugina Elisabetta I, figlia di Anna Bolena, che la tenne prigioniera per 19 anni e poi la consegnò al boia, nel febbraio del 1587. Ciò accadde nel castello di Fotheringay. La regina di Scozia si presentò all’esecutore di giustizia indossando un corpetto rosso, come simbolo del martirio, e disse: “Muoio per la fede cattolica”.
Suo figlio Giacomo VI nel 1603, alla morte di Elisabetta I, vecchia, senza figli e vergine (così si assicura), scese a sud ad occupare l’ambitissimo trono, assumendo il nome di Giacomo I d’Inghilterra. Egli morirà nel suo letto nel 1625. Non così suo figlio, Carlo I, che fu sconfitto, deposto, processato, condannato a morte e giustiziato, agli inizi del 1649. Il re martire fu atteso dal boia sopra una impalcatura eretta all’esterno di Whitehall, lo guardò con viso fermo e gli disse: “Quando allungherò le mie braccia in avanti, allora colpite”. L’ultima parola che il re pronunciò fu “Remember!”.
Carlo I morì ad opera di Oliver Cromwell, rivoluzionario e dittatore dell’Inghilterra sino alla sua morte, sopraggiunta nel 1658.
Link
Ecco cosa significa essere un “potente” nelle attuali 3d. Che differenza c’è tra queste Vite e quelle del Volgo? Nessuna e ciò deve farti (ri)pensare a tutto quello che credi di sapere.
Gli umani sono, per intero, “schiavi” 3d.

Ci sono livelli e gerarchie, ok; però... nell’insieme la musica non cambia. Così come non cambia il corso della storia deviata se… la Massa non si (ri)desta da ciò che è, a tutti gli effetti, un vero e proprio “incantesimo globale”.
Qualcosa al quale non puoi smettere di (con)seguire.
Non puoi? Non vuoi! Non (ri)esci. Non lo intendi con tutto te stesso…
Ogni incantesimo può essere “sciolto”
.
SPS ne è la (ri)conferma ed, assolutamente, una simile verità è differente dall’eccezione che conferma la regola.
Da una posizione “esterna a tutto”, il Pianeta Terra appare come una “perla meravigliosa”. Questo scenario di (ri)copertura, equivale al mantenere al largo, attraverso escamotage strategici, coloro che devono continuare a (ri)levare una situazione “a terra”, inquadrandola come assolutamente nella norma.
 
Ma è meglio lasciar perdere, vista l’esistenza attiva del Filtro di Semplificazione, che non toglie nulla al contesto frattale generale...
Banche: Fabi, Da Abi Solita Sceneggiata, Pronti a Mobilitazione.
"Abbiamo assistito alla solita sceneggiata dell'Abi che, con l'ausilio dell'istituto Prometeia, ci ha presentato una situazione catastrofica dell'economia e del settore, con la necessità di una fortissima riduzione dei costi.
Tutto questo tralasciando di dire che la responsabilità di questa situazione è solo ed esclusivamente del management".
Ad affermarlo in una nota è Lando Maria Sileoni, il segretario generale della Fabi, sindacato di maggioranza del credito, a margine dell'incontro che si è svolto oggi in Abi e che ha segnato la ripresa della trattativa sul rinnovo del contratto collettivo nazionale degli oltre 309mila bancari italiani.
"Abbiamo ribadito per l'ennesima volta - sottolinea - che è necessario un nuovo modello di banca ed il rinnovo del Contratto collettivo nazionale del lavoro per rilanciare il settore bancario, garantendo occupazione e crescita dei salari. Se non cambierà l'atteggiamento della nostra controparte, si andrà alla mobilitazione della categoria, in tutte le forme possibili, non escluso lo sciopero", conclude Sileoni.
Link
Così come i “regnanti”, anche i “bancari” non se la passano così bene, come sei portato a (ri)pensare.
La situazione è equivalente e... nemmeno la (ri)salita della scala gerarchica (ri)assume un significato di effettivo miglioramento della condizione esistenziale, nelle attuali 3d.
Tutto appare come un velo che (ri)vela:
ti sembra di sapere/capire.
Italia: arriva la cannabis terapeutica.
Anche in Italia la cannabis diventa una medicina.
Impiegati soprattutto per combattere il dolore, i cannabinoidi per uso terapeutico verranno prodotti dal Ministero della difesa.
Fra le malattie che traggono giovamento da una cura a base di cannabis c‘è la Sla, la Sclerosi laterale amiotrofica. Le pillole arriveranno sul mercato a partire dal 2015.
Tutta la catena di coltivazione e produzione verrà gestita dallo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze che assicurerà fino a 100 kg di sostanza attiva all’anno.
Non è prevista l’apertura del mercato a produttori privati e men che meno l’autocoltivazione, ha detto il ministro. Non è ancora chiaro se la cura sarà gratuita e disponibile in tutte le regioni o solo in alcune…
Link
Tutta la catena di coltivazione e produzione verrà gestita dallo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze che assicurerà fino a 100 kg di sostanza attiva all’anno:
  • stabilimento (infrastruttura)
  • chimico (agente sull’interno)
  • farmaceutico (agente incantesimale)
  • militare (segreto).
La “pianta” verrà modificata ad hoc; per questo ti viene data, ora.
Tutto ciò (ri)corda la storia della Stevia; la sua messa al bando e relativa (ri)ammissione ma, in chiave “sofisticata”.
Ecco come, essa, viene descritta a livello “bovino”.

La Stevia "permessa" è, ormai, un prodotto industriale.
Stevia, dolcificante naturale. Ma non esagerare.
5 aprile 2013

Tra i dolcificanti, sta prendendo sempre più piede la Stevia, un edulcorante naturale con un “potere addolcente” fino a 300 volte superiore a quello dello zucchero. Attenzione però:
anche se naturale, la stevia rimane pur sempre un additivo. È quindi meglio non esagerare.
Il suo consumo sta aumentando sempre di più. A differenza di altri dolcificanti come l’aspartame e la saccarina, infatti, la Stevia è un edulcorante naturale di origine vegetale. Ha un “potere addolcente” fino a 300 volte superiore a quello dello zucchero da cucina, con il vantaggio di avere zero calorie. In Europa la sua commercializzazione è stata autorizzata nel 2011, dopo che l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha stabilito che la Stevia non è né cancerogena né tossica.
La si può trovare negli scaffali dei supermercati tra i dolcificanti da tavola o nella lista degli ingredienti di alimenti light, indicata con la sigla E 960.
Meglio non esagerare.
Anche se naturale, la Stevia rimane pur sempre un additivo. Valgono quindi le stesse raccomandazioni date dall’Inran (l’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione) per tutti gli altri edulcoranti:
non darli ai bambini sotto i tre anni e non usarli durante la gravidanza e l’allattamento. Limitare il consumo di questi prodotti è importante anche per gli adulti:
non è detto, infatti, che un alimento sia più sano solo perché è dolcificato con un ingrediente diverso dallo zucchero.
Link
meglio non esagerare
anche se naturale, la Stevia rimane pur sempre un additivo
non è detto, infatti, che un alimento sia più sano solo perché è dolcificato con un ingrediente diverso dallo zucchero
Viene confusa la Stevia (essere vivente vegetale) con i prodotti entro i quali l'estratto di Stevia (E960) viene inserito a "titolo pubblicitario" (moda e continuazione del "drogaggio")
Quale immagine c’è nel sito dal quale è stata presa questa notizia?
La Stevia commercializzata Misura. Ossia, qualcosa di… “estratto” e (ri)lavorato ®affinato. Qualcosa che non è più… Stevia.
Per farti un’idea “migliore”...


venerdì 16 marzo 2012
Stevia finalmente libera! Ma attenzione alle fregature...
No, non riesco a trovare un termine più adatto se non "fregature". Perchè trovo assurdo che si possa rovinare un prodotto naturale che potrebbe essere assunto puro, con tutta una serie di sostanze chimiche per renderlo "più commerciabile".
Ma andiamo per ordine.
La Stevia Rebaudiana è una simpatica piantina innocua e preziosissima poiché dalle sue foglie si estrae una sostanza zuccherina 100 volte più dolcificante dello zucchero, che contiene zero calorie, ma che - al contrario dei dolcificanti dietetici a base di aspartame - non provoca cancro e leucemie.
Essendo così preziosa era ovvio che prima o poi si sarebbe venuto a creare un problema con le case farmaceutiche che producono aspartame (una neurotossina creata da Monsanto). Non ve la faccio lunga: vi dico soltanto che quest'ultima vinse varie cause e ottenne che gli estratti di Stevia fossero dichiarati illegali... in Italia...

Da pochi giorni nei supermercati potete trovare alcuni dolcificanti a base di Stevia prodotti da Misura e Dietor.
Ma come? Le aziende leader nella produzione di aspartame che provocarono la caccia alle streghe sulla Stevia ora la producono? Non è un tantino ipocrita da parte loro?
Eh sì. Proprio così: avendo visto che la Stevia era ormai libera hanno pensato bene di infilare le loro mani in pasta. Ok, direte voi, l'importante è che la Stevia sia in commercio, cosa importa chi la produce?

Già! Sarebbe una bella cosa se quella che vendono fosse Stevia pura. E invece no. È la solita presa per il culo (e scusate il francesismo)...

Stevia Misura bustine:
Eritritolo*
Glucosidi dello steviolo
Cellulosa in polvere (assorbente / opacizzante / viscosizzante)
Aromi naturali*
Stevia Misura compresse (ancora peggio!):
Lattosio*
Glucosidi dello steviolo
Carbossimetilcellulosa sodica reticolata (detto anche E468)*
Sali di calcio degli acidi grassi
Biossido di silicio*
Aromi naturali
Stevia Dietor bustine:
Fruttosio*
Glucosidi dello steviolo
Aromi naturali
Stevia Dietor compresse:
Lattosio
Glucosidi dello steviolo
Cellulosa microcristallina
Carbossimetilcellulosa sodica reticolata (detto anche E468)
Aromi naturali
E adesso vediamo cosa sono tutte queste cose.
Etritolo. È un agente volumizzante che serve a far sì che le bustine siano più "consistenti". Infatti la Stevia è talmente dolcificante che ne basta una puntina di cucchiaino per zuccherare un'intera caffettiera da 6. Il Biodizionario mette un bollino giallo all'etritolo perché è composto da altre molecole poco simpatiche.
Aromi "Naturali". Lo metto fra virgolette perché in questa dicitura fuorviante rientrano anche sostanze tutt'altro che naturali, ovvero gli aromi "natural-identici":
sostanze chimiche che danno il "sapore" del naturale, ma che nei fatti non lo sono affatto.
Lattosio. Ok, non ti ammazza (almeno non a breve termine), tuttavia preclude l'assunzione della Stevia a chi è allergico al lattosio. Ma dico io:
la Stevia si può assumere pura! Perché sporcarla?
Carbossimetilcellulosa sodica: se fosse solo Carbossimetilcellulosa non ci sarebbero problemi, ma essendo "sodica" anche qui siamo di fronte al solito bollino giallo. (Vi ricordo che tutti gli ingredienti - anche dei cosmetici - in cui c'è scritto "sodium" vanno evitati, tranne il sodio benzoato che è innocuo).
Biossido di silicio. Bollino rosso! Da evitare. Il crescente impiego di nanoparticelle di SiO2 (che si formano durante la lavorazione del silicio) ha sollevato interrogativi su potenziali effetti dannosi per la salute umana, tra cui effetti sul Dna!
Fruttosio: il fruttosio è di origine naturale, ok... ma allora che senso ha per il consumatore comprare questo prodotto (che costa di più) se poi dentro c'è il fruttosio (che invece può comprare a parte spendendo molto meno)?
Inoltre ci tengo a ricordarvi che l'ordine in cui appaiono gli ingredienti nelle etichette è decrescente, ciò significa che - ad esempio - nelle compresse il Lattosio è in misura maggiore dello Steviolo. Il che è tutto dire...

Quello che mi fa imbufalire è che la pubblicità della Misura recita:
"100% di origine naturale".
Dimenticando di specificare che si riferiscono solo alla Stevia e non al resto delle porcate che ci aggiungono. Il che la rende una pubblicità ingannevole a tutti gli effetti.

Ma allora c'è un'alternativa?
Sì ed è fornita dalla prima azienda italiana che già l'anno scorso ha ricominciato la produzione di Stevia: la Specchiasol.
Il suo prodotto si chiama Stevy Green ed è disponibile in gocce e in compresse. Essendo un'azienda specializzata in prodotti erboristici è ovvio pensare che la sua Stevia sia di gran lunga molto più naturale; anche se nelle compresse c'è l'etritolo. Ma state tranquilli: le gocce sono totalmente bollino verde...
Insomma, come sempre, state all'erta: guardate, leggete, informatevi e non fatevi fregare!
Link

C'è qualcosa "dietro" che non puoi capire, se non prendi in considerazione la (com)presenza del Nucleo Primo; apri lo scenario...
La vera alternativa è coltivarsi da sè la Stevia ed auto prodursi le foglie. Qualcosa che la Massa non ha tempo per fare o non ha voglia di fare. 
A luglio 2012 è stata autorizzata la produzione e la vendita di Stevia nell'Unione Europea come dolcificante alimentare. La Direzione generale Salute e tutela dei consumatori della Commissione Europea ha approvato il regolamento degli estratti di Stevia (glicosidi steviolici) da usare come dolcificante a livello europeo
Link
Le controindicazioni riguarderebbero un eccessivo uso degli estratti di Stevia, che vengono impiegati probabilmente in modo massiccio in alimenti e bevande, rischiando di superare la soglia raccomandata…
Link 
 
Che cosa c’è, mediamente, in un prodotto Misura a “base di Stevia”?
Barattolo da 40 g di polvere...
Informazioni Nutrizionali.
Per cucchiaino (0,5 g):   
Valore Energetico    1,88 kcal(7,99 kJ)   
Carboidrati              0,47 g  
Proteine                   0 g   
Grassi                      0 g  

Ingredienti.
Agente volumizzante: maltodestrine, edulcorante glucosidi dello steviolo (estratti dalla Stevia), aromi naturali...
Link
La Stevia è presente in qualità di “estratto”, ottenuto per lavorazione/raffinazione, ed è mischiata con la misteriosa famiglia degli “aromi naturali”. Wow. Che cosa è accaduto alla Stevia? Non c’è più
Se leggi la tabella nutrizionale dal punto di vista di “carboidrati, proteine, grassi”, beh… non si (ri)entra affatto nella relativa composizione a livello di ingredienti.
Ossia, gli ingredienti e le informazioni nutrizionali sono due dimensioni diverse, sovrapposte/adiacenti… che possono mutar d’apparenza la “sostanza” (com)presente nel tal (ri)prodotto.
Chi decide per te? Chi è il tuo… “padrone”?
Malesia, i nuovi schiavi del settore dell’elettronica.
Sono fra 110mila e 120mila i lavoratori che, in Malesia, operano nel settore dell’elettronica in condizioni di schiavitù.
Si tratta di una cifra che rappresenta un terzo degli impiegati complessivi nel settore. A denunciare le pessime condizioni lavorative degli operai malesi è l’ong americana Verité che ha condotto un'approfondita indagine intervistando 501 lavoratori di una filiera che in Malesia movimenta un giro d’affari annuo di 75 miliardi di dollari, dando lavoro a 350mila persone
Link
Arthur Laffer: "La ripresa? Meno spesa, flat tax e tassi alti".
Arthur Laffer è uno dei padri della teoria dell'offerta e fra gli economisti di punta negli Stati Uniti durante la presidenza di Ronald Reagan negli anni 80. Lo abbiamo incontrato a Roma e gli abbiamo chiesto cosa pensa della situazione economica in Italia e in Europa.
"Qui in Europa la Bce e Draghi, cosa stanno cercando di fare? Abbassare i tassi d interesse per stimolare il settore immobiliare e gli investimenti", ha spiegato Laffer. "Ma lasciatemi chiedere:
con tassi molto molto bassi, vorreste prestare denaro? Al 3% per 30 anni? Nessuno ci pensa, e così hanno estinto il settore del credito privato, tenendo gli interessi davvero troppo bassi:
se si permettesse ai tassi di risalire e liberare il mercato, potremmo avere una bella ripresa.
Dobbiamo tagliare le tasse, tagliare la spesa, mettere in circolazione denaro sano, non questa roba di Draghi e di Yellen, non serve. Quel che serve è libero scambio, regolamentazione al minimo, che i governi si tolgano di mezzo e lascino che sia il settore privato a risolvere i problemi. E allora avremo una vera ripresa. Proprio come abbiamo fatto negli anni '80 con il presidente Reagan".Link
mettere in circolazione denaro sano, non questa roba di Draghi e di Yellen, non serve…
“Serve”: eccome se… serve.
Proprio come abbiamo fatto negli anni 80 con il presidente Reagan:
a partire da quegli anni… il potere economico delle famiglie Usa, basato sulla busta paga, ha iniziato a (de)cadere (infatti è l'inizio della richiesta massiva di denaro sotto forma di prestiti e ricorso alle carte di credito; qualcosa che iniziò a modellare la bolla immobiliare, etc.).
Tutto “serve” allo scopo di farti funzionare in una certa maniera.
Perché?
Perché… sei… in… un… “gigantesco immane business globale 3d”.

Metti da parte tutto (tutto) quello che pensi di sapere. (Ri)osserva le dinamiche entro le quali sei e che contribuisci ad alimentare (in)direttamente anche tu.
Sei sempre “affamato”; sei sempre “dipendente”; hai sempre “paura”:
sopravvivi.
Esattamente come coloro che lavora(va)no in miniera, infatti, tu abiti la “caverna” 3d.
Ci sono sempre “due punti” in ogni situazione massimamente semplificabile (specchio e riflesso):
  1. trasmissione
  2. ricezione.
Due punti che, non necessariamente, descrivono un modello aperto ma, anche, un non apparente giro di:
  • loop.
Ora:
immagina un e(s)terno, allo spazio 3d... che Einstein ha detto “curvarsi” (scatola o caverna).
È una infrastruttura. Solo questo. Non è infinita. Infinito è solo il termine coniato apposta, per ignoranza, e (pre)venzione…
C’è dell’altro. SPS non allude agli “alieni” (Ha Ha Ha Bip Bip Bip).
C’è del "commercio", del business, della funzionalità nel... tutto 3d.
Lascia perdere ogni vicenda religiosa. Un simile scenario è già stato frantumato, da tempo, in SPS.
Al di là del paradigma c’è l’oltre orizzonte.
Dove osserva la Sfinge?
Sindrome dell'arto fantasma.
La sindrome dell'arto fantasma è la sensazione anomala di persistenza di un arto dopo la sua amputazione o dopo che questo sia diventato insensibile:
il soggetto affetto da questa patologia ne avverte la posizione, accusa sensazioni moleste e spesso dolorose, talora addirittura di movimenti come se questo fosse ancora presente.
Questa sensazione, assolutamente normale e che non rientra in nessun tipo di problema psichico, è la dimostrazione più evidente dell'esistenza dello schema corporeo, che persiste, nonostante dall'arto amputato non giungano impulsi nervosi ai centri corticali
Link
La dimostrazione più evidente dell'esistenza dello schema corporeo…
 
Arto fantasma, dal punto prospettico della frattalità:
l’auto intrattenimento in una certa situazione d’abitudine convenzionale
il controllo non locale (wireless)
il "come attraverso la nostra coscienza un universo senza tempo possa essere comunque percepito come profondamente temporale"...
Nascita, morte e (ri)nascita:
la dimostrazione più evidente dell'esistenza dello schema corporeo…
L'effetto Scozia fa volare le Borse. Nikkei ai massimi dal 2007
Le borse europee brindano all'esito del referendum in Scozia, che ha bocciato l'indipendenza dalla Gran Bretagna…

Link
Quanto hai guadagnato “oggi”, tu?
Che cosa sono le “borse europee”, rispetto a te?
Quando loro festeggiano, tu che fai?
Quando loro ti divorano, tu che fai?  
Beh… nulla, perché la sensazione è ancora quella di esserci e di avere ancora un corpo fisico, nonostante sei stato servito in qualità di pietanza al banchetto dei “famelici vincitori”.
E... comunque continui ancora a "dargli tempo".
Tu (con)segui secondo uno “schema”.

(Ri)destati
 
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com


2 commenti:

  1. Più che il tamburo questa volta hai usato la frusta .... peccato che la maggior parte dell'umanità sia masochista .... e fondamentalmente conten(u)ta di essere schiava ... come pecore abbiamo sempre bisogno di un pastore ... non sei pessimista ma dannatamente realista anche se forse la tana del bianconiglio è ancora più profonda. Ciao Davide continua così, sempre più in alto fino a spiccare il volo. Cristiano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiano, davvero stimi una "tana ancora più profonda"? Wow!

      SPS sta (ri)ducendo il tutto ad un "business". Tutto in un "affare d'interesse"...

      Una grande fabbrica multinazionale e... "di più".

      Abbraccio! Smile

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.