lunedì 8 settembre 2014

Emissione governativa.


Stiamo per invadere un Paese ricco di storia, di cultura e d'arte come pochissimi altri. Ma se la distruzione di un bellissimo monumento può significare la salvezza di un solo G.I., ebbene, si distrugga quel bellissimo monumento”…
Dwight David Eisenhower
SPS sostiene da “sempre” che la Seconda Guerra Mondiale è stata una invasione pianificata dell’Europa, da parte degli Usa. Gli altri player che si (ri)trovarono nel contesto/approfittarono della situazione, ad oggi, (ri)coprono un incarico di secondo (capri espiatori meno sacrificabili, utili al “contenzioso”) e terzo piano (pedine sacrificabili a breve Tempo). 
Il tutto, ovvio, sotto alla regia unica del Nucleo Primo, che trasla di un’ottava – nella realtà 3d attuale – la descrizione precedente, (ri)formulando la presenza degli Usa ad un ruolo di “secondo piano”, essendo il vertice del comando completamente "al di là" di una simile presenza/entità d'oltreoceano.
Gli “alleati” sono giunti in Europa e non se ne sono mai andati, come il potere britannico è sempre rimasto, ad esempio, nell’India del post Gandhi
Lo scenario 3d è utile (“serve”) per (ri)orientare e (ri)polarizzare il genere umano, ivi (auto)contenuto ed (auto)intrattenuto nei “termini e condizioni” derivanti da un’apparente dislocazione casuale, che avviene al momento della nascita (introduzione nelle 3d).

Nulla accade per caso. Ciò che ancora non si conosce o, meglio, che non si (ri)corda più… è però perfettamente (man)tenuto in considerazione centrale, per opera (in)diretta della formazione del Nucleo Primo, all’origine della (s)memorizzazione progressiva degli Human Bit (celle di memoria di proprietà altrui).
La legge amministra tutto e tutti. La legge, quando nasci, la (ri)trovi già (ri)formata, per cui… “ella ti amministra, volente o nolente”. Non si ammette, infatti, “ignoranza” e – quando (ri)nasci – eccome se lo sei.
Ignori completamente tutto.

Un tipo di divisione (ottava) della "torta 3d".
E, per questo, qualcuno/qualcosa ha pensato bene di… “pensare per te” e di continuare ad incoraggiarti al pensare nel medesimo modo, ispirandoti (in)direttamente per tutta l’estensione della “tua” Vita.
Quando nasci, tutto è già pronto ad/per accoglierti. Nulla è lasciato al caso. Ma tutto ti porta a supporre che:
sia il caso, a governare la storia umana e, quindi, anche la tua.
Si è sempre fatto così”, recita il paradigma in auge. E… “così” regolarmente continua ad essere fatto. No? Squadra che vince non si cambia. Ma, ora, di quale “squadra” si parla? Di quale “vittoria”? Vista la continua “crisi cronica” nella quale stanzia con regolarità, l’umano, nella sua (im)media(tezza)?
Che cosa significa “G.I.”, quando a pronunciare il termine è un ufficiale dell’esercito Usa?
Galvanized Iron - soprannome attribuito ai soldati di fanteria americani a partire dalla seconda guerra mondiale
Government issue - letteralmente "emissione governativa", soprannome del personale arruolato nell'esercito statunitense…

Link
Il termine non è solo (ri)ferito al "materiale militare", bensì, anche al militare stesso...
Che cosa s’intende, anche, per “emissione governativa”?
Nuova emissione governativa.
Borsa italiana comunica che dal giorno 13/06/2013 gli strumenti "BOT ZC GN14 A EUR" verranno inseriti nel listino ufficiale

Link
Government issue  = “emissione di governo”, ossia:
inserimento di un ordine, per il governo della tal situazione (essere umano impiegato per…).
Dove si “inserisce” questo ordine?


All’interno delle 3d, in toto (come si percepisce molto bene, ad esempio, in Hunger Games).
Lo scenario 3d attuale è la (ri)polarizzazione (retro ingegneria) del circuito primario, esistente per vie “naturali” in loco. Ciò forma il circuito secondario, che rende “invisibile” la presenza primaria, mentre esalta la presenza secondaria (realtà di riferimento 3d).
Al fine di mettere in atto un simile “intento”, occorre una parte... che decide di oscurare un’altra parte; occorre anche la relativa discriminazione a scopo di usufrutto e sfruttamento della stessa parte "oscurata".
Qualcosa che può avvenire (1) sfruttando un evento globale particolarmente distruttivo (2) essendo o (ri)trovandosi preparati a gestire un simile evento (3) muovendosi da quel momento in poi, mediante coerenza, metodo, strategia, lungimiranza e totalità… rispetto a quanto avveratosi (alba) e (4) avente caratteristica unica di creazione di una (ri)partizione del carico umano, lasciando la sua gran parte immemore, nel Tempo, di ogni accaduto in grado di modificare il senso generale della percezione del modello esistenziale, nelle 3d di (ri)ferimento.
Il Nucleo Primo, a Filtro di Semplificazione attivo, è tutto ciò... incarnato nella sua massima onda di perfezione. Qualcosa che ha (ri)caricato nel tuo sistema operativo mentale, una massa di software atta a mantenere la “tua” situazione saldamente sotto al controllo “esterno” (wireless).
Tu sei stato già invaso e conquistato “dentro” (per questo, ora, esiste l’inconscio. Perché non ricordi nulla - come per un "trauma" - di questo conflitto terminato con la tua "presa"). Così come l’Europa è già stata invasa e conquistata
Come ha fatto il re e il suo convoglio ad attraversare l'intera Italia, da Roma a Pescara, dopo aver firmato l'armistizio, senza essere preso dai tedeschi che controllavano gran parte del nostro paese?
È questa la domanda che da sempre Eraldo si pone e per cui ha elaborato una sua risposta...
Un dubbio lecito; non si tratta dell'Italia intera, ma... sono, comunque, 200 km + altri 600 per giungere a Brindisi; 800 km da percorrere in Tempo di guerra e con la presenza nazista in agguato; nazisti che sapevano già tutto, ancora prima che accadesse, ancora prima che lo sapessero gli italiani...
La risposta di Eraldo, descrive l'esistenza di un "patto" sottile, tra le righe e, probabilmente nemmeno pronunciato, tuttavia, esistente nella pratica (assisti alla proiezione del video nella quale se ne parla). Un patto tra le parti in causa, al di sotto della "causa prima"... Una difesa dei propri interessi, una corsa alla sopravvivenza, una guerra tra poveri.

La realtà 3d (il circuito secondario, la cosiddetta “natura” e le sue leggi) è governata dal Nucleo Primo, conoscendo il funzionamento di base del circuito primario (la possibilità di edificare le realtà, il potenziale), anche senza conoscere la sua "origine". Tutto ciò che accade all’interno del circuito secondario è (pre)determinato agendo (d)alla coordinata del circuito primario. Per cui, nulla può accadere casualmente nel perimetro della “tua” (ir)realtà 3d attuale.



"La guerra è finita"? Era il 9 settembre 1943 e mancava ancora tanto al termine del conflitto armato...

Il tuo comportamento, però, può rivelarsi come… “sorprendente”, per la Regia? Potenzialmente, sì. Nella pratica, no. Ma, questo tuo potenziale è davvero “tuo”. Ed è il fulcro attorno al quale il “gioco vale la candela”. Il tuo potenziale libero è una mina vagante, che il Nucleo Primo teme. 

Infatti, ti ha reso un “robot” proprio per mantenerti il più possibile sotto al suo controllo. Il frammento animico, contenuto in te, ti rende molto prezioso, trasformandoti in una “miniera preziosa”, dalla quale (ri)cavare valore aggiunto, oltre che energia... derivante dal tuo sfruttamento globale, ad immagine e somiglianza di ciò che, poi, “tu” (ri)servi al maiale (legge del taglione inconscia).

Una... resa incondizionata. Il termine scelto strategicamente di "armistizio" è, nel gergo, qualcosa che tende a distogliere l'attenzione della Massa. Una verità sottaciuta che, invece, - per amor proprio - la stampa estera fotografa per come esattamente "è"... Leggi bene: Britain, U.S., Russia...
SPS è una voce fuori dal coro, perché… suppongo, che qualcosa si sia messo a funzionare in maniera “altra”. Non so se dentro o fuori di me:
“luoghi” che, per certi versi, descrivono una sola coordinata completamente inascoltata, per via di un “sonno irragionevole della consapevolezza” (incantesimo).
La guerra è terminata ma, ora/sempre/di conseguenza, lo status quo (ri)sente di una totale, completa e sempiterna onda di presenza di controllo, atta a (pre)venire ogni possibile fonte trasversale di destabilizzazione del “reame imperiale del Nucleo Primo”, attraverso qualsiasi modalità del risveglio.
La pace di parte dell’Europa, che dura da settant’anni, è qualcosa da inquadrarsi in un contesto simile. Questo tipo di “pace” è uno spesso velo d’indifferenza nei confronti dei “valori umani”, che nulla hanno a che vedere coi “valori”... che gli umani (con)corrono a perseguire; alfa ed omega del principio incantesimale di auto intrattenimento sociale/globale.
La “tua” modernità deriva dall’ambiente che ti circonda?
Tu sei moderno ed “evoluto”, in funzione del modello nel quale sei?

Da questa prospettiva, allora, tu sei la “Serie A” e l’indios è la “Serie B”.
Da “lì” non ti (s)muove nessuno, vero? Non puoi ammettere di avere percorso una via a fondo cieco che, alla fine, ti annichilisce e sopprime, vero? La stessa via che percorse la "Casa Reale"
Eppure sai che dovrai morire, prima o poi.
È diventato “normale” morire. Lo sai. Ma… prima del “tuo Tempo”, farai di tutto per “goderti” questa (ti dicono) unica opportunità, vero? Quindi? Che cosa fai per “godertela”? 
Dai! È l’unica Vita a tua disposizione e sai che è a termine. Per cui, che fai?
Beh… lavori tutta la Vita!

Ecco come te la godi. Certo, nei momenti liberi ti diverti proprio alla grande.
Tra un debito e l’altro e prima di formarti una famiglia.

Di cosa stiamo parlando? Della tua Vita, (ri)cordi?
Oppure si tratta di uno scherzo?

Naa. Sei sveglio e nessuno ti ha mai detto di “essere su Scherzi a Parte”.


Dunque? Prendere o lasciare, no!


Ti sei adattato. A cosa? A qualcosa che non riesci nemmeno a mettere in dubbio. Alla “tua” realtà. A questa realtà, nella quale sei imprigionato in qualità di “pistone del suo motore di composizione”.

Questa realtà ti è stata caricata sulle spalle e, se ti fermi, ti cade esattamente addosso. Come? Sì, lo so:
è una questione di “responsabilità”. "Crescere" significa questo
Bah. Tu sei un mero eseguitore di ordini e la tua responsabilità è qualcosa di baluginante, come un riflesso sulla superficie ordito dalla (com)presenza del Sole, tra banchi di nuvole agitate dal vento, in quanto presenza indiretta di una “depressione” o impronta frattale di un altro genere di (com)presenza, nemmeno annunciata alla tua latitudine della (ri)comprensione:
quella del Nucleo Primo.
Gli Dei dell’antichità. Il “tuo” Dio attuale: che differenza c’è?
Nessuna. Perché?
Uhm… vedila così:
  • una volta c’erano molti Dei a contendersi pezzi di uno stesso impero
  • oggi ci sono molte versioni di Dio che amministrano parti apparentemente diverse dello stesso impero.
Ok? 
 
È solo un velo consuetudinario, al quale elevi mediamente preghiere, ossia, (ri)chiedi qualcosa che, poi, in qualche maniera devi (ri)pagare (prestito e debito). 

Ad esempio… con la tua Vita: che ne dici?
Con... tutto il Tempo della tua Vita. Qualcosa che ormai accade anche senza chiedere nulla, anzitempo. Perché, ormai, il “debito accumulato” è tale da seguirti ed attenderti, ogni volta.
Lo puoi meglio capire, ad esempio, prendendo un po’ sul serio il concetto di “debito pubblico”.

Tu sei lo Stato, per quello che (ri)guarda il (ri)pagamento (illusorio) del debito ma, non sei lo Stato, quando (ri)fletti su che cosa voglia esattamente dire. Insomma, ti impersonifichi esattamente in te, ma non nello Stato. Questa tua impossibilità mentale è una strategia, appunto, per irretire la mente. 

Così, non ti chiedi più nemmeno, “chi sia lo Stato”, visto che sei tu. Anche se, in soldoni, non riesci a metterti nei panni dello Stato e, per questo, lo Stato si mette nei tuoi (vasi comunicanti).
Lo Stato è un recipiente vuoto, comandato non localmente dal Nucleo Primo, per mezzo dei suoi sottoposti, a loro volta, immemori ed inconsci.

L'accordo segreto di Cassibile, il 3 settembre 1943. Ci sono anche le foto ufficiali. Ora lo sai. Chiediti, allora, "quando  le autorità si trovano in una località, ufficialmente per discutere del tal accordo", il... tal accordo... non è, forse, allora già stato preso? Non è tutto uno spettacolo per i Media e, dunque, per il tuo auto intrattenimento? Tu (con)segui sempre...
Anche se riesci, per qualche motivo, a far luce su uno di questi “sottoposti”, esso svanisce progressivamente nel Tempo, come neve al Sole. Lasciandoti senza fiato ed estremamente deluso, tanto deluso da innescare il tuo “sistema immunitario”, che provvederà selettivamente a cancellare lo spiacevole (ri)cordo, dalla tua memoria.
Penserai di avere sognato, al più. Non (ri)uscirai più ad agganciare quel “senso”, come se improvvisamente un “ponte levatoio” fosse stato alzato, separando due parti e rendendole distinte.

Se getti un pezzetto di metallo in un circuito elettronico, è probabile che qualcosa possa andare in “corto”, ossia, potrebbe accadere un comportamento diverso, da quello previsto per ogni componente elettronico “tarato” ad hoc, per le sue caratteristiche (ri)chieste d’insieme.


La mente che riceve input, per SPS, è in una condizione simile:

c’è un "ponte", che mantiene insieme parti che dovrebbero funzionare separatamente. Qualcosa che, a distanza di cinque anni, ha permesso di ricevere un segnale (im)portante diverso  dal consueto e, che nelle ultime due settimane, ha dato luogo:
  • al revisionismo frattale della storia deviata
  • al concetto di pensiero come fluido atto a ricevere, decodificare e trasmettere il segnale ispirante/portante.
Un ritmo incalzante che non smette mai di “funzionare”. Una serie di onde atte a liberare la visuale, da pareti d’edifici troppo ingombranti e vicine, tanto da togliere la prospettiva maggiore, il senso e la funzione “individuale, d’insieme, oggettiva e soggettiva”.
Una mancanza di luce che (ri)genera la necessità di “luce”, che viene fornita allora artificialmente come “pane quotidiano”.
Nel 2014 si è finalmente completato il processo di adozione del Sepa (Single Euro Payments Area - Area Unica dei Pagamenti in Euro).
Questo significa che le banche dovrebbero ora essere pronte a sfruttare a pieno tutti i vantaggi di un sistema transfrontaliero europeo di pagamento unificato, che porterà ad una riduzione dei costi e ad un incremento della efficienza nella gestione di cassa e di altri componenti delle transazioni bancarie.
Prima di parlare dei benefici, è bene effettuare un’analisi costi-benefici di quello che Sepa significa per le banche che hanno dovuto passare attraverso un processo di implementazione e cambiamento. È bene non dimenticare che il concetto Sepa è ormai un concetto vecchio di dieci anni, il suo valore e potenziale si è un po’ perso e assopito nel tempo ed è necessario tenere in considerazione il suo lungo periodo di gestazione prima di quantificarne i benefici…
Link
Il suo lungo periodo di gestazione” è ciò che ti anticipa sempre.
Il vantaggio del quale godono certi poteri, che ti amministrano regolarmente. “Un processo di implementazione e cambiamento” che (pre)vede ciò che poi tu andrai a fare e che tu farai, nel Tempo, perché senza alternativa e, quindi, per abitudine.
Matteo Renzi chiude la Festa dell'Unità di Bologna e incita il Partito democratico a cambiare l'Italia per poi cambiare anche l'Europa. Per il premier il 41% delle elezioni europee significa la responsabilità di riscrivere la storia, "o altrimenti non lo farà nessuno"
Link
Cambiare l’Italia e l’Europa? (Ri)Scrivere la storia?
He He He
… Il cambiamento passa dall’individuo, che è immancabilmente sintonizzato sulle frequenze del segnale portante del Nucleo Primo. Che cambiamento credi possa avvenire, mentre assisti con convinzione a ciò che trasmette la “tua trasmissione preferita”?

 
E bada bene:

il segnale in questione non è quello che divide (quello della singola trasmissione televisiva a carattere dibattimentale, ad esempio), no… questo segnale è quello che “unisce” ad un livello d’intesa sottile, come nell’approvare il modello economico basato sulla “libera” circolazione di (ri)conosciuto denaro contante sempre più virtuale.
Questo segnale rappresenta il potere convenzionale, che mantiene tutto entro i margini che pensi di (ri)conoscere e che (ri)conosci.
“Per il supremo bene della patria che è sempre stato il mio primo pensiero e lo scopo della mia vita, e nell'intento di evitare più gravi sofferenze e maggiori sacrifici, ho autorizzato la richiesta di armistizio.
Italiani, per la salvezza della Capitale e per poter pienamente assolvere i miei doveri di Re, col Governo e con le Autorità Militari, mi sono trasferito in altro punto del sacro e libero suolo nazionale.
Italiani! Faccio sicuro affidamento su di voi per ogni evento, come voi potete contare fino all'estremo sacrificio, sul vostro Re.
Che Iddio assista l'Italia in quest'ora grave della sua storia”…

(Vittorio Emanuele III a Radio Bari, 10 settembre 1943)
Armonizzazione dei sistemi contabili, il caso italiano.
Più trasparenza per i bilanci della pa, lo chiede l'Ue:
ma in Italia si rinnova il vecchio schema
Ogni sistema contabile lascia margini di manovra, cosi come ogni sistema contabile lascia margini per rappresentare in modo trasparente una performance. Il punto non è necessariamente o non è solo il sistema contabile ma anche chi lo usa e i principi che vengono utilizzati
Link

Il generale Castellano (in borghese) ed il generale Eisenhower si stringono la mano dopo la firma dell'armistizio a Cassibile, il 3 settembre 1943...
Link
Ogni atto, anche segreto, viene documentato. (Ri)cordalo ad immagine e somiglianza dell’esistenza della legge dell’Analogia Frattale.
La proposta di resa, in realtà non era considerata con grande euforia da parte alleata, in quanto le sorti della guerra erano già evidentemente segnate verso una probabile prossima sconfitta delle armate italiane.
Comunque la resa avrebbe significato un'accelerazione del corso della guerra verso la sconfitta tedesca, anche se poteva limitare in parte i vantaggi che le forze alleate intendevano trarre dalla vittoria militare
In più, in un'eventuale spartizione, era assolutamente da evitare (secondo gli altri) che l'Italia cadesse in mano britannica, giacché Londra avrebbe potuto monopolizzare il traffico commerciale, coloniale e soprattutto petrolifero del Mediterraneo...
Accettare la resa (rinunciando a conquistare militarmente l'Italia), divenne dunque la scelta più utile, per la quale spendere molte energie diplomatiche, sia da parte americana che degli altri alleati…
Link
Si è trattato di una invasione programmata dell’Europa. Leggi bene anche tra le righe. Se si fosse trattato di un intervento di liberazione (alla "25 aprile", per come te lo raccontano), credi che certe espressioni sarebbero state utilizzate? 
  • in un'eventuale spartizione, era assolutamente da evitare (secondo gli altri) che l'Italia cadesse in mano britannica, giacché Londra avrebbe potuto monopolizzare il traffico commerciale, coloniale e soprattutto petrolifero del Mediterraneo...
  • i vantaggi che le forze alleate intendevano trarre dalla vittoria militare
Alza il tuo livello di consapevolezza e, soprattutto, mantienilo a quel livello.
Maria Josè di Savoia, moglie del principe ereditario Umberto, già ai primi di settembre del 1942 - un anno prima dell'armistizio dell'8 settembre 1943 - aveva avviato, tramite Guido Gonella, contatti con il Vaticano, nella persona di Monsignor Giovanni Battista Montini, auspicando di potersi avvalere della diplomazia papale quale tramite per aprire un canale di comunicazione con gli Alleati (in particolare con l'ambasciatore degli Stati Uniti presso la Santa Sede, Myron C. Taylor) al fine di far uscire l'Italia dalla seconda guerra mondiale
Link
La spedizione italiana in Russia, del 1942, avviene dunque quando la “testa pensante del potere italico è già proiettata alla fine dei giochi”. I primi contatti con il Vaticano, del settembre 1942, sono stati preceduti dalle argomentazioni private in “casa propria”, ergo, i Tempi del (ri)pensamento vanno ulteriormente portati indietro. E… in seguito ad una simile verità, ciò che è accaduto prende una piega diversa:
oltre centomila soldati esternalizzati rispetto al suolo nativo, male equipaggiati al fine di... non prevederne il ritorno, dal momento in cui… la “testa” sapeva già delle difficoltà private e sociali, che una grande presenza militare in loco poteva rappresentare. Il corridoio verso il “Regno del Sud” doveva essere preparato e mantenuto il più possibile libero.
L'armistizio si configurava come una resa senza condizioni, che includeva anche l'obbligo per il governo del Regno del Sud di dichiarare guerra alla Germania nazista
Link
Secondo Paolo Puntoni, aiutante di campo del re, Vittorio Emanuele aveva già discusso di un suo allontanamento da Roma chiedendogli già il 28 luglio, (tre giorni dopo l'arresto di Mussolini) di organizzare il necessario nel caso si presentasse questa evenienza
Link
Durante i negoziati segreti con gli Alleati, gli italiani offrirono di consegnare il porto di Taranto e Brindisi senza opporsi
Link
Ergo, la nascita della Repubblica Italiana, non è solo stata pilotata negli esiti elettorali ma deriva, come atto cardinale, da un insieme di pulsioni esterne, che stavano plasmando l’Europa intera. Qualcosa che aveva pianificato tutto e che si (ri)trovava nell’ora di (ri)cavare il frutto del proprio intendere, nonché della "realtà preferita".
Se la storia non la (ri)scrive SPS… non lo farà nessuno, perché questo “nessuno” l’ha già ampiamente (pre)determinata.
SPS va oltre a tutto ciò che sai.

Oltre a tutto ciò che uno “storico sa" e può liberamente ammettere. Ciò che è già presente ma sparso ad arte nelle varie pubblicazioni e nelle menti di coloro che vissero (relativamente a fatti ancora vicini) e che "se ne stanno andando" immancabilmente…

SPS… (ri)corda.

Le "emanazioni governative" tendono a "marchiarti", attraverso tutto quello che "indossi", compresa la tua... "parte".
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com