martedì 2 settembre 2014

Il pensiero è un sistema di controllo basato sull’influenza dell’ispirazione (2).




Prima parte
La Trexx governa in modo autoritario, controllando uno per uno tutti i cittadini, grazie allo shampoo-sapone Dangst (parola-macedonia gergale che in lingua tedesca indica uno stato d'animo di angoscia disperante), inventato dall'amministratore delegato Ivan Bahn.
Il Dangst è un liquido igienizzante che contiene micro-chip biomeccanici che si installano nei bulbi piliferi di chi ne fa uso, usando peli e capelli come antenne per trasmettere ciò che pensano le persone e le loro funzioni vitali al centro d'amministrazione della Trexx…
Metropia
L'ambiente entro il quale vive, o passa del Tempo quotidianamente, un individuo (casa, ufficio, macchina, etc.), (ri)sente della "presenza" (carattere, abitudini, comportamento, etc.) dell'individuo stesso.
Più in generale... l'ambiente dipende dall'insieme comportamentale umano (in quanto "specie dominante").
Ora, (ri)pensa per un istante a quanto, tutto ciò, sia solo un livello inquadrato nell'ottica in questione. L'ambiente dipende da una serie "intricata" di fattori, più o meno emersi/superficiali... uno dei quali è, appunto, il fattore umano presente in loco.

La natura ha un'alta capacità incidente nell/sull'ambiente, ad esempio. Che cosa significa? Molte cose... ma, una in particolare:

l'umano è responsabile per quello che accade sul/nel Pianeta ma, non è l'unico attore ad alta capacità presente nell'ambiente di (ri)ferimento. A chi d'altri allude, allora, SPS?
Omettendo ogni altro "agente"... SPS allude alla capacità d'ispirazione che, per sua natura, molto spesso lascia in ombra la parte trasmittente (origine) e pone alla ribalta la parte ricevente. Un simile effetto sembra proprio "apparire" come una sorta di strategia...
È fuori da ogni dubbio che, ogni essere vivente lasci la propria "orma", all'interno dell'ambiente entro il quale si "muove/esiste"; anche se... non è dotato, per qualsiasi motivo, di una massa fisica:
persino... Dio.
Che cosa sono, ad esempio, le Sacre Scritture, i 10 comandamenti, gli edifici religiosi, le preghiere, etc.?


Beh... le "orme" - oltre che ad essere dirette - sono anche indirette, ossia, sono segni del suo passaggio in altre dimensioni come, appunto, quella mentale... nella quale, in seguito, si vengono a generare opere ispirate dalla (com)presenza di Dio (gli edifici religiosi, ad esempio).
In un simile ambito mentale, completamente inosservato dai propri simili, chi può dire se/che la tal opera è, senza ombra di dubbio, ispirata da Dio oppure è solo una forma espressiva del proprio Ego, interesse, carattere, etc.?
E... questo Dio, chi può dire se esiste veramente, visto che le scienze "moderne " della mente (ri)feriscono di una moltitudine di devianze e malattie inscritte e generate in quella dimensione?
Perchè un religioso è "sano" e un visionario è "malsano"?
Perchè SPS dovrebbe raccontare "bufale" e la Bibbia raccontare "verità"?
Chi lo decide? Tu? Ma "tu" non sei, forse, colui che pende dalle "labbra" di un tele/giornale o di una previsione meteo o politica? Tu non sei quello che cerca nell'enciclopedia ogni cosa, senza mai apportare mai nulla di veramente tuo ad ogni situazione? Tu non sei l'essere vivente che "se ti dicono che... sei malato" lo diventi sul serio?
Tu sei un "luogo comune", raggiunto da una sorta di segnale di (ri)ferimento costante, non locale e, dunque, immanifesto...
Questo "segnale", come qualsiasi fonte emissiva o d'emissione, lascia - però - le proprie tracce, anche se nel caso del Nucleo Primo esiste tutta una strategia atta a (ri)coprire perfettamente ogni sorta di "scoria" relativa alla propria viva presenza. (Ri)corda sempre che - a Filtro di Semplificazione attivo - corrisponde una versione del Nucleo Primo completamente fisica, ossia, la fazione risulta composta da esseri  umani esattamente come te!
A livello frattale, come ben sai, le informazioni non si perdono ma si codificano solo in maniera diversa (ad esempio, l'esistenza dell'ombra a contorno di ogni corpo fisico 3d, significa - ad altro livello - che tu non sei solo e che c'è una "parte di te" che non è esattamente e perfettamente "solo te". Ok?).
La "tua" ombra è qualcosa che... ti segue.

La cui fonte d'emissione è per mezzo della tua corporeità (contenitore limite emerso alla luce del Sole), ma ciò non significa affatto che "questa ombra sei tu o dipenda esclusivamente da te".

C'è dell'altro. Come non rendersene ancora conto? Un momento... ma "tu" (nella parte che fa le tue veci) ti sei già accorto - da secoli - di questa (com)presenza, non è vero?

Infatti, è sorta l'immagine di Dio a tamponare ciò che da sempre hai sentito e che anche tuttora (sempre), senti. Aspetta. Aspetta... vuoi vedere che, allora, ciò che hai eretto a proposito di Dio è, invece, inerente alla (com)presenza del Nucleo Primo? He He He (che attore, questo SPS)...






Orme e Muse:
Analogia Frattale e Metodo Indiretto (Doppio Specchio).
L'orma di un gatto è "quella". L'orma di un umano è (ri)coperta dalla (com)presenza della scarpa.
Allora, l'orma del Nucleo Primo... da cosa è (ri)coperta?
Beh... come minimo, è (ri)coperta dall'orma di Dio...
Blasfemia? Peccato mortale? See... certo, se i Tempi fossero stati diversi, fossero stati quelli "sbagliati"... la mia persona sarebbe già al pubblico rogo ma, oggi non è più di moda e non accade più (perlomeno a livello ufficiale e a quel livello, perchè - oggi - ci pensi direttamente tu a "bruciare" la presenza altrui, anche se virtuale come quella di SPS).
Perchè l'organo più autentico di "p(o/u)lizia" sei tu! Solo che "tu" sei come un'arma a puntamento laser, servo comandato in maniera wireless (senza fili).
Chi assistiva alle pubbliche esecuzioni? Chi assitiva ai giochi gladiatorii? Chi lapida(va) coloro che erano giudicati "empi"?

Chi (ri)componeva le fila dei boia, dei gladiatori, degli empi?

Chi giudicava chi? Chi dava gli ordini e combatteva in battaglia?
Tu. Tu e solo tu... Ma, senza essere tu veramente. Perchè tu sei un tu non al cent(r)o per cento.
Sei un dispostivo limitato dal marchio di fabbrica (patto, accordo) e dal mix ambientale entro il quale sei/vivi...


Con chi/cosa hai stretto questo accordo? Non lo sai o, meglio, non lo (ri)cordi più!
Se tutto lascia una traccia, perchè non ti accorgi, allora, di una simile (com)presenza? Perchè la tua attenzione, nelle 3d, è costantemente deviata da qualcosa d'altro che, di volta in volta, acquisisce sempre maggiore importanza rispetto al... (ri)cordarti, per mezzo dei "segni frattali", dell'esistenza del Nucleo Primo.
Come in un sortilegio o nell'incantesimo (strategia), tu sei costantemente mantenuto in una "soluzione 3d" ad hoc, al fine di intrattenerti nell'oblio, derivante da un vivere nel sogno altrui.
L'oblio non è solo "piacevole" ma è anche (ri)tardante, ergo, il "tuo" intrattenimento (ri)manda in continuazione qualcosa che ti dovrebbe accadere e che costantemente non trova terreno fertile per... "sorgere/emergere".

Qualcosa di te che non sai, perchè non (ri)cordi. Qualcosa che è già successo, molto probabilmente, visto che "qua" tutto è ciclico. Qualcosa che ti prende e ti (ri)prende, come girando in un nastro di Mobius o nella/sulla ruota del criceto.
L'umanità si vanta di essere portatrice del pensiero che, differentemente, ti dicono non essere caratteristica di nessun'altra specie vivente in Terra 3d.
Il pensiero è divenuto centrale rispetto alla tua sfera sfuggevole. Il pensiero è tutto quello che sai... Ma, il pensiero è un flusso, come il sangue, che ti è dato/formato per via e(s)terna. Il pensiero è un sistema di controllo basato sull'ispirazione...

Pensaci bene e (ri)troverai il tratto caratteristico di ciò che si è sviluppato in ogni altro ramo del controllo umano, sotto a varie forme ed aspetti. Ad esempio, l'effetto leva - che permette il controllo di una società attraverso il suo possesso indiretto - è un tratto caratteristico della "piramide gerarchica sociale" (pochi hanno tanto, tanti hanno poco). In Borsa il controllo è avio diffuso attraverso i futures:
che (pre)vedono ma in realtà (pre)determinano il prezzo delle merci all'ingrosso, da cui poi si dipanano via via i prezzi sino a raggiungere il collettore finale (target) della Massa (fra cui, anche te). Raccontava Joe Ross (un trader Usa molto affermato) che quando, ad esempio, la Coca Cola deve comprare un sostanziale stock di zucchero, si rivolge ad un "intermediario autorizzato" il quale mette a disposizione del commitente di turno i propri trader, al fine di fare abbassare il prezzo della tal materia prima (per quel giorno)... La tal azienda risparmia così fior di quattrini.
Le infrastrutture permettono sempre un controllo innato, (pre)visto in fase di progettazione e di strategia. Un collo di bottiglia utile per controllare più facilmente l'intero "traffico" percorrente la tal rete. Ad esempio, se l'Enel ti toglie la corrente, che fai? Se non ti arriva più il gas in casa, durante i mesi invernali, che fai?
Questo è un "vantaggio" che, a livello frattale, rispecchia quel vantaggio "primario/primevo" che deriva dal non essere manifesti nel medesimo piano che si intende controllare ed amministrare (sfruttare). Perché SPS è certo di un simile (ri)flesso? Perchè nelle "tue" 3d questa strategia è altamente di moda ed altamente adottata dai modelli di potentato, che controllano e guidano, in questo modo, l'intera filiera del Mondo, pezzo per pezzo...
Ogni vecchia o nuova professione è, prima o poi, regolamentata dalla legge e dalla (com)presenza delle associazioni di categoria (albi professionali o di rappresentanza). Questi "filtri", nel Tempo, assumono una grande valenza - essendo dotati di un "codice comportamentale" (deontologico) - che, in realtà, (nella sostanza) è un organo di censura e di controllo ad effetto leva (strumentalizzazione).
Se "tu" non fai parte dell'albo professionale di categioria (ri)sulti, in soldoni, come emarginato, "peggiore" rispetto alla concorrenza, diverso, poco affidabile, non certificato, disabile, amorale, fuori legge, per certi versi... "sporco".
E la Massa ci casca da sempre, perchè ispirata costantemente. Il suo "reset" ciclico è una concreta realtà, visto che:
sbagliare è umano, ripetere è diabolico.
La "diabolicità" è una caratteristica dei "modelli che sostanzialmente non cambiano mai". Vedi, ad esempio, il sistema bancario... e la persistente "fiducia senza alternativa" della Massa nel sistema bancario (loop artificiale).
Le antenne sopra ai tetti ed anche sopra al tuo tetto di casa, che cosa sono e che cosa rappresentano?
L'attenzione sistemizzata verso la captazione (necessità) di un segnale pubblico di (ri)ferimento (guida, fonte, imprinting, raggio traente, campo morfogenetico, etc.):
ad altro gradiente ispirante (altrimenti non si spiegherebbe perchè tutte le azienda spendono fiumi di denaro, per raggiungerti pubblicitariamente attraverso la tua decodifica del segnale portante, (ri)trasmesso nel tuo canale video/ricettivo).
Un vero e proprio effetto virale.


SPS ha innalzato il Filtro di Semplificazione per non portare al di fuori di queste 3d, un bacillo virale molto pericoloso, che deriva dal “non (ri)cordare” anche se, ciò non significa che l’e(s)terno solo per questo non esista.
Concretezza maggiore = il “voltar pagina” non è più il generico “andar via, cambiando frequenza”. Il cambio di frequenza è relativo al “funzionare”, ossia “semplificando” al “pensare diversamente”, in maniera tale da “vedere diversamente”. È, dunque, il segnale traente centrale che deve cambiare, nell’insieme delle infrastrutture dedicate al trasporto ed all’irraggiamento del segnale stesso.
Lo Human Bit, tu, è un ricevitore di segnale cablato e sintonizzato su una certa frequenza.
Non si tratta della solita forma d’antenna, atta a captare il tal segnale, bensì trattasi di una “forma atta a captare un range di segnali, che sottostanno interamente al medesimo tipo di segnale centrale”. Il paradigma può anche cambiare ma, ciò, è permesso - attualmente - (dal Nucleo Primo) all’interno di un ventaglio di possibilità (frequenze, estensioni, modulazioni d’onda, filtri) previste.
Questo "spazio" è il tuo libero arbitrio attuale.
In questo recinto sei “libero” di andare dove vuoi… ma rimani sempre comunque… schiavo (contenuto).
Urge, dunque, un segnale ispirante diverso da tutto quello che conosci e che “conoscerai”... rimanendo sulla medesima via (orientamento convenzionale).
SPS anima questa funzione rappresentativa.
In SPS tu puoi trovare e troverai sempre, tutto ciò che ti permette di inquadrare diversamente la “tua” realtà. SPS è un cambio di polarità a/per tutto quello che tu credi essere il “Sistema”, appellandolo appunto con il suo più giusto termine:
(Anti)Sistema (perché dentro non vivi bene e non ci stai bene).
Qualcosa che ti uccide, certamente, nel Tempo. E lo fa in maniera corrosiva, ossia, illudendoti di vivere sempre di più ma solo per sfruttarti di più. Per più lungo Tempo
Lo sfruttamento del Nucleo Primo tu lo (ri)fletti diventando un “consumista” all’interno di una economia che, non casualmente, “divora tutto” (cannibale):
la gastronomia (dal greco gastèr = ventre e nomìa = legge) è l'insieme delle tecniche e delle arti culinarie; il far buona cucina…
In senso lato con gastronomia si intende lo studio della relazione tra cultura e cibo ed è quindi una scienza interdisciplinare che coinvolge la biologia, l'agronomia, l'antropologia, la storia, la filosofia, la psicologia e la sociologia…
Link
Il tuo divorare è l’essere divorato da qualcosa che, progressivamente, ti corrode/assorbe, mentre tu svolgi un “lavoro” (in un simile paradigma, tu sei dentro alla "catena alimentare").


Le origini ispiranti che hanno gettato le basi del controllo sottile odierno, sono molto lontane (antiche) nel (ri)cordo.
Il Deuteronomio… è il quinto libro della Torah ebraica e della Bibbia cristiana.
È scritto in ebraico e, secondo l'ipotesi maggiormente condivisa dagli studiosi, la sua redazione definitiva, ad opera di autori ignoti, è collocata al VI-V secolo a.C. in Giudea, sulla base di precedenti tradizioni orali e scritte…
È composto da 34 capitoli descriventi la storia degli Ebrei durante il loro soggiorno nel deserto del Sinai (circa 1200 a.C.) e contiene varie leggi religiose e sociali
Link
  • c’è una origine comune tra r(a/eli)gioni “diverse”
  • una origine lontana e scritta in altra lingua rispetto alla tua
  • formulata da “ignoti
  • inerente la storia di altri.
Inizia a vedere il “filo” dal quale passa l’ispirazione.

SPS ti chiede: 

che cosa c’entri tu in questa vicenda?
Nulla… Infatti, tu penserai che il Deuteronomio non lo conosci e non te ne importa nulla, perché non sei… ebreo, ad esempio.
Beh… sei - tuttavia - "solo" l’esito finale di un processo iniziato molto Tempo fa. Oggi, non importa a quale tipo di credo tu aderisca, perché sei sempre e solo deviato all’interno del tuo cammino (pre)visto.
Se analizzi una frazione di questo percorso, che ha iniziato a lavorarti da molto lontano, puoi capire che non c’è differenza alcuna tra questo o quello. Non hai scelta autentica
Struttura e contenuto.
Il libro del Deuteronomio consiste principalmente di tre discorsi che sarebbero stati pronunciati da Mosè, poco prima della sua morte, agli Israeliti nella piana del Moab…
Il discorso conclusivo 27-30 è rivolto quasi interamente alle solenni disposizioni della legge divina, adempiendo alle quali è garantita la prosperità futura del popolo. Solamente coloro che osserveranno i comandamenti e si uniformeranno fedelmente all'alleanza stipulata tra loro e Yahweh potranno godere delle benedizioni promesse…
Le comunità di fronte al crimine...
La morte per lapidazione, una forma di morte pura, perché non contamina l'uccisore con il contatto. La lapidazione è una sanzione diffusa in molte società antiche e trova applicazione soprattutto in contesti rituali e in caso d'infrazioni religiose… La comunità si libera del male senza contaminarsi...
 Link
Il discorso conclusivo 27-30 è rivolto quasi interamente alle solenni disposizioni della legge divina, adempiendo alle quali è garantita la prosperità futura del popolo. Solamente coloro che osserveranno i comandamenti e si uniformeranno fedelmente all'alleanza stipulata tra loro e Yahweh potranno godere delle benedizioni promesse
 
Questa è la nascita della preghiera:

un atto di servile prostrazione verso qualcosa che “non sai nemmeno chi/cosa sia”.
La morte per lapidazione, una forma di morte pura, perché non contamina l'uccisore con il contatto...  La comunità si libera del male senza contaminarsi... 
La comunità si contamina di conseguenza, aderendo a qualcosa che è già contaminato all’origine. La contaminazione è radioattiva, ossia, avviene a prescindere da qualsiasi contatto fisico.
La comunità è complice, in questo modo, ma senza nemmeno saperlo, anzi… facendo finta di nulla, (ri)coprendosi del furore popolare ed “arrossendo” solo un attimo prima di addormentarsi, al sicuro da sguardi indiscreti.

Fai attenzione, ora, a quale tipo di segnale diano conforto i libri sacri di perlomeno due grandi religioni globali.

Deuteronomio - Capitolo 1
I. Discorso di introduzione
Primo discorso di Mosè
Tempo e luogo

Queste sono le parole che Mosè rivolse a tutto Israele oltre il Giordano, nel deserto, nella valle dell'Araba… Nel quarantesimo anno, l'undicesimo mese, il primo giorno del mese, Mosè parlò agli Israeliti, secondo quanto il Signore gli aveva ordinato di dir loro.
Dopo aver sconfitto Sicon, re degli Amorrei, che abitava in Chesbon, e Og, re di Basan, che abitava in Astarot e in Edrei, oltre il Giordano, nel paese di Moab, Mosè cominciò a spiegare questa legge:
Il Signore nostro Dio ci ha parlato sull'Oreb e ci ha detto:
Avete dimorato abbastanza su questa montagna; voltatevi, levate l'accampamento e andate verso le montagne degli Amorrei e in tutte le regioni vicine:
la valle dell'Araba, le montagne, la Sefela, il Negheb, la costa del mare, nel paese dei Cananei e nel Libano, fino al grande fiume, il fiume Eufrate. Ecco, io vi ho posto il paese dinanzi; entrate, prendete in possesso il paese che il Signore ha giurato di dare ai vostri padri, Abramo, Isacco e Giacobbe, e alla loro stirpe dopo di essi
Link
  • Mosè parlò agli Israeliti, secondo quanto il Signore gli aveva ordinato di dir loro
  • avete dimorato abbastanza su questa montagna; voltatevi, levate l'accampamento e andate verso le montagne degli Amorrei e in tutte le regioni vicine
  • ecco, io vi ho posto il paese dinanzi; entrate, prendete in possesso il paese che il Signore ha giurato di dare ai vostri padri, Abramo, Isacco e Giacobbe, e alla loro stirpe dopo di essi…
Queste sono le basi. Questa è l’ispirazione che ha (s)mosso i popoli. Una voce senza voce, emanata per interposta persona. Immateriale, eterea, inconsistente… eppure altamente efficace. Perché il substrato si basa(va) sulla paura.
Poi partimmo dall'Oreb e attraversammo tutto quel deserto grande e spaventoso che avete visto, dirigendoci verso le montagne degli Amorrei, come il Signore nostro Dio ci aveva ordinato di fare, e giungemmo a Kades-Barnea. Allora vi dissi:
Siete arrivati presso la montagna degli Amorrei, che il Signore nostro Dio sta per darci. Ecco il Signore tuo Dio ti ha posto il paese dinanzi; entra, prendine possesso, come il Signore Dio dei tuoi padri ti ha detto; non temere e non ti scoraggiare… Mormoraste nelle vostre tende e diceste:
Il Signore ci odia, per questo ci ha fatti uscire dal paese d'Egitto per darci in mano agli Amorrei e per distruggerci. Dove possiamo andare noi? I nostri fratelli ci hanno scoraggiati dicendo:
Quella gente è più grande e più alta di noi; le città sono grandi e fortificate fino al cielo; abbiamo visto là perfino dei figli degli Anakiti
Allora dissi a voi:
Non spaventatevi e non abbiate paura di loro. Il Signore stesso vostro Dio, che vi precede, combatterà per voi, come ha fatto tante volte sotto gli occhi vostri in Egitto e come ha fatto nel deserto, dove hai visto come il Signore tuo Dio ti ha portato, come un uomo porta il proprio figlio, per tutto il cammino che avete fatto, finché siete arrivati qui. Nonostante questo, non aveste fiducia nel Signore vostro Dio che andava innanzi a voi nel cammino per cercarvi un luogo dove porre l'accampamento: di notte nel fuoco, per mostrarvi la via dove andare, e di giorno nella nube... 
Link
  • come il Signore nostro Dio ci aveva ordinato di fare
  • siete arrivati presso la montagna degli Amorrei, che il Signore nostro Dio sta per darci. Ecco il Signore tuo Dio ti ha posto il paese dinanzi; entra, prendine possesso, come il Signore Dio dei tuoi padri ti ha detto; non temere e non ti scoraggiare
  • quella gente è più grande e più alta di noi; le città sono grandi e fortificate fino al cielo; abbiamo visto là perfino dei figli degli Anakiti
  • il Signore stesso vostro Dio, che vi precede, combatterà per voi
  • Signore vostro Dio che andava innanzi a voi nel cammino per cercarvi un luogo dove porre l'accampamento: di notte nel fuoco, per mostrarvi la via dove andare, e di giorno nella nube
Il “Signore”, in questione, non è ancora il Nucleo Primo. Non si tratta del Nucleo Primo se… “se ne può parlare” (SPS a parte, visto che SPS è l’origine che decodifica il segnale, l’eccezione che conferma la regola). Ok?
Il Signore è un suo emissario inconscio. Un essere superiore a te ma non al Nucleo Primo. Tuttavia, il Signore è ad immagine e somiglianza, ossia, ne incarna in modalità frattale il potere, la strategia, l’ispirare e l’agire sottile in costante “vantaggio”:
  • il Signore stesso vostro Dio, che vi precede
  • Signore vostro Dio che andava innanzi a voi nel cammino.
Allora voi mi rispondeste:
Abbiamo peccato contro il Signore! Entreremo e combatteremo in tutto come il Signore nostro Dio ci ha ordinato. Ognuno di voi cinse le armi e presumeste di salire verso la montagna. Il Signore mi disse: Ordina loro:
Non salite e non combattete, perché io non sono in mezzo a voi
Suvvia, levate l'accampamento e passate la valle dell'Arnon; ecco io metto in tuo potere Sicon, l'Amorreo, re di Chesbon, e il suo paese; comincia a prenderne possesso e muovigli guerra.
Oggi comincerò a incutere paura e terrore di te ai popoli che sono sotto tutto il cielo, così che, all'udire la tua fama, tremeranno e saranno presi da spavento dinanzi a te
Link
  • non salite e non combattete, perché io non sono in mezzo a voi
  • comincia a prenderne possesso e muovigli guerra
  • oggi comincerò a incutere paura e terrore di te ai popoli che sono sotto tutto il cielo, così che, all'udire la tua fama, tremeranno e saranno presi da spavento dinanzi a te
Come - forse - puoi capire, la strategia utilizzata dal Signore è quella dell’ispirazione altrui (tua e di ogni altro tuo simile):
comincerò a incutere paura e terrore di te ai popoli che sono sotto tutto il cielo…
E... gli "effetti" immediati quali sono?
Ma Sicon, re di Chesbon, non ci volle lasciar passare nel suo paese, perché il Signore tuo Dio gli aveva reso inflessibile lo spirito e ostinato il cuore, per mettertelo nelle mani, come appunto è oggi.
Il Signore mi disse:
Vedi, ho cominciato a mettere in tuo potere Sicon e il suo paese; dà inizio alla conquista impadronendoti del suo paese. Allora Sicon uscì contro di noi con tutta la sua gente per darci battaglia a Iaaz.
Il Signore nostro Dio ce lo mise nelle mani e noi abbiamo sconfitto lui, i suoi figli e tutta la sua gente. In quel tempo prendemmo tutte le sue città e votammo allo sterminio ogni città, uomini, donne, bambini; non vi lasciammo alcun superstite
Link
Ecco qua il punto. La strategia del Signore è totale e prevede l’adesione totale:
  • il Signore tuo Dio gli aveva reso inflessibile lo spirito e ostinato il cuore, per mettertelo nelle mani
  • il Signore nostro Dio ce lo mise nelle mani e noi abbiamo sconfitto lui, i suoi figli e tutta la sua gente. In quel tempo prendemmo tutte le sue città e votammo allo sterminio ogni città, uomini, donne, bambini; non vi lasciammo alcun superstite.
Senza pietà alcuna, per nessuno. Scorgi in tutto ciò la guerra fra poveri? Scorgi in tutto ciò il terzo incomodo, colui che “gode”? Tra popoli apparentemente “diversi”, c’è qualcosa di mezzo che crea incomprensione e che rende “inflessibile lo spirito e ostinato il cuore”.
Di che cosa ti stanno parlando?
Tutte queste città erano fortificate, con alte mura, porte e sbarre, senza contare le città aperte, che erano molto numerose. Noi le votammo allo sterminio, come avevamo fatto di Sicon, re di Chesbon:
votammo allo sterminio ogni città, uomini, donne, bambini. Ma il bestiame e le spoglie delle città asportammo per noi come preda
In quel medesimo tempo, io supplicai il Signore:
Signore Dio, tu hai cominciato a mostrare al tuo servo la tua grandezza e la tua mano potente; quale altro Dio, infatti, in cielo o sulla terra, può fare opere e prodigi come i tuoi?
Permetti che io passi al di là e veda il bel paese che è oltre il Giordano e questi bei monti e il Libano. Ma il Signore si adirò contro di me, per causa vostra, e non mi esaudì. Il Signore mi disse:
Basta, non parlarmi più di questa cosa. Sali sulla cima del Pisga, volgi lo sguardo a occidente, a settentrione, a mezzogiorno e a oriente e contempla il paese con gli occhi; perché tu non passerai questo Giordano.
Trasmetti i tuoi ordini a Giosuè, rendilo intrepido e incoraggialo, perché lui lo passerà alla testa di questo popolo e metterà Israele in possesso del paese che vedrai…
Link
Opere e prodigi come i tuoi = sterminio e guerra di possesso.

Ma, ora, bada bene:
  • non muovete loro guerra, perché del loro paese io non vi darò neppure quanto ne può calcare la pianta di un piede; infatti ho dato il monte di Seir in proprietà a Esaù...
  • non attaccare Moab e non gli muovere guerra, perché io non ti darò nulla da possedere nel suo paese; infatti ho dato Ar ai figli di Lot, come loro proprietà...

Trattasi di un problema di "giurisdizione", all'interno di un "modello di business", ergo: 
il Signore non è il Nucleo Primo, pur adottando una simile strategia. Tuttavia rimane un discorso legato al "business", ossia, alla tua tratta in schiavitù per mezzo di una catena di infrastrutture e d'interposte persone (livelli), più aderenti al patto (al servizio), in qualità di carcerieri nonchè di attori ancora maggiormente lobotomizzati e sotto ad incantesimo
Ora dunque, Israele, ascolta le leggi e le norme che io vi insegno, perché le mettiate in pratica, perché viviate ed entriate in possesso del paese che il Signore, Dio dei vostri padri, sta per darvi. Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando e non ne toglierete nulla; ma osserverete i comandi del Signore Dio vostro che io vi prescrivo.
I vostri occhi videro ciò che il Signore ha fatto a Baal-Peor: come il Signore tuo Dio abbia distrutto in mezzo a te quanti avevano seguito Baal-Peor; ma voi che vi manteneste fedeli al Signore vostro Dio siete oggi tutti in vita
Vedete, io vi ho insegnato leggi e norme come il Signore mio Dio mi ha ordinato, perché le mettiate in pratica nel paese in cui state per entrare per prenderne possesso.  
Le osserverete dunque e le metterete in pratica perché quella sarà la vostra saggezza e la vostra intelligenza agli occhi dei popoli, i quali, udendo parlare di tutte queste leggi, diranno:
Questa grande nazione è il solo popolo saggio e intelligente. Infatti qual grande nazione ha la divinità così vicina a sé, come il Signore nostro Dio è vicino a noi ogni volta che lo invochiamo? E qual grande nazione ha leggi e norme giuste come è tutta questa legislazione che io oggi vi espongo?
Ma guardati e guardati bene dal dimenticare le cose che i tuoi occhi hanno viste: non ti sfuggano dal cuore, per tutto il tempo della tua vita. Le insegnerai anche ai tuoi figli e ai figli dei tuoi figli.
Il Signore Dio tuo è un Dio misericordioso; non ti abbandonerà e non ti distruggerà, non dimenticherà l'alleanza che ha giurata ai tuoi padri
Questi sono i comandi, le leggi e le norme che il Signore vostro Dio ha ordinato di insegnarvi, perché li mettiate in pratica nel paese in cui state per entrare per prenderne possesso…
Quando il Signore tuo Dio le avrà messe in tuo potere e tu le avrai sconfitte, tu le voterai allo sterminio; non farai con esse alleanza né farai loro grazia. Non ti imparenterai con loro, non darai le tue figlie ai loro figli e non prenderai le loro figlie per i tuoi figli, perché allontanerebbero i tuoi figli dal seguire me, per farli servire a dei stranieri, e l'ira del Signore si accenderebbe contro di voi e ben presto vi distruggerebbe.
Ma voi vi comporterete con loro così:
demolirete i loro altari, spezzerete le loro stele, taglierete i loro pali sacri, brucerete nel fuoco i loro idoli. Tu infatti sei un popolo consacrato al Signore tuo Dio; il Signore tuo Dio ti ha scelto per essere il suo popolo privilegiato fra tutti i popoli che sono sulla terra.
La vittoria è del Signore, non del valore degli Israeliti…
Tu non entri in possesso del loro paese a causa della tua giustizia, né a causa della rettitudine del tuo cuore; ma il Signore tuo Dio scaccia quelle nazioni dinanzi a te per la loro malvagità e per mantenere la parola che il Signore ha giurato ai tuoi padri, ad Abramo, a Isacco e a Giacobbe.
Sappi dunque che non a causa della tua giustizia il Signore tuo Dio ti dà il possesso di questo fertile paese; anzi tu sei un popolo di dura cervice
Link 
 
La vittoria è del Signore


Un Signore, tanto potente, che risulta stranamente legato ad una promessa (patto, dipendenza):

per mantenere la parola che il Signore ha giurato ai tuoi padri, ad Abramo, a Isacco e a Giacobbe...
C’è un vincolo capace di oltrepassare le gerarchie? Oppure i “padri” fanno parte del Nucleo Primo o, perlomeno, di un ordine superiore a quello del Signore? Oppure, gli umani hanno la possibilità di “legare” il potere del Signore?
 
Tutte le cose allo stesso Tempo!

Queste fondamenta sono sottili, eppure solide quanto un pavimento in cemento armato. Esse sono nei libri, nei "mattoni" coi quali hai edificato la “tua” realtà attuale, senza apparente alternativa.
Qualcosa agisce in te, per te, annichilendo delle parti ed esaltandone delle altre e senza, per questo, mai apparirti chiaramente (nel dubbio perseveri).
Una medicina per cancellare i brutti ricordi.
Una pillola per cancellare le esperienze negative, lasciando intatti i bei ricordi. È quello che da anni stanno studiando gli scienziati per “curare” le persone traumatizzate da qualche evento...  
Mandare giù una pillola e dimenticare in pochi istanti un’esperienza traumatica, un brutto ricordo o una persona che ci ha fatto soffrire:
una promessa di felicità per molti, ma anche un’arma potenzialmente pericolosa, capace di fare grossi danni.
Un gruppo di ricercatori del Centro per le Scienze Neurologiche di New York ha recentemente messo a punto un farmaco capace di eliminare in modo selettivo alcuni ricordi dalla memoria dei ratti, lasciando integri gli altri.

Il magazzino degli incubi.

Joseph LeDoux e i suoi collaboratori sono riusciti a intervenire sul meccanismo che, regolando il trasferimento dei ricordi dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine, dà vita ai ricordi permanenti. Questo processo, noto come riconsolidamento, può essere alterato o interrotto con opportuni farmaci, evitando in modo selettivo la formazione di alcuni specifici ricordi, senza modificare gli altri.
Ratti impauriti.
I ricercatori hanno indotto alcuni ratti ad avere paura di due differenti suoni facendoglieli sentire mentre veniva loro inflitta una scarica elettrica. Hanno poi somministrato a metà degli animali l’U0126, un composto chimico noto per provocare amnesie, mentre facevano sentire ai topolini di nuovo i suoni, nel tentativo di far riaffiorare il ricordo spiacevole.
E la paura se ne va.
Il giorno dopo, sono stati fatti ascoltare gli stessi rumori ai topolini, ma quelli trattati con l’U0126 sembravano non avere più “memoria” di quella paura, mentre gli altri associavano il rumore allo sgradevole ricordo della scossa elettrica.
Secondo i ricercatori, il timore del suono (e quindi dell’esperienza negativa) non si è consolidato nella memoria permanente dei ratti “curati” con l’U0126.

Questione di neuroni.

Secondo LeDoux in questo processo gioca un ruolo fondamentale l’amigdala:
è una zona del cervello in cui, durante la formazione di un ricordo spiacevole, si può notare un consistente incremento delle comunicazioni tra i neuroni. Nei ratti trattati con il farmaco il numero di queste connessioni neuronali era molto ridotto:
questo indica una vera e propria cancellazione della memoria dolorosa.
Salvataggi automatici.
La ricerca del team americano non è comunque la prima nel suo genere:
già nel 2004 un gruppo di scienziati di Cambridge aveva ipotizzato di poter alterare il processo di riconsolidamento dei ricordi per intervenire alla radice su problemi come le dipendenze da droga e alcol, le fobie ricorrenti e le sindromi da stress.
Secondo i ricercatori britannici la memoria subisce un riconsolidamento ogni volta che vengono fatti affiorare i ricordi, come in un file che viene aperto e poi salvato. Grazie a opportuni farmaci dovrebbe essere possibile interrompere questo processo, impedendo il “salvataggio del file” e cancellando così il ricordo spiacevole.
Sicuri che sia sicuro?
È evidente come questo tipo di ricerca apra il dibattito su numerosi problemi etici

se la parte più psicologica dell’essere umano è anche il frutto delle esperienze, la cancellazione selettiva dei ricordi spiacevoli non rischia forse di trasformarci in automi sorridenti, incapaci di apprendere dagli avvenimenti negativi e quindi di migliorare?
Quanto potrebbe sopravvivere l’uomo senza la difesa offerta dalle paure? Contro questo tipo di studi si è apertamente schierato anche il Comitato di Bioetica della Casa Bianca, secondo il quale modificare il contenuto della nostra memoria equivale a modificare la nostra personalità.
I fautori del “lifting” chimico, capaci di farci vivere, almeno in teoria, più felici e meno stressati sono comunque numerosi. Roger Pitman, psichiatra di Harvard, sostiene che la cancellazione della memoria sia addirittura doverosa in tutti quei casi come gli attentati terroristici, gli stupri e gli incidenti, che rischiano di condizionare per tutta la vita l’emotività e la serenità di chi li subisce.
(marzo 2007)

Link  

  • modificare il contenuto della nostra memoria equivale a modificare la nostra personalità
  • la memoria subisce un riconsolidamento ogni volta che vengono fatti affiorare i ricordi, come in un file che viene aperto e poi salvato.
Ma… se una situazione (l’intera realtà) si consolidasse proprio attraverso l’affioramento di un certo tipo di (ri)cordo (paradigma), già in opera da "sempre"?
La “personalità” originaria scomparirebbe ben presto dalla memoria.
Apri, consulta, salva (ricorda).
Chi può dire quale sia l’autentica personalità?
Beh… ad un certo livello frattale, la “personalità” (con)segue sempre. Solo che può essere (ri)coperta dalla coltre di “reale”, che ad ogni istante satura l’ambiente energetico.

Se la "Casa Bianca" è contraria a questo tipo di studi, significa che lo studio è già sfociato nella realtà e che la "paura" è lo strumento che permette agli umani di... "non uscire dalla realtà monotematica stessa" (percepita come unica e senza alternativa apparente):
quanto potrebbe sopravvivere l’uomo senza la difesa offerta dalle paure?
Potrebbe, ad esempio, inziare a "vivere" anzichè definirsi sempre in "sopravvivenza" (emergenza, precarietà, sottomissione, dipendenza, schiavitù, svendita, etc.). Da "qua" passa il cambio di paradigma (il pensare diversamente, da cui dipende lo swith frequenziale e il trasferimento di dati da una realtà diversa nel circuito primario di lavagna ed auto esperienza 3d).
Questo impedimento (filtro) è operato in toto a livello (Anti)Sistemico, per cui non te la sentirai mai raccontare diversamente la "storia", essendo deviata.

Cambi casa? I tuoi microbi vengono con te.

Ricostruiti i molteplici passaggi di germi e batteri dal nostro corpo agli ambienti che ci circondano, e viceversa. Ogni famiglia ha uno "zoccolo duro" di microbi che li segue fedelmente, persino nelle camere d'albergo.
In fase di trasloco potrete liberarvi di quell'odiato cuscino o del soprammobile che non avete mai potuto soffrire. Ma difficilmente vi sbarazzerete dello stuolo di microbi abituati a passare con nonchalance tra l'organismo e le nostre case.
Milioni di batteri sfruttano il nostro corpo per avere un passaggio verso i luoghi in cui ci spostiamo:
a questo folto ecosistema bastano appena 3 ore per colonizzare una camera d'albergo, e soltanto 24 ore per acclimatarsi a un nuovo appartamento...
La ricerca.
I curiosi risultati provengono dall'Home Microbiome Study, il primo tentativo di tracciare scientificamente il percorso che germi e batteri compiono dal corpo umano agli edifici che lo circondano e viceversa:
"Sappiamo che alcuni microbi possono farci aumentare di peso, o influire sul nostro sviluppo neurologico, e vogliamo sapere da dove provengono", spiega Jack Gilbert dell'Università di Chicago, principale autore dello studio.
Traccia inconfondibile.
Il rapporto tra batteri e cellule del nostro corpo è di 10 a 1:
ogni volta che tocchiamo qualcosa, starnutiamo o camminiamo a piedi nudi spargiamo microbi nel luogo in cui ci troviamo. I ricercatori hanno mappato le impronte microbiche di 7 famiglie, incluse 3 in procinto di traslocare. Ognuna è risultata in possesso di una specifica "firma" batterica, che l'ha seguita sia nella nuova casa, sia nelle sistemazioni provvisorie in cui i nuclei hanno abitato.
Censimento.
Nel corso di 6 settimane Gilbert e colleghi hanno prelevato ripetuti campioni dei batteri residenti sui piedi, sulle mani e sul naso di ciascun membro della famiglia, come anche da maniglie, pavimenti, interruttori della luce, banconi della cucina e persino dagli animali domestici. In tutto sono state identificate 21 mila specie batteriche che viaggiano principalmente dalle mani a maniglie, interruttori e piani della cucina, e dai piedi al pavimento (e viceversa).
Chi dona e chi riceve.
Le persone che vivevano in stretto contatto fisico (come le coppie) hanno rivelato un'impronta batterica molto simile, mentre quelle più distanti (i semplici coinquilini, o gli adolescenti con i genitori) hanno mostrato firme microbiche meno affini. I bambini e i soggetti reduci da cure antibiotiche sono risultati i più inclini a ricevere i germi altrui, mentre gli animali domestici si sono rivelati i migliori donatori di batteri:
un fatto che contribuisce positivamente a rafforzare il sistema immunitario dei loro padroni (e che ha spinto Gilbert e la moglie ad adottare un cane).
Particolari scabrosi.
Semplicemente osservando la distribuzione e il tipo di batteri, fa notare Gilbert, è possibile capire quante persone sono state in una casa e che tipo di relazione c'è tra di loro:
se hanno usato lo stesso bagno, se hanno dormito o cenato insieme, o se si mantengono alla dovuta distanza. Teoricamente, studi sulla fauna batterica di una casa potrebbero rivelare eventuali tradimenti di uno dei partner o - più seriamente - se nella casa sia entrato un ladro. Alcuni reparti di polizia, come quello delle Hawaii, starebbero sfruttando analisi di questo tipo per investigare sulla scena di un delitto.
Link
SPS deve aggiungere altro? Due sole parole ti dicono già tutto:
Analogia Frattale.

In che cosa, dunque, sei invischiato?
L’Unione Europea è l’antitesi dell’Europa.
“Le stucchevoli polemiche cui abbiamo assistito negli ultimi anni e hanno opposto coloro che rivendicano la necessità del riconoscimento delle radici cristiane e coloro che vorrebbero negarla, preferendo invece riconoscere quelle illuministiche, indicano quanto la cultura attuale sia abitata da opposti monismi e percio lontana dal superamento delle contraddizioni, insomma quanto poco sia europea:
difatti si tratta di una cultura che emerge dal fenomeno pervasivo della globalizzazione, che con altre parole potremmo definire occidentalizzazione ovvero americanizzazione.
L’ideologia globalista è portatrice d’una sorta di monismo economicistico secondo il quale il mondo in cui viviamo è l’unico possibile, non esistono alternative, il valore economico è l’unica discriminante tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, quindi le leggi del mercato devono prevalere.
Questo pensiero unico corrisponde al progetto statunitense, come ben evidenzia Jeremy Rifkin quando asserisce che per gli americani la libertà è associata all’autonomia, cioè al fatto di non dipendere dagli altri, soprattutto dal punto di vista economico:
per essere liberi, gli americani pensano che si debba essere ricchi.
II sogno europeo invece è esattamente l’opposto:
per gli Europei essere liberi è porsi in relazione con gli altri, unirsi, condividere, aprirsi. La nostra è da sempre una società dell’inclusione. Ora è evidente che l’Unione Europea e le sue istituzioni sono volte realizzare non il sogno europeo, ma quello a stelle e strisce, che è il suo opposto.
Perciò si può dire che l’azione politica dell’Unione Europea è antieuropea e che l’uso della parola Europa come sinonimo di Cee e poi di Ue, dapprima raro ed informale, negli ultimi anni più regolare ed esteso, nasconde non solo un’insidia, ma addirittura una menzogna
Far coincidere il concetto di Europa con quello di Occidente è truffaldino, almeno quanto farlo coincidere con quello di Unione Europea, ed anche di più, se si considera che l’idea contemporanea di Occidente è stata elaborata nell’ambito del pensiero politico statunitense "proprio per differenziarsi dall’Europa; anzi, addirittura contro l’Europa".
Creare il malinteso è utile alla propaganda occidentalista per poi definire come nemico l’orientale di turno.
L’effetto è quello di indebolire la società europea, rendendola inconsapevole della particolare forma di convivenza di cui è portatrice.
La forma di coesistenza che permette di non scegliere tra due poli opposti ma di conciliarli è quella comunitaria, la quale, dopo aver caratterizzato a lungo l’Europa, ha lasciato spazio alla forma societaria; quest’ultima, sommamente individualista, promette il massimo della libertà, ma alla fine si rivela un apparato fatto per addomesticare i suoi membri e indirizzarli ad obiettivi precostituiti, decisi in altre sedi e talvolta perfino contrari agli interessi dei singoli coinvolti.
Nell’epoca della globalizzazione il singolo è soprattutto consumatore, "solitario collezionista di sensazioni", educato fin dalla più tenera età attraverso la pubblicità, che pone molta attenzione e investe molte risorse nel tentativo di fidelizzarlo:
quando ha successo, lo renderà a un tempo omologato e solitario...
Link
L’effetto è quello di indebolire la società europea, rendendola inconsapevole della particolare forma di convivenza di cui è portatrice. 
Il “segnale portante” è continuo:
il pensiero lo riceve, elabora e (ri)trasmette del tutto intatto. La coda batterica segue sempre, il portatore è “sano” (dal punto prospettico della routine che ripete il segnale ricevuto).
E gli Usa non sono il  Nucleo Primo ma solo il suo (ri)flesso frattale...

Boom delle app ‘cristiane’ per la gestione dei fedeli: la Silicon Valley guarda alla Chiesa.
Negli ultimi anni ne abbiamo viste di tutti i colori. D’altronde, le app sono il presente ma anche e soprattutto il futuro. È per questo motivo che nella Silicon Valley, la re(li)gione californiana patria mondiale delle nuove tecnologie, da qualche tempo a questa parte guarda con molto interesse alla Chiesa.
Ebbene sì, potrebbe sembrare strano ma quello che si sta verificando ormai da diversi mesi è un vero e proprio boom di startup "cristiane", app create per aiutare i prelati e affini nella gestione delle tante attività che coinvolgono i fedeli

A confermarlo è il Financial Times, che spiega come siano già ben avviati svariati progetti:
dalla raccolta dati relativi ai fedeli che compongono una specifica comunità all’amministrazione di asset quali gli organi della chiesa o addirittura i cimiteri.
Ma non è finita qui, perché una società statunitense ha brevettato anche diverse funzioni "cristiane" per smartphone, come ad esempio un "muro di preghiera" sulla falsariga di un social network molto simile a Facebook o la possibilità per i fedeli, tramite semplici messaggi di testo, di effettuare donazioni.
Tra le startup che stanno puntando maggiormente sul mondo che circonda la religione cristina vi è ChurchDesk, società leader nello specifico mercato danese, ma molto in crescita in paesi come Germania e Gran Bretagna:
Le Chiese si amministrano da sole da migliaia di anni, ma ora vengono sfidate dalla storia e hanno bisogno di trascorrere meno tempo nell’amministrazione e più tempo sui valori in cui credono”, sono le parole del presidente Klaus Nyengaard a cui fa eco la fondatrice della startup, Christina Steffensen:
Le chiese hanno bisogno di conoscere i propri clienti”.
È per questo che, tra le tante idee, una realtà è il servizio che permette ai pastori e reverendi di inviare messaggi specifici a un determinato numero di persone che, molto probabilmente, li ignorerebbe se fossero esclusivamente su carta stampata.
Link

  • è per questo che, tra le tante idee, una realtà è il servizio che permette ai pastori e reverendi di inviare messaggi specifici a un determinato numero di persone che, molto probabilmente, li ignorerebbe se fossero esclusivamente su carta stampata.
Ispirazione al pensare. Non solo:
il pensiero è un mezzo, un veicolo di trasporto dell'ispirazione, mediante sviluppo del seme/segnale che ne (con)segue e sua (ri)trasmissione nell'ambiente mentale che circonda (viralità che il Mondo batterico conferma frattalmente).

Sei alle prese con qualcosa che ha un inizio, anche se non lo (ri)cordi:
ad esempio, vuoi leggere la notizia relativa alla realtà che darà inizio alla creazione di corridoi sopraelevati per il trasporto merci volante ed, in seguito, per lo sfrecciare dei veicoli del futuro?
Google inizia i test del "Project Wing", servizio di consegna con i droni.
Google ha avviato "Project wing", un programma mirato ad allestire una flotta di droni in grado di aggirare il traffico a terra e consegnare più rapidamente le merci acquistate online dagli utenti di internet. Sebbene sia a conoscenza che saranno necessari anni prima che la flotta di droni sia operativa, Google ha già pubblicato il video di alcuni voli di collaudo, realizzati due settimane fa in Australia, con cui sono stati consegnati kit di pronto soccorso, dolciumi, cibo per cani e acqua a due contadini.
Link
Che cosa sai? Quello che ti raccontano, visto che vieni resettato ad ogni ciclo (sonno/veglia).
La deflazione: che cos'è, da che cosa è provocata e le insidie che nasconde
Il fenomeno, l'inverso dell'inflazione, ha effetti sulla vita di tutti i giorni. Si tratta di un andamento che premia il portafogli di molte famiglie, ma che nasconde anche una minaccia per le imprese e per il sistema Paese:
dalla riduzione della produzione alla disoccupazione…
Questo finisce per pesare sul Pil e quindi sul suo rapporto con il deficit (le spese non coperte dalle entrate)...
Link 

Qualcosa che funziona in un (pre)determinate modo, non significa che sia “tutto”.
Intanto…

  • si tratta di un andamento che premia il portafogli di molte famiglie
  • una minaccia per le imprese e per il sistema Paese
  • la riduzione della produzione
  • questo finisce per pesare sul Pil...
Le imprese “non sei tu”. Tu ne dipendi solamente. Il Pil è un abominio, così come molte tematiche contenute nelle “sacre scritture”. Il "Sistema Paese" ti sfrutta e non sei tu.
Ogni situazione ti mette alla prova.
Pensa diversamente (non solo "positivo"). Cambia prospettiva, ometti di seguire il segnale portante (quello che ti dice anche cosa è giusto e cosa è sbagliato). E, allora, cambierai frequenza e... la realtà cambierà!
Difficile a credersi? Beh… che cos’è l’elettricità? Come puoi radiocomandare il tuo stereo? Perché funziona il tuo smartphone?
A tutto questo “credi”. A tutto ciò che ti può far cambiare prospettiva… no?


SPS è “on air”:
sintonizzati su questo network alternativo, che non ti dice come “pensare” ma che si limita a (ri)cordarti di essere qualcosa di “migliore/altro”, rispetto a questa versione di te, che hai assunto nel Tempo.
Migliore = inserisci la tua definizione secondo coscienza.
Lavoro meccanico.
In fisica, grandezza definita come il prodotto scalare della forza applicata a un corpo e dello spostamento che esso subisce sotto l'azione di essa.
Una forza compie lavoro ogni volta che produce uno spostamento del corpo su cui agisce; ciò vale anche per le forze di natura non meccanica, come le forze elettrostatiche, elettrodinamiche, o le forze di tensione superficiale. Vedi Elettricità...
Compiere lavoro su un corpo consiste sostanzialmente nel trasferire a esso energia. Ad esempio il lavoro necessario per sollevare da terra un corpo si trasforma in energia potenziale gravitazionale del corpo stesso…
Link
Compiere lavoro su un corpo consiste sostanzialmente nel trasferire a esso energia... 
Che cosa “innalzi/elevi” sino a Dio”?
Quanta energia gli cedi, "pregandolo" e cedendo alla sua (ri)chiesta di preghiera, attraverso la relativa e "sua/tua" ispirazione? Pregarlo è vivere secondo le regole dell'attuale paradigma. Il Nucleo Primo si alimenta di te, mentre ti (ri)paga (accordo, messa in scena) attraverso la concretizzazione del virtuale (infinito) nella lavagna esperienziale comune delle 3d (qualcosa che non costa nulla al cambio con la tua energia)...
 
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com