venerdì 6 giugno 2014

Le bravate ed il cielo.



Il cielo sopra casa tua è “artificiale”
Velivoli volanti disperdono ovunque, in alto, per aria, sostanze non ben precisate. Lungo il corridoio che permette l’allineamento per atterrare negli aeroporti, c’è sempre un gran traffico: lì puoi meglio osservare lo scacchiere artificiale del cielo. La gente si abitua a questo, così come “a tutto”.
E, nel Tempo, non esiste più un “naturale dall’origine… naturale”.
Semplicemente, il cielo diventa “così”… a strisce, con aloni e sfumature che possono anche dare luogo ad improvvisati arcobaleni, quando i raggi del Sole colpiscono il pulviscolo con il migliore degli orientamenti.


Alcune scie, per mezzo delle correnti che spirano in alta quota, si espandono anche visivamente, dimostrando come esse siano l’inizio di un fenomeno di diffusione programmata “a terra” (l'origine di una certa copertura nuvolosa, che si forma in seguito, nella totale indifferenza umana). 
Che cosa diffondano e "si diffonda" non è dato sapersi con ufficialità, visto che ufficialmente le “scie chimiche” non esistono, anche se si “vedono”.
Non è più raro, ormai, osservarle anche nelle riprese di film e, addirittura, sono previste anche nei film d’animazione, tanto sono divenute comuni e “naturali”. A quando la possibilità di vederle anche in un disegno di un bimbo delle elementari?
Il Sole, i suoi raggi, il cielo, qualche uccello, le nuvole e… le scie chimiche!
Ci si abitua a tutto e coloro che non hanno mai visto un "cielo sereno", non possono capire cosa voglia dire un “cielo sereno”. A livello frattale, il cielo ammorbato da simili presenze “direttamente visibili ma non osservate in realtà”, come se fossero una “carta da parati” disposta sulla grande superficie azzurra da coprire, qualcosa che nel Tempo dell’abitudine diventa come “normale”, qualcosa che viene spiegata attraverso le infrastrutture dei Media, tranquillizzando sull’accaduto… un simile cielo che cosa (ri)vela frattalmente?

Molte cose, tra le quali… almeno una è altamente significativa:
l’umanità attuale non è sola.
Quelle “scie” sono intrusive, invasive, capaci di alterare il clima e, dunque, la temperatura “respirata” a terra dagli individui, che pensano di comporre una società interamente alla luce del Sole, in luogo di una società intermediata attraverso la (com)presenza di fattori altri, velati come e quanto sfumature capaci di alterare la “tinta originaria di un luogo comune”.

Come è sopra, così è sotto (e... viceversa).
Una scia chimica nel cielo è paragonabile ad una sottile “censura”

Ad esempio, quella che si abbattuta su Michelle Bonev, ossia, su/in quel personaggio discusso e discutibile, che sta alimentando pagine e pagine di gossip e di cos’altro? Beh… vista la nomea del personaggio, il giudizio sociale si ferma al… gossip (per tutta una serie di sensazioni che nulla hanno a che fare con quel superiore modo d’osservare ciò che accade attorno in maniera consapevole e… “sciamanica”, ossia, utile per aprire gli occhi).
Leggi attentamente, trovando il modo di andare al di là della componente del giudizio.
Non è stato facile per me scrivere queste righe, ma è stato ancora più difficile guardare dentro di me con onestà ed ammettere che i compromessi che ho accettato nella mia vita mi abbiano divorato a tal punto da non riconoscere più cosa sia giusto e cosa sbagliato.
Negli ultimi 10 anni ho vissuto in un mondo che mi ha preso tutto:
i sogni, gli ideali, la dignità.
Il sistema corrotto del danaro e del potere mi ha marchiato a vita. Ho sbagliato a scegliere la strada che pensavo fosse la più facile e che si è rivelata, invece, per me devastante:
mi sono illusa di essere felice.
Sono stata “amica” dei potenti, fidanzata con uomini ricchi, ho avuto tutte le cose che desideravo: successo, soldi, vestiti, gioielli… Ma a quale prezzo? So che il passato non si può cancellare, ma so anche che il presente è nelle nostre mani e che il futuro dipenderà dalle scelte che facciamo ora.
Mi hanno sempre detto:
“Il mondo è questo mia cara, impara a navigare.”
E io ho navigato, oh… sì che ho navigato… Ma sono arrivata talmente lontano da non rendermi più conto della realtà...
Link
Questa preziosa esperienza di Vita merita molta attenzione e riflessione, perché ciò che capita a te, nella tua mancanza di totalità nel mettere in discussione il Mondo nel quale hai vissuto e vivi, è invece ampiamente respirabile attraverso l’esperienza di “frontiera” altrui (SPS ringrazia vivamente Michelle, per questa sua esternazione molto preziosa, che si pone al di là di tutto ciò che concerne il teatro umano 3d).
Ogni componente che oscura un simile cielo, (ri)entra solo ed esclusivamente nella medesima forma di censura velata che, alla fine, oscura il cielo e cambia il clima, mentre tu continui a pascolare al di sotto, abituandoti nel Tempo anche al fatto che dal cielo possano “cadere rane”.
Il potere che spira tutto attorno a te è assoluto. 
Esso ha capacità totale di intervenire sulle realtà che si (ri)velano trasversalmente rispetto all’ordito, alla trama, al piano che mantiene sempre più saldamente il Nucleo Primo al suo “posto”, ossia, al comando della situazione Planetaria 3d.

Lo so. Lo so: è una pazzia dal tuo punto prospettico usualmente sviluppato, (ri)manendo al di sotto della cortina di “scie chimiche” adornanti un cielo naturale, reso artificiale.
Come può esistere una fazione simile? Come può esistere la “per(fe/fa)zione” in un Mondo tanto variegato e frammentato?
Sai una cosa? A che serve insistere con te? L’importante è (1) che SPS (Io) continui lungo la propria via, a prescindere da te e che (2), allo stesso Tempo, SPS (Io) disegni una “scia di sé anche nel tuo cielo”, affinché il proprio lascito sia sempre scolpito visivamente “in alto”, a monito di quello che ti è stato fatto sapere per il tuo bene.
Trattandosi di te, è tua l’ultima parola inerente alla tua vicenda.
I Tempi sono i tuoi.
La decisione è tua.
E, una volta che ti è stato detto in quale tipo di situazione versi, beh… dipende veramente solo da te iniziare a (ri)destarti da questo incantesimo, che ha (ri)coperto l’intero Pianeta, (ri)disegnando tutto quello che ora “sai e sei”, cancellandoti la memoria e la consapevolezza (temperatura naturale).

La Bonev è (ri)uscita a farsi censurare visivamente! 

Questo è un risultato notevole, alla luce del Sole. Un provvedimento simile apre la via a tutti, permettendo di rendersi conto del livello di controllo e di impotenza che permea gli individui, seppure convinti di vivere nell’epoca di Internet e del Tempo del “diritto”.
Ormai, è difficile riuscire a discernere tra trovate pubblicitarie e verità. Nel caso della Bonev (attuale) è più semplice comprendere che… visto il momento, essa stia affermando delle verità, come al solito ben annacquate dalle infrastrutture (Anti)Sistemiche di controllo e prevenzione.
Ormai, non sai più che cosa “difendano” le infrastrutture dedicate al controllo ed alla prevenzione. Ad esempio, che cosa difendono le “forze dell’ordine”?
Difendono te e i tuoi diritti, oppure, difendono questa “attuale forma di impero travestita del suo esatto opposto”? 
Non ti accorgi che non è cambiato nulla, ad oggi, nella sostanza, dalla forma di vassallaggio del medioevo? Il divide et impera è ancora perfettamente attivo. Il “Signore” è ancora al suo posto. I suoi “Bravi” sono ancora al loro posto. Hanno solo cambiato apparenza, costume, usi, modi, etc. ma nulla è mai troppo cambiato, relativamente alla “funzione” ed alla polarizzazione dello “scenario”.
Di quali altre "bravate" necessiti, al fine di (ri)comprendere a pieno?
La storia deviata ti racconta qualcosa che è solo illusorio. E sai perché? Per mantenerti in quel “brodo primordiale” che suppone che tu ti sia evoluto e che ti stia ancora evolvendo, per cui la società - di conseguenza - si deve adattare per (ri)flettere il presunto tuo stato di cambiamento, rispetto a quel passato “oscuro” dal quale non sei mai tu che ti stacchi, bensì, le varie facciate del Nucleo Primo, nel fondato tentativo di mantenerti distante, lontano, separato, offuscato… da ciò che è avvenuto o che non è mai avvenuto, ossia che... la tua realtà è sempre stata il risultato di una forma di “governo indiretto”, al quale tu hai sempre prestato tutto di te, svendendoti sempre al miglior offerente (camuffato da buon imbonitore).
Di quale “promozione” narra SPS? Osserva frattalmente...
Hillary Clinton voleva armare ribelli a inizio conflitto in Siria.
L'ex segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, avrebbe voluto armare i ribelli in Siria all'inizio del conflitto, ma il presidente Barack Obama si oppose all'idea: è quanto si legge in un libro di memorie della stessa Clinton, di cui Cbs news ha ottenuto un estratto.
Il libro uscirà martedì prossimo negli Stati uniti

E nel testo l'ex capo della diplomazia di Washington spiega che, all'inizio del conflitto siriano, era convinta che armare e sostenere i ribelli in Siria sarebbe stata la scelta migliore per contrapporsi alle forze del regime di Bashar al Assad.

"L'azione e la non azione comportano tutte dei rischi elevati, ma il presidente... era incline a mantenere le cose come stavano e non andare oltre armando i ribelli", ha commentato Hillary Clinton. 
"Le persone non amano perdere un confronto, e io sono tra queste. Ma questa era la decisione del presidente e io ho rispettato le sue riflessioni e la sua decisione", ha aggiunto.
Link  
  • è quanto si legge in un libro di memorie della stessa Clinton
  • di cui Cbs news ha ottenuto un estratto
  • il libro uscirà martedì prossimo negli Stati uniti…
Trattasi di “pubblicità”. Che altro? 
Di sola pubblicità, visto che le “decisioni” non vengono prese a quel livello di individui (ri)empitivi palliativi del vuoto che esiste tra “vertice staccato e resto dell’edificio” (al di sopra della Massa e al di sotto di Dio). Tra le righe, viene anche "promosso" il modello Usa, indirettamente, nella carica del suo presidente attuale...
SPS, molto spesso, corregge anche gli errori di grammatica (ri)trovati nelle citazioni evidenziate. SPS non ha la "fretta" degli improvvisati “giornalisti”, che diffondo pappagallescamente il ritmo delle notizie, decise unanimemente ad altro livello.
E, ciò, è altamente indicativo della mancanza di qualità/verità irrorata con l’aria e della diametrale esistenza della qualità/verità, che potresti (ri)cavare da SPS se solo fossi perfettamente in te (nel tuo cielo).
L’interesse privato che si mischia a quello pubblico, al fine di confondere gli estremi della propria sopravvivenza. Qualcosa che non è diverso, per nulla, dall'interesse che persegue una società per azioni privata.
Qualcosa di “enorme” che (ri)sulta troppo grande per essere veduto…
Il piano di Draghi per l'Europa: misure contro la deflazione, e maxi-prestiti per la crescita.
"Tassi a questo livello o più bassi per lungo periodo" così il presidente della Bce Mario Draghi, dopo aver portato il costo del denaro al minimo storico dello 0,15%. "La ripresa è debole, fragile e irregolare" sottolinea il vertice dell'Eurotower.
"Siamo tutti d'accordo sull'utilizzo di misure non convenzionali per sostenere la crescita economica e ne abbiamo varato una combinazione". Così il presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, dopo aver deliberato il taglio del costo del denaro al minimo storico dello 0,15%. "I tassi resteranno a questo livello o ancor più basso per lungo tempo", specifica il governatore dell'Eurotower. E, su questo, precisa: 
"Abbiamo abbassato i tassi alle banche ma non ai risparmiatori: è sbagliato dire che stiamo espropriando i risparmiatori".
Per sostenere la ripresa economica, Francoforte intende "rilanciare il credito alle imprese" e una serie di misure, volte a "riportare l'inflazione vicina ma inferiore al 2%". Proprio le stime dell'inflazione sono state riviste al ribasso:
0,7% per il 2014, all'1,1% per il 2015 e all'1,4% per il 2016.
Le misure combatteranno l'eventualità di deflazione (diminuzione del livello generale dei prezzi), che comunque Draghi scongiura: "Non ne vediamo il rischio nell'Eurozona".
Stime crescita riviste leggermente al ribasso...
"La ripresa è debole, fragile e irregolare", sottolinea Draghi.

Il vertice dell'Eurotower denuncia nell'area Euro "disoccupazione e capacità produttive inutilizzate ancora inadeguate" e per invertire questa rotta si dice pronto a decidere "un ulteriore allentamento monetario", e cioè una svalutazione della moneta unica.

Liquidità per sostenere l'economia.
La Bce interromperà le operazioni settimanali con cui riassorbe la liquidità creata comprando titoli di Stato durante la crisi del debito, pari a circa 165 miliardi di Euro.

Per rilanciare il credito, il board Bce annuncia: "Acceleriamo su piano di acquisti Abs (Asset backed Securities), un titolo obbligazionario che paga una cedola e prevede un rimborso alla sua scadenza e che, soprattutto, è emesso proprio per coprire dei prestiti".
Sempre su questo terreno, la Bce lancia i "Tltro", prestiti a lungo termine alle banche mirati per rilanciare il credito che forniscono a famiglie e imprese.
Draghi: "Gli interventi non finiscono qui. I governi facciano di più per le riforme"

Il presidente della Bce invita i governi a fare di più e garantisce che Francoforte potrà prendere provvedimenti ancor più decisi per la crescita. Sulle riforme strutturali "sono stati fatti importanti passi per incrementare la competitività" ma "ma il progresso non è uniforme" ed è "lontano dall'essere completato.

Le Borse volano con "l'effetto Draghi".
I mercati accolgono con favore le misure e le parole della Bce. Durante la conferenza stampa di Mario Draghi i listini europei volano al rialzo. La piazza più tonica fra tutte è Milano, in positivo di oltre il 2%.

Link 
 
Siamo tutti d'accordo sull'utilizzo di misure non convenzionali per sostenere la crescita economica e ne abbiamo varato una combinazione… 
Chi sono costoro che sono “tutti d’accordo”? Perchè... sono tutti d'accordo? Ci sei forse anche tu, tra costoro? Come pensi? Ah. Certo! Si tratta di questioni molto complesse, vero?
Cose che tu non capisci
Per questo, hanno reso complesso ciò che non dovrebbe esserlo.

Abbiamo abbassato i tassi alle banche ma non ai risparmiatori…
 
Ma va? Non dire, poi, che non ti avevano avvertito. Infatti, se vai a chiedere un prestito, qualora lo ottenessi, sarebbe di tutt’altra valenza il tasso d’interesse a te (ri)servato. Mentre le soglie “legali” dei valori d’usura rimangono le stesse di sempre (quando va bene), nonostante "una volta" i tassi ufficiali fossero molto più alti. 
Che cosa sta accadendo? Che il “costo del denaro” si sta azzerando (ora è in Europa allo 0,15%).
Si sta azzerando perché è convenzionale e, dunque, “non esiste”. È come se ti facessero pagare l’aria che respiri, perché “arricchita di preziose sostanze chimiche utili per il tuo vivere”…
 
Le misure combatteranno l'eventualità di deflazione (diminuzione del livello generale dei prezzi)…
 
Ossia: il prezzo dei prodotti non può scendere. Ok? Sei contento? Per questo hanno inventato anche l’inflazione. Perché il Pil è basato sui consumi, per cui tu devi consumare sempre di più e pagare, per questo, di più. È per il tuo bene (ti convincono). Intanto, tu lavori per consumare sempre di più e per pagare sempre di più e quando Draghi si muove per difendere un simile “modello T-rex”, tu e la Borsa che fate? Lo applaudite! 
Posso capire la Borsa, che vive sulle spalle altrui e, dunque, anche sulle tue… ma non posso capire te, che sei la pietanza principale offerta e servita al tavolo dei “T-rex”:
la ripresa è debole, fragile e irregolare…
L’economia reale, quella nella quale “sei” tu… è ben altra cosa rispetto alla dimensione entro la quale si muovono le componenti finanziarie artificiali, che, attraverso i circuiti delle transazioni virtuali, riescono a muovere tutto raggiungendo anche la tua coordinata fisica (i prezzi dei beni di base sono manovrati dai futures).
La Bce difende se stessa, difendendo il proprio “parco giochi”.
La Bce lancia i "Tltro", prestiti a lungo termine alle banche mirati per rilanciare il credito che forniscono a famiglie e imprese… 
Il “rilancio del credito” equivale a nuove emissioni (ad alto livello) di debito a lunga scadenza. Proprio come quello che avviene nel cielo sopra alla tua testa, la Bce irrora tutto senza mai destare troppo nell’occhio.
Le banche, così (ri)fornite a basso costo (quasi a costo zero), possono agire di conseguenza.
La Bce è come un grande diffusore di effetti ed un grande aspirapolvere (quando assorbe debito statale), allo stesso modo di un “dispositivo per la creazione” composto da:
un buco nero e un buco bianco alle sue “estremità”, entro il quale (ri)ciclare.
Sulle riforme strutturali "sono stati fatti importanti passi per incrementare la competitività”…
La competitività? Perché? Te lo sei mai chiesto perché occorre sempre essere più competitivi? Perché altrimenti la Cina ti spazzerà via? Oppure per evitare che la Cina, ad esempio, non possa invadere il tuo Paese coi suoi prodotti “altamente competitivi”? 
Perché un imprenditore italiano parla tanto di “Made in Italy”, per poi delocalizzare e vendere ugualmente il prodotto, sottopagato all’estero, in Italia a prezzi perfettamente in linea con la moda locale? Moda che l’inflazione tende sempre a mantenere affilata, quanto la lama di un coltello perfetto per “distruggere il tuo valore d’acquisto” e per, alfine, mantenerti sempre più dipendente dal cappio del lavoro (che si trova sempre meno).
Le Borse volano con "l'effetto Draghi".

Hai presente nei vecchi film western, quando il vecchietto sdentato centrava in pieno la sputacchiera?
Ecco: questa è l’immagine migliore per accogliere e definire quanto succede attorno a te, grazie al tuo (in)diretto e prezioso (non)apporto.
 
Il tuo è un apporto o un "non apporto"?
 
Il tuo è un comportamento dal duplice effetto:
a prescindere dall’orientamento del tuo effetto, tu riesci sempre ad alimentare l’(Anti)Sistema.
La “cosa” è stata studiata alla perfezione. Ciò che ha condotto in altri Tempi, alla distruzione è, “’oggi”, stato retro ingegnerizzato ad hoc, dal punto prospettico del dominio assoluto del Nucleo Primo.
La sua memoria, esperienza e consapevolezza è qualcosa di totalmente avvolgente la tua dimensione, visto che tu “ci sei nato dentro”, ossia, sei nato già in condizione di schiavitù. Per questo fai tanta fatica a (ri)conoscere un simile e basilare (s/S)tato.
È, allora, a livello frattale che puoi meglio (ri)osservare… 
Sei in un unico contenitore, orientato in una precisa direzione e tutto ti fa credere che esistano parti diverse, in lotta/competizione tra loro; ma... quel livello di separazione “viene sempre dopo”, perché funzionale alla direzione univoca superiore, che i “sistemi di guida” seguono e rispettano.
I motori si alimentano grazie alla tua spinta energetica, derivante dallo stanziamento in una particolare configurazione della tua possibilità di funzionamento.
Tu componi una parte del motore. Frattalmente… tu sei il motore di spinta che ti mantiene “qua” (girando sul posto ed alimentando il "posto", come una sorta di “pala eolica”).
 
"La severità delle pene, dall'epoca di Tangentopoli ad oggi, è molto diminuita. Ad esempio, non abbiamo più la possibilità di indagare con lo strumento del falso in bilancio, perché è stato depotenziato. Ma fu quella la chiave per i magistrati di Milano per individuare le grandi tangenti del sistema di Mani pulite". 
Lo dichiara ad Agorà Michele Emiliano, sindaco uscente di Bari, Pd.

"Attraverso il falso in bilancio - prosegue - si individuano quei trucchi che le imprese private immaginano per costruire i così detti fondi neri attraverso i quali poi si pagano le tangenti

Ma senza lo strumento del falso in bilancio è difficile scardinare il sistema.
La pistola del falso in bilancio l'hanno scaricata i politici. Ovviamente Berlusconi doveva in modo cogente demolire il sistema che avrebbe potuto abbattere i suoi interessi. Però bisogna ammettere che molti anche nella sinistra sono stati ben contenti di depotenziare il sistema investigativo".
''È sicuro che è un sistema, l'abbiamo visto prima nell'Expo, poi nel Mose. Le regole le abbiamo, e negli ultimi anni sono state inasprite, basti pensare al segreto bancario.
Non è una questione di regole, ma una questione di ladri, di mentalità.
L'italiano pensa che in questo paese rubare sia normale. Questa è una cosa che si perpetua in tutti i settori, quotidianamente. Lì non c'è solo la politica, ma la Gdf, gli imprenditori. È una questione di un sistema che, se verranno confermate le accuse, si è manifestato in una maniera molto estesa.

Da noi chi non paga le tasse è un furbo. No, chi non paga le tasse è un ladro. Bisogna rivedere questa cultura''...
Gian Luca Galletti - Ministro dell'Ambiente
Già... "il pesce puzza dalla testa"...
Gira nel mio cerchio, giura quel che vuoi
non mi dire la ragione perchè lo fai
gira sulla linea, fai come me
sono un cane nero ed ho l'energia del vento…

Litfiba
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com