mercoledì 4 giugno 2014

I tuoi contributi silenti.


 
Il settore estrattivo è in sviluppo sin dal periodo della dominazione belga e riguarda la cassiterite (da cui si estrae poi lo stagno), il tungsteno, la columbite, la tantalite, l'oro, il berillio e il gas naturale.
Quest'ultimo si trova in particolare sotto il Lago Kivu, in una delle riserve considerate più consistenti del pianeta (28,3 miliardi di metri cubi), ma l'estrazione è ostacolata dalla carenza di denaro
Link
Ciò che ostacola (carenza di denaro) eleva la zona a “riserva strategica a Tempo”, da utilizzarsi non di certo per/ad opera interna (ruandese), bensì, per intervento e sfruttamento esterno (multinazionali).
Nell’equivalente "economia familiare", è come disporre di grandi quantità di un determinato bene e (ri)collocarle nella dispensa di casa, in attesa di eventi futuri.
Ogni “zona Planetaria” ha la propria caratteristica, tuttavia, “qualcosa” si ripete sempre nella sua sostanza (essendo la diversità... di stampo artificiale, ossia, voluta e progettata anzitempo, perchè funzionale all'interno di una strategia non manifesta, nel piano che intrattiene, se non a livello frattale)
Ad esempio, è sufficientemente (ri)petitivo il condensato fatto che esistano movimenti trasversali di “lotta”, praticamente dappertutto. Segno evidente che (1) la diversità umana non è mai tale da mettere d’accordo tutti e (2) gli umani al potere lo amministrano in maniera “propria”, continuando a sfruttare lo sfruttabile sulle “ali di piombo” derivanti dalla secolare tendenza alla “legge della giungla”.

Chi definisce chi, come e cosa? 
 
Umani che giudicano altri umani, come eguali o peggiori, rispetto a sé. Quale vanto potrà mai innalzare un umano o un gruppo umano al di sopra di tutti gli altri? Beh… solitamente, al “bar”, ci si ferma a questo punto della riflessione (magari tirando in ballo il potere Usa o delle grandi potenze o, tuttalpiù, la presenza dei grandi gruppi industriali d’ogni tipo, celata dietro a sigle parasole del tipo “Gruppo Bilderberg”).

In SPS si va direttamente al fulcro della questione, a quella “carta coperta” che, se provvidenzialmente “scoperta”, è in grado di ordinare sensatamente l’intero “tavolo da gioco”:
sì… proprio il Nucleo Primo; coloro che hanno fatto più “giri” rispetto a tutte le altre versioni di te e che, attualmente, stanno vorticando all’interno del “cono spiraleggiante” permesso dal “dispositivo” (un “buco nero” oppure una possibilità tecnologico/magica, auto esistente sin dagli albori della Creazione; qualcosa che nemmeno il Nucleo Primo si spiega ma che sa utilizzare indirettamente, smettendo di temere e sfruttando opportunamente ai fini della propria causa, un simile fluire ordinato).

Qualcosa che ti (ri)flette, per mezzo del meccanismo di morte e (ri)nascita (ruota), mantenendoti agganciato ad un preciso attimo di Tempo che si (ri)pete all’infinito, all’interno del più grande fluire del Tempo e della Storia.
Il Nucleo Primo è quella versione di te che è più consapevole. 
Non, la “prima” ma la più consapevole. Quella che maggiormente (ri)corda. Quella che ha deciso di sfruttare il vantaggio derivante dalla propria “posizione”. Quella che ora ti blocca attraverso l’(Anti)Sistema 3d, creatosi come si attua un accumulo di materiale sulla sponda favorita dalla corrente di un fiume.
 
Mentre tu (ri)torni (morendo e rinascendo in continuazione) sempre al medesimo "punto di (ri)partenza" (Punto Temporale), e vieni accolto e preparato opportunamente dalla (com)presenza non manifesta del Nucleo Primo, nel (non)ricordare. Motivo per il quale (ri)parti sempre da “zero”
Motivo per il quale sei contenuto e plasmato in base alla necessità del “terzo che gode”.
Qualcosa che non è semplice da agganciare, perché il “dispositivo” non è fisico, né tantomeno lo sforzo immaginativo che occorre al fine di… comprendere, ciò che accade da migliaia di anni perlomeno
La schiavitù del genere umano è un fatto "interno" e relativo al genere umano stesso, che in una sua versione blocca tutte le altre, compreso, il suo “futuro d’insieme”… Ok?
Di conseguenza… tutto si (ri)pete ripetendo, a livello frattale, la situazione non compresa ma fusa all’interno della Creazione nelle 3d (marchio, firma):
l’Analogia Frattale è un ottimo strumento per osservare lo stato di “cattività” che caratterizza la Terra 3d (Anti)sistemica, ossia, l’impero del Nucleo Primo. Sono state sviluppate, in SPS, delle prime riflessioni, a proposito di questo tema, nella parte finale del seguente articolo (è d’uopo mantenere uno stato di collegamento fra articoli, al fine di non smarrire le tracce all’interno dell’insieme che si accumula come coralli sopra alla relativa “barriera”).
Il Gruppo… Boko Haram … ha come obiettivo l'abolizione del sistema secolare e l'imposizione della sharīʿa nel paese…

Storia.
Il gruppo viene fondato da Ustaz Mohammed Yusuf nel 2002 nella città di Maiduguri con l'idea di instaurare la shari'a nel Borno con l'ex governatore Ali Modu Sheriff. Yusuf fonda un complesso religioso che comprende una moschea ed una scuola, dove le famiglie povere della Nigeria e degli stati vicini possano iscrivere i propri figli. Il centro si dà altri obiettivi politici…
Eric Guttschuss (Human Rights Watch) racconta ad IRIN News che Yusuf attirava con successo seguaci tra i giovani disoccupati "parlando male della polizia e della corruzione politica". Abdulkarim Mohammed, studioso di Boko Haram, ha aggiunto che le insurrezioni violente in Nigeria sono dovute "alla frustrazione per la corruzione e al malessere sociale sulla povertà e la disoccupazione"

Dopo la morte di Ustaz Mohammed Yusuf, avvenuta nel2009, il suo posto è stato preso da Abubakar Shekau...
Link 
 
Ecco il (ri)tornello:
  • le insurrezioni violente in Nigeria sono dovute "alla frustrazione per la corruzione e al malessere sociale sulla povertà e la disoccupazione"
  • Yusuf attirava con successo seguaci tra i giovani disoccupati "parlando male della polizia e della corruzione politica".
Se in Italia vivi una fase di maggiore “bollitura della rana” (passività), in altri luoghi della Terra, la “cottura” è ancora al di là del realizzarsi e, dunque, le persone sono più (re)attive
È logico, allora, attendersi atti di violenza in conseguenza del diretto constatare che “non si è liberi e soggiogati da un potere fisico che schiaccia sempre più pesantemente”, tanto più che rispetto all’Italia, ad esempio, la situazione economica di base è del tutto diversa e le condizioni di sopravvivenza sono tali da mettere “tutti contro tutti” (guerra dei poveri e "proprio prezzo")…
Le persone hanno le mani legate, nel loro essere d’insieme. Per un individuo che scala la politica e poi “si vende” (visto il "proprio prezzo" e la tentazione che domina l’ambiente politico, oltre alla presenza dell’eggregora che vive nei palazzi del potere), ce ne sono a decine di migliaia che perdono sempre più le speranze. 
Boko Haram è solo “l’ultimo” caso relativo ad un simile “timbro” impresso nelle attuali 3d.
La Nigeria sarà forse uno dei prossimi scenari di guerra, accesi al momento giusto per preservare le ricchezze della “Nazione Dispensa”. In attesa di venirla, in seguito, ad “aiutare” attraverso le reti di occupazione militare internazionale e della politica di occupazione legislativa di “Polizia Mondiale”.

Il "colonialismo" non è mai finito, ma ha solo cambiato modalità di realizzo e concettualizzazione, sul modello dell’effetto leva che permette il controllo di una azienda attraverso artifici di finanza creativa e permessa dalla legge, creata ad hoc dai poteri “altri” della medesima grande famiglia mafiosa, che controlla e si spartisce il Globo, in virtù di un sottopotere della fazione del Nucleo Primo, al quale non necessita nemmeno di apparire all’interno della propria ed integrale amministrazione dimensionale (Signore)...
Il calcolo del Pil, la sua stessa esistenza in una simile veste, permette di comprendere come tutto sia organizzato in maniera tale da raggirare il buon senso delle individualità, pascolanti senza altro chiedere.

Il Pil ora terrà conto anche delle attività illecite (droga, prostituzione, etc.). Wow e con quale nonchalance è stata annunciata questa novità! Proprio a decretare unilateralmente che “le cose stanno così e tu non ci puoi fare niente”. È stato forse indetto un referendum per chiedere il tuo parere? Naa. 
Sei troppo occupato sempre a fare altro, a protestare velatamente, tra le pareti di casa tua, per altro.
Ad esempio, se la religione di Stato ritenesse giusto imporre un giorno di digiuno alla settimana, ciò come impatterebbe sul calcolo del Pil? He. He. He…
Un giorno di digiuno alla settimana. Quattro giorni al mese. 48 giorni all’anno. Ossia, un mese e mezzo, circa, in meno di “consumi ordinari”. Che… per circa sessanta milioni di persone, quale “mancato introito” si rivelerebbe ai fini del calcolo della ricchezza pro capite nazionale?
Bah… forse allo Stato ciò farebbe “male”, ma senz’altro agli individui non farebbe altro che del “bene”
Oltre al risparmio diretto, si realizzerebbe anche la tendenza alla “disintossicazione” da prodotti alimentari industriali (alla base dell’ipnosi che mantiene bovinamente sedotti ed ordinari).
In seguito a questa “nuova abitudine imposta per via religiosa” la classe medica e dei sindacalisti proporrebbe nel Tempo, per quel giorno infrasettimanale di digiuno… di lavorare di meno (magari mezza giornata) oppure di digiunare alla domenica, influenzando ogni altra dinamica relativa al “consumo” e, dunque, contribuendo ulteriormente all’abbassamento del Pil.
Lo capisci che questo Pil è qualcosa che rema contro alla tua “salute”? Il Pil ti (ri)chiede di alimentarlo in continuazione a prescindere dal tuo "status", che passa sempre in secondo piano per "tacito assenso"...
Il suo “stare bene” equivale al tuo “stare così così, se non… male, a livello di forma fisica e mentale, consapevolezza e coerenza spirituale”. 
Il Pil è relativo al calcolo di qualcosa che “è” al di là della tua reale condizione ed essenza, allo stesso modo, di tutto ciò che caratterizza i “conti pubblici” e la “finanza creativa” (tu esisti nell’economia reale).
Tutto ciò replica il fatto che esiste la “storia e la storia deviata”. Quello che continua a scorrere nonostante tu non ci creda e non veda, e quello nel quale sei inserito in qualità di “pilone auto trasmissivo”, alla base dell’auto mantenimento dell’insieme delle infrastrutture dell’(Anti)Sistema (sul modello di Atlante).


La “vicenda Inps” è qualcosa, a tal riguardo infrastrutturale, di molto efficace nel dimostrare che “tutto è aleatorio e fondato su regole che valgono solo per la Massa”
Se, infatti, tu avessi diritto a (1) scegliere se farne parte oppure no, e a (2) ricevere indietro i tuoi “bollini” ogni volta che il coniuge o il parente più stretto senza eredi, morisse prima di avere maturato il diritto alla Pensione o a (3) ricevere indietro quanto versato in ogni caso reale di impossibilità al raggiungimento della Pensione oppure (4) di ricevere indietro quanto spettante al momento della morte del coniuge o del parente  più stretto senza eredi, in caso di morte post maturazione del diritto alla Pensione… beh, l’Inps fallirebbe (come espresse il suo "direttore generale" nel 2013).
Che cosa significa?
Che tu hai solo doveri e che i tuoi diritti vengono filtrati da un sistema di "leggi parziali", che permettono di mantenere un castello di carte, che limita sempre più verso il basso la Massa, al fine di mantenere livelli altissimi di reddito per coloro che sono assunti al livello di “ceto privilegiato”: 
strumento d'utilita (Anti)Sistemica, al fine di mantenere lo status quo, derivante dall'intenzione del Nucleo Primo, per via dei suoi sotto poteri indiretti.
L’Inps ogni anno vede i propri conti calmierati dallo Stato e, dunque, ancora da te, che mantieni il tutto in “piedi”, all’interno di una dimensione economica dominata dalla convenzione del potere sempre più virtuale e simbolico del denaro. Una invenzione di comodo e di parte che è sempre servita per preparare il terreno di quella più grande "svendita" possibile ed immaginabile, relativa ad ogni essere umano, convinto di non avere mai sufficiente denaro per vivere alla propria “altezza” e, paradossalmente, costretto a vivere costantemente piegato al suolo in “quantità” di… cambiale vivente per il proprio futuro.
Tempo... in cambio di possibilità di vivere “decentemente” dopo il lavoro…
Un artificio contabile e il buco Inps sparisce...
La legge di stabilità cancella la voragine nei conti dell'Inps…

Link
Se tu ti "fermi"… viene "giù" tutto. Per questo il tuo diritto a (ri)avere indietro quanto obbligato a versare… non c’è.
Pensioni. Il furto dei contributi silenti. Inps: “Restituirli? Falliremmo”.
Nessuno può esibire cifre esatte, tanto meno l’Inps che però si limita a ricordare, con il direttore generale, che una qualsiasi forma di restituzione “l’Istituto rischierebbe il default. La questione, infatti, coinvolge milioni di persone”.
Milioni di persone, le quali hanno versato migliaia di euro in contributi ma che, non potendo raggiungere il livello minimo di contribuzione, vedranno andare letteralmente in fumo  i contributi versati…
Link
A qualsiasi altra "latitudine" (caso, situazione, etc.) non esiteresti a definire un simile trattamento (realtà) come una vera e propria… truffa.
Ma non in questo caso, perché “tutto ciò è troppo grande per essere definito una truffa”
Mettere in dubbio la realtà dello (S/s)tato nel quale vivi è quantomeno “peccato mortale”, nel senso che… cosa faresti se tutto ciò venisse meno?
Sono sempre mantenute abilmente vive in te, le immagini dei milioni di profughi che “non vanno da nessuna parte”, in molte zone della Terra conservate a “basso livello” per mezzo delle sub dislocazioni dei sottopoteri del Nucleo Primo.
Vedere e assistere a tutto ciò permette di radicare in te quella sufficiente dose di “paura” (vigliaccheria), che ti mantiene adeso alla tua attuale posizione, ringraziando il “cielo” addirittura di “averla”.
Una parte del Mondo soffre per mantenerti convinto a “rimanere fedele a quello che hai sempre fatto, a partire dai tuoi "avi"…
Quanti "contributi silenti" versi ogni giorno al Nucleo Primo?
Un giorno di digiuno al mese… cambierebbe le cose e le tue abitudini. Garantito.

Sarebbe... “un piccolo passo per un uomo, ma un balzo da gigante per l'umanità”…

Qualcosa si smuoverebbe dal suo interno. Logicamente, un movimento simile non passerà mai e, anche se passasse, a livello legislativo e di apparente “buon senso civico nazionale”… il tutto verrebbe (ri)dimensionato alla luce delle maggiori esigenze e del “momento economico” che vive lo “Stato”.
In una società dei consumi… come potrebbe esistere una simile limitazione?
Nemmeno la religione può arrivare a tanto. Ciò dimostra a pieno quanto essa sia complice (Anti)Sistemico dello Stato.

Ma la cosa veramente bizzarra e ridicola è che… tu lo "sai". Sai benissimo come vanno le cose. Le persone sono intelligenti e non è certamente SPS a sostenere il contrario.
C’è "solo" da registrare un “leggere distacco” tra intendere/capire ed essere/fare. Quel piccolo "dettaglio" capace di fare la differenza...
Tra il “dire ed il fare c’è di mezzo il mare”… 
Questo “mare” si chiama Nucleo Primo o, meglio, “inconscio” (a te più “vicino”).
Le tue “passioni” equivalgono a quella “passività” che ti descrive meglio di qualsiasi altra tua caratteristica superficiale.

Qualcosa che... se “decidi di trovare” (non limitarti al solo cercare)… trovi.
Inps: una pensione su due sotto 500 euro; 3 su 4 sotto 1.000.
Una pensione su due erogata dall'Inps è sotto i 500 euro e tre su quattro non superano i 1.000 euro. È quanto si legge nel Rapporto annuale dell'Inps presentato nella sala della Lupa della Camera dei Deputati. Poco più di 9 milioni dei 18.363.760 trattamenti pensionistici (9.017.432 per la precisione) non arrivano a 500 euro mensili, il 49,1%. Il 27,9% (5.123.681) è inferiore a 1.000 euro e l'11,6% (2.138.316) non supera i 1.500 euro. Il restante 11% è oltre questa cifra: il 5,8% dei vitalizi è tra 1.500 e 1.999 euro, il 2,9% tra 2.000 e 2.499, l'1,2% tra 2.500 e 2.999 e l'1,4% oltre i 3.000 euro.

Link
È per questo che hai lavorato tutta una Vita? Come? Tu andrai a prendere un assegno più consistente? Bravo! Allora ce l’hai fatta…

Chi se ne frega degli altri, vero?
 
Non importa se, poi, ti svaligiano la casa una volta al mese, nevvero?
 
Non capisci che il malessere altrui, prima o poi, si riverserà anche su di te?
I drammi non esistono solo in tv o a migliaia di chilometri da te. Tutto ciò ti riguarda, sempre. La tua indifferenza è molto simile a quella di colui che a furia di sentire gridare “al lupo, al lupo”, non crede più all’esistenza reale del “lupo”.
La "decisione" è nelle mani del Nucleo Primo. Esso ha la caratteristica sufficiente e necessaria per fare sprofondare anche l’apparentemente più solida economia al Mondo, perché esso domina realmente mentre tutto il resto si limita sempre e solo a… sopravvivere, essendo tutto a scadenza, caduco, limitato, svuotato dall’interno, soggetto a “corrosione, muffe e ruggini”…

Che cosa ne è stato, ad esempio, di tutta la magniloquenza dell’allora dominante “Impero Romano”? Dove si trova “oggi”? Ciò che “è venuto avanti” è solo quello che il Nucleo Primo ha deciso di salvare e solo perché “gli serviva”. Tutto il resto (ri)entra nella legge che afferma:
nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
Il valore convenzionale attribuito dal “collezionismo” ad un “oggetto” è, frattalmente, qualcosa che serve al fine di mantenere vivente un simbolo, che immortala una classe di umani situati al di là della tua immaginazione (il che… è tutto un dire, vista la portata teorica dell’immaginazione) ed allo stesso Tempo, che si trovano sempe molto vicini a te… allo stesso modo di quell'oggetto d’asta, esposto bellamente nel museo civico del tuo Paese e donato da un benefattore sconosciuto (nella sua "sostanza").
What else?
Che cosa c'è e che cosa conservi nella tua "dispensa"?
Da consumarsi preferibilmente entro...
L’indicazione sulla durabilità è obbligatoria, per il miele, ma si riferisce al cosiddetto “termine minimo di conservazione”, non alla "scadenza", che per il miele non esiste...
Link 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com