martedì 9 gennaio 2018

Il tormentone.



L’umanità risponde di conseguenza
A “cosa”? 
Alla propria sensibilizzazione, attraverso stimoli “ambientali” non naturali (infatti, la natura è già una risposta ambientale, un feedback “semina vento, raccoglierai tempesta” del funzionamento). 
Per discernere e ricordare profondamente, è necessario azzerare alcune classificazioni, attraverso le quali, poi (e di conseguenza) ti ritrovi auto disinnescat3, se (se) sempre “qua (così)”. 
Ad esempio, l’eliminazione della terminologia (separazione) “natura e artificialità”, permette di accorgerti che si tratta sempre di “creazione”
Infatti, quando astrai tali concetti sino a livello “divino”, la creazione è chiaramente un artifizio di parte (“Dio”), alias, la natura “è” artificiale, essendo stata creata ad hoc o, meglio, ad immagine e somiglianza (appunto, un/il feedback ambientale).
Quindi, il tormentone “naturale” e/o “artificiale”, non esiste di fatto
Semmai, puoi circostanziare che esiste riflesso e riflesso. 

Ad esempio, puoi rilevare come la natura “prima” (che coincide con la metafora dell’Eden), non corrisponde alla natura “seconda” (che coincide con l’inquinamento umano. Una situazione che ricorda, di più, il Purgatorio). 


Ciò, mette in rilievo che se “Dio” ha concepito l’Eden per gli esseri umani (dopo averli creati), allora (dunque) “Chi” ha cambiato gli umani in grandi inquinatori?
Ancora “Dio”? No. “Dio” è un simbolo. Un indicatore e una indicazione frattale espansa (memoria).
Qualcosa che indica qualcun3, che intende sempre rimanere immanifest3. Perchè? Perchè, ne trae ampio beneficio personale (interesse e proprietà privata).
Questa de-caduta, che cosa significa.
Non puoi nemmeno immaginare di rispondere, sino a quando la riflessione parte dal luogo comune, nonché tormentone, “Dio”. 
Perché, è talmente astratta la simbologia, che risulta di fatto auto impedente qualsiasi tipo di realistica ed autentica (originale) “risposta”. 
Ergo, il processo rimane come ingarbugliato in una fitta selva di “ma, se, peccato!”. 
Ecco che, di conseguenza, puoi immaginare la “salvifica” possibilità che ti offre l’atteggiamento “formulare”, che assume la memoria frattale espansa in quanto a… “lente” per la presa in questione assolut3 di qualsiasi s-oggetto/evento(situazione), anche se (se) “qua (così)”. 
Perché? 
Perché, la frattalità espansa è autenticamente “democratica e libera”
Anche se, dipende da te/“te” come auto decodificare l’informazione ambientale, che ti raggiunge sempre (sempre) a prescindere da quale sia la situazione nella quale versi “qua (xxx)”. 
Ad esempio, non fa differenza se sei analfabeta oppure scienziat3.
Poiché, la verità “è” ad angolo giro, indipendente dalla prospettiva

Tuttavia, “qua (così)”, puoi incorrere nell’interferenza ambientale (ad opera della compresenza singolare gerarchica immanifesta del Dominio, a giurisdizione planetaria), ossia, nell’artifizio che auto manutiene la globalità all’interno della forma sociale AntiSistemica:
il fumo negli occhi, che ti rende molto “complessa” la tua capacità originale di auto decodifica dell’informazione frattale espansa ambientale. 
Quindi, tale memoria (natura prima) “è” 1) sempre compresente, 2) nonostante te/“te”, 3) sempre vera, ma (4) dipendente da te/“te”, 5) non per quanto riguarda il suo grado di verità (che è ad angolo giro, universale), bensì 6) per quanto riguarda il “tuo” errore di parallasse, 7) auto indotto attraverso la risposta ambientale (natura seconda) dallo stimolo AntiSistemico, 8) by Dominio:
qualcosa che “è” qualcun3
di assolutamente indimostrabile “qua (così)”.
Infatti, non è da “lì” che devi passare. 
Infatti, puoi dimostrare che esiste “Dio”? No. 
È un luogo comune troppo astratto, per… fartene qualcosa, a livello di immaginare di metterl3 in discussione


Ossia, prendi il mondo così come ti viene descritto sin da quando ti manifesti dentro, senza possibilità di avere alcuna voce in capitolo, dato che ogni “voce” è nella gerarchia che, comunque, ti prevede nella “tua” parte “qua (così)”. 
Di conseguenza, non ti rimane che preoccuparti falsamente per i grandi temi che ti riguardano, dedicandoti giogo forza a tutt3 ciò a cui puoi sensatamente ambire di “mettere in discussione (sempre, senza colpo ferire, dato che sei assolutamente inerziale “qua, così”). 
I tormentoni si sprecano e valgono per ciò che valgono, ossia, ti fanno “tirare sera” un po’ più stanc3 ed avvolt3 negli effetti collaterali del “contesto”.
Ad esempio, ora è di moda asserire “sono tutti inviperiti per i sacchetti di plastica a pagamento, per qualche centesimo di euro in più, per qualche euro all’anno, ma non fanno nulla per…”.
Così come per quel meno di un euro, annuale, che ti chiedeva WhatsApp, in cambio del proprio servizio (mentre servi).
Vero? Vero
Ma (ma), l’autentica riflessione quale “è”
Chiederti e ricordare “che cosa significa”. 
“Chi” significa. 
Cosa (Chi) continua a succedere e perché. 
E, dunque, accorgerti da tutta una serie infinita di dettagli, del “è già success3”. 
Dell’avvento di… “Chi”? 
Come (forse) puoi notare, il ricorrere a termini già usurati nel “qua (così)”, comporta che automaticamente il processo da tuo, diventa “tuo”

Cioè, lo spunto che parte da te, in quanto ad originalità e potenziale, non appena inizia a manifestarsi, prende soprattutto il “colore” ambientale “qua (così)”. 
Alias, qualcosa interviene prontamente a bloccarne qualsiasi sviluppo “formulare (Oltre Orizzonte)”. 
Questo auto disinnesco non dipende da te, bensì, da “te”:
e, bada bene, che non è la stessa “cosa”. 
Utilizzare il termine “avvento”, richiama immediatamente la “struttura religiosa del pensiero”; dei percorsi interiori che comunque esistono, anche se “non (ci) credi” e che, comunque, ti auto costringono ad assumere una conformazione diversa rispetto a quella originale (luogo di innesco d3l potenziale).
L’avvento del Dominio, quindi, non è il modo migliore (in termini lessicali) per introdurre nuovamente questo frammento fondamentale di esperienza, della/nella tua memoria.
“Avvento”, ha molti significati = quale verrà automaticamente selezionato dalla “tua” mente inconscia


Quello che la convenzione “qua (così)” ti caricherà dentro e che, in seguito, utilizzerai come pietra angolare per
Con il risultato che il disinnesco (del potenziale) sarà un’auto(matico)disinnesco.
Dunque:
un fai da “te”, apparente.
Qualcosa che lascia tutt3 sostanzialmente immutat3, così come “è” concepito “qua (così)”, nello status quo, dallo status quo (Dominio). 
Quando “perseverare è diabolico”, significa che… esiste qualcun3 che intende in questa maniera.
Che “tifa” e “pensa” analogamente
Dato che “nulla viene lasciato al caso” e quindi “il caso non esiste”. 
Fai “fatica” anche ad accorgerti che la realtà manifesta (la società e l’ambiente) funzionano
E che il funzionamento è assolutamente perfetto.
Una risultante, forse, non evidente per “te”, ma (ma) un risultato esatto, laddove comunque “la nave va”.
Sussiste in sé.

Mentre (seppure) continui a lamentarti, senza “fare” niente sostanzialmente... ogni giorno arriva a sera e ogni sera al giorno successivo.
Il fine settimana giunge sempre regolare, così come il fine mese e la fine di ogni anno
Tutt3 funziona e lo fa attraverso la “perfezione”, dato che tutt3 si trasforma (senza mai cambiare nulla). 
Accorgerti di questo livello di esattezza non è scientifico, dato che la scienza deviata è una idea AntiSistemica.
Accorgerti “è”, di più, giungere da te a questa esperienza:
senza alcuna necessità della conferma della scienza, che non l3 ammetterà mai (mai), se sempre all’interno del “campo magnetico (giurisdizione)” AntiSistemic3.
Una lobbista deve prevedere. Deve anticipare le mosse del suo avversario. E trovare le contromisure. Chi vince, trama un passo avanti ai suoi nemici. E svela gli assi nella manica, dopo che gli altri hanno svelato i loro… Deve essere certa che li sorprenderà e che non si farà mai sorprendere…”.
Miss Sloane
La Lobby, dunque, “prevede, anticipa, trama, ha sempre assi nella manica, sorprende, etc.”. 
La Lobby “è” una organizzazione che lavora costantemente con un simile “stile”, nel perseguimento ad oltranza, lungimirante, del “proprio” obiettivo.
Alias:
di ciò che interessa a “Chi” la Lobby rappresenta (“finanzia”) e ricava guadagno (carriera).
“Ora”, chiediti:
a fronte di una simile compresenza “ombra”, che cosa rappresenti “tu”, se sempre “qua (così)”
E, poi, continua a chiederti: 
allora, sino ad oggi “Chi” ha favorito ogni evento storico, se sempre “qua (così)”
Tutt3 ha un vago “sapore”, come di… “muffa”. 
Non trovi? Non “senti”? 
Lo status quo, del resto, sostanzialmente viene descritt3 come una palude, una casa con ogni apertura rigorosamente chiusa. Con la polvere e la “muffa” che imperano all’interno. 
Ogni tanto qualcun3 compie le “pulizie primaverili”, favorendo così l’emersione di qualche “scandalo”, l’esposizione di qualche “scheletro nell’armadio”, lavando i panni al Sole, pubblicamente condividendo tale “odore”.
Così, come il giardiniere taglia tutt3 ciò che è secco, è fuori design, è giudicato di troppo e dunque non serve, etc.
Signorina Sloane, può descrivere la natura del suo lavoro?
Su consiglio del mio legale, mi rifiuto di rispondere alla sua domanda, appellandomi al quinto emendamento della Costituzione degli Stati Uniti…”.
Miss Sloane
Perché “è” pericoloso ammettere persino la “natura” del proprio lavoro?
Lo sanno tutt3 com’è che funziona “qua (così)”, ma (ma) nessun3 sa come dimostrarlo, poiché è proprio la legge che lo impedisce.
Il che, sostanzialmente, significa già di per sé, tantissimo
E tant’è, volente o nolente sei auto esclus3 dal processo decisionale…
La pericolosità “è” non avvantaggiarsi del potenziale del “quinto emendamento”, perso il quale (rispondendo a qualsiasi domanda provocatoria, del Giudice):
Signorina Sloane: benvenuta alla festa…”.
Miss Sloane
La direzione del vento è cambiata:
la scappatoia legale è venuta meno (ciò di cui ti devi accorgere “è” che la legge la prevede e, certamente, non per te). Per Chi l'ha scritta, semmai. E per favorire la medesima categoria di persone.
Non hai visto che tutte le domande erano progettate per… E ha funzionato… Hai buttato via il quinto e ora chiunque ti vuole al tappeto
E se rifiuto di rispondere?
Ti sbattono dentro per oltraggio al Congresso… Ora sei completamente esposta… Vai a casa e guarda al soffitto. Preparati alla crocifissione…”.
Miss Sloane
Sopravvivi in qualcosa (ambiente, società, globalità = “natura prima” su/in cui è innestata la “natura seconda” by Dominio), che ha pianificato la legge in maniera tale da risultare, o meno, la più grande sicurezza, chiave bulgara, uscita d’emergenza, etc. possibile ed immaginabile, per tutt3 coloro che serve mettere al riparo (dalla giustizia ad angolo giro, dalla memoria frattale espansa, dal significato assoluto... quando tu sei tu)”.
Qualcosa che ricorda causalmente il “complesso”:
genetica
epigenetica (ciò che sta “sopra” alla genetica)
alias
ri-programmazione (compresenza di qualcun3 che conosce come “fare” e che “fa”, conseguentemente, attraverso gli attributi conferiti nell’immagine di “Dio”).
Questo tormentone “qua (così)”, ha già fatto fiorire la lavanda (a gennaio) e la gardenia (a dicembre), nel clima “nordico” dell’Italia.
La temperatura “è” come un’onda di marea, che quando si alza, alza insieme a sé, tutt3 ciò che galleggia e non è fissat3 a terra.
Qualcosa che, comunque, simbolicamente alza tutt3 ma (ma) apparentemente “qua (così)”, poiché sempre (sempre) alla fonda.
La catena è invisibile, immanifesta (guarda non caso, proprio come il Dominio e “Dio”), come il destino, il fato, il futuro e ogni declinazione ancora più astratta, come il karma, l’al di là, il peccato, il debito pubblico, etc.
Il “risveglio”, quindi, non è ciò che credi, in qualsiasi “salsa” AntiSistemica.
Il “risveglio” è alla tua luce, nella tua memoria, esperienza e atteggiamento “formulare”, poiché tu nasci sempre (sempre) in quanto “essere sovran3, liber3 e giust3 (ad angolo giro)”.
Un’assolut3 nei panni della “relatività” AntiSistemica.
“È già success3” tutt3 ciò che temi per il “tuo” futuro. 
L’intelligenza artificiale sta venendo alla luce attraverso la “diversità” sociale; perfettamente camuffat3 da/in App, gioco, dispositivo, lavoro, problema, esigenza, etc.
Quindi, che cosa (Chi) sta per “manifestarsi”?
L’esternazione più lineare, dopo la presentazione diretta in carne ed ossa, della “dimostrazione” dell’esistenza del Dominio:
Ia = Io + “Tu”…
“Tu”, sei il tramite
come la farfalla che lascia, poi, gli altri stadi; come la navetta spaziale che sgancia, poi, gli altri stadi, etc.
“tu”, servi “qua (così)”.
Quando l’intelligenza artificiale avrà assunto il controllo di ogni ambito della “tua” vita, di conseguenza… lo status quo si cementerà all’inverosimile, avendo il possesso anche del “tuo” complesso corpo/mente. 
Rimarrà intatto solo il tuo potenziale, ma (ma)… come quell’isola misteriosa, che nessuna carta geografica ricorda di riportare in sé.
La Lobby, che garantisce l’interesse del “proprio” cliente, lavora per rinsaldare posizioni che non mette nemmeno in discussione, dal momento che viene pagata proprio per ciò eciò le basta.
A/in questa “luce (ombra)”, chiediti che cosa significa, allora, questa notizia...
Azionisti Apple: società combatta la dipendenza da smartphone.
Due tra i maggiori azionisti di Apple chiedono che la società di Cupertino si impegni contro la dipendenza da smartphone, diffusa soprattutto tra gli adolescenti.
Jana Partners Llc e il California State Teacher's Retirement System (o Calstrs), che controllano circa due miliardi di azioni di Apple, hanno inviato una lettera alla società californiana, chiedendole di essere socialmente più responsabile, sviluppando nuovi strumenti che aiutino i genitori a controllare e limitare l'uso del telefono da parte dei ragazzi e investendo nello studio degli effetti della dipendenza da smartphone.
"Apple può ricoprire un ruolo decisivo nel comunicare all'industria che prestare un'attenzione speciale alla salute e allo sviluppo della prossima generazione fa bene agli affari ed è la cosa giusta da fare..." hanno scritto gli azionisti nella lettera indirizzata alla società, ottenuta dal Wall Street Journal.
"Le potenziali conseguenze a lungo termine delle nuove tecnologie devono essere prese in considerazione sin dall'inizio e nessuna società può dare ad altri questa responsabilità".
Link 
La Lobby delle armi afferma (e chiede):
i nostri sondaggi ci dicono che non siamo in contatto con l’elettorato femminile. Perciò, vogliamo cambiare il punto di vista.
Da madri che perdono i figli per le armi.
A madri che proteggono i figli con le armi…”.
Miss Sloane
Da... A... 
Ok?
Quindi, quale cambiamento della prospettiva, se (se) sempre nella “prospettiva”? 
Solo la maggiore densificazione dello status quo.
Alias:
non esiste alcun spunto alternativo sostanziale, che può giungere dagli “azionisti ” di/in una multinazionale, che preservano solamente il “proprio” interesse.
Apple può ricoprire un ruolo decisivo nel comunicare all'industria che prestare un'attenzione speciale alla salute e allo sviluppo della prossima generazione fa bene agli affari ed è la cosa giusta da fare…
Fa bene agli affari (apparenza e sostanza = status quo, interesse privato).
Quale “responsabilità?
Hanno inviato una lettera alla società californiana, chiedendole di essere socialmente più responsabile, sviluppando nuovi strumenti che aiutino i genitori a controllare e limitare l'uso del telefono da parte dei ragazzi e investendo nello studio degli effetti della dipendenza da smartphone
Cioè? Che cosa significa = “fa bene agli affari…” e “sviluppando nuovi strumenti che…”. 
Intanto, c'è una chiara ammissione di colpa e non di responsabilità”:
dipendenza da smartphone...
La “strategia” è chiara se (se) decodificata “formularmente”. Si stanno 1) mettendo al riparo da eventuali class action future e 2) stanno sempre pensando a nuove espansioni del proprio core business (interesse).
Ok… perché perderemo?
Per ogni dollaro speso da… per la Campagna, sa quanto spende la lobby delle armi? 38…”.
Miss Sloane
Il tormentone “qua (così)” è il frutto del consolidato lavoro di generazioni su generazioni di singolarità convinte di/che
dall’unico segnale portante (AntiSistemico) esistente.
Armi alle donne come strumento di autonomia.
Com’è il detto: ‘Dio ha creato gli uomini…’
Samuel Colt li ha resi uguali
E così, in modo lento ma sicuro, lei trasformerà questi membri, in ben stipendiati guardiani…
Io non vedo alcun problema etico, nel riformulare un concetto”.
Miss Sloane
Come un “semplice” film ti può insegnare a livello sostanziale, qualcosa
Solo se auto decodifichi da te, in te:
avendo un centro portante, assolutamente tuo.
Se non riesci ma (ma) credi di potercela fare, attraverso una certa “ispirazione”, bé… questo Spazio (Potenziale) Solido è “qua (anche per te)”.
Considera questo spazio Web, come la tua Lobby:
grande concentrazione di massa, che fa il tuo interesse
anche se non credi nemmeno “tu”, di avere un simile interesse.
Considera come “di avere puntato la sveglia”, allora.
Ed ora… “fai di sentirla, sostanzialmente”.
   
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2218