martedì 19 maggio 2015

Parlar chiaro.



Le ultime parole famose: "L'Italia non prenderà iniziativa alcuna di operazioni militari". I Media sempre "conquistati" dal potere di turno.

Ogni potere viene da Dio. Fino a che te lo concede, non hai motivo di preoccuparti…”.
Leviathan
Beh, “qua, così” ci vuole proprio un bel “He He”. Perché? Perché “la gamba l’è tacà al pè” (“la gamba è attaccata al piede”), ossia:
“è così”
“è naturale”
“è ovvio”.
Solo che, “quello che è ovvio per te, non è detto che lo sia anche per gli altri”.
Quindi, nonostante che “la gamba è attaccata al piede” (verità unica ed incontrovertibile) ogni umano continua a vedere le cose in una maniera propria e, se fosse sempre vero in questo senso… andrebbe anche bene, tuttavia, questa “diversità” della/nella prospettiva... non (cor)risponde af(fatto) al comportamento d’insieme (uno per uno), che continua a (ri)modellare “da fermo”… la realtà (ri)emersa che, per(tanto), non cambia mai perché non può mai cambiare nella sostanza.
Pensa:
  • ognuno la vede a modo proprio
  • ognuno è impotente di fronte allo status quo
  • ognuno (con)segue, seppure “di(verso)” (loop).

Si è mai vista una guerra "senza iniziativa alcuna di operazioni militari"?
C’è un collo di bottiglia che ®accoglie tutta la differenza e la normalizza, come un filtro unico, autorizzato a farlo.
Chi/che cosa autorizza un simile comportamento generale?
Qualcosa che “fuori(esce) dal corso della storia deviata, nel tempo (ri)tenuto unico di uno scorrimento obbligato all’interno di qualcosa, che non viene più registrato da nessuno o, forse, solo dai 'matti'”.
Il “parlar chiaro” è una preziosità. Un dono. Un talento.
  
Ma si può anche “parlar chiaro, senza dire nulla di nuovo”.
Facendo “campagna elettorale”. “Tirando l’acqua al proprio mulino”, senza farlo capire… anche se la Massa lo percepisce, ma percepisce anche che… "ha le mani legate".
Come i politici che entrano nei “palazzi del potere” e che diventano altro, rispetto a ciò che erano, quando “parlavano chiaro (ma su un’altra 'ottava')”.
Questo, ad esempio, è “parlar chiaro”.
Arabia Saudita: aumentano le decapitazioni, bando per assumere 8 nuovi boia.
Le autorità saudite hanno bandito un concorso per arruolare otto nuovi boia, alla luce del numero crescente di esecuzioni capitali da quando, all'inizio dell'anno, si è insediato il nuovo re, Salman.
Sul portale dedicato alle offerte di lavoro nel settore pubblico, un'inserzione annuncia la ricerca di otto "funzionari religiosi" da destinare alla "esecuzione delle pene capitali" (che in Arabia Saudita avvengono per decapitazione), ma anche all'amputazione degli arti per reati minori.
Nel file in formato Pdf da scaricare dal sito non sono richieste particolari qualifiche e si offre un salario che è ai livelli più bassi, tra quelli del settore pubblico.
Secondo i dati dell'agenzia di informazione ufficiale Spa, 85 persone sono state giustiziate in Arabia Saudita dall''inizio del 2015, contro le 88 di tutto il 2014 secondo i dati di Human Rights Watch (almeno 90 secondo Amnesty International).
Gran parte delle persone giustiziate erano state condannate per omicidio o per spaccio di droga.
Link
"Funzionari religiosi… da destinare alla… esecuzione delle pene capitali".
È chiaro, no?
In Arabia è ancora normale fare un certo tipo di accostamento di “valori”:
  • religione (giustizia)
  • esecuzione di pena capitale (giustizia).
La Massa teme. Ha paura. Evita di commettere “(in)giustizie”…
E (con)segue… come un gregge (non certo migliore di molti altri “animali pascolanti”, in giro per il Mondo).
In “occidente”, le cose sono meno chiare.
La religione condanna certe "misure estreme", anche perché si è defilata dalla funzione pubblica dell'esecuzione della giustizia (anche se lo ha fatto quasi sempre, nel passato).
La Massa non ha un freno, di questo tipo, e non teme di commettere (in)giustizie (che non sono mai tali, dall’univocità del proprio filtro mono prospettico).
E (con)segue… come un gregge (non certo migliore di molti altri “animali pascolanti”, in giro per il Mondo).
Tutto il Mondo è Paese”.

Ogni potere viene da Dio. Fino a che te lo concede, non hai motivo di preoccuparti…”.
Leviathan
Dio? He He. Ogni porzione di potere, sulla Terra “qua, così”, è di origine umano. Una replica frattale della gerarchia piramidale, che ha per(messo) l’emergere delle città, progettandole dall’inizio, dalle radici, dal concime utilizzato per “tirarle su”.
La (f)orma più alta di “Dio”, nell’attuale paradigma del reale manifesto, è il Nucleo Primo.
La fazione umana “che non (ri)cordi esistere”, ma… che “è” nonostante il tuo “non sapere più”.


Il Nucleo Primo “parla chiaro”. E la realtà (ri)emerge (con)seguente(mente).

Renzi: sterilizzato Pil negativo su contributi pensioni.
Il decreto sulle pensioni approvato dal Consiglio dei ministri sterilizza gli effetti del Pil negativo degli ultimi anni sul montante contributivo.
"Non c'è alcun decremento del montante contributivo, nonostante la crisi nessuno perderà un euro".
Lo ha detto il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi.
Link
Cosa? Questo è “parlar chiaro”?

Naa. Vero? Non si capisce un “acca” (tranne questo:
nonostante la crisi nessuno perderà un euro...).
Ed è esatta(mente) quello che “non devi capire”.
Sei nell’(Anti)Sistema, non “a casa tua”. Le regole vigenti non le hai (pre)viste tu.
Tu… che (con)segui sempre e solo.
Renzi “parla chiaro”, nel momento in cui “deve dare un colpo al cerchio ed uno alla botte”. La sua missione è perfetta. Egli “parla un linguaggio che è chiaro solo se lo sai capire”
Ment®e porta a compimento la sua missione; quella di (man)tenere lo stato generale italico... nello status quo auto imperante, per tacito (con)senso (ossia, senza alternativa apparente).
SPS ci (ri)torna a fine articolo.
Il linguaggio utilizzato dalla piramide del potere/controllo è un’opera sinfonica, caratterizzata dalla forza dei vari "generi musicali" fusi tutti assieme.
Anche quel tipo di “musica” che credi di poter giudicare “così… su due piedi”.
Whiplash è uno dei film più sorprendenti in cui vi potrete imbattere quest’anno
C’è da notare che il jazz proposto dalla pellicola non è quello fighetto che viene servito all’ora dell’aperitivo nei locali alla moda.
Non è nemmeno quello raffinato e rarefatto che fa da sottofondo alle pellicole di Woody Allen.
Il jazz di Whiplash è, nella maggior parte dei brani, una musica nervosa, intensa, potente come e anche più di molto rock in circolazione, si senta il devastante assolo di batteria in “Caravan” di Juan Tizol e Duke Ellington utilizzato nel gran finale del film, ed è inoltre un genere che richiede, anzi pretende, la più completa attenzione.
Il jazz di Whiplash non si accontenta di fare da sfondo, ma diventa un protagonista assoluto del film e, se gliene darete la possibilità, anche dei vostri futuri ascolti...
Link

Questo è il finale del film.
Fantascienza? He He… Allora, guarda anche la realtà, (de)scritta dal passato.
 

Questo è “parlar chiaro”.
“Si può fare”!
Russia e Cina vogliono riformattare il mondo.
Il 17 maggio la Russia e la Cina hanno iniziato la fase attiva delle esercitazioni navali congiunte nel Mar Mediterraneo.
Gli aerei della Nato hanno già intensificato le loro attività nella zona. Gli americani hanno preso la notizia con dolore.
Osserva il "Los Angeles Times":
"né la Russia né la Cina hanno un'unghia nelle coste del Mediterraneo, questo rende la loro idea di effettuare le prime esercitazioni congiunte navali nel Mar Mediterraneo una provocazione improvvisa".
Anche gli americani non hanno nulla nelle coste del Mediterraneo, ma da oltre 65 anni la loro VI Flotta è di stanza in maniera permanente e nessuno pensa che sia una provocazione
Link
Da oltre 65 anni la loro VI Flotta è di stanza in maniera permanente e nessuno pensa che sia una provocazione…
Beh, dalla fine dell’ultimo conflitto mondiale, gran parte dell’Europa è divenuta un asset Usa.
La sovranità dei singoli Paesi? He He…
E in giro per il Mondo, non è che la musica cambi.
Siria: blitz Usa, ucciso Abu Sayyaf "ministro petrolio" Isis; catturata la moglie.
Forze speciali americane elitrasportate hanno effettuato un'incursione-lampo nella Siria orientale e hanno eliminato uno dei capi dello Stato Islamico
Il blitz che ha condotto all'uccisione di Abu Sayyaf, responsabile petrolifero dello Stato Islamico e tra i coordinatori delle sue operazioni militari, non fu "comunicato in anticipo" al governo di Damasco né tanto meno vi fu con quest'ultimo "alcun coordinamento".
La puntualizzazione é venuta da Bernadette Meehan, portavoce del Consiglio per la Sicurezza Nazionale istituito presso la Casa Bianca. Anzi:
"Abbiamo avvertito il regime di Bashar al-Assad", ha ricordato Meehan, "di non interferire con le iniziative in atto da parte nostra contro lo Stato Islamico all'interno del territorio siriano", poiché quel "regime non può essere nostro alleato nella lotta" al gruppo jihadista...
Link
Gli Usa sanno “parlar chiaro”. Anche se, una volta portato a termine un obiettivo, lasciano spazio per la “corrida e la diatriba”.
Gli Usa entrano in un Paese sovrano, senza dire nulla, in base ad una propria legge, uccidono e
"Abbiamo avvertito il regime di Bashar al-Assad… di non interferire con le iniziative in atto da parte nostra contro lo Stato Islamico all'interno del territorio siriano" (entro a casa tua, di tanto in tanto. Occupo il "bagno" ma tu... non venire a vedere cosa faccio... in "bagno").
Baššar Hafiz al-Asad… è un politico siriano, leader assoluto della Siria dal 2000 e successore del padre Hafiz al-Asad…
Link
Come è potuto ac(cadere) che, gli Usa - “di oggi” - possano entrare in uno Stato Sovrano, che sino a qualche anno fa era, sulla carta, “off limits”?


Grazie alla (com)presenza dell’Isis, ossia, dei terroristi e dello spauracchio della repressione militare (modello “Guerra del Golfo” contro l’Iraq, ad esempio).
Il (pre)testo dell’intervento di “Polizia Internazionale” era stato dato, in precedenza, dalla "Strage di civili in Siria: è stato usato gas sarin. Le prove nel rapporto Onu... 17 settembre 2013... Link", con presunte armi chimiche, ad opera del regime siriano.
La Siria, sull’orlo di una nuova guerra d’invasione Usa (la "Polizia Internazionale"), ha mollato il colpo, permettendo che gli ispettori internazionali entrassero nel proprio territorio (e distruggessero, alla fine, l'arsenale chimico siriano).
Da quel momento in poi, è scoppiato il bubbone Isis, che ha rimescolato tutte le carte insieme. Dalla sera alla mattina, i Tg hanno iniziato a darti in pasto notizie relative alla (com)presenza militare Usa, libera di spaziare nel territorio siriano (e non solo), trasformato in altro… dalla (pre)sunta nascita e proliferazione dello Stato Islamico, capace di cancellare le frontiere storiche e, dunque, di cancellare anche la memoria della Massa e a quanto pare anche del popolo siriano stesso, reso impotente come da prassi… senza colpo ferire (si fa dire).
Gli Usa sono il (ri)flesso più forte del Nucleo Primo, (re)distribuito frattal(mente) nel tutto (ri)emerso di (con)seguenza; ma non sono af(fatto) il Nucleo Primo.
Ogni popolo della/sulla Terra, non accetterebbe mai il Nucleo Primo, se lo vedesse per quello che è. Nessuno! Nemmeno gli Usa

La frattalità “parla sempre chiaro… anche quando non la capisci”.
Perché il “tuo non capire” non è un vero “non capire” ma, piuttosto, una sorta di “rincoglionimento forzato”. Hai presente il Parkinson? Ecco.
Il malato di Parkinson è la punta dell’iceberg umano d’insieme, “(ar)reso(si) così”.
La realtà è la (con)seguenza di riflessi frattali d’ogni tipo, gerarchizzati in maniera tale da non farti capire, perché “rimbambenti” se… senza capacità (pro)attiva di decodifica frattale.
Un “parlar chiaro… tra le righe (oscurato)”, nonostante tutto sia sempre chiaro se l’osservatore "(Ri)conosce se Stesso".
L’Ego è l’immagine distorta del terzo stato, per cui… va ribaltato quello che credi di sapere. Vivere per gli altri è sbagliato. Vivere per se stessi, amando e rispettando gli altri… assomiglia di più a quel famoso “(Ri)Conosci Te Stesso/a”.
Gli Usa (cor)rispondono all’Ego, ossia:
sono l’immagine di(storta) del terzo stato.

Capovolta del... pensiero e della prospettiva.
Ogni potere che (ri)emerge “qua, così” è (di)storto, ma non certo relativa(mente) alla (com)presenza del Nucleo Primo che, (in)vece, è perfetta(mente) raffigurato/replicato.
La distorsione è sempre relativa al tuo punto prospettico (centro, terzo stato) che è al di là di ogni possibile offuscamento, appartenente e (fuori)uscente dallo status quo.
Per intendere meglio:
  • tu percepisci di possedere uno stato di te, dove tutto funziona secondo una logica di(versa), rispetto a ciò che misuri da sempre in questo reale manifesto (percezione, valori)
  • uno “stato di te”, nel quale vigono valori indistruttibili, perché non toccati dai ricatti apparenti della (f)orma di reale, che credi di (ri)conoscere come unica
  • uno “stato di te” che esiste nonostante tutto; non sai bene dove… ma esiste.
L’interferenza tra gli “stati” (potenziale e reale), alimenta le frizioni tra gli Stati emersi nel reale attuale.
L’origine dei “terremoti” di(pende) molto da te, anche se ti sembra una assoluta “panzana”.
Gli Usa si (pre)occupano molto, anche, dei “fatti degli altri”, che “altri, mai non sono”... dal punto prospettico dominante degli Usa.
Usa aprono indagine contro funzionari Venezuela per traffico coca.
Gli Stati Uniti hanno aperto un'inchiesta su alcuni funzionari di alto livello del Venezuela, incluso il presidente del parlamento Diosdado Cabello, per il sospetto che abbiano trasformato il paese in un enorme hub dello smercio di cocaina e del riciclaggio di denaro a livello globale.
L'indagine è stata aperta da una divisione speciale della Drug Enforcement Administration di Washington e da due pubblici ministeri a New York e a Washington.
Lo sostengono diverse fonti citate dal Wall Street Journal che fanno riferimento a testimonianze dirette di informatori molto vicini ai politici del paese sudamericano e a disertori dell'esercito del paese socialista guidato da Nicolás Maduro…
Link
Una indagine "wireless" (aperta da una divisione speciale della Drug Enforcement Administration di Washington e da due pubblici ministeri a New York e a Washington...).
Se l'inchiesta americana - che non è guidata dal governo ma da pubblici ministeri federali - dovesse portare a una accusa formale per i funzionari venezuelani, i rapporti tra i due stati potrebbero incrinare ancora di più i loro rapporti, in quella che sarebbe la crisi più difficile da quando il leader socialista Hugo Chávez ha preso il potere.
"Sarebbe un terremoto", ha detto un funzionario americano al Wall Street Journal, parlando di quella che potrebbe essere la reazione di Caracas.
"Parleranno di un tentativo di cospirazione della destra", ha concluso. Gli Stati Uniti hanno fatto sapere di aver approfondito la loro indagine, ma hanno anche detto che eventuali nomi di colpevoli saranno tenuti segreti.
E soprattutto che sarà molto difficile (se non impossibile) condurre gli arresti, sempre che gli accusati non dovessero lasciare il paese.
L'indagine americana è iniziata dopo che i trafficanti colombiani hanno spostato le loro basi in Venezuela a causa della battaglia lanciata dal loro stato grazie anche a fondi per 10 miliardi di dollari degli Stati Uniti.
A questo punto i politici di Caracas prima avrebbero permesso il riposizionamento dei quartieri generali dei trafficanti e poi controllato direttamente lo smercio della cocaina.
Link
"Sarebbe un terremoto".
  • gli Stati Uniti hanno fatto sapere di aver approfondito la loro indagine, ma hanno anche detto che eventuali nomi di colpevoli saranno tenuti segreti
  • l'indagine americana è iniziata dopo che i trafficanti colombiani hanno spostato le loro basi in Venezuela a causa della battaglia lanciata dal loro stato grazie anche a fondi per 10 miliardi di dollari degli Stati Uniti(He He).
Hey:
se sai “leggere”… allora, cosa leggi nella citazione appena (ri)portata?
È tal(mente) chiaro. È, detto però, in “frattalese” (frattalità).
Un linguaggio difficile da capire. Vero?
Un linguaggi che non (ri)cordi più.
Ed Ecco(ti) ancora al buon Renzi (all’opera del Governo).
Italia/Pensioni, rimborso una tantum.
L'annuncio del premier italiano, che ha anticipato il contenuto del decreto sulla vicenda dei rimborsi scaturiti dalla sentenza della Consulta.
Quattro milioni di pensionati avranno il primo agosto più o meno 500 euro a testa”.
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, lo aveva detto in tv che avrebbe fatto così. Ieri, in Consiglio dei ministri, la conferma dell'una tantum.
Ciò per rispondere da un lato alla sentenza della Consulta che ha dichiarato incostituzionale il blocco delle indicizzazioni delle pensioni e dall'altro alla minaccia europea di apertura di infrazione sui conti pubblici.
Illustrando il decreto legge Renzi s'è voluto togliere un sassolino:
"Vi ricordate la differenza tra 2,5% e 2,6% di deficit che voi giudicavate inesistente? Ebbene, la utilizziamo per le pensioni per un totale di 2 miliardi e 180 milioni che andranno a 3,7 milioni di pensionati"...
E ha aggiunto che il cosiddetto "bonus Poletti" riguarderà tutti i pensionati fino a un assegno mensile lordo di 3.200 euro.
"Se tu prendi 1700 euro lordi di pensione, l'1 agosto il 'bonus Poletti' darà 750 euro, se 2200euro sarà di 450 euro, se 2700 sarà di 278 euro. È una ‘una tantum’”, ha confermato.
Il premier ha aggiunto che nel caso di rimborso immediato e generalizzato, il governo avrebbe dovuto trovare 18 miliardi "togliendo risorse ad asili, infrastrutture, dipendenti"...
Link
  • quattro milioni di pensionati avranno il primo agosto più o meno 500 euro a testa
  • il cosiddetto “bonus Poletti” riguarderà tutti i pensionati fino a un assegno mensile lordo di 3.200 euro
  • “se tu prendi 1700 euro lordi di pensione, l'1 agosto il ‘bonus Poletti’ darà 750 euro, se 2200euro sarà di 450 euro, se 2700 sarà di 278 euro
  • è una ‘una tantum’”
Ergo:
che cosa capisci? Che cosa ti fa, alla fine, accettare tutto?
Che... (p)rendi dei soldi, definiti addirittura come “bonus”. Ok?
Questo è “parlar chiaro”, ma solo ad un livello altro del significato del linguaggio in “codice”.
  • quattro milioni di pensionati avranno il primo agosto più o meno 500 euro a testa
  • il… “bonus Poletti” riguarderà tutti i pensionati fino a un assegno mensile lordo di 3.200 euro…
Beh. Sostanzial(mente), il primo di agosto ci saranno quattro milioni di pensionati “con diverse centinaia di euro in più” (e, nonostante, questo... arrabbiati ugualmente, perchè sempre più impotenti).
Cosa che (con)vincerà, di fatto (a livello di "riempimento della pancia"), meglio di... un aumento delle tasse. No?
Anche se (anche se):
  • il bonus sono soldi tuoi
  • che non hai preso prima
  • perché non te li hanno (ri)conosciuti "per legge"
ed ora
  • te ne danno una (p)arte
  •  a titolo di “una tantum” (spacciandolo per "bonus", alias, "premio").
Se non è un’astuzia sottile, questa, cosa altro lo può essere?
Questi comportamenti del Governo, sono degli "esperimenti" (test) condotti sulla popolazione.
Come (re)agisci al "test di (con)ferma del tuo stato di drogaggio"?
  • non ti diamo quello che ti aspetta
  • poi, qualcuno ti dà ragione (Consulta)
  • allora, ti diamo una parte di quello che ti aspetta
  • e la chiamiamo anche “bonus” (qualcosa che sembra un premio, ma che – in(vece) – cor(risponde) solo ad “una (p)arte di quello che non ti abbiamo dato in precedenza).
E sai perché non ti abbiamo dato quello che ti aspettava per legge e per diritto?
Il premier ha aggiunto che nel caso di rimborso immediato e generalizzato, il governo avrebbe dovuto trovare 18 miliardi “togliendo risorse ad asili, infrastrutture, dipendenti”...
He He. È il consueto ricatto sottile.
Nonché un esperimento a cielo aperto, per continuare a testarti, per “vedere sino a che punto sei stato disinnescato”.

Renzi: dal 1° agosto bonus a 3,7mln pensionati.
Le "pensioni non si toccano, nessuno perde un solo centesimo nonostante la crisi.
Nonostante la crisi economica le pensioni avrebbero dovuto essere abbassate per coefficiente legato al Pil - ha spiegato il premier - paradossalmente ridursi di qualche euro invece con questo intervento non decrementiamo le pensioni"….
Link
Hai capito l'astuzia? Qualcosa che puù continuare a succedere se sei in un loop, (pre)visto.
Pensioni: Poletti, "ricorso possibile solo su nuovo decreto".
"Legittimamente ogni cittadino ha titolo di ricorrere quando reputa di avere un diritto leso. Ma è chiaro che chi volesse ricorrere dovrebbe partire da un punto di vista diverso che è il nuovo decreto".
A dirlo è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, all'indomani della presentazione da parte del governo del nuovo decreto legge sulle pensioni dopo la sentenza della Corte Costituzionale.
A margine di un evento in Fieramilano a Rho, Poletti ha sottolineato:
"La Corte ha deciso così ma adesso le cose sono cambiate perché c'é un nuovo decreto. Noi siamo convinti di aver ottemperato correttamente a quanto la Corte ci chiedeva, se è così o non è così, l'unico soggetto che può ottemperarlo è la Corte"...
Link 
L'unico soggetto che può ottemperarlo è la Corte (non "tu"... nonostante ti dicono che... Legittimamente ogni cittadino ha titolo di ricorrere quando reputa di avere un diritto leso...).
Per carità. Renzi, ora che tocca a lui, si comporta come un “buon padre di famiglia”, tenendo conto di una visione prospettica, che certa(mente) tu non disponi. 
In quanto ché… Renzi viene "dopo", rispetto a ciò che lo ha (pre)ceduto e che ha continuato a maturare “crisi”.
Il "suo" lavoro.
Per questo motivo non sembra che ci siano mai responsabilità precise.
Perché i “rimpasti di Governo” e le “successioni dei Governi” ti cancellano sempre la memoria.
I “nuovi” ti dicono ("servono") che hanno trovato così, le cose, i conti, la situazione, etc.
Per cui, essi possono solo chiederti di rimboccarti le maniche ed, in pratica, “far finta di nulla”…
Se tu “attacchi” Renzi, costui è sempre a “favor di corrente (legge)”.
Non è lui l’artefice di quello che ti continua ad assalire. Egli è solo la facciata temporanea di (p)arte, colui che (p)rende il testimone di qualcosa, che è "molto di più", rispetto a quello che sembra.

E lui è inattaccabile, nonché… “un vero e proprio patriota”. La storia deviata lo (ri)corderà così.
L’(Anti)Sistema è intelligente, astuto, sottile, sagace, profondo, intuitivo, (ri)conoscente, etc.
Tu non lo hai mai nel “mirino”, perché è sempre a “favor di luce” (con la luce alle spalle).
Il suo “parlar chiaro” tocca di(verse) ottave. E tu ne intercetti (capisci) solo una:
quella che regna nello status quo attuale.
È come capire, tra mille invitati ad una festa, solo quello che parla italiano (ossia, solo te).
Se, poi, non (Ri)Conosci nemmeno Te Stesso/a, allora sei pratica(mente) in balia delle decisioni altrui (della corrente).
La democrazia e la libertà, i diritti e la sovranità personale, sono – di (con)seguenza – delle risorse, che cadono sotto alla egemonia di qualcosa che “parla anche per te”.
Che ti dice di rappresentarti.
Che fa le tue “veci”…
Come se (come se) tu, fossi un essere vivente parziale e, dunque, “non capace di intendere e volere”.
(Ri)corda che:
in questo reale tu sembri “non esserci”.
Sei diventano così, “qua, così”.
Ma... non sei solo quello che “sei, qua così”.
Tu “sei” (il/un potenziale).
Sviare la tua attenzione /memoria, ti rende solo una (con)seguenza di quello che “viene prima di te” e gode del relativo vantaggio (Nucleo Primo o “Dio”).
Banche, Pagani: governo punta riduzione sostanziale tempi recupero crediti.
Il governo lavora a un provvedimento di giustizia civile per ridurre in maniera sostanziale i tempi di recupero dei crediti, oggi in Italia molto più lunghi rispetto ai principali Paesi europei.
Lo ha detto Fabrizio Pagani, capo segreteria tecnica del ministero dell'Economia, parlando a margine di un convegno alla Consob.
"Un primo intervento a breve, riguarderà i tempi di recupero dei crediti, quindi una misura di giustizia civile. L'obiettivo è ridurre in maniera sostanziale i tempi", ha detto Pagani, senza dare dettagli né sui tempi né sui contenuti.
"Poi c'è una discussione aperta con la Commissione europea su altri possibili interventi, tra cui anche la questione di una garanzia pubblica. il dialogo è ancora in corso", ha aggiunto.
Pagani non ha menzionato tra i provvedimenti in arrivo quello di natura fiscale per abbassare a un anno da cinque il tempo di ammortamento delle svalutazioni dei crediti inesigibili.
"Il tema dell'ammortamento fiscale delle svalutazioni dei crediti è un tema a parte", si è limitato a dire.
Link
Il governo lavora a un provvedimento di giustizia civile
Leggi bene: giustizia civile.
He He…
Da quale prospettiva?
E il tuo diritto calpestato in ogni modo? Chi ci pensa?
Uh. È vero! Scusa:
SPS dimenticava che sei stato premiato con un “Bonus”.
Banche: Le sofferenze sfiorano 190 miliardi, ma rallenta il calo dei prestiti.
Nonostante qualche segno di ripresa il settore bancario italiano resta in una profonda crisi. È quanto emerge dall'ultimo bollettino mensile dell' Abi...
Link
Nonostante qualche segno di ripresa il settore bancario italiano resta in una profonda crisi
Crisi?
Intesa SanPaolo, utile netto oltre un miliardo nel primo trimestre
Link
Utile netto:
L'utile netto di solito è l'ultimo importo in un bilancio – la riga finale del bilancio che fornisce ai proprietari dell'attività le informazioni decisive relative a quanto denaro resta dopo che tutti i costi della società sono stati pagati
Link
Quanto “rimane in tasca” alla banca:
  • oltre un miliardo di euro
  • solo nel primo trimestre 2015.
E parlano di “sofferenze”
E il “governo lavora a un provvedimento di giustizia civile…” (lato loro).
Ment®e “tu” (p)rendi il tuo “Bonus” (ossia, una parte dei tuoi soldi).
Mal comune, mezzo gaudio”? He He… (in)fatti, funziona così dapper(tutto).
Usa: via libera a prestito garantito da 1 mld Usd all'Ucraina.
Gli Stati Uniti hanno dato il via libera a un altro prestito garantito da un miliardo di dollari a favore dell'Ucraina.
Ad annunciarlo ieri è stato il dipartimento americano del Tesoro. Si tratta del secondo accordo sull'asse Washington-Kiev per un prestito garantito e sottolinea "il continuo sostegno Usa all'agenda delle riforme economiche" della nazione…
L'Ucraina gode di un nuovo programma di aiuti da 17,5 miliardi di dollari approvato l'11 marzo scorso dal board del Fondo monetario internazionale.
Come condizione di quel programma, però Kiev deve ristrutturare il debito entro metà giugno, quando il Fondo dovrebbe tornare nella nazione per la prossima revisione del programma di aiuti.
I negoziati su questo fronte tra la nazione e i creditori (Franklin Templeton, BTG Pactual, TCW e T. Rowe Price) sembrano in stallo.
Inoltre l'economia è in forte difficoltà:
il Pil nel primo trimestre si è contratto del 17,6% mentre la produzione industriale è scesa del 22% ad aprile rispetto a un anno prima.
Link
I “creditori” sono:
  • Franklin Templeton
  • BTG Pactual
  • TCW e T. Rowe Price.
Se analizzi “chi sono i creditori”, trovando le informazioni al di là dei siti istituzionali di appartenenza, allora, puoi meglio capire con chi/cosa ha a che fare la Massa.
Ad esempio, solo per Franklin Templeton… è saltato fuori (come il coniglio dal cilindro del prestigiatore), che…
Ucraina, azione di commando della finanza.
Lo stesso Financial Times che l’altro giorno ha battezzato Renzi come populista, svela uno dei motivi della crisi ucraina o almeno quello che ha avuto la funzione di miccia per organizzare il golpe contro il presidente Yanukovich  colpevole di aver congelato i colloqui per la partnership con l’Europa.
Forse una cronologia è più efficace di un discorso.
Agosto 2013La Franklin Templeton Investment con sede in California, operante in 35 Paesi, con circa 880 miliardi di dollari gestiti, molti dei quali appartenenti ai fondi pensione, attua la sua nuova strategia di rischio:
completa l’acquisizione di titoli ucraini per 5 miliardi dollari, compra in sostanza il 20% del debito del Paese.
La società finanziaria non è nuova a questo tipo di operazioni:
in passato aveva acquisito una gran parte di obbligazioni di debito irlandesi, deprezzate, scommettendo sulla concessione di prestiti da parte dell’Ue e dell’Fmi con relative imposizioni sociali:
fece tanto profitto da essere tentata di ripetere l’operazione.
Settembre – Ottobre 2013 – Sia  Moody’s che Fitch abbassano il rating dei bond ucraini considerandoli spazzatura.
Le due società osservano nei loro report che solo la messa a punto della partnership con l’Europa può aumentare la quotazione dei titoli e migliorare il loro outlook.
È ciò che naturalmente spera e ispira la Franklin Templeton:
senza questa “soluzione politica” andrebbe a bagno e con lei molti fondi pensione.
Novembre 2013 - Yanukovich congela a sorpresa gli accordi di associazione all’Ue, accordi per i quali il governo di Kiev si era anche spinto a delineare una serie di massacri sociali in cambio di aiuti. Cominciano le manifestazioni con qualche migliaio di persone in piazza che la stampa enfatizza come riscossa degli “arancioni”. Ma è solo un assaggio.
2 Dicembre 2013 - Il governo Ucraino regolarmente eletto, commette l’errore fondamentale:
ottiene 8 miliardi di dollari dalla Cina facendo intendere che l’Ucraina potrebbe fare a meno degli “aiuti” di Fmi ed Ue.
Gli investimenti della Templeton, così come anche quelli di altre società e banche sia americane che europee sono a forte rischio.
Inoltre la cosa allarma anche la Russia che certo non vede di buon occhio l’ingresso di Pechino nel Mar Nero.
Dicembre 2013La posta si alza ed entrano in campo le Ong di chiara marca Usa e finanziate per un totale di 65 milioni di dollari dall’ International Renaissance Foundation, di Soros.
Le manifestazioni si susseguono, ma con sempre meno gente in piazza specie dopo il  17 dicembre giorno nel quale la Russia concede 15 miliardi dollari di prestiti all’Ucraina e una riduzione del prezzo del gas da 400 a 265 dollari per mille metri cubi.
Gennaio 2013 – La protesta rischia di esaurirsi, ma nel frattempo si è messo in moto il meccanismo messo a punto in tanti anni:
se i cosiddetti arancioni sono tiepidi, è opportuno ricorrere alle milizie di estrema destra che subito portano lo scontro al diapason e cercano i morti per dare un rilievo mediatico e drammatico mondiale alla vicenda.
Ossia conferirle una sua ambigua sostanza, come se gli ucraini fossero disposti a tutto pur di liberarsi di un governo e di un presidente che essi stessi avevano eletto.
Compare in piazza la foto ricordo di Stepan Bandera, il boia di Katlyn e le croci celtiche, così come quintali di scatolette e generi di conforto con la marca Euromaidan circolano tra i manifestanti, segno di una organizzazione che nulla lascia alla spontaneità e alla sincerità di manifestazioni accuratamente preparate.
In queste condizioni e anche grazie alle stragi programmate e attuate da appositi cecchini il colpo di stato riesce, facendo tirare un sospiro di sollievo agli investitori della Franklin & company e illudendo l’amministrazione americana di aver scelto il momento e l’occasione adatta a tirare l’Ucraina nel campo della Nato.
È fin troppo chiaro che senza un movente finanziario così impellente gli Usa sarebbero stati molto più prudenti limitandosi a investire dollari per orientare l’opinione pubblica.
Qui invece occorreva un’azione di commando che salvasse la finanza.
Link
Sei sicuro che sia tutto qua?
Allora, nota bene... tra ciò che non è mai causale:
  • agosto 2013La Franklin Templeton Investment... compra in sostanza il 20% del debito del Paese 
  • settembre – Ottobre 2013 – Sia  Moody’s che Fitch abbassano il rating dei bond ucraini considerandoli spazzatura...
Con i "mezzi" della Franklin Templeton Investment, la società sbaglia così fragorosa(mente) il timing per/di un simile passo finanziario? He He...
Naa. La mossa è "esatta", perchè fa (p)arte di un piano più allargato, rispetto a quanto puoi essere (ri)portato a pensare.
Serviva il (con)senso. Ed il "ricatto" è sempre l'arma che più funziona.
Franklin Templeton Investment con sede in California, operante in 35 Paesi, con circa 880 miliardi di dollari gestiti, molti dei quali appartenenti ai fondi pensione...
Spingere Franklin Templeton Investment ad "(in)vestire, lì"... era uno degli scopi principali, legati al piano di "invasione e conquista", dall'interno, dell'Ucraina (la "nuova" forma di possesso indiretta/"pulita", attuata dagli Usa, dalla fine della seconda guerra del Golfo).
Dai. Prima o poi leggerai il “romanzo tratto da una storia vera” e potrai ammirare anche il film, con il famoso attore di turno e la bella di compagnia.
Ti diranno tutto, sbattendoti sul muso la verità condita con altro.
Ma tu vedrai solo un film, mangiando confezioni giganti di popcorn, conditi di bibita gassata.
Dopo la visione del film, lo stimolo più forte che ti caratterizzerà sarà quello, irresistibile, di chiedere (giustizia? Naa) "dove si trova il bagno".

Dopo il nuovo scandalo scommesse il calcio italiano rischia grosso.
"Quello che emerge è uno spaccato nazionale e transnazionale, dal momento che coinvolge anche diversi stranieri nel giro di scommesse".
"Ora diventa più difficile convincere russi, cinesi e arabi a investire nel calcio italiano. E noi italiani non abbiamo più risorse per andare davanti da  soli".
È il commento a caldo di un analista che segue il mondo del calcio dopo il nuovo scandalo sulle partite truccate che nella notte ha portato all'arresto di 15 calciatori, 6 presidenti di società sportive e un numero ancora imprecisato di dirigenti e allenatori di club che militano in Lega Pro e in Serie D.
I contorni del nuovo scandalo.
L'inchiesta avviata dalla Procura di Catanzaro ipotizza l'esistenza di un'associazione per delinquere gestita dalla ndrangheta, con il coinvolgimento di criminali internazionali
  • diventa più difficile convincere russi, cinesi e arabi a investire nel calcio italiano
  • associazione per delinquere gestita dalla ndrangheta, con il coinvolgimento di criminali internazionali
Ma… gli “investitori internazionali” sono già “qua, così”.
Oppure, credi ancora a… “Babbo Natale”?
Del resto, come considera l'in(vestire) all'estero... una società internazionale del calibro di Franklin Templeton Investment?
Lo hai letto poco sopra! Hai già dimenticato, oppure non (ri)esci proprio ad "unire i puntini"!

Questo è “parlar chiaro” e SPS lo fa, da sempre.

Se non capisci è perché ti è impedito farlo e non perché “non capisci”.

Accorgiti!

In alto i nostri cuori. Sono rivolti al Signore”…
Ogni potere viene da Dio. Fino a che te lo concede, non hai motivo di preoccuparti…”.
Leviathan
 
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com