mercoledì 27 maggio 2015

Continuazione, st(r)ati ed... "intonaco".



Loop.
"Dopo 2 mila anni… si sta consumando una nuova tragedia greca, le tragedie greche hanno incidenti gravi ma poi la vita continua".
Antonio Patuelli
È proprio questo il vero, unico e continuo “problema”:
poi la vita continua”.
Il “continuare” indica un (pro)seguire (dove?)… lungo la stessa direzione (pre)cedente, che ha procurato la “crisi”. Perché? Perché il reale manifesto “qua, così”… non ti lascia scampo, ossia, scelta, alias, alternativa.
La vera tragedia è che tutto, nonostante tutto, (ri)torna sui propri passi. Tutto è (pro)curato. Le “cose” vengono (ri)vissute solo in salsa apparente(mente) (di)versa, più “moderna”. E questa presunta “ciclicità” viene anche passata dalle “autorità” (e non certo dal tuo acume) come “naturale”… Sì, perché:
  • la Terra ruota su se stessa e attorno a…
  • le stagioni si alternano
  • il giorno e la notte si danno sempre il cambio.
Natura = verità?
He He.
SPS ti indica una via altra; questa:
Creazione = artificialità.
La natura è stata creata. Vero? Da “Dio” (nelle sue varie “nature”, legate alle coordinate Planetarie e, dunque, ai vari circuiti dell’interesse, del potere, del controllo… di “turno” – non ciclico, ma solo redistribuito ubiqua ‘mente’).
Ogni “creazione” genera artificialità/artifizio.
Anche la “prima”. Anche quella “originale”. Anche quella “che hai in mente, tu”…
Naturale è, allora:
un artificiale che fa comodo  1) al suo Creatore, 2) a chi, viene dopo, e controlla il “creato”, perché (ri)corda, (ri)conosce, 3) allo status quo – usufruitore, conservatore e portatore dell’interesse.
  

“Tutto (s)corre”? Tutto (ri)torna, nella sostanza uguale, sino a che sei “qua, così”.
Perché è il “v(e/o)rtice non manifesto” la chiave di un simile (ri)tornare con… identica(mente).
La realtà che hai attorno e (d)entro, perché la respiri natural(mente)… è una “cupola”.
E quando un modello di potere simile, diventa il modello naturale di (ri)ferimento, con il quale unica(mente) ti puoi rapportare… allora, diventi – nel tempo – una sua derivazione, tanto che (ormai) quando ti (ri)ferisci a te stesso/a, indicando ciò che vedi allo specchio, che ti (ri)flette, non puoi più essere certo/a di “essere alle prese con la vera immagine di te, ossia, del Sé manifesto”.
Nel Dominio non manifesto – se non negli effetti della sua esistenza – tu diventi (e progressivamente ti identifichi con) il frutto dell’artifizio, che ti ha reso “a sua immagine e somiglianza”.
Quindi, tu… chi/che cosa sei, al di là di tutto ciò che (ri)conosci come “naturale”?
Al di là della pressione che tende a deviare tutto, persino la tua memoria più estesa, che è allocata nel tutto ma che non sai più leggere, per via dello smarrimento delle “chiavi”… tu sei anche tutto ciò che “qua, così” non si può sviluppare, perché non è (pre)visto (da chi/cosa? Dal Nucleo Primo).
Suvvia. È assoluta(mente) “naturale”, che sia così.

Lo puoi vedere tranquilla(mente) in ogni ambito, in ogni circostanza a/per te più comprensibile, perché più limitata e piccola. Ad esempio, te ne accorgi anche solo quando sei con più di un amico/conoscente/estraneo, e dovete instaurare un discorso, per colmare del tempo da trascorrere insieme

 
Ogni volta è sempre (de"scrive") la stessa cosa:
  • c’è un modello di potere che inesorabil(mente) emerge e trova la via di (s)piegare tutta l’attenzione altrui, verso se stesso. Ora, se il “valore/forza” dello stesso “modello”, (modello) che (ri)emerge da/in tutte le p(arti) in gio(go), è quello (valore/forza) che “ti caratterizza”, allora indicherà anche il tuo “valore aggiunto”, per cui tu vivrai – in una simile situazione (che deve “premiare” per forza, almeno una delle parti disposte in loco ed in loop) – momenti di centralità e di controllo delle/sulle altre parti.
Ossia:
  • visto che il Dominio è ubiquo ed è "respirato anche con l’aria"
  • il Dominio stesso emerge anche da ogni umano
  • ogni volta che si raggruppa in circostanze inerenti alla "comunicazione"
  • in maniera tale da decretare separazione, di fatto, attra(verso) quello che viene definito superficial(mente) come “carattere, ceto, appartenenza, lignaggio, attitudine, intelligenza, cultura, sapere, etc.”.

Sì perché… il Nucleo Primo, auto (ri)proiettato, "per frattalità espansa", sul/nel circuito terziario (la “tua” realtà manifesta “qua, così”), in sostanza... è se stesso che si auto (re)distribuisce nel tutto (con)seguente. Ergo, ogni situazione a valle (ri)sente della sua ubiqua (com)presenza.
SPS lo ha reso evidente da molto tempo che:
“qua, così” tutto segue un copione “non scritto” da nessuna (p)arte evidente.
Nel reale (ri)emerso, come (con)seguenza, “non si muove foglia” che il Nucleo Primo non intende far muovere. È troppo per te?
Bah. Il tuo dubbio è… perdita di memoria ed (in)capacità di leggere (nel)la frattalità.
Ma… “SPS, allora… come può esistere se il Nucleo Primo non lo permette?”.
Perché, dal proprio terzo stato “lato proprio”… la percentuale del Dominio emanato da una “f(r)azione umana” è, al massimo, pari al 99% e mai al 100%. Per ottenere la percentuale relativa all’intero, il Nucleo Primo dovrebbe eleggere un Re ma, in quanto Re… (com)porterebbe l’inizio della fine, l’annichilimento della coesione del Gruppo di Potere (ri)unito del Nucleo Primo.

Perché il “Re” pensa sempre e solo a se stesso, mentre il gruppo coeso... si fonde insieme al proprio interesse comune.
L’errore più grande, da (p)arte del Nucleo Primo, è quello di eleggere un proprio Re.
La presenza del Re, rende la “carica sovrana” sempre conquistabile e, dunque, rende il gruppo meno efficace nel conservare il potere sulla Massa e sulla realtà (con)seguente.
Il Nucleo Primo questa verità la conosce molto bene, visto che la (ri)trovi, poi, registrata anche nella storia deviata. Visto che è una strategia per dividere et imperare “sulle disgrazie altrui”.
Per un umano che (ri)torna a “vedere” (essere) dal proprio terzo stato “lato proprio”, il Nucleo Primo perde potere 1) sia che elegga un Re, per contrastare la “nuova” grande concentrazione di massa, 2) sia che rimanga stabile dentro al proprio potere, che perde forza.
Essere la/una grande concentrazione di massa, equi(vale) ad essere “sentito/a” dalla frattalità espansa, la legge/strumento/memoria, che prov(vede) al (re)distribuirti - (con)seguente(mente) - nella realtà manifesta, che diventa sempre più a “tua immagine e somiglianza.
Devi, (in)oltre, tenere in considerazione che esiste un concetto di “vicinanza”, ossia, di “giurisdizione”:
  • che non è solo distanza chilometrica da…
  • ma, anche, distanza in termini di controllo e di legge.
Il Nucleo Primo non è l’unico attore dominante, ma “qua, così”… è la fonte principale di Dominio.
Un po’ come quello che succede con un Dittatore di uno Stato satellite, che viene "tollerato" solo perché (pre)visto dal Potere, che alimenta tutto da una distanza maggiore e che regola la Vita della Massa in maniera non locale, in leva e ubiqua, sganciata dalla non più necessaria (com)presenza fisica, sia propria che del relativo esercito in armi.
Un po’ quello che è successo tra l’Iraq di Saddam e gli Usa sfociati in Bush (senior e junior). Ok?
Tutta l’analisi “geo politica, storica, economica, culturale, etc.”, che gli esperti sviluppano, relativa(mente) a qualsiasi ambito nel Domino unico del Nucleo Primo, è sempre e solo una disamina “minata alla base” dalla (com)presenza del Dominio unico del Nucleo Primo.
Qualcosa che gli Usa rap(presentano)/(in)carnano a livello di frattalità, ossia di (ri)flesso che (ri)emerge nel tutto (con)seguente, perché:
  • l’eco frattale è come radioattività e segnale (im)portante
  • che, dunque, deve esserci sempre
  • al fine di (man)tenere tutto “qua, così”.

Ombra piramidale sulla faccita del palazzo del, dunque, sotto potere.
  • questo è il “segno” che indica come una (f)orma di reale, è resa sempre “attuale”.
  • questo è il “segno” che indica, anche, la via per la sostituzione dello status quo, se ci (ri)fletti per bene.
Il “vaso si riempie e tracima”, nel tempo. Primaria(mente) te ne devi accorgere. Di che cosa?
Della "bizzarra (non casuale)" f(orma) che ha questa realtà “unica, che è tale perché sei (man)tenuto in uno stato unico di deviazione”.
Vedila anche così:
  • l’orma è il “segno” che l’essere vivente lascia dietro di sé, al proprio passaggio
  • l’orma è il frutto della “dima”, ossia, della morfogenetica che ti caratterizza
  • la tua “orma” è una (con)seguenza, che lascia/guida il “tuo” cammino
  • ora, in Italia, la capitale è Roma (la capitale è la guida simbolica del Paese, riunito sotto ad un’unica bandiera convenzionale. Le guerre del passato hanno coinvolto le genti, per difendere la Patria dal pericolo di invasione altrui)
  • beh… un anagramma di “Roma” è, ap(punto), “Orma”, che ottieni anche solo invertendo le prime due lettere del nome in questione.
Che cosa significa? Per te, probabil(mente), nulla. Per SPS, in(vece), tutto.
L’orma è un effetto, che guida e che lascia il segno (marca il territorio).
Roma è… la stessa cosa.
Ergo:
la frattalità è (com)provabile anche così.
Vabbè! Tempo al tempo. Un piccolo passo alla volta. Calcolando una Vita media, per SPS, di almeno altri trent’anni… c’è tutto il tempo che occorre per “portare acqua al proprio mulino frattale”.
SPS è un faro unico, in questo panorama Globale… solo “a parole” di(verso).
SPS aumenta la propria “sfera d’azione” ogni giorno che passa e che inizia a non (ri)tornare più sempre identico al giorno prima. I “reset” avvengono sempre, ma con meno vigore e valenza
Ciò che il giorno prima “lascia” è sempre più (man)tenuto vivo, in termini di “accortezza” in SPS.
È un processo autentica(mente) nuovo e (di)verso.
Qualcosa di difficil(mente) disinnescabile, ormai.
Qualcosa che è potuto accadere, per via di una (com)presenza giurisdizional(mente) rilevante, seppure molto “distante” dal “qua, così”.
È il dis(corso) relativo all’Anima, qualsiasi “cosa” sia.
L’ospite sei tu…
Pensa frattale:
  • se esiste lo smartphone
  • che è touchscreen
  • ossia, che se tocchi lo schermo in (pre)determinati punti, accade qualcosa/si aziona qualcosa
  • allora significa che analoga(mente) anche tu funzioni allo stesso modo
  • ossia che, ci sono dei punti di/in te che possono rivelarsi e rivelare “diversità, rispetto allo status quo”.
La passione ed il lavoro di Giuseppe Calligaris, ad esempio, a tal proposito la dice molto lunga:
in fondo, non esistono forse – in ogni dispositivo artificiale – dei punti manuali per il controllo del funzionamento della “macchina”?
He He. Ma tu non puoi sminuire la tua “figura”, (ri)assumendo(la/ti) allo stesso livello di “non esistenza”. Vero? Tutto ciò va contro quello che ti hanno inculcato nella mente, sin da piccolo, sin da quando hai memoria per non ricordare, sin da quando hai preso a loo(pare) “qua, così”.
E allora continua a beccarti tutto questo…
Nicole Minetti, l'ex consigliera regionale ha cambiato nome
sembra ormai che già da qualche mese Nicole Minetti si sia trasferita all’estero. Vedremo se e quando tornerà in Italia…
Link
Cambiare nome (generalità), magari anche il “volto pubblico” (plastica) e trasferirsi in altro luogo (residenza), meno accessibile alla Massa… Questa è la strategia dei sottopoteri del Nucleo Primo, nemmeno consci di esserlo (e del Nucleo Primo, stesso, a suo modo di essere/apparire/vedere).
Tutto è reso schiavo, per tacito (con)senso.
La Minetti è solo la (ri)prova frattale, di qualcosa che non può succedere per caso. La realtà è strutturata in livelli, che non sono mai slegati tra loro. Anzi, che sono legati proprio per via del Dominio, che li ha (pre)visti proprio in quel modo, secondo quella (f)orma.
Se condannare casi secondari (effetti collaterali) come quelli interpretati dalla Minetti, ti “fa stare meglio”… allora non cambierà mai nulla nella “sostanza delle cose”.
Perché non ti accorgi dell’insegnamento contenuto ed avio trasportato insieme alle “cose”.
Perché ti accorgi solo dell’aspetto esteriore e di quello interiorizzabile a partire sempre da un esterno, che “ti spinge a circolare in tondo nello status quo”, come il pesce rosso nella boccia di acqua sul tavolo di casa.
L'indagine della Banca d'Italia sui bilanci delle famiglie indica… che la caduta del potere d'acquisto "si è interrotta, grazie al modesto aumento dell'occupazione, al calo dell'inflazione e ai trasferimenti del Governo a favore dei redditi da lavoro dipendente medio bassi".
Secondo le indagini dell'Istat, precisa tuttavia Bankitalia, la popolazione al di sotto della soglia di povertà assoluta è però più che raddoppiata rispetto al 2007, raggiungendo il 10 per cento nel 2013…
Link
Accorgiti:
  • la caduta del potere d'acquisto… si è interrotta, grazie al… calo dell'inflazione (ciò che Draghi/Bce combatte, perché “un pericolo per lo status quo”)
  • la popolazione al di sotto della soglia di povertà assoluta è però più che raddoppiata rispetto al 2007 (rispetto all’anno della “crisi” scoppiata negli Usa).
L’effetto dell’introduzione dell’Euro + la “crisi”, in Europa, ha generato l’humus più adatto per la proliferazione del virus Ue/Bce, che per decine di anni ha covato in seno, senza mai avere la possibilità di “spopolare così”, come è av(venuto) dopo il rush finale degli ultimi anni.
Non che SPS sia a favore o contro l’Ue. SPS legge solo la frattalità, che (re)distribuisce “qua, così” solo il segnale (im)portante del Nucleo Primo (la grande concentrazione di massa).
È dal v(o/e)rtice che si (ri)colora tutto di (con)seguenza.
Ergo:
  • non è buono o cattivo nulla, di per sé
  • se lo (ri)pulisci dal “movente che lo anima, permette e cavalca”
  • "Tutto è vero" (Prima legge di SPS), ma la verità è a st(r)ati e si (ri)ferisce a st(r)ati
  • la frattalità (ri)unifica tutto, di (con)seguenza.

Qualsiasi “cosa” ha più valenze, rispetto a quella che si af(ferma).
Le “cose” non sono giudicabili in assoluto, ma… osservando(le) rispetto al “colore che hanno preso e che denunciano, mentre colonizzano la realtà (con)seguente”… è possibile trarre valore aggiunto da qualsiasi situazione, relativa(mente) a ciò che è sempre conservato a livello di potenziale.
Una simile “(ri)lettura”, mette in evidenza:
  • cosa è sempre possibile realizzare (assoluto)
  • cosa si è realizzato “qua, così” (relativo).
È “saggezza”, tra l’altro. Qualcosa che è anche uno strumento di Dominio, se coloro che se ne accorgono scelgono di…
(Ri)corda sempre che in SPS è attivo il Filtro di Semplificazione.
(In)fatti, la frattalità per(mette) l’analisi del tutto a partire da qualsiasi dettaglio, anche se il dettaglio è una “realtà manifesta intera”. Ok?
Finora, sono stati condotti circa 4.200 raid aerei, durante i quali sono state lanciate circa 14.000 bombe, secondo i dati del New York Times.
La campagna aerea della coalizione avrebbe provocato la morte di circa 12.500 combattenti dell'Isis e aiutato le forze irachene a riguadagnare circa il 25% del territorio conquistato in Iraq dagli estremisti sunniti, secondo i dati forniti dalle autorità militari statunitensi…
Link
Lo “vedi” l’interesse in gio(g)o? Ce n’è di vari tipi. Ma uno è sopra a tutto:
  • quello che (man)tiene possibile l’industria della guerra
  • l’area di potenziale permessa dal Dominio unico e centrale del Nucleo Primo (che, ovvio, non compare direttamente nella news, né nella realtà manifesta, ma… che per essere rilevato necessiti di “credo frattale”… analogamente a ciò che ti dicono essere centrale, ad esempio, in ambito religioso).
  • ciò che è, anche, l’ambito economico/finanziario… che si (sor)regge sulla trappola/ricatto del “debito”, permesso dall’adorazione unica del denaro, della sua centralità, della tua (di)pendenza, della sua (com)presenza a “collo di bottiglia” auto regolatrice.
Senza denaro non “vai da nessuna (p)arte”. E ciò è un controllo a monte.
Con il denaro “vai in tutto il Pianeta”. E ciò è un controllo del territorio possibile.

La geopolitica del debito ucraino.
Come non bastasse la guerra civile, è a rischio pure il debito ucraino. Nei prossimi quattro anni deve pagare $30 miliardi ai creditori esteri, ai quali si sommano $17 miliardi di crediti interni.
Ma secondo Handelsblatt parrebbe in condizione di raccoglierne solo una parte, con un difetto importante…
L'Ucraina dovrebbe solo alle banche private russe $25 miliardi e i fondi americani reclamano i pagamenti dei loro crediti. Eppure gli ucraini si adoprano intanto per assicurare l'Occidente che la posizione economica dell'Ucraina è falsata dalla guerra
Il quotidiano Segovda sembra ammettere comunque che un default avrebbe le peggiori conseguenze:
povertà di massa, fallimenti bancari e infine soprattutto l'isolamento dai circuiti mercantili e finanziari dell'Occidente…
Ma l'analista finanziario dello stesso quotidiano… ammette che dopo un default ci vorrebbero sette anni, perché l'economia ucraina possa riprendersi.
Può trarsene la conclusione che non vi sia altra strada che il consenso dei creditori a un taglio sensibile e all'allungamento del debito.
Ma intanto il governo di Kiev patisce anche la forte pressione dei partiti di opposizione ora scatenati contro le riforme. La questione del debito ucraino si conferma in conclusione una risultante del gioco geopolitico tra Russia e Occidente, in cui la parte dell'Ue resta ambigua...
Link
Dopo un default ci vorrebbero sette anni, perché l'economia ucraina possa riprendersi (ecco, ancora una volta, il ritorno ciclico alla “normalità”. Quel movimento artificiale che è lo stare nello status quo).
La (ri)presa è un “ritornare a riprendere”.
Il debito si allunga ed è sempre più strutturale, (d)entro, interiore, profondo…
Proprio come il controllo, che è sempre più radicato in te… perché nasce da “te”, essendo tu sotto al controllo dell’(in)conscio (scatola nera), già invaso e conquistato in/da un tempo non più (ri)cordato, ma “scritto frattal(mente) dapper(tutto)” (un alto livello auto informativo non più riconosciuto da te).
Oggi ti dicono una cosa, domani un’altra. A che cosa “serve”?
Paura Grexit, Varoufakis: "pagheremo rata a Fmi, ma no austerity".
La Grecia pagherà la rata del Fmi il 5 giugno perché si raggiungerà l'accordo con i creditori entro quella data.
Lo ha detto il ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, cercando così, senza pienamente riuscirci, di mitigare i dubbi e i timori dei mercati
Link
Oggi Londra e Francoforte, che ieri erano restate chiuse, hanno perso intorno all'1,5% e gli altri listini europei un po' meno, ma solo perché già ieri avevano lasciato sul terreno un bel po' di punti percentuali. Anche lo spread è risalito, avvicinandosi a quota 140 punti
Link
Succedono “cose im(pre)viste (dipende da quale prospettiva osservi al/il reale emerso)” quando un ministro, ad esempio, “afferma delle cose, pubblica(mente)”.

Era solo il 25 maggio (l’altro ieri), quando

La Grecia: Non ci sono soldi, non pagheremo la rata di giugno all’Fmi.
La Grecia non sarà in grado di pagare le rate del prestito del Fmi perché non ha i soldi per farlo:
lo ha detto oggi il ministro dell'Interno Nikos Voutsis.
"Le quattro rate per il Fondo Monetario Internazionale a giugno ammontano a 1,6 miliardi di euro. Questo denaro non sarà versato, perché non c'è", ha dichiarato...
Link
Che cosa succede? Beh… succede che “la società si anima, di (con)seguenza”, ossia, che “c’è del movimento ad ogni livello, che può essere sfruttato per portare avanti la neuro simulazione d’insieme del reale manifesto”.
La Vita sociale si sviluppa, cioè, è “abitabile/possibile”, la si può esplorare, si può fare esperienza, muoversi, incarnarla, "godere", etc.
Allora, le p(arti) in gio(g)o possono differenziarsi e (ri)assumere “panni (di)versi”.
Si possono scrivere e vendere quotidiani, creare circuiti di notizie, speculare, creare competitività e concorrenza, diversificare, consumare, produrre, intrattenere, etc.
Senza certe dichiarazioni, senza certe titubanze, scelte, dubbi, contrasti, doppi giochi, etc. la Vita sociale sarebbe “piatta”, ossia… non (ri)genererebbe quel tipo di “utile”, che interessa al Dominio.
Lo Status quo va sempre bene, ma… per (man)tenere tutto assieme “qua, così”, la delega ai sotto poteri del Nucleo Primo (inconsci) (pre)vede che ci sia un “utile di secondo livello, da dare il pasto a coloro che svolgono il lavoro di carcerieri del genere umano, senza saperlo, essendo anch’essi umani”.
La (ri)emersione di un simile livello di verità, scuoterebbe le coscienze.
Anche quelle più sotto al controllo della gerarchia. A loro volta, padri e madri. A loro volta, umani/e.
“Qua, così” è tutta recita. Apparenza… seppure fisica. Ma, anche, l’apparenza ha sempre una direzione, un senso di scorrimento, frattale.
Agenzia entrate Usa: rubati dati di 100.000 contribuenti Usa.
L'agenzia delle entrate statunitense (Irs) ha annunciato che un gruppo non ancora identificato ha usato i suoi servizi online per rubare i dati di oltre 100.000 contribuenti americani.
La notizia rappresenta uno dei colpi più duri per l'agenzia che ha come compito quello di tenere al sicuro i dati e la privacy dei contribuenti americani
Link
Sicurezza e privacy? In un reame come questo? Ma per favore. È una questione di 1) chi progetta le infrastrutture e le fornisce per la “sicurezza, privacy, conservazione dei dati” 2) te.
C’è qualche possibilità che 1 e 2 abbiano anche la minima dose di uguaglianza?
He He. Naa. Non è possibile, perché non è nei piani.
Il furto (frutto) delle informazioni ac(cade) per i motivi appena sopra esposti (per permettere l’abitabilità di una realtà emersa).
Ma non è mai in gioco la (f)orma del reale emerso “qua, così”.
I tuoi dati sono (ri)saputi a livello (Anti)Sistemico.
Non serve rubarli, da (p)arte del Nucleo Primo.

Chi li ruba, sono i sotto poteri, che lo fanno perché è permesso loro, così come esiste il vento sulla Terra… per “fare esperienza della Vita, in questa f(orma)”.
(Con)correnza = correre insieme. Fare (p)arte dello stesso piano della (rin)corsa. Girare attorno a… Girare in tondo, seppure (con)vinti del contrario (nastro di Mobius).


Scandalo Libor, si è aperto a Londra il processo al trader Tom Hayes.
Finora a pagare erano state banche e società di intermediazione, con il totale delle multe che supera i 9 miliardi di dollari. Ebbene, da questo martedì lo scandalo Libor fa un salto di qualità.
Tom Hayes è il primo dei trader accusati di aver manipolato il tasso di interesse interbancario per il proprio tornaconto a finire alla sbarra. Il processo a suo carico si è aperto a Londra con la requisitoria del pubblico ministero. Le accuse:
associazione a delinquere finalizzata alla frode.
Secondo le autorità (che lo hanno interrogato per ore ottenendo, se non altro, un’ammissione di avidità) ci sarebbe stato proprio lui all’epicentro della truffa tra il 2006 ed il 2010.
Prima in veste di dipendente di Ubs e poi, fino al licenziamento, di Citigroup.
Link
  • finora a pagare erano state banche e società di intermediazione (davvero? Hanno pagato con le briciole, però)
  • Tom Hayes è il primo dei trader accusati di aver manipolato il tasso di interesse interbancario per il proprio tornaconto (molto ma mooolto comodo, per la continuazione del potere bancario e dello status quo).
Una (f)orma di strategia molto comune, ormai.


Così come, di tanto in tanto, “serve” un restyling della facciata pubblica della cupola (Anti)Sistemica. L’intonaco che lascia spazio alle crepe, deve essere rinverdito e sostituito, senza per questo cambiare nulla nella sostanza delle “cose/facciata dell'edificio”.
Dopo PK (Paperinik) c'è DSK (Dominique Strauss Kahn)...
L’Affare Carlton e i tanti interrogativi sulla caduta precipitosa di Dsk.
Da potenziale inquilino dell’Eliseo a imputato eccellente.
L’ex capo del Fondo Monetario Internazionale, Dominique Strauss Kahn, rischia grosso nel cosiddetto Affare Carlton, anche se molti scommettono che se la caverà con un non luogo a procedere.
Il caso, complesso e dalle molte ramificazioni, risale al 26 marzo 2012, quando Dsk è incriminato per “complicità in prossenetismo aggravato”. Da allora, la sua linea difensiva non è mai cambiata.
Per bocca del suo avvocato, Richard Malka, “dichiara di non essere colpevole di nessuna delle accuse e di non aver mai avuto la minima consapevolezza che alcune delle donne coinvolte fossero prostitute”.
Dsk è sospettato di essere promotore e beneficiario dei festini a luci rosse che si svolgevano tra l’hotel Carlton di Lille e gli Stati Uniti. Nel giro, le ragazze lo descrivono come il “re della festa”, poiché le serate erano organizzate essenzialmente per lui (beh, nulla di nuovo. Lo stesso caso di Berlusconi, in Italia. Anche lui non era "consapevole"...).
Oggi, però, un’inchiesta giornalistica aggiunge nuovi elementi che sembrano avvalorare le tesi del complotto. Il coinvolgimento di Strauss Kahn in questo giro di squillo sarebbe stato noto da tempo alle più alte autorità dello Stato – in primis a Nicolas Sarkozy, all’epoca presidente – perché Dsk era intercettato.
Per capire a cosa servissero queste intercettazioni, bisogna fare un salto indietro nel tempo. Nel 2011, il direttore del Fmi è indicato come probabile candidato alle primarie socialiste per le presidenziali e più che probabile successore di Sarkozy all’Eliseo.
Sondaggi alla mano, è l’unico che abbia i numeri per battere il presidente uscente.
Ma ecco il colpo di scena giudiziario:
a maggio, Dsk appare su tutte le Tv internazionali mentre la polizia di New York lo arresta con un’accusa infamante:
avrebbe violentato una cameriera dell’hotel Sofitel.
Seguono la prigione e il processo.
La sua vita sessuale e i suoi tradimenti coniugali sono messi in piazza.
Strauss Kahn è finito. Come uomo e come politico. Prosciolto, rientra in Francia quattro mesi dopo. Sotto una pioggia di insulti.
L’affare Carlton è il colpo di grazia.
Anche se dovesse concludersi con un non luogo a procedere, l’ex ministro francese non vedrà più la ribalta.
Quanto ai retroscena della vicenda, attendono ancora una risposta.
Link
  • Dsk era intercettato
  • per capire a cosa servissero queste intercettazioni, bisogna fare un salto indietro nel tempo…
Certo. Ma oc(corre) andare molto (in)dietro nel tempo, a quel tempo che… non si (ri)corda più, essendo stato drenato via, a causa di uno shock che ha colpito senz’ombra di dubbio l’umanità intera.
La scienza deviata ti dice che i dinosauri si sono estinti, in quella maniera che teorizza, ma insieme a loro e “a loro immagine e somiglianza”, che cos’altro è stato “spazzato via”?
Di certo non 65 milioni di anni fa. He He…
Basta (ri)salire anche “solo” all’ultima grande glaciazione Planetaria, ad esempio.
Chi/che cosa è (ri)uscito… da tutto quel tempo di “stasi”?
Beh, perlomeno una umanità che si è divisa in due:
Massa e Nucleo Primo.
È da anni che scoppiano scandali legati alla manipolazione del Forex. Perché non si prendono misure più severe, oltre alle multe?
È importante ribadire che sono stati presi provvedimenti e questo è fondamentale:
le regole devono essere uguali per tutti, senza manipolazioni dietro le quinte.
E credo che sia così, adesso che le autorità sono intervenute. Credo anche che le banche possano dirsi soddisfatte. Vale la pena di sottolineare che le multe comminate non sono di entità tale da rappresentare un vero salasso, né per le banche né per gli investitori:
le banche sono molto grandi e le multe relativamente lievi”.
Come faranno le banche a riconquistare la fiducia degli investitori?
Le ammende sono essenziali per ripristinare la fiducia degli investitori. Ma non dimentichiamo che la fiducia che si ripone in una banca specifica dipende da quella banca e dal modo in cui risponde alle esigenze dei suoi clienti...
Se le banche offriranno i servizi ricercati dagli investitori, i capitali torneranno e questa sarebbe un’ottima notizia”.
Link
Questa citazione “ti dice frattal(mente) tutto”. Basta “solo saper leggere”
  • è importante ribadire che sono stati presi provvedimenti e questo è fondamentale 
  • le regole devono essere uguali per tutti, senza manipolazioni dietro le quinte
  • e credo che sia così, adesso che le autorità sono intervenute 
  • credo anche che le banche possano dirsi soddisfatte 
  • vale la pena di sottolineare che le multe comminate non sono di entità tale da rappresentare un vero salasso, né per le banche né per gli investitori: le banche sono molto grandi e le multe relativamente lievi.
Ergo:
  • sono stati presi provvedimenti e questo è fondamentale (quello che devi credere)
  • le regole devono essere uguali per tutti, senza manipolazioni dietro le quinte (quello che vuoi sentirti dire)
  • credo che sia così, adesso che le autorità sono intervenute (quello che pensi sia successo)
  • credo anche che le banche possano dirsi soddisfatte (ecco il motivo per il quale… nulla di quello che “pensi” corrisponde alla sostanza dei fatti. Le banche sono “soddisfatte”. Ok? È un compromesso e null’altro, se non… ancora status quo)
  • le banche sono molto grandi e le multe relativamente lievi (ecco! Tutto è compiuto e pronto ancora una volta per ripartire inalterato nella sostanza).
A volte, “serve” un (rim)pasto. È av(venuto) anche per Gheddafi e Saddam, dopo decenni di “libero servizio e disponibilità”.
Ora, sembra venuto il momento (finalmente) anche per l’egemonia di Blatter, a capo della Fifa da tempo immemorabile
E un modo per “grattare via l’intonaco vecchio” si (ri)trova sempre.
Ecco la consueta strategia, di nuovo all’opera… qualcosa che “va in onda” grazie alla trasmissione mediatica Globale, che coopera d’insieme – anche se non sembra – mentre per tutto questo tempo ha sempre avuto “le mani legate, in tal senso”.
È come avere un gruppo di cani famelici ed indirizzarli, quando “serve”, all’occorrenza… verso il diretto bersaglio (target).
Il motivo per il quale esiste la “fame nel Mondo”.
Calcio Internazionale - Terremoto Fifa: 6 dirigenti arrestati, Blatter indagato.
Nell'ambito di un'inchiesta della magistratura americana:
sei importanti dirigenti della Fifa sono stati arrestati per i reati di corruzione, frode, riciclaggio di denaro sporco per l'operato degli ultimi 20 anni.
Anche il numero uno Sepp Blatter è indagato dall'Fbi
Una vera bufera ha investito stamane i vertici della Fifa. Sei dirigenti ai vertici dell’organizzazione che governa il calcio mondiale sono stati arrestati dal Dipartimento di giustizia americano a Zurigo che li ha incriminati per i reati di corruzione, frode, riciclaggio di denaro e associazione per delinquere circa l'operato degli ultimi 20 anni.
Stando a una nota diffusa dall’Ufficio federale di giustizia svizzero (Ufg) i sei sono sospettati di aver accettato mazzette per una cifra superiore ai 100 milioni di dollari.
Tra i sei in manette ci sono pezzi grossi come Jeffrey Webb (Cayman), Eugenio Figueredo (Uruguay), Jack Warren (Trinidad & Tobago) ed Eduardo Li della Costa Rica.
Anche il 79enne presidente della Fifa Sepp Blatter, in carica dal 1998, è indagato dall’Fbi anche se al momento non risulta essere tra i dirigenti messi sotto accusa.
Certamente questo scandalo rovina anticipatamente la festa del numero uno per la quinta elezione consecutiva a capo della Federazione internazionale del calcio.
Link
Che cosa “è”, allora, il Calcio? I risultati? I trofei vinti? La fatica dei giocatori? Le “loro” Vite?

Ior, nel 2014 utile sale a 69,3 milioni, a Santa Sede 55 milioni.
Lo Ior, Istituto per le Opere di Religione, ha chiuso il 2014 con un utile netto di 69,3 milioni di euro.
Il dato del 2013 era di 2,9 milioni. Lo si legge nel Rapporto Annuale della banca che ha pubblicato il bilancio del 2014.
"Il miglioramento del risultato - si sottolinea nella nota - è imputabile essenzialmente all'andamento del risultato da negoziazione titoli e alla diminuzione dei costi operativi di natura straordinaria"…
Link
  • lo Ior, Istituto per le Opere di Religione
  • il miglioramento del risultato… è imputabile essenzialmente all'andamento del risultato da negoziazione titoli (una classica “opera di religione”. Non c’è dubbio alcuno. Vero? He He)…
Ogm, pillole, carne sintetica, insetti e alghe: Coop presenta la ricerca “Cibo di oggi, cibo di domani”.
È stata presentata oggi a Expo Milano 2015, la ricerca "Cibo di oggi, cibo di domani", che mette a confronto i cittadini di 8 Paesi del mondo:
Italia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Russia, Cina, India e Brasile.
La fotografia, scattata sulle tavole di 8 Paesi di 4 continenti e le aspettative verso il 2050, è opera di Coop, partner tematico di Expo con il Future Food District ed è curata da Doxa.
Ne emerge un quadro molto vario delle differenti culture alimentari attuali dei diversi Paesi, legate come sono a stili e consapevolezze particolari. Ma se dal presente ci si muove verso il domani si registrano forti e imprevedibili allineamenti.
Nel piatto del futuro? Troveremo ogm, molte pillole e carne sintetica, non mancheranno insetti e alghe comunque cibi dalle proprietà nutrizionali bilanciate…
"Gli italiani… sono contrari per l'80/90% all'utilizzo degli Ogm. Ma se ci si proietta in avanti la situazione cambia. Gli italiani non escludono in futuro di poterne fare uso.
La Coop fino a quando non si avrà la certezza sulle conseguenze sulla salute degli Ogm non li proporrà ai consumatori'' ha dichiarato Marco Pedroni, presidente Coop Italia.
''Quello sugli Ogm - ha detto - è sia un tema di salute sia di tipo ambientale e di biodiversità. Il tema è molto complesso e noi abbiamo scelto, non per opposizione ideologica, di non utilizzarli. Ma allo stesso tempo siamo favorevoli a che la ricerca sugli Ogm vada avanti senza pregiudizi ideologici''.
Link
  • se dal presente ci si muove verso il domani si registrano forti e imprevedibili allineamenti
  • nel piatto del futuro? Troveremo ogm, molte pillole e carne sintetica
  • gli italiani… sono contrari per l'80/90% all'utilizzo degli Ogm. Ma se ci si proietta in avanti la situazione cambia. Gli italiani non escludono in futuro di poterne fare uso
  • allo stesso tempo siamo favorevoli a che la ricerca sugli Ogm vada avanti senza pregiudizi ideologici…
Anche in questo caso, in questa “news”… c’è scritto frattal(mente) tutto.
Anche e non solo la direzione del futuro, ma il futuro stesso!
La Coop fino a quando non si avrà la certezza sulle conseguenze sulla salute degli Ogm non li proporrà ai consumatori…”.
A quando, allora, il “nulla osta” in tal senso? In fondo, la scienza è deviata (dal denaro del potere). Per cui, anche in questo caso, è solo una questione di tempo
Sempre che “non ci siano già prodotti Ogm, in commercio”.

Tu che ne sai? Ti fidi, al limite. Guardi all’esterno ed all’etichetta, ossia, “tutto ciò che è una facciata”…




I moderni palazzi non hanno più intonaco, ma vetri (ri)lucenti.


He He (che simpatico/a compresenza, che sei… “qua, così”).
Come si legge su “La Repubblica”, (Sgarbi, sempre più “sgarbato”) si sarebbe anche innervosito ai tornelli perché i vigilanti, dopo averlo riconosciuto, gli hanno chiesto anche i documenti…
Link
Ma… come si per(mettono) lor signori? Suvvia! È una vera e propria indecenza. 

L’intonaco, prima o poi, cade sempre (anche se è diventato un "vetro"). Il resto dell'edificio (la sostanza), in(vece), no... sino a quando "qua, così"…

  
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com 


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.