lunedì 4 maggio 2015

Chi guadagna semp®e, nonostante tutto?


La Luna ti osserva.
Nessuna generazione è libera. E la nostra non è diversa
Perché? Perché l’umanità è malata. Da una parte c’è il mondo, le sue religioni, i suoi politici e i loro interessi.
Dall’altra c’è Dio
Ogni essere umano, in ogni momento storico, ha dovuto compiere la medesima scelta”.
Persecuted
Dall’altra c’è Dio…”:
ne sei proprio sicuro/a?
SPS è propenso a (ri)tenere che:
dall’altra c’è… un “vuoto”, che il Nucleo Primo ha (in)carnato e caratterizzato.
Il vuoto è la mancanza di risposte. Una carenza di (ri)cordi.
Un “vuoto di memoria”…
Qualcosa che rende tutto "complesso".
Ma... è molto semplice, eliminare la complessità:
  • basta “(pre)cederla
ossia
  • è sufficiente (ri)salirla, come per superare il manto delle nuvole, per accedere al sereno, ai raggi solari, alla visione più “alta”.
La complessità è come inquinamento, che avvolge tutto e con(vince) – per “asfissia” – che sia “normale così”.
Al di sotto (dentro) c’è una normalità “artificiale”.
Al di sopra (fuori) c’è una normalità “naturale” (laddove, per naturale, occorre rendersi conto che… si tratta di un grado di artificiale, del quale non si ha più memoria, relativamente alla “causa originale”).
Tutto ciò che è oggetto dell’opera della “Creazione” (di qualsiasi natura sia)… è sempre “artificiale” (proprio perchè... creato).
Da questa prospettiva, ti rendi conto che... la “classificazione per separazione”, ad opera della mente, è un modo di processare la realtà (ri)emersa, piuttosto limitato e limitante.
L’Oltre Orizzonte, “qua, così”… non lo “afferri mai”.
  
E, di (con)seguenza, tutto ti (s)fugge.
Le associazioni d’idee a carattere frattale espanso (frattalità), ti (man)tengono sempre “informato/a”, ma… con sempre maggiore evidenza, qualcosa si oppone al tuo interno, affinché tu possa accogliere l’autentica (porta)ta di un simile “parco auto informativo” altro, rispetto a “ciò che sai, perché ti hanno detto che…”.

Ciò che da (d)entro, ti blocca “qua, così”… è una auto suggestione che, nel tempo, ti sei “recitato/a addosso”, mentre sei stato/a a bagnomaria nelle convinzioni di (p)arte, che ti hanno reso “così”.
Ciò che da (d)entro di blocca “qua, così”… è l’opera del “tuo” esterno, ossia, del Nucleo Primo… che, dalla propria posizione non manifesta ma (com)presente, ti “lavora fine(mente)”... in maniera tale da “(con)cedergli costante(mente) il… passo”.
Il suo vant(aggio) è il tuo (con)seguire.

Aggio:
  • cambio vantaggioso
  • ad esempio… descrive… il valore più alto di una moneta metallica rispetto al valore intrinseco del metallo di cui è composta.
  • è da notare che l'aggio indica anche la percentuale che viene trattenuta dal privato esattore di tributi a titolo di compenso
Link
Un “compenso” che non ti (ri)guarda mai, se non (in)diretta(mente), per via frattale (che ti ricorda la situazione generale nella quale sei “immerso/a” e che, per “delegazione” sei portato/a a conseguire, facendone parte e partizione).
Il valore più alto di una moneta metallica rispetto al valore intrinseco del metallo di cui è composta…”:
una conv(i/e)nzione.
Se il metallo è prezz(abile) (in funzione della lavorazione e della quantità/qualità)… il valore della “moneta” è solo il frutto di una “compravendita”, che avviene in un Mercato sotto al controllo dei poteri dominanti.
I due valori costituiscono le due facce della moneta, che il Nucleo Primo padroneggia dal proprio “terzo stato”, ricavando 1) status quo e 2) la continuazione dello status quo. Perché, nella prospettiva della realtà a monte del reale (ri)merso… il Nucleo Primo “non possiede nulla, se non tutto quello che è (con)vinto che sia… così”.
L’in(canto) è un forte vento, una estrema corrente, che “spazza l’intero Pianeta”, affinché gli umani lo possano (ri)tenere “vero (naturale)”. Più un “fenomeno” è Globale, e più viene creduto.

Le due “guerre mondiali”, ad esempio, non sono state af(fatto) “mondiali”, però sono (ri)portate nei libri di storia deviata, con questa denominazione… perché i “vincitori” hanno da sempre avuto nel mirino la “visione Planetaria”.
Per cui, tutto quello che hanno fatto, fanno e faranno, sarà sempre più “ap(prezzabile)” e denominabile, (ri)correndo a termini che siano perlomeno “Globalizzanti”.
Gli Usa sono la “Nazione” a più alta “Visione Globale”:
  1. tutto quello che nasce da/in loro
  2. è per “natura”
  3. (ri)volto all’intero Pianeta.
Ogni loro azienda e cittadino… “guarda al Mondo intero, mentre pianifica idee, movimenti, progetti, intenzioni, etc..
Il Mondo è (ri)tenuto il loro "giardino fuori casa"...

Ingresso/prospettiva per la Realtà/Mondo (ri)emersa.
Gli Usa... un altro enorme esperimento, che ha “mixato insieme”… tutte le razze umane esistenti sulla Terra (diciamo, per una percentuale superiore al 90%).
Gli “ibridi” ottenuti, sono degli esseri umani “modificati genetica(mente)”. Così, come è stato fatto con una nuova varietà di pomodoro, più resistente al tal batterio ed in grado di produrre di più e per più volte all’anno, ad esempio.
Ecco che, allora, l’ibrido umano (che già sei. Dotato/a di 3 nature diverse) viene replicato, a livello frattale, in ciò che (ri)torna ad accadere... anche a coordinate più a valle, rispetto a quella origine (monte) costante(mente) avvolta dalle/nelle nubi della mancanza di memoria.
Pensa a qualcosa che è già successo e che, “ora”, ti lascia vivere nell’ombra della paura... che possa accadere ancora.
Ma, di più, pensa a qualcosa che ti lascia “qua, così” (nella paura)… e che al (con)tempo ti fa dimenticare, in quanto “origine cancellata”!
Che cosa ti accadrebbe, continuando ad essere isolato/a dal senso maggiore del (ri)cordare?

Beh… esatta(mente) “quello che ti è successo”.
Eliminando la “testa/memoria” (l’inizio), il circolo vorticante (con)seguente diventa “vizioso”, ossia, scollegato dal suo “perché” (causa). E, continuando comunque ad esistere, trae sostentamento dal tuo (con)seguire senza (ri)cordo, ossia, per inerzia e per auto con(vincimento) e mancanza di alternativa sostanziale.
Senza la memoria di ciò che significa un e(vento), raffigurato nel loop (con)seguente, il loop diventa (sembra) qualcosa che (ri)corda un “circolo chiuso, sul/nel nulla”. Lì (d)entro, girando e girando, non hai mai quella lucidità necessaria per “accorgerti che…”.
È nato prima l’uovo o la gallina?
He He… (con chi sei indebitato, a livello di “debito pubblico”, se tutti gli italiani - bebè compresi – hanno circa trentamila euro di debiti? Si direbbe che gli italiani siano, allora, indebitati solo con l’estero. Ma, anche all’estero esiste il debito pubblico. Per cui? Con chi gli umani sono indebitati? Ma, ancora di più… “il debito è una convenzione, ossia, non esiste”).
Alla constatazione a loop “è nato prima l’uovo o la gallina”, puoi tranquilla(mente) rispondere che:
  1. nascono assieme
  2. nel momento in cui
  3. inizi a dimenticare l’origine di un simile “con(testo)”.

Alla sua origine c’è un “marchio proprietario”, ossia… una intenzione creatrice, non (ri)cordata o, meglio, che non intende manifestarsi, rimanendo nell’anonimato che gli consente di mantenere il controllo a valle di ogni situazione giurisdizionale (vantaggio).
È come se, ad esempio, una multinazionale sponsorizza un certo evento, senza per questo “farlo trapelare a livello di organismi mediatici”.
Qualcosa che sembra (contro)producente.
Qualcosa che “fa a pugni” con il concetto di “(ri)torno in termini di investimento”.
Qualcosa che, in(vece), trae forza e “status quo”… proprio decidendo di rimanere all’angolo

"Il potere è stare in piedi all'angolo di una strada senza aspettare nessuno…" .
Gregory Corso
Se il Pianeta Terra è una sfera, come può avere “angoli”?
He He. Gli angoli, allora, sono “interni”. D(ise/esi)gnati da “mezzi vettori”, che permettono una simile creazione:
all’angolo di una strada

Le infrastrutture (per)mettono la costruzione degli “angoli”, anche laddove non esistono...

Oltre ad una infrastruttura, “ti ci puoi anche nascondere”.
Se, ora, (ri)assumi queste valenze, dal punto prospettico della frattalità… allora puoi meglio “osservare il Nucleo Primo” e la sua assoluta (in)dipendenza da tutto ciò che, invece e non certo per caso, attanaglia te. Ogni genere di vicissitudine, ti regola di (con)seguenza… visto che (di)pendi dal/nel piano inclinato del reale (ri)emerso “qua, così”.
Tu non (ri)cordi più. Ma, la paura ti ®aggiunge comunque
Essendoti rimasta appiccicata addosso, proprio a partire da quella causa che, ora, non rammenti.
La mia prima poesia me la ricordo solo vagamente… L’unica accortezza che ho avuto, e forse neanche troppo,  è sempre stata quella di cercare di non perdere mai il poeta.
Finché avevo il poeta, avevo anche le poesie…”                                        
Gregory Corso
Il “poeta” è:
  • la tua versione “espansa”
  • ancora collegata
  • alla tua versione “qua, così”.
La “poesia” è:
  • un altro linguaggio
  • ancora collegato
  • al “tuo” linguaggio attuale.
Qualcosa che “non vende”. Vero?
“Vendono meglio… altri gerghi”.
Il Papa e Mattarella in difesa dei bambini. "Bisogna proteggerli".
Il Papa e il presidente Mattarella si schierano in difesa dei bambini. Lo fanno in contemporanea, in occasione in occasione della "Giornata dei bambini vittime della violenza" che si celebra in san Pietro.
Nella lotta alla pedofilia e ad ogni violenza sui bambini "è necessario uno straordinario impegno culturale per contrastare fenomeni di omertà, di passiva accettazione, di indifferenza" afferma il presidente della Repubblica…
Secondo Mattarella, "la difesa dei minori rappresenta uno dei principali termometri del livello di civiltà e delle conquiste sociali conseguite da un Paese".
Dunque "il fermo contrasto a tutte le forme di violenza e abuso nei confronti dei bambini va condotto anzitutto dalla Magistratura e dalle Forze dell'Ordine con severi mezzi di repressione. Ma non basta… vanno mobilitati... la società civile, il mondo della scuola e quello dei media"…
Link
  • fenomeni di omertà, di passiva accettazione, di indifferenza
  • la difesa dei minori rappresenta uno dei principali termometri del livello di civiltà e delle conquiste sociali conseguite da un Paese
  • il fermo contrasto a tutte le forme di violenza e abuso nei confronti dei bambini
  • vanno mobilitati… la società civile, il mondo della scuola e quello dei media.
Se ti rendi conto di quello che “leggi”, nella sostanza, allora non puoi non capire che, ad esempio, all’Expo… stanno avvenendo, ancora una volta:
  • fenomeni di omertà, di passiva accettazione, di indifferenza
  • abus(i)… nei confronti dei bambini (e non solo).



Perché?
Uno dei “motti” dell’Expo è:
Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.
Ma, ad esempio… più che “nutrire il Pianeta”, si… “nutrono i visitatori” (ed ogni potere che ne guadagna, di conseguenza, lasciando di fatto tutto inalterato).
Expo: nel weekend banchetto con mille tonnellate di cibi multietnici.
Un maxi banchetto multietnico senza precedenti con la distribuzione nel solo weekend di 800mila pasti per un totale di quasi mille tonnellate di specialità gastronomiche e bevande da tutto il mondo, tra colazioni, pranzi, merende e cene.
È quanto stima la Coldiretti per il week end di apertura dell'Expo con circa 650mila visitatori nei tre giorni…
Link
Un maxi banchetto multietnico senza precedenti…
E tutto questo, ment®e, la “fame nel Mondo” resta e rimane:
il “paradosso della fame (abbondanza)”.
Papa... paradosso di oggi, abbondanza e fame.
"Oggi, nonostante il moltiplicarsi delle organizzazioni e i differenti interventi della comunità internazionale sulla nutrizione, viviamo quello che Papa Giovanni Paolo II indicava come 'paradosso dell'abbondanza'.
Infatti, 'c'è cibo per tutti, ma non tutti possono mangiare, mentre lo spreco, lo scarto, il consumo eccessivo e l'uso di alimenti per altri fini sono davanti ai nostri occhi. Questo è il paradosso!'".
Lo afferma il papa nel videomessaggio per l'"Expo delle Idee" di Milano.
Link
“Fame e sprechi: il paradosso della scarsità nell’abbondanza”
Link
SPS lo (ri)porta sempre, perchè centrale:
la crescita è controllata non dall'ammontare totale delle risorse naturali disponibili, ma dalla disponibilità di quella più scarsa
Legge del minimo
Se… “rendi scarso, ciò che non lo è, ma che deve sembrare come tale… e ne de(tieni) il controllo, allora avrai il controllo di tutto ciò che è diventato (di)pendente e che (con)segue”.

Onda di (f)orma "piramidale", frattale espansa (ad immagine e somiglianza... del Nucleo Primo). Se nasci tondo puoi morire (s)quadrato...
  • fenomeni di omertà, di passiva accettazione, di indifferenza (quello che è successo)
  • la difesa dei minori rappresenta uno dei principali termometri del livello di civiltà e delle conquiste sociali conseguite da un Paese (allora, il termometro... che cosa indica?)
  • il fermo contrasto a tutte le forme di violenza e abuso nei confronti dei bambini (in “tutte le forme di violenza e di abuso” ci sono aspetti definiti normali dai genitori, come ad esempio portare i propri figli a mangiare da Mc Donald’s, o lasciarli davanti ai canali commerciali “gratuiti”, dove le pubblicità imperversano a livello in-conscio, ululando ad alta voce slogan che s’imprimono per tutto il resto della Vita, condizionando anche le scelte future)
  • vanno mobilitati… la società civile, il mondo della scuola e quello dei media (questi “Mondi” sono da sempre “mobilitati”, ma… nella massima indifferenza di tutti gli attori, compresi i genitori).
I bambini sono, di fatto, massima(mente) esposti ad una simile e continua “mobilitazione generale”, costituendo un altro “caro” esempio di:
paradosso (con senso frattale) della società "evoluta" moderna.
È, ovvio, che:
  • il/al Nucleo Primo interessano le nuove generazioni
  • che gli consentono di (man)tenere “qua, così” lo status quo.
Se intendi sostituire al termine Nucleo Primo, il termine “interesse maggiore”, fai pure. SPS non si offende mica (He He)…
Tanto, il succo del discorso non cambia per nulla!
Nepal, gli aiuti bloccati all’aeroporto di Kathmandu...
Link

In migliaia in piazza per "Nessuno tocchi Milano"...
Link
Il grado di “corruzione” (in ogni senso) raggiunto dalla/nella società civile occidentale, è sempre più replicato anche da quella orientale, ossia:
tutto il Mondo è Paese.
Che cosa significa, se solo (ri)agganci la “prospettiva frattale”?
Che cosa diamine ci “leggi”?
Che “il pesce puzza dalla testa”. Ma, esatta(mente):
dove si (ri)trova questa… “testa”?
Smettila di “girarci attorno”, tirando sera, ogni volta.

Accorgiti...
Se non lo vuoi fare per i tuoi figli (perché a quanto pare non te ne frega nulla), fallo perlomeno per… te stesso/a (SPS ha stravolto il senso “nazional popolare” della frase? Nossignori. È proprio così).

A te, la “cosa” che più sta a cuore… sei “te stesso/a” (“i figli passano” e... rimani e ritorni a te).
Allora… fallo almeno per questa motivazione di (s)fondo.
Oppure, il (con)vivere con le paure è ormai diventato simile all’atto del drogarsi, al provare emozioni?
Tutto ciò non è “sano” ed è, anche, “diabolico”.
È ancora in corso il negoziato con la Commissione europea sull'istituzione di un veicolo munito di garanzie che rilevi dalle banche le partite deteriorate
Link
Il tuo "mutuo", in(vece), non si "deteriora mai" (He He)...

Chi guadagna semp®e, nonostante tutto?
Accorgiti.
Fermati.
(Ri)corda.
(Ri)esci…
Con il “delegare (del legare… a sé)” hai sempre l’idea di fare tutto da solo/a, ma nella sostanza, sempre lavorando per qualcun altro... “anche quando sei tu l’imprendit(ore/rice)”.
La “delega” è l’espressione reale (ri)emersa, della frattalità espansa… qualcosa che “rotola giù” dall’alto della (f=orma), a piano inclinato (inerziale), dell’edificio del reale conosciuto.
Qualcosa che prende corpo, man mano, coinvolgendo la Massa.

Cosa è prioritario? (Di)pende dal grado di appartenenza prospettica, dal quale si in(quadra) la realtà (ri)mersa:
Banche, Renzi: intervento su sofferenze priorità assoluta governo...
Link
Chi (de)scrive questo "inter(vento"?
Il reale (ri)emerge dal “vertice” del tronco di piramide (essendo il vertice originario, distaccato dal piano che va ad amministrare) e poi va a caratterizzare il resto della f(orma), che si allarga sino a completarne la portata, sino a “terra” (ri)unendosi al suolo fisico.
Ordito, trama, angoli... realtà (ma dove si trova "ago e filo"?).
L’ispirazione, del resto… non è per nulla “fisica” (wireless, Wi-Fi, non località, leva, ubiquità, legge, credo… poesia, etc.).

E chi “emana ispirazione” è (man)tenuto (si mantiene) all’angolo di una (f)orma sferica, che di angoli fisici non ne ha, se non la dividi e separi in se stessa, facendo perdere così… la visione d’insieme, il controllo, il senso, la direzione… la memoria, dal punto prospettico dei "contenuti" (gli umani che ci vivono "sopra/dentro").

E in un simile “oblio”, non sei differente da coloro che giudichi affrettata(mente) come dei:
tossico(di)pendenti (che certamente ti riflettono a pieno, anche se non lo capisci).
(Ri)Conosci Te Stesso/a
  
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com 


2 commenti:

  1. per avere intuizione c'è da stare " da soli.. in un angolo.. "
    isolati dal baccano della massa
    è proprio così, il notare le frattalità è una regola che ci si cuce addosso su misura, quello che ha molto significato per te, ptrebbe non averlo per altri.

    anche se comunque a grandi linee, viviamo tutti qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco,
      "quello che ha molto significato per te, potrebbe non averlo per altri"...

      Esatto. Quindi, come procedere? Come modificare la realtà emersa?

      E' ovvio che occorre anche una certa "logica di base", fondamentale... come, ad esempio, quando qualcosa è talmente evidente che non serve più nemmeno "spiegarlo". Per me è già così "ora". Nella direzione della "prova" che il Nucleo Primo (o come lo si vuole chiamare) è alla base della forma di questo reale...

      La causa! Il... "Dio".

      Accorgersi è... non avere più necessità di doverlo provare.

      Guardando alla Realtà/Mondo... è logico che è così.

      Ma sino a quando "logico non è"... allora tutta l'acqua che passa sotto ai ponti, porta solo in una unica direzione, che è sempre e solo quella dello status quo.

      Quale cambiamento? Quello che è permesso, perchè è previsto (in orizzontale).

      Ossia, un nulla di fatto, credendo proprio al contrario.

      Come le parole di un politico o le promesse di un "marinaio". He He...

      Sono frottole ed è "vero che è così".

      Sono vere di un vero che lascia tutto così com'è.

      In SPS si ritrova la memoria.

      Grazie e un caro abbraccione.

      Serenità. Smile


      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.