venerdì 1 marzo 2013

In viaggio nel Tempo o tra i Poli.



- Come va?
- Va. Come va? Beh… ah, dipende! Perché personalmente le cose vanno benea meno che non siamo nel possibile futuro in cui il palestrato accanto alla porta farà infuriare la ragazza, che scatta inviperita sbattendo contro quello coi funghi ripieni, che fa cadere il vassoio sui marinai in licenza e nasce una rissa che finisce per schiantare questo tavolino, nel qual caso devo spostare il mio piatto, direi… subito. O se è il possibile futuro nel quale il sandwich al pastrami che mangio mi procuri dei fastidi gastrici, ma per fortuna il suo amico, signore, mi offrirà un po’ dell’antiacido che porta nel taschino destra. Quindi… bene! Starò bene! Tranne nel caso del possibile futuro nel quale dovrò andarmene fra due minuti e mezzo, subito prima che mi possa offrire l’antiacido. Così, nel complesso dovrei dire: non bene! Non sto bene! Però… dipende.

- Perché? È qui?
- Beh… Qui, è un termine relativo. È un essere pentadimensionale. Può vivere e visualizzare una serie infinita di probabilità spazio temporali, simultaneamente!

- Aspetta. Questa partita la giocheranno in ottobre?
- Oh, è sempre ottobre e novembre, marzo… così in tempi futuri e tutti veri. Solo che non so quale si concretizzerà. Fino ad allora succedono tutti
Men in black 3
  
Per biodiversità si intende l'insieme di tutte le forme viventi geneticamente diverse e degli ecosistemi ad esse correlati. Implica tutta la variabilità biologica: di geni, specie, habitat ed ecosistemi. Le risorse genetiche sono considerate una componente della biodiversità…
Link 
 
I concetti di spazio e di tempo che desidero esporvi traggono origine dal terreno della fisica sperimentale, e in ciò risiede la loro forza. Sono radicali. D'ora in avanti lo spazio singolarmente inteso, ed il tempo singolarmente inteso, sono destinati a svanire in nient'altro che ombre, e solo una connessione dei due potrà preservare una realtà indipendente'.
Hermann Minkowski

E se fossimo dentro ad un buco nero?
 
Influenza, virus sinciziale e mali di stagione sono infezioni provocate da virus e non da batteri. Sbagliato, dunque, sbagliatissimo, ‘aggredire’ subito la malattia con antibiotici. Nonostante, stando alle ricerche dei medici, il 12 per cento della popolazione europea continui a usare antibiotici per combattere l’influenza, questo non è un farmaco adatto. Va usato solo se ai sintomi influenzali si associa una infezione batterica (eventualità, peraltro, poco frequente) con degenerazione, ad esempio, in bronchite.  

Negli altri casi, meglio evitarlo, per evitare di indebolire ulteriormente l’organismo
Link

Sbagliatissimo, ‘aggredire’ subito la malattia con antibiotici. Nonostante, stando alle ricerche dei medici, il 12 per cento della popolazione europea continui a usare antibiotici per combattere l’influenza, questo non è un farmaco adatto…
 
Come mai la popolazione prende antibiotici?

Dalle prime osservazione del moto delle galassie negli ammassi e quindi dai dati sulle curve di rotazione delle stesse che, dal 1970 hanno polarizzato l'attenzione degli astronomi, si ha oggi la certezza che il contenuto del nostro universo sia costituito per quasi il 90 per cento da materia invisibile, la celebre ‘materia oscura’, che rivela la sua presenza solo mediante effetti gravitazionali.

Le curve di rotazione delle galassie, cioè il valore della velocità di rotazione delle loro componenti visibili in funzione della distanza dal centro, hanno in media un comportamento molto diverso da quello attesoCiò dimostra che la sorgente di campo gravitazionale non può essere solo la materia luminosa, perché questa risulta avere una massa molto minore di quanto non si deduca dalla dinamica dei suoi elementi e, cosa assai più importante, di quanto sia necessario per assicurare alle galassie la loro compattezza e stabilità. 

Le osservazioni astronomiche mostrano quindi la presenza di un'entità indecifrabile, che accompagna e inviluppa la materia luminosa di un alone la cui natura e origine sono tuttora fra i problemi irrisolti della cosmologia moderna
Link

In SPS potete leggere articoli multidimensionali, come del resto si evince leggendo 'tra le righe' ciò che anche oggi è stato riportato.

Lasciando parlare le informazioni attratte, si ascolta l’Universo e, dunque, il Creatore, ossia nient’altro che se stessi. È una semplificazione, certamente. Ma il succo del discorso non si discosta molto dal concetto espresso con 'estrema fiducia' nella vostra facoltà di comprendere.

La più grande storia viene intessuta da voi e narrata dalla voce dell’errante verosomiglianza, in maniera che 'contenuto e contenitore' risaltino un po’ di più rispetto a quello a cui vi siete abituati a vivere/pensare, in virtù della condensazione di una delle vostre parti, che ha zavorrato l’intero vascello Human Bit

Non che non fosse inteso, per carità… è tutto esattamente ed estremamente ‘perfetto’. Di quella perfezione mai fissa e costante, alla pari del vostro equilibrio nella preservazione della rotta, derivante dall’esito di una consultazione dell’ago magnetico di una bussola tarata in funzione della caratteristica Planetaria.

In realtà… dove state andando? Dove vi state muovendo? Tra quali punti? Perché?

Le solite domande. A cui, SPS, ha dato ampia risposta, perché non può sbagliare. Perché ogni cosa è vera o mezza vera, così come è mezza falsa, per cui… va bene ed è sempre adatta al momento

È il perfetto abito per ogni serata.

Notate come la raffinatezza del 'pensiero ispirato' sia in grado di fermarsi o aggirare la visione e, di conseguenza, l’abitudine ed il calco impresso alla Vita individuale e sociale d’insieme.

La forma familiare o moderna del ‘famigerato’ V postulato di Euclide afferma che:

per un punto passa una ed una sola parallela ad una retta data.

Riemann contribuì allo studio della geometria, oltre che generalizzando il concetto di metrica euclidea, anche sviluppando un nuovo tipo di geometria partendo dalla negazione del V postulato di Euclide, sostituendolo con quello che oggi viene indicato come assioma di Riemann:

due rette qualsiasi di un piano hanno sempre almeno un punto in comune.

Da questo assioma segue subito che non esistono rette parallele e che cadono tutti i teoremi dimostrati facendo uso del V postulato di Euclide. Tuttavia, in geometria piana, si dimostra, senza fare uso dell'assioma delle parallele, che per un punto passa almeno una parallela ad una retta data (Proposizione 31 degli elementi di Euclide). Invece dall'assioma di Riemann segue che non esistono rette parallele. 

Questo dimostra che se si nega il V postulato di Euclide, allora, potrebbe essere necessario modificare anche altri assiomi del corpo teorico per rendere la teoria coerente...
Link 
 
Punti di vista, prospettive, del tutto simili all’opinione che individualmente vi fate. Solo che, questa ‘opinione’ se viene assunta come verità, allora permette l'installazione e la nascita di un paradigma:

di un monopolo del dipolo o del multipolo, ossia di una ‘dittatura’ nel campo biodiverso della possibilità. Se, poi, il tutto è orientato in maniera sottile da una intenzione ombra, allora la ‘dittatura' assume anche una valenza ‘sferica’:

un controllo.

Le osservazioni astronomiche mostrano quindi la presenza di un'entità indecifrabile, che accompagna e inviluppa la materia luminosa di un alone la cui natura e origine sono tuttora fra i problemi irrisolti della cosmologia moderna…
Link 
 
Non di facile lettura è questo articolo. Ma ciò non costituisce un problema, vero? Perché voi non dovete capire ma sentire e poi applicare il vostro sentire alla vostra esistenza, concretamente, ricordandolo anche al bar davanti ad una tazzina fumante di caffè con o senza zucchero

Pur tuttavia, la presenza o meno della sostanza bianca o marroncina, pesa in maniera sostanziale nel processo di radicamento dell’Io alla presenza dell’osservatore silente, forza inerziale che potremmo definire ‘memoria’.

La sostanza che mettete nel caffè fa la differenza, ormai, perché la dipendenza dallo zucchero altera lo stato nel quale siete in grado di ‘ricordare’, ponendovi alla finestra di voi stessi:

 è davvero una questione di 'linea'.

La 'cosa' è però non limitabile alla questione ‘zucchero si/no’, ma inerente a qualsiasi sostanza sovrapponete al vostro campo energetico, per cui – dovendo proprio nutrirvi – saprete certamente che il vostro laboratorio chimico/alchemico/multidimensionale elaborerà ‘esistenza Temporale’ anche tenendo conto di queste variabili per la propria funzione software d’insieme.

Perché la Borsa italiana verso le 10 del mattino è quasi sempre negativa o in fase discendente? Perché deve chiudere un ciclo giornaliero.

Ecco… la presenza ciclica determina l’appartenenza ad un vortice.

Se girate con un cucchiaino il vostro caffè, noterete la formazione di una figura vorticante, risucchiante, nel suo centro profondo, il liquido.

Quella è la forma del vostro Universo.

Una ‘cellula a cono’ - riflessa in se stessa ed invertita, ossia a 'doppio cono' - che si autosostiene grazie alla presenza biodiversa della luce:
  • Luce che ha nome (materia)
  • Luce che non ha nome (materia oscura o entità indecifrabile).
  1. La grande distanza, che è differenza di vibrazione, congela in un fotogramma.
  2. La giusta misura permette l’osservazione della fluidità di quel fotogramma.
  3. Lo zoom torna a fissare la visione prospettica.
Ossia:
  1. lontano
  2. vicino
  3. sopra/nel.
Come è possibile fissare delle leggi valide per un’intera comunità?

Agendo per convenzione, come la storia deviata insegna evidentemente.

La geometria ellittica.
In questo sistema gli assiomi di incidenza coincidono con quelli della geometria euclidea… quindi per due punti distinti passa una ed una sola retta. Per il resto, valgono gli stessi assiomi di ordinamento della geometria sferica. (le rette sono linee chiuse), con l’esclusione dell’assioma di Pasch, che in questo sistema è falso. Si pone, inoltre, l’assioma di Rienmann che afferma la non esistenza di rette parallele tra loro…

L'evoluzione della geometria
  • in questo sistema
  • valgono
  • con l’esclusione
  • in questo sistema è falso
  • si pone inoltre…
Quando si afferma che le 3d sono apparenti, ecco a cosa ci si riferisce:

non che la realtà sia impalpabile come il frutto di una illusione, bensì che la realtà emersa è una delle infinite realtà disponibili. Lo scenario 3d, in questo, vi misura

La scienza Antisistemica studia l’Universo, i buchi neri, etc. dal proprio punto di vista e secondo le ‘pressioni’ a cui è soggetta

Tuttavia, se la Terra 3d fosse in un buco nero, come potrebbe accorgersene?

Tutto ciò che da una simile posizione si vedrebbe, sarebbe alterato dalle componenti vorticanti del buco nero, senza per questo permettere di capire immediatamente di trovarsi in un buco nero.

Attraverso l’utilizzo dell’Analogia Frattale sarebbe possibile comprendere la propria posizione. Come va il Mondo? Il Tempo scorre sempre più velocemente. Sera e mattina si uniscono sempre più apparentemente in fretta…

Dunque, siete in un vortice che accelera.

Vi trovate in quella ‘zona’ che i Maya definivano, ritraendo le generazioni di questo Tempo, come ‘quelle che cammineranno tra due dimensioni’, ossia:

tra un buco bianco ed uno nero – nel loro canale di scambio d’informazione - dopo essere stati risucchiati all'interno dal buco nero, verso il buco bianco.


 
Nell’andirivieni ciclico del canale. Da questa prospettiva è facilmente comprensibile il perché della ciclicità infrastrutturale, riflessa in ogni ambito delle 3d

Tra luce ed ombra.

Un ‘pacchetto di dati’ scambiati tra le polarità. L’evoluzione ciclica, tra le ere, è pensabile come alla distanza vibrazionale che esiste tra voi e la polarità di luce o di ombra + la vostra posizione rispetto al centro distanziale tra le due polarità:

luogo in cui ogni effetto si neutralizza, permettendovi una maggiore spinta al risveglio:

il libero arbitrio è confinato, ossia è un confine, un’area, un punto per il quale passano infinite ‘rette’ o infinite manifestazioni esistenziali. Per questo motivo si è diffusa l’idea del Big Bang.

Ciò corrisponde a togliervi dignità?

Per niente affatto…

Dipende da voi.

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com