martedì 22 gennaio 2013

Il come determinerà il se...




Se guardiamo un pezzo di legno perfettamente diritto, immerso nell'acqua, ci sembra curvo e spezzato. 

Non ha importanza che cosa guardi, ma come guardi: la nostra mente si ottenebra nello scrutare la verità. 
Seneca
 
L’acqua è programmata, nelle 3d, a mantenere un ‘ordine prestabilito’:
  • i suoi cambi di stato la dipingono come un preciso sottotenente
  • ciò che deforma, la dipinge come una precisa macchina comandata. 
Ora... la programmazione è multipla, essendo ripartita a cascata da quella originaria sino a quella più 'recente', che ognuno di voi provvede ad imprimere ogni qualvolta ‘pensa abitudinariamente’.

Questa stratificazione risulta come un libro 'aperto e chiuso' allo stesso Tempo. Questa struttura chiamata convenzionalmente – acqua - mantiene doverosamente i ‘segreti’ acquisiti e rappresenta un potenziale notevole nell’ottica della memoria di ciò che è stato e, dunque, se riferito al ‘ricordo di sé’… pre configura quella sorta di ‘risveglio’ dello Human Bit dal proprio stato di ‘
ipnotico candore’.

La storia più grande vi dà il ‘buongiorno’ anche quest’oggi, essendo voi tutti in lei e i vostri respiri accomunati molto più di quanto possiate pensare…

Dopo avere creato un nuovo Mondo, una nuova sfera del possibile, una diversa possibilità da scegliere… 'Io', il Signore di quel Mondo, rispettò a pieno la facoltà animico/individuale di partecipare o meno, alla sua scoperta e valorizzazione:

questo nuovo punto prospettico, questa ‘alternativa’, ben si sposa, per compensazione, con l’apparente mancanza di vie che, sulla Terra 3d, sembra convincere sempre più genti.

Dal nuovo Pianeta azzurro si vede la Terra; l’orizzonte è simile a quello conosciuto dai vostri occhi ma, essendo una dimensione di due ottave superiori, il tutto risulta come 'in via di smaterializzazione'. Coloro che hanno scelto di essere lì, hanno portato con sé, come una Cometa con la propria scia, anche parte del loro ingombrante passato; un Tempo che fu e che è stato e che, tuttavia, mantiene un valore aggiunto grazie al quale, ogni Anima ha potuto ‘procedere’. 

Col Tempo e nel Tempo questa memoria si assottiglierà sempre di più, diventando simile ad un sentore, ad un deja vu, ad un aroma o simile ad un profumo o ad un gusto. Per ognuno il processo è biodiverso, riassumendo in questo il significato di ‘Arte’.

La dimensione azzurra è pronta e ‘lì’ per tutti coloro che la sceglieranno. 

Il processo di realizzazione e consapevolezza risulta anche breve, se ben intonati con il proprio suono di fondo; la comprensione della propria ‘frequenza di fondo’, ossia di quella banda nelle quale l’Anima trasmette e l’entità Human Bit dovrebbe ricevere e viceversa, è basilare, circolare, rispetto alla possibilità di accorgersi che esiste una simile possibilità di scelta velata, non tanto dalle condizioni Planetarie Terrestri 3d, quanto dal proprio sonno procrastinatore

Ogni tipo di ‘interferenza’ o di ‘corrente parassita’ o di ‘controllo’, come quello sempre attivo delle ‘Sentinelle’, della ‘Stanza dei Fili’ o - dell’Anello di contenimento - risulta alla fine solo un ‘rumore di fondo’ nell’ampio bacino della scelta evolutiva:

semplicemente, voi scegliete quanto fermarvi e quando fermarvi

La ripartenza è consequenziale, ovvia e programmata; nemmeno il sonno più profondo vi può fermare oltre al Tempo previsto dal vostro programma di studi avanzati ed in linea con attitudini, prerogative, potenziale, intenzione e ‘risultati’.

Lo spostamento Planetario/Dimensionale è persino definibile come ‘inerziale’, ossia… che segue la direzione intrapresa all’origine e caratterizzata ancora oggi da velocità e moto continuo. La via tracciata è univoca ed individuale, olografica e frattale rispetto alle scelte intraprese dalla divisione della Luce, in colei 'che ha nome' e 'che non ha nome', rispetto ad un sistema di osservazione polare come quello in cui siete auto installati e mi ricevete.

Il ‘segnale portante’ è di fondo, allo stesso modo del ‘rumore’:

come dipanare la profusione di suono?

Le possibilità sono tante almeno quanto il numero delle Stelle nei cieli e, in definitiva, la risposta più coerente è quella data da quella successione di 3 suoni articolati, che nella vostra lingua esprime una verità inframezzata solo dalla vostra capacità di consapevolezza:

dipende da voi.

La via scelta traccia la rotta:

che sia un loop o un moto spiraliforme, spetta solo a voi riconoscerne fattezze e significato.

Quando avete deciso di venire in Terra 3d, vi sembrava di poter completare ‘tutto’ in un istante, seppure un simile concetto fosse diametralmente sconosciuto se rapportato alla sensibilità della propria ‘pelle’.

Non è stato esattamente così e la Vita sensoriale/fisica ha potuto svilupparsi come mai sarebbe successo senza tanto stanziamento, dubbio, smarrimento, lontananza apparente, etc.

Le regole le scrivete voi, chiamandole ‘leggi’. Avete costruito un Mondo intelligibile:

conoscibile, trasparente, esatto…

Poi, qualcosa solleticò da un fondo che mai aveste pensato di ‘possedere’. E, fu così che iniziò a complicarsi la vicenda; ciò che emerse vi affascinò a tal punto da convincervi a ‘fermarvi ed attendere qualcosa’:

un evento che non si è mai verificato e che state ancora attendendo pazientemente.

L’incantesimo è parte del viaggio. L’incantesimo è nativo del luogo in cui avete scelto di esperienziare:

non è né buono né cattivo, ma semplicemente ‘è’.

Come avete scelto di interagire con la vostra co creazione e, dunque, con esso?

La vostra scelta è impressa a ‘fuoco’ nell’intera concretezza del piano fisico terreno; è un codice frattale quello che caratterizza la Natura del tutto nelle 3d. Un codice esprime e racchiude un altro codice

Una volta iniziato il processo, come un imprinting, tutto scorrerà secondo una tale caratteristica, funzione, inerzia, intento sottile, allo stesso modo dell’essere su di un piano inclinato verso una certa direzione:

la creazione procederà verso la spinta sottostante, celata da ogni apparenza perché ‘regola superiore’.

Lo smarrimento che ne deriva è parte delle regole superiori e segno evidente che ognuno fa parte di un ordine del quale non si è più consci. Così è… volenti o nolenti.

Ciò che accade nel Mondo tridimensionale segue fedelmente ciò che voi avete impresso in termini di codifica nelle sue coordinate energetiche:

Usa: repubblicani voteranno rialzo 4 mesi tetto debito.
I leader dei deputati repubblicani voteranno mercoledì prossimo un'estensione di quasi 4 mesi del tetto del debito Usa, senza specificare di quanto ammonterà il nuovo limite. La legge, si legge nel comunicato del comitato sulle regole della Camera Usa, ‘assicurerà un completo e temporalmente certo pagamento delle obbligazioni di governo Usa fino al 19 maggio 2013’.

Link

Banca Giappone promette acquisti illimitati asset, target prezzi 2%.
In linea alle aspettative dei mercati finanziari, al termine della riunione mensile sui tassi l'istituto centrale nipponico ha portato da 1% a 2% l'obiettivo per l'inflazione.

Meno prevista la decisione di procedere - a partire dal 2014 - ad acquisti 'illimitati' di asset, in luogo del consueto incremento del programma di 'Qe' che ammontava fino a oggi a 101.000 miliardi di yen.

L'annuncio sul nuovo target di inflazione è avvenuto in un comunicato congiunto con il governo ma due dei nove membri del consiglio della banca centrale non hanno votato a favore. Nel corso del 2012 sono state varate quattro manovre di alleggerimento del costo del denaro.
Da fine dicembre in carica come primo ministro, il leader Ldp Shinzo Abe da tempo sollecitava le autorità monetarie a varare misure espansive 'senza limiti'.

Link 
 
A che serve giudicare senza muoversi?

Ciò che lasciate viene preso; così siete ‘presi’ dalla vostra stessa creazione. È possibile e ciò che ne scaturisce è un evento molto simile ad uno strascico e ad una esplosione contemporanea; difficile a credersi, lo so; tuttavia… pensate alle catene di isole vulcaniche, che si creano per adattamento alle leggi 3d.

Ciò che ha un potenziale immane e che striscia sul fondo oceanico per ‘default’. La forza contenuta, se ci riflettete, è la stessa che genera e che attraverso il proprio sé, strumentalizza se non in equilibrio:

e l’equilibrio riguarda ogni ambito dello scorrimento.

Tutto concorre, spinge e segue: sorretto dal medesimo ‘canto ispirante’ o morfogenetico.

Le ‘misura senza limiti’ vengono percepite come assolutamente necessarie, quando un reame inizia a vacillare e la prospettiva del dominio inizia a prendere atto che il proprio Tempo è agli sgoccioli

A quel punto non è importante quanto ancora sia ‘intenso’ il campo magnetico dell’incantesimo, perché progressivamente il ‘libro volterà pagina’.

Voi avete scelto, in maniera insospettabile, Tempi e modalità, luogo e caratteristiche, senso e fattezze… in funzione di modelli conosciuti, ispiranti, abitudinari.

Nella seconda metà dell’ottocento… Keely affrontò il concetto di vibrazione per simpatia. Per raggiungere lo scopo si avvalse di molte apparecchiature da lui inventate. Una consisteva in una grossa sfera di rame di trenta centimetri di diametro, bloccata da un sostegno verticale. Al suo interno una serie di piatti metallici e tubi risonanti. Al disotto una serie di aculei di metalli che pizzicati emettevano un suono simile al diapason. Il tutto era chiamato ‘Liberatore’...

Tutte le sue apparecchiature funzionavano con svariati strumenti musicali e a volte col solo fischio, come facevano i nani menzionati dai Maya.

Ridusse le dimensioni del suo Liberatore, rendendolo grande quanto un orologio da taschino, ma era il procedimento che complicava la realizzazione fuori del suo laboratorio. Era necessario trovare l'accordo di massa, ossia trovare la giusta intonazione fra le vibrazioni corporee di Keely, di risonanza della stanza, degli apparecchi e quelle emesse da eventuali visitatori. 

Quindi tutto doveva essere preventivamente sintonizzato..

Meraviglia che il mondo scientifico non intensifichi le ricerche nel campo delle vibrazioni prodotte dal suono e gli effetti che queste hanno sulla materia, pur conoscendo bene la storia di John Keely

Link 
 
Il ‘mondo scientifico’ è apparentemente fermo e ‘chiuso’.

Esso copre le spalle ad un altro ‘mondo’, che invece si è già spinto molto avanti nello studio e nella sperimentazione; ricordate:

serve sempre un corpo per proiettare un ombra.
  • e, questo ‘corpo’ non necessariamente deve essere ‘denso’.
  • e, l’ombra, non necessariamente deve essere ‘oscura’…
È sufficiente utilizzare le leggi auto esistenti, come se fossero un 'sistema a variabili mobili':

equalizzandole opportunamente.

Insieme a voi, è giunto dell’altro in questo Mondo 3d:

più precisamente, trasportato in voi, nelle vostre profondità non conosciute.

Conoscerlo è conoscervi sempre più a ‘fondo’.

E ciò, dipende da voi.

E mi piaceva camminare solo per sentieri ombrosi di montagna,
nel mese in cui le foglie cambiano colore,
prima di addormentarmi all'ombra del destino.

Auto Da Fé – Franco Battiato

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com