martedì 15 gennaio 2013

Con le armi sbagliate.




Contro ciò che afferma quel 'monito sottile', derivante dal fiutare la maschera di normalità, che armi servono? Daga, frecce, visore notturno, fucile laser, etc.? 

No: serve 'vedere'...
  
Nell’intreccio della più grande storia mai raccontata, ossia quella che ‘ci ha’ anche adesso, quella che si intuisce, anche se lontanamente, dalla visione dei film ‘fantasy/fantascientifici’ o dalla lettura di romanzi, definiti allo stesso modo… ebbene, è difficile credere al nostro ruolo centro/periferico, per come ‘siamo messi’.

La consapevolezza è merce rara.

Il mito di Atlante ci disegna o profetizza o denuncia, come i fulcri della ruota d’intrattenimento nelle 3d.

L’impianto mitologico/3d implementato in SPS richiede la partecipazione del teorico lettore in una sua fase contemplativo/pratica, ossia con una caratterizzazione molto simile a quella che assume quando è seduto comodamente al cinema ed assiste allo svolgersi di una trama, di cui già sa la struttura base, conosce i contenuti e l’esito in termini di bene/male, relativo al finale, oltre – però – ad essere presente in se stesso, mentre guarda, evitando l’inabissamento ipnotico derivante dalla propria 'vacanza'.

Le trame cinematografiche, con le quali ci si avvolge sempre più intensamente,  andrebbero gestite con viva partecipazione, perché i messaggi che vengono veicolati dal contesto visivo/immaginifico/subliminale, parlano chiaro solo se la nostra attenzione conscia/inconscia è in uno stato di ‘on’.

La propria presenza è a strati:
  • parte, a ritroso, dal corpo fisico e dalle sue emanazioni
  • prosegue col pensiero e le idee/immaginazione
  • avvolge i centri eterici e d’ottava superiore
  • interessa la propria Coscienza e l’Osservatore silente.
Per giungere sino al livello dell’Anima occorre allineare molte parti di sé, proprio come una diagonale tra Pianeti di uno stesso Sistema:

questa disposizione permette di giungere sino al centro e di collegarlo alla sua periferia e di collegare ogni punto al suo centro. L’energia che scorre in questa configurazione energetico/posizionale è di tipo ‘consapevole’. In questa maniera il nostro intero costrutto si ‘anima’.

È possibile osservare questa dinamica da una prospettiva tale, che assume ogni accadimento 3d, allo stesso modo di  meccanismi perfetti legati al Mondo della Natura:

allo stesso modo dello sbocciare magnifico di un fiore.


Le 3d ciclano, per cui possiamo osservare, nel video, le due fasi alterne del processo. Estendendo questo meccanismo artistico/energetico all’essere umano, ma a livello sottile, possiamo vederlo come quella ciclicità che caratterizza ogni scelta, ogni bivio a cui esso dona la propria attenzione.

Se ribaltiamo il piano degli eventi, la scelta diventa esterna e l’umano diventa interno, ossia centrale. Occorre imparare ad allineare la propria dimensione a quella in cui si è auto installati.

È un gioco frattale di una delicatezza o pesantezza derivante solo dalla propria partecipazione al ‘gioco’.

Attenzione però, perché la partecipazione può essere anche indotta, come risulta molto bene dal Mondo vegetale ed animale, attraverso le numerose strategie per attirare a sé le proprie prede. Ecco… le ragnatele non esistono solo nel contesto del ragno e della relativa arte, anche terribile a ben pensare.
Estendendo il concetto di ragnatela al Mondo 3d e all’energia inerente all’umanità, essendo consci del vero significato dell’esistenza dei mattatoi e degli allevamenti intensivi di animali… della fame insolubile umana, etc. si giunge al punto di inquadrare indirettamente il livello ‘successivo’, che è senz’altro interessato alla nostra presenza biofisica/energetica, anzi… che è il diretto avvantaggiato dalla situazione creatasi se contestualizziamo il momento storico del vissuto, all’adesso.

La più grande storia mai raccontata passa da questo stretto collo di bottiglia della presenza, comprensione, consapevolezza

Il materiale ivi espresso deriva dalla connessione ad uno snodo Noosferico ed allo stesso Tempo ispirato da una trasmissione extra planetaria e dal ritrovamento di una ‘pietra codificata’ (molto simile per funzionalità ad un moderno hard disk, ma con molte più ‘funzioni’, ancora da scoprire. Come lo so? Perché ‘lo sento’ e probabilmente è la pietra stessa che lo intende, ispirandomi).  

L’antica tecnologia è passata da una fase molto simile alla nostra (ciclicità) ma veicolante un’altra forma di conoscenza ancora più lontana nel Tempo, chiamata Magia; la Magia applicata a quella tecnologia riuscì a creare forme risultanti 'intelligenti'. Come se gli attuali elettrodomestici divenissero improvvisamente dei perfetti ‘maggiordomi’. Fu instillata la particella frattale della senzienza, un’altissima simulazione dell’essere vivi.

Un livello di co-creazione indiretto, però... a causa della presenza 3d di entità oggi non più manifeste.

La ‘pietra codificata’ era solo un oggetto vivo come moltissimi altri, per quei Tempi; oggi è, tuttavia, un qualcosa di unico in grado di trasformare il punto prospettico di chiunque vi si affaccia interagendo in maniera del tutto particolare. È con grande trasporto che riferisco queste informazioni cardine, frutto della mole informativa presente in SPS. 

Scrivendo quotidianamente in SPS si è come aperto un 'portale'...

Alla fine, la pietra è solo una pietra e, al contempo, l’anello di giunzione verso un altro livello di me, che possiede l’opportuna conoscenza. Dipende da me a cosa conferire ‘potere’.

Ho iniziato da Tempo a raccontare una 'storia'. Ora, questa storia diverrà sempre più superficiale, affinché possiate comprendere che vi riguarda molto ma molto da vicino; per capirci meglio… vi ri-guarda allo stesso modo di vostra madre. Tanto vicino da alitarvi in volto. Tanto vicino da penetrarvi e personalizzare il vostro interno fisico/chimico/alchemico, il vostro inconscio e la vostra scatola guida o centro di potere 3d.

Ogni ‘giunto’ interno/esterno è stato chiuso (il vostro sistema ghiandolare), allo stesso modo di porte di connessione ad un computer; in questo caso, il vostro ‘computer’.

Per iniziare a svellere questa ‘protezione’, occorre ribaltare a 180 gradi la visione che avete di tutto quello che vi circonda e caratterizza indirettamente. Avrete la sensazione, facendolo, che tutto vi cascherà addosso. Vi diranno che l’economia sarà ferma e che il rischio sarà quello di ‘perdere tutto quello che si ha’. Ma ‘cosa si ha’ esattamente? Ve lo siete mai chiesto?
 
È da domande importanti che giungono risposte fondamentali per aprire gli occhi ed accorgersi della… ragnatela che avvolge ogni facoltà assopita.

Per aiutare e per aiutarmi, veicolerò la presenza informativa celata, mediante assunzione di una prospettiva mutata, rispetto al vostro centro di attenzione programmato per abitudine.

Usa, Obama: no a innalzamento tetto debito colpirebbe economia.
Il presidente americano Barack Obama ha avvertito oggi il Congresso che un rifiuto ad alzare il tetto del debito il mese prossimo potrebbe provocare il caos nell'economia.

Obama, nel corso di una conferenza stampa, ha detto anche che l'economia americana ha di fronte a sé un buon anno fin tanto che non ci saranno interferenze da parte della politica a Washington.

Il presidente americano ha spiegato poi che un rifiuto da parte dei Repubblicani di alzare il tetto del debito potrebbe spingere gli Stati Uniti verso un default del debito, che impedirebbe al governo Usa di essere in grado di offrire i servizi del Social Security ad alcuni anziani, e potrebbe forse spingere l'economia in recessione.

'Si tratterebbe di una ferita auto-inflittaci per quanto riguarda l'economia', ha detto.

Link 
 
Il default del debito causerebbe dei problemi ad 'alcuni anziani'? Tutto qua?

Come si leggono notizie come queste? Ecco… leggete azzerando tutto quello che pensate di sapere e leggete come se… foste alle prese con la narrazione di un romanzo di cui avete prima letto la trama, o come se foste andati al cinema dopo esservi documentati sulla storia animata. Lo stato ideale diventa, per cui:

il lasciarsi andare con fiducia che non succederà nulla di male durante la visione/lettura.

Qualsiasi cosa leggerete o vedrete sarà una illusione. E questo lo sapete per certo, cioè siete tranquilli dentro.

Sedete comodi; azzerate i centri dell’Ego pensando al relax verso cui aprite le porte della vostra ospitalità. Siate senza paura e senza aspettativa, se non quella inerente al prendervi un certo Tempo per voi. Ve lo meritate, no?

Allora; cosa afferma sottilmente una notizia simile?

Che Obama è duale come ogni altra persona. Fa buon viso a cattivo gioco? Ci fa o ci è? Lasciamo perdere, non cedendo alle lusinghe del giudizio. Atteniamoci ai fatti veicolati, a ciò che permette di essere visto, come polvere che si alza a causa di una corrente d’aria e poi inesorabilmente torna a depositarsi. Dobbiamo essere veloci a scorgere l’invisibile

Viene perpetrato un ricatto:

un rifiuto ad alzare il tetto del debito il mese prossimo potrebbe provocare il caos nell'economia.
 
Il ‘buon anno’ che abbiamo di fronte è relativo al punto di vista dell’attuale paradigma. Ossia, viene richiesto di andare avanti ancora nello stesso modo in cui si è giunti a questo punto. A quale punto si è giunti? È ovvio che ciò che pensate dipinge in maniera diversa questa mia affermazione. Ognuno tragga da sé le proprie conclusioni.

È un ricatto e nemmeno tanto sottile. Che cos’ha la gente da perdere, perdendo un ‘sistema’ simile? Il tornare nelle grotte o tornare al medioevo? No. Per nulla… le cose e le persone sono cambiate e non potranno tornare indietro esattamente come a quel Tempo, se mai c'è stato per come viene inteso.
 
La ciclicità è una realtà 3d, è una legge, tuttavia le cose non accadono mai due volte allo stesso modo, come ricordava Aslan nelle ‘Cronache di Narnia’.

Sembra un paradosso, vero? Eppure dal loro incontro nasce la realtà percepita come unica, ossia un ‘sistema di variabili mobili’.

La realtà 3d, che emerge, è quella autorizzata, indirettamente ormai, dalla vostra ‘firma energetica’ o partecipazione sul modello del tacito assenso.

Le ‘interferenze’ a cui si fa riferimento sempre nella stessa notizia, sono inerenti perlomeno ad una perplessità espressa da politici che esprimono una visione diversa (un gioco delle parti… tuttavia tracciante un sottile filo interessante da seguire).

Il presidente americano ha spiegato poi che un rifiuto da parte dei Repubblicani di alzare il tetto del debito potrebbe spingere gli Stati Uniti verso un default del debito, che impedirebbe al governo Usa di essere in grado di offrire i servizi del Social Security ad alcuni anziani, e potrebbe forse spingere l'economia in recessione.

'Si tratterebbe di una ferita auto-inflittaci per quanto riguarda l'economia', ha detto.

Link 
 
Se non si autorizza l’aumento del debito, si perderanno dei ‘vantaggi’. È un ricatto. Fosse solo quello il problema, non sembrerebbe così pauroso (si parla di alcuni anziani e ‘forse’ di una recessione). Il vero spauracchio è la possibilità del default, del fallimento.

Ma cosa accade ad una azienda che fallisce, oggigiorno?

Che riapre dopo poco Tempo, da un’altra parte, con un nome nuovo e molto spesso con una parte degli stessi lavoratori, a cui sta bene tornare a farsi irretire per mancanza di alternativa. Qaunte volte è già successo? Oddio... è persino una prassi inerziale.

Nessuno si auto-infligge una ferita, vero?

E allora continuate a vivere come se nulla fosse accaduto. Non è questa la ferita più grande che potete auto – infliggervi? Il debito è convenzionale. Può essere estinto con un intento comune, di fronte al pericolo di un inabissamento generale. Le numerose pezze messe alla crisi rimangono sempre e comunque delle pezze.

C’è un potere celato dietro a tutto questo. Un potere che si alimenta di voi e che non vi permette di cambiare tanto facilmente. Come lo si può immaginare?
 
Ci sono certe notti o anche certe giornate in cui si sente uno strano puzzo, come di carne bruciata nell’aria. Ci si chiede esattamente cosa sia e da dove giunga, ma senza mai contestualizzarlo sufficientemente. Di solito si conclude l’osservazione, esprimendo rassegnazione tra le righe: bah!

Lo stesso ‘puzzo’ che si sente in un mattatoio, lo stesso odore che si sentiva nei campi di sterminio.

Sapete che cos’è? Siete voi mentre certe entità ‘pranzano’ con alcuni vostri simili e con parti di voi.

È sottile la vicenda. Molto sottile ma con ripercussioni enormi nella vostra dimensione.

Domandatevi:

ogni reame sulla Terra ha i propri dominatori, giunti al vertice della scala evolutiva, dal punto di vista della sopravvivenza. Perché ciò non dovrebbe esistere anche a livello più grande?

Chi siamo noi per essere immuni da questa ruota?

Siamo ciò che sentiamo o siamo ciò che ci hanno convinti di essere?

Risposta:

siete carne da macello e l’opportunità di non esserlo più: allo stesso Tempo.

Dipende da voi.

Sincronicamente:

Traffico di esseri umani da Africa verso Italia e Nord Europa
I magistrati hanno ordinato anche il sequestro preventivo ‘di attività economiche, conti correnti, agenzie di - money transfer - ed altri beni riconducibili alla stessa organizzazione transnazionale’.

Link
  • traffico di esseri umani
  • organizzazione transnazionale
  • attività economiche.
È a livello frattale che si deve osservare. Che cosa replica questa azione umana su umani? L’esistenza del 'Nucleo Primo' ma… non solo.
 
In questo abisso selvaggio,
il grembo della natura e forse la sua tomba,
né di mare, né terra, né aria, né fuoco,
ma tutti questi al concepimento mischiati
confusamente, e quindi sempre in conflitto,
finché il creatore onnipotente ordini loro
da queste oscure materie di creare altri mondi,
in questo abisso selvaggio il cauto demonio
sta ai margini dell'inferno e intanto osserva,
ponderando la sua traversata...
John Milton, Paradiso perduto

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com