giovedì 10 gennaio 2013

Arrivarci non è facile.




Con mimetismo si intende la capacità di ingannare per trarne un vantaggio evolutivo...

Il mimetismo può essere prodotto attraverso cellule specializzate della pelle, ma anche particolari forme del corpo possono permettere di confondersi con l'ambiente.

Perché il mimetismo abbia successo evolutivo devono verificarsi due condizioni: 
  1. il soggetto deve essere cromaticamente simile allo sfondo
  2. l'efficienza della vista del soggetto da ingannare dev'essere scarsa. 
Il mimetismo si è gradualmente evoluto migliorandosi, ma anche negli stadi intermedi di evoluzione sortisce gli effetti desiderati, perché una mimetizzazione scarsa viene bilanciata da una vista scarsa, che non riesce a riconoscere e distinguere da lontano, con certi angoli di visuale e con luce scarsa. Il meccanismo di selezione naturale ha poi selezionato di volta in volta gli organismi mimeticamente perfezionati...

La ‘più grande storia mai raccontata’ passa sempre da te e dalla tua 'scarsa vista'.

Quest’opera ‘fantasy’, che coincide con la realtà 3d, ti ha; vuole te.


Trovo, anche a tal proposito, indicazioni in ‘Rete’ molto suggestive e angolarmente significative:
  • qualunque Pc è una stazione di reclutamento
  • per un esercito non convenzionale
  • trasversale.
Link 
 
Parole e concetti che si ripetono nel Tempo, rinnovandosi per l’occasione ma facendo capo sempre alla stessa polarità autorizzata ad imperare, indirettamente, tramite il tacito consenso della Massa; Massa che non vede, non sente ma… ‘parla/giudica’ anche sin troppo.

Massa che respira pensiero ‘pre masticato’, come un cane che si morde la coda.

Tutto è volto a trattenere l’essere umano nelle 3d per il più Tempo possibile, il che si traduce in una preservazione a tempo indefinito dell’impero sottinteso al potere invisibile di controllo. Potere che si nutre della presenza attiva/passiva della Massa. 

È nella sfera del non visibile la foce (punto dove un fiume sfocia in un'altra massa acquatica. Link) e la sorgente dell’intenzione del controllo.

L’unico modo per ‘vedere’ il non vedibile è utilizzando la proprietà frattale/olografica dell’energia, rimanendo nelle 3d e mantenendosi confinati alle proprietà 3d; viceversa, un essere umano che maturasse una espansione di proprietà/consapevolezza, seguendo una qualsiasi disciplina portata avanti con impegno, totalità, coerenza, abitudine, etc. allora si vedrebbe aprire le porte di Mondi ‘appesi’ alle 3d o da cui le 3d discendono (dipende dalla prospettiva).

La 'più grande storia mai raccontata' è quella che supera ogni ‘sgarro tridimensionale’, ogni ‘guerra tra poveri’, ogni isolamento, ogni unione, ogni interesse, ogni paura, ogni amore, ogni sogno, ogni ‘religione delle illusioni’, ogni ‘schieramento’, ogni aspettativa, etc.

È come vedere la Vita di un pollaio, di un alveare, di un formicaio, etc. dalla dimensione fisica, da montagna, di un essere umano:

ogni Mondo è ri-compreso dalla visione umana.

È facile scrivere libri sulla dimensione dell’ape o della formica; più difficile è comprendere che quella sfera compete anche all’umanità. Difficile è applicare leggi antiche che affermano che quello che vediamo è contenuto e contenitore, allo stesso Tempo:

Mondi che contengono altri Mondi.

Questa ‘mezza verità’ che, molto spesso, è scambiata per una visione limitata e limitante del livello attuale raggiunto dalla nostra mente, allo stesso Tempo evidenzia una caratteristica unitaria, un marchio di fabbrica, che è impresso in tutta la Creazione:
  • il limite mentale che mette in evidenza la caduta/creazione di un loop/paradigma/abitudine
  • il limite mentale che mette in evidenza l’esistenza di un imprinting sulla materia/energia.
Allo stesso modo e Tempo:

l’uno e l’altro.

La proprietà quantica delle 3d è anche questo:

ma difficilmente applichiamo questa estensione della visione.

Azione, dramma, mistero e amore eterno si fondono in un'unica storia che procede attraverso epoche diverse nell'arco di cinquecento anni. I personaggi si incontrano e si riuniscono passando da una vita all'altra. Nascono e rinascono. Via via che le conseguenze delle loro azioni e delle loro scelte si ripercuotono le une sulle altre attraverso passato, presente e futuro, una stessa anima si trasforma da omicida in eroe e un singolo gesto di gentilezza si riverbera nei secoli fino a ispirare una rivoluzione. Tutto è connesso.
Cloud Atlas 
 
I frattali, presi nella loro estensione successiva (Analogia Frattale), indicano la via per raggiungere Mondi che non sono direttamente visibili dal punto in cui ci si trova.

Se siamo chiusi in una stanza e sentiamo del rumore di fondo provenire dall’esterno, possiamo subito concludere che ‘fuori della stanza’ c’è Vita, anche ‘senza vedere’, perchè ci crediamo.

Ecco, applicando la legge frattale dell’esistenza, è possibile agganciare l’invisibile; invisibile per un certo livello ma non per un altro.

Esiste anche un altro modo per ‘vedere’:

che l’invisibile decida di apparire o di conferire l’opportunità di poter essere visto.

-    Dove sei? Perché non ti vedo?
-    Tu non ci vedi… e ora sì. Ma siamo noi a decider così.

Le cronache di Spiderwick

Esistono anche sostanze o pratiche particolari per tornare a vedere o espandere la visione, tuttavia… ogni forzatura nasconde e racchiude il mistero dell’anticipazione derivante dall’impazienza:

non sempre è un bene, perchè si deve essere pronti.

Occorre lasciarsi andare sulle onde della sincronicità, al fine di comprendere se è il momento e se è il caso. Pena una caduta nel vuoto traditore

Ciò che racconterò in SPS deriva da una senzienza che si rafforza giorno dopo giorno; che non scende a patti con niente e nessuno, se non con la coerenza e quel ‘senso di ragno’ derivante certamente dalla presenza dell’Osservatore silente (Anima/Spirito).

I nodi karmici esistono e i numeri li mettono in luce; la successione o apparizione numerica permette di vedere, di pre-vedere:

divinazione magica o traduzione del codice/linguaggio energetico, che sia… la divinazione diventa, o torna, una scienza esatta, nella misura in cui per esattezza intendiamo un qualcosa con alta probabilità di manifestazione in funzione dell’atmosfera e della tendenza creatasi (potenziale), il cui diretto frattale è, ad esempio, la previsione meteo, le proiezioni elettorali, il piano industriale di un’azienda, etc.

Non ci si accorge più, ma siamo immersi nel codice della divinazione; antica conoscenza dragata dal Mondo ed applicata sotto mentite spoglie scientifiche, ossia legate alla convenzione. Abitudine impoverente la Massa e l’individuo componente la Massa.

La battaglia che è stata, ha allontanato dalle 3d gli orchi, i nani, gli elfi, i troll, i draghi, gli eserciti schierati in campo aperto, etc. Qualcuno ha vinto, ma chi?
 
Chi celebra la storia narrata nei libri scolastici o nei film?

Chi ha scritto la storia? Chi l’ha scritta è il vincitore temporaneo…

I nostri padri? I nostri nonni? I nostri avi?

Leggete questo articolo con nelle orecchie il sottofondo della colonna sonora di Inception, che vi fornirà la chiave interpretativa secondo il codice con il quale ho prodotto questo scritto.

La musica veicola codici.

Codici che permettono di relazionarsi anche al non visibile, come è facilmente comprensibile quando si parla di Internet o di flussi/pacchetti di dati quando, ad esempio, facciamo un bonifico o mandiamo un sms o captiamo un canale alla radio o alla tv. Le onde esistono anche se non le vediamo. Allo stesso modo esistono le dimensioni. Allo stesso modo esiste un livello di noi non emerso nelle 3d e molto... molto altro.

- Da dove proviene tutta questa informazione che ricevi, su quale canale sei sintonizzato o si tratta di canali multipli?
- Sì, si tratta di canali multipli, che dipendono da diversi fattori. In mancanza di termini più appropriati, questi canali provengono da diversi concili o federazioni di concili stellari che sono stato in grado di identificare, specificamente Sirio, Arturo e Tau Ceti. C’è anche un canale Pleiadiano, ma Sirio e Arturo sono quelli principali. È una specie di trasmissione telepatica, anche se qualcuno la chiama 'canalizzazione' (channeling). La Canalizzazione dipende dall’apertura di altri canali storici – ad esempio ci si può sintonizzare con gli insegnamenti islamici attraverso il canale di Maometto o con gli insegnamenti buddisti o tibetani tramite il canale di Buddha o Padmasambhava. Ogni giorno, al mattino, cerco di aprire il maggior numero possibile di questi canali sacri, recitando varie preghiere o mantra – come la preghiera Salat o la recitazione dei voti del Bodhisattva. Se non lo facessi, il mio mondo sarebbe vuoto. Così si aprono i canali, che poi a loro volta aprono altri canali.
- Ok, ora parliamo delle differenze tra il canale Siriano e il canale Arturiano.
- Recentemente ho potuto vedere come essi si fondono, leggendo diverse frequenze numeriche telepatiche. Sirio, per me, è più matematico, mentre Arturo ha più a che fare con la magia cerimoniale. Essi convergono in quanto la magia cerimoniale è in relazione al potere del 7. Sette è la chiave che permette l’accesso ai canali di Sirio.
-  Ma come fai a sapere da dove provengono?
- Quando mi sintonizzo, c’è una conoscenza che viene trasmessa e comunicata a me; io so solo che la trasmissione proviene da Sirio – è un’energia particolare, con la quale ho acquisito una certa familiarità. A volte ricevo informazione da una confederazione di concili stellari, contenente messaggi sul mio ruolo o missione. Per esempio, ora ho raggiunto una comprensione molto profonda della maturazione della noosfera, che ha a che fare con la maturazione delle visioni del Bodhisattva

Josè Arguelles 13 Lune 
 
Canali sui quali avviene una trasmissione; esattamente come un programma radio/tv.

La particella ‘esattamente’ deve fare riflettere e anche parecchio.

È come credere alla gravità ma non al concetto di massa/peso. La Natura frattale delle 3d è assodata e assodabile ma non viene presa ufficialmente in considerazione. Da chi non viene presa in considerazione? Dal potere di controllo? No; esso la onora e la sfrutta in privato per governare l’impero. È la Massa che non ha orecchie per intendere, perché il suono del 'flauto magico' intonato dal controllo è ‘assordante’ tanto è malizioso, suadente e stordente.

Arguelles ci dona una modalità ‘esempio’, di come/cosa dovremmo fare/essere al fine di uscire dal guscio.

Per finire, per oggi, ecco la prova dell’esistenza del non visibile ma tangibile. Cito per intero l’articolo perché di importanza vitale e frattale:

L’ e-commerce della droga? Funziona, vi spieghiamo come.
Online è possibile acquistare decine di droghe sintetiche provenienti oltre che dal Nord America anche dalla Russia, dal Brasile e dai Pesi dell’Est Europa.
Viaggio nei segreti del più grande sito di spaccio al mondo:

l’impunità è garantita.

Come Scampia, più di Scampia. C’è una piazza di spaccio aperta 24 ore su 24, sette giorni su sette, dove migliaia di pusher vendono, impuniti, qualsiasi tipo di droga. Possibile? Sì, possibile. Provare per credere

Il Paese dei balocchi per tossici è un sito internet. Si chiama ‘Silk Road’, via della seta. Intendiamoci: arrivarci non è facile. Questo ebay della droga all’apparenza non esiste: se si digita l’indirizzo sul browser non si ottiene nulla. Ma il sito esiste, eccome

Sta nascosto in un angolo buio della rete: l’Internet sommerso, il ‘Darknet’

Per entrare in questo mondo virtuale parallelo bisogna utilizzare ‘Tor’, un software gratuito che rende anonima la navigazione. È lo stesso sistema che permette agli attivisti iraniani di scambiare informazioni o ai blogger cinesi di aggirare la censura. Si carica il programma e dopo pochi minuti il gioco è fatto: 

si naviga nell’immensa zona franca senza controlli né regole, dove nessuno sa chi fa cosa.

Silk Road sembra Amazon. Ci sono foto della merce, prezzi, tempi di consegna e recensioni dei compratori. Il logo è un beduino su un cammello. Da qualche mese sono sparite le armi. Bandite. Tutto il resto è lì, a portata di clic. Abiti contraffatti, medicine, sostanze dopanti, passaporti falsi, materiale pornografico. Briciole rispetto alle 4.400 droghe in vendita. La moda del momento sono le nuove sostanze sintetiche: 4-MMC e Crystal meth

Incolori, inodori e insapori. Preparate in modo artigianale, a volte si rivelano mix letali. Falciano giovani vite nelle periferie di Mosca, nelle discoteche di Ibiza e ai rave party sulle spiagge brasiliane. È lo sballo globalizzato:  

abbatte frontiere e viaggia in piccoli pacchi da un continente all’altro seminando dipendenza.  

Su Silk Road i pagamenti avvengono in Bitcoin, la moneta elettronica che non lascia tracce. Si tratta di soldi virtuali generati automaticamente da una serie di computer in rete tra loro. Per comprarli basta una carta di credito. Si versiamo i Bitcoin sull’account ed ecco che tutto è pronto per l’acquisto, protetti dall’anonimato più assoluto. Molti spacciatori rifiutano di spedire ai nuovi arrivati. Non sempre il primo tentativo funziona: il rischio è finire nella lista nera dei 'compratori sospetti'. Ma conquistata la fiducia dei venditori, non resta che passare allo shopping. Dopo qualche giorno i pacchetti di droga arrivano a destinazione.  

'Quello di Silk Road è un contesto smaterializzato, difficilmente aggredibile', ammettono gli investigatori. L’offerta di droga cresce con trend esponenziale. C’è chi spaccia pochi grammi di erba, ma c’è anche chi vende fino a un chilo di cocaina o centinaia di pasticche di ecstasy alla volta. Non sono numeri da piccoli spacciatori. Andrea Ceccobelli, Capitano del Nucleo frodi tecnologiche della Finanza, lancia l’allarme: 

'C’è il rischio concreto che la criminalità organizzata utilizzi questi nuovi canali. In altri Paesi sta già succedendo: in Russia da anni le mafie arruolano laureati in informatica'. 

Carlo Solimene, direttore della Divisione investigativa della Polizia Postale e delle Comunicazioni, non si sbilancia: 

'Il fenomeno nel nostro Paese non sembra ancora particolarmente esteso'. Sui trafficanti italiani il riserbo è massimo: 'Posso solo dire – spiega Solimene – che ci sono attività investigative in corso'.  

In sei mesi il numero di venditori su 'Silk Road' è più che raddoppiato. Secondo uno studio della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, il volume d’affari nel primo semestre del 2012 è stato di 1,5 milioni di euro al mese. Sarà felice il misterioso amministratore del sito, che incassa una commissione del 6% su ogni transazione

Si fa chiamare ‘Dread Pirate Roberts’ (come il simpatico pirata di un film fantasy). Definisce 'eroi' i venditori. Da mesi l’Agenzia federale antidroga Usa gli dà la caccia. Inutilmente.  

Anche lui è un nickname su un sito che non esiste
Link 
 
Per agganciare ciò che ‘non esiste’ serve, in questo caso, un software. Bene. Cosa significa?
 
Che per ‘vedere’ ci dobbiamo solo dotare di un qualcosa che adesso non abbiamo. Questa visione cambia la sostanza della realtà. Sappiamo, da adesso, infatti, che esistono strutture organizzate al di là della nostra percezione attuale ingabbiata dall’abitudine a non vedere.

Educati ad ignorare, ignoriamo…

Chi è Dread Pirate Roberts?

O meglio… chi si nasconde dietro a questo nick name?

E, ancora, chi si cela oltre alla persona che vanta questa nome?

È veramente imprendibile? O fa parte anch’esso del gioco?

Vendere droga mantiene ‘fuori’ le persone, dove per ‘fuori’ si deve intendere, in questo caso, ‘dentro all'Antisistema'.

Il nano vede più lontano del gigante, quando ha le spalle del gigante su cui montare.
Samuel Taylor Coleridge

La città consente di vedere senza essere visti e di essere visti senza vedere.
Serge Daney

Indovinate un po’? Dipende da noi, dove per noi s’intende ogni ‘io’ partecipante ed esistente.

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com