mercoledì 3 giugno 2015

Pendenza che (ri)crea (di)pendenza.




L'Isis è uno Stato come io sono un elicottero…”.
John Kerry
Si è reso conto, il “buon” John Kerry, di che cosa ha (af)fermato? 
La sua è una verità, che “buca” il senso delle parole espresse con una certa intenzione (lui è il “Segretario di Stato degli Stati Uniti d'America”, in auge).
L'Isis esiste real(mente)?
Certo che esiste, ma... "perchè esiste". A chi/cosa "serve"?
Questa è frattalità, ossia, quel grado di “vero” che ti raggiunge sempre e comunque, nonostante “tutto”.
He He…
Lo sai (vero?) che sei alle prese con una “dinastia del/di potere”, che succede a se stessa da tempo immemore.
Ciò che ti amministra è una (di)scendenza, un lignaggio, una “stirpe” che è allargata all’intero Pianeta (e, tutto ciò, senza nemmeno scomodare il “concetto ingombrante” del Nucleo Primo o del Dominio unico in/su questa realtà manifesta “qua, così”).
Qualcosa che “non lo sa nemmeno di… essere così”, al livello emerso.
Qualcosa che “ (ri)specchia fedel(mente)” il livello sommerso del Dominio.
Bruce e Kristine Harrison, fondatori del Waikiloa-base Forest Family Project, sostengono di avere trovato un legame di parentela fra Bush e Kerry.
Secondo questi studi, la scelta alle elezioni presidenziali sarebbe stata fra due candidati cugini…
Link
Ma "quale scelta"?
È sempre una “commedia” che va in onda, sino a raggiungerti. Sì, perchè “comunque vada, sarà un successo”, perché tutto è (pre)visto.
E di fatto, sei fermo/a ment®e “cammini” (sopravvivi).

Le f(orme) di "auto determinazione", nel reale manifesto, alle quali puoi (ri)correre… sono sempre le stesse:
  • la lotta
  • la difesa
  • la resistenza
  • la ribellione
  • la “lotta pacifica”
  • la "non violenza", etc.
Un mot(t)o che ti (ri)porta sempre a… “essere contro qualcosa”, la cui (com)presenza si è (ri)velata, nel tempo, essere una “gabbia”.
Perché sei sempre sospettoso/a di tutto e tutti? Perché non ti fidi delle Autorità? Perché sei (porta)to/a a dubitare?
   

Per tutto ciò che ruota attorno 1) alla tua condizione attuale, 2) partendo da un passato caratterizzato dal “non avere età” (sempre uguale), 3) in quanto ché “la sostanza del reale” non è mai cambiata nei fatti.


Incidente al Roland Garros: si rompe il maxi-schermo, spettatore ferito
Link
È senza ombra di dubbio, “colpa dell’Isis, che dopo l’attentato alla redazione di Charlie Hebdo, ora (ri)torna a colpire ancora in Francia”. No?
Charlie Hebdo è un periodico settimanale satirico francese dallo spirito caustico e irriverente.
L'azione di critica è rivolta in primis alla difesa delle libertà individuali, civili e collettive, com'è difeso il diritto alla libertà d'espressione a partire dal proprio interno:
non è infatti raro che i differenti redattori si siano trovati in disaccordo su temi più o meno importanti, per esempio in occasione del Referendum sulla Costituzione Europea…
Link
Puoi “difendere” tutto quello che vuoi o nel quale credi, ma… “non cambia mai nulla”.

(Ri)fletti:
  • il "libro di storia" è pieno di vicende molto simili a oggi
  • di(verse) solo per quanto (ri)guarda gli “usi e costumi” in voga ad/in un certo tempo.
Ma, di fatto, la storia (seppure deviata), non è mai qualcosa d’altro, rispetto a questa (f)orma di “lotta continua”, che (s)cambi sempre per “cambiamento, evoluzione, miglioramento”.
La condizione di schiavitù (oggi), seppure facente capo a “condizioni di Vita che puoi ritenere migliori rispetto a…, è inalterata rispetto a... che cosa? Beh, a tutto ciò che (ti) nutre di speranza.
La “tua” è una eterna (rin)corsa a qualcosa che brilla nella notte.
Un fuoco fatuo. Uno “stimolo”. Un “(ri)chiamo per…”.
Il cambiamento? Da quanto tempo lo stai aspettando?
Certo, è arrivata la tecnologia. È arrivata l’onda che pro(mette) di aiutarti nelle tue faccende quotidiane… mentre tutto rimane identico a “ieri” (nella centralità del senso di scorrimento dei “fatti”).
Istat, via deflazione ecco ripresa. Prezzi +0,2% e il Pil fa +0,3%...
Link
Scusa! Analizza il “titolo” appena (ri)portato:
  1. via deflazione, ecco (ri)presa
  2. prezzi +0,2%
  3. e il Pil fa +0,3%...
Ci sei?
La Bce combatte le deflazione (ossia, il fatto che tu paghi meno “tutto”), con il risultato che… “i prezzi salgono” e, attenzione… arriva la (ri)presa (il Pil aumenta, grazie al fatto che "paghi di più, per vivere qua, così").
Ma!?! Il Pil sale perché consumi di più e a parità di consumi, sale perché i prezzi sono aumentati.
Ergo, a cosa serve la lotta alla deflazione?
Al mantenimento dello status quo. A che altro, oltre a tutto ciò che ti hanno infilato nella "tua" zucca (s)vuotata?
E tu (e questo è il “bello”, oppure il “diabolico”) ne sei felice.
Basta che l’Istat farcisca due numeri positivi, e tu “non capisci più nulla”.
Pur(troppo) questo è il modello Idiocracy (qualcosa che, sotto forma di film… ti fa anche ridere). Un modello in grande estensione virale, nel Mondo intero
L’(in)canto è totale. Il drogaggio, assoluto.
E ti possono sempre dire qualsiasi cosa, dopo l’emersione di uno “scandalo”… tanto tu (con)segui sempre, allo stesso modo.

Usa, Senato approva il Freedom Act: firma-lampo di Obama.
Il governo degli Stati Uniti può riprendere i controlli sui dati telefonici, ma con nuove limitazioni.
Lo ha deciso il Senato americano, che ha votato il Freedom Act.
La legge estende la capacità dell'esecutivo di raccogliere i dati, una prerogativa che era scaduta domenica.
Il Freedom Act, che rimpiazza il Patriot Act, è stato sostenuto dal presidente Barack Obama, che lo ha definito uno strumento necessario per combattere il terrorismo. La legge è stata approvata con 67 voti favorevoli e 32 contrari e nel giro di poche ore Obama ha apposto la sua firma.
Il ddl annulla le politiche di sicurezza in vigore poco dopo gli attacchi dell'11 settembre 2001.
La nuova legge sostituisce un programma della Nsa (Agenzia di sicurezza nazionale) in cui l'agenzia raccoglieva dati personali in massa, programma svelato dal contractor Edward Snowden che ha scatenato un putiferio a livello mondiale.
Ora i dati sulle chiamate sospette potranno ancora essere raccolti, ma li custodiranno le compagnie telefoniche, e per vederli il governo avrà bisogno di chiedere l'autorizzazione da parte di un magistrato.
Link
Gli Usa sono una democrazia, la "terra del sogno americano":
la nuova legge sostituisce un programma della Nsa (Agenzia di sicurezza nazionale) in cui l'agenzia raccoglieva dati personali in massa (hai inteso realmente, ciò che hai letto?)
programma svelato  dal... (ergo. Gli americani che cosa non sapevano e, dunque, cosa hanno "bevuto" per tutto questo tempo? In quale "stato" vivono?)
  • la legge estende la capacità dell'esecutivo di raccogliere i dati, una prerogativa che era scaduta domenica
  • il Freedom Act, che rimpiazza il Patriot Act, è stato sostenuto dal presidente Barack Obama, che lo ha definito uno strumento necessario per combattere il terrorismo
  • ora i dati sulle chiamate sospette potranno ancora essere raccolti 
  • ma li custodiranno le compagnie telefoniche, e per vederli il governo avrà bisogno di chiedere l'autorizzazione da parte di un magistrato…
Dav(vero)? See…
L'Isis è uno Stato come io sono un elicottero…”.
John Kerry

Calcio Internazionale - Dagli Usa: Blatter si è dimesso perché è indagato dall'Fbi
Link
"Dopo" l'incidente al Roland Garros (un frattale)... è caduto un “pezzo dall’intonaco della facciata del palazzo del potere (Anti)Sistemico”.


Blatter: "Non ho il sostegno del mondo del calcio"...
Link
Cioè, è in atto una “manutenzione del lato apparente”, che ti (man)tiene sempre… “qua, così”.
Blatter ha fatto comodo (è servito) molto bene per tutti questi anni.
Ma, ora, è tempo di (ri)tornare a “dare nuova speranza”, senza per questo – sostanzial(mente) – non cambiare nulla.
Calcio Internazionale - Blatter è caduto: i Mondiali di Russia e Qatar saranno riassegnati?
Le dimissioni del numero uno della Fifa creano i presupposti perché le assegnazioni dei Mondiali del 2018 e del 2022 possano essere ridiscusse.
Questo almeno è quanto sperano soprattutto in Inghilterra e Stati Uniti...
Link
Quanto sperano soprattutto in Inghilterra e Stati Uniti...

E... i mondiali 2018 sono (pre)visti in Russia.


L'Fbi non è, forse, Made in Usa? He He...

In corso d'opera non ci sono, forse (per parte Ue, alias, Usa), delle "misure restrittive" e delle "sanzioni" contro la Russia? He He...

Non è... il chi va al comando, bensì, è il “dove/come/quando/perché”.
Le infrastrutture sono progettate per svolgere un certo compito/servizio:
il proprio compito/servizio (destino, progetto).
Se la (f)orma del “qua, così” è sempre “qua, così”… dove vuoi andare?
Con il potere unico del Dominio, in auto proiezione costante sul/nel reale manifesto… non vi è alcuno “altro destino”.
Se non ti accorgi, non (ri)conoscerai alcun altro destino, al di fuori di questo
Oppure, (ri)tieni ancora che il destino sia unico? He He.
Che cosa non sai?
Calcio - Prime parole dopo il coma: "La Juve ha già giocato la finale?".
Michi, 14 anni, è rimasto immerso sott'acqua per 42 minuti:
è stato rianimato grazie ad assistenza meccanica con circolazione extracorporea…
"Hanno già giocato la finale di Champions?":
il primo pensiero del giovane paziente al risveglio, dopo un mese di coma (la juventus si è qualificata per la finale, il 13 maggio 2015. Oggi è "solo" il 3 giugno. Come sapeva che la Juventus era in finale? I "Media" che cosa riportano e con quale attendibilità?), è andato subito alla sua squadra del cuore, della quale non ha smesso di parlare nei giorni successivi.
"L’altro giorno – racconta il professor Zangrillo – ci ha chiesto un mojito. Ha recuperato lo spirito di quel ragazzino che conoscono genitori e amici. Un ragazzo eccezionale, dotato di intelligenza non comune. Tutti i giorni parlo con lui e scherzo".
Link
Mhm. Bene. No? Un giovane ragazzo è stato “tratto in salvo”. Wow…
Ma… c’è qualcosa di strano, che emerge da questa bella notizia.
Lo “strano” s’evidenzia ancora maggior(mente) se, analizzi con fare frattale la vicenda:
  • il corpo del ragazzo riemerge dopo essere stato circa 42 minuti sotto l'acqua a una temperatura di 15 gradi. La temperatura del corpo di Michi è di 29 gradi, i suoi polmoni sono pieni d'acqua, il suo cuore si ferma
  • il primo pensiero del giovane paziente al risveglio (quale è stato?)
  • l’altro giorno… ci ha chiesto un mojito (un famoso cocktail di origine cubana composto da rum, zucchero di canna bianco, succo di lime, foglie di menta (hierba buena a Cuba) e acqua gassata… Link)
  • ha recuperato lo spirito di quel ragazzino che conoscono genitori e amici…
Dunque:
  • il “ragazzino” era morto (e ti sfido a pensare al/il contrario)
  • il “primo pensiero” (dopo una simile esperienza “illuminante”) è per la propria squadra del cuore
  • la (ri)chiesta di un cocktail alcoolico è, poi, un altro indizio sottile relativo ad “un nulla di fatto”, un (ri)torno al passato/presente/futuro (ora, status quo).
(In)fatti, “il recupero dello spirito”… indica frattal(mente) che… “nulla è cambiato nella sostanza”. Indica una (di)pendenza in una (f)orma di reale che non muta mai...
Il ragazzino è ancora “qua, così”… seppure con un arto semi amputato (motivo principale della richiesta di alcool “per dimenticare”?):
è stato necessario amputare la gamba destra, al di sotto del ginocchio, per un problema di perfusione sanguigna. La giovane età del ragazzo però è stata d'aiuto, rendendo possibile l'impossibile
Ecco, che cosa è "cambiato":
  • ciò che il ragazzo si porterà dietro (marchio) per tutta la Vita “qua, così”
  • molto probabil(mente), una protesi “tecnologica” lo (ri)porterà alla “normalità”.
SPS analizza sempre (anche questo avvenimento) in maniera frattale:
esiste, dunque, una “tecnica… che (ri)porta in Vita… i morti”.

Un'ombra sul/nel campo...
C’è uno strano alone, attorno a questa notizia; non trovi?
C’è qualcosa di strano, come di… “malsano”; non tanto per quello che è la notizia in sé, ma per quanto (ri)guarda tutto quello che “c’è sotto” e/o “al di là”… del primo livello di (ri)lettura della notizia stessa.
Cosa mettono nel cornetto? Non quello che scrivono.
Quanti di noi iniziano la giornata con un cornetto pensando di raggiungere un compromesso fra una sana alimentazione e una prima colazione gustosa?
Tanti. Ma che cosa è rimasto della ricetta originale nei cornetti che mangiamo ogni giorno? Ben poco davvero.
D’altronde basta attraversare il confine e acquistare un cornetto in Francia per accorgersi di quanto sia differente il gusto dei croissant d’Oltralpe. Un altro mondo davvero.
Un’inchiesta di Report andata in onda ieri sera ha messo a nudo la vendita ingannevole compiuta da Autogrill nei confronti dei viaggiatori che ogni giorno fanno colazione nei bar delle autostrade italiane:
la società di ristorazione vende come “cornetti al miele” prodotti in cui il miele è soltanto una parte minima degli ingredienti.
Se si legge la lista degli ingredienti all’Autogrill ci si accorge che il “miele” è, in realtà un composto di grassi saturi di cui il glucosio, l’olio di palma e lo zucchero rappresentano il 92% e il miele l’8%.
Il burro – alla base del croissant “tradizionale” – costa troppo e viene sostituito con la più conveniente margarina, prodotto che troviamo nel 90% dei croissant e delle brioche vendute sul mercato italiano. E le farciture invece della millantata marmellata sono a base di glucosio.
I giornalisti di Report hanno raccolto le etichette nei bar e nelle pasticcerie italiane e le hanno sottoposte a un medico nutrizionista e a un ecotossicologo mettendo a nudo la verità, ovvero che chi ci sfama non ci nutre e che la priorità dell’industria alimentare è abbassare al massimo i costi di produzione per ottimizzare i profitti, senza alcuno scrupolo nei confronti della salute dei consumatori.
Link
Anche per questo "si combatte la deflazione".
Mettendo a nudo la verità ovvero che chi ci sfama non ci nutre e che la priorità dell’industria alimentare è abbassare al massimo i costi di produzione per ottimizzare i profitti, senza alcuno scrupolo nei confronti della salute dei consumatori.
Or(mai), te lo dicono chiara(mente). Ma tu non cambi mai nella sostanza, il “tuo” comportamento.
Che cosa significa? Significa che sei “sotto al controllo sempre più totale”.
Sei testato/a giornal(mente) “qua, così”.
Nulla è per caso.
Il “sonno” è sempre costante e (pro)fondo.
Quale “senso” ha? Ha il “senso” dello scorrimento nel solco dell’aratro
Tutto è (di)pendente, perché tutto (ri)sente/provoca una (di)pendenza.
L'indebolimento degli alisei da sudest...
i valori negativi  nel Soi (Southern Oscillation Index = il dislivello  tra le anomalie di pressione a Darwin e  Tahiti dal quale dipende l'intensità degli Alisei ; Soi negativo  = il dislivello barico è sfavorevole per innescare gli Alisei)…
Link
L’indebolimento di una corrente (sia essa sotto forma di “vento”), compie un “servizio”. Serve e “serve a…”.
E, come questa corrente si indebolisce? Per via di “dis(livello) fra due o più punti”… “dal quale dipende l’intensità degli Alisei” (fra l'altro)…
È un piano (in)clinato (il “tutto”).
  • qualcosa di (pre)visto e di (pre)vedibile.
  • uno scorrimento in/verso a…
  • una pendenza, che (ri)crea (di)pendenza.
Per cui, quello che non sai… che cosa è? Che cosa indica? Che cosa rappresenta?
Su chi/cosa puoi “contare”?
Gli atolli possono crescere e non affondare nonostante l'innalzamento del livello dei mari
Link
Saltare la pausa pranzo fa ingrassare.
A dirlo è (rullo di tamburi) l'Ohio State University dopo una ricerca condotta sui topi
Link
He He… quale “logica è stra(volta)”?
Ciò che non sai. In quale percentuale “non sai” e “sai”? Nella consueta (90 vs 10)... sei, dunque, "parziale e relativo/a a..." (consegui, dipendi, derivi).
Secondo “logica tradizionale”… non vai mai troppo lontano, rispetto alla (f)orma che ti (man)tiene nel rea(l/m)e manifesto. Con logica frattale, (in)vece), la prospettiva cambia.
Inizia, almeno, da un simile “cambiamento sostanziale, potenziale”.
  • qualcosa che non è più fatto di sola attesa o di apparenza
  • qualcosa che è Oltre Orizzonte, rispetto a…
Fantasia? Immaginazione? Malattia? "Caso"? He He...

Un gatto sta per "caso" in equilibrio, in qualunque situazione?
Domenico Caso… (Eboli, 9 maggio 1954) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista…
Gli è stato diagnosticato un tumore al fegato, malattia, secondo Ferruccio Mazzola, da ricondurre all'utilizzo di sostanze dopanti ai tempi della Fiorentina che avrebbero portato alla morte prematura dei suoi ex-compagni di squadra Bruno Beatrice (leucemia), Ugo Ferrante (tumore alla gola), Nello Saltutti (infarto), Giuseppe Longoni (vasculopatia), Adriano Lombardi (Sla) e Massimo Mattolini (insufficienza renale) e alle malattie di Giancarlo De Sisti (ascesso frontale), Giancarlo Antognoni (infarto) e Giancarlo Galdiolo (demenza frontale temporale)…
Link
Ciò che “sai dopo (essere morto/a)” a che ti serve?
È “prima che, dovresti aprire gli occhi”.
C’è un “reset” in tutto ciò, in questa realtà (ri)emersa.
Le persone (tu) non imparano mai nulla di sostanzial(mente) di(verso).
Le abitudini sono radicate e consolidate nel profondo. Ad un livello tal(mente) preponderante, rispetto a tutto il resto, che… “anche dopo essere resuscitato, sei ancora quello/a di prima”.
Calcio e alcool (dipendenze) (ri)tornano subito alla mente, nonostante che/tutto…
"Hanno già giocato la finale di Champions?"...
 

Questo è un cielo "normale"? Sì, dopo che ti ci sei abituato/a.
Scie chimiche: agli adulti dicono che sono bufale, ai bambini le insegnano a scuola
Non tutti i target sono uguali.
Quindi per gli adulti, che sono cresciuti in un mondo in cui la geo ingegneria non esisteva, si deve usare la tattica della bufala...
Se... la propaganda riesce a ridicolizzare il fenomeno, gli adulti, pur di non essere derisi, si autoconvinceranno che quelle nel cielo sono nuvole, rifiuteranno l’idea di un inquinamento così massiccio e concentreranno i loro sforzi e la loro attenzione per separare l’etichetta di carta dalla bottiglia di plastica.
Per i bambini, invece, il problema è di più semplice soluzione:
loro non hanno mai visto il cielo senza scie.
Sono cresciuti in un mondo in cui le scie esistono e sono (quasi) la quotidianità. Essendo la quotidianità, sono anche la normalità.
Di conseguenza basta addolcire un po’ l’argomento, farlo studiare a scuola e il gioco è fatto.

Oggi, per ottenere la pioggia, i piloti del servizio meteorologico volano sopra le nuvole e spargono speciali sostanze chimiche che fanno gelare le minuscole gocce d’acqua delle nuvole e le trasformano in pezzetti di ghiaccio così pesanti che cadono. Quando i pezzetti di ghiaccio, cadendo, passano attraverso l’aria calda, si sciolgono in grosse gocce d’acqua:
ecco dunque la pioggia!...


La “bianca pagina del cielo”… Ecco cosa viene insegnato ai bambini:
le rondini non volano più nel cielo azzurro ma, come dei pennini, disegnano righe, curve e cerchi, nel cielo bianco come una pagina
Ma un giorno la situazione cambierà e i vostri figli, spero arrabbiati, vi chiederanno:
scusa papà, ma cosa guardavi mentre il tuo cielo azzurro diventava il nostro cielo bianco?
Cosa risponderete? Leggevo le pagine marroni di qualche quotidiano nazionale?
Link

Interrogando Google Immagini, ormai si è al cospetto della “palla di vetro” (ciò che si vede è il riferimento pubblico):
  • foto del cielo azzurro Link
  • cielo azzurro senza nuvole Link
Le immagini che vengono "elaborate", non rendono a pieno l'idea di un "bel cielo azzurro/blu intenso". Un esempio, lo puoi (ri)trovare, ad esempio, qua sotto:
cielo blu (vecchia maniera) Link
Ecco l'immagine:


(Ri)cordi?

Come era il cielo di 70 anni fa?
Gorla: 70 anni fa la strage degli innocenti sotto le bombe USA.
Il cielo è maledettamente azzurro su Milano, la mattina del 20 ottobre 1944.
Così azzurro che la maestra della scuola elementare Francesco Crispi, in zona Gorla, è preoccupata:
"è troppo terso, potrebbero bombardare. Noi siamo costretti ad andare a scuola, ma voi che potete…", dice incontrando sul ponticello del naviglio Martesana la piccola Graziella Ghisalberti, 7 anni, per mano con sua mamma e il cuginetto Edoardo di 6.
Invece Graziella ed Edoardo, con i loro grembiulini neri, varcano il portone, come tutti i giorni da quando sono rientrati dalla Brianza, dove erano sfollati per paura della guerra:
"Tanto ormai la guerra è finita", ripetevano gli adulti.
E invece la guerra a Milano doveva dare l’ultimo colpo di coda, il più devastante…
Link
  • il cielo è maledettamente azzurro su Milano, la mattina del 20 ottobre 1944
  • tre minuti prima gli stessi bombardieri avevano centrato in pieno la scuola di Precotto, polverizzandola, ma tutti i bambini si salvarono…
  • erano decollati alle 7.58 da Foggia gli aerei statunitensi e l’obiettivo era bombardare le fabbriche milanesi più attive, la Breda, l’Alfa Romeo e l’Isotta Fraschini. Ma tutto andò storto: la rotta risultò sbagliata e gli aerei si liberarono del carico per tornare a Foggia leggeri. I documenti militari statunitensi (rintracciati solo nel 1994 da Achille Rastelli) parlarono di missione fallita e di “danni collaterali”, poi tutto fu “dimenticato”.
  • missione fallita
  • danni collaterali
  • poi tutto fu “dimenticato”…
Il reset è totale, da sempre. E… il cielo è sempre meno azzurro.
Qualcosa “cambia”, affinché tutto possa rimanere “qua, così”.
Ora tocca a Blatter, dopo che è toccato anche a Gheddafi.

(Di)versi nei singoli destini. Identici sotto al comune cielo…

Ergo:
nessuna differenzarispetto allo status quo.
La “via” è (pre)impostata e tutto la (con)segue.
 
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com