venerdì 20 febbraio 2015

Frattalità espansa (2).




Il debito = qualcosa che “non esiste” (ingegneria finanziaria permessa per legge e credo), che si manifesta attraverso di te.
Nota la “curiosa analogia” (frattale = frattalità):
  • le banche centrali aprono e chiudono i “rubinetti” del denaro, causando le “crisi economiche (inter)nazionali” (e, volendo, l’estinzione del debito – così, come lo “contrai”)
  • il Sole (centro dell/nell’omonimo “sistema”) espande e riduce la propria attività, causando le ere glaciali (e, volendo, l’estinzione della Vita – così, come la “contrai”).
Contrai => contrarre
Link
Contrarre…
  1. ridurre in uno spazio minore; restringere, raggrinzire...
  2. prendere, assumere, far proprio: contrarre una malattia, un’abitudine; contrarre un obbligo, un debito
  3. stabilire, stipulare, concludere con un accordo: contrarre un patto, un’alleanza... una relazione...
Link
L’etimologia (la radice) di un termine non è mai casuale.
Essa (af)fonda nel significato origina(rio/le). Per cui, nelle fondamenta di ogni espressione (formata dai singoli termini, formati dalle singole lettere) c’è una verità di fondo (base) cementata su “dati di fatto temporalmente accettati e pressofusi insieme, mediante (ri)utilizzo nel/del sociale”.
Ora, il termine “contrarre”, porta alla mente l’esistenza di un “contratto”, ossia, la terminologia (ri)sente di una "pratica commerciale" posta agli albori dei termini.

Solitamente, le branche ufficiali del sapere affrontano questo st®ato solido di verità, (inter)posto alle radici del sapere stesso, in maniera “datata”, ossia, secondo una prassi consolidata del (ri)scrivere la storia attraverso un filtro conveniente allo status quo (che finanzia le attività di ricerca, gli studi e, dunque, l’orientamento di ciò che deve emergere e, soprattutto, nella forma che deve emergere, relegando tutto il resto nell’ambito della sconvenienza che riduce/contrae a mito, leggenda, storiella, bufala, insabbiamento, etc.).
C’è, sì, una "pratica commerciale" (interesse) dietro a tutto ma, questa, non è quello che ti hanno fatto c®edere.
Non è la storia umana che emerge dal vuoto con la civiltà sumera, già pienamente sviluppata.
Non è la storia umana che (af)fonda nella necessità commerciale (utile), che parte dal “naturale” baratto e passa all’odierna industria del debito usuraio e del controllo relativo alla capacità di “battere moneta”.
È… un contratto che l’umanità ha “accettato di firmare (in)direttamente” con il Nucleo Primo, mediante adattamento senza alternativa apparente alcuna, di essere ospitata sul Pianeta (in “affitto”) pagando per poterne “godere i frutti” (ciò che si ricorda ancora nel mito religioso e non solo, come “Eden”).

Alla base dell’attuale forma di civiltà c’è, dunque, una "(in)capacità di intendere e volere" sancita e cementata dalla firma di un cont®(atto) con il Nucleo Primo.
Ogni nuovo (ri)nato, accetta per tacito (con)senso di rinnovarlo sino alla propria morte terrena.
Una (f)orma di abbonamento a Vita, che continua oltre la Vita stessa, in quanto ché ogni individuo si lega a ciò che in Vita (ordinariamente intesa come esistenza fisica “qua, così”) gli (ri)accade e contrae (malattia virale); qualcosa, come filamento eterico “appiccicoso” (man)tiene il percorso delle singolarità umane (d)entro a quello (forma di reale emersa) (pre)disposto dal Nucleo Primo, come “contenitore (retro)progettato ad hoc, al fine di essere il più possibile (ad)atto alla finalità contrattuale (pre)vista ed accettata fra le parti e la grande parte”:
un (contr)atto che (pre)vede ogni umano nella (p)arte di un generatore di continuità (qualcosa di paragonabile al generatore di corrente, ad una scenografia perennemente rappresentata per lo stesso tipo di pubblico pagante e usufruente)…
Il Pianeta è un possedimento “altrui”, che lo “ha” acquis(tato/ito) (non si fa fatica a "percepirlo") attra(verso) le medesime caratteristiche di eredità/contratto, fondate sul Modello Far West (lignaggio), che anche nella realtà attuale terrestre è piena(mente) (ri)emerso, attra(verso) la (com)presenza ubiqua della legge/strumento chiamata frattalità espansa.
Il Nucleo Primo è, dunque, quella f®azione del controllo che a Filtro di Semplificazione attivo è del tutto umano/a, come te.
Accorgersi è basilare, al fine di poter andare avanti lungo il cammino del (disin)canto.
Il Nucleo Primo è dapper(tutto), ovunque… per mezzo del proprio vantaggio temporale/mnemonico su di te.


Ment®e egli si (raf)forza, tu – ogni volta – sei sempre più drenato, ricavando da te materiale prezioso... da rendere ancora più prezioso, mediante esperimentazioni, pratiche commerciali con altre “grandi parti”, rendita vitalizia derivante dai propri possedimenti, continuità, etc.…
Fantascienza, in una sola parola, se continui a vestire questi panni da… “babbano”.
Se  continui a rimanere “qua, così”.
Mai sino ad ora, nella storia dell’umanità, c’è stata una causa in grado di unirci tutti come specie. Fino ad ora… La lotta finale contro il nemico finale… l’estinzione”...
X-Men Giorni di un futuro passato.
Nota bene il... "da farsi" (uscita dalla guerra tra poveri):
  1. ti accorgi (del Nucleo Primo)
  2. (ri)cordi ciò che è già (ri)accaduto
  3. (ri)conquisti il tuo centro (terzo stato)
  4. tutto (ri)torna sincronico “lato tuo”
  5. ossia, (ri)torni a “contare” in termini di (com)presenza
  6. ti “fermi”, fermando il segnale (im)portante (Anti)Sistemico
  7. (ri)avvicini il Nucleo Primo, che deve (ri)emergere alla luce solare
  8. insieme effettuate un balzo quantico
  9. evolvendo lungo la via della “verità/coraggio”
  10. perché... ciò che accade a te, (ri)accade anche al Nucleo Primo.
Cosa è l’estinzione?
He He… cosa, se non una grande paura perenne(mente) in bilico sulla tua testa?
Cosa, se non “La Paura”?


Ma tu (voi) sei eterno. Il Nucleo Primo lo sa, ma se lo (s)corda, segno evidente che qualcosa lo (man)tiene in pugno, alla tua stessa (s)tregua.
SPS, ora, deve stringere il Filtro di Semplificazione… perché non è utile allargare troppo l’orizzonte, lungo la stessa via che (man)tiene segregati in questa (ri)forma di realtà caleidoscopica.
Piuttosto che (pro)cedere orizzontalmente, lungo i cerchi con(centrici), che espandono il medesimo tipo di situazione terra (ri)formante, è molto meglio iniziare ad intendere una direzione diversa, altra... per fine e “destino” (orbita):
l’Oltre Orizzonte.
La "coordinata mancante" all’interno di un piano reale di (ri)ferimento chiuso a doppia mandata, in/su se stesso, sia per coloro che sono contenuti, sia per coloro che contengono… sulle “note” di qualcosa che è ancora più in là rispetto a qualsiasi portata del “pensiero/immaginazione” attualizzato.
Ok?
SPS si stoppa qua, perché… è meglio.
Per oggi hai spaziato più che a sufficienza.
Torna, ora, alla legge/strumento della frattalità espansa.

Prima e seconda immagine (puzzle).
In questa seconda puntata, viene esaminata dalla prospettiva “fisica e comportamentale”.
Ma… l’esame è a livello di “immagine”.
Nessuna “spiegazione”, bensì, solo la visione di una nuova immagine, dopo quella di ieri:
  • una modalità (di)versa dell’apprendere, senza passare dalla consuetudine della “lingua”
  • una modalità “telepatica/mnemonica” magior(mente) sviluppata per vie interne poco (ri)cordate e praticate.
Il firewall (Anti)Sistemico è per lo più “tarato” (programmato) per affrontare minacce,  allo status quo, provenienti dal canale del linguaggio (la ripetizione interiore di quello che leggi è un controllo, nonché un filtro, una censura e un impedimento in grado di mantenerti in una fase limitata/rallentata).
(Con)centrati sulle due immagini d'insieme, allora, della frattalità espansa:
con la promessa che SPS le migliorerà progressiva(mente), al fine di renderle sempre più “parlanti”.
Se hai suggerimenti “concettual-grafici”… a tal pro, ben vengano.
Se hai strumenti appositi per lo sviluppo di “concettual-grafica”, ben vengano.
Ok? (È ok? Si chiama "collaborazione")!


Pensa a come tutto si ripeta, in ogni situazione; ogni qual volta ti (ri)trovi a fare esperienza della “tua” Vita nella società d’insieme:
  • la personalità “forte” domina
  • imponendo se stessa nell’ambiente di (ri)ferimento (giurisdizione, campo gravitazionale)
  • sino al punto/momento che gli è (per)messo.
Il Modello Far West recita l’autentica storia della (con)formazione/semina del Mondo (reale), così come lo (ri)conosci ed accetti (in)direttamente, perché di fatto sei senza scelta.
L’atto stesso della (ri)nascita ti “sparge nel reale (con)seguente”, in una maniera che sembra casuale, ma che non è mai così.
Il Nucleo Primo ti controlla in ogni “tua” fase e, anche quando qualche (ri)combinazione particolare (la tua presenza + il richiamo animico) permette di eluderlo, esso ti ritrova sempre… perché sei solo nel Mondo attuale, che è una conseguenza della (com)presenza stessa del Nucleo Primo; una sua emanazione o il circuito secondario impresso su quello primario.
Dove vuoi andare se sei all’interno di una “Caverna”, di un luogo che è un teatro per la rappresentazione continua del tuo “atto”?
Come ti può (ri)trovare?
Beh… ci sono (in)finiti modi e, anche solo rimanendo al piano fisico… secondo te, perché sei unico, ossia, univoco o “diverso” rispetto a chiunque altro?
He He… A SPS (dis)piace farti perdere tutti i “tuoi” cardini di (ri)ferimento ma, tant’è… perché "servono solo al Nucleo Primo per mapparti e (man)tenerti così, ruotante attorno ad esso".
Ecco il motivo e/o il (ri)utilizzo della (bio)diversità
Assange: i governi presto saranno in grado di monitorare le persone attraverso il Dna.
Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange ha detto che in futuro i Governi delle maggiori potenze mondiali potranno spiare i cittadini con le loro informazioni genetiche.
Ha citato l'esempio della Svezia, dove il Dna di ogni cittadino è preso alla nascita, gli è assegnato un numero speciale personale e il codice del Dna è impresso nella carta d'identità. Il codice è poi inserito nella dichiarazione dei redditi e in molti rapporti di credito.
Link
Non si scappa, da "qua"… se continui ad essere “così”.


La frattalità espansa non è una “teoria”. Essa non ha necessità di condizioni particolari ambientali (assiomi, convenzioni). Non si deve porre nessuna condizione di base affinché sia valida e (com)prova(ta/bile).
Il termine teoria (dal greco θεωρέω theoréo "guardo, osservo", composto da θέα thèa, "spettacolo" e ὁράω horào, "vedo") indica, nel linguaggio comune, un'idea nata in base ad una qualche ipotesi, congettura, speculazione o supposizione, anche astratte rispetto alla realtà
Storia del termine.
Il lemma teorìa (ϑεωρία) originariamente nell'antica Grecia indicava una delegazione composta di teori (ϑεωρός) che erano inviati speciali di una città per compiere una missione di carattere religioso come consultare un oracolo o ad assistere a cerimonie religiose.
Il termine fu poi usato per indicare gli spettatori o per indicare vari magistrati…
Link
Teoria:
guardo, osservo (“vedo lo spettacolo”).
E… “lo spettacolo deve continuare”, vero?
Naa, non più. Non questo spettacolo "radio attivo" e viralmente corrosivo, con alla base un interesse, una “fame” che non viene mai meno e che, dunque, si presta alla manipolazione d’ogni tipo, perché (di)pendente.
In un piano inclinato come quello (de)scritto da questa forma di reale, la (di)pendenza può solo “scivolare giù”, con (d)entro te.
Il debito:
una (di)pendenza (inter)posta su base convenzionale (illusoria), per via proprio dell’inclin(azione) della (ri)forma del reale (qualsiasi riforma che si discute sopra ad un terreno inclinato, “serve” solo per il mantenimento dell’inclinazione stessa).
La storia deviata si (in)curva per questo motivo di (s)fondo.
Una debolezza che è una forza (gravità):
  • (di)pende dal dove/come “guardi”
  • (di)pende se intendi (ri)salire o discendere
  • e, solitamente…
  • “qua, così” si “(di)scende” e basta.
Infatti, la (di)scendenza è ri(com)presa da te, come “naturale”…
Ebbene, allora da chi/cosa (di)scendi?

Grecia: Fmi, avanti con nostro programma.
"Le attuali discussioni sulla Grecia riguardano l'eventuale estensione del programma europeo. Il programma del Fondo monetario scade nel marzo del 2016 e va avanti fino al 2016.
In questa fase non c'è bisogno di prorogarlo":
lo ha detto il portavoce del Fmi, Gerry Rice, sottolineando come "il piano del Fondo sia già flessibile".
Sulla Grecia "serve un accordo, un quadro normativo forte e credibile... La situazione è molto fluida, e faremo il nostro meglio per raggiungere ciò".
Link
Sulla Grecia "serve" (è in vigore un contratto di servitù) un accordo...
Domanda: perchè la Grecia non emette “denaro proprio”?
Perché, invece, (di)pende dagli “aiuti e(s)terni”?
Lascia da parte le motivazioni che "ti dicono gli esperti, di turno"...
La Grecia non è, forse, uno Stato Sovrano?
(Ri)trova il modo di accorgerti che il tutto è solo una “messa in scena”, atta a (ri)creare in te quell’auto (in)trattenimento, che (per)mette al Nucleo Primo di non avere nessuna necessità di apparire all’interno del piano di reale, controllato in modalità “wireless”.
Oggi, SPS ha “buttato lì” (condiviso) molto materiale ad alto peso specifico.
Avrai notato che nonostante il titolo dell’articolo sia inerente alla frattalità espansa, essa non è più di tanto sviluppata “dialettica(mente)”.
Non (im)porta, perché vale di più una singola immagine, piuttosto che mille parole
La sua centralità è tale, da renderla sempre (pre)sente.
Essa è contenuta dapper(tutto), perché ne è la “radice” o, meglio, il nutrimento per le radici e per l’impianto radicale in toto.
Essa è, dunque, centrale... da qualsiasi (p)arte la si (ri)guardi. Per questo il Nucleo Primo ha ideato di drenare consapevolezza, da te, per mezzo dell’asportazione della tua memoria.

Non (ri)cordando, vai ad intessere una t®rama proprietaria, lato Nucleo Primo.
E… il “tessuto” ordito è sempre e solo il raccolto di una semina (Anti)Sistemica, all’interno della quale tu operi in quantità/qualità di (im)piegato (servitù di passaggio)..

Il sambuco cresce dove il contenuto di azoto nel suolo è alto, vicino agli edifici abbandonati ed intorno agli allevamenti e ovunque il suolo sia stato arricchito dalla decomposizione di materia organica, quale foglie e rifiuti.
Il sambuco è però comune anche in formazioni naturali, nelle siepi ed ai margini dei boschi, ma sempre in luoghi abbastanza umidi. I semi vengono diffusi dagli uccelli che si nutrono delle bacche di quest’albero.
Dai frutti e dai fiori si ottengono distillati e marmellate eccellenti, ricche di vitamina C. I fiori vengono anche consumati in frittate o frittelle. Tinture vengono ricavate da parti diverse dell’albero:
nera dalla corteccia, verde dalle foglie, blu o lilla dai fiori.
Il legno, che è tenero e bianco-giallastro, può essere usato per realizzare piccoli oggetti, quali giocattoli, pettini e cucchiai di legno. Generazioni di bambini hanno svuotato i fusti di questa pianta per farne fischietti e cerbottane. Con un decotto di fiori di sambuco si curava la tosse; un estratto delle radici veniva usato come purgante.
Link
Cresc(e/i) dove il contenuto di… nel suolo è alto…
He He…
Estrema(mente) “parlante”, l’esempio.
E:
  • chi controlla, dunque, il livello dei contenuti nel suolo
  • (pre)determina il tipo di “semina” in superficie.
Ora, (ri)pensa alla frattalità espansa:
  • a come (prov)veda a (re)distribuire “pesi e misure” (l’insieme ponderato di tutte le compresenze esistenti)
  • nel piano di reale che (ri)emerge di (con)seguenza.
Non ti sembra, forse, un tipo di (pre)par(azione) del “suolo”?
Non ti sembra, forse, che da “lì” poi sog(giunga) la semina del reale?
Il debito greco e gli usurai di Bruxelles
Link
Libia: gli incendiari gridano al fuoco
Link
Farmaci, studio Gb: più danni che benefici da cure innovative
Link
Pensa anche all’assurdo, incarnatosi “umano”, ossia, (ri)nato grazie al "contenuto nel suolo"”:
  • a questo link puoi vedere, tra gli sponsor ufficiali della Uefa anche la nota multinazionale Heineken.
Heineken… è un'azienda olandese produttrice di birra fondata nel 1863 quando Gerard Adriaan Heineken acquisì una piccola birreria ad Amsterdam.
Al gruppo Heineken appartengono più di 130 stabilimenti in più di 65 paesi in cui lavorano oltre 57.000 persone che producono circa 165 milioni di ettolitri; divisi in 170 marchi di birre speciali, locali, regionali e premium internazionali, tra cui Cruzcampo, Tiger, Żywiec, Starobrno, Ochota, Murphy's, Star, Amstel e anche Heineken.
È il terzo produttore di birra mondiale dopo AB-InBev e SABMiller…
Link
Europa League - Vergogna ultras a Roma: devastata piazza di Spagna.
Dopo le violenze di mercoledì sera a Campo dé Fiori non si placa il vandalismo dei tifosi del Feyenoord giunti a Roma per assistere al match di Europa League all'Olimpico.
Il bilancio finale fatto dalla questura è di 28 arrestati tra la tifoseria olandese, 5 tifosi contusi, 13 feriti tra le forze dell'ordine, 3 dei quali investiti dallo scoppio di potenti petardi…
L’ambasciata olandese:
"Durante gare a rischio, birre più leggere…”
Mentre la situazione continua ad essere caldissima, il portavoce dell'Ambasciata Olandese in Italia, Aart Heering ha commentato all’Ansa in questo modo gli scontri dando una chiave di lettura insolita a questi comportamenti:
“Il fenomeno della violenza legata allo sport in Olanda esiste, le autorità conoscono le tifoserie più agitate. Uno stratagemma messo in atto dal Governo ultimamente è quello, in accordo con i gestori di bar, di mettere di nascosto in vendita, nei giorni delle partite a rischio, una birra più leggera con bassissima gradazione alcolica.
È uno stratagemma sperimentato anche all’Oktober Fest di Monaco di Baviera, che serve a prevenire in parte il problema…
Link
Ok?
  • Heineken è uno sponsor influente della Uefa Champions League...
E, allo stesso tempo...
  • Heineken è la causa (in)diretta degli incidenti tra tifosi ubriachi…
Si obietta che “è responsabile l'utente, che deve sapersi controllare”, ma:
perché accettare tra gli sponsor proprio il “prodotto” che (ri)veste/(in)carna il “demone”, che è in grado di sviluppare, liberare, manifestare… reazioni di questo tipo, in uno sport ad alta (com)penetrazione sociale ad ogni livello sociale?
È come se il Terzo Reich avesse sponsorizzato i giochi olimpici, segno di pace, collaborazione, sana competizione e fratellanza universale!
Come? È proprio quello che è successo nel 1936.
He He (guarda caso, lo spettacolo dove(va) continuare)…
Infatti, la “collaborazione” è sempre esistita a livello di (p)arti che recitano secondo copione (Anti)Sistemico. Nel 36 era "normale".
Una nota conclusiva:
fai nota a come ti viene (ri)chiesto di “giocare con moderazione”, “bere con moderazione”, “comporarti con moderazione”, etc.
quando, invece, la società continua sistematica(mente) a “provocarti”, per mezzo della diffusione a norma di legge, proprio di quegli “argomenti” che risultano in pratica come un dis(seminare) ordgini esplosivi ad orologeria, in attesa di te e della tua prossima “crisi”.
Ad esempio, ed in contro(tendenza) a quello che ti viene (ri)chiesto (responsabilità), perché le aziende che (ri)utilizzano contenitori di vario tipo, che diventano in seguito al consumo del prodotto, dei (ri)fiuti ambientali, non pagano loro la tassa dei rifiuti che, invece, viene a te (ri)chiesta anno dopo anno?

Dove termina la responsabilità aziendale?
E dove inizia la tua?
Se apri un’attività commerciale in città, devi (pre)vedere anche lo spazio (pre)disposto in termini di ospitalità logistica (parcheggi). È tua responsabilità e i costi sono tuoi.

Allora, perché le aziende non sono (ri)tenute responsabili per il tipo di “prodotto e di imballaggio” che, viralmente, producono (utilizzano) e contribuiscono (in)direttamente a far entrare nel circolo/vortice sociale/ambientale?

Perché sei tu a dover pagare la tassa sui rifiuti?

Le aziende pagano la loro (p)arte?

Per nulla af(fatto). Esse pagano solo ciò che in termini di “millesimi”, sono tenute a pagare per legge, in base alla loro estensione degli stabilimenti e, al limite, per quanto concerne aggravi simbolici per quanto concerne il settore produttivo di competenza. Nulla di più.
Il “danno ambientale” (ri)cade, come al solito, su di te. Tu che vieni (ri)chiamato alla responsabilità e che “paghi tutto di (con)seguenza”…
Tu che fai la spesa e compri quello che ti viene “offerto” e che, dunque, non puoi scegliere, come se... fossi libero di farlo autenticamente.
Gli imballaggi d’ogni tipo sono sempre una scelta “a risparmio” e di convenienza per l’azienda.
La sua responsabilità sociale dove si (ri)trova e dov’è?
La legge è decisa dalle lobby, che agiscono sui politici.
Le lobby rappresentano le aziende e non te
Ergo, la legge (di)pende a loro favore, in un piano inclinato simile.
E tu, per giunta, difendi la “tua” azienda, perché ci lavori (d)entro.

Ma che "bel" circolo(ne) vizioso:
sei legato mani, piedi ed intelletto, oltre che… anche al livello immaginifico.
Beh, la buona notizia è che c’è SPS. No?

Ma “che te lo dico a fa”!

Att.ne:
SPS è grato e ringrazia di cuore tutti coloro che stanno sostenendo SPS, anche, attraverso la "Campagna 12*1000".
 
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com