giovedì 12 febbraio 2015

C®edere.


"Governare è far credere".
Niccolò Machiavelli
(Ri)flessione:
le religioni (tutte) ti passano una versione della realtà, ognuna diversa dalle altre, a cui i relativi “fedeli” sono chiamati a “c®edere” (nota: 1- il marchio registrato, 2- il “credere” che è, anche, 3- il “cedere”. Quale finezza frattale è contenuta nei termini riutilizzati, così… inconsapevolmente).
Domanda:
ogni altra “teoria” perché vale meno, rispetto a queste (che si auto annullano logicamente, di conseguenza)?
Constatazione (amichevole):
ad ogni altra teoria, i “fedeli e la cupola”, (ri)chiedono le “prove” di quanto viene asserito, come se (come se…) le religioni e, dunque, "la teoria in auge", fossero basate sulla relativa (com)provata realtà... della teoria stessa.
Ok?

Da “qua” non ci si (dis)costa, perché le “teorie sono tutte teorie”, sino a quando una non viene "provata". Il provare significa dimostrare ed avere dimostrazione diretta, dell’assunto che (pre)tende di governare la “logica” di una intera platea di individui (Massa, società, umani).
Dimostrare significa:
(com)provare dalla “a alla z”, l’intero excursus sul quale si basa la teoria che, solo in seguito, diventa “qualcosa di totalmente fondato/a”.
Ora… tutte le religioni su cosa si basano e cosa ti (ri)chiedono?
  • uno o più “libri sacri”
  • la necessità della “Fede”.
Dunque, si tratta di un “Credo”… di una logica (af)fondata sulla (ri)conoscenza a fondo perduto, o meglio, sul “pagherò”, da parte dell’ente religioso interposto al Dio di turno, che garantisce – un “domani” – qualcosa per il quale, ora ed in futuro, tu dovrai iniziare da subito a “pagare”.
Sì, perché ti viene (ri)chiesto di aderire ad una forma di reale, che (cor)risponde ad una “forzatura”, rispetto a quello che faresti se… una simile “(com)pressione” non esistesse.
Ossia, tu vieni “(s)piegato/(in)curvato” da una (com)presenza, che non ti dimostra realmente nulla, sino al momento in cui “non ci sarai più” (sarai morto) e solo allora “capirai”.
 
Anche le religioni basate sul ciclo della (re)incarnazione, non si differenziano sostanzialmente dalle altre. Perché, anch’esse, costituiscono un “castello di carte, campato per aria”.
Tutte le religioni tendono a “possederti”, così come il politico tenta di fare, allo stesso modo, quando ti (pro)mette "mare e monti", ma solo in fase (pre)elettorale (programma).
Ora, dimmi quale differenza esiste (nella sua sostanza) tra:
  • tesi alternativa
e
  • tesi ufficiale.
La religione (af)ferma una teoria (in)dimostrata perché, ti dicono, è (in)dimostrabile (fidati! Credi!)...
Il tema è tale che non lo si può afferrare con la mente, ti dicono.
Questa “pressione”, che ti mettono addosso, equivale alla “(pro)posta che non puoi rifiutare, ad opera del famoso Padrino”, perché – di fatto – è una pendenza lungo un piano inclinato, che conduce verso reami della paura, perché deriva da un reame di paura.
(In)tanto inizia e/o continua a... "(s)offrire".

Ergo, sei portato a “credere” in qualcosa che “non sia di questo Mondo”, perché “tutto ciò che è di questo Mondo, ti mette paura”. (Im)bevuto (d/n)ella mancanza di alternativa apparente, dipendi dalle promesse altrui, anche di quelle (in)fondate ma aventi capacità (in)diretta di lenire il tuo dolore, la tua (pre)occupazione per il “tuo” futuro, etc.
Chi ha il potere di poterti ®aggiungere in questo modo? Chi si (di)stacca dalle tue medesime paure?
Beh… e chi altri se non… “chi è arrivato prima di te”?
Il Nucleo Primo gode di un simile vantaggio… e gode inoltre anche della capacità di non apparire tra te e i tuoi simili. La sua è, infatti, una (com)presenza non manifesta (ispirante), perché ha capito (strategia) che facendo così, accumula un maggiore “potere”, rispetto all’essere manifesto (dittatoren ciclico, appeso per il collo nella pubblica piazza).
Il Nucleo Primo è esattamente come te (immagine e somiglianza reciproca), però egli – essendo costituito da più membri coesi (gruppo, interesse) – ha (man)tenuto la capacità mnemonica, allorquando la morte lo (ri)coglie. I suoi membri (ri)cordano chi sono, anche dopo ogni ciclo di reset – per via dell’unione strategica (appartenenza) con tutti gli altri simili (affiliati).
Quando il reset si (ri)compie, il nuovo venuto viene (ri)cercato, (ri)conosciuto e (ri)portato in “sede” (a livello frattale vediti, ad esempio, "Origins")

Perché esiste una precisa intenzione di “farlo” (testimonianza, fine comune, collaborazione, unione, piano).
La Massa è solo una (con)seguenza, lungo un simile piano inclinato.
La Massa di (con)seguenza tende a dimenticare, ogni volta… perché “nessuno (ri)corda più”.
La società umana (con)seguente (ri)sente di una simile influenza/pressione, sopravvivendo in maniera filtrata e manchevole di tutte quelle parti proprie, che fanno la differenza se (ri)cordate.
Ecco che, allora, gli Stati diventano solo prolungamenti di un “braccio energetico”, che obbliga a (man)tenere posizione ed intensità all’interno della mappa del Mondo, che si (ri)taglia vivendo “così”, all’ombra del “grande albero” (Nucleo Primo).
Il brand “Italia” vale 1.289 mld di dollari, 11esimo tra i Paesi.
Cresce il valore del "marchio" Italia in ambito internazionale, nonostante il perdurare della crisi economica.
Nel 2014, ha fatto registrare infatti un valore percepito di quasi 1.300 miliardi di dollari, posizionandosi all'undicesimo posto tra i 100 Paesi più performanti nel mondo.
È quanto emerge dalla seconda edizione della ricerca annuale "Brand Finance Nation Brands", che ha stilato una classifica delle Nazioni con il marchio più solido e apprezzato a livello planetario
Link
Il “valore percepito” (cor)risponde al concetto speculativo virtuale vivente (con effetti fisici sulla/nella realtà conseguente) del concetto di Future (derivato).
 






Lavaggio del cervello e della... memoria.
Ossia, di qualcosa che in maniera “ombra/parallela/sovrapposta” e, dunque, (in)arrivabile... senza (ri)conoscenza da parte di coloro che subiscono (Massa)... (ri)esce a condizionarne l’esistenza, a favore di una elite che controlla tutto e che non lascia mai nulla al caso.
La Consulta dichiara la Robin tax "incostituzionale".
La Robin tax è incostituzionale. Lo ha dichiarato la Consulta con la sentenza 10/2015 depositata oggi.
La legge, introdotta dal Governo Berlusconi Tremonti nel 2008, prevede un'addizionale Ires per le compagnie energetiche. La Corte, si legge nel dispositivo dichiara "l'illegittimità costituzionale dell'art. 81, commi 16, 17 e 18, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 (Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico), e successive modificazioni, a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione di questa sentenza nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica"…
Link
Una volta (nel tempo trascorso)… ti dicono… che la Massa ha lottato per essere "chiamata a votare, in qualsiasi circo(stanza) di potenziale introduzione/discussione di qualcosa di radicabile, nell’ambito del sociale (insieme)".
Oggi, anche se pensi di "andare a votare", non è più così. Infatti:
chi/cosa è la “Consulta”?
Da chi è com(posta)?
Ti dicono che “non sei in grado di capire” e che, per questo, qualcuno ti (rap)presenta.
Ok?
Ma... quando è l’ambiente stesso talmente (im)bevuto di “dipendenza”, chiunque “salga al potere” (anche il rappresentante della Massa) (ri)sente di un simile alone incantesimale, (di)venendo nel tempo identico a tutti coloro che lo hanno (pre)ceduto (che hanno “ceduto” prima).
Ergo… tu sei come gli altri se… continui “qua, così”.
Perché è proprio l’ambiente sociale che, ormai, ti condiziona.
La frattalità espansa (s)piega tutto questo ed anche di più, (ri)portando e (re)distribuendo nel tutto (con)seguente, in maniera (pro)porzionale ogni tipo di (com)presenza, manifesta o non manifesta, esercitante un potere/pressione sulla (con)formazione di reale (sotto)stante e relativo.
Ovvio, i più chiederanno a SPS di (di)mostare/(com)provare tutto ciò. Vero?
He He… (nemmeno quello, perchè "quello" è uno step successivo, quando SPS inizia ad essere preso in considerazione).
Beh, come è stata (com)provata l’esistenza della gravità, ad esempio? Se lanci un sasso per aria, questo scende verso terra.
Che cosa significa?
Che esiste una forza (im)manifesta che piega tutto di (con)seguenza.
Ergo?
Suvvia… hai (di)mostrato anche l’esistenza della frattalità espansa, che è il tutto e non è questo o quello, pur essendolo nella sostanza (guarda caso, esattamente come il concetto di Dio, che le religioni pretendono di spacciare come proprio).
La frattalità espansa (Analogia Frattale) è:
  • ciò che (im)beve
  • tutto
  • e, non
  • entra nel merito del singolo (con)tenuto, pur caratterizzandolo  (strumentazione, artifizio, controllo, vantaggio, dominio, etc.)
  • seppur rappresentando tutto quello che (ri)accade.
Equilibrio e (di)pendenza.
Credo e fiducia: ti (af)fidi delle "mani" di chi?
Qualsiasi nucleo di potere (influenza, pressione, (com)presenza, etc.) viene (rap)presentato frattalmente (d)entro all’ambito giurisdizionale (forza del campo) (cor)rispondente…
Tale (rap)presentazione (av)viene in una modalità sempre (ri)comprensibile (all’altezza) per ogni singolo, immerso nella cond(u/i)zione esistenziale (con)seguente, ma – nel mezzo – auto esiste anche la (com)presenza, che trae vantaggio dall’ignoranza del singolo stesso; per cui l’interferenza è sempre costante e (com)presente, in maniera tale da rendere il linguaggio frattale come una sorta di “codice” che, dunque, (ri)chiede una chiave di (de)codifica, non più raggiunta/posseduta dal singolo…
Il singolo ha sempre, comunque, la facolta di “accorgersi”, perché la frattalità espansa è una legge e come tale “è”.
La legge, ti (in)segna la Vita, è sempre – allo stesso tempo – onorabile mediante (rag)giro.
Ok?
È un loop (finché gli stai dentro)...

La stessa persona, "dopo e prima".
Qualcosa che contribuisci e sciogliere solo accorgendoti, continuando a farlo dal tuo centro (terzo stato) e fermandoti.
Se fermi un motore, che cosa accade?
He He… si ferma l’intero macchinario.
Che cosa muove(va) il motore? Che cosa muovi tu?
(Ri)fletti(ci) sopra e osserva di (con)seguenza…
Energia, Consulta boccia Robin tax, mancato gettito fino a 1 mld.
La Corte costituzionale ha sancito oggi l'illegittimità della Robin tax, un'imposta aggiuntiva per le aziende del settore petrolifero ed energetico, privando lo Stato di un gettito potenzialmente pari a 1 miliardo di euro l'anno...
Il danno per le entrate erariali dello Stato è pari al mancato gettito annuo dell'addizionale Ires di 6,5 punti, stimabile in circa un miliardo sulla base dei dati di Unico 2013, che riguarda però l'anno d'imposta 2012.
È possibile che il gettito sia sceso negli anni successivi a causa della crisi.
La sentenza, pubblicata sul sito della Corte Costituzionale, è valida a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale e dunque non è retroattiva.
Link
Però, lo può essere... (retro)attiva.
Leggi ed organi in “movimento”, (per)messi dal tuo “essere ingranaggio”.
La perdita dello Stato, in questo caso, è una perdita sociale. Coloro che se ne avvantaggiano sono delle aziende, le (rap)presentazioni di potere loro prolungamento (lobby) e la classe politica di parte (interesse).
Regno Unito, al via le prime prove ufficiali dell’auto senza guidatore.
Il governo inglese ha dato il via libera alle prove ufficiali della prima auto senza conducente che potrebbe, in futuro, risparmiare agli automobilisti la bellezza di sei settimane di guida all’anno.
Link
Tutto è “robotizzato” (riprogrammato)
La frattalità espansa muove tutto di (con)seguenza.
Evidenzia, ma (per)mette anche tra le righe, ossia, (in)duce, guida, rende percorribile, autorizza, (pre)ferisce… questa via piuttosto che un’altra, meno (rap)presentata dalla (com)presenza (im)manifesta, che controlla tutto, di fatto.
La frattalità espansa non è solo una (ri)flessione ma, allo stesso tempo, è anche una conduzione, una trasmissione che contribuisce alla (ri)polarizzazione di un ambiente.
È, questa, una consapevolezza che spinge ancora più in là, la concezione dell’esistenza... dal frattale  alla frattalità (legge, mezzo vettore).
La frattalità è “molto di più”.
La caratteristica di (s)fondo è (per)messa dalla frattalità, che (ri)sente/(ri)porta l’induzione/(com)pressione del punto centrale di dominio (anche se non è manifesto).
La frattalità (ri)leva e (ri)vela ("dice tutto" e lo ricopre "più volte").
È, (in)somma, uno strumento anch’essa.
Il “braccio” che (per)mette la terra (ri)formazione di qualsiasi “ambiente” (Mondo, realtà, Pianeta).
Ok?
Questo è un ottimo (ap/s))punto, per oggi, nonché un “passo in avanti” nella consapevolezza di/in SPS.


Che cosa sai? Quali tendenze segui? A cosa (con)segui?
Porto Rico dichiara guerra all'obesità: multa di 800 dollari per genitori bambini in sovrappeso.
Tempi duri per i genitori di bambini obesi a Porto Rico, territorio degli Stati Uniti nel nordest del mar dei Caraibi.
Un disegno di legge attualmente in discussione prevede infatti una sanzione penale per tutte quelle mamme e papà che, attraverso scelte alimentari sbagliate, fanno lievitare i chili dei figli…
L'obesità è considerata una piaga nel piccolo arcipelago e quasi il 30% dei bambini ne è colpito.
Tuttavia, diversi medici, tra cui il presidente dell'American Academy of Pediatrics di Puerto Rico, hanno definito l'iniziativa ingiusta.
Link
Fai attenzione:
  • Porto Rico, territorio degli Stati Uniti (patria delle più grandi multinazionali del cibo spazzatura ed avio portante spire d’incantesimo e “drogaggio”)
  • l'American Academy of Pediatrics di Puerto Rico, hanno definito l'iniziativa ingiusta.
He He… (interesse e lobby, controllo ed auto mantenimento “così”).
Cosa è (in)giusto?
Consob: vendite anomale su banche popolari, plusvalenze 10 mln.
Ci sono state operazioni anomale in Borsa sulle azioni delle banche popolari, che hanno portato a plusvalenze di circa 10 milioni di euro.
Lo ha sottolineato il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, secondo cui "le analisi effettuate hanno rilevato la presenza di alcuni intermediari con un'operatività potenzialmente anomala, in grado di generare margini di profitto, sia pur in un contesto di flessione dei corsi".
"Si tratta, in particolare - ha spiegato Vegas in un'audizione in commissione finanze alla Camera - di soggetti che hanno effettuato acquisti prima del 16 gennaio, eventualmente accompagnati da vendite nella settimana successiva.
Le plusvalenze effettive o potenziali di tale operatività sono stimabili in circa 10 milioni".
Link
Dieci milioni di euro in una settimana. Non male, vero?
Se solo potessi farlo anche tu, vero?
L’ambiente (ri)chiama. Ma cosa “è”, quello che (ri)chiama?
Ubs: logica non basta su crisi Grecia, serve pressione mercati.
La logica vorrebbe un compromesso sulla Grecia, ma "da sola la logica potrebbe non bastare a spingere le parti a trovare rapidamente una soluzione":
servirà la pressione dei mercati, avvertono gli economisti di Ubs in una nota di analisi sulla crisi ellenica.
"È più facile vedere i termini di un possibile compromesso che vedere la volontà politica di raggiungerlo"…
Superare lo stallo comunque potrebbe non essere semplice. "Nel resto d'Europa le realtà politiche premono contro il concedere al governo Syriza alleggerimenti sul debito o sui requisiti di bilancio.
Mentre il governo greco sente di avere un mandato popolare a chiedere proprio questo. Sembra che sarà necessario avere pressioni esterne, in particolare da parte dei mercati".
Link
  • “serve” pressione (dei) mercati (alias, i mercati sono manipolati, sono "strumento di pressione ad hoc)
  • sembra che sarà necessario avere pressioni esterne…
Più chiaro di così (non è, forse, una "prova"? Naa... vero?). 
 
Sia Portorico che la Grecia (come tutto), (ri)sentono dell’interesse (pressione) unico e (in)dimostrabile, se non (ri)correndo alla legge della frattalità espansa. “Cosa” che assolutamente l’(Anti)Sistema si guarda bene dal permettere di “(s)coprire ed (in)segnare nelle scuole”.
Cosa è (in)giusto? Beh… cosa registri nella “tua” società, che agisce in termini di “(com)pressione”, sfruttamento della propria posizione privilegiata, etc.?
Ubi Banca, Bazoli indagato per illecita influenza su assemblea.
È "illecita influenza su assemblea" il nuovo capo d'accusa contestato a Giovanni Bazoli nel nuovo filone di inchiesta su Ubi-Banca. L'indagine, condotta dalla Procura di Bergamo, era scattata a maggio scorso e ipotizzava il reato di ostacolo agli organi di vigilanza nei confronti di diversi top manager dell'istituto di credito:
insieme a Bazoli, anche il presidente del consiglio di gestione, Franco Polotti, il presidente del consiglio di sorveglianza Andrea Moltrasio e il vicepresidente Mario Cera, l'amministratore delegato Victor Messiah e il consigliere di amministrazione di Popolare Bergamo, Emilio Zanetti.
Nel mirino del pm di Bergamo, Fabio Pelosi, è finita l'assemblea del 2003 che ha rinnovato i vertici della banca.
Secondo l'ipotesi accusatoria, Bazoli e altri dirigenti dell'istituto avrebbero rastrellato deleghe in bianco, in alcuni casi anche fasulle, a sostegno della lista guidata da Moltrasio che poi sarebbe risultata vincente.
Nomine pilotate, insomma, grazie anche all'"asservimento" (la definizione è di un investigatore) della Compagnia delle Opere e della Confiab (associazione degli artigiani di Bergamo) che avrebbero contribuito al rastrellamento delle deleghe sospette e che proprio per questo sono state oggetto di perquisizioni da parte della Guardia di Finanza.
Link
Ovviamente…
Bazoli: totale estraneità su indagini procura Bergamo.
Con riferimento alla recente attività investigativa disposta dalla Procura di Bergamo, di cui ha dato notizia la stampa, il Professor Bazoli osserva che essa afferisce al medesimo procedimento in corso dall'anno passato, dichiarando la propria totale estraneità ai fatti che sono oggetto delle nuove prospettazioni di indagine.
Oggi infatti i militari della Guardia di Finanza hanno effettuato una serie di perquisizioni nelle sedi di Ubi Banca e della Compagnia delle Opere di Bergamo nell'ambito dell'inchiesta avviata a maggio scorso a carico tra, gli altri, di Giovanni Bazoli, coinvolto nella sua veste di presidente dell'Associazione Banca Lombarda e Piemontese. Il banchiere 83enne è accusato di ostacolo agli organi di vigilanza insieme a diversi top manager di Ubi Banca.
Link
Da quando “esisti”, ti (ri)cordi di un solo caso, salito alla ribalta delle cronache giudiziarie”, che si è detto “colpevole”?
Bah… sì, se ti (s)forzi un po’, qualcuno ce n’è. Ad esempio, Lance Armstrong. L’unico a pagare in un Mondo di dopati… Sigh.
La situazione greca spiegata a mia nonna
Morale della favola per chi non mastica troppo le discipline economiche:
si è arrivati al punto in cui, in Grecia, il 75% della spesa pubblica era destinato a scopi assistenziali e il restante 25% era invece destinato agli investimenti nella produttività del Paese.
La vendita massiccia di titoli di Stato aveva fatto in modo che i greci investissero in titoli pubblici e molto poco nelle imprese private…
Link
Lo squilibrio nel/del tutto, è (ri)portato dalla frattalità espansa che conduce, come fili elettrici, la corrente prodotta dal Nucleo Primo.
La percentuale 80/20 è sempre rispettata e (com)provabile dappertutto.
Tale “(s)proporzione” (ri)vela la (com)presenza dominante ma, tale quota (ri)sente dell’interferenza che a “cascata”, scendendo da monte a valle, il piano di realtà (ri)emerso accusa, per via di tutto ciò che è l’altro, dai/nei vari piani/livelli/gradi di (co)esistenza ed influenza e(s)terna (la compresenza di “Pianeti” extra Solari, ad esempio. Ossia, di altre realtà e punti di riferimento).
La (pro)porzione scende dal 99 vs 1, all’80/20, per via dell’alternativa, che spira nel campo dell’(im)possibile (chiamiamolo… Universo), (ri)velando ordini di verità diverse ma (con)seguenti.
E veniamo al dunque, anche per oggi
Mauro Biglino: cosa c’è davvero scritto nella Bibbia?
Mauro Biglino è uno studioso della storia delle religioni, esperto di lingua ebraica, che la casa editrice a carattere religioso Edizioni San Paolo aveva incaricato di tradurre la Bibbia dall’ebraico all’italiano.
Una collaborazione con le istituzioni cattoliche che si era interrotta quando Biglino aveva deciso di rendere pubblico – attraverso i suoi libri – il vero senso del testo biblico, un senso emerso dalle traduzioni che aveva eseguito
Il clero dice spesso che certi passi della Bibbia non vanno letti “alla lettera”, ma vanno interpretati.
Ciò può essere ammesso per parabole, proverbi ed allegorie. Ma tale uso dell’interpretazione metaforica diviene abuso quando si estende indiscriminatamente fino a corrompere anche i frammenti della Bibbia che, specie nell’Antico Testamento, sono di puro taglio storico e cronachistico.
Se leggessimo la storia dell’umanità a ritroso, vedremmo i resoconti storici sfumare nell’indefinito e nel paradossale man mano che penetriamo in epoche antiche, fino al punto in cui la razionalità smette di accettare i fatti come sono presentati nei testi:
in modo assolutamente arbitrario allora, decide che quella non è più storia ma mitologia.
Non può esserci distorsione più grande di questa quando ci confrontiamo con delle fonti antiche.
Lavorando secondo una rigorosa etica esegetica, Biglino ha portato alla luce i sorprendenti significati riportati da una delle fonti bibliche più antiche, il Codice Masoretico di Leningrado.
Il Codice di Leningrado è un manoscritto del testo masoretico (la versione ebraica della Bibbia in uso fra gli ebrei) realizzato su pergamena e risalente al 1008.
Il Codice Masoretico è già vocalizzato, sono scritte sia le vocali che le consonanti, mentre altri codici originali riportano il testo biblico per sole consonanti ed obbligano il traduttore a dover supporre ed inserire le vocali che lui ritiene siano più confacenti ad ottenere un significato plausibile, ma soggettivo.
Le vocali del Codice di Leningrado furono inserite alla sua stesura, più di mille anni fa e quindi Biglino si è limitato alla traduzione letterale di un testo già fatto e finito.
Siamo stati creati da esseri venuti dallo spazio che ci hanno manipolato geneticamente:
questa storia è narrata e confermata anche nella Bibbia, pur se le traduzioni italiane successive ne hanno molto edulcorato il senso.
Per Mauro Biglino gli Elohim della Bibbia sono proprio gli Anunnaki sumerici, sotto un’altra denominazione…
Link

Cosa fa il Nucleo Primo, per (inter)poste persone, leggi, emozioni, paure, sentimenti, organi, etc.?
Senza mai apparire direttamente:
agisce, ispirando opportunamente chi/cosa è meglio "posizionato", al fine di controllare ciò che “è”, ad ogni effetto, al di là della proporzione 99 vs 1 (l’uno c’è sempre, perché altrimenti tu non esisteresti).
E cosa ottiene?
Che alcune parti interiori di te e, dunque, anche di Biglino (nel caso in questione), iniziano a “premere” internamente, in maniera tal da condizionare alla passività, di fatto.
Come?
Agendo sulla facoltà di essere più o meno consapevoli/presenti/attenti ed “accorti”, la platea degli “altri” (simili), che decreta di fatto il “successo di qualsiasi opera/atto in termini di quintessenza” e, non certo, nel grado di successo commerciale di libri e prodotti vari, (di)partiti dal medesimo soggetto (interesse, attaccamento, paura).
Ossia, nell’attesa che (in)veste tutto nella (con)seguenza (Anti)Sistemica by Nucleo Primo, l’ambiente reale si modella in maniera tale da auto contenere la (com)presenza "(s)gradita" di Biglino, in maniera tale da diluirla nel tempo di una Vita media, spesa/consumata nell’attesa di… morire (scomparire dal piano del reale).
Il Nucleo Primo preme affinché gli effetti collaterali, derivanti dalla presenze “altre” o maggiormente (s)vincolate (d)allo status quo (paradigma), “passino (d)entro allo scenario di (ri)ferimento reale, completamente (ri)polarizzato (sotto al controllo)”, agendo in maniera tale che la platea sia sempre (in)differente o, al limite, attirata dalle alternative ma (s)vuotata dal di dentro e, dunque, completamente vacua/vuota/non (ri)scrivibile, chiusa a doppia mandata, isolata in se stessa, inarrivabile, etc.
Ment®e Biglino “passa”, tutti guardano e/o non guardano, ma tutti (nella proporzione quasi massima) non traggono influenze sostanziali da Biglino, il quale progressivamente si “spegne” nel proprio successo commerciale, giungendo inevitabilmente (con questa consapevolezza) alla sua “fine” (morte naturale), (ri)compresa in sé... in quanto “terminale e terminante” qualcosa di alternativo ma sempre (ri)compreso nella forma di reale emersa e sotto al controllo totale.
Come reagiscono le persone, nell’insieme?
Diciamo… così.
“Di fronte ad una affermazione così potente, ci vogliono prove altrettanto potenti:
non c’è l’ombra di una prova in termini di resti, scheletri che non siano un falso, manufatti, apparecchiature, rampe di lancio e atterraggio, stazioni di rifornimento…
Lo “scetticismo” è virale e (com)porta alla “cecità” (credo, fede, controllo).
Di fronte ad una “teoria” (come quella religiosa), assolutamente senza prove, si (ri)chiede di provare un’altra teoria. Quale bizzarria più grande esiste?

Ordine. Ipnosi... mancanza di alternativa.

È un loop che nel loop non si accusa più (abitudine, paraocchi, paradigma).
Biglino che cosa fa? Vende libri e tiene conferenze, anche con grande successo ma nell’indifferenza generale, perché tutto è disinnescato all’origine, essendo sotto ad incanto (controllo).
Ergo, si gode il proprio "successo commerciale" ma, nulla di più… consumandosi nel tempo e nella più completa (non) attenzione sostanziale, ad/per opera della Massa e dei "potenti", relativamente alla più autentica portata del proprio messaggio/(s)coperta.
Quando Biglino (per citare un individuo significativo, a titolo di esempio) “se ne andrà”… allora tutto (ri)entrerà e verrà (ri)assorbito nel reame del potenziale inespresso, che la natura (ri)flette molto bene quando guardi a lei con occhi stupiti per la sua “bellezza carnivora”…

E chi contraddice, cosa fa?
“No, Biglino, gli oggetti volanti della Bibbia non sono UFO!”
Chi è Simone Venturini?
Sono di Fano nelle Marche. Ho iniziato a studiare Teologia da quando avevo 19 anni e poi ho deciso di andare a Roma per approfondire gli Studi biblici al Pontificio Istituto Biblico, dove mi sono addottorato sui manoscritti di Qumran. Sono stato poi Direttore della Biblioteca della Pontificia Università Lateranense ed attualmente sono ricercatore all’Archivio Segreto Vaticano.
Sono biblista, scrittore e docente di Esegesi biblica alla Pontificia Università della Santa Croce. Per quattro anni ho insegnato Ebraico biblico presso la stessa università.
Parlaci della tua ultima fatica letteraria “I grandi misteri irrisolti della Chiesa”.
Si tratta della linea editoriale che ho già intrapreso con Il libro segreto di Gesù uscito nel 2011 e cioè di portare la Bibbia a tutta la gente, rispondendo alle domande più comuni che essa si pone.
Ne I grandi misteri irrisolti della Chiesa faccio un passo in avanti:
illustro i grandi enigmi della Chiesa cattolica a partire dalla Bibbia. Non gli scandali del vaticano, ma misteri quali gli esorcismi, le stimmate, la bilocazione, le profezie ed anche le “presunte” descrizioni di oggetti volanti non identificati nella Bibbia.
Infine, parlo anche della fine dei tempi e della fine del mondo così come vengono descritte nel libro dell’Apocalisse…
Qual è la “vera” funzione delle Religioni e quanto Queste influenzano il nostro modo di pensare?
La vera funzione delle religioni è secondo me di guidar l’uomo ad una sempre maggiore consapevolezza di sé e del proprio ruolo nel cosmo, ossia nella creazione ordinata da Dio.
Le religioni influenzano necessariamente il nostro modo di pensare, tuttavia si tratta in genere di un’influenza positiva, soprattutto se pensiamo alle grandi religioni monoteistiche, cristianesimo e ebraismo in primis…
Il Vaticano cela informazioni sulla presenza di una realtà extraterrestre tramandata nei testi sacri? Se sì, Perchè?
Che io sappia il Vaticano non cela nulla. Per quanto riguarda i testi sacri, come ho detto, sembra che, ad una lettura superficiale, la Bibbia parli veramente di astronavi aliene (cfr. per es. Ezechiele 1). Tuttavia, l’esame approfondito che ho condotto nel mio ultimo libro a partire dall’originale ebraico smentisce che possa trattarsi di Ufo come noi l’intendiamo oggi.
In che modo si possono sensibilizzare le masse (soprattutto i praticanti religiosi) su argomenti “di confine” come questi?
La gente ha estremo bisogno di conoscere la Bibbia e Dio in generale.
Tuttavia, per una corretta informazione, va anzitutto sgombrato il campo da posizioni errate e totalmente fuorvianti, come quelle di Biglino. Ma anche altre posizioni non sono meno nefaste per la gente, come per esempio quelle di coloro che “selezionano” gli argomenti e le prove e raccontano così una storia solo parziale.
Questo accade, per esempio, quando alcuni parlano di Gesù presentandolo semplicemente come uomo.
Regalaci una piccola esclusiva sui tuoi prossimi studi/ricerche
Sto approfondendo molte realtà della Chiesa cattolica in chiave cosmica … si tratta di una comprensione più alta e più vera di tanti misteri ed enigmi che, sul piano storico e letterale, restano e resteranno per sempre tali.
Link
(Ri)cercatore all’Archivio Segreto Vaticano:
nel “segreto di Pulcinella”, (ri)ecco un perfetto caso di “robotizzazione umana”...
  • parlaci della tua ultima fatica letteraria “I grandi misteri irrisolti della Chiesa”
  • si tratta della linea editoriale che ho già intrapreso con Il libro segreto di Gesù uscito nel 2011 e cioè di portare la Bibbia a tutta la gente, rispondendo alle domande più comuni che essa si pone…
Il ragazzo ateo che guadagna migliaia di dollari grazie alla Bibbia...
Link
È pubblicità per il proprio operato. Null’altro? Naa… c’è molto altro:
sia Biglino che Venturini recitano la propria parte
(in)consapevoli
ment®e “tutto scorre”, all’interno del solco d’aratro del Nucleo Primo (scenografia, recita, parte).
Nulla cambia sostanzialmente, perché non (per)messo
Il gioco dei ruoli conduce al (per)seguimento dell’interesse (Ego, attaccamento) ma, anche, alla strumentalizzazione di tutto e tutti.
Quanti libri, alla fine, venderanno i due?
Quanto influiranno su di te?
Quanto cambierai, così... (dis)innescato?
E, se cambierai, che cosa farai?
Che cosa (pro)porrai?
A chi, poi? Agli altri che non intendono sentire?
Passare al di là della “barricata” non è (im)possibile, ma… quando ci sei, ti accorgi che “nulla è diverso”, perché sei ancora “qua, così”.
Stai solo reci(n)tando una parte, all’insegna della (rin)corsa al “successo”, misurato però in termini (Anti)Sistemici.
E tutto si muove e, lentamente, torna a depositarsi…

La morte cancella tutto, se non (ri)cordi.

Segue, il “reset”. Il buio e, ancora una volta, la “luce”:
  • ciò che non esprimi, s’imprime
  • ciò che lasci, viene (ri)preso
e
  • Tutto è vero” (Prima legge di SPS).
Sei in un enigma vivente:
te ne sei accorto?

Per questo “ti piace tanto giocare”, sia quando nasci che quando “cresci”.

Ma, forse, è proprio vero quel detto che recita:
il gioco è bello, quando dura poco”.
Fermati, che è meglio… “va”, perchè:
"errare è umano, perseverare è diabolico"...
La "legge" (ri)attua (strumento e strumentalizzazione). Oltre... c'è un altro "ordine" (causa, sorgente, monte, origine, etc.).

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com


2 commenti:

  1. Ciao Davide, leggendoti oggi[1], dove tu parli di Religioni e Stati mi è venuto in mente questo scritto degli anni 50:
    “La ricompensa, dicono i Mistici dello Spirito, gli sarà data dopo la
    sua morte. La ricompensa, dicono i Mistici del Muscolo, sarà data sulla
    terra … ai suoi pronipoti.(quindi dopo la morte).....continua qui:
    http://www.dodoblog.it/2010/09/la-classe-dominant/

    [Il singolo ha sempre, comunque, la facoltà di “accorgersi”,...]
    Già, e quindi la facoltà di negare il proprio consenso (come citato nell'articolo) alla Classe dominante, o meglio al Nucleo Primo. Ma solo e sempre se si accorge di esso.

    Ho visto "I Origin" e l'ho trovato interessante, spiega bene il Reset che avviene ad ogni loop. Ma racconta anche che qualcosa rimane, e che c'è modo di "accorgersene", Il "reset" non è totale.
    Basta chiudere gli occhi, anzi, i 5 sensi e usare "altro", nascosto nelle "coincidenze" e nei segni (spesso piccoli) che ci circondano o accadono .
    E poi che ci cambia sapere che le religioni fino ad ora ci hanno contato balle e le cose non stanno veramente così?. Oppure che ci cambia sapere che le cose stiano "(vera)mente" (in verità mente) come ce le racconta Bilingo?.
    Nulla, non cambia nulla. Rimane tutto come prima. Se non ti accorgi del Nucleo Primo.
    Per un "vero" cambiamento occorre fare il "balzo" (o spostare il "punto di unione", come racconta Castaneda) ... a questo mi sto allenando, anche grazie ai tuoi scritti.
    Ciao e Grazie
    Dario

    [1] Non sempre riesco a seguirti leggendo i tuoi articoli qui su SPS. Più che altro tento di "stare connesso" e "seguirti" in altro modo ... E ogni qualvolta torno a leggerti, trovo sempre conferme agli accadimenti che mi occorrono, e riesco a "sistemare" un altro tassello del puzzle.
    Bye.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Dario, sì... sono lieto che in SPS trovi (ri)conferme. Bene.

      Accorgersi... è la "base" (il dormire all'aperto).

      "I Origin", pur essendo un prodotto (Anti)Sistemico, permette di fruire frattalità da una prospettiva "altra". C'è una guida in tutto e questo tutto che cos'è? Non è solo il Nucleo Primo. Esso è il livello di potere più "vicino" a noi, ma non è l'unico. Però, partire da lì è un "buon passo"...

      C'è un'ampia fetta di storia umana (sul Pianeta Terra) che è stata cancellata e, dunque, dimenticata.

      Non sappiamo niente di tutto ciò. Ossia, siamo senza "occhi"...

      Unire i puntini significa esserci. Totali ed assoluti. Fermi. Accorti. In equilibrio nel terzo stato relativo...

      Il resto (con)segue.

      Grazie e un caro abbraccio.

      Serenità

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.