venerdì 18 ottobre 2013

A che serve? A scegliere tu.


 

Licenza numero 6.754.472, rilasciata dall’Ufficio brevetti degli Stati Uniti, l’Uspto (United States Patent and Trademark Office), intitolata “Metodi e apparecchi per trasmettere energia e dati usando il corpo umano”…
Link 
 
Method and apparatus for transmitting power and data using the human body…
Link 
 
L’umano, lo Human Bit, l’essere dotato di Natura ibrida (parte terrena e parte animica) è, in questa ed altre forme, che non lo riassumono né definiscono mai del tutto, essenzialmente… un “network”, una rete funzionale di funzioni.
È assai arduo indagare, capire o concepire, dove esso “inizia e dove finisce”.

Essendo, nelle 3d, tutto ciclico e la struttura ciclica contemporaneamente chiusa/aperta, tutto sfugge e balugina come una stella osservata con continuità nella notte più nitida.

Cerchi concentrici contenuti in forme strutturate gerarchicamente, ossia:
  • spirali
  • nastri di Mobius sovrapposti.
Forme multidimensionali che devono essere comprese più che capite, osservate piuttosto che analizzate, perlomeno all’inizio della fase di abbraccio sottinteso al concetto di:
partecipazione senza partecipazione.
- Non avete ancora sufficiente potere personale per andare in cerca della spiegazione degli stregoni, e ne avete ormai a sufficienza per scartare le spiegazioni comuni.
- Allora c'è una spiegazione degli stregoni.
- Certo. Gli stregoni sono uomini. Siamo creature pensanti. Cerchiamo di vedere chiaro.
- Avevo l’impressione che il mio grande difetto fosse di cercare spiegazioni.
- No. Il vostro difetto è di cercare spiegazioni appropriate, che convengano a voi e al vostro mondo. È alla vostra ragionevolezza che mi oppongo…

L’isola del tonal – Carlos Castaneda
 
Soffermati ed analizza, cercando di andare al di là del “testo”, di quello che sai o non sai in relazione all’autore, al suo Mondo, al suo credo, ed analogamente, a quello che sai o non sai su di te, su quello che è stata la tua Vita sino ad ora, su quello che poteva essere e che non è stato, etc.

Lascia tutto indietro, "dissociati da te stesso" e da quello che credi che sia “te stesso”. Fluisci. Lasciati andare. Sorridi o piangi...

Non avete ancora sufficiente potere personale per andare in cerca della spiegazione degli stregoni, e ne avete ormai a sufficienza per scartare le spiegazioni comuni…
 
Ti trovi esattamente a “metà strada” tra qualcosa che "non c’è" ma "che è" e che percepisci in qualche maniera ricca di “fantasia”, e ciò che si è materializzato vivendo nelle 3d secondo consuetudine e, più o meno, carico di “confusione e dubbi”  derivanti da quello stretto mix, alla tua luce, di:
  • scienza
  • religione
  • immaginazione.
Ciò che si genera, vivendo nel “caos”, è solo “caos”. Ti mancano dei punti di riferimento fissi, inamovibili, univoci, che nemmeno la presunta organizzazione umana ha potuto definire in te stesso, ad esempio, orientando attraverso assi convenzionali tutto quello che ti circonda e tutto quello che ti caratterizza in termini di “scorrimento Temporale”…
Nonostante la struttura sociale organizzata, qualcosa non smette mai di sussurrare in te che “c’è molto altro di non espresso nel Mondo che contiene”.

Un Mondo stratificato che "appare, è, sembra", e che muta in continuazione (va avanti) senza mai dare la matematica certezza che lo faccia davvero, esattamente come quella stella osservata che sembra brillare, ossia, spegnersi ed accendersi, esserci e non esserci, andare e venire. Qualcosa che c’è e che non c’è. Non importa se i mezzi che trasportano l’informazione (spazio e luce) passano attraverso la tua struttura di decodifica e “mille altri filtri”. Importa il significato rappresentato anche in termini di presenza del “filtro” o della serie di filtri.
Il filtro evidenzia alla sua maniera, pur limitando (limitando evidenzia anche ciò che "non passa", a ben "vedere").

Ossia, l’informazione filtrata rimane tale, anche se rimodulata alla tua coordinata. Ciò, si trasforma in una realtà Temporale, anche molto lunga, entro la quale tu vivi in base all’informazione deviata, ri cablata, ma mai del tutto mancante, anche in relazione alla presenza contemporanea del suo significato più profondo.
Il significato di questa funzione di filtro è che tu puoi vivere anche una o più Vite intere sotto alla verità derivante dall’influsso del filtro, ma – per un altro verso che attualmente non riesci a fare tuo – sempre in un contesto caratterizzato dalla presenza “integra” dell’informazione filtrata.

Tutto ciò può essere decodificato attraverso la legge dell’Analogia Frattale.

Un “dispositivo” che è sempre con te anche quando meno lo credi o non lo credi affatto.
Una “dotazione di serie” che non puoi eliminare ma solo “non usare”.

Quello che devi capire è che la tua Natura derivata, ibrida, è tale da configurarti proprio come un “network di sistemi diversi, funzionali all’asservimento di cause diverse, ma riconducibili ad un’unica causa, riposta nell’insieme dell’individuo”.
Qualcosa che "è" che "non è" allo stesso Tempo.

On, off, on/off… che cosa significa?


Significa che stai iniziando a funzionare in un’altra maniera e che non sei ancora in grado di funzionare bene in quell’altra maniera. Ti trovi a cavallo della linea di galleggiamento tra due step diversi, relativi alla tua evoluzione, dove per evoluzione non s’intende necessariamente il “progredire spiritualmente” ma semplicemente si intende “l’andare avanti”. 

"Andare avanti" lungo quale strada?
 
Lungo la strada dell’abitudine, con grande probabilità di concretizzazione 3d.
L’evoluzione tecnologica non ti svincola dal continuum guerrafondaio che ti contraddistingue, ma sembra la sua esatta continuazione in termini apparentemente più eleganti, sottili, astuti, alla moda, moderni, suadenti, maliziosi, tentatori, suadenti, appaganti per un aspetto e disarmanti per l’altro aspetto, etc.


Qualcosa a cui non puoi dire di no.
Perché?

Perché sei costretto per cause di forza maggiore. La tua paura detta le condizioni della tua “resa”, del tuo appagamento, del tuo “prezzo”, del tuo aderire senza mai esserne troppo convinto, etc.

Del tuo "trascinamento"...

Ciò che ti contiene è ciò che hai liberato nel Tempo, attraverso le tue innumerevoli “cadute”.


A “Filtri di Semplificazione” accesi, SPS ha delineato nelle 3d la presenza di una formazione fisica di rappresentanti di un simile potere occulto ed extra dimensionale - che non ha molto senso indagare nell’attuale contesto di scetticismo assoluto in cui versa il genere umano - chiamati per altro livello di convenzione come “Nucleo Primo”…

Umani del “primo Tempo”, che hanno preso la decisione di portare avanti un piano di controllo (auto educazione) dell’intera specie umana contenuta sull’intero Pianeta Terra 3d.

Lascia perdere il perché e il come, queste persone, ”hanno deciso” di incarnare questa funzione (lignaggio). L’importante è che adesso tu inizi a vederli anche solo attraverso la capacità immaginifica del tuo complesso di auto creazione. Non avere paura; in questa maniera non li stai creando tu.

Essi esistono già e, in un certo senso, li hai davvero creati tu, ma in un Tempo che è trascorso e che ormai ha “messo radici molto profonde”…

Vederli (anche frattalmente, ossia, alle tue coordinate fisiche) significa iniziare a concettualizzare il tuo lasciapassare per andare oltre a questo Reame 3d, cioè, oltre alla “tappa” che attualmente ti intrattiene in qualità di limite, relativamente al tuo livello di “auto educazione”.
Il “potere ombra” che risiede praticamente dietro ad ogni aspetto, solo a livello di facciata, normalizzato ed apparente nella società… è qualcosa di estremamente tangibile, se identificato attraverso gli occhi frattali della scansione reale/immaginaria.

È un “nuovo senso”. Un livello Sciamanico "moderno" di intendere/indagare la Vita dal tuo punto prospettico più autentico o meglio riconfigurabile con l’essenza dell’atto finale, che ti porterà via dal Mondo tridimensionale (che, in realtà, è quadrimensionale, per via del Tempo).

Quando capisci… “te ne vai”, onorando l’intero scenario e non tralasciando nulla in relazione al continuum esistenziale riferibile a tutti gli “altri” che ancora hanno necessità di Tempo e di possibilità.

Come essere “promossi/espulsi” dal modello che contiene?
Le vie sono infinite. Tanto infinite da divenire indefinite…
Secondo uno schema di massima è come divenire “sgradevoli al Sistema”.
Questa "sgradevolezza" corrisponde alla tua acquisita capacità di superare lo step attuale, vibrando in una maniera “vomitevole” per la convenzione, come se foste due cose diverse...

Non attenderti passatoie rosse per ali di folle e squilli di trombe. No… Ciò che “vive e regna” nelle 3d attuali è qualcosa che ti utilizza mentre allo stesso Tempo ti conferisce una possibilità:
quella di completare quel senso di te che prima non avevi nella misura necessaria e sufficiente per “andare avanti”…
Attenzione, dunque:
  • il “Sistema” ti espelle come essere non più gradito
  • tu torni al tuo Mondo (Casa), diverso da come sei partito
  • ciò che trovi tuttavia potrà anche non piacerti
  • per cui, il tuo “andare avanti” ti porterà verso una nuova tappa
  • e non necessariamente questo tipo di evoluzione sarà quella “definitiva”.
Non fossilizzarti mai. Ciò “che sai” in relazione a “tutto”, è ciò che “ti hanno detto” e non ciò “che sai tu”

Ma, ciò che percepisci e che esonda dai filtri è ciò che serve per renderti maggiormente sensibile verso ciò che attende e verso ciò che si è (s)velato.

Le due polarità richiedono tra le righe che tu “cresca”, certo, in maniere opposte e trasversali.

Non puoi mai mettere la parole “fine” su ogni processo relativo alla possibilità reale di manifestare persino l’irreale, in quanto tutto è una proiezione derivante dalle regioni dell’essenza. Può la mente di un bimbo trovare un limite?
  
I limiti che si formeranno, vivendo, sono come delle incrostazioni nei tubi dove scorre qualcosa.

Nelle 3d c’è sempre uno scorrimento fisico, anche quando si sviluppa una tecnologia wireless.

Le onde che ti trapassano, ti lasciano un “segno.

Non aspettarti un Salvatore né l’Anti Cristo:
le due figure sono già nelle 3d attraverso la tua Natura ibrida. Tu incarni le due figure allo stesso Tempo. Il “non capire” alimenta processi collaterali che nel Tempo diventano dominanti e che, per estensione, diventano anche fisici:
sovradimensionale
rispecchiato dal
dimensionale
e viceversa.
Una struttura concentrica vista dall’alto risulta come piatta, vista dall’esterno a “fianco” diventa tridimensionale, vista dal “dentro” diventa la tua realtà (oblio).

Un panorama va osservato dalla migliore combinazione possibile di prospettiva. Non basta elevarsi, a volte, per integrare la visione nel proprio campo più autentico (memoria e consapevolezza). La visione a “tutto tondo” permette una migliore analisi comparativa del luogo entro il quale si sa di doversi addentrare (analisi).
L’Anima è caduta nel pozzo verticale delle dimensioni e i suoi frammenti hanno visitato le possibilità relative alla Creazione auto esistente. I suoi frammenti hanno rivitalizzato le presenze ominidi presenti anche sulla Terra, caratterizzandole di una valenza aggiuntiva rispetto a quello che già possedevano:
  1. una doppia Natura terrena ed eterna
  2. un rafforzamento della “specie”.
Questo “incrocio” ha generato possibilità atte a permettere di superare anche i livelli di resistenza del Mondo Animico (Mondo esterno).

E il tutto è avvenuto per vie ritenute quasi casuali.

Il Mondo dell’Anima è identico a quello che ora ti contiene.


Come reagirai quando il tuo “centro” verrà integrato a quello dell’Anima ricomposta?
Tu sarai diverso da come ti sei mai sentito prima.

La tua acquisita capacità/sete di auto determinazione, ti porterà ad una nuova richiesta di “scissione” dal tutto, perché ti sentirai terribilmente limitato in quella conformazione.
La tua “richiesta” verrà esaudita e un nuovo step ordito/ordinato al fine di ri contenerti/seguirti.

La mente funziona a “giri” e, quindi, continua a girare in cerchio ma alzandosi di frequenza (spirale), sino a raggiungere un centro che, se non opportunamente “supportato”, ricondurrà inequivocabilmente verso un nuovo inizio secondo la “prassi”, in luogo di un nuovo inizio libero dalla prassi.

Il tuo “cambiare autentico” è relativo al cambiare anche di “forma”

Che cos’è la Vita a livello cellulare, molecolare, atomico o sub atomico?
Una “rete” che ti ha, sempre e comunque.

Stravolgi questa “forma” e dai luogo a qualcosa di veramente nuovo.

Prendi il tuo denaro e gettalo dalla finestra. Scardina l’attualità.
Oppure, accumula tanto denaro da maturare nausea. Scardina il luogo comune iscritto dentro di te.
Frequenta un ambiente e poi stupiscilo a fondo, quando meno se lo aspetta.
Non serve a nulla? Certo. Non serve a cambiare l’ambiente, né a salvarlo:
  • serve a te nella maniera che nemmeno ti aspetti o credi possibile.
Per andare "contro programmazione", che cosa deve accadere?

Si deve aprire un “varco” nell’ambiente:
trovalo, perché c’è sempre, perché biodiverso.
L’ambiente sei tu, solo esteriorizzato ed accomodato (fuori e dentro coincidono quanticamente ma non fisicamente, a livelli intersecati e gerarchici che dipendono anche dalla tua polarizzazione).

Sei tu ed è tutti gli altri.

Com’è possibile?

È possibile perché tu sei una proiezione e anche gli altri lo sono.

La tua Natura ibrida conferisce questa possibilità:
il tuo vero “Mondo” non è più questo. Sei nato qua come “ominide” ma ora hai un’altra consistenza, per cui, devi andartene lasciando questa casa temporanea e tutto quello che rappresenta e che contiene

Non ci credi? E allora rimani!

A nessuno importa
. Credimi. A nessuno importa, se non alle parti in gioco che hanno un interesse:
  • chi ti sfrutta (Nucleo Primo)
  • chi ti reclama (Anima).
L’interesse muove tutto e “tu sei nel mezzo”. Cerca allora di controllare il processo. Assumi la tua grandezza. Ricalca il tuo autentico ruolo. La tua investitura è già tra le righe.

Assimila, in quanto tale…

"Uno degli obiettivi della politica di brevetto adottata dal dicembre 2003 sta nel fornire a terze parti l'accesso ai frutti dei quasi sette miliardi di dollari di investimento annuo dell'azienda in ricerca e sviluppo, specialmente per innovazioni che alla fine non si manifestano come prodotti Microsoft", spiega una nota dell'azienda di Gates. Che si è sempre dimostrata attentissima nel blindare la sua proprietà intellettuale (e nell'incassare i relativi diritti d'autore)...
Link 
 
Questo è il livello d’interlacciamento tra la suddivisione dei poteri che sottostanno al medesimo principio di controllo. La “concorrenza” non esiste

Occorre quindi iniziare a padroneggiare il concetto “allo stesso Tempo”:
  • acceso e spento.
Una sovrapposizione di strati solo apparente, ma vera se contenuti nel livello in cui gli strati sono divisi e non vera se consapevoli contemporaneamente del livello superiore che li “proietta” e in cui  gli strati sono la stessa cosa.
Vero e falso, insieme.
Vero e falso ma anche no.
Non è un paradosso ma un’espansione di realtà.
Segnati i prossimi appunti e trattali come se si riferissero ad altro rispetto al contesto entro il quale li inquadri, li collochi, li pensi e li misuri, ed entro il quale essi ti inquadrano, ti collocano, ti pensano e ti misurano…

Le espressioni sono tratte da “L’indice dei ricordi” di Salvatore Claudio Letterato, il quale si rifà agli studi scientifici di Giuseppe Calligaris. Ricorda sempre che stai facendo un esercizio relativo alla comprensione del “vero e falso insieme” e non stai cercando di capire il livello più apparente di quello che leggi. Ok? Vai!
  • su ogni linea primaria, longitudinale o trasversale, di un grande quadrato, sono scaglionati due punti che raccolgono fenomeni omonimi ma non corrispondenti (per esempio, un punto del fenomeno dentario inferiore e un punto del fenomeno dentario superiore)...
  • ogni grande quadrato rappresenta un'unità metamerica che è autonoma, e risulta nel contempo ingranato con tutti gli altri quadrati corrispondenti, che si uniscono per iuxtapositione (contrapposizione) a coprire l'intera superficie del corpo...
  • trattasi di un'unità di misura, di un metamero tipico, autonomo e interdipendente nel medesimo tempo, che riassume in sé tutta l'architettura lineare e tutto l'edificio corporeo...
  • come ogni quadrato di una scacchiera, esso ci dà l'immagine rimpiccolita di tutta la scacchiera, e come il quadrato di un mosaico, fatto di quadrati eguali, ci dà l'immagine dell'intero mosaico...
  • a me basta dire che il fenomeno, è determinabile e verificabile, cioè che anche quest'ultimo metodo è sufficiente da solo a richiamare, per un complicatissimo gioco di associazioni (riflesso psico-psichico o intrapsichico), il ricordo prestabilito, che può con opportune tecniche che qui sotto descrivo essere invece “inibito”.

Vero e falso pari son. Ma dipende da quale livello ti contiene, la loro assunzione di valore. Qualcosa che muta d’aspetto e di valenza ma mai nel suo “aspetto e valenza superiori”.

Qualcosa che ti lascia con un pugno di mosche in mano, se assunto con ancora troppa acerbezza.

Qualcosa che necessita di essere seguito attraverso funzione di “credo”…

Una “leva”, il credo, che ti permette di riparametrare una intera dimensione ad una diversa manifestazione di valori e significati.

Il vero e il falso, esistono e non esistono.

Che cosa te ne fai di una simile verità?

Beh… tanto per iniziare, perché non scegli tu, allora? Vuoi continuare ad essere solo un "brevetto"?
 
Dipende da te. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.