giovedì 17 ottobre 2013

In(coerenza): pensare in modo diverso ma agire allo stesso modo.


 

La Legge di stabilità è una manovra di galleggiamento apparente, più simile alla Concordia, però, che ad una nave davvero in procinto di salpare.
Renata Polverini - Vice Presidente della Commissione Lavoro.

Durante il Carnevale, l'uomo mette sulla propria maschera un volto di cartone.
Xavier Forneret
 
La recita è una non recita. La vera recita è fatta del vuoto che contraddistingue gli spazi, ossia, dello spazio non osservato e dipinto come il “nulla”.




Qualcosa che ha la capacità di superare ogni termine di giudizio, solo perché “non è, pur essendolo” e, ovviamente, “non è, dal punto prospettico di coloro che sono contenuti senza saperlo e che, pertanto, vivono in funzione di quello che è loro rimasto in termini di memoria/consapevolezza”…

Livelli gerarchici anche nella recita, dunque. Il tutto ben rispecchiato anche nel titolo del presente articolo:
In(coerenza): pensare in modo diverso ma agire allo stesso modo.

In definitiva, la recita è il vivere descritto dall’esperienza e dal moto vettoriale di ciò che accade nelle 3d, al di fuori di ogni logica casuale ed all’insegna del movente “sempre ed in ogni caso”. L’accadimento frattale che testimonia a tal favore è l’interesse che muove le persone, i poteri oscuri e “il riconoscimento di un tasso di risparmio a colui che riporta il denaro in banca”…



L’interesse bancario è un "boomerang" che permette la circolazione di denaro in maniera non evidente; partito dalla banca stessa, ritorna sotto forma di rete ricolma di potenziale magnetico (una "pesca miracolosa", se si pensa che oggi il tasso d'interesse riconosciuto è quasi nullo).

Il denaro, cioè quella forma di energia sempre meno condensata, esiste e si muove al di là della tua capacità di osservazione. Esso riverbera di una luce artificiale e non giunge direttamente dalla luce del Sole, come ad esempio un frutto della Terra 3d.

Il lato artificiale del denaro è il suo aspetto sempre più “elettronico”, un ectoplasma in grado di mantenere la stessa valenza e lo stesso potere del suo aspetto materiale, diluito allo stesso modo di un processo omeopatico, ma molto più efficace dal punto di vista del tuo coinvolgimento indiretto.

Tutto viene assunto e spacciato come “una manovra di galleggiamento apparente. La buona facciata sociale del Mondo è una circostanza di comodo. Ma “di comodo per chi”? Per te? 

Dipende dal come "sei/stai" nel Mondo. Non tutti devono soffrire. Ci vuole una classe privilegiata che carichi nella società la propria e presunta soddisfazione.

Perché, procedendo nel Tempo, il potere che controlla ha permesso la nascita della rete Internet? Perché ha permesso che vi si riversasse una libera possibilità di espressione del proprio pensiero?
 
Perché?

Perché in questa maniera tutti avrebbero detto di tutto ed il contrario di tutto, annacquando di fatto il pensiero più autentico che, certamente, avrebbe tentato di sfruttare una simile ed epocale possibilità di raggiungere potenzialmente una grande maggioranza sociale.
In questa maniera, se ci pensi bene, oggi non sei più in grado di scindere le diverse gradazioni di verità, ivi espresse.

Il risultato pratico è che sei confuso tanto quanto “prima”… pur nell'apparenza quadrata di un evidente "progresso".

Ognuno, è ribadito tra le righe, è giudice di se stesso e nessuna verità ha la certezza di essere assunta nella maniera più opportuna ed, allo stesso Tempo, ogni verità nutre la speranza di essere assunta nella maniera più opportuna… per se stessa.

Tu vieni sempre “dopo”. Così come ogni altro aspetto di te che non sia te… viene sempre “dopo”.
La recita nella non recita.
La non recita nella recita.

Una “costante di sfasamento” perennemente in azione.

I tuoi sogni si confondono con le azioni che sei indotto ad attuare ed attualizzare.

Tutto si mischia e si trasforma in una media molto spesso livellata verso il basso, il denso, il materiale, l’egoico ed intuitivamente connesso all’interesse di parte.
Ossia, verso qualcosa che frattalmente non indica una menzogna (conosci te stesso) ma che contemporaneamente afferma una cosa e ne attua un’altra.

- Saluta gli assassini come se fossero i vincitori.
- Che differenza fa se sono stati i sovietici o i tedeschi? Comunque i morti non resuscitano. Dobbiamo sopravvivere…  perdonare. Dobbiamo vivere.
- È proprio come loro. Forse pensa in modo diverso ma agisce allo stesso modo. E allora che importa se lei pensa in modo diverso!

Katyn
 
Coerenza… un modo di essere, che esula da ogni recita e/o da ogni non recita. Proprio quello che manca al livello attuale della compartecipazione degli individui nelle 3d.

Pensare in modo diverso e agire in modo diverso (in analogia d’intenti verso ciò che muove interiormente, da un centro d’autentica valenza evolutiva ed “essenziale”).

Il potere centrale di controllo riesce ad amministrare ed anticipare anche questa area della possibilità. In che modo? Avendoti conquistato l’inconscio… In che modo? Attraverso il tuo intrattenimento nelle infrastrutture 3d…

Tutto ti penetra. Tutto ti riprogramma.
Tutto!

Ma la voce di SPS è solo una delle tante presenti in Internet, per cui vale quanto il silenzio di una notte qualunque.

- Aiutami. Di che hai paura?
- Tu lo sai che non posso.
- Iscriviti al Partito e potrai.
- Non è così. È diverso. Nessuno verrà a liberarci da loro. Non in questa vita e neanche in quella dei nostri figli… Non riuscirai a cambiare questo mondo. Possiamo scegliere di farci deportare oppure di farci ammazzare, oppure di tentare di far valere qui quel tanto di libertà che ci è concessa, quel tanto di identità polacca che ci è concessa. Sei troppo intelligente per non capire questo.
- Tu sei riuscita a trovare il tuo posto in questo nuovo mondo e io invece sono rimasta in quell’altro…
- Tu scegli i morti e questo non è ragionevole.
- No. Io ho scelto le vittime e non i loro assassini.

Katyn
 
Le ragioni diverse spingono persino i continenti lungo una direzione meglio rappresentata ma non sempre visibile, comprensibile né intuibile. Non è la scienza deviata che lo può capire. Non è ciò che viene da te, se vivi nel campo magnetico della paura ed in quello della sopravvivenza.  

C’è sempre una logica biodiversa che è in grado persino di ulteriormente confondere le persone.

- E se ci sarà una Polonia libera?
- Non ci sarà una Polonia libera. Mai! E cerchi di non dimenticarlo, la prego… Mai.

Katyn
 
La particella “mai” è in controtendenza rispetto alla percentuale biodiversa della possibilità, tuttavia, la particella “mai” è valida nel momento attuale, che le persone vivono socialmente e pertanto quel “mai” è in grado di  assumere valenze concrete ed ancestrali, ossia, di risalire il Tempo e  colonizzare anche quello "che è stato", in maniera tale da ri proiettare nel futuro/presente una intensificazione del segnale portante.
In realtà non c’è veramente un “mai”, ma… solo un “sembra”.

È una verità sottintesa alla convivenza delle leggi.
A livello gerarchico, questo “sembra” è utilizzato molto astutamente al fine di trasformarlo in un apparente “mai”…

La recita e/o la non recita sembra, dunque, continua e totale. In realtà dove si annidano i timori che il centro di controllo prova certamente? Trovali e avrai trovato un valido punto di "sfondamento"…

Una volta agganciato questo potenziale, ben celato a chiunque (ma in realtà identico a quello che "temi" tu), avrai compreso come andartene, lasciando tutto ciò che scambi per la tua esistenza.
Nessun ricatto nei confronti di nessuna entità, dunque. Ma solo una capacità di auto conoscenza che ti spinge a meglio conoscere ogni attore/non attore in gioco.
La tua forza è la tua "neutralità" nei confronti di ogni essenza di potere.
La tua capacità di essere non magnetico in un reame che esclusivamente lo è!

Osserva per bene la commedia travestita da tragedia perenne. Osserva il gioco delle parti. Osserva come la linea derivante dalla sommatoria di ogni comportamento, segni sempre e comunque la stessa indicazione di marcia descritta dal corso della storia deviata:
una serie di guerre sempre più nascoste/intestine, al fine di mantenere gli umani contenuti nello “scrigno 3d”.

Se cambiasse questa linea di condotta, l’umanità sarebbe in grado di liberarsi in massa e ciò non deve accadere e non accadrà mai (non funzionale).

La linea del cambiamento è individuale, non massiva, non “sindacale”.

Il conosci te stesso è relativo a te e solo a te.

Una volta padroneggiato te stesso, sarai libero di… andartene.

Gli altri conosceranno questa tua liberazione più avanti nel Tempo, secondo l’assunzione del proprio Tempo.
Signore e Signori, benvenuti in scena…

Generale Firouzabadì ad Obama: storica opportunità di dialogo con Teheran, una occasione così non si ripeterà.
Il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito iraniano il generale Seyyed Hassan Firouzabadì ha affermato che la diplomazia ragionevole e positiva dell'Iran può diventare la carta vincente di Obama sulla scena interna Usa e sullo scacchiere internazionale. 

Firouzabadì riferendosi alle condizioni sensibili di oggi ha ricordato che la politica iraniana ha creato una grande e storica opportunità che non si ripeterà e che per questo va' sfruttata dal governo statunitense. 

Firouzabadì ha affermato che gli Stati Uniti, nel caso di una cooperazione con l'Iran, potrebbero fare molto soprattutto nella lotta contro l'estremismo di Al Qaeda in Nordafrica e Medioriente.
Link 
 
Il “generale” è scivolato su una "buccia di banana", rivelando la vera Natura della propria maschera?
Gli Stati Uniti, nel caso di una cooperazione con l'Iran, potrebbero fare molto soprattutto nella lotta contro l'estremismo di Al Qaeda in Nordafrica e Medioriente…

Al Qaeda non esiste (a quale livello gerarchico della recita, s'insinua il generale iraniano?).

Il gioco delle parti Iran/Usa è, appunto, una recita ben interpretata, sullo sfondo della gente, sullo sfondo delle 3d.

Buffett: default Usa sarebbe arma di distruzione di massa, no errore comprare ancora azioni.
Warren Buffett, in un’intervista concessa alla Cnbc, parla della situazione attuale degli Stati Uniti, dove mancano meno di 48 ore per trovare un accordo sull’innalzamento del tetto del debito. Secondo il presidente della Berkshire Hathaway, l’eventuale default sarebbe un’arma di distruzione di massa. 

Nonostante l’imminente pericolo, Buffett non vede la necessità di interrompere gli investimenti. “Non è necessariamente un errore comprare azioni perché non si conosce l’esito di quello che sta succedendo al Congresso”, spiega Warrenn Buffett alla Cnbc.
Link 
 
Altra buccia di banana?
Non si conosce l’esito di quello che sta succedendo al Congresso.

Questo personaggio non continuerebbe a comprare veramente azioni se il suo denaro corresse veramente un autentico pericolo. In quel caso continuerebbe a “vendere azioni, sì, ma allo scoperto”… (il termine "investire" significa essere presenti a Mercato nella direzione opportuna).

Lo sapevano anche i sassi che un accordo sarebbe giunto, sfruttando al massimo la speculazione derivante dal lasciare la comunità in balia di se stessa per il massimo del Tempo consentito, prima di “trovare l’accordo”.

Elementare Watson!

Usa: fine shutdown, Camera Rappresentanti ed Obama confermano accordo Senato.
La Camera dei Rappresentanti Usa e a poche ore di distanza il presidente Obama hanno approvato l'accordo del Senato sul tetto del debito Usa ponendo fine all'incubo shutdown. 

Il presidente aveva già annunciato di voler firmare subito la legge in modo da riguadagnare la fiducia degli elettori ed ha anche avvisato che bisogna togliersi l'abitudine di governare "in stato di crisi" e di raggiungere un accordo "sempre all'ultimo minuto".

Link 
 
“Bisogna togliersi l'abitudine”. Già! Un classico…

Wall Street: accordo in extremis (come previsto).
Come nella più classica delle commedie cinematografiche tutto alla fine si conclude per il meglio, ed anche Wall Street non ha voluto andare contro la tradizione che vuole un accordo proprio in extremis.
I democratici soddisfatti, i repubblicani soddisfatti, ed anche la Casa Bianca esulta. Beh, non esageriamo, l'accordo raggiunto è nella realtà un compromesso temporaneo (fino al 15 gennaio per la riapertura dello Stato Federale, e fino al 7 febbraio per quanto riguarda l'innalzamento del debito), quindi più che altro è un … tiriamo a campà.

Ma di questi tempi basta e avanza per far salire Wall Street e far tornare lo S&P500 di nuovo sopra quota 1.700 punti e soprattutto il Nasdaq al nuovo massimo dell'anno (e degli ultimi 13 anni).
Il mercato, peraltro, non ha mai avuto dubbi sull'esito delle trattative, il risultato raggiunto, però, possiamo definirlo “il minimo sindacale”, del tipo, non abbiamo raggiunto un accordo ma non vogliamo passare per coloro che hanno fatto andare in default gli Stati Uniti d'America, quindi? Rimandiamo a dopo le festività natalizie.
Link 
 
Altra recita, questa volta relativa all’Italia.

Per la prima volta riusciamo a fare una legge di Stabilità in cui i conti quadrano senza aumentare le tasse per cittadini e imprese e senza fare tagli sul sociale.
Enrico Letta

Ma come mai, allora, altre parti recitano diversamente? Ma come? Perché ognuno deve recitare la propria parte, all’interno del “perimetro assegnato dal copione”. Qualcosa che lascia spazio personale anche ad una parvenza d’improvvisazione ma, sempre all’interno della propria parte pre assegnata.

Legge stabilità: Centrella (Ugl), devastante per chi non ce la fa più.
''A quanti, nel governo e non solo, leggono una sostanziale neutralità nella Legge di Stabilità, l'Ugl risponde che invece il ddl è devastante per coloro che ormai sono stremati dalla crisi avendo subito un progressivo depauperamento del potere d'acquisto degli stipendi, un ridimensionamento delle loro aziende e la perdita del lavoro''.
Cosi in una nota il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, commenta il documento varato ieri sera dal Consiglio dei Ministri

''Ai circa 3 milioni di lavoratori pubblici - sottolinea il sindacalista - viene depredato tutto; alle famiglie e ai proprietari di una prima casa è stata fatta rientrare dalla finestra la Trise, ben peggiore dell'Imu; ai lavoratori con il taglio di cuneo fiscale sarà corrisposta più o meno un'elemosina; ai cassaintegrati e ai due milioni di famiglie e ai 5 milioni di individui in povertà assoluta sono state destinate risorse insufficienti a risollevare la loro già problematica sopravvivenza. Il mancato taglio alla Sanita è solo una compensazione mediatica, mentre il Sud, cioè il territorio più disastrato d'Italia, èstato totalmente ignorato. 
Con questa base di partenza - conclude Centrella - c'è ben poco da sperare per il futuro. 
Un rilancio della nostra economia può esserci solo attraverso una rianimazione del mercato interno da tempo in stato comatoso, uno stato dovuto proprio all'impoverimento del ceto medio-basso, il quale grazie alla Legge di stabilità sceglierà ancora una volta di contrarre i consumi. Di conseguenza non arriverà alcun impulso ne' alle produzioni tantomeno ai posti di lavoro''.
Link 
 
Non riuscirai a cambiare questo mondo. Possiamo scegliere di farci deportare oppure di farci ammazzare, oppure di tentare di far valere qui quel tanto di libertà che ci è concessa, quel tanto di identità… che ci è concessa. Sei troppo intelligente per non capire questo...
Katyn
 
Fai attenzione a cosa è successo nel durante. A quel piccolo particolare che conferma il tuo stato di intubazione nell’Antisistema.

Legge di Stabilità, no ad aumento delle rendite finanziarie.
Si parla di manovra ed ecco la retromarcia. A meno di 24 ore dalla presentazione della Legge di Stabilità, il governo Letta inizia a fare dei passi indietro su alcune decisioni prese per reperire nuovi fondi per il Paese.

In particolare, sparisce l'aumento delle rendite finanziarie, previste dal 20 al 22%… 

Il motivo, secondo gli economisti, è che con questa decisione si sarebbe rischiato di "deprimere i mercati", già abbastanza sottotono, senza considerare gli effetti negativi che sarebbero ricaduti su banche e imprese e sulla competitività delle loro obbligazioni…
Link 
 
Nulla di nuovo sul “fronte occidentale”, dunque.
Letta afferma la propria verità ed altri – nel rispetto del gioco delle parti – replicano con la propria verità (che non rientra nell’ambito della biodiversità) che, comunque, non ha nessuna valenza pratica in termini di modifica della linea di conduzione, che interpreta fedelmente il Premier.
Confcommercio: Nel 2014 più tasse per 6,5 mld, famiglie stremate.
Maggiori imposte nel 2014 per 6,5 miliardi di Euro rispetto a quest'anno. È la stima contenuta nell’outlook di Confcommercio e Censis

Link 
 
Renditi conto da solo… se ne hai voglia, Tempo e se sei in grado di farlo…

Scheda: la legge di Stabilità del triennio 2014-2016…
Link 
 
Veniamo al dunque, per quest’oggi. La segnalazione di Dioniso777 trova la piena attenzione di SPS, in quanto l’articolo segnalato è in grado di portare una buona luce su quel Mondo che, usualmente, tende a “sfuggire”. Viene riportata una porzione di testo nell’intento di far comprendere che:
  • il “Filtro di Semplificazione” acceso in SPS nel 2013, equivale al trovare nelle 3d, nella materia, le medesime forme di Vita "altra", attualizzate e frattalmente replicate alle tue coordinate
  • se è difficile pensare in termini di “cos’è una egregora” è molto più facile scovarla attorno a te, nel “tuo” Mondo, mentre riveste/recita (nel)le opportune parti, occorrenti al fine di mantenere totalità e coerenza con il relativo “momento”. Leggi l’articolo e poi cerca di trovare l’analogia con le parti 3d ricoperte dalle persone
  • sappi che tutto è presente e ben rappresentato, anche se l'osservatore 3d non ha caratteristiche manifeste di chiaroveggenza
  • la qualità frattale dell’energia di possibilità permette di “non smarrirsi veramente mai, a prescindere dal grado di apparente smarrimento in cui si versa”.
Occorre solo che tu ci creda ciecamente (coerenza) ed applichi la legge d’Analogia Frattale, allo stesso modo con il quale credi all’esistenza della legge di gravità.

Se per te è così, sarà così.

Ogni Blogger dice la sua. Tu sei l’unico del tuo complesso che deve decidere quale “via” seguire. Qualcosa che deve derivare dal tuo livello di funzionamento, interfacciato in quello che accade al tuo esterno, allo stesso modo di un radar che rileva informazioni esterne e poi permette all’interno di valutarle e decidere però in perfetta autonomia. Dimentica l’abitudine che deriva dallo studio sistematico, proveniente dal circuito scolastico e tradizionale che ti ha formato…  

Aggancia un altro tipo di funzionamento della tua sfera globale.
E poi fai un buon viaggio (trova il tuo ritmo e gioisci della tua corsa”

I Tre Livelli di Egregore.
Negli ambienti spiritualisti, sentiamo spesso parlare di "egregore". Tuttavia la letteratura esoterica e spirituale seria ne fa raramente menzione. Ci è quindi sembrato utile chiarire questo concetto essenziale per la comprensione della nostra realtà occulta. Dunque, che cos’è un’egregora? Come nascono le egregore? Come sono organizzate? Come si nutrono? Esistono egregore buone o cattive? Chi regna al vertice della loro gerarchia?

I Tre Centri.
Fin dalla più alta Antichità, la scienza spirituale trasmessa nelle scuole misteriche insegna che l’essere umano è costituito di tre principali centri o "motori energetici". Grazie a questi centri, il corpo umano capta e trasforma l’energia del cosmo.
  1. Il primo, è il centro del bacino, quello dell’energia vitale fondamentale, che sul piano fisico costituisce il motore dell’azione, il centro degli istinti di conservazione (alimentazione, protezione-sicurezza) e di riproduzione. È legato al piano sottile inferiore, il piano istintivo, e capta l’energia proveniente da questo piano energetico.
  2. Il secondo, è il centro del cuore, il centro dei desideri, delle emozioni, dei sentimenti e della devozione ed è collegato al piano intermedio, emozionale o astrale. Su questo piano, capta un’energia più raffinata e di frequenza più elevata.
  3. Il terzo, è il centro della testa. Capta un’energia superiore che trasforma sia in elettricità per trasmettere gli ordini tramite il sistema nervoso, sia in energia fisica per produrre il pensiero. Noi siamo collegati a questi tre piani energetici sottili e la nostra coscienza passa da un piano all’altro, a seconda del tipo di esperienza che stiamo vivendo.
Questi piani sottili sono una realtà, la nostra realtà. Sono le dimensioni sulle quali esistiamo, ma anche le dimensioni sulle quali costruiamo, per lo più senza saperlo. Infatti, la nostra attività, sia essa istintiva, emozionale o psichica, ha effetti durevoli sulle dimensioni sottili...
La Costituzione di un’Egregora...
Gerarchia delle Egregore...
Le Egregore e i diversi tipi di Rituali...
Il Rito di Sangue...
Come Sfuggire a un’Egregora?...
Dopo la Morte...
Le Egregore – Gli Eoni, le Egregore Supreme...

Al vertice della gerarchia delle egregore troneggiano alcune potenze che la tradizione gnostica ha tenute segrete, divulgandone l’esistenza soltanto in seno alle scuole dei Misteri per non attirarsi i fulmini delle autorità religiose. 

Queste potenze egregoriche si chiamano "eoni", dal greco aion che significa "tempo", "eternità" o "periodo di tempo molto lungo", essendo la loro durata di vita ampiamente superiore a quella di una semplice egregora. Gli iniziati descrivono gli eoni come funzioni energetiche colossali generate nel corso delle ere dai pensieri, dai sentimenti e dalle passioni egocentriche dell’umanità. Queste potenze titaniche sono, come le egregore, delle potenze auto-conservatrici che mantengono l’umanità sotto il loro dominio incitandola all’egocentrismo.

Gli eoni si distinguono soprattutto dalle altre egregore per il grado di autonomia che hanno raggiunto, essendo diventati praticamente immortali. Come qualsiasi entità energetica parassitaria, sono voraci ed esigono di essere nutriti costantemente. Dato che traggono il loro nutrimento soltanto dall’attività egocentrica dell’umanità (intellettuale, emotiva, sessuale…), spingono con qualsiasi mezzo gli uomini verso la via dell’egocentrismo.
Nella nostra epoca, che è quella dell’Era Nera, gli eoni hanno acquisito una tale potenza che, anche se tutta l’umanità mettesse fine alle sue attività egocentriche, potrebbero fare a meno di nutrimento per secoli prima di scomparire…

Su un altro livello, in cui sono come personificati, gli eoni sono chiamati i sovrani gerarchici dello spazio-tempo. Questi esseri che ci governano sono i dodici principi dell’aldilà, e sono l’oscuro riflesso emanato dall’umanità decaduta

 Gli eoni hanno messo a punto un sistema di sfruttamento e di imprigionamento dell’umanità basato sulla vampirizzazione dell’energia degli umani e delle forze della natura. Tale sistema, in cui l’energia sottratta sale da un livello gerarchico all’altro fino a giungere agli eoni, è contrario alle leggi naturali in virtù delle quali l’energia deve scendere (è la madre che nutre il figlio per renderlo autonomo, e non il contrario). Questa libertà che gli eoni si sono concessa comporta la caduta dell’umanità nella sofferenza e nell’incoscienza…

Gli eoni sono forze emanate dalle attività mentali ed emotive di un’umanità deviata dal piano divino. Essi formano una gerarchia dialettica e spingono l’umanità nelle vie della religiosità, della scienza e dell’occultismo, che essi controllano mediante strutture e gerarchie principalmente religiose e occulte, avvalendosi di diverse imitazioni sottili del cammino liberatore ma essenzialmente prive di qualsiasi idea liberatrice. Essi perpetuano in tal modo il loro dominio parassitario dirigendo l’aspirazione delle masse verso i loro scopi terreni o dell’aldilà.

Gli eoni non smettono di conservare la loro creazione: 

del resto non possono fare altrimenti, perché se tale creazione scomparisse, la loro esistenza prenderebbe fine. 

Ecco perché mantengono in questo mondo un sacerdozio organizzato gerarchicamente. Un sacerdozio che ha un unico scopo, un solo compito:

mantenere nello stato dialettico il campo di formazione, il campo di vita delle entità provenienti dagli eoni. Questo mondo deve rimanere così com’è

è questo il loro scopo. 
Le entità che popolano questo mondo devono quindi conformarvisi. La grande massa degli schiavi degli eoni compie quindi all’infinito il giro di ruota passando dalla sfera materiale alla sfera riflettrice (l’aldilà) e viceversa.
Gli gnostici di ogni epoca hanno sempre spronato l’umanità a liberarsi dal dominio di queste gerarchie dialettiche, le quali rispondono distruggendo sistematicamente tutto quanto attiene all’idea gnostica liberatrice.
Link Link

Questa verità non deve fare paura, perchè è proprio per paura che il genere umano l’ha dimenticata. C’era un Tempo in cui tutto ciò era risaputo e la gente sapeva come fare per “difendersi”, pur avendo già smarrito la verità superiore del "conosci te stesso e poi... vattene". Ma oggi non è più così…
Puoi concepire di affrontare “nudo” un gigante armato fino ai denti?

È impari il confronto a questo livello, giocato in “casa sua”. 

Tu devi trasformarti in un polo di aggregazione individuale neutro… divenendo, per questo, completamente inutile per l’altrui esigenza e come “indigesto” persino. In questa maniera verrai rifiutato dal modello che ti contiene, come se fossi una tossina in un organismo che soffre per una simile presenza.

La recita, altrimenti, è eterna – se non ti “muovi”.

La rivoluzione della Banca Mondiale per cancellare la povertà entro il 2030.
L'istituto vara la sua prima riorganizzazione in 20 anni sotto la spinta del neo neopresidente Jim Yong Kim. L'obiettivo è fare scendere il tasso di povertà assoluta - meno di 1,25 dollari al giorno - al 9% entro il 2020 per arrivare all'eliminazione dieci anni dopo. Visco: "E' il primo passo per raggiungere un doppio obiettivo. La fine della povertà estrema e la promozione di una prosperità condivisa"…

Visco ricorda il ruolo cruciale svolto dall'Istituto in questa fase buia dell'economia, sottolinea che solo nel 2010 ha prestato risorse pari a 66 miliardi di dollari, il triplo di quanto faceva negli anni pre-crisi e che, per il domani, dovrebbe poter intervenire "quando il bisogno si manifesta"

Dal suo punto di vista la riforma, basata sulla massima collaborazione interna e sulla creazione di 14 aree globali tra cui l'agricoltura, l'istruzione, la sanità, l'energia e il commercio, mira a "rendere l'istituto più efficiente". Visco specifica che bisogna assicurare "una piena coerenza fra il piano e le necessità finanziarie della nuova strategia, senza chiedere un nuovo aumento di capitale e mantenendo un profilo di rischio prudente''. Il progetto rappresenta  "una opportunità per ripensare il bilancio", e dunque offrire servizi allo sviluppo di qualità superiore. Anche il Development  nel suo comunicato, dice sì alla riforma. 

"Funzionerà", assicura Kim.

Il presidente della Banca Mondiale ha deciso di rivoluzionare l'organizzazione interna dopo una indagine condotta fra i 10.000 dipendenti. Un sondaggio dal quale sono emersi una "cultura della paura", il "timore del rischio" e scarsa collaborazione. 

Al momento l'istituto è organizzato fondo per fondo, paese per paese e regione per regione. Dunque, è sminuzzato. D'ora in avanti sarà ribaltata la logica: niente più suddivisione geografica o settoriale, ma accorpamenti per grandi temi e grandi  funzioni. Una riorganizzazione trasversale, in sostanza. 

Obiettivo: rendere la banca più efficiente e veloce sul territorio, per rispondere ai  bisogni dei vari paesi in tempo reale…

La rivoluzione organizzativa si porta appresso anche uno strascico polemico. Secondo notizie stampa  alcune donne-manager, che erano state le artefici del progetto (un'americana, una inglese e una italiana), sarebbero poi state allontanate dalla banca o messe da parte. 

Link

Alla luce di una nuova consapevolezza, rifletti su questi periodi in maniera “tua”:
  • solo nel 2010 ha prestato risorse pari a 66 miliardi di dollari, il triplo di quanto faceva negli anni pre-crisi e che, per il domani, dovrebbe poter intervenire "quando il bisogno si manifesta"
  • dal suo punto di vista la riforma, basata sulla massima collaborazione interna e sulla creazione di 14 aree globali tra cui l'agricoltura, l'istruzione, la sanità, l'energia e il commercio, mira a "rendere l'istituto più efficiente"
  • Visco specifica che bisogna assicurare "una piena coerenza fra il piano e le necessità finanziarie della nuova strategia, senza chiedere un nuovo aumento di capitale e mantenendo un profilo di rischio prudente''. Il progetto rappresenta  "una opportunità per ripensare il bilancio", e dunque offrire servizi allo sviluppo di qualità superiore
  • obiettivo: rendere la banca più efficiente e veloce sul territorio, per rispondere ai  bisogni dei vari paesi in tempo reale.

C’è "tutto", a livello frattale, in questa citazione d’articolo. È tutto così… “chiaro” ma non così... “certo”, vero?

Il dubbio derivante dall’analisi immediata e relativa a “quello che puoi perdere” è un centro di gravità preponderante e lucidissimo nel riportarti nei ranghi.

Forse, il sapere che le 3d non possono cambiare, può portarti veramente a scegliere definitivamente “che cosa vuoi essere”:
  • un adepto dell’Antisistema, che aderisce totalmente alle 3d
  • un essere sovrano che torna sovrano, lasciando le 3d.

A te l’ardua risposta (com’è giusto che sia anche a livello retorico)…

Riparti da te stesso.
 
Dipende da te. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com