lunedì 7 ottobre 2013

Struttura ciclica consapevole.


 

Non ci si rassegna mai. Si decide di tacere, è tutto.
Gilles Archambault

Controllo mentale.
Perché la gente non reagisce? Perché non si combatte per difendere e tutelare i propri diritti?

Perché davanti alla perdita del lavoro, ad un futuro incerto, ad un sopruso, ad una ingiustizia l’uomo si sente impotente tanto da alzare la mano su se stesso, piuttosto che cercare una soluzione?...
Come siamo arrivati a un tale grado di rassegnazione e apatia, che consente alle lobby di manovrare la politica e l’economia in  maniera così disumana?...
Link 
 
Si decide di tacere, è tutto”… il tipo di rassegnazione a cui l’umanità si è aperta è paradossale:
un lamentio continuo senza nessuna efficacia, equivalente al “tacere”. Un qualcosa che ricorda molto da vicino il lamento delle Anime contenute all’Inferno, che si può evincere dalla lettura di un testo particolare come quello della Divina Commedia.
Dante ebbe modo di vedere il futuro… o un presente che non è mai cambiato!

L’Inferno è la "città tecnologica" in cui sono intrattenute le masse, senza apparente alternativa.
L’individuo fa la voce grossa quando può e con chi può; solitamente con coloro che in qualche maniera gli vogliono più “bene” e gli sono più “vicini”.

Un modello di codardia su base egoica.

Nella resa dei conti, nella “realtà” emersa come unica, l’individuo scompare per adattamento. Nel Mondo, le nuove generazioni (ogni parte di ogni generazione, per la verità) sembrano essere sempre più "ribelli ed intolleranti" nei confronti di un “sistema di potere” che schiaccia prepotentemente il loro “percepire la propria esistenza”.
Ma di quale ribellione si tratta?

Di una finta presa di coscienza, fatta di altri luoghi comuni (tribù e mode). Di un apparire sterile, frutto di un’esternazione feroce di paure dipinte per i loro opposti.

Corpi pieni di tatuaggi non cambiano nulla dal punto prospettico del potere centrale di controllo, che è e rimane “non apparente/immanifesto”.

Un linguaggio “slang” e colmo di rabbia è pur sempre “un modo di essere alla moda” nel tal ambito.

È non v’è differenza alcuna con "l’impiegato ingrigito, padre di famiglia e prossimo alla pensione", che tanto risuona di vecchio, logoro, impotente e lascivo agli occhi di coloro che, allo stesso modo, “non sanno vedere”…
La lotta di uno è il passato dell’altro che, arresosi all’evidenza, è semplicemente più avanti nella scala del Tempo e degli eventi.

Di questo passo, su questa via, lungo il consueto sentiero… non c’è nessuna possibilità di una vera “ribellione”. E, un simile sentire, è tutt’altro che un atto di vigliaccheria e di rassegnazione:
è consapevolezza!
È:
  • prendere atto del dove ci si trova
  • prendere atto del vantaggio del controllo
  • prendere atto che occorre cambiare via e, magari, retrocedere
  • prendere atto che il controllo è totale
  • prendere atto che il controllo esiste

Di quale strategia si necessita? Di una… “strategia”, innanzitutto.

La “ribellione” va indossata, abitata come una seconda pelle; essa è fatta del singolo che abbraccia il suo "esterno", per dare luogo ad una “lega”:
una lega è una combinazione, sia in soluzione o in miscela, di due o di più elementi, di cui almeno uno è un metallo e dove il materiale risultante ha proprietà metalliche differenti da quelle dei relativi componenti


Le leghe sono ideate solitamente per avere proprietà più desiderabili di quelle dei loro componenti…

Link

Una lega è una fusione, una trasformazione, una evoluzione che riguarda sia gli individui, sia il loro insieme:

nel loro “insieme” è contenuta la chiave del loro controllo.

La loro “discordia” di Natura egoica è quanto di più controproducente essi possano manifestare. Ciò che li rende “deboli” nei confronti di un “nemico” che, viceversa, è coeso e più “avanti” da questo punto di vista. La prova è, a differenza del "corpo che non appare", il suo effetto nelle 3d:
  • il tuo Mondo che pensi di abitare e di depredare/utilizzare
  • il tuo Mondo che, invece, “ti ha”…

Il potere di controllo centrale è quello del Nucleo Primo, per Semplificazione”. Ossia, quel qualcosa che organizza “per ispirazione” l’intera intelaiatura delle 3d, senza mai apparire direttamente.

Il suo “vantaggio” deriva principalmente da due fattori:
  1. il tuo grado di “non apparente” asservimento/rassegnazione/abitudine a qualsiasi tipo di esistenza, scambiato per evoluzione/adattamento ed invece solo un modo per sopravvivere ad ogni costo (attaccamento alla Vita) in maniera wireless/pilotata (servomeccanismo)
  2. il suo “non apparire”, che ti rende dubbioso di tutto e di tutti, aprendoti a quel tipo di "Fede" che, svuotato dall’interno, ti serve quanto un “cotton fioc” per le orecchie.


L’illusione del reale, del vero e del falso, è totale e ben camuffata tra le leggi che ambiscono illusoriamente a tutelarti, per poterti autodefinire “civile”. Non è così. Lo puoi capire a livello di Analogia Frattale; ecco, infatti, cosa recita una recente pubblicità.


Minuto vero.
Contro la crisi, scopri il Minuto Vero di Wind.
I minuti inclusi nelle opzioni Wind sono tutti veri perchè conteggiati per ogni secondo effettivo di conversazione.

Con Wind puoi dire basta agli sprechi e sfruttare fino in fondo tutti i secondi, perchè quello che acquisti è quello che hai.

Noi lo chiamiamo Minuto Vero.
Passa a Wind.
La modalità di tariffazione è uno degli elementi che ti consente di valutare la convenienza delle offerte...
Link 
 
Che cosa “ti dice” questa pubblicità?
  • che sino ad ora la tariffazione è stata per te “svantaggiosa”
  • che sino ad ora tutte le campagne pubblicitarie non erano proprio “trasparenti”
  • che, nonostante l’apertura a questa verità, “la modalità di tariffazione è uno degli elementi che ti consente di valutare la convenienza delle offerte”.
Interessante, vero? Sempre che tu stia capendo quello che SPS sta portando avanti…
 
C’è ancora e molto, dell’altro.

Ossia:
  • esistono veri e propri trend (tendenze) in atto
  • esistono veri e propri cicli in atto
  • esistono veri e propri centri di potere e di asservimento in atto.

Occorre allora comprendere dove sei collocato all’interno di questa “struttura nidificata” e quale tendenza abbia il tuo livello di appartenenza (fase), all’interno della medesima struttura.

Ciò è perfettamente appellabile col termine di “consapevolezza”.
La solidificazione di un termine, per discesa frattale d’ottava, lo investe di un significato concreto e meglio traducibile dal punto di vista concreto dell’azione, a te più vicina per “evidenza dei fatti”, avendo un corpo fisico da comandare nel reale 3d.

Ora, lascia perdere la “ricerca” della tua origine (il trend principale lascialo perdere, in questa fase).

Pensa in questi termini:
ogni legge può essere onorata ma, nella sostanza, raggirata.

Pensa a questa massima/verità, applicandola alla tua realtà. Capirai che è quello che accade usualmente! Il modo perfetto di nascondere, alla luce del Sole, un binario a doppia velocità:

la tua realtà
un’altra realtà, tanto vera quanto la tua.

Per ottenere questo effetto, il Nucleo Primo ha dovuto lavorare per secoli e secoli, attendendo che la semina umana si  adattasse al tipo di ambiente preparato per contenerla. Rimani concentrato. Non lasciarti andare sull’onda di termini che male interpreti. Molto spesso SPS utilizza un linguaggio metaforico per dipingere la tua esatta collocazione nel reale. Perché?
Perché è troppo “noioso” utilizzare sempre e solo termini usuali e carichi di polvere e chiacchiericcio 3d. Occorre anche una certa "miticità"!
La leggenda narra di un guerriero leggendario la cui abilità nel Kung Fu è materia di leggenda.

Kung Fu Panda

In questo caso, la “noia” è un modo di definire l’oblio che ti assale quando pensi di sapere sempre tutto e, in realtà, sei utilizzato.
Usiamo una chiave di lettura proveniente dal Mondo del Trading, per capire la struttura che discende dal controllo del Nucleo Primo in poi (sino a te), tralasciando tutto quello che, a sua volta, lo contiene.
Ok?

Dunque, tu e altri 7 miliardi di persone (proiezioni) vivete in un ciclo superiore che vi contiene, dominato dalla presenza dei sottopoteri del Nucleo Primo, alias… ogni forma di potere organizzato che “conosci”:

servizi segreti, religioni, Stati, gruppi, società, banche centrali, etc.

A loro volta, tutti i sotto raggruppamenti, sono controllati da altri livelli sempre più “rarefatti” che giungono sino al Nucleo Primo, ma “senza esserne coscienti” (stai capendo il significato del distacco tra il corpo della piramide e il suo vertice; una realtà frattale su base d’ottava, che si ripete diciamo all’infinito).
Cosa occorre fare per capire di fare parte di un sottolivello di potere, che ha la facoltà di onorare ogni tipo di “legge Universale” ed allo stesso Tempo di raggirarla?

Occorre guardarsi attorno con occhi a 360 gradi, ossia, constatando il tipo di società emersa e confrontandola con l’immagine “ideale” che è riposta al sicuro dentro di te.

Se le due “diapositive” contrastano, significa che “sei contenuto in un sotto livello della tua capacità Creativa”, ossia, che sei caduto in un livello deviato della struttura energetica esistenziale.
 


Le linee nere rappresentano la tendenza giornaliera. All'interno del trend giornaliero, al ribasso, vediamo le linee di canale rosso che rappresentano la tendenza a quattro ore. Nell'ambito di questa tendenza a 4 ore vediamo le frecce verdi, che costituiscono il trend a 1 ora. Quindi il trend a 4 ore e la tendenza a 1 ora sono "incorporati" all'interno del trend giornaliero. E inserita all'interno del trend di 4 ore è la tendenza ad 1 ora.
Tendenze , all'interno di tendenze, all'interno di tendenze.

Per un ingresso ideale, vorremmo vedere tutte e tre le tendenze, o cicli, allineati e diretti nella stessa direzione, più o meno allo stesso tempo… quando i time frame più piccoli sono in allineamento con l'arco di tempo più ampio

Link

L’”ingresso ideale” è la “nascita ideale”. Un qualcosa che difficilmente avviene a causa di molte interferenze (firewall dimensionale). Per cui, una volta nati, ci si trova in una situazione di appartenenza al potere di controllo regionale 3d, connesso energeticamente al sistema di potere centrale del Nucleo Primo.
La lettura delle configurazioni cosmologiche, zodiacali, astrali, stellari, etc. non è nient’altro che l’antica arte di comprendere quando i cicli sono perfettamente allineati, per muoversi di conseguenza con maggiore possibilità di successo. Ma per fare cosa?
 
Tieniti forte, perché quello che leggerai va contro ogni programmazione indotta in te:
  • per andare via dalle 3d, dalla Terra 3d
  • per abbandonare tutto quello che “hai” e che “pensi di essere”.
Quando le condizioni sono propizie, la “Porta tra le/per le Stelle” si apre

In che modo? Di sicuro non platealmente. Non la vedrai mai veramente aperta, anche perché non sai tradurre questa verità nel tuo equivalente significato terrestre 3d.
La “porta” sarà sempre chiusa ma "propensa ad aprirsi". Capisci questo tipo di messaggio?

È come se la porta non può rimanere aperta per una questione di “apparente sicurezza di ogni contenuto”, ma la porta è apribile perché "la chiave non è girata nella toppa", essa è potenzialmente aperta. Basta agire di conseguenza…

Oserai tanto? Osare, significa andare contro allo status quo; lo sai, vero?

Al di là, si annida qualcosa che ti fa paura, vero?

Ognuno ha i propri Tempi, non temere…

Pensa solo che:
  • l’onda d’ottava principale, è orientata in un senso (trend, per default, diciamo “positivo”)
  • al suo interno esistono sotto onde (cicli inferiori)
  • l’onda inferiore è la maggiore per tutte le altre sotto onde
  • tale onda inferiore ha un andamento ciclico e, nella sua parte negativa, si trova posizionata al contrario rispetto all’onda massima.
Che cosa ne deduci?
Che quando una simile configurazione accade, nelle 3d si formano equivalenti regimi polarizzati negativamente, che mantengono intimamente (non apparentemente) il senso positivo dell’onda massima, ma che in “soldoni” (alla tua latitudine fisica) si rendono più evidenti per quanto riguarda il loro aspetto apparente negativo.

Le leggi vengono onorate ma raggirate.

E tu ne “subisci” le dirette conseguenze.

Tu che cosa sei all’interno di questa struttura ciclica?

Sei una “variabile” che permette lo scorrimento ciclico…

La tua funzione variabile è molto ben replicata dalla tua Natura “ibrida”, composta da:
  1. evoluzione semplice, derivante dalla componente originale “antropoide” 3d
  2. evoluzione complessa, derivante dalla componente superiore Animica (frammento).

L’atto finale (eterno presente) del tuo “complesso” lo scrivi tu (l’intero) attraverso la tua “esistenza”.

È complesso giungere alla semplicità.

In questa maniera, anche senza conoscere le “origini” della Creazione, inizi a “trovare” un senso nell’insieme del "gomitolo" intricato della struttura multi ciclica. Muovendoti attraverso funzioni d’esistenza analogico frattali sincronico istintive… “tu sei” piuttosto che “tu pensi di - essere o avere?”.

Can che abbaia, non morde…

Stai vivendo in un ciclo (fase Temporale) caratterizzata dall’esistenza di un Impero, che esiste dall’intero periodo contrassegnato dalla storia deviata (ciò che si insegna a scuola). I vari sotto Imperi (Grecia, Egitto, Roma, etc.) sono state tappe per giungere a rinvigorire/irrobustire l’attuale ed unico Impero del Nucleo Primo. Ossia:

la storia deviata narra una versione di comodo della più grande storia e, quindi... non sai nemmeno se è esistito davvero un simile passato…

Perché non reagisci, allora? Beh… prova a reagire dopo avere ricevuto una serie di colpi alla Ken il guerriero

Sei semplicemente confuso e non sai più da che parte sei girato. 

I tuoi sensi sono utilizzati per confonderti, come una strumentazione tecnologica su base magnetica in una zona con perturbazioni del campo magnetico, qualcosa di molto vicino al concetto, per te assurdo, di “incantesimo”…

Per ovviare a questo, riparti da te stesso, dal tuo "centro".

Dipende da te. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com 

2 commenti:

  1. http://777-lucyfer777.blogspot.it/

    nuovo blog che ti ospita!
    Diventerai famoso? haha, lo sei già
    più di me e meno di dio, scegli ....
    Ciao e molto bello come sempre

    Una rivolta è in fondo il linguaggio di chi non viene ascoltato.
    Martin Luther King

    RispondiElimina
  2. Ciao Dioniso,
    ho visto. Ne prendo atto... sei un krumiro della notizia :) Bravo!
    Grazie e un abbraccio.

    RispondiElimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.