venerdì 17 maggio 2013

Il “Teatro delle 3d”.



Cara Amica,
le tue riflessioni sono sempre interessanti.
E ti ringrazierò per sempre di questa tua caratteristica.

Allora; se vai a questo link potrai vedere uno spezzone del film Thor. È in inglese, ma non è importante la lingua, quanto ciò che potrai vedere…

Dal minuto 1:54 potrai assistere alla trasposizione cinematografica di quello che hai scritto anche tu, in questi giorni, sulla co-realtà delle “due facce della medaglia”.
Osserva come si arriva ad Asgard. Osserva come il piano è ribaltato e cosa vedi usualmente di questo piano, dal tuo solito punto prospettico. Osserva che devi passare attraverso le acque, proprio come se fosse un parto. Le acque sono una membrana divisoria, così come lo è la materia terra.

Tutta una “finzione” o, diciamo, una “scenografia”… Lascia perdere il fatto che è nello Spazio, mi raccomando.

Le due facce coesistono, ma probabilmente non nel senso che ci fanno intuire la scienza, la religione o persino un certo tipo di fantascienza:

ma nel senso che le due facce coesistono fisicamente sulla Terra, adesso! E sei tu (noi) che le evochiamo e rinsaldiamo all'asse visibile della Terra (ribaltamento dei poli).

Divise da compartimenti di materiale fisico terrestre.

Ho compreso che è meglio lasciare perdere tutto quello che, di “storico”, è giunto sino a noi. Perché, se non è frutto della manipolazione è allora frutto dell’abbaglio che gli antichi (almeno quelli che si studiano a scuola o che sono “di moda”) ci hanno tramandato.

La verità è stata insabbiata. Che significa? Che letteralmente, allora, l’altra faccia del Mondo è sotto ai nostri piedi. A livello frattale, gli indizi in tal senso si sprecano; osserva la Luna, ad esempio, e la sua faccia “oscura”.

La realtà che conosci è solo “mezza realtà”.

Pensaci:

se tutto ciò che sai, compresa la “letteratura spirituale” più convincente, fosse una “montatura” oppure l’opera di persone che “non erano poi tanto certe di quello che scrivevano”?

Che cosa interessa da sempre ad un certo tipo di persona? (Bada bene che questa ottica ribalta tutto quello che puoi pensare su molte figure storiche affermate; non faccio nessun nome a titolo di esempio).

Di destare l’attenzione della Massa, perché così "sei qualcuno"; puoi fare tutto, con l’attenzione della Massa. Hai il potere, prima ancora del denaro e di tutto quello che ne consegue…

Quindi, perché non inventarsi una bella storia ad effetto, per convincere la gente, da sempre, perlomeno credulona?
Se lo fa Dan Brown, ad esempio, ai tempi nostri… perché non lo avrebbero potuto fare i Veda? Perché erano “tanti”? Scusa la battuta… Ma no… l’autore è uno. Se indaghi bene, vedrai che è sempre un essere umano con grande personalità, che intesse il tutto.

Più fai l’originale, più lo sai fare bene ed in maniera convincente, più lo fai nei Tempi e nei modi consoni, e più la gente si "accorge" di te.

In realtà, non esiste nulla di quello che è stato scritto, perché tutto è opera di fantasia!
Ma sai il bello qual'è? Che tutte le "cose" inventate, sono diventate vere per opera dell’adesione della Massa.
Gli schemi di potere lasciati in proiezione ed alimentati dall’attenzione della Massa, hanno creato, letteralmente dal nulla, questa realtà; un Mondo tagliato su misura per contenere l’individuo e per renderlo un loop.

Il disincanto ci vuole?

, perchè prima o poi tu te ne devi andare.
No… perché questo scenario 3d ha una funzione ben precisa e non è una perdita di Tempo.

Per cui, non è “giusto” che qualcuno sveli la verità teatrale a tutti.
  • no… coloro che ci arrivano, accedono(ascendono) ad un livello diverso del “Teatro”
  • giungono alla “Sala della Regia”
  • e, per responsabilità, accettano di lasciare tutto così com’è! 
  • ok, c’è dell’altro… oltre allo scenario
  • ma prima, devi completare questo livello.

Che ne dici?

È la mia ultima ed “elettrodebole scoperta”:

il “Teatro delle 3d”!

Quanto fumo. Quanta ruggine. Quanta polvere, su di noi. È come fissare un oggetto in volo, molto lontano che, non appena distogli un attimo lo sguardo o batti le ciglia… beh, lo perdi.
È difficile orientarsi, mantenere lo status ispirante e capire.
Anche se non c’è nulla da capire; c’è solo da vedere…
Prendere “atto”; completarsi in questa “non violenza” e anche per questo… andare via.

Tutto qua!

Cara Amica,
svelata la trama di questo livello.

Che dire?Beato chi ci crede…

Dai, non ti trattengo oltre.
Fammi sapere che ne pensi.
Un grande abbraccio.
Serenità.
La buona notte carica di sogni leggiadri.
Il tuo Amico.



Caro Amico, mai conversazione  più  forte abbiamo affrontato in 4 anni di  messaggi inviatoci l'uno all'altra. Volevamo, entrambi, quello che stiamo trovando, lo abbiamo desiderato. Siamo venuti per seguire il nostro sogno.

Mi è chiarissimo che  tutto quello che sulla Terra  passa sotto ai nostri occhi  non può essere verità perché incarnando noi stessi la imperfezione, tutto è distorto. 

E quando dovesse succedere non sei più di questo mondo.

Anche io ho capito che la nostra presenza qui ha uno scopo diverso da quello che immaginavamo. Nella nostra permanenza sulla Terra ci è stato dato il tempo con la sola speranza di ricordare qual’è la nostra vera casa, il nostro luogo ove ricongiungerci col proprio sè. 

La falsità che viviamo ha la funzione di gestalt, di contrasto

Altrimenti non potresti accorgerti che non è questo il tuo regno, distratto come sei. Ci deve essere per forza un impatto molto forte. Quando sotto gli occhi vedi cose che "non puoi non vedere", allora ti si apre il cielo che fa piovere la luce e non hai più dubbi. Finalmente pian piano sai chi sei.

E se penso che sono ancora all'inizio  del viaggio, mi devo preparare più saggiamente ed essere più adeguata. Penso che ormai sia necessario applicare una respirazione particolare durante il giorno, per dare modo al nostro sè di diventare più sensibile più sottile. 

Una voce ci sta parlando e non possiamo perdere l'occasione di ascoltarla.

Sono felice di fare questo viaggio con la guida della tua presenza rassicurante. Grazie di cuore. Una luce di arcobaleno ti illumini la vita.                 
Buonanotte dalla tua Amica.

 
Finzione e realtà:

le due facce della stessa medaglia.

Inscindibili e coesistenti, già in questo piano della Creazione.

SPS ha necessità di attivare altri “filtri”, dopo quello relativo alla semplificazione del Connubio in Nucleo Primo. In questa semplificazione non si perde informazione, per via della legge dell’Analogia Frattale, ma la nuova “realtà” che emerge è più “in linea” con lo stato attuale dell’umano.
Basta osservare… e per compiere ciò, ti basta comprendere un solo livello; quello che contiene la tua presenza fisica, luogo di raccolta ed emersione del tuo complesso.

Dunque, da oggi in SPS esiste solo il livello Terra 3d. Il "Teatro" nel quale avviene la vicenda umana.
Il Nucleo Primo è, di conseguenza, umano e contenuto nelle 3d. Perché non c’è altro.
Esso coesiste con gli altri umani, sullo stesso Pianeta, adesso e adesso e adesso e adesso…

La spiritualità o le leggi spirituali/celesti, compresa la Natura, sono una forma di tecnologia controllata attualmente dal Nucleo Primo

Questa tecnologia deriva da qualcosa accaduto lungo lo scorrere della più grande storia della Terra che, attorno alla fine dell’ultima grande glaciazione, ha dato luogo alla formazione del Nucleo Primo che, dunque, non è il creatore della tecnologia ma solo l’attuale usufruitore, non avendo smarrito le “istruzioni/memoria” per il suo impiego.

È qua, sulla Terra, che si svolge questa scena della “Grande Opera”.
È tutto condensato in Terra; gli attori sono tutti presenti e non occorre sviluppare doti chiaroveggenti per “vedere”, perché con quelle doti saliresti in “Sala Regia” e non è ancora il caso.

Perché sei qua?

Chiaramente, anche semplificando, "il caso non esiste" e tu hai un senso e una funzione superiore.
Ma, occorre accendere una lampadina su questo concetto e poi lasciarlo andare, accettando di vivere questa realtà che, a quanto pare, tu e i tuoi simili avete accettato di vivere come la peggiore delle trame immaginabili. Di conseguenza, si deduce che il vostro stato originale fosse molto “annoiato”, per cui avete accettato di vivere questa esperienza troppo a Cuor leggero.
A livello animico avete preso l’esperienza nelle 3d, come se fosse una passeggiata, sottovalutando il fatto che, non appena nati, le “porte” si sarebbero chiuse a Tempo indefinito. E, ora, sei ancora nel reame che tanto sottovalutavi.

Ma, basta parlare di Anima e senso superiore. Il filtro è attivo:
  • ora, esisti solo tu, coincidente con il tuo meccanismo psicofisico
  • esiste una struttura celata che ti amministra dalla stessa Terra 3d, il Nucleo Primo, ed esistono tanti altri tuoi simili, accumulati e distribuiti sulla superficie del Pianeta, ritenendolo tutto ciò che esiste e che è abitabile e sfruttabile per la propria sopravvivenza.
Questo meccanismo spiega il tuo “reset”, a cui hai dato il permesso tanto alla leggera.

Ciò, spiega, come mai hai quello strano sentore relativo ad una antica conoscenza, oggi svanita. Spiega anche perché la società moderna si crede tanto civile ed evoluta, ma quando si paragona ad un certo tipo di sapere antico, sembra sempre essere un passo indietro.

Dunque… che cosa intendi fare?
Certamente e secondo responsabilità, intendi lavorare per tutta la Vita. Poi, secondo prassi, intendi farti una famiglia, mettere al Mondo dei figli ed invecchiare il più serenamente possibile, dopo esserti tolto i molti “sfizi”, che la mente ordina meticolosamente, traducendo input provenienti dalle mille fonti eteree che ti influenzano con stile.
E, poi, ti auguri una buona Morte; veloce ed indolore. Un “taglio netto”… zac!

Se rimani in questo binario, tutto scorrerà di conseguenza; se cerchi di uscirne, la Vita ti si rivolgerà contro in maniere molto bizzarre. Perché?

Perché i Custodi vegliano giorno e notte.

Hanno intessuto Imperi e li hanno fatti collassare. Vuoi che non lo facciano con te?

Te li vuoi tenere buoni, oppure non te ne importa?

Non ti importa di morire? Perché è la Morte che ti aspetta, se cerchi di “andare oltre” all’ordine imposto… Vivi in democrazia? Certo! E io sono la Fatina dai capelli azzurri
L’ordine è imposto, pre impostato e pre meditato. Hai solo la sensazione di vivere in una società che si è evoluta, imparando dai propri errori. In realtà, il "vapore" segue sempre le stesse vie pre ordinate dalle leggi ambientali, che sono – come già affermato – una forma di tecnologia.

Come credi che il servizio meteo possa fare le “previsioni del Tempo”?

Sono modelli matematici, ossia… forme di interpretazione/traduzione del modello tecnologico ambientale.

Che cos’è la matematica? E la geometria?

Quando hai in mano un disegno di un circuito elettrico, che cosa stai guardando?
La mappa dell’infrastruttura che combina e miscela l’azione di certe leggi, generando effetti che tu prendi per “oro colato”.

Neghi la magia ma credi nella luce elettrica.

Che grande atto di coerenza.

Un circuito elettrico è l’interpretazione della grande tecnologia, osservandone solo un pezzetto e traendone effetti secondari, che scambi al Mercato degli altri.

Le leggi fisiche hanno tradotto in formule ciò che accade nelle 3d.

È una semplice codifica. Non è la comprensione di quello che accade.


Ciò dimostra come la scienza si sia adattata all’ambiente e si limiti a misurarlo, piuttosto che a comprenderlo. E come fa la scienza, allo stesso modo fai tu e i tuoi simili.
La più grande tecnologia ti sfugge per senso ed ampiezza, così come ti sfugge la più grande storia.

Persino il  Nucleo Primo si “limita” ad utilizzare questa tecnologia, senza riuscire a comprenderla. E sai perché? Perché sino a quando sei contenuto in questo livello, ha senso stare nel livello sino al momento in cui “qualcosa” ti eleverà al livello successivo…

Questo “qualcosa” viene azionato e deriva direttamente da te.

Ma solo dopo avere risolto questo livello.

La tua “auto conoscenza” è una espressione trappola, se la assumi da una latitudine usuale e smarrente del suo significato, che la tua mente è abituata a gestire e digerire.

Esiste un “oltre orizzonte” attorno a te.

Che, però, è inutile cercare prima del Tempo.

Diciamo che “ti puoi fare ispirare” da quello che esala questo concetto, per poi dedicarti alla tua centralità. Tu sei un ingranaggio di questo Impero 3d…

Tu sei importante. Perché? Perché se ti fermi… la “macchina” ne risente.

E non te lo permetteranno tanto facilmente.


Se la “macchina” ne risente, molti rischiano di impazzire; sono tutti coloro che “non sono pronti”. Te la senti di assumerti una simile responsabilità?
Dovresti, allora, probabilmente continuare a vorticare al tuo posto, rispettando ed onorando lo scenario che ti ha accolto al momento della tua nascita, e allo stesso Tempo immergerti dentro te stesso, come per fare un buco sotto a casa propria, coperto dalla routine della casa stessa.
  • le vie sono infinite, perché gli umani sono biodiversi.
  • non esiste una formula. Esiste una modalità interpretativa.
Esiste la Paura o non esiste la Paura.

Ad un certo punto, sappi che devi scegliere per forza tra Vita e Finzione:

le due cose sono molto vicine ma non si toccano mai. Sono due cose molto ma molto diverse tra loro…

The Words

Semplificando, con filtro attivo, e seguendo l’ordine sincronico:

le due cose
sono molto vicine
ma non si toccano mai
sono due cose molto ma molto diverse tra loro.


Ossia:

le due facce della medaglia
sono sulla Terra 3d
separate dalla materia 3d (acqua, terra, montagne, tecnologia, etc.)
sono due realtà molto ma molto diverse tra loro (+ e -).


Dove si trova – su questo Pianeta - il Nucleo Primo, costituito da umani?

Oltre all’apparenza di questo scenario 3d. Interrogati, se lo ritieni necessario ed utile.
Sappi che, senza la consapevolezza che esiste il Nucleo Primo, senza questo passaggio obbligatorio, non riuscirai mediamente ad accendere in te quell’altra forma di tecnologia latente, che è in grado di illuminare la “Sala Regia”.

Quando hai spaccato l’atomo in continue sezioni e quando hai esplorato l’Universo, senza però trovare mai una fine o un mattone base della Vita, che cosa ti rimane?
  • Andare avanti ancora in questa sempre più complicata scommessa
  • Andare dentro di te.
Potresti scoprire che il “tesoro” lo hai sempre portato con te, senza saperlo, mentre lo cercavi dappertutto attorno a te.
Perché il reame Antisistemico del Nucleo Primo ti ha tanto ammorbato a livello organico, genetico, spirituale? Perché ti vuole tenere lontano da te stesso. Ti vuole far compiere ricerche attorno a te stesso, indurre a prendere “lucciole per lanterne”.

Lontano dagli occhi, lontano dal Cuore.

Semplifica ed osserva.

Il dettaglio aumenta e l’informazione non si perde.

La sua codifica è particolare.

Non serve essere ingegneri per tradurla, basta anche “far parlare gli effetti” per indirettamente comprendere le cause. Una volta comprese le cause, non creare le formule interpretative, perché sarebbe ancora come farsi avvinghiare, come uscire dalla porta per entrare dalla finestra.

No, lascia perdere la trascrizione della decodifica.

Rimani te stesso, nel tuo centro.

Ora sai ma ti lasci andare, ugualmente, nello stesso Mondo che, di conseguenza, non sarà più lo stesso per te.

Esprimi gratitudine in maniera generica.

Sentiti addirittura cullato da questo Mondo.

Sai che cosa accadrà, dopo un certo "momento"?
Che il tuo campo energetico diverrà una bolla che ti porterà al limite di questo Mondo, punto dal quale ne potrai uscire.

Qualcuno ti attenderà e ti stringerà la mano.

Complimenti, sei alla “fine di questo livello”.

La tua mente, da quel momento, potrà creare un altro scenario intriso di nuovo senso.

Più in generale… dipende da te.

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.