venerdì 10 gennaio 2020

Se… allora non c’è partita.



Le armi più potenti dell'esercito americano
Agi 9 gennaio 2020 Link
Davvero, credi che l’arma più potente sia un’arma convenzionale? 
Che... sia registrat3 sotto alla classificazione “arma”? 
E “tu”, allora, che cosa sei
Ricorda che è proprio l’essere “a Massa”, a rivestire l’incarnazione dell3 strumento più potente, allorquando l3 consapevolezza s’è auto parificat3 rispetto al “valore” dell’interesse di/in parte, ch’è proprietà privat3, nell’Anti-Sistema.
Un3 forma di interesse che, però, non ti fornisce nemmeno l’idea, in termini di accorgerti, poiché ragioni “di fatto” e, quindi, di fatto… non ti sembra di fartene nulla del sostanziale (significato):
di ciò che sanno anche i sassi, ma, tant’è che non si s-muove foglia (come se non cambiasse mai “stagione”).
Ad esempio; ti sei auto abituat3 a sopravvivere di/in ciò:
la prima volta della Croazia: comincia il semestre di presidenza croata all'Ue
Cristiano Tassinari 10 gennaio 2020 Link
Tanto di cappello. No? 
L’Ue dimostra di essere un3 autentica “democrazia”, permettendo l3 turnazione semestrale fra le varie parti che l3 compongono. 
E “tu” sei molto attent3 a quest3, perché sei sempre “vigile”. Non a caso, stai ancora attendendo al varco chi ti proporrà di infilarti un chip sottopelle, per ridergli in faccia. Vero
Ma… ricordi come r-aggirarono l3 Linea Maginot, i nazisti, durante la Seconda Guerra Mondiale? Giunsero alle spalle, invadendo prima l3 spazio necessario per…
Ok? 
Ergo, hai sempre a che fare con l3 medesima strategia che, sostanzialmente, continua a funzionare perché ha dimostrat3 di farlo egregiamente, non vist3 che... non te ne rendi conto, appunto, in termini di significato (e di squadra che vince, allora, non si cambia). 
Quando sei, prima di tutt3, in gerarchia… puoi “riconoscere” qualsiasi cosa a chiunque sia, comunque, sempre “dentro” al/nel “qua (così)”.
Ecco perché è giunt3 il turno anche della Croazia. 
Chi prende le decisioni, verticalmente
Tale forma di... “comitato del condominio di quartiere”? 
Per carità. 
Costoro potranno solamente scegliere tra... e, non, decidere di/che… 
Infatti, ti basta prendere in considerazione anche ciò che sai, ma, non ti sembra mai (mai) di fartene qualcosa, al fine di renderti conto sostanzialmente
Eppure, tutt3 ciò credi che sia… “paranoia”, dal momento in cui non ti basta ciò che hai nell’Anti-Sistema. 
Per forza:
sei all3 mercé di tale forza di gravità, ad immagine e somiglianza
Quindi, ecco perché sei sempre “affamat3”, non inventandoti proprio nulla, dal nulla (essendo informazione ambientale frattale espansa, che dovresti tenere in “seri3” considerazione, attenzione & Co. attraverso l’essere sempre “formulare”, pena il continuare a vorticare nell3 girandola gerarchica che non sembra tale).
Il discorso “gravità” è, conseguentemente, un perno che permette di… governare tra l3 righe, essendo giurisdizionalmente globalità, in un3 maniera inversa rispetto al “di fatto”, che funge da boa di segnalazione, attirando la “tu3” attenzione, come un moscerino che vortica attorno alle luci stradali, di notte.
Laddove, il di fatto “è” l3 verità scientific-religios-spirituale, che auto comporta l’osservazione del fenomeno “gravità”, da ogni relativ3 punto di vista (teoria, credo, fede, etc.). 
Mentre, l3 gravità è - anche e, di più - l3 conseguenza (e, dunque, il significato che auto riverbera nell’ambiente, che funziona riflettendo tutt3 in termini di informazione ambientale infrastrutturale o memoria) di ciò/ch3 va continuamente in onda (nel) “qua (così)”… 
In che modo? 
A livello essenziale = il riflesso d3lla compresenza eco-dominante + ogni sottoDomin3, che auto impera come non esistesse, anche se c’è.
Allora, dove sta l3 differenza tra di fatto e sostanziale? Te ne devi accorgere da te in te.
No? 
Comunque.
Di fatto = funzioni dall’accezione Anti-Sistema, alias, sei come manchevole di qualcosa, che corrisponde proprio all’essere “te”, piuttosto che… te (manchi, allora, tu).
Sostanziale = funzioni dall’atteggiamento “formulare”, alias, sei assolutamente te, in te, dal potenziale contemporaneo.
Laddove, di fatto… non ti rendi conto di nulla, ma, sostanzialmente, ti accorgi di tutt3. 
Ecco che l’effetto speciale “gravità”, insiste poiché riflette l’intenzione d3l punto di sospensione (a prescindere dall3 personalità che comanda).
Un esempio:
osserva l3 forma del lavandino, mentre ti lavi i denti e/ma non sol3.
Com’è? Ha un’inclinazione giroscopica verso il centro…
Ergo?
A prescindere dal designa (moda), non importa dove/chi sei, lì dentro;
tenderai, comunque, a “scivolare”... verso un punto particolare di “raccolta”, nell’occhio centrale che rappresenta l’interesse di… per…
È proprio l’ambiente, allora, a costituire tale “essere informazione (lavagna, memoria)”. 
Non importa se stai prendendo in considerazione il lavandino di casa, oppure, l’universo = essendo tutt3 ad immagine e somiglianza, anche, in termini di funzionamento e quindi di raccolta dati per riflessione e relativ3/assolut3 cristallizzazione della sostanza in forma solid3 e/o consolidat3 (forme nell’ambiente, paesaggio naturale/sociale, personalità singolar3 e di massa, etc.).
Nel lavandino scorre l’acqua, che fuoriesce dal rubinetto, che viene azionat3 da te/“te”, ma che è stat3 montato da… e costruit3 da… e progettat3 da… e permesso da… poiché in tal f-orma di status quo nell’Anti-Sistema, tutt3 è in gerarchia e, allora, serve (a) chi è tale essere verticale che se non esiste; c’è… allora, di fatto, sei sempre all’ombra e mai (mai) in “luce”.
Ti rendi conto del “dove/chi sei”, in tale ambito sostanziale del/nel reale manifest3 “qua (così)”?
Quando ti limiti ad usare/scegliere tra… ti auto delimiti a livello di potenziale contemporaneo, laddove c’è chi ti usa/decidendo ad hoc, dal punto di sospensione, in sé.
Quindi, l’universo si crea da sé, grazie all3 gravità (Hawking) = l’attuale forma dell’universo (Anti-Sistema) si è creat3 da sé (strategia d3l punto di sospensione), grazie al fatto che l’ambiente (IA, “gravità”) funziona e si presta ad auto realizzare ogni “desiderio” di chi è giurisdizionalmente globale (“Dio”). 
Ovviamente, se (se) tu sei “tu”, è persino logic3 che… non c’è partita
Vero?
Allora, “Fai… qualcosa”. 
In che mo(n)dus? 
Essendo te, sempre, dall’atteggiamento “formulare”, ovvero, proprio come dovrebbe essere (che è potenziale contemporaneo e, non, utopia).
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2019
Bollettino numero 10-74
Riproduzione libera”.