lunedì 20 gennaio 2020

Mente frattale, rapporto aureo e legge 80 20.



Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto”.
Thomas Jefferson
Mente frattale (SPSian3)
Mente Logica.
Mente creativa.
L3 mente frattale rimane integra, mentre quell3 logica va incontro ad auto depauperamento, ad immagine e somiglianza “ambientale”;
l3 mente creativa... nel “tempo” o, meglio, nel “qua (così)”, non riesce più nemmeno ad immaginare, finendo per essere… “arte”.
Ciò descrive l’auto disinnesco che va in onda/scena, continuamente, in qualcosa laddove tutt3 ciò “serve” ed è, in-vece… “natura-le”, o, mente logic3. 

Attraverso mente frattale, un3 volta, le persone non invecchiavano, ma, diventavano sagge (attraverso un filo unic3 che ricollegava d’assieme, sostanzialmente, per mezzo dell3 memoria/esperienza singolare).
“Ora”, all’opposto, si va in-contro (essendoci “dentro”) a progressiv3 auto “rincoglionimento”, che “è” e rimane, comunque, informazione ambientale frattale espansa (significato, verità), da cui è sempre im-possibile andare a ricostruire il quadro generale (dal “relativismo” globale, rispetto all’assolut3 “Dio”, che indica e significa l3 compresenza eco-dominante di cosa “è” ch3 se ne approfitta in continuazione, non vist3 che… e, neanche, non immaginando di…).
Attraverso mente frattale, ch’è il frutto dell’atteggiamento “formulare”, accedi al potenziale contemporaneo “terapeutic3”, rispetto allo status (quo) Anti-Sistema, che riconduce (tratta) tutt3 versus l3 stato di auto de-privazione tipic3 dell’invecchiare (nel) “qua (così)”, come da prassi “malattia-morte” (addirittura ritenut3 l’unica cosa “certa e sicura-giusta”) o, per dirl3 all’industriale... obsolescenza programmat3.
Se (se) continui a praticare l’esistenza, essendo da te in te e, non, 3l contrario (ti credi te, ma, sei “te”), mediante atteggiamento “formulare”, alias, mente frattale, allora (allora)… puoi rilasciare l3 sede “mente logica”, che “nel tempo” si auto disintegra funzionalmente, trasferendo(ti) “dall3 mente frattale”… che, viceversa, rimane sempre (sempre) in sé (te), non essendo sottopost3 ad alcun grado del controllo Anti-Sistemico. 
Ment®e, anche l3 mente creativa ristagna in un ambito che riflette significativamente ciò (cosa-chi) “è già success3” e, allora, continua a succedere (l3 forma versione “realtà manifesta”, ad hoc, causalmente, per mezzo dell’ambiente, che funziona, ma operando dal “pilota-automatic3” eco-dominante che, non esiste; c’è… come da strategia assolutamente perfett3, dal proprio punto di in-coscienza o punto di sospensione).
Sei, “or”-dunque, in un3 strategia altrui, avente l3 dimensione globale che riesci, allora, ad auto concepire standoci sempre “dentro”.
Per ciò, di/in conseguenza, non ne avverti più nemmeno l’ombra, seppure sei e rimani dotat3 di intuizione, sensibilità, percezione espansa, intelligenza, etc. etc. etc.
Ricorda (sempre):
quando, in ogni “campo”, ti sembra (ti dicono) che… ci sia “solamente” un3 condizione binaria “1 o 0” (Yin-Yang), sostanzialmente, rimane intatt3 il funzionamento di fondo (ambientale), che insiste tri-unitariamente
Ergo; ciò vale anche per i “tipi” di mente, che dunque sono tre e non due (seppure costituiscono un unicum, così come c'è il conscio, in cui esiste la partizione in-consci3, che si riflette ambientalmente - ad esempio - nel classic3... Segreto di Stato).
Vedi tale assieme, come qualcosa che è “un(ic)3”, ma, auto suddiviso in/per due:
interezza (totalità)
due parti (divide et impera).
Cioè? Il principio dell’essere “piramid(al)e”, da/in cui l’essere in gerarchia. Ovvero:
informazione ambientale (dato), memoria, esperienza, funzionare, essere, etc.
Fuori “uscendo” dall’essere totalità, “entri” nell’ambito (scenario “ragnatela col/del ragno”) auto spezzatino, che corrisponde ad un “r3gno-reame” come sotto ad incanto, con ogni “raccolto” che progressivamente non fa che “scegliere”, auto delimitandosi nel “tempo” in-fra ciò che esiste (in tale “tabula rasa elettrificata…” o Anti-Sistema). 
E… laddove l’essere “r3gno” non esiste; c’è, allora, è proprio tale “r3gnitudine” ad auto imperare sostanzialmente come se… tale essere “r3gno” fosse imperante come al “tempo che fu”, allorquando vigevano in Terra forme evidenti d’imperialità sotto forma di singolarità in auge e linee di conduzione “famigliare”, che si tramanda(va)no tale “potere” esclusiv3... “sopra” a chiunque vi si manifestasse “dentro”, credendo che auto corrispondesse al tutt3 (essendo, invece, “tutt3” o, appunto, tale realtà strategic3 che fa capo all’essere… “capo”; qualcun3 che è effettivamente “a capo” di dett3 situazione im-possibile).
Il potere “terapeutico” o, meglio, di recupero di/del sé, è insit3 nell’essere dall3 mente frattale (che corrisponde all’atteggiamento “formulare”):
ogni “caso”… che prevede singolarità in un3 stato, per così dire, “confusionale (ivi auto ricompres3 anche la condizione che viene definita ‘malattia’, coi vari stadi, livelli, step di avanzamento, a senso unic3)”
è, sostanzialmente
recuperabile
iniziando un percorso (switch, indirizzamento) di svincolo o riporto/ricordo
verso l3 condizione di mente frattale
in cui la logic3 Anti-Sistema (mente logica/creativa = divide et impera, del totale unic3 “mente”)
non serve più, a te che, appunto, ritorni in te, da “te” in te.
Ecco che, allora, se auto ristagni in tale tipo di mente (programma logic-creativ3), nel “tempo” ti bruci l3 facoltà di esserci.
Mentre, se sei o ritorni dalla mente frattale espansa, allora, ciò non insiste poiché il “campo” è globale, o, totale. 
Vale l3 pena, dunque, di iniziare a mettere a punto (di sospensione), tecniche in grado di ristabilire il “punto di coscienza” dall3 mente logic-creativ3, versus, quell3 frattale espansa o, tieniti forte, “terra promessa”. 
Ok?
Stati di totale abbandono nonsolomentale, si auto risolvono da/in sé, ritornando ad essere dalla mente frattale, laddove non serve saper far “di calcolo”, al fine di far “di conto”. 
E, venendo meno tale “necessità”, va da sé che ritorni da “te” in te (dall’essere “formulare” = rimanendo punto di coscienza totale o come dovrebbe essere, che ritorna ad essere “com’è” e, non più, utopia).
Ciò... è l3 forma di “aiuto” che quest3 Spazio (Potenziale) Solid3 (Io) ha messo a fuoco (ricordat3) anche per te, nonostante tu sia “tu” (nel) “qua (così)”…
Consideral3 come se si trattasse di un3 “cordata” comune, a cui si è tutt3 agganciati e con chi si trova in un3 “posizione” migliore, all3 luce di-del sé, sempre in grado di… e di condividerl3 con tale essere d’assieme, più “manchevole” nell3 parti più esposte (dentro) al potere di cosa “è” ch3 non esiste; c’è.
E il giorno in cui… gli uomini tentassero di convertire in beni tutti i loro depositi, i loro crediti, le loro azioni e le stesse monete delle loro tasche, si accorgerebberocheil denaro, che condiziona tanto la loro esistenza, non esiste”.
Joseph Schumpeter
Non esiste, ma, c’è… Dove? Come:
(nel) “qua (così)”.
Che cosa te l3 fa più che intuire e di-mostrare (perlomeno, per/a te)?
Il fatto che, essenzialmente, sei nel post “creazione”, ch’è… il “progetto (di) te”, per “te”, da p-arte di cos’è “già success3” e continua a succedere, ovvero, “Dio” (chi se ne approfitta continua-mente), mentr®e sei sempre nel “di fatto”, che ti auto isola (divide et impera) rispetto a tale relativismo assolut3 o “sostanza”.
Nel di fatto, che su nutre/alimenta di “verità (scienza, storia, religione, spiritualità, etc. deviazione standard)”…
Sei, allora, da/in un atteggiamento a-“formulare” o Anti-Sistemica-mente.
Qualcosa che auto riverbera ovunque, sia di fatto che sostanzialmente, laddove per te, che/se sei “formulare”, non fa più alcun3 differenza (di potenziale). 
Dunque, perché nell’Anti-Sistema (in… tale f-orma/versione del reale manifest3) esiste l3 legge 80/20, in “natura”
Perché... l’ambiente, che funziona, riflette l’essere ch’è al/nel/il punto di sospensione, “ora”, in leva.
Alias, l3 compresenza eco-dominante + ad immagine e somiglianza, ogni sottoDomin3 “industriale”. 
Ecco che, di/in conseguenza, sei in gerarchia, innanzitutt3
Ergo?
Sei in qualcosa che l’ambiente e-segue, rende im-possibile, e, contemporaneamente riflette (essendo, l’ambiente, anche memoria).
Per cui… (nel) “qua (così)” l’essere in gerarchia – sostanzialmente – viene auto identificat3 ambientalmente;
allora, sta a te essere dall’atteggiamento “formulare”, al fine di auto decodificarne l3 portata (compresenza) persino fattivamente (in maniera tale da fartene qualcosa = credendoci, essendo e “qua, facendo”).
Il rapporto 80/20, sai a “cosa” equivale?
Al famos3 “rapporto aureo”, sì tanto… auto ri-celebrat3.
Già. Perché?
Parti da tale immagine:
Come puoi nonsolovedere, il rapporto aureo 1,618 si pone tra “1 e 2”. No?
Quindi, suddividendo tutt3 “per 2”, e, contando sul fatto che “sostanzialmente rimane intatt3 il rapporto tra…”, si ottiene che:
tra “0 e 1”
l3 cifra 1,618
diventa
0,809
ossia
traslando fra “1 e 100”, in percentuale
si arriva proprio a svelare il significato del rapporto più diffuso in natura che, comunque, non può di/in conseguenza essere parificat3 all’essere natura-le, bensì semmai… “natura-le”.
1,618 = 80% (versus l'essere rimanenza o 20%).
Quale significato ha/indica (“è”) tale tipo di rapporto (informazione ambientale frattale espansa)? 
Ormai, l3 sai, anche se ogni volta tendi a dimenticare, guarda non caso.
Non esiste; c’è… all’origine del “è già success3”, chi ne ex-trae il max del proprio profitto/utile (interesse).
Nonostante... l3 strategia del perfetto auto camuffamento nell’ambiente, l’ambiente comunque l3 ritrae, essendo memoria o registro del/nel funzionamento d’assieme.
Come se ci fosse (non esiste; c’è) un3 stazione radio “Terra”, che diffonde ovunque il proprio segnale “ambientale”, ma, (nel) “qua (così)”… poch3 riescono – nonostante l3 ricezione avviene sempre – ad auto decodificarne il significato, in termini di verità, dall’atteggiamento “formulare”. 
Allora, tant’è che… continua a succedere tale versione di status quo (nel) “qua (così)”.
Ricordi “cosa” significa l3 stabilizzazione del “rapporto”, in rapporto aureo?
Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra,
Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,
Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra,
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra nera scende.
Un Anello per domarli, un Anello per trovarli,
Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli,
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra cupa scende…”.
Poesia dell’Anello - J. R. R. Tolkien
Dall3 “combinazione” 38 (clicca sull'immagine per ingrandirl3), tutt3 si stabilizza, a prescindere (Media di Trilussa). 
Con la “36” che illude e, dunque, fa desistere proprio (sempre) all’ultim3 “curva”.
“Fai… di ricordartene, sempre”.
Per non fare sempre l3 fine dell'essere... topo (nell3 statistica di fatto, che ti ha, nell3 sostanza) :
Nell’atteggiamento “formulare”, sei dall3 mente frattale. Nell3 mente frattale, sei dall’atteggiamento “formulare”.
L'essere total3.
Ovvero, “non si scappa”, eppure… sei nell’Anti-Sistema, ugual-mente
Come te l3 “spieghi”, con parole “tue” se (se) SPS (Io) esprime solamente un3 “teoria” qualsiasi?
        
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2019
Bollettino numero 10-80
Riproduzione libera”.