venerdì 29 gennaio 2016

Tutti frutti (2)



Wop-bop-a-loom-a-boom-bam-boom tutti frutti
au rutti tutti frutti au rutti tutti frutti
au rutti tutti frutti au rutti tutti frutti
au rutti wop-bop-a-loom-bop-a-boom-bam-boom…”.
È chiaro che non ha senso. No? Ma, il grande successo è dovuto alla sonorità, alla musicalità, all'orecchiabilità, al ritmo, al costume, alla moda, allo spettacolo, all'apparenza, etc. Ossia, "cosa ti piace"?
Ad ogni evidenza, quello che "non capisci ma, risuona accattivante (ti rapisce, ti porta via, ti ha)".
Il misterioso titolo "tutti frutti".
Alzi la mano chi non si è mai domandato il significato del titolo di questa canzone… Tutti frutti non è italiano, è un'espressione americana presa dall'italiano che vuole significare "gelato alla frutta". Siamo negli anni '50, e quando ci si voleva provare con una ragazza la si invitava a mangiare un gelato. Un po’ come oggi si beve uno spritz e qualche anno fa un caffè...
Era quindi abbastanza evidente che l'autore (Little Richard) intendesse invitare la splendida ragazza della canzone a prendere un gelato alla frutta.
In parte è vero, ma la storia della canzone è tutta un'altra!
In realtà le cose andarono così: 
Little Richard aveva scritto musica e testi, ma, secondo Blumps Blackwell le parole della canzone erano troppo volgari. In quel tempo stavano frequentando una cantautrice di colore, Dorothy La Bostrie, che a parere del secondo, scriveva musiche banali, ma ottimi versi. Chiesero a lei di buttare giù il testo, che fu preparato in pochi minuti.
A detta della Dorothy ad ispirarla fu proprio il gusto del gelato a cui stava pensando in maniera ossessiva.
Nessuno aveva ancora capito la portata del brano che stavano per incidere, che di fatto venne registrato in 15 minuti.
Per praticità vennero eliminati 3 paragrafi, motivo per il quale il titolo tutti frutti sembra così criptico.
Ripeto che la registrazione venne fatta alla buona in 15 minuti, per cui nessuno dette peso al fatto che in questo modo avrebbe perso il suo significato.
Aggiungo poi, a titolo del tutto personale, che in America non si è mai dato molto peso ai testi delle canzoni rock. Questo compito spetterà, qualche anno più tardi, agli inglesi…
Link 
  • per praticità vennero eliminati 3 paragrafi, motivo per il quale il titolo tutti frutti sembra così criptico
  • nessuno dette peso al fatto che in questo modo avrebbe perso il suo significato...
    
Ergo:

  • se, da una intera verità (contesto), togli dei “pezzi (strategicamente)”
  • il risultato conseguente, sarà quello di “distorcere il significato di ciò che rimane (disperderlo)” o, perlomeno, di “far decadere il risultato finale, abbassandolo di valenza relativa alla sua origine (cripticità)”
Il 90% di finanziamento del sistema produttivo deriva direttamente dalle banche…”.
Fabrizio Togni 
Perché?
SPS, ormai, non si riferisce più a nessun tipo, sostanziale, di “biodiversità”, perché – nella realtà manifesta – non esiste nessuna differenziazione, ad un livello tale da garantire una autentica “varietà di fondo, scelta ed alternativa sostanziale”. Tutto è agganciato a
In una maniera che risulta sempre piuttosto “strana”.
Come se tu avessi mal digerito la colazione e ti portassi dietro/dentro, per tutta la giornata, un senso di malessere generale non meglio precisabile. Ok?

Tempo addietro, SPS aveva svelato – in virtù di una logica da “comprovazione scientifica” – che il “principio 80/20”, è - in realtà - l’effetto preciso dell’azione della legge, strumento e memoria, frattale espansa.
Ciò che ricollega tutto ad una ragione fondamentale, dominante; Dominio ch,e per delegazione frattale espansa, si vede replicare nella realtà manifesta, perché grande concentrazione di massa auto esistente giurisdizionalmente in loco. Cioè:
  • esiste il Dominio
  • a capo del loop “causa/effetto”
che, dunque,
  • non è una legge inalterabile “qua, così”
bensì, d’insieme
  • una conseguenza della compresenza, non manifesta, della “massa dominante… la Massa”.





La ragione per la quale tutto riaccade, sempre sostanzialmente allo stesso modo, è il Dominio:
umani (pochi) che controllano altri umani (tutti).
La banca è il riflesso frattale espanso, di una simile realtà sincronica con il Dominio.

Per questo, le imprese dipendono dalle banche per almeno il 90% (la percentuale reale è ancora più alta). Questo è il motivo per il quale il 98 per cento dei trader, perde denaro ed energia in Borsa.
Questo è il motivo per il quale:
l’1% più ricco della popolazione mondiale (è) arrivato a detenere una ricchezza maggiore del restante 99%...
Link
Il Dominio fa 99 (è "oltre scala").
La paura fa, solo, 90.
E tu, “qua, così”… fai 1 (perché esisti).
Il tuo “essere unità” è, tuttavia, un dato di fatto sostanzialmente rilevante, perché… se tu riesci a ritrovare la via per ricostituire la tua autentica centralità, lato tuo, con te al tuo centro (terzo stato), allora:
  • il tuo “essere uno/a con te stesso/a” diventa, allo stesso tempo, una grande concentrazione di massa
  • motivo per il quale, la legge, strumento e memoria, frattale espansa
  • deve iniziare a replicare il tuo segnale portante, nel reale manifesto.
La consapevolezza di ciò, ti rende già “migliore”.
L’accorgerti, ti rende “ancora meglio (lato tuo), ossia, più centrato/a in te”.
È una “scala di intensità”, quella che occorre percorrere.
Qualcosa che “se hai delle lacune (dimenticanze)”, allora, rischi di “scambiare lucciole per lanterne”. La realtà, di conseguenza, diventa sempre più criptica, perché le informazioni non mancano mai (memoria frattale espansa), tuttavia, non le sai più “mettere a fuoco (decodificare opportunamente “lato tuo”).
È sufficiente, per opera dominante, omettere qualche “paragrafo” dal racconto storico (deviato), mentre le generazioni scorrono via e mentre il Dominio rimane inalterato, affinché – conseguentemente – le tue “idee cambino di natura (colore, polarizzazione, saturazione)”.
Che cosa, dunque, non ricordi?
Al primo posto:
l’esistenza concreta, in carne ed ossa, del Dominio
ergo
ciò che è già successo.

I “crismi contabili” – qua, così - sono sempre e solo di parte.
Perché “non li hai decisi tu”. Ci sono, quindi, “due vie”.
Una è la “tua” e l’altra è la tua.


Inutile chiarire ulteriormente che:
  • tu sei sulla “tua”
alias
  • “tu” sei sulla “tua”
e
  • il fatto di non essere sul tuo cammino autentico, implica nel tempo – anche e soprattutto – che...
tu non sia “tu”
“tu” non sia in te.




Mps, utile 2015 a 390 milioni grazie a 500 milioni per riscrittura Alexandria.
Banca Mps ha chiuso il 2015 con utile netto di esercizio di circa 390 milioni di euro per effetto della nuova contabilizzazione del derivato Alexandria imposta da Consob e che ha dato un beneficio contabile di 500 milioni
Link
Per effetto della nuova contabilizzazione”, si forma un “utile netto”.
Imposta da Consob” = l’imposizione è dominante ma – anche – “scritta sottilmente dalle banche (pressione)”, per cui:
l’imposizione è circolare e conduce alla banca stessa, che così usufruisce di un beneficio (non apparente nella sua fondamentale progettazione a priori). La banca è un Punto di Riunione AntiSistemico by Dominio...
Un vortice bancario collega la banca al tutto reale manifesto “qua, così”.
Per cui, è “normale che, poi, tutto giri attorno alla banca, la quale ama farti credere il contrario che, tuttavia, è vero nella misura in cui:
tu vali’ e sei, dunque, in custodia della banca”.
Le direttive giungono da sempre più in “alto”:
Bruxelles chiede attualmente all'Italia di abbattere l'elevato livello del debito affrontando il problema della produttività, aprendo però alla prospettiva di flessibilità nel calcolo del deficit
Link
"Aprendo però alla prospettiva di flessibilità nel calcolo del deficit..." (i famosi “due pesi e due misure che la sentenza giuridica costituzionale “la legge è uguale per tutti”, omette di evidenziare in sede ufficiale, a titolo di garanzia del tuo “processo by giudizio inappellabile”).
Mps: anche politica tra crediti deteriorati
Tra la montagna di crediti deteriorati che zavorrano Mps ci sarebbero anche prestiti alla politica mai restituiti. Lo scrive Il Cittadino on line di Siena citando fonti vicine al dossier.
"Sembra, ad esempio, che anche il comitato elettorale di un ex presidente di Regione abbia avuto un finanziamento di circa mezzo milione di euro, che non sarebbe stato restituito. Insomma parlare di bancomat non è fuori luogo", scrive Il Cittadino on line.
Link
Come puoi leggere “prestito/finanziamento” quando, invece, si tratta di “mazzetta/collusione”?
Riesci a pensare a cosa ci sia, davvero, “nella pancia” di una banca?
È persino logico che una simile situazione sia diventata, nel tempo, “deteriorata (non digeribile)”.
Un chiaro segnale frattale espanso. No?
Tutto riflette il Dominio e lo fa in una maniera che “occorre comprendere dalla corretta prospettiva”.
Il Dominio “non sta male” o “non è messo così male”. Anzi, al contrario:
il Dominio sta benissimo, perché sostanzialmente inarrivabile “qua, così”.


SPS è unico, nel suo genere, a ritornare a riconoscerlo (vederlo, accorgersi, "ricordare"), dopo un periodo di tempo indimostrabile poiché affondante nella strategia dominante, simile alla notte (dalla prospettiva oscurata/conseguente).
SPS è verità. La fantascienza, il complottismo, “quello che vuoi, perché ti hanno detto che…” lascialo da parte. Ormai è tempo di accorgerti. Ormai occorre espandere la prospettiva.
E la frattalità espansa (la memoria originale) è la via più percorribile al fine di:
ricordare quello che è già successo.
Il motivo del “tuo” sprofondamento “qua, così”.

Il modello bancario è ingiusto “lato tuo”. È così e basta. Non ci sono altre vie di vederlo. Eppure, nonostante tutto quello che è già successoinfine, “la vedi sempre alla stessa maniera”.
La diabolicità è il frutto della strategia dominante.
Cinquanta sfumature del rublo: finti carcerati contro le banche.
Vestiti a strisce come i carcerati e bambini al seguito, erano 300 oggi i russi scesi in piazza a Mosca per chiedere la ristrutturazione del loro debito con la banca DeltaCredit.
E non è la prima manifestazione dove i mutuatari in valuta estera, presi per il collo dalla crisi, chiedono la conversione del prestito in moneta nazionale, dopo che la divisa russa è crollata a oltre 83 rubli per un euro. Nei giorni scorsi sono state organizzate diverse azioni a Mosca, presso la sede di Vtb24, Raiffeisen Bank, Absolut Bank.
Oggi i partecipanti hanno chiesto un incontro con il management per discutere i nuovi termini. "La tensione tra la gente è in crescita, le persone sono indignate per il nuovo rinvio del negoziato", ha detto uno dei partecipanti.
Alla manifestazione non autorizzata partecipavano anche i bambini vestiti con finte uniformi carcerarie...
 I dimostranti in realtà chiedono qualcosa di totalmente legittimo...
Quella dei mutui in valuta estera, è soltanto un aspetto delle molte conseguenze per il crollo del rublo e la paura diffusa che questo sia solo l'inizio di una situazione ben più critica per l'economia russa...
Quando finirà tutto questo?...
I dimostranti in realtà chiedono qualcosa di totalmente legittimo
"Gli alieni non comunicano con noi perché si sono estinti": la nuova teoria degli astrobiologi
Link
Gli “alieni” non comunicano con gli umani, perché preferiscono mantenere il loro vantaggio:
non essere presi in considerazione è il “top”.
E, in SPS, a Filtro di Semplificazione attivo, gli alieni sono umani. Nello specifico, sono il Dominio. Ecco ancora una volta manifestarsi lo stesso tipo di “segnale sincronico, di natura: memoria frattale espansa”.
“C’è sempre posta per te”. Te ne accorgi?

Weidmann invita Bce a non spingersi troppo lontano con acquisto bond.
Il banchiere centrale tedesco Jens Weidmann invita la Bce a non spingersi troppo lontano con il proprio programma di acquisto bond, in quanto ciò avrebbe il medesimo effetto di un acquisto diretto di titoli di Stato dai paesi emittenti.
"Se il volume degli acquisti diventa troppo ampio, gli acquisti avranno un impatto sul mercato secondario simile a quello di acquisti diretti dagli Stati, che… sono vietati", si legge nell'anticipazione di un'intervista di Weidmann al quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung che sarà in edicola domani.
Link
Perchè questa “anticipazione”? Per pubblicità. E per sostanziale “status quo”.
La Bce “aiuta, senza darlo a vedere (ma devi essere proprio cieco, per non “vederlo”).
Quanti crediti deteriorati può aspirare, da ogni attore “con il mal di pancia”?
Infiniti (dato che la Bce è "auto immune").
Perché – al suo livellonessuno può controllare nulla, perché la Bce è – nonostante tutto quello che sei portato/a a sapere – auto referente. Decide da sé, per sé e, anche, per te (alias: inconsciamente, per il Dominio).
La banca centrale è in grado di trascendere le leggi della Fisica, valide per tutti gli altri “mortali”.
La banca centrale, quindi, “decide il bello ed il brutto tempo”.
Il “tempo” non è solo quello segnato dalle lancette dell’orologio:
è la sostanza nella quale “sei, qua, così”.
Il "tempo apparente".
Bad bank, garanzie a pagamento per l’accordo con l’Europa.
Il meccanismo, ha avvertito lo stesso ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, è “un po’ più complicato” di una semplice garanzia statale o probabilmente anche di quanto il governo sperasse all’inizio.
Ma ora c’è.
L’accordo fra la Commissione europea e l’Italia su un metodo per aiutare le banche a vendere i propri crediti inesigibili è stato trovato solo martedì sera, al termine di un negoziato partito all’inizio di febbraio del 2015…
Lo Stato garantirà̀ soltanto le tranche senior delle cartolarizzazioni, cioè̀ quelle più̀ sicure, che sopportano per ultime le eventuali perdite derivanti da recuperi sui crediti inferiori alle attese", si legge.
In sostanza, la garanzia sarà riservata solo ai segmenti di maggiore valore e affidabilità dei pacchetti di prestiti deteriorati che le banche cercheranno di cedere agli investitori.
Questi ultimi poi potrebbero rilavorarli in modo da metterli sul mercato come titoli strutturati (composti da tanti piccoli crediti), che offriranno un flusso di cassa in base ai pagamenti residui da parte dei debitori o dalla vendita dei beni che questi avevano posto a garanzia dei prestiti stessi.
La garanzia – spiega il Tesoro - sarà condizionata al fatto che questi pacchetti di prestiti abbiano un rating (giudizio di affidabilità) di livello accettabile
L’obiettivo ultimo dell’operazione è dunque chiaro:
creare pacchetti di titoli composti da crediti deteriorati, ma di buona qualità.
Questi ultimi poi potranno essere comprati dalla Banca centrale europea nelle sue operazioni di “quantitative easing”, acquisto di obbligazioni con moneta appena creata.
Il solo dubbio è che sia troppo ridotto il volume di titoli di questa qualità elevata nella montagna di credito malato delle banche italiane
La Commissione Ue per parte propria ha rivelato, accanto a una grande attenzione alle regole che limitano gli aiuti di Stato, alcuni atteggiamenti di una intransigenza a tratti irragionevole.
Di certo il quadro di regole che obbligano a colpire i risparmiatori se anche un solo euro di intervento pubblico viene concesso alle banche, si sono dimostrate per quello che era prevedibile fossero:
talmente rigide da rischiare di creare l’opposto di ciò per cui sono state disegnate, il contagio finanziario e l’insicurezza dei risparmiatori, anziché la stabilità necessaria alla ripresa.
Ma questo è il passato, e in politica come in finanza conta soprattutto il futuroLink
La storia si ripete, guarda non caso (con te, sempre sullo sfondo, a pagarne le conseguenze).
Questo è il passato, e in politica come in finanza conta soprattutto il futuro”.
Davvero? E se il tempo fosse solo un palliativo?
Una apparenza ingannevole.
E se tutto fosse già successo ed il tempo fosse solo lo scenario migliore per la continuazione dello status quo, su ali passate che vivono per sempre “qua, così”, rinnovate proprio dall’incedere comune, non ricordato più nella sua ragione fondamentale?
Infatti.
Europa difende leggi passate, per italiani pensioni da fame.
"Nel raccomandare all’Italia la piena attuazione delle riforme pensionistiche adottate in passato, la Commissione europea scarica sul nostro sistema previdenziale la responsabilità della salvaguardia dei conti pubblici nel lungo periodo.
Ancora una volta, sarebbero i lavoratori a fare le spese della sterile contrapposizione tra Commissione europea e governo italiano". È quanto si legge in una nota della Cisal.
“Si tratta per la nostra economia - dichiara Francesco Cavallaro, segretario generale Cisal - di una bomba a orologeria, dall’entità per molti ancora incerta”…
Link
  • questo è il passato, e in politica come in finanza conta soprattutto il futuro
  • Europa difende leggi passate (del resto: lo status quo, che cosa è se non “passato vorticante sul presente”?).
Il tempo è un inganno
in presenza del Dominio, il tempo è reso "neutro" (di parte, attore... per disinnesco) se, non ti accorgi del Dominio stesso.
Ogni causa/effetto comporta “stasi, mascherata per il suo contrario”. La stasi è, nella prospettiva dominante:
normalità, funzionalità, funzionamento ad hoc, perfezione, “gli affari che vanno a gonfie vele”.
Le due prospettive sono antitetiche (lato tuo) “qua, così”, perché quella dominante si sorregge sulla tua, trasformandola in “tua”.
 
Così, ti defili sempre più, governato da automatismi che hanno preso il posto della tua memoria originale. In quel vuoto che si è venuto a creare, quando - in qualche maniera - hai dimenticato.
E, ogni vuoto è destinato a ritornare a riempirsi (da/di cosa/chi?).
Crisi: Togni (Bper), imprese dipendono troppo da banche, serve più coraggio
Link
Le aziende "si innovano, cambiano e hanno necessità di stare sul mercato e le banche devono saperle seguire". Per questo... dovremmo individuare logiche diverse"
Link
Di quale “coraggio” parla Togni (un vero e proprio “acrobata”) se, poi, ribalta tutto sempre e solo dalla prospettiva della banca (che non è quella di Togni, quando Togni ritorna a casa sua).
Quando il terreno è “inquinato” e l’acqua e l’aria, che senso ha parlare di biodiversità?
Tutto quello che nasce è sotto all’egida ambientale (Dominio, non... natura).
La prospettiva dominante è “quello che vuoi sentirti dire, tanto non serve a nulla, nello status quo”.
"Siccome Equitalia tiene in ostaggio milioni di italiani per 500 milioni di… se fossi al posto di Renzi farei un ragionamento semplice:
invece di mettere a bilancio quei soldi che non incasserò mai, li libererei... dammi il 10/15 per cento, riapri il tuo negozio, torni a lavorare, torni a vivere e torni pagare le tasse, se hai la cartella esattoriale sotto una certa sanzione, non se è di tre milioni per farti la villa al mare…
Ma qui… c'è gente che evade perché non ce li ha.
Uno stato amico convoca queste persone e straccia queste cartelle esattoriali".
Matteo Salvini
Quale “coraggio” serve? Chi/cosa ti è "amico/a"?
Salvini recita, come ogni altro.
Una volta giunti al Governo, infatti, il “filtro ambientale”, blocca tutto. Prima di arrivare là, le parole sono solo propaganda.
Ma è la memoria frattale espansa che recita sempre la propria parte neutrale, ricordandoti in infinite maniere (anche per “bocca altrui”) la prospettiva che occorre adottare (implementare) al fine di
Alfine, “tutti i nodi vengono al pettine”?
Piuttosto, “qua, così”:
"Tutti (i) Frutti" vanno al Dominio.
Accorgiti.
    
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2016/Prospettivavita@gmail.com
"Ogni giorno, da tutti i punti di vista, io vado di bene in meglio". Emile Couè 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...