giovedì 7 gennaio 2016

Al centro per centro.



Finisce a Veronella, in provincia di Verona, il primo premio della Lotteria Italia da 5 milioni di euro. Il numero del tagliando vincente è il G 050111…
Link
Come non dubitare che 1) non vengano assegnati i premi più rilevanti, 2) di fronte alla “favola della privacy e, dunque, dell’anonimato per ragioni fiscali e di sicurezza personale”, 3) nel momento in cui “la cura dell’anonimato autorizza, di fatto, una evasione fiscale futura - ad opera dello Stato stesso, che lo permette - relativa al patrimonio del ‘fortunato vincitore e anonimo’, che paga solo la tassazione iniziale sulle vincite e poi scompare come ‘lacrime nella pioggia’”…
Tu, personalmente, conosci almeno uno di questi ‘fortunelli’?
No? Sì? Se, sì… tieni, comunque, conto che “esiste sempre l’eccezione che conferma la regola”.
Ogni tanto, di tanto in tanto, qualche nome deve saltare fuori, a riprova della bontà del concorso (ed il termine “bontà”, riflette molto bene l’argomento principe del programma “culinario”, che la Clerici conduce perpetuamente, scelto come testimonial massivo a capo mediatico delle estrazioni ufficiali della ‘Lotteria Italia’), magari qualche caso che non ce l’ha fatta a sopportare un simile evento danaroso” e, anche per questo, ha pensato “bene” di togliersi la Vita.
In definitiva: come ti poni nei confronti della verità?
In realtà:
ti poni... come ti devi porre, visto che sei “sotto posto a…”?
   
A “chi/cosa”? A dominio. Al… Dominio.

Hai mai pensato, relativamente a qualche termine, verbo, etc. anche al fatto che quel termine, verbo, etc. sia – allo stesso tempo – il nome sostanziale dell’attore dominante, compresente e non manifesto “tutto attorno a te”?
Ad esempio:
  • dominio corrisponde a Dominio
ossia
  • si verifica - ricorrendo all’espressione asettica “dominio” - l’allusione più che esatta dell’identificativo mirato al “Dominio” 
  • anche se tu usi sempre e solo il “termine, verbo, etc.” vuoto, disinnescato dalla propria valenza più profonda e significativa.
Ergo, non ti accorgi. È la “sostanza” che ti sfugge, perché è opportuno “lato dominante”, al fine di continuare a godere del relativo vantaggio del “non esserci ma esistere” e/o “del non esistere ma esserci”.
Strategia, gerarchia, suddivisione, separazione, vantaggio, anonimato, invisibilità, etc.
Non è mai causale quello che succede e quello che continua sempre a succedere se, non fermi gli effetti derivanti dall’imperialismo della “causa”.
Qualcosa che è "opportuno" che tu:
  • non osservi
  • non sai
  • non ricordi.


Osserva questa foto (arriva dalla famosa homepage di Yahoo).

Leggi il “titolone (stupri di massa...)” e, poi, prendi atto del contenuto della relativa notizia (ovvio, dopo avere generato un "click" d'interesse)...
Colonia, un migliaio di uomini molesta decine di donne durante la notte di Capodanno.
Sconvolge, quanto accaduto a Colonia, in Germania, nella notte di San Silvestro, quando decine di donne sono state molestate da gruppi di uomini ubriachi nelle zone centrali, adiacenti la stazione principale e il duomo della città.
La polizia di Colonia ora indaga su delitti sessuali e su un caso di violenza carnale vera e propria. Si tratta di reati completamente nuovi per le autorità tedesche, almeno se consideriamo le proporzioni con cui sono avvenuti.
Circa 1000 uomini compresi tra i 15 e i 35 anni, descritti come “originari di regioni arabe o nordafricane” si sarebbero radunati, sotto gli occhi delle telecamere di sicurezza e dei presenti, nella piazza della stazione centrale, per poi frammentarsi in più gruppi che si sono dati alla molestia di decine di donne.
Sono 80, complessivamente, le persone che si sono rivolte alla polizia, mentre 60 denunce sono state sporte per molestie sessuali…
Link
In un clima simile (leggi Isis), che cosa s’imprime direttamente nella tua corteccia cerebrale?
  • Il “titolone”
  • e
  • originari di regioni arabe o nordafricane.
Il che, automaticamente, si trasforma – in te, in:
  • terrorismo di stampo integralista islamico
ossia
  • terrorismo islamico (le associazioni di idee, vengono da "sole")...
Che cosa, dunque, succede? Quello che esattamente è sempre successo “qua, così”.
Il dipartimento di giustizia deve, in primo luogo, lealtà agli Stati Uniti…
Il capo non sempre ha ragione. Ma è sempre il capo…
Nulla in questa storia è strettamente legale. Ci sono aspetti più importanti
Il ponte delle spie
Il riferimento principe/cardinale/centrale è sempre all’ordinamento nel quale “sei” e alla sua gerarchia/vertice (Stati Uniti, capo, “aspetti più importanti”, etc.).

Corrente, tendenza...
Ossia? In un ambito frattale espanso, il “nulla è per caso è… istituzionale, ossia, metodico, ubiquo, di base”.
Perché, esiste una precisa catena d’eventi, regolati dalla legge, strumento e memoria, della frattalità espansa che, per delegazione, il Dominio utilizza come proprio “braccio destro esecutivo”, secondo le caratteristiche usualmente attribuite a Dio (ubiquità, non località, effetto leva, wireless, etc.).
Tutto, cioè, prende forma a partire da… dalla grande concentrazione di massa (coerenza centrale radio diffondente dominio) compresente insieme ad ogni essere vivente, esistente giurisdizionalmente sulla Terra “qua, così”…
Tutto ha una precisa, quadra, esatta, attenta, unica, causaleragione fondamentale unilaterale.

L’ego e l’egoismo derivano, infatti, dalla causa egoica dominante, riflessa – volente o nolente – dappertutto e caratterizzante il tutto (reale manifesto ad hoc), per ragioni “naturali” di memoria frattale espansa.
La “natura frattale espansa” è riportata ovunque, dentro e fuori... sia nei costrutti della intelligenza che negli ambiti regolatori della società d’insieme.
Da una simile prospettiva, non c’è differenza sostanziale tra tecnologia e natura, essendo - di fatto - la frattalità espansa 1) natura (visto che per te è inspiegabile e precedente, nativa), 2) divinità (per gli stessi motivi precedenti) e 3) tecnologia (visto che è un “programma”).




Testimonial d'eccezione (a pagamento)...
Ad esempio, nota con estrema lungimiranza il binomio:
gioco online e anima
Che cosa “noti”, se agganci la visuale frattale espansa?
Nei confronti della “animazione elettronica”, oramai, collegata – a pagamento – in Rete, che cosa rappresenta il “giocatore (da casa)”?
La sua “guida” non ti sembra quella che – ti dicono – essere l’Anima?
Se rovesci questa situazione ludica, all’interno della “tua” realtà manifesta, come ti “appare” la “tua” esistenza?
Tu, infatti, in quale parte ti puoi consciamente identificare?
Nel giocatore o nella rappresentazione digitale?
Se ascolti il messaggio religioso, spirituale e razionale/tradizionale… tu non sei l’Anima, bensì, “hai un’Anima”.
Cioè, sei la “rappresentazione digitale”.


Ok?
“Farti sapere” che è così, significasvuotarti dentro di significato diretto, dipendendo da qualcosa di non ben specifico che, tuttavia, gode di grande “ammirazione” da parte tua.
E, bada bene:
anche l’Anima… di quali fattezze “gode”?
Delle stesse attribuite a Dio ed – in SPS – al DominIO.
Le “solite” che ormai dovresti sapere. No?
Nella ragione fondamentale, nella sostanza, anche l’Anima è – dunque, “qua, così” – un “richiamo per le allodole”.
Un “tweet”.
Un impulso ad immaginarti diverso/a da come “sei” e “già, sei”, senza la necessità centrale di una “super parte di te, predisposta chissà dove e perché, a... comandarti”.
Tutto ciò designa un sostanziale nulla di fatto, rimanendo tu in attesa di… mentre tutto esattamente “è, e riaccade, precisamente in loop (come una grande perturbazione, che ruota in circolo su un’area, che diventa interessata dal vortice spazzante tutto e tutti. Qualcosa che, nel tempo, diventa assolutamente normale).
Che cosa è, per te, più "utile"?
La tua “lente (frattale espansa)”. Ossia, il come “sei e osservi tutto in funzione del come sei (in coerenza, nonostante tutto)”.
Il “consiglio” è, dunque, relativamente alla “propria lente”, di:
  • portarsela sempre dietro/dentro
  • perché… illumina il proprio percorso (qualcuno ti disinnescherà con ragioni di parte e parziali/mezze verità, come il “bias di conferma”, ma… “non ragioniam di lor, ma guarda e passa”)…
 
Sei tu che hai “ragione”. Anche quando non lo pensi più, nemmeno tu.
Con l'unificazione del Regno, il Governo assume il monopolio del lotto e delle lotterie che già allora occupavano un posto di rilievo nei giochi…
Queste lotterie non prevedono alcuna abilità da parte del partecipante
Link
Lo “vedi”, l’interesse superiore ed il “tuo” disinnesco di base?
Chi/cosa “ha messo mano tra le tue carte, in te”?
Fra gli oltre venticinquemila documenti (18.816 manoscritti, 3948 dattilografati e 2662 misti) che compongono lo spoglio Fernando Pessoa nella Biblioteca Nazionale di Lisbona, non sono pochi i materiali che riguardano le curiosità e in senso lato gli interessi esoterici del Poeta.
Si tratta in genere, come sempre in Pessoa, di appunti, di rapide annotazioni prese velocemente su fogli sparsi, sul retro di una fattura commerciale, sulla parte ancora bianca di un foglio contenente versi o spunti di tutt’altra natura. Pessoa scriveva ogni volta che ne aveva l’occasione, quasi i confini labili della scrittura costituissero gli improbabili argini di una dirompente espressività.
Raccogliere e ordinare i materiali, in queste condizioni, si è presentata subito come un’impresa quanto mai ardua. Si aggiunga che quando, nel 1968, ha avuto inizio la catalogazione ufficiale di tutti i documenti, il famoso baule del Poeta era già stato rivoltato da numerose mani che, pur con il lodevole intento di investigare e catalogare, avevano aggiunto, se possibile, caos al caos.
Con tali presupposti si possono comprendere i problemi e le enormi difficoltà di chiunque si arrischi a tracciare una rotta nel grande arcipelago dell’opera pessoana.
Pagine esoteriche - Fernando Pessoa
  • quando, nel 1968, ha avuto inizio la catalogazione ufficiale di tutti i documenti, il famoso baule del Poeta era già stato rivoltato da numerose mani che, pur con il lodevole intento di investigare e catalogare, avevano aggiunto, se possibile, caos al caos
  • con tali presupposti si possono comprendere i problemi e le enormi difficoltà di chiunque si arrischi a tracciare una rotta nel grande arcipelago dell’opera pessoana…
E, per tutto il resto, come va? Va... come “è sempre andata”. 
Con qualcuno ad anticiparti sempre.
Garcia: "La differenza la fanno i dettagli"...
I “dettagli”. Sì.
Usa: a dicembre uccisi 2.500 combattenti dell'Isis
"A dicembre stimiamo che siano stati uccisi circa 2.500 combattenti nemici nei raid aerei della coalizione in Iraq e in Siria", ha detto il colonnello Steve Warren parlando da Baghdad, dove ha sede il comando americano...
Link
In un solo mese, sono stati uccisi “circa 2500 combattenti nemici (un "dettaglio")”, ossia:
2500 esseri viventi, come te.
E tutto ciò passa come se fosse “normale”. E tu ci credi. Ma di quale normalità, si tratta?
Pensa:
gli attentati dell'11 settembre 2001 sono stati una serie di quattro attacchi suicidi che causarono la morte di quasi 3 000 persone
Link
In un solo mese sono state uccise 2500 persone “nemiche”. Quindi, c’è differenza
Quale “autorizzazione” hanno – di fatto – permesso quelle 3000 morti?
Può essere questo, il tuo centro?
Le “Risoluzioni Onu” hanno, in pochissimo tempo, reso possibile invadere - legalmente - terre sovrane e uccidere - liberamente - nel nome della “nuova crociata Usa (attentato dopo attentato, in ogni parte del Mondo”.
Oggi, coi droni, si uccide a distanza, by passando ogni tipo di giurisdizione e di realtà nativa. E con le leggi ad hoc, qualcuno è libero di interpretare la parte del poliziotto, mentre tutti gli altri, per inerzia - scivolando nel piano inclinato del reale manifesto - quella dei "malviventi".
La frattalità espansa è, nella sostanza, un’arma. Dipende da come, la grande concentrazione “è” e, dunque, la usa in leva, per delegazione…
Se mantieni la “tua lente”, sempre perfettamente accordata con te stesso/a (e se questa tua lente è… sufficientemente “originale”), potrai osservare/evocare – a partire dalla stessa “piana del reale manifesto, qua, così” – ben altra sostanza, secondo la tua prospettiva più profonda ed incline alla completezza della veduta.

Giogo.
Papa: semi verità presenti ovunque perché dono di Dio.
"I Magi, di cui ci parla il Vangelo di Matteo, sono testimonianza vivente del fatto che i semi di verità sono presenti ovunque, perché sono dono del Creatore che chiama tutti a riconoscerlo come Padre buono e fedele".
Lo ha detto papa Francesco nella sua omelia nella Basilica di San Pietro per la celebrazione della solennità dell'Epifania del Signore.
Francesco ha poi aggiunto che come l'inquietudine dei Magi li spinse alla ricerca della luce del Cristo così "siamo sollecitati, soprattutto in un periodo come il nostro, a porci in ricerca dei segni che Dio offre, sapendo che richiedono il nostro impegno per decifrarli e comprendere così la sua volontà".
Link
A prescindere dalla versione tradizionale delle parole del Papa, il Papa stesso che cosa ti sta indicando, fra le righe ed inconsciamente?
Esattamente quello che descrive anche SPS, anche se ad un altro livello della consapevolezza. Il Papa è dentro a…, perché ne fa parte e ne è parte. Ma, ognuno per il “proprio” livello, esprime sempre e solo un’unica “intera verità, frattale espansa, sostanziale”, anche per tramite di ogni “mezza verità”.
Questa è la “denuncia (testimone) by memoria frattale espansa”.
Papa: la Chiesa non può illudersi di vivere di luce propria…
Link
Di fatti, “la luce è stata spenta molti secoli e secoli fa”. “Oggi”, si fa uso di lampadine artificiali
Papa: davanti a Gesù nessuna divisione di razza, lingua e cultura.
"I Magi rappresentano gli uomini di ogni parte della terra che vengono accolti nella casa di Dio. Davanti a Gesù non esiste più divisione alcuna di razza, di lingua e di cultura:
in quel Bambino, tutta l'umanità trova la sua unità.
E la Chiesa ha il compito di riconoscere e far emergere in modo più chiaro il desiderio di Dio che ognuno porta in sé".
Lo ha detto Papa Francesco nella sua omelia per la solennità dell'Epifania del Signore che si celebra oggi…
Link
Davanti al Dominio (sotto al Dominio):
nessuna divisione di razza, lingua e cultura.
“Solo”:
  • strategia
  • dipendenza
  • suddivisione
  • amnesia
  • abitudine… ("il desiderio di Dio... che ognuno porta in sè").
 

Una condotta razionale di vita è impossibile. L’intelligenza non fornisce regola. E allora ho compreso ciò che forse si nasconde nel mito della Caduta. Mi ha abbacinato lo sguardo dell’anima, come un lampo quello del corpo, il terribile e autentico significato di quella tentazione per la quale Adamo si era cibato dall’Albero detto della Scienza.
Dal momento in cui esiste l’intelligenza, la vita tutta è impossibile

Migliaia di teorie, grottesche, straordinarie, profonde, sul mondo, sull’uomo, su tutti i problemi che riguardano la metafisica hanno attraversato la mia mente.
Ho racchiuso in me migliaia di filosofie delle quali, come se fossero reali, nemmeno due concorderebbero. Tutte le idee che ho avuto, se fossero state scritte, avrebbero rappresentato un grande investimento per la posterità; ma, per via del carattere molto peculiare della mia mente, non appena una teoria, un’idea mi si presentava, subito spariva, e dopo aver ardentemente desiderato sentirla, non ricordavo nulla, assolutamente nulla di ciò che sarebbe potuto essere.
Così la memoria, come tutte le altre mie facoltà, mi portava a vivere in un sogno
Non posso parlare se non del sentimento di paura del quale sono sempre stato vittima
Pagine esoteriche - Fernando Pessoa
Paura, dimenticanza, intelligenza, diversità, teoria, etc.

L’antro del Mago, anche senza… Mago, ha ancora la Magia dentro.

Il Dominio è il Mago. Tu sei nel suo incanto. E la Magia, è la frattalità espansa. Il “Genio” che rende tutto possibile se ti sai “fare ascoltare”.
Dal tuo centro. Nel tuo centro:
  • il centro al centro.
Centro per centro…
     
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2016/Prospettivavita@gmail.com

2 commenti:

  1. Quanto tu sveli analizzando le frasi pronunciate dai "capi bastone" e i fatti che accadono nel qua così, in me non si svela nulla: per me è tutto ovvio. E' così come lo racconti tu.

    E' tutto finto, e ormai lo vedo dappertutto, e quando me ne accorgo, per me quella parte del qui e ora non esiste più, la ignoro.

    Per esempio tutto quello che blatera il Non Papa (il vero papa è ratzinger ... papa-razzi) è tutto falso, o meglio vero lato Dominio, quindi inutile per me.
    Oppure come tutto il settore del gioco d'azzardo, legale e illegale, per me non esiste.
    Come tutte le balle che raccontano sull'ISIS, immigrazione, la politica, ecc ... per me non esistono. Appena le sento le identifico immediatamente come ... balle, e le disinnesco al volo.
    Di tutto questo mi accorgo, e quando leggo qui su SPS le verità svelate raccontate da Davide ho l'ennesima certezza che è così, un ottima cartina tornasole, una piacevole conferma che non sono pazzo.

    Tanto per depotenziare la balla degli stupri di massa in Colonia, leggetevi qui un analisi e resoconto dettagliato dei fatti accertati e realmente accaduti in quel periodo in quel posto:
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16121

    Ciao e Grazie.
    Dario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Dario, la sintonia è, dunque, perfetta e sintonizzata anche sottilmente.

      Esattamente come quella fra il Dominio e la frattalità espansa, che di conseguenza regola tutto il reale manifesto "qua, così".

      Sono tutte balle. Ok. Ma sono anche vere, per il livello di reale by status quo.

      La fonte agisce non localmente ma ubiquamente, in leva... ossia, questa è la via, anche per "noi", per coloro che si accorgono e passano dall'opera per l'operazione.

      E' lì che ci si deve focalizzare. Altro che movimenti per questo o quello. Zitti zitti, cacchi cacchi... ma con le idee chiare.

      Ci siamo capiti, vero?

      A presto e grazie :)

      Serenità. Abbraccione. Smile

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.