lunedì 26 gennaio 2015

Saranno ovunque, nella "tua" stabilità.


 
I ricordi che ha seppellito quel giorno, sono le fondamenta di ciò che siamo oggi…”.
John Wick
Che cosa “c’è” alle “fondamenta di ciò che siamo oggi”?
Che cosa sono certi (ri)cordi “seppelliti”?
Che cosa “è”… un banco di memoria?
Che cosa “è”… un hard disk e(s)terno?
Proprio come quello che hai tu in casa tua?
Che cosa (ri)cordi? A quale causa contribuisci? Cosa intrecci, giorno dopo giorno, attimo dopo attimo, ad ogni “santo” giorno?
Perché la società attuale ti sembra tanto “strana” e perché tutto (ri)entra in un ambito che, “senti”, assolutamente distante da te? Perché non c’è cambiamento concreto ma… solo, una vacua speranza s(u/o)pportata da un substrato di realtà emersa, che concretamente non cambia mai, seppure si parli sempre di “innovazione, evoluzione, cultura, civiltà… amore”?
Perché ti senti così (im)potente nelle “tue” decisioni, quando esse sono (ri)volte al tuo “sacrosanto” diritto di poter “incidere nella caratteristica reale, che chiamano (chi?) società”?
Perchè (ri)esci solo a “dire la tua”, in una maniera sempre disinnescata all'origine? Il "diritto alla satira" è concreto?



Il clima livellato (mite) del 2014, che cosa indica a livello frattale?
Forse… un maggiore controllo e, dunque, una sostanziale “stabilità”? A cosa ambisce la Bce?
Forse… ad una “stabilità dei prezzi”?
Che cosa deve essere “stabile”, affinché la realtà affiorata, non certo a caso, persista nel sottintendere alla forma “radioattiva”, che la domina senza necessità alcuna di (di)mostrarsi pubblicamente?
Forse… “tu”?
He He He… tu devi essere stabile, ossia, tu devi (ri)flettere un grado di attualità che “cambia tutto senza mai cambiare niente” (apparenza).


L'immagine della sfera (Terra) nella porzione di piramide, è una immagine onirica, giunta nella fase lucida del sogno. Prima del (ri)sveglio.

La Terra (che "serve" - scenario - a descrivere questa forma di reale emerso) fa parte di un insieme, molto più grande… che, la “infilza”, come la spada con una vittima sacrificale. Quanto sia grande la struttura d’insieme, non è dato sapersi. Ma è sempre più chiaro ed evidente (a livello frattale), che la Terra è solo una parte dell'insieme.
Allo stesso modo (analogamente), l’attuale realtà è “solo una versione – “scelta” – tra tutte quelle (im)possibili”.



La forma piramidale che (tra)passa la forma sferica e la ingloba o, meglio, dalla quale la forma sferica “cresce”… è (ri)flessa dappertutto in/sulla Terra. 
Ad essa è stata sempre (ri)conosciuta una valenza energetica, dalla quale (di)scende un ordinamento sociale (gerarchia) e una “sua” direzione (piano inclinato, inerzia). Ma, la forma piramidale non è mai messa in relazione alla relativa forma di (in)culturazione, dalla quale essa stessa (de)riva (manufatto). L’imprinting frattale dell’origine è qualcosa che, nel suo insieme, tende a (s)fuggire, da quella “mente” che si chiude a riccio entro se stessa, che non “vede più oltre a ciò che per abitudine tende a definire come reale, normale, convenzionale”… tracciando, di fatto, un (auto)limite tutt’attorno e celandosi dall’e(s)terno.
È ciò che non vedi più, a dettare le regole del gioco.
Il Nucleo Primo (il "Re del Mondo") è una fantasia di SPS?
Ad esso non (im)porta, perché a (pre)scindere da ciò… egli “è” ugualmente. Anzi, ha tutto da guadagnare dalla tua assoluta “cecità”. Perché è accaduto proprio ciò che doveva (ri)accadere…
Forse vi è già accaduto, o in caso negativo potete immaginarlo:
qualcuno vive nella vostra strada o è un vostro vicino da anni; lo vedete almeno una volta al giorno, abitualmente gli fate un cenno e proseguite. Gli anni trascorrono in questo modo finché, un giorno, casualmente, avete l’opportunità di sedervi con lui e familiarizzare con le sue idee, pensieri, interessi e sentimenti. Siete sorpresi di quanto avete saputo al suo riguardo.
Non avevate mai immaginato o creduto che egli potesse essere come lo avete trovato, e non avevate mai pensato che potesse essere come avete poi scoperto che fosse.
In seguito, ogni qualvolta lo vedete, il suo volto, in qualche modo, vi appare differente. Non solo.. La sua personalità assume un nuovo significato e un rispetto nuovo e profondo nel vostro cuore, come se fosse una persona diversa da quella che voi credevate di conoscere per anni. Sentite di aver scoperto un mondo nuovo
Link
Sentite di aver scoperto un mondo nuovo…
Ma… se tutto ciò non accadesse... “solo” perché “il tuo vicino non lo vedi mai”?
Ecco, dunque, come (fuori)uscire da questa forma di reale “cavernoso”:
  • accorgersi del Nucleo Primo
  • vederlo
  • e
  • nel “continuare a fissarlo”
  • fermarsi.
Ora è chiaro:
che cosa puoi fare per “influire su questa forma di reale”?
  • accorgerti
  • continuare a mantenere il focus
  • fermarti.

“Ferma-ndo(ti)” = fermi qualcosa che, altrimenti, non ne vuole proprio sentire di “sentirti”.
La (pre)parazione d’altro tipo? Beh… “serve”. Ok? Suppongo che tu abbia, ormai, (ri)compreso il “gergo” presente in SPS. No?
Non “a che serve”, bensì… “a chi serve”!
Le priorità hanno un senso. Se tu non sai, però, “da che parte sei girato”, che senso vuoi che abbiano, allora, tutte le tue “(re)azioni”?
Nucleo Primo è:
  1. ciò che non vedi più
  2. ciò che è primario (ri)portare alla luce del Sole (memoria).
Esso è dappertutto. Esso è stabile (at)torno e (d)entro di/a te.
Esso è ubiquo
… proprio come ciò che “ti è stato detto esistere al di là della tua capacità di (ri)comprensione” (credo, Dio, Diavolo, etc.).
Che cosa “canticchi”, da buon italiano che non conosce l’inglese, ad esempio? Potresti anche recitare un incantesimo su di te e sulla tua famiglia, per tutto il tempo a venire in cui esisterete, sai?
No. Non lo sai per nulla! Per tacito (as)senso, ti concedi "corpo e mente", energia e (im)possibilità, cedendo il tuo presente a quel tipo di destino, che non esiste ma che… comunque, (pre)servi nel campo di reale emerso:
ciò che ti (man)tiene
in questa forma stabile
di servitù non apparente.
“Non apparente”, però, solo perché sei “cieco”.
10 canzoni pop dal significato nascosto…
Link

Le infrastrutture sono “offerte”, per cui… tutto è sempre sotto controllo.
La guardia di Finanza ha oscurato 124 siti che trasmettevano partite di calcio online.
Grazie a un'operazione coordinata dalla procura di Roma, in seguito a una denuncia di Sky Italia, sono stati oscurati decine di portali che trasmettevano in chiaro interi campionati, concerti ed eventi esclusivi…
I siti si appoggiavano a server non italiani e riportavano interi palinsesti senza averne acquistato i diritti…
Link
Ergo:
“quando vogliono”… ti chiudono il collegamento. Non esiste nulla, di/in questo dominio, che esuli dal controllo. Però, (p)rendendo come prospettiva quella più aperta possibile… allora penetrano forze che vigono al di là del grado di controllo (esterno).
L’e(s)terno non è immaginazione.
L’e(sterno è al di fuori di qualsiasi “forma di reale”, che ti sembra, che ti viene detto… “essere tutto quello che esiste”. Anche quando vedi solo “questo”, anche quando ti sembra di vedere solo “questo”, in ogni caso esiste sempre dell’altro.
Perché questo reale è una “montatura” e su cosa si regge qualsiasi infrastruttura? Beh… su cos’altro se non sulla tua (com)partecipazione. Se tu “non vedi”, o se tu “vedi”, in maniera tale da non aggiungere nulla di veramente tuo al “paesaggio”, allora non cambia mai nulla nel/del “paesaggio” (realtà).
Riflettiamo a introdurre degli strumenti che vanno sotto il nome generico di bad bank, ma possono assumere varie forme. Ci sono varie opzioni e le stiamo esaminando, anche tenendo conto delle implicazioni sulle regole europee sugli aiuti di Stato”.
Pier Carlo Padoan
  • riflettiamo a introdurre degli strumenti che vanno sotto il nome generico di bad bank
  • ma possono assumere varie forme
  • ci sono varie opzioni e le stiamo esaminando
  • anche
  • tenendo conto delle implicazioni sulle regole europee sugli aiuti di Stato…
Questi personaggi sono "ciechi" almeno quanto te (come possono ancora parlare di "aiuti di Stato", dopo il salvataggio delle banche ed il "Qe"?). Non sono né diversi, né peggiori, né migliori di te. Solo, occupano una posizione (pre)dominante, rispetto a te che (con)segui alle “loro” decisioni. Loro che hanno un prezzo come te e una data di scadenza, come te. Loro che (di)pendono, come te.
Da chi/cosa? Da ciò che, ormai, tu sai…

Il numero uno di Google annuncia: "Internet scomparirà".
La platea del World Economic Forum, tenutosi a Davos in Svizzera, è rimasta a bocca aperta ascoltando le parole di Eric Schmidt, il massimo dirigente di Google, che ha detto:
Internet è destinato a sparire”…

La rete più che scomparire troverà un nuovo spazio, meno intrusivo, per essere presente tutto intorno a noi”.
Qualcuno forse pensa di poter fare a meno di una connessione, allo stesso modo in cui una ventina di anni fa, si andava fieri di non possedere un telefonino. Questo si chiama progresso, starne fuori è praticamente impossibile.
Proprio in questo senso, secondo il numero uno del motore di ricerca più famoso al mondo:
Non è più possibile isolarsi dalla Rete”.
Pensate alle banche, ai Governi, agli ospedali e alle migliaia di pratiche che oggi si fanno attraverso un computer. Sembra impensabile oggi fare un passo indietro e rinunciare alla potenza del web. A quanto pare in futuro saremo sempre più circondati da sensori e accessori, ognuno connesso alla Rete.
Saranno ovunque, ma sarà sempre più difficile rendersene conto” ha specificato Schmidt.
Tutti gli oggetti all’interno delle nostre case saranno connessi fra loro e collegati alla rete. Utilizzarli e interagire con questi device sarà una cosa normale per noi, secondo il presidente di Google.
Insomma, nei prossimi anni saremo tutti immersi nella Rete e “Internet permetterà di far emergere un mondo altamente personalizzato, totalmente interattivo e decisamente interessante”, come lui stesso ha dichiarato
Link
Saranno ovunque, ma sarà sempre più difficile rendersene conto
Se tutto è (sotto) controllo, come può esistere qualcosa che è al di fuori, ment®e annuncia di lottare contro questa forma di (ir)realtà?
La tesi nega l’evidenza (frattale)…
In arrivo il canale tv dello Stato Islamico...
L'Isis prosegue nella sua campagna comunicazione e si prepara a lanciare un'emittente in streaming...
Il sito su cui verrà trasmesso, KhilafaLive, non è raggiungibile dall’Italia ed è probabilmente già stato messo fuori uso; anche se sicuramente esisteranno metodi per aggirare il problema…
Non manca nemmeno la presenza di John Cantlie, il reporter inglese da tempo costretto a lavorare come giornalista per lo Stato Islamico e già protagonista di numerosi video in cui racconta la “verità sull’Isis”, nonché di reportage da alcune zone di guerra.
Cantlie sarà il volto di una nuova serie di video, che molto probabilmente avranno come tema, ancora una volta, il rovesciamento della prospettiva con cui guardiamo alla guerra contro lo Stato Islamico.
La tv dello Stato Islamico ha anche già un nome (“Islamic State Broadcast”) ed è solo l’ultimo passo compiuto dagli jihadisti di al-Baghdadi nel campo della comunicazione.
Non è in effetti una novità la grande attenzione che i membri dell’Isis ripongono nella propaganda:
i loro video diffusi su Youtube - al duplice scopo di terrorizzare gli occidentali ed esaltare gli estremisti o potenziali tali - sono sempre di elevata qualità, tanto da far pensare che dietro ci siano persone che hanno studiato e lavorato in Europa o negli Stati Uniti; anche il già citato magazine Dabiq non sfigurerebbe davanti ai mensili che troviamo regolarmente in edicola.
Un canale tv vero e proprio è però una sfida nuova per lo Stato Islamico, che sembra essere sempre più in grado di far arrivare la propria propaganda, capillarmente, in tutto il mondo.
Link
Per "Metodo Indiretto", allora... l'Isis non esiste o non "Isis/te"...
  • sono sempre di elevata qualità, tanto da far pensare che dietro ci siano persone che...
  • probabilmente già stato messo fuori uso...
  • anche se sicuramente esisteranno metodi per aggirare il problema
Quale “problema”? Non è un “problema”, visto che “è per la tua sicurezza che il sito viene chiuso”, no?
Il “problema”, semmai, è dall’altra parte della “barricata”… Ma, se questo problema viene risolto, allora, significa che “è una messa in scena”, perché in realtà la Rete è un dominio di appartenenza unico ed interamente interconnesso. No?
Questo è lo stato in cui versi.
Brasile: chiuso uno stadio del Mondiale.
A Cuiabà, per problemi strutturali e all'impianto elettrico.
Uno degli stadi del Mondiale, l'Arena Pantanal di Cuiabà, è stato chiuso per problemi strutturali e all'impianto elettrico che necessitano "lavori d'emergenza".
Lo stadio, costato 570 milioni di reais (circa 190 milioni di euro), è stato chiuso dopo un sopralluogo dei vigili del fuoco che hanno notato danni causati dalle infiltrazioni d'acqua nella struttura, inaugurata solo pochi mesi fa.
I problemi elettrici erano già emersi in passato, con un cavallo della polizia folgorato da una scarica.
Link
In questa fatiscenza (Guerra tra poveri) tutto è perfetto e perfettamente teso ad (auto)mantenerti “qua, in questa forma stabile e cieca”
A cosa equivale l’accettare fondi (finanziamento) per la propria campagna elettorale? A cosa ci si apre, sottilmente? Che cosa comporta? Che cosa ne è della “tua” politica? Con chi/cosa ti troverai a (con)vivere, poi? A chi/cosa non puoi/potrai dire di no?

Presidenziali Usa 2016: mossa di Rubio, scatta la campagna per la raccolta di fondi.
Marco Rubio vicino alla candidatura per le presidenziali del 2016.
Secondo indiscrezioni di Abc News, il senatore repubblicano della Florida, 43 anni, ha dato disposizioni ai suoi consiglieri di preparare la campagna, firmando per diverse iniziative di raccolta fondi e pianificando diversi viaggi negli Stati nelle prossime settimane.
"Ci ha detto di procedere come se fosse candidato alla presidenza", ha detto uno stretto consigliere a Abc News.
A guidare la campagna di Rubio per raccogliere 50 milioni di dollari e oltre, di cui avrà bisogno per le primarie repubblicane, sarà Anna Rogers, attuale direttore finanziario per "American Crossroads", il gruppo conservatore iniziato da Karl Rove che ha raccolto più di 200 milioni di dollari per aiutare i repubblicani eletti nelle ultime due elezioni.
Rogers inizierà a lavorare al comitato politico di Rubio dal primo febbraio e dovrebbe diventare il direttore finanziario della campagna presidenziale…
Link
  • di cui avrà bisogno per le primarie repubblicane
  • il gruppo conservatore iniziato da Karl Rove che ha raccolto più di 200 milioni di dollari per aiutare i repubblicani eletti nelle ultime due elezioni…
Il gruppo conservatore” = guarda caso. Che cosa tendono a “conservare”? Marmellata? Pane? Formaggio? La ricetta per la crostata di mele di Nonna Papera?
He He He…
Saranno ovunque, ma sarà sempre più difficile rendersene conto”.
Serie A - Mafia Capitale: clan infiltrati nel calcio
Antonio Marini, procuratore generale facente funzioni della corte d’Appello di Roma, aprendo l’anno giudiziario del distretto, è tornato a parlare dei fatti di Mafia Capitale.
Una piaga che ha colpito, e continua a colpire, il nostro Paese, infiltrata in ogni settore. Anche il calcio, come ha ammesso lo stesso Marini.
"C’è una forte preoccupazione per l’infiltrazione della criminalità organizzata nel mondo del calcio".
Il pallone è diventato un grande business ed è una potentissima arma di consenso e di coesione sociale, elementi di cui la criminalità è alla costante ricerca...
È il “Modello Far West”. Anche se non “vedi”, nulla cambia nella “sua” sostanza
E la “messa in scena” è totale. Il “Qe” è giunto, come da copione, e – ancora – “serve” la recita dei vari livelli di potere, che devono far scrivere milioni di pagine di giornali ogni giorno, intortando tutto di (con)seguenza.
Bce: l'ira della Germania contro il “Qe”.
Il giorno dopo l'annuncio del piano di “quantitative easing” della Bce non si colmano le distanze tra i sostenitori e i detrattori della storica decisione dell'Eurotower. Le autorità tedesche, in particolare, manifestano di non aver digerito l'operazione…
Link
(Re)citano!
L’assenso di tutti è già stato voluto e trovato. Ora si scatena solo ciò che in una “democrazia”, deve esistere sempre:
il “dibattito aperto”.
Ciò che “serve” solo a mantenere il nulla di fatto relativo al post fatto reale, concreto, solare.
Il “Qe” c’è e non lo puoi più (sol)levare.
Quello che pensi tu non conta nulla. Prova a dimostrare a SPS il contrario. Prova(lo)!
Sei un pupazzo. Te ne rendi conto? I poteri sono illusoriamente divisi. Semmai sono solo (con)divisi.
Il Nucleo Primo ispira tutto. Come non te ne rendi ancora conto?


Istat: Deflazione a fine 2014 per le famiglie “più povere”
"Gli andamenti del 2013 e del 2014 confermano come siano le famiglie con minore capacità di spesa a beneficiare maggiormente del rallentamento dell'inflazione, diversamente da quanto si verifica nelle fasi di accelerazione della crescita dei prezzi al consumo", sottolinea… l'istituto statistico.
Nel complesso, infatti, nel periodo intercorso tra il 2005 e il 2014, caratterizzato da cinque anni su nove con inflazione pari o superiore al 2%, l'indice dei prezzi al consumo per le famiglie con la spesa media più bassa è aumentato del 21,8%, a fronte del 18,2% registrato per le famiglie con la spesa più alta e del 19,3% dell'indice generale...
Link
(Ri)fletti:
deflazione a fine 2014 per le famiglie “più povere” (sembra che sia qualcosa di negativo)
"Gli andamenti del 2013 e del 2014 confermano come siano le famiglie con minore capacità di spesa a beneficiare maggiormente del rallentamento dell'inflazione, diversamente da quanto si verifica nelle fasi di accelerazione della crescita dei prezzi al consumo" (e che cavolo! Te lo stanno anche dicendo, no?)…
  • confermano come siano le famiglie con minore capacità di spesa a beneficiare maggiormente del rallentamento dell'inflazione
  • diversamente da quanto si verifica nelle fasi di accelerazione della crescita dei prezzi al consumo.
Ora:
il “Qe” serve proprio, tra l’altro, per (ri)portare i prezzi in funzione di una (com)presenza inflattiva del 2% annuo (programma Bce).
Ossia:
tu devi spendere, consumar(e/ti) sempre di più, anno dopo anno.

Tombe e grattacieli. Una identica "forma"...
La deflazione è così negativa, “per te”?


Lascia perdere quello che ti dicono. Pensa dal tuo centro.
  1. Accorgiti
  2. Fissa
  3. Fermati…
Questa forma di reale “non cambierà mai, nella sua sostanza”, altrimenti.

Se ti “fermi”… non sei perduto ma, “cambi”.
Cambi forma a questa realtà di (ri)ferimento.
Se ti fermi, ti accorgerai che non te lo permetteranno. Perché?
Beh… avresti molto tempo dalla tua. Tempo, per far che?

Non so: tu che ne dici?


He He He
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com 



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.