giovedì 29 gennaio 2015

La “formula”.



Tutto ciò che giunge/arriva/accade è una “risposta” (è… “vero”).
Quello che “ti succede” indica la via. La direzione che stai (per)correndo. E, questo “è”; a (pre)scindere se tu ne sei al corrente, se tu sei d’accordo, se la pensi diversamente, se non ci credi, etc.
Il tuo “punto di vista” (non) conta. Così, come il libero arbitrio, la libertà, la democrazia, il diritto, etc., sono solo delle prospettive (d)entro ad altre prospettive, che celano aspettative (tendenze, ideali, desideri).
Aspettative che si clonano anche a “valle”, diluendosi nel paesaggio fatto anche di episodi relativi alle parti umane, che ignorano quanto accade loro… ignorando ciò che si (di)parte da “monte”.

Una coltre di “nubi” (ri)vela la “vetta”, ed il “(ri)velare” significa:
celare ancora di più
e, allo stesso tempo
annunciare la (com)presenza, (s)velandola.
La formazione di nubi, siano esse all’interno della mente, siano esse all’esterno di te – nel paesaggio dell’ambiente – (de)lineano una “causa” che, non è ciò che esse (ri)coprono, bensì, ciò che le ha portate a formarsi. È come osservare il dito che indica la Luna, in luogo della Luna (un “depistaggio”, azione/reazione).
  1. Tutto ciò che giunge/arriva/accade è una “risposta” (è… “vero”).
  2. “Tutto è vero” (Prima legge di SPS).
  3. “Tutto è uno dal terzo stato” (Seconda legge di SPS).
  4. “Tutto è relativo a…”:
l’ambiente è cosparso, diffuso, caratterizzato… dalla “frattalità”. Che cosa è? Essa è “una risposta”.
Essa è l’eco che rimbalza dal piano dell’ispirazione (causa) a quello della realtà emersa (reazione). Essa è l’azione, ossia, quella proprietà che unisce gli estremi che sottintendono il (co)creare (quotidianità del “circuito secondario”) nella creazione (scenario di riferimento o “circuito primario”).
Ciò che “è” a monte, viene (ri)flesso a valle, per riduzione proporzionale frattale.
Ciò che “è” in te (che sei valle), viene (ri)flesso a valle di te, ossia, nella realtà emersa unica.
Tutti questi insiemi di risposte frattali, equivalgono all’emissione di radioattività o di “segnale”, che si (di)parte da qualsiasi entità/cosa vivente.
Nulla di più. Nulla di meno…
Ora, avendo chiara questa visione ed agendo (d)al “centro di se stessi”, è possibile permanere nella funzione dell’accorgersi – ancorato alla sua consapevolezza costante – e, pertanto, è possibile decodificare ogni tipo di risposta frattale, che "si infrange sul tuo vascello".
I punti da 1 a 4 indicano la “formula”.
Le lenti da inforcare dipendono però “da come tu guardi al Mondo (realtà)”.
Anche utilizzando la migliore strumentazione, tu puoi (ri)sentire sempre della “tua” strumentalizzazione. Perché? Perché nella “formula” devi sempre mettere anche l’attore principale, che non si (ri)vela e che non (ri)levi, per motivi strategici da cui tutto prende piede e (con)segue.
Mantenendo la "causa prima" in ombra, la (con)seguenza è che ”tutto (p)rende una forma diversa”. “Tutto è relativo a…”:
anche se non “vedi, capisci, sei d’accordo”.


Ai punti da 1 a 4, aggiungi anche queste caratteristiche:
  • tu operi dal tuo centro sovrano, in equilibrio, consapevole… perché ti sei accorto, continui ad accorgerti (focus) e ti sei fermato ad osservare sempre meglio
  • cosa osservi sempre meglio? La (com)presenza del Nucleo Primo.
Il Mondo, nella forma di reale emersa (perché a maggior gradiente di concentrazione, intento, desiderio, attenzione, strategia, focus, centralità, etc.), è qualcosa di parlante, una lavagna modificabile, un campo di riferimento unico… tra infinite possibilità.
La sua traduzione va eseguita da una posizione centrale, che rende tutto una (con)seguenza sincronica di parte, (ri)uscendo a bypassare il velo/filtro/firewall (Anti)Sistemico, che vigila sempre come una sentinella robotica o come il “sistema immunitario di un organismo”…
Divenendo (sin)cronica la tua posizione di/in formula, tu (ri)assumi una valenza diversamente prioritaria, rispetto al semplice (con)seguire senza (ri)cordo di farlo.
  • la sincronicità è una risposta, anch’essa. È come vedere la stessa “cosa” da posizioni diverse (prospettiva individuale e d’insieme).
  • la sincronicità è una risposta dinamica, in movimento… che rende disponibile l’alternativa, ciò che non vedi perché non (p)rendi mai in considerazione che…
  • la sincronicità, in assenza del tuo centro, auto esiste ugualmente ma, “al servizio di qualcosa d’altro rispetto alla versione di te più autentica/profonda. Qualcosa che continua a (ri)flettere la (com)presenza del Nucleo Primo, ma che ti (rag)gira, convincendoti del contrario.
(Ri)corda che ogni legge è “onorabile anche attraverso il suo (rag)giramento”.
Questo lo puoi capire meglio, osservando attentamente – nella “tua” realtà emersa – come funzionano le cose a livello di “codice legislativo”, ad esempio:
la giustizia è davvero uguale per tutti? See… a parole, sulla carta, sì. Ma nella sostanza, no.
Questo lo sanno tutti. Questo continua, però, a rimanere intatto così com’è!
Perché? Perché tu operi da un centro (de)centrato, slittato via rispetto al “dove dovresti (ri)trovarti”.


È come tentare di pilotare una vettura stando sdraiati nel bagagliaio, convinti che “non si è capaci” e che “non c’è nulla da fare”. Sigh…
La vettura si muove ugualmente, perché la realtà è un piano inclinato e per inerzia… “tutto (s)corre”.


Puoi capire/intuire che “non è tutto emerso”, per la presenza degli attriti.
L’attrito ferma progressivamente qualsiasi moto per inerzia.
L’attrito, benintesi, indica anche che tu “non sei libero”.
Nel “Doppio Specchio” cosa (ri)trovi?
L’attrito indica che “non tutto è emerso”. Ossia, a parte il fattore metafisico, subatomico, invisibile… non è emersa per intero la forma della realtà (d)entro (al)la quale “sei”.
Tale “forma” (di)pende dalla sua causa. Ciò che non “vedi”
È “lì” che devi inserire la tua facoltà di attenzione (focus).
Questa causa non apparente è il fulcro di “tutto ciò che sai, perché ti hanno detto che…”.
Ok?
Come puoi, allora, “guardare tra gli spazi”?
He He He:
frattalità = il non emerso diventa emerso, se… osservi tutto nel (ri)cordo (attenzione, memoria, focus) che c’è qualcosa che tende a (s)fuggirti.
La consapevolezza di ciò, rende accorti.
Se ti accorgi, allora cambia tutto…
Renditi sincronico da una posizione centrale rispetto a te (che cosa sei? Non lo sai… però “senti qualcosa di te in te”. No? Ecco… quello è il tuo centro. Il luogo “sacro” nel quale “sei”).
Lascia perdere tutto quello che ti convince a suon di tecniche altre. Se è vero che “tutto fa brodo”, allora tutto servirà… ma “chi/cosa”?
La differenza la fa “essere o non essere”… al proprio centro.
Diciamo che, ora, sei sempre al “cent®o”. Il marchio proprietario è del Nucleo Primo, perché (di)scendi (con)seguendo. Esso è in vantaggio, ti precede, ti ordina di obbedire e tu lo fai, non accorgendoti nemmeno di essere il suo “pupazzo”.
Se (ri)torni in te, allora, la “®” del marchio registrato diventa nuovamente “tua”.
Dal tuo centro, “vedi meglio”.
È come costruire un grattacielo più alto di tutti quelli già presenti:
tu ci sei. Tu osservi al di là delle ombre…
In una concertazione di eventi o “nel pieno della battaglia”, c’è sempre un ordine (pre)costituito, un generale e mille soldati disposti secondo una organizzazione gerarchica. Nel caos c’è sempre una lucida prospettiva, un solido piano, una strategia lungimirante che si avvale del caos stesso, nel caso serva… perché anche il caos “serve”.
Il caos, in sé, non esiste.
  1. Tutto ciò che giunge/arriva/accade è una “risposta” (è… “vero”).
  2. “Tutto è vero” (Prima legge di SPS).
  3. “Tutto è uno dal terzo stato” (Seconda legge di SPS).
  4. “Tutto è relativo a…”.
Se (If)… applicando i primi quattro punti:
tu sei al tuo centro e non al “tuo cent®o”
tu tieni in considerazione anche il Nucleo Primo…
Allora (Then):
tutto è sincronico “dal lato tuo”.
Altrimenti (Else):
tutto è sincronico “lato Nucleo Primo”.
Da quale prospettiva, i Media, guardano al Mondo? Che cosa ti (ri)portano?
Bce: Pechino lancia allarme valutario sul quantitative easing.
Il quantitative easing potrebbe innescare un "deprezzamento competitivo" tra le valute mondiali.
La Cina lancia l'allarme e il ministero del Commercio avverte che "il Qe europeo potrebbe accelerare il deprezzamento competitivo delle valute di diversi paesi, incrementando le incertezze sui flussi transfrontalieri internazionali di capitali.

Monitoreremo questa faccenda" aggiunge il portavoce del ministero cinese. "Non è chiaro - dice ancora - se il Qe a medio termine sia in grado di fermare la tendenza dell'economia europea di finire in stagnazione a lungo termine e avviare una ripresa della crescita complessiva".
L'impatto del Qe sarà al tempo stesso "buono e cattivo".
"Il Qe - spiega il portavoce spinge al deprezzamento dell'euro, il quale porterà le imprese cinesi a espandere le importazioni dall'Europa abbassando i loro costi di investimento in Europa".
Link
Il quantitative easing potrebbe innescare un "deprezzamento competitivo" tra le valute mondiali... (Cosa? Miii... cheppaura!).

Tieni conto che, a livello Globale, dalla prospettiva emittente/radioattiva del Nucleo Primo, tutto ha un senso d’insieme. Ogni singolo è una pedina. Anche quando il singolo è una multinazionale, uno Stato, una Istituzione, etc.
La Cina, nella fattispecie, non è solo “quello che pensi tu”. La Cina è un organo (in)diretto emanato dal Nucleo Primo.
Se ti sei accorto di questo, allora la tua prospettiva cambia. Ok? Lo puoi anche "sentire, da subito".
Esci dal luogo comune della competitività, della concorrenza, delle differenze di pensiero, di storia, di cultura, di luogo geografico, di ideologia, di religione, di politica, di credo, etc., perché è interamente uno stato illusorio che non ti (per)mette di decodificare al meglio il grado di verità che la frattalità ti (ri)porta (è... fumo negli occhi).

L'impatto del Qe sarà al tempo stesso "buono e cattivo"…
Certo! Perché dal punto prospettico del Nucleo Primo non c’è differenza. Capisci?
Tutto è uno dal terzo stato”.
Dalla prospettiva del Nucleo Primo vale il detto:
non importa cosa si dice
importa che ne se parli.
Il “parlare” equivale al tuo auto intrattenimento.
La gabbia è “tua”. Te la costruisci da solo e ti ci metti (d)entro da solo.
È una strategia senza eguali che ti sembra, ovviamente, solo fantascienza, abituato come sei a leggere e a vedere certe “cose”, appunto, solo in trame da fantascienza…
Ma la storia è lì proprio per (in)segnarti che:
la fantascienza è l’ordinario che si ripete da sempre.
Un velo la (ri)vela: la frattalità.
Qualcosa che “è” sempre, ovunque… con te, ma che necessita di una strumentazione e di una formula per essere meglio decodificata.


La strumentazione e la formula sono delineate in SPS. Forse, nel tempo, capirai sempre di più. Perché, nel tempo, SPS si affinerà sempre di più
La logica attraverso la quale guardi al Mondo… “che cosa è”? Da dove (de)riva? Chi te l’ha (in)segnata?
Ti sei accorto, almeno, di possedere una “logica”? Come si è (ri)formata? Quale ottica (ri)utilizzi? Da chi/cosa ti è stata fornita?
Chi/cosa ti raggiunge, usualmente?
Cosa non vedi? Cosa non (p)rendi in considerazione, mai?
McDonald's: l'a.d. si dimette schiacciato da vendite deludenti.
McDonald's ha annunciato che l'amministratore delegato e presidente Don Thompson sta per lasciare il gruppo dopo meno di tre anni al vertice culminati con il primo calo annuale in 12 anni delle vendite nei ristoranti americani aperti da almeno un anno…
Non è stata fornita alcuna spiegazione della repentina uscita voluta dal 51enne Thompson - entrato nell'azienda quasi 25 anni fa - ma l'addio si verifica dopo due anni di continui peggioramenti nel mercato più importante per il gruppo, quello americano.
Link
Da quale prospettiva auto avviene un cambio al vertice societario? Da quella degli “utili”. E.. questi “utili”, lo sono per chi/cosa? A chi sono “utili”? A cosa sono “utili”?
E tu, in questa prospettiva, che (per)segue solo l’utile… “dove sei”? Dove ti (ri)trovi?
McDonald's manda a casa il “suo” amministratore delegato, perché “non va bene”.
Ora, se McDonald's avesse registrato utili in aumento, cosa sarebbe accaduto nel Mondo? (D)entro alla “tua” realtà di riferimento?
Beh… che la Massa avrebbe mangiato più prodotti di McDonald's. No?
Ergo:
il consumo dei suoi prodotti fa aumentare i suoi utili
più tu mangi e più l’azienda guadagna.
Dunque, non (im)porta la qualità del prodotto ma conta solo quanto è consumato.
Perché SPS annuisce alla sola componente della “qualità”? Perché è solare che i prodotti McDonald's sono “spazzatura”. È dimostrato, se sai ben orientarti tra le informazioni. È dimostrato, cosa più importante, dalla tua linea e dal tuo sentirti “bene”, andando a mangiare da McDonald's.
Lo sai, dunque. E sai anche che McDonald's (come tutti) cerca solo di portare acqua al proprio mulino. McDonald's è interessata a (rag)girarti, mediante operazioni di pubblicità da libro cuore.
Questa è la prospettiva dalla quale guarda McDonald's (a titolo di esempio).
L’interesse, l’utile… sopra ad ogni altra “cosa”.
Tu sei (in)quadrato in questa prospettiva.
Perché tu non sei al tuo centro, ma sei solo al “centr®o commerciale”. Ok?






SPS (Io) sta conducendo un esperimento personale, direttamente su di sé da circa tre settimane. Qualcosa come “prendere due piccioni con una fava”. Ti renderà/ò noto il risultato più avanti. Ma devi sapere che “comunque vada sarà un successo”.
È in situazioni di questo tipo che devi metterti:
  • quando il tuo “utile” corrisponde anche all’utile comune
  • quando non sei dannoso per gli altri
  • quando puoi solo “vincere” (imparare su di te).
Una nota:
il focus è, anche, che “sei composto da parti”.
Ma… tempo al tempo.
Gorbaciov: guerra fredda c'è già, può diventare conflitto reale.
Gli Stati uniti hanno trascinato la Russia in una nuova guerra fredda ed è possibile che le tensioni si acuiscano fino a sfociare in un conflitto armato.
Lo ha detto all'agenzia Interfax l'ex presidente dell'Urss Mikhail Gorbaciov. "Oggi, vediamo sanzioni contro la Russia sia dall'America sia dall'Unione Europea. Hanno perso del tutto la testa?". L'America ha "perso del tutto la strada nella giungla e ci sta trascinando", ha detto l'ex leader della perestroika.
"E se bisogna chiamare le cose con il loro nome, ci ha già trascinati in una guerra fredda, tentando di realizzare la sua idea di dominio. E dove ci condurrà tutto questo? La guerra fredda è già in corso. E poi? Sfortunatamente non posso dire che la guerra fredda non si trasformi in una guerra vera. Possono assumersi il rischio, temo" ha detto Gorbaciov.
Link
Perchè sono sempre scoppiate le guerre?
Perché (av)viene un terremoto?
Sono vibrazioni o oscillazioni improvvise, rapide e più o meno potenti, della crosta terrestre, provocate dallo spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo.
Tale spostamento è generato dalle forze di natura tettonica che agiscono costantemente all'interno della crosta terrestre provocando la liberazione di energia in una zona interna della Terra detto ipocentro, tipicamente localizzato al di sopra di fratture preesistenti della crosta dette faglie; a partire dalla frattura creatasi una serie di onde elastiche, dette "onde sismiche", si propaga in tutte le direzioni dall'ipocentro, dando vita al fenomeno osservato in superficie; il luogo della superficie terrestre posto sulla verticale dell'ipocentro si chiama epicentro ed è generalmente quello più interessato dal fenomeno.
La branca della geofisica che studia questi fenomeni è la sismologia…
Link
(Ri)leggi tutto frattalmente, sostituendo al senso usuale delle espressioni (soggetto) la (com)presenza del Nucleo Primo:
  • provocate dallo spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo
  • forze di natura tettonica che agiscono costantemente all'interno della crosta terrestre
  • a partire dalla frattura creatasi
  • dando vita al fenomeno osservato in superficie
  • il luogo della superficie terrestre posto sulla verticale dell'ipocentro si chiama epicentro ed è generalmente quello più interessato dal fenomeno
  • la branca della geofisica che studia questi fenomeni è la sismologia.
Cosa è, allora, naturale e cosa artificiale? Tu, nella tua conduzione esistenziale, (o)metti la maggior parte della prospettiva, (rin)chiudendoti in quello spazio angusto che (p)rende il nome di:
realtà (emersa, di riferimento).
La sismologia è superficiale, anche se studia le cause dei terremoti.


Tu aggiungi direzionalità in tutto quello che fai. Ciò che eserciti, (co)crea la realtà attraverso il movimento di flussi energetici lungo la direzione. Ma... ciò che pensi, dal quale si (di)parte il movimento, da dove ti (rag)giunge?


Sei come il cane, con la cuccia, il guinzaglio, nel cortile.
E, proprio come il cane, scodinzoli felicemente quando “ti danno” (ti compri) il nuovo smartphone (“osso”).
Al di là della cuccia, del guinzaglio, del cortile… che cosa esiste?
Al di là della “tua” (pre)sunta libertà… che cosa c’è?
Può un “bombardamento a tappeto, mediatico” (con)vincerti per sempre?
Sei “solo” questo? Sei solo questa versione di te?
Prima ancora di “che cosa sei?” e di “chi sei?”:
che cosa hai dimenticato?
che cosa sai?
La logica “serve”. Chi/cosa?
La logica può (ri)tornare a “servir(ti)”. Come?


Inizia dai quattro punti (as)serviti alla “formula”:
Il caos, in sé, non esiste.
  1. Tutto ciò che giunge/arriva/accade è una “risposta” (è… “vero”).
  2. “Tutto è vero” (Prima legge di SPS).
  3. “Tutto è uno dal terzo stato” (Seconda legge di SPS).
  4. “Tutto è relativo a…”.
Se (If)… applicando i primi quattro punti:
  • tu sei al tuo centro e non al “tuo cent®o”
  • tu tieni in considerazione anche il Nucleo Primo…
Allora (Then):
tutto è sincronico “dal lato tuo”.
Altrimenti (Else):
tutto è sincronico “lato Nucleo Primo”.
SPS (ri)trova.
SPS “vede”.
SPS “è”…

Non (im)porta quale “pezzo di carta o stralcio di notizia, lettura, articolo, etc. giunga, se… tu sei al tuo centro; perché tutto è, a quel punto, solo sincronico con il tuo senso più autentico”. La frattalità (ri)porta tutto a galla, da te. Tutto!

La decodifica è complessa se tu sei complesso, ossia, se “non ci sei”.
Il dubbio è lecito, per carità…ma il dubbio non ha spazio quando “sei”, perché tutto (sci)vola nella tua direzione.
Tutto è vero”:
sempre.
Anche questa legge (ri)chiede, però, una decodifica frattale (ri)attuata dal proprio centro (focus).
Fai attenzione. Sei nell’(Anti)Sistema. Nulla è per caso:
e ciò vale in qualsiasi situazione ti (ri)trovi.
Sei in qualcosa che si difende, ovviamente… ma non devi fare la guerra, né una rivoluzione… visto che già “giri attorno all’effetto generato da ciò che non (p)rendi in considerazione, perché non vedi/accusi”.
La semplicità co(n)sta nell’auto mantenersi stabili (d)entro il proprio periodo di rotazione attorno a se stessi.
La prospettiva cambia, si demodula e muta di “aspettattiva”. Perché:
tutto “aspetta”
per
alfine
“rispondere” di (con)seguenza…
Cambia il segnale (im)portante.
Ogni altra forma di “cambiamento” pubblicizzata nel Mondo è… “polvere che si alza e (ri)torna a depositarsi”.


A te la “scelta”, visto che – in questo caso – sei davvero alle porte di una autentica scelta, che (pro)viene solo da te. SPS ispira, ma SPS non è il tuo guru, perché SPS “è”, e basta.
SPS riceve e diffonde.
Se ti “fidi”… se sei al tuo centro… tutto (con)segue… essendo solo sincronico con te stesso e con la tua direzione di marcia. Potresti anche (s)coprire che:
la direzione (pro)segue attraverso una scelta improvvisa, che riduce tutto alla scelta stessa (credo, fiducia, alternativa).
Sei pronto? Sarai pronto?
In passato, non lo sei stato “pronto”.
Per questo, sei “qua, ora e… così”.
È già avvenuto quello che, ora, temi.
Sei già stato invaso e conquistato/posseduto. Non giungeranno eserciti invasori di un simile livello. Perché essi “servono” la causa che ancora non è (ri)accaduta. Nel tuo caso, è tutto compiuto.
Ora tocca a te. La prossima mossa è la tua. Altrimenti, non ci sarà mai più un’altra mossa…
Squadra che vince, non si (s)cambia.
Confindustria vede in 2015 spinta 2,1% su Pil da Qe, greggio, euro
Link
Hanno “solo” dimenticato di (ri)cordare anche:
  • contrabbando
  • prostituzione
  • vendita di droga.
Cosa ha contribuito alla rivalutazione del Pil.
Alla rivalutazione del Pil del 2011 hanno contribuito per 1,6 punti percentuali (24,6 miliardi di euro) le modifiche dovute alle innovazioni metodologiche introdotte dal Sec 2010.
In particolare la quota preponderante (1,3 punti percentuali, pari a 20,6 miliardi) è attribuibile alla capitalizzazione delle spese per ricerca e sviluppo.
La revisione, spiega l'Istat, deriva per ulteriori 0,8 punti percentuali dall'inclusione di alcune attività illegali come la commercializzazione della droga, la prostituzione e il contrabbando di sigarette, che contribuiscono alla rivalutazione del Pil per 15,5 miliardi (10,5 miliardi dal commercio di droga, 3,5 miliardi dalla prostituzione e 0,3 miliardi dal contrabbando di sigarette).
La parte restante della rivalutazione, corrispondente a 1,3 punti percentuali deriva dalla combinazione di numerosi effetti dovuti alle innovazioni introdotte nelle fonti e nelle metodologie nazionali.
In questo ambito va inclusa la nuova stima dell'economia sommersa la cui quota sul nuovo livello di Pil risulta pari all'11,5%. Aggiungendo a questa componente anche l'economia illegale si arriva a una incidenza sul Pil della cosiddetta "economia non osservata" pari al 12,4 per cento
  • aggiungendo a questa componente anche l'economia illegale
  • si arriva a una incidenza sul Pil della cosiddetta La cosiddetta "economia non osservata" pari al 12,4 per cento.
  • economia illegale
  • economia non osservata…
Fai attenzione:
questa distinzione ti porta solo a credere che “il resto” (l’87,6%) sia “legale” (normale, etico, morale).
He He He
Lo capisci per “contrasto” o per Metodo Indiretto:
  • Tutto è vero
  • dove il “vero” non è quello che ti aspetti.
Una “denuncia” (vero) porta all’emersione di una situazione (falso), ma tutto è “vero” quando sei in una modalità di attenzione:
è “vero” che è falso, ossia, è falso… e questo è “vero” (ti sei accorto).
Vero è… accorgersi.
Nulla c’entra con i suoi sottolivelli binari di “vero o falso”.
È il terzo stato:
Tutto è uno dal terzo stato”.
Perché “Tutto è sempre relativo a…” (frattalità, monte, vertice staccato).

Troppo complesso? Bah… “stupido è, chi stupido fa”.

Chi gioca in prima base?”…
È “Chi” che gioca in prima base:
ok?
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com