mercoledì 17 aprile 2013

Basta il Sole.


www.fosavance.it

Un esperto è uno che sa sempre più cose su sempre meno cose, fino a sapere tutto di nulla.
Nicholas Murray Butler 

Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa.
Han Fei

È importante che calcio e vitamina D siano presenti insieme, per garantire l'assorbimento ottimale. La vitamina D è indispensabile per fissare il calcio nelle ossa…
Link
Non, come un fiume, ma… come una distesa infinita, auto esiste la più grande storia. La puoi “vedere”, se riesci a percepirti, mentre sei entro il suo esistere ed, allo stesso Tempo, mentre ti rendi conto di "essere", a prescindere dal suo esistere. Insomma, attraverso la tua presenza senza attaccamenti, riesci a fare da contrasto con la più grande storia, e, facendo questo, riesci ad evidenziare la “distesa” ed il tuo “contenitore”, come entità unite nella loro distinzione, rese contigue e sostanziali per il motivo principe della conoscenza di se stessi.
Nulla è per caso. Il caso non esiste. Il caso esiste se tu permetti che sia così. Il caso esiste, quando rinunci alla tua centralità ed “attenzione”... ma anche in quel caso, non si tratta mai di "puro caso"...

La Verosomiglianza è una lieve brezza, che spira lungo l’intero corso della “distesa”; l’effluvio emanantesi dalla presenza di una legge, di un volere, di una intenzione organizzativa caratteristica, come il rumore di fondo di una macchina eterna e sempre in funzione.

La tecnologia è solo un termine in voga, che tu traduci in “senso attualizzato”. 

La tecnologia non è solo quello che sei portato a pensare… ella viaggia nel Tempo e attraverso le “mode”, si presta ad essere interpretata di volta in volta; essa viene coperta e scoperta, mentre i cicli modellano le opportunità offerte all’esistenza di fluire, bloccarsi, impantanarsi, sbocciare…

Osserva attentamente quello che ti caratterizza e ciò che ti circonda. Che cosa sai? Che cosa pensi di sapere? Aneli a qualcosa di specifico, di speciale, di… Cosa?

Sai che per fissare il calcio nelle ossa, occorre che esista la sua controparte chimica, ossia la vitamina D. Questa “coppia” è centrale, rispetto alla tua esigenza di rafforzare, ad esempio, la tua ossatura. Se ti bevi 2 litri di latte al giorno, ma non assumi vitamina D, a che serve?

Questo “dipendere”, molto spesso, non viene pubblicizzato insieme al messaggio relativo alla vendita di un prodotto. Per cui, si “offre” qualcosa di parziale, per svariati motivi

Questo svuotamento della conoscenza e della consapevolezza, passa attraverso la tua partecipazione assente.  L’epoca attuale è caratterizzata da una separazione di competenze, da una specializzazione impoverente l’individuo e la platea. 
La società è immersa nell’informazione, ma questa informazione è sempre parziale, incompleta e, dunque, sterilizzata e sterilizzante.
È anche vero, che le informazioni, molto spesso, possono essere “composte”, attraverso la consultazione di più fonti e di più aree tematiche, tuttavia, in questo, l’individuo è come lasciato stagnante verso se stesso e, del resto, l’individuo è ormai abituato a languire in questa sorta di attesa o di "imbeccata", proveniente dalle fonti esterne e iper controllate.

La società che vende latte, non si preoccupa di avvisarti che, senza vitamina D, il calcio non si fisserà nelle ossa. Spetta a te, saperlo. Il messaggio è sottile anche solo da cogliere, figuriamoci da applicare. Questo meccanismo evidenzia il decentramento dell’individuo rispetto al suo vero asse principale o timone del proprio vascello.
Questo vettore destabilizzante, ti colpisce con grazia e conferisce sempre l’idea di essere tutelato dal modello sociale di riferimento
L’obiettivo del Controllo è farti divenire abitudinario. Una volta divenuto tale, la dipendenza sarà conseguita ed il modello sociale si fisserà in te e tramite te si fisserà sempre maggiormente all’esterno, garantendo continuità all'impero sottile del Nucleo Primo.

La tua opera di convincimento è la base sulla quale costruire interi regni nelle 3d.

Che cosa sai? Quello “che hai letto”. Sei, tuttavia, conscio che la tua esperienza è l’unico dato oggettivo/soggettivo tarato sulla tua “persona”? Gli umani sono tutti diversi, unici…

Gli integratori di calcio aumentano la probabilità di infarto e ictus, secondo studi recenti. La Vitamina D viene introdotta per fissare tale calcio nelle ossa, ma cosa succede se il calcio è insufficiente?

L’integrazione con calcio va fatta solo se la dieta non è sufficiente

Purtroppo, spesso, l'introito di calcio non è valutato e si fa prima a prescrivere il calcio a tutti. È bene che il paziente diventi più consapevole del proprio introito di calcio…
Link 
 
È l’individuo che deve capire come “funziona”. Cosa è meglio per sé. Al di fuori di ogni luogo comune. Di ogni “tendenza” o modo di vedere le cose riportato.

I grandi roghi dell’Inquisizione, hanno inaridito e bruciato la grande conoscenza popolare, in relazione ai rimedi della Natura, auto esistenti. Allo stesso modo, la convergenza sociale nelle città, ha levato altra conoscenza e tradizione dal substrato profondo a disposizione della Massa, che – ora – necessita di “specialisti” per ogni “cosa”.
Cosa afferma, frattalmente, il fatto che il calcio ha necessità della vitamina D, al fine di fissarsi nelle ossa?
Ciò, esprime una sorta di simbiosi, di connubio, tra elementi che ti caratterizzano, perché “in te”.

Se sposti l’attenzione verso la tua Vita, in generale… puoi comprendere come “ciò che non va” sia la diretta manifestazione di una mancanza di “componenti” o di “collegamento tra componenti”.

Impara a ragionare in maniera frattale o indiretta. 

Se, ad esempio, un raggio di luce ti acceca, puoi sempre guardare da un’altra parte, riflettente, che smorza il riflesso, avvicinandolo alla tua portata visiva.

Quando tu sei da solo, sei diverso rispetto a quando sei in un gruppo

La “fissazione” di un principio in te, vale anche “per te”, se prendi te stesso come una componente del gruppo, allo stesso modo di come hai analizzato la questione dal punto di vista del calcio e della vitamina D.

L’effetto indotto è la fissazione di un principio attivo in una sostanza passiva e densa (materia), che trae una differenza tra se stessa (-1) e se stessa (0)

Che cosa combina la vitamina D nella struttura dell’osso? Perché ella rende l’osso più recettivo alla presenza/attacco della molecola di calcio? L’opera della vitamina D è simile al lavoro umano della “diplomazia” e della “politica”:

Draghi: serve concludere iter legislativo su supervisione bancaria unica entro l’estate.
Mario Draghi invita i leader europei a concludere la legislazione sulla supervisione bancaria unica entro l’estate, in modo che riesca ad entrare in vigore il prossimo anno. È quanto dichiarato dal presidente della Banca centrale europea e ripreso dalle principali agenzie di stampa.

Link

Quando molti uomini s’incontrano e si uniscono in uno stato d’animo comune, il livello della psiche totale che scaturisce dal Gruppo è inferiore al livello della psiche individuale

Se un gruppo è molto grande, nasce una specie di psiche animale collettiva; così si spiega il fatto che la morale delle grandi organizzazioni è sempre dubbia.

La psicologia di una massa di uomini si abbassa inevitabilmente.

Nella moltitudine, il singolo diviene facilmente vittima della sua suggestionabilità. Basta solo che avvenga qualcosa, ad esempio che venga avanzata una proposta, perché la massa intera aderisca ad essa, anche se la proposta è immorale. 

Nella massa non di avverte alcuna responsabilità, ma neppure alcun timore… 

Quando non si è più nella massa, si è un altro uomo, incapace di riprodurre lo stato precedente. Nella massa domina la “participation mystique”, che non è nient’altro che un’identità inconscia.

Poiché questa è una via facile e piacevole per elevare di rango la propria personalità, l’uomo ha sempre formato gruppi, che consentissero esperienze collettive di trasformazione spesso di tipo estatico. Perciò i gruppi densi, sono sempre il focolaio di epidemie psichiche, e di questo gli eventi della Germania rappresentano un classico esempio.

Premessa a “Wotan” - Carl Gustav Jung
Questa “identità inconscia” è una forma pensiero ed una vera e propria entità. Il collettivo è sempre organizzato da una risonante entità, la quale concepisce e procrea, in questo modo, una propria discendenza

Sino a quando non ne prenderai evidenza, tutto ciò rimarrà confinato in te, come una sorta di favoletta per bimbi cresciuti. E ciò corrisponderà alla tua perpetuazione nel limbo della separazione da te stesso in te stesso.

Ricordi cosa significò l’11 settembre 2001? Ricordi come ti sentisti, per qualche Tempo, di fronte alle continue immagini delle torri che crollavano? Sembrava un film, vero?
 
Eppure, poi, ti sei abituato. 

Ecco, quello fu un nuovo passo nella direzione del tuo controllo

Lo stesso fenomeno, solo meno “spettacolar/mediatico”, che vissero le generazioni a ridosso delle varie guerre, scoppiate con fare regolare nel corso della storia deviata umana.

Con la guerra mondiale sembra essere sorta per l’Europa un’epoca in cui accadono cose che prima si sarebbero tutt’al più sognate

Già la guerra tra nazioni civili era considerata quasi come una vecchia favola; una simile assurdità sembrava sempre meno possibile in questo mondo ragionevole, a organizzazione internazionale

E quel che seguì alla guerra fu una vera tregenda. 

Crolli fantastici, mutamento di carte geografiche, regressi politici verso prototipi medievali e antichi, stati che ne fagocitavano altri superando di gran lunga, in quanto a totalitarismo, tutti gli esperimenti teocratici anteriori, persecuzioni di cristiani e di ebrei, massacri politici di massa e, per finire, un’incursione piratesca intrapresa a cuor leggero ai danni di un pacifico popolo in via di sviluppo (gli abissini)…
“Wotan” - Carl Gustav Jung

Che cosa ti occorre per fissare nelle tue “ossa”, ciò di cui hai necessità autentica?

Oltre al “valore apparente dell’attaccamento”… che cosa?

Per la vitamina D, basta il Sole. E per te?

 
Dipende da te… scoprirlo (non esiste uno specialista anche per questo).

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com