venerdì 13 aprile 2018

Di spira in spira, il corpo della serpe.



La frase del Padre nostro “non ci indurre in tentazione…” (Matteo 6,13) crea problemi:
come va tradotta e interpretata?...
Speriamo che presto venga adottata anche nella liturgia la versione ufficiale della Cei (2008), che ha corretto con “non abbandonarci alla tentazione…”…
Link 
Non ci indurre in tentazione…” Vs non abbandonarci alla tentazione…”.
C’è un fattore comune che, comunque l3 metti, rimane (anzi, si consolida):  
l’esistenza della tentazione
e, dunque
l’alta probabilità di auto decadervi “dentro” e di essere possedut3
Colui che si espone alla tentazione, dice la Sacra Scrittura, ci cadrà…”.
Bernadetta Soubirous
All’epoca del proibizionismo, gli effetti collaterali (elaborazione e segnale in uscita) furono inversamente proporzionali al segnale, apparente (predicato ufficiale) in ingresso, ma (ma) direttamente proporzionali (anche se amplificati dall’effetto leva della Massa) al livello di “tentazione” che alcol e tabacco hanno sulla psiche umana. 

Alias:
quale strategia migliore, esiste, al fine di incoraggiare la popolazione a non bere e fumare e, contemporaneamente, facendo bella figura predicando un “sano” e certo stile di vita:
apparenza (ruolo sociale, pubblico, recitazione)
Vs
sostanza (interesse, induzione, tentazione).

Spira (magnetismo).
Una spira è un anello di materiale conduttore in grado di far circolare corrente su di sé.
In particolare, si fa riferimento al termine spira quando si discutono gli effetti elettromagnetici della corrente…
Inoltre, la spira è il componente di base del solenoide e, più in generale, dell'induttore
Link 
Non ci indurre in tentazione…:
non abbandonarci alla tentazione (dove sei finit3, “qua (così)”?).
Una spira è un anello di materiale conduttore in grado di far circolare corrente su di sé (l’i-spira-zione è il principio interessat3 a… che permette la circolazione di una corrente, a loop, ovvero… tentazione continua o alternata, comunque sempre presente).


Per analogia frattale espansa, ti puoi accorgere (deducendo) dell’eco che caratterizza ogni ambito “qua (così)”. 
Non importa “dove” sei o ti ritrovi, dal momento in cui sei sempre nell’AntiSistema:
la tentazione è, dunque, quella corrente nella quale sei immers3 e caratterizzat3, rimanendo sostanzialmente ignar3 della situazione, auto ricorrente poiché fondamentale). 
Che cosa sai, “ora”, rispetto a ciò che significa, sempre, ogni s-oggetto/evento(situazione) nell’ambito AntiSistemico? 
Solo ciò che è già previst3, che tu possa sapere, attraverso quella inclinazione del tutt3 (dettaglio per dettaglio), che ti mantiene sempre più in-dott3, ovvero, non dott3 ma (ma) edott3 (ammaestrat3):
preparat3 (previst3 “qua, così”)
im-preparat3 (all'oscuro del “qua, così”)…
Nell’originale greco c’è il verbo eisenenkes che significa “immettere”, “introdurre”…
Il verbo greco probabilmente traduce – in modo approssimativo – un originale semitico che va compreso in base a testi come il Salmo 140 (141)…
Il senso dell’invocazione è dunque…
Link 
Fai attenzione (a come sai ciò che sai in funzione del come devi sapere):
dall’originale greco
che probabilmente
traduce
in modo approssimativo
un originale semitico
che va compreso in base a testi come…
il senso dell’invocazione è dunque (su cosa/chi basi il “tuo” ragionamento, la “tua” logica?).
Sei “qua (così)” indott3 a… credere, che/in/a… 
Il principio di fondo ad immagine e somiglianza del “verbo” religioso, che si applica a/in ogni contesto, poiché tutt3 è AntiSistemico. 
La tentazione è la corrente che si crea in ogni spira, del corpo della serpe, che sostanzialmente è 1) sempre la stessa corrente (tentazione, induzione) e 2) sempre lo stesso corpo generale (sostanza, adduzione o “condurre verso…”).
La grande analogia tra grandezze fisiche, elettriche, spaziali, scientifiche, etc. e caratteristiche ambientali, sociali, naturali, comportamentali, etc. “qua (così)”… è molto più che evidente. Infatti, è:
significativ3
sostanziale
reale, concret3, effettiv3, etc.
cioè
differenza di potenziale.
Il che ti permette di cogliere il fondamento alla base del “tuo” destino, ovvero:
la compresenza immanifesta (strategicamente) della singolarità dominante, che il simbolo “Dio/Diavolo” ti permette di poter auto decodificare, comprendere e ricordare
anche se “qua (così)”
l’informazione (memoria frattale espansa) che incarna concretamente la condivisione della verità (così come credi essere la democrazia e la giustizia)
è, tuttavia
interferit3 ambientalmente proprio dalla ragione fondamentale (dominante), attraverso cui sei auto(maticamente) indott3 a credere diversamente
ovvero
in maniera auto depotenziante ed auto disinnescante, te…
La chiave per l’auto decodifica, del valore “significato”, si è resa necessaria dal momento in cui “è già success3” l’avvento dominante, che ti ha deviat3, possedendoti, dato che sei parte del circuito reale “qua (xxx)”. 
Controllandoti in leva wireless, tu diventi “tu” e di conseguenza l’auto decodifica che e-segui, dell’informazione ambientale frattale espansa, rientra costantemente all’interno del controllo remoto, indimostrabile attraverso l’impianto della legge AntiSistemica (creat3 appositamente per mascherare, dando l’impressione di utilità, giustizia e servizio, oppost3).
Armiamoci e partite…”.
Dopo la spira “borghese” (un tipo di virus sottoDomin3, globale, non locale, poiché parlante lo stesso tipo di linguaggio: lavoro, denaro, interesse privato, etc.), ecco dunque un’altra spira:
il Terzo Reich (sottoDomin3)
un tipo di virus geografico locale
che parla solamente la stessa lingua (tedesca)
ed agisce in termini di “futuro (ponendo al centro l’appartenenza comune al germanesimo)”.
Cambia la giurisdizione ma (ma) non la sostanza ricircolante.

Dalle ceneri della Prima Guerra Mondiale, la Germania chiede a gran voce un salvatore e un facoltoso occultista, Dietrich Eckart, ritiene di averlo trovato… Ci serve un Messia… Il giovane idealista, Rudolf Hess, diviene il primo discepolo…”.
Hitler's Circle of Evil
Loop (spira):
superate lotte di potere, tradimenti e complotti, la cerchia ristretta dei leader nazisti di Hitler prende il controllo della Germania e disegna il suo disastroso futuro….
Link 
Superate lotte di potere, tradimenti e complotti…:
ecco come si sono, da sempre “qua (così)” formate le casate, le famiglie, i partiti, i clan, le mafie, i gruppi, gli ordini, la nobiltà, il potere, etc.
con la forza
ma sopra a tutt3
con alle spalle (all'ombra di...) un potere superiore a cui interessava la tal ascesa. Del resto:
dalle ceneri della Prima Guerra Mondiale, la Germania chiede a gran voce un salvatore…”.
Ogni guerra è stata organizzata per concludersi nell’esatto modo in cui si è esaurita (come una catena di  cicloni stagionali). 
Ergo, non importa quale parte vinca, l’importante è che nella Massa si radichi la tal “inclinazione”, così come nella classe politica, dirigente, clericale, etc. 
Ovviamente, la necessità è di introdurre (accorgendosi) in un simile scacchiere, la compresenza superiore dominante (l’intenzione “a monte”, che dà senso a qualunque vicissitudine accade all’interno della realtà manifesta, ad hoc). 
È significativ3 che, “qua (così)”, ogni dibattito (che si sviscera attraverso il commercio di libri, saggi, interviste, apparizioni alla Tv, conferenze, incontri, simposi, tavoli di discussione, grandi eventi nazionali ed internazionali, lavoro, carrier3, etc.) sia sempre la descrizione di un interno, come se dall’epoca delle caverne, non si fosse mai – in realtà – riuscit3. 
Tutt3 è interesse; come puoi accettare, dunque, che si discuta di – ad esempio – Seconda Guerra Mondiale (Terzo Reich, ascesa al potere di Hitler, etc.) senza espandere il contesto in maniera frattale espansa, alias, significativ3?
La classe esperta crea continuamente nicchie di Mercato, nelle quali divenire esclusiv3 “campioni” della conoscenza, dando alla luce (e confondendo la Massa, d’assieme) a teorie che se assunte contemporaneamente, hanno gli stessi effetti collaterali, indimostrabili, che derivano dall’assunzione di un mix di farmaci, prescritti – uno dopo l’altro – per curare le rispettive malattie, e che una volta introdotti nel corpo, danno luogo a fenomeni di collusione ovviamente non dichiarat3 poiché non dichiarabili






In una società umana finanziaria, come la “tua”, non credi che tale potere abbia sempre influenzato qualsiasi decisione “politica, religiosa, statale, Reale, etc.”
Per cui, non credi che Hitler, ad esempio, sia il frutto esteriore di un tipo di semina interiore, ovvero, di natura speculativa?
Dunque, chi non stai mai prendendo in considerazione “qua (così)”? 
La compresenza della famiglia Rothschild (ad esempio) può non essere parte in causa, se (se) all’interno di una struttura sociale solo ed esclusivamente finanziaria? 
No.
A differenza dei banchieri ebrei dei secoli precedenti, che avevano finanziato e gestito le casate nobili europee ma che spesso perdevano la loro ricchezza attraverso la violenza o l'espropriazione, il nuovo tipo di banca internazionale creata dai Rothschild era impenetrabile agli attacchi locali.
I loro beni furono tenuti negli atti finanziari, circolanti attraverso il mondo come azioni, obbligazioni e debiti.
Le modifiche apportate dai Rothschild permisero loro di isolare la loro proprietà dalla violenza locale:
"d'ora in avanti la loro ricchezza reale era al di là della portata della folla, quasi al di là della portata degli avidi monarchi..."…
Un'altra parte essenziale della strategia di Mayer Rothschild per il futuro successo fu quello di mantenere il controllo delle loro banche nelle mani della famiglia, permettendo loro di mantenere la segretezza completa circa le dimensioni delle loro fortune
Link 
Ora, non per fare del razzismo ma (ma) - senza giudizio - per onore e senso di verità/giustizia sferica:
una tale e potente famiglia ebrea
già estremamente radicata all’epoca dei fatti in questione
come può rimanere fuori dall’equazione “nazismo = olocausto”?
Il sacrificio di consanguinei, poteva portare molti più vantaggi (in termini di status quo, interesse) che svantaggi. 
No?
La lingua finanziaria è unica in tutt3 il mondo. Non conosce alcuna differenza sostanziale, per cui:
puoi essere nat3 in una certa Nazione
ma (ma)
non essere (appartenere) a quella Nazione.

Ciò corrisponde ad un enorme vantaggio, nel momento in cui puoi disporre della Massa umana (che non ha alcuna nazionalità) e, quindi, ne predisponi senza esitazione il “proprio (e relativo)”… futuro, destino, orbita, cammino, via, domani, etc.
Il panorama unico che si “gode” da una simile “altezza” è… Reale; 
per cui, c'è sempre pelo sullo stomaco, nel momento in cui coloro che vedi, sono più simili a formiche, osservate da lontano, piuttosto che esseri umani sopravviventi in loco “qua (così)”. Ergo:
quale sensibilità vuoi/credi che possa dimostrare/provare
una simile personalità?
Alcuna, se non tutta la sensibilità del mondo, relativamente al proprio interesse nonché “fortuna”.
Chi ha un simile tipo di potere, ha il vantaggio di decidere per chiunque risiede (“è”) nella sua giurisdizione, all’interno della quale può “indurre in tentazione” come, quando e dove intende.
Esercita un grande ascendente su chiunque lo conosca. È divertente. È arguto. È un leader nato. È uno di quegli uomini che in qualunque contesto si trovino, finiscono sempre per dire agli altri quello che devono fare…”.
Hitler's Circle of Evil
Questo fu Hermann Göring, ma (ma) anche Hitler, ed ogni componente della propria cerchia (spirale e spira). 
Tuttavia, va tenut3 in considerazione la compresenza di sottoDomin3 assai più influenti, che hanno impresso (indotto a…) all’ambiente sociale ed umano, la direzione cardinale da conseguire (Hitler e relativa cerchia, compres3).
Nel processo storico, che è deviato, ovviamente, tutt3 ciò non viene esaltato, poiché la compresenza dominante “è” immanifest3. 
E, ad immagine e somiglianza, tutt3 si sviscera per analogia frattale espansa (un fenomeno del quale le persone non sono edotte, ovvero, non se ne accorgono), credendo a/in qualsiasi teoria che tende a spiegare sofisticamente ciò che, altresì, è solo ed esclusivamente “logic3”, per cui auto deducibile, intuibile, ricordabile, etc. 
Qualcosa che l’impianto legislativo, però, non ammette nelle aule dei Tribunali, poiché prove inammissibili... secondo metodo scientifico e giurisdizione già passata in giudicato).



Induttore
L'induttore è un componente elettrico che genera un campo magnetico al passaggio di corrente elettrica (continua o alternata o impulsiva).
Nella teoria dei circuiti, l'induttore è un componente ideale (la cui grandezza fisica è l'induttanza) in cui tutta l'energia elettrica assorbita è immagazzinata nel campo magnetico prodotto
L'energia immagazzinata nell'induttore... è uguale alla quantità di lavoro richiesta per ottenere la corrente che scorre in esso e quindi per generare il campo magnetico…
Un induttore si oppone solo alle variazioni di corrente…
Un induttore assomiglia ad un elettromagnete come struttura, ma è usato per uno scopo diverso:
immagazzinare energia in un campo magnetico
Per la loro capacità di modificare i segnali in corrente alternata, gli induttori sono usati nell'elettronica analogica e nel trattamento dei segnali elettrici, incluse le trasmissioni via etere
Link 
Se (se) riesci ad auto decodificare attraverso analogia frattale espansa ed atteggiamento “formulare”... anche questa sola informazione ti dice molto, se non tutt3.
Ma (ma) “qua (così)”:
Piove ma non ci credo…”.
Paradosso di Moore


Il Kaiser fugge in Olanda, abbandonando la Germania, che perde la Prima Guerra Mondiale…
Si sentono traditie in questa atmosfera cercano qualcuno a cui dare la colpa
La guerra… l’hanno gettata al vento i politici di sinistra con i loro codardi intrighi dietro alle quinte…
Crede ciecamente in se stesso, al punto da ritenersi al di sopra delle regole… La Germania si sarà anche arresa, ma Göring non lo farà”.
Hitler's Circle of Evil
Ma:
è verosimilmente proprio lui a mettere in moto questa forza politica (Dietrich Eckart)…”.
Hitler's Circle of Evil
Perché ha successo, concretizzando quanto ha nella mente
Per l’atmosfera sostanzialmente favorevole in cui viveva. Una struttura sociale preparata ad arte, dal potere finanziario speculativo internazionale, però. 
Da chi... non partecipa mai (mai) direttamente ad alcuna guerra, ma (ma) si “limita” ad ispirarle tutte, seminando ad hoc e preparandosi a tirare le reti in barca, al momento più opportuno, godendosi lo spettacolo della guerra, come si può assistere ad una partita di calcio od alla proiezione di un film, da casa, comodamente sedut3 o cenando a lume di candela, etc. 
Tanto… la storia (deviata) non l3 ricorderà mai (mai), se non a livello significativo:
l’inclinazione,
che tu/“tu”
chiave per l’auto decodifica del/nel circuito “qua (così)”,
e-segui (secondo quale modalità, però?).

La Società Thule era composta da persone assai distinte. Tra l’altro credevano in Atlantide…
La Società ha un credo
Per quanto eccentriche appaiono le loro convinzioni, la psiche tedesca è talmente sconvolta che l’idea di un passato glorioso, risulta più allettante delle umiliazioni del presente… è importante, perché così i tedeschi recuperano una identità storica e un modello da seguire.
La Germania, come Stato, aveva solo 40 anni e il collante delle sue genti era la comune ricerca delle radici del germanesimo…
Trova un capro espiatorio. Eckart sostiene di avere scoperto che esiste una congiura mondiale
La razza ebraica si prefigge di distruggere tutte le altre culture, infiltrandosi. Corrompendo l’organismo dall’interno, come un bacillo.
Non c’è uno straccio di prova a sostegno di ciò. Ma questa teoria diviene il caposaldo di uno dei movimenti più potenti della storia.
Eckart vuole reagire a questi nemici interni, ma per riuscire deve fare pervenire il suo messaggio alle Masse e non solo alle élite. Deve raggiungere i lavoratori frustrati”.
Hitler's Circle of Evil
Hanno sempre fatto così, chiunque (chiunque) ovunque (ovunque).
Non c’è uno straccio di prova...?
(polarizzazione).Eliminare la resistenza interna, comporta la liberazione di forze caratterizzate da una sola lunghezza d’onda... e, l'unione fa la forza, in superficie, dove serve.
Ora, se togli ogni riferimento locale, temporale, epocale, etc. rimane l’intelaiatura di una struttura logica, che corrisponde ad una strategia che sostanzialmente è sempre uguale e che si ripete cronicamente “qua (così)”. 
Eliminando tali dettagli, infatti, raggiungi e mantieni il nucleo portante, storicamente in grado di deviare il cammino umano, d’assieme. 
Inoltre, eviti di auto decadere nella trappola (illusione ottica) del divide et impera, che utilizza la classificazione di turno al fine di creare antagonismo per ogni dove, in termini di complessità e confusione dis-organizzata…


La nobiltà (le Città Stato, i regni, gli imperi, etc.) fa carte false per “dimostrare” la propria divina discendenza (origine), in maniera tale da impressionare la Massa, che scivola nel piano inclinato reale, frutto della causalità indimostrabile “qua (così)”.
La borghesia, poi, la sostituisce, divenendo “nobiltà 2.0”.
Da “lì”, in seguito, infonde l’ideale massiva di Stato, sacrificando parte di sé (Realtà), giungendo a far perdere le tracce di sé, finanziariamente, proprio grazie agli Stati (la cui legislatura è la copertura perfetta per continuare il proprio business, sempre più indisturbat3). 
Anche Re, Imperatori e Papi, infatti, si sono sempre indebitati. Il che significa = che tale legge è al di sopra di ess3, seppure “onnipotenti”.
Per analogia frattale espansa (o, se meglio credi, per logica):
famiglia Strozzi = il nome è più che significativo.
Grazie all'attività finanziaria divenne molto ricca, per alcuni periodi documentati la più ricca della città, e con l'apertura di numerose filiali bancarie in tutta Europa i suoi discendenti si sparsero un po' dappertutto, acquisendo fama e fortuna in Italia e all'estero…
Il primo esponente della famiglia di rilievo politico è Ubertino Strozzi, figlio di Rosso. Egli fu tra i protagonisti della riforma dell'amministrazione repubblicana dopo la cacciata dei ghibellini da Firenze, stabilendo, tra l'altro, che chiunque volesse esercitare un'attività dovesse essere iscritto ad una delle corporazioni delle Arti, estromettendo quindi la nobiltà feudale dall'esercizio delle professioni e favorendo la corsa al potere del ceto dei mercanti, che proprio in quegli anni tessevano le loro trame per quegli straordinari casi di ascesa sociale che si sarebbero manifestati a partire dal secolo seguente
Fu soprattutto l'attività bancaria di altissima importanza che permise alla famiglia di costruire una solida base economica dalla quale poi derivarono gli incarichi e gli onori, i titoli nobiliari e il mecenatismo.
Il Banco Strozzi, tra i principale della città già dal primo Quattrocento, prestava denaro a papi e re ed aveva filiali in tutta Europa:
Francia, Spagna, Fiandre, oltre a un banco nelle principali corti italiane... Roma, Napoli, Ferrara, Venezia, eccetera.
Almeno fino al Quattrocento gli Strozzi erano di gran lunga la famiglia più ricca di Firenze.
A suffragio della stima delle ricchezze esiste il registro di una tassazione chiamata prestanza, un prestito forzoso richiesto a tutte le famiglie della città nel 1343:
se i Medici vennero tassati per esempio di 304 fiorini, gli Strozzi ne dovettero sborsare ben 2.063…
Link 
Perchè non si parla dichiaratamente di “usura”


Del resto anche la Mafia, come agisce “qua (così)”?
Perché sostanzialmente chi e-segue la pratica dell’usura viene detto “strozzino”?
Suvvia. Dai a Cesare quel che è di… Cesare. Alias?
“Fai… giustizia sferica”.
Che cosa significa = cambia atteggiamento e sii “formulare”. 
Qualcosa che se fai solo tu, diventi una mosca bianca, però.
A meno che… anche tu abbia un certo “carisma”.
Ovvero, qualcosa di talmente portante da risultare virale. Lo vedi in così tanti ambiti diversi...
Nella realtà dominata dalla finanza (speculazione), come puoi maturare tale ascendente?
Predicando la povertà? No.
Divenendo un esempio, dalla natura altra:
contagiosa, per qualche motivo.
Divenendo l’esempio vivente direttamente dal tuo atteggiamento “formulare”.
Dando continuità, coerenza, potenza, significato, etc. al tuo “fare/essere”…
Il “potere sulla/della carne” (osservato in Conan il barbaro)… non è denaro. 
È… potere allo stato puro.
Qualcun3 che spinge a… inducendo alla tentazione.
Reali (e nobili) = come erano (sono) divenuti tali?
Borghesia = come diviene nobile e Reale?
Imprenditoria = il ritorno dalla nobiltà, dopo avere creato lo Stato (la mascheratura perfetta, per la continuazione del proprio business, sempre più globale/globalizzato)…
Ad ogni livello (spira della spirale o corpo della serpe), c’è la Massa e la dominante (sottoDomin3), ossia, la storia si ripete sempre, diversamente.
Coloro che divennero borghesi e poi nobili, in gran parte furono sacrificati in nome di una causa superiore (piano, interesse, strategia, etc. dominante), di modo che il controllo fosse sempre più dentro e contemporaneamente, fuori, sino a divenire un tutt’uno (come già lo era, ed “è”, quello dominante).
Come si formò la “nobiltà Reale”? 
Nella suddivisione emersero nuclei abitati più potenti (secondo prassi “qua, così”) ed all’interno, persone più potenti (secondo la stessa prassi).
Quindi, la Realtà è sempre stata formata da chi aveva interessi particolari e li sapeva concretamente (Realmente) Realizzare.
Un po’ come la borghesia, che progressivamente si sostituì alla antica nobiltà, nell’infiltrarsi al livello portante di regolamentazione della società (compreso l’ordine religioso).

Lo schema è sempre identico, nella sostanza:
chi prende un rigore, dubbio, allo scadere del tempo regolamentare
protesta
chi ne usufruisce, afferma il contrario
il tifo si suddivide allo stesso modo
gli addetti ai lavori, anche
in caso di calcio internazionale, non cambia nulla (come se si trattasse di un derby cittadino)
ad eccezione della tifoseria avversa, che conferma la regola “qua (così)”.
E, in ultima analisi, la ciliegina sulla torta:
le parti si alternano
continuando a recitare
ed
a fare finta di nulla
Voto alla recitazione come miglior attore/attrice non protagonista
Dieci.
Più Premio alla Carriera, cum laude magna e “Mi piace”.
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2285