lunedì 26 giugno 2017

Significativamente.



La serie “Il Significato” continua, cambiando titolo ma non significato (sostanza). 
E, ciò, è significativo, alias: 
portante. 
È come essere alle prese con il concetto scientifico di “costante”, il segno matematico di “uguaglianza” e l’equilibrio dei livelli in vasi comunicanti. O come, ad esempio, una condizione che si ripete a livello frattale
Di più, avrai certamente notato che, a prescindere dalla “forma” di governo politico… ogni Paese è sottinteso dallo stesso modello economico finanziario speculativo, globale:
nella sostanza c’è una “eguaglianza”, che nulla ha a che vedere con il concetto (universale) di giustizia (ad angolo giro).
Per evitare la noiosa ripetizione di queste parole:
"è uguale a", userò un paio di linee parallele della stessa lunghezza, perché non ci sono due cose uguali tra loro più di due rette parallele”.
Robert Recorde 
Il simbolo “=” (uguale) di per sé fa capire (incorpora) il disinnesco “già” successo. 
Perché… due rette parallele non sono per nulla affatto… “uguali”, andando a descrivere – semmai – qualcosa che non ha nulla da condividere con qualcos'altr3.
Ok?
Ergo: 
utilizzando il segno “=”, a cosa (chi) stai alludendo, seppure inconsciamente (automaticamente)? 

A due vettori (realtà) che hanno stessa “direzione”, ma… uno dei due è dominante, mentre l’altro è dominato. 
La dominante può godere della facoltà intenzionale di cambiareverso (andare avanti o indietro, rispetto alla direzione reale - apparente - manifesta ‘qua così’)”, effettuando una retro ingegneria, all'occorrenza. 
Qualcosa che assomiglia ad un abbordaggio di una nave mercantile, da parte di una nave corsara… che l’affianca, parallelamente, e sale a bordo depredandola, oppure, scegliendo diversamente (a quel “punto”, la situazione è totalmente nelle mani della dominante, soprattutto se evita di comportarsi dozzinalmente)…
Dopo la morte del marito la donna viene espulsa nel gennaio scorso. Rimpatriata, Khadija diventa sorvegliata speciale delle autorità italiane.
I contatti con la famiglia però si interrompono, la donna infatti comunica solo con le sorelle musulmane tramite chat che lei stessa ritiene sicure, su Telegram, WhatsApp e Facebook, ma che in realtà diventano fari per gli investigatori che la seguono passo passo.
Negli ultimi tempi aveva contattato le sorelle musulmane via Skype, con utenza Jalyk, esprimendo l'intenzione di lasciare l'Italia e fare ritorno in Siria….
Link 
Le “notizie (riportate)”, puoi – anche – leggerle “al contrario”:
la donna infatti comunica solo con le sorelle musulmane tramite chat che lei stessa ritiene sicure
Telegram, WhatsApp e Facebook
ma che in realtà diventano fari per gli investigatori che la seguono passo passo
negli ultimi tempi aveva contattato le sorelle musulmane via Skype, con utenza Jalyk, esprimendo l'intenzione di lasciare l'Italia e fare ritorno in Siria (solo a questo punto, scatta l’arresto. Solo a questo punto, emerge il controllo. Invece, prima, la strategia era quella di limitarsi a… controllare; una forma di prevenzione di parte). 
Dunque, come puoi "leggere (decodificare)" anche questa notizia?
Anche servizi russi attaccano Telegram: "usato dai terroristi".
Nuovo attacco a Telegram da parte delle autorità russe. Il Servizio di Sicurezza Federale russo ha riferito su un uso attivo del servizio di messaggistica Telegram da parte dei terroristi e dei loro mandanti all'estero per comunicare, anche nell'organizzazione dell'attentato terroristico alla metropolitana di San Pietroburgo il 3 aprile.
Nelle note si legge di Telegram, il mezzo più utilizzato "poiché i terroristi possono creare chat segrete con un alto livello di crittografia delle informazioni trasmesse".
La scorsa settimana, il capo del Roskomnadzor Aleksandr Zharov ha richiesto al creatore e proprietario del Telegram Pavel Durov di fornire i dati per l'inserimento di Telegram nel registro competente. In caso di rifiuto del capo del Roskomnadzor ha minacciato di bloccare il servizio.
L'amministrazione di Telegram ha detto che nessun governo non ha ricevuto e non riceverà "nemmeno un bit" di informazioni dal servizio.
Durov stesso ha osservato che in caso di blocco del messenger funzionari russi dovranno utilizzare i servizi stranieri, come WhatsApp e Viber, che, a suo parere, sono controllati dalle autorità statunitensi.
Link 
Si tratta di una "commedia". La "Rete" è totalmente controllata (nativamente). 

Ecco che, allora, a parte il” cosa afferma la notizia”, puoi ricavare informazione sensibile in termini di significato (valore aggiunto). 
In questo ambito, sei praticamente cert3 che la “Rete” è davvero tale, ossia: 
una rete di ascolto globale, totale (e che ogni ansa, relativa alla tua privacy è… una allucinazione collettiva). Internet ed il World Wide Web sono il modo nuovo (moderno) di fare spionaggio.
Qualcosa che si camuffa d’altro (utilità, servizio, evoluzione, progresso, business, informazione, cultura, divertimento, comunicazione, etc.) solo per infiltrarsi capillarmente ovunque “qua, così”
Le infrastrutture sono state concepite “a monte” in questo modo.
Per cui, sono progettate per rilevare informazione e riportarla come tale, in quanto “valore aggiunto” della Rete... in termini di “sorveglianza”. 
La complessità è apparente, dato che ci sono in gioco ed in giogo, diversi livelli (potenzialmente infiniti) che, d’assieme permettono di “disperdersi dentro, agganciando orizzonti relativi e non assoluti (dato che, complessivamente, sfugge il significato della “Rete”)…
Dominante, Dominio e sottodominanti… hanno lottizzato l’intera realtà manifesta “qua, così”, a partire da una qualità dell’informazione (consapevolezza), via via, decrescente:
dalla dominante “a monte”
al Dominio
alle sottodominanti
a te (Massa)
il grado di memoria, esperienza e lungimiranza (accortezza), cambia eccome (giungendo, persino, a ribaltarsi rispetto alla quintessenza, comunque, sempre incorporata, a livello frattale espanso)
non a caso
la forma reale manifesta “qua, così” è una struttura piramidale, con il vertice distaccato (inimmaginabile).
La “complessità sostanziale”, quindi, non è la difficoltà a comprendere una “materia” – non sei tu, originalmente, che non ce la fai, che non sei portat3, che non sei sufficientemente intelligente - bensì, è qualcosa che – come un opportuno “inquinante (agente ipnotico)” – rende complesso qualcosa, solo perché “non sei più in grado di ‘intendere e volere’”… 
La “tua” attenzione è costantemente sviata, deviata, resa altra, etc. 
Ecco il motivo per il quale, la città, è una grande “meretrice” ed un grande “pappone”, allo stesso tempo… essendo una gigantesca trappola sensoriale/materiale, irretente ed aggredente il senso universale e sostanziale di ogni “accadimento”.
Il concetto di “lavoro” è stato definito in Fisica, ad “immagine e somiglianza” dell’intenzione industriale (datore di lavoro, interesse di parte), poiché “qua, così” serviva.
Il “lavoro” è, dunque, solo ciò che trasporta qualcosa lungo l’asse “x” e non ciò che implica “fatica”, ad esempio, sollevando una valigia, contemporaneamente, spostandosi lungo l’asse “x”.
Questo è "tempo libero (vacanza)" e non ti viene corrisposto (alias: la "paga" è un ordine di schiavitù sempre conveniente a chi detiene il "controllo della situazione", anche quando la schiavitù è stata vietata, ma rientra ancora in termini camuffati da "contratto di lavoro").
Ossia, in termini significativi, riscontri l’intenzione imprenditoriale di non pagarti per tutto quello che fai, ma solo per quello che “devi” fare. Certo, sembra addirittura "giusto". Vero? Ma cosa (chi) ti sfugge regolarmente?
In ciò, s’inizia a manifestare una separazione tra ciò che “era” una sola movimentazione. 
Una volta creata la spaccatura, si ricava la necessità della “legge”, che entra a piè pari – da tergo – in maniera tale da aumentare, in leva, l’azione imprenditoriale che, a livello di lobby, lavora fianco a fianco con l’attività politica (che è solamente una facciata di comodo, una interfaccia “moderna” tra Massa e codifica della realtà manifesta “qua, così”; infatti, il “mandante” è sempre – sempre – dietro a… celato nell'apparenza e dall'apparenza).


Lo Stato “serve”, allora, a calmierare la Massa che… una volta poteva attaccare il castello del Re – quando le condizioni di vita erano talmente ingiuste da far scattare la rivolta popolare – ed “ora”, invece, la Massa “scopre (ricorda)” che lo Stato è anche la Massa stessa, sulla “carta”, mentre – nella sostanza – lo Stato è un artifizio, utile a rendere complessa l’evidenza di “una volta”.
Con “chi” hai a che fare, “qua, così”? 
Non lo sai più. Il Re è definitivamente “morto”
la Massa non può più gridare “evviva il Re” (né, tantomeno, andare a bruciargli il castello).
Significativamente“è chiaro”
Osserva la "proprietà", ai tempi del... prima dell'unione dell'Italia:
che cosa ne è stato di una tale... "proprietà"?
Secondo te, credi davvero che queste "famiglie" abbiano deciso di levarsi di mezzo? No. Esse sono ancora alla base della "forma italica odierna". Esse sono... sottodominanti. Lo Stato è lo stratagemma, la "pensata", la strategia per... "trasformare tutto, senza cambiare niente".
Ecco cosa (chi) “è” la complessità – apparente e necessaria – della scienza deviata, della religione, della politica, della finanza, etc.
A “ciò” esse servono. 
Oppure, tendi a credere che “un certo sentire, originale, già in te” non sia sufficiente per giungere a risolvere tutte quelle questioni che sembrano solo appannaggio della “complessità esperta”? 
L’interfaccia “scientifica (di/in ogni campo)” è perfetta per creare scollamento nella Massa, tra certe “intuizioni proprie” e l’evidenza apparente artificiale, di parte (con la parte dominante, costantemente immanifesta e, dunque, ragionando attraverso logica esperta… praticamente, sempre, irrintracciabile… poiché se “tutte le strade portano a Roma”, allora, significa che “tutte le strade deviano dalla dominante, essendo – Roma – una sottodominante”)…
Fai attenzione al “giro del fumo”, alle parole esperte che rendono complesso ciò che non lo è
Al fatto che, costantemente, ad un certo “punto” non ci capisci più niente… 
Le notizie mass mediatiche si accumulano e si accavallano, nella presunta “pluralità espressiva” moderna (indice di libertà e di libera espressione). 
Così, dimentichi sempre prima. E tendi a ricordare solo la conclusione dei lavori: 
la pubblicazione sulla “Gazzetta Ufficiale” della tal legge (depurata da ciò che sino ad un certo momento, eri sicur3, di avere notato in termini di ingiustizia sostanziale, ed altro).
Il piano di salvataggio, ha proseguito Padoan, "prevede la protezione dei risparmiatori retail e degli obbligazionisti senior" per i quali sarà previsto il rimborso "di un ammontare complessivo del 100%" con risorse pubbliche e di Intesa
"L'uscita di soldi dallo Stato" per l'operazione di salvataggio sulle banche venete "è di circa 5 miliardi" e quindi "non saranno affatto i 10 miliardi di cui ho letto in questi giorni".
"Sono cifre che non impattano sull'indebitamento, finanziate da risorse tratte dal provvedimento di dicembre sulla ricapitalizzazione precauzionale" e quindi il salvataggio "non ha impatto su finanza pubblica", ha aggiunto Padoan….
Link 
Sono cifre che non impattano sull'indebitamento, finanziate da risorse tratte dal provvedimento di dicembre sulla ricapitalizzazione precauzionale… e quindi il salvataggio… non ha impatto su finanza pubblica (davvero? Quel "provvedimento" era, ed "è", di natura debitoria, concessa dall'Unione Europe).
Le risorse del fondo sarebbero finanziate a debito, e per questa ragione il governo chiederà al Parlamento il via libera alla modifica dei saldi di finanza pubblica.
L’articolo 81 della Costituzione, quello che nel 2012 ha introdotto nella nostra Carta fondamentale la nuova regola del pareggio di bilancio, impone l’autorizzazione parlamentare a maggioranza assoluta dei componenti per il “ricorso all'indebitamentoal verificarsi di casi eccezionali”.
Il riferimento è all'indebitamento netto, mentre il fondo salva-banche modificherebbe il saldo netto da finanziare e sui livelli di ricorso al mercato, appena definiti per il 2017 dalla legge di bilancio.
Il problema, però, è che non ci sono precedenti specifici, il coordinamento fra l’orizzonte disegnato dal fiscal compact e il testo dell’articolo 81 è tutto da testare e l’autorizzazione parlamentare serve a “blindare” il procedimento.
Il fondo, ha confermato comunque il ministro dell’Economia Padoan, “ha un impatto sul debito in una misura temporanea, one-off” e non tocca quindi “l’aggiustamento strutturale”…
Link 
le risorse del fondo sarebbero finanziate a debito (stop: senza troppo girarci attorno, questa è la verità. Il denaro occorrente viene “emesso a debito”, ossia, viene inventato dal nulla. “Nulla” che è la Massa, trattata in questo modo)
ricorso all'indebitamento… al verificarsi di casi eccezionali (lo “stress test” della Bce, ha inventato l’eccezionalità del “caso”, che la preparazione ad hoc della Costituzione e della legge di bilancio aveva, anzitempo, già previsto)
mentre il fondo salva-banche modificherebbe il saldo netto da finanziare e sui livelli di ricorso al mercato, appena definiti per il 2017 dalla legge di bilancio (questo è “fumo negli occhi”. La materia è complessa poiché “non devi capire”)
non ci sono precedenti specifici, il coordinamento fra l’orizzonte disegnato dal fiscal compact e il testo dell’articolo 81 è tutto da testare e l’autorizzazione parlamentare serve a “blindare” il procedimento (ecco il punto: trattasi di una “nuova” invenzione. Qualcosa che è utile per… salvaguardare lo status quo “qua, così” e che prende dentro il “ristoro” degli investitori e la salvaguardia del posto di lavoro dei bancari, entranti a far parte di Banca Intesa che, di fatto, acquisisce le banche in difficoltà, con soldi pubblici per fare il proprio interesse, guarda non caso… proprio in un momento storico condizionato dalla richiesta e necessità di “compattare il settore bancario non solo in Italia”)
il fondo, ha confermato comunque il ministro dell’Economia Padoan, “ha un impatto sul debito in una misura temporanea, one-off” e non tocca quindi “l’aggiustamento strutturale” (a parte il tecnicismo – che è meglio se ometti di osservare – Padoan ammette che si tratta di una misura che “ha un impatto sul debito” pubblico. Mischiando le carte in questa maniera, non ci capisci più niente. Del resto, lo Stato “serve” proprio per questo ed, allo stesso tempo, per avere il tuo appoggio senza averne perfettamente compreso il perché).
È un po’, ancora, il meccanismo di “chiamata alle armi”.
La difesa della Patria. Qualcosa che “devi” fare, pena l’incorrere in serie ripercussioni di tipo “mafioso”, anche se mascherate da “patrio dovere”.
La storia è piena zeppa di questa esperienza.
Ma (ma) non sembra avere nessun impatto sostanziale su di te, “ora ‘qua così’”. Come te lo spieghi?
Ogni “tifoseria” serve per l’auto separazione e, quindi, per disunire la Massa che, ricordalo sempre, è il genere umano su/in Terra, anche se “qua, così”.
L’umanità è… una.
Non ci sono i “bianchi” e gli altri. Non c’è l’occidente ed altr3
Secondo i calcoli dell'agenzia di rating (Standard & Poor's), se i 20 miliardi di euro fossero totalmente erogati, il rapporto tra debito pubblico e Pil salirebbe dell'1,2% al 131,6% alla fine del 2017, contro le previsioni dell'agenzia che erano del 130,4%...
"Pensiamo… che questo porterebbe a una riduzione delle passività contingenti totali poiché verrebbero trasformate in debito pubblico"…
Link
il rapporto tra debito pubblico e Pil salirebbe dell'1,2% al 131,6%
verrebbero trasformate in debito pubblico (tutto si trasforma, senza più dare nell'occhio. E… occhio non vede, cuor non duole).
Salva-risparmio, Padoan chiede autorizzazione a intervento
20 dicembre 2016
"In tali circostanze - ha proseguito il ministro - per tutelare il risparmio e mantenere la stabilità finanziaria è possibile un intervento di sostegno pubblico precauzionale o ricapitalizzazione preventiva in linea con quanto previsto" dalle norme Ue
"Il governo... chiede al Parlamento l'autorizzazione ad adottare provvedimenti con effetti finanziari fino a un massimo di 20 miliardi di euro che conseguentemente possono comportare un incremento rispetto agli obiettivi della legge di bilancio del fabbisogno finanziario e del saldo netto da finanziare da reperire attraverso emissione di titoli del debito pubblico".
Link
20 miliardi di euro che conseguentemente possono comportare un incremento rispetto agli obiettivi della legge di bilancio del fabbisogno finanziario e del saldo netto da finanziare da reperire attraverso emissione di titoli del debito pubblico (le banche sono “salvate”. I risparmiatori sono “ristorati”. Che vuoi di più? Banca Intesa si prende gli asset, salvando capra e cavoli. La Massa non si accorge di nulla e "anche se…"... nulla, comunque, potrebbe fare, in senso opposto).
Queste “parole” sono senza senso, per te
A quanto pare, per “te”, sì. Ma, questo spazio (potenziale) è a te che si rivolge:
te e “te” siete due soggetti diversi (ma… non perché è tutto duale “qua, così”. Non perché esiste “bene e male” o perché ci sono due emisferi nel cervello, bensì, perché… tutt3 è già stato suddiviso).
“Ora”, puoi anche non ammettere che esiste la dominante, ma, lo sai che esistono “poteri forti”. No? 
Quindi, il discorso portato avanti da/in questo spazio (potenziale), vale comunque (essendo la realtà manifesta, anche se “qua, così”, a caratteristica frattale espansa: ogni livello risente sempre dell’interesse della parte che “comanda”)… 
Allora, conseguentemente, chiediti che cosa “è” questo “tuo” sostanziale disinteresse a (sostanza)… mascherato da interesse per (apparenza)… 
“Qua, così” sembra, infatti, che il potere “decisionale” sia qualcosa che puoi raggiungere solo “facendo carriera”, però, entrando a far parte di “squadre di potere” che già esistono o che iniziano ad esistere, ma sempre in qualcosa che ha già una forma ben strutturata e specifica (legge).
Che cosa ti rimane? Il meccanismo di voto. 
Null'altro. 
Perché, ogni altra forma di “protesta”, non porta a nulla, se va nella direzione del “cambiamento”.
Le “modifiche” vengono accettate solo nell'intento strutturale di “continuare comunque sempre ‘qua così’”…
Allora, puoi concludere che “la legge serve per tenere tutto assieme, nonostante la realtà manifesta sia ingiusta (giusta di/in parte)”.
Ovvio che, se la parte sottodominante diventa l’occidente, allora sarà l’oriente a farne le spese. Ma, in che modo?
Non avendo la possibilità di fare niente (in termini sostanziali), significa che anche l’oriente è suddiviso in sottodominanti e dominat3.
Ergo, significa che è la globalità umana ad essere già stata “separata” a vari livelli e sottolivelli.
Il che, ti permette di comprendere che non esiste questo schieramento o quello. Ma esiste solo auto separazione “nel nome di un interesse personale”. Una illusione "qua, così"...
La Massa accetta di dividersi, per una miriade di motivi che sembrano diversi e che, nella sostanza, sono – però – sempre lo stesso:
compresenza immanifesta dominante (strategia, interesse, giustizia di parte).
Ad “immagine e somiglianza”…
L’Italia non è cambiata. È diventata quello che oggi è perché è nata così ed è stata raccontata in un certo modo.
La retorica risorgimentale, piena di nobili intenti, eroi senza macchia, politici geniali e lungimiranti, è stata il tappeto sotto cui abbiamo nascosto la polvere della nostra storia.
E così, se oggi si vuole capire questo Paese “malato”, affetto da vizi endemici che paiono inestirpabili, forse sarebbe bene ripercorrere i primi giorni della sua vita.
Questo libro riannoda un filo rosso fatto di intrighi, malavita e malaffare che ha il suo capo proprio nel modo in cui l’Unità fu prima realizzata e poi gestita.
Il trasformismo in politica, la corruzione, la tendenza a scendere a patti con i poteri forti, a utilizzare agenti segreti per scopi non istituzionali, a servirsi della criminalità, a sfruttare per ragioni di Stato l’opera di terroristi e rivoluzionari:
tutto questo, nei libri di scuola su cui intere generazioni si sono formate, semplicemente non c’è.
Anche la storiografia successiva ha peccato di reticenza, e di tale processo di rimozione oggi è irrimediabilmente colpevole.
Giovanni Fasanella e Antonella Grippo con quest’opera scomoda, cruda e antiretorica sono ripartiti dall'inizio e hanno raccontato ciò che per troppo tempo è stato indicibile.
Di molti libri si dice che “si leggono come un romanzo”. È vero anche per questo libro, con un’unica differenza:
sarebbe bello che si trattasse di un romanzo, perché significherebbe che è una storia inventata. Ma non è così…
1861. La storia del Risorgimento che non c’è sui libri di storia - Giovanni Fasanella, Antonella Grippo
Questo libro riannoda un filo rosso fatto di intrighi, malavita e malaffare che ha il suo capo proprio nel modo in cui l’Unità fu prima realizzata e poi gestita
È scritto (anche) sulla “spiaggia”. Lo sanno anche i “sassi”. Il segreto di Pulcinella “è” qualcosa che “non hai la forza, apparente, per… ovviare”.
Il che, significa solo una cosa:
che è interesse il renderti “gregge”. In che modo?
La “vicenda” dei vaccini parla chiaro:
sotto al 95 per cento di “copertura”… cambia qualcosa.
Al di sopra, “tutt3 si trasforma”… ossia, nulla cambia sostanzialmente.
Le “mosche bianche”, che continuano a manifestarsi anche se “qua, così”, sopra al 95 per cento, si fondono con il gregge (facendo la fine del “topo”). 
Sotto al 95 per cento, invece, hanno più possibilità di… “volare”.
Significativamente, “Fai…”.
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2017
Bollettino numero 2090



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.