mercoledì 11 maggio 2016

Un mondo perfetto.


Da qualsiasi prospettiva, lo status quo... non cambia.
Quando il “pressappochismo” diventa (“è”) una perfetta strategia?
Quando è, in realtà, la derivazione di un modello, di una “forma” applicata alla società. Quando c’è una ragione fondamentale, all’origine dell’intenzione. Quando, una simile proiezione, giunge a pioggia ovunque e comunque, divenendo come una “malattia”, ossia, assumendo i panni della “normalità”, in maniera tale che gli individui si abituino, nel tempo, a compensare una simile compresenza, invasiva, per mezzo della ricombinazione del “ritmo” 1) “è già successo”, 2) “ricordo perfettamente, cosa 'è già successo'”, 3) “cosa… ‘è già successo’?”… sino a raggiungere quel livello di “costante, post reset, by dominante ‘qua così’”.
Quando, a quel punto, “non riuscirai più nemmeno a formulare il contesto relativo al “ritmo 3”.
Quando, non sarai più in grado di esprimere nemmeno la domanda “cosa… ‘è già successo’?”.
Perché, a quel punto (“ora”) non ricorderai totalmente, né ogni accaduto post “è già successo”, né lo stesso “è già successo”.
 
Cancellando l’evento cardine, cambia la percezione temporale del “sé (di te)”.
Ossia, ignorando… vivi di/la conseguenza, proprio come se “fossi rinato a nuova vita”, non potendo più contare sulla tua esperienza, sulla tua memoria e… “tradizione”. Non è nemmeno un discorso di popolo, società, nazione, paese, tradizione, etc. è, piuttosto, qualcosa di relativo solo a te, visto che “gli altri, non sai nemmeno se esistono, dato che li inquadri per mezzo della ‘tua’ capacità mentale, percettiva, etc.”.
Non ti dicono, forse, che "gli altri cambiano quando/se... cambi tu"?
  
Ad esempio, se non sai nemmeno “chi/cosa sei”, tu… allora come pretendi di poter collocare esattamente gli “altri, tuoi simili”?
Non ti sembra, invece, che ci sia nel mezzo, come una sorta di “trauma (cancellante la memoria)”?
SPS, intende sostenere, che “non è normale… il non sapere nulla, relativamente a sé”.
Non è per nulla, affatto… normale.
Quando, questo, succede ad un individuo, nella società delineata per mezzo dell’incedere massivo, lo stesso individuo è giudicato come ‘vivente in uno stato di particolare condizione psicofisica, di malattia, di non normalità’rispetto agli altrie, per questo, un simile individuo viene ‘curato’”.
  
Ora, all’opposto, che cosa accade alla Massa, individuo per individuo?
Che è subentrata come una sorta di “auto accettazione”, di una simile condizione da “post trauma”. Perchéormai, vale per tutti. Così… è diventata normale, poiché ricorsiva, erosiva e senza apparente alternativa sostanziale.
A testimonianza (favore) di ciò, puoi meglio renderti conto del particolare “stato di drogaggio”, al quale sei soggetto/a “qua, così”, osservando come si riduce e traduce il “vivere”, conseguendo al ritmo sociale moderno, costituito da tutto quello che, in condizioni normali (di libera e sostanziale “scelta”), mai ti augureresti di interpretare, incocciare ed incarnare.
Prova a cambiare prospettiva e riassumiti come quel prodotto, che ritrovi all’ipermercato “non più direttamente sotto casa”:
quali caratteristiche ricerchi nel tal prodotto, soprattutto, gastronomico?

Onda/Particella (senso, direzione)...
Ecco… anche tu rientri nel medesimo ambito, quando a scegliere – tra i banconi ricolmi di “offerte” – non sei più… tu. Quando a scegliere tra le diverse caratteristiche della “merce”, è la dominante e i suoi, inconsci, Punti di Riunione AntiSistemici.
Tutto ciò è “troppo”, per te?
Devi sapere che “te” non sei… te. Che “tu” non sei… in te.
Che il trauma (è già successo) ti devia, rispetto a qualcosa che sei, ora, solo a livello di “ipotesi fantasiosa”.
Ad esempio, se temi che ti inseriscano un chip sottopelle, per “controllarti”, fai attenzione poiché “è già successo” (per come, non te lo aspettavi).
Come, infatti, giudichi il dotarti di una alimentazione carica di elementi aggiuntivi, come tutto ciò che deriva dalla chimica industriale, che 1) non puoi direttamente vedere, sentire, odorare, accorgerti, 2) non ti rendi conto di assumere, 3) è dentro ad ogni elemento/ingrediente, che giudichi parzialmente, secondo i crismi della scienza deviata e di ciò che “vedi in televisione”?
Quando, una ricetta fa ricorso all’utilizzo di x, y, z… per il tal motivo nutrizionale/energetico, non tiene conto anche del grado di “corruzione ambientale (inquinamento) e dell'unione tra più e diversi fattori”.
Per cui, che cosa cucini e mangi, senza sapere nulla di quello che ti succede dentro, visto che ignori che cosa contenga il dato elemento/ingrediente?
Anche nel Bollettino di ieri, hai potuto constatare come frutta e verdura siano “impestate (interiormente)”. Per cui, quando l’esperto – a pagamento – ti indica la tal “dieta”, che cosa – in realtà, nella sostanza – sta tenendo in considerazione? Di una parzialità che, su/in te, lascia il tempo che ritrova, ossia, la medesima condizione di partenza (usuale “qua, così”) per la quale ti eri rivolto all’esperto di turno.
Nel loop, il loop.
Soffri. Ti curi. Paghi. Dimentichi. Ritorni a soffrire, etc.

 
Quando, da osservatore attento (esterno), ti ritrovi a comprendere un simile “giro del fumo”, allora – se sei parte interessata ad approfittare di un simile “paesaggio” – hai trovato (come si dice) l’America (il "moto perpetuo ideale ed apparente, ' per te'").
E, se sei parte interessata a sfruttare un simile “status quo, ambientale”, allora, sei/diventi anche un Punto di Riunione AntiSistemico (un servocomando a maggiore “altezza piramidale”, rispetto al resto della Massa).
Così, puoi “godere” di qualcosa del/nel quale sei, persino da Punto di Riunione AntiSistemico, servo.
Lo puoi “fare” se non ricordi più nulla, relativamente al pre “è già successo”, ossia, se ignori quello che “sei”.
Ricorda, allora:
  • il “non avere risposte fondamentali”, non significa che non esistono, oppure, che è un discorso che non puoi capire, oppure che è un ambito divino e troppo grande per te
perché
  • si tratta di te
  • e tu sei, quindi, parte (fondamentale e centrale) sovrana, in causa.
Un bovino ha idea di quello che “è”. Molto probabilmente, no.
  
E non ha idea, nemmeno, di quello che lo attende, una volta giudicato pronto per essere “fatto a pezzi”.
Eppure, va "avanti" così.
Perchè è stato ridotto e tradotto in cattività.
Ossia, gli animali dei quali ti nutri, hanno subito un trattamento millenario di trasformazione, passando da animali spontanei aprodotto “fresco” confezionato per la tavola.
Ma... non ti sentire troppo “distante” dalla loro “condizione”, poiché, essi ritraggono la tua, nella sostanza frattale espansa che contraddistingue l’intera infrastruttura reale potenziale vs reale manifesto, “qua, così”.
È, quindi, “sempre di te, che si ‘parla’”.
Anche quando non lo sembra affatto.

 
L’informazione è controllata by dominante, ma non solo.
Infatti, l’informazione è soprattutto di calibro derivante dalla memoria frattale espansa, che ti raggiunge sempre e comunque, codificata attraverso un codice sempre alla tua altezza.
Solo che, tu non sei in te, per cui… tale decodifica la ottieni “lato dominante, centrale”. Come se… non fossi tu a tradurre in significato palpabile, tale informazione genuina per te “lato tuo, centrale”. Anzi, come se… non fossi tu a farlo, ma… “tu” (alias: la dominante stessa, che incarni e che ti caratterizza causalmente).
Che cosa ti raggiunge “qua, così”, allora?
  
Informazione “lato tuo, centrale”, che ritraduci da una posizione di servitù, di fatto; da un centro decentralizzato, che si apre e dipende da un centro di massa, che è collocato al di là di te… e messo a punto mediante le qualità attribuite a Dio (dalla grande concentrazione di massa, dominante):
  • in leva
  • non localmente
  • ubiquamente
  • wireless
per mezzo del centro di elaborazione dominante (la compresenza, non manifesta, per propria intenzione in quanto... strategia funzionale).
Chi è sovrappeso ora è più in salute che negli anni Settanta
"Rispetto agli anni Settanta, gli individui sovrappeso oggi hanno un tasso di mortalità più basso in rapporto ai cosiddetti individui di peso normale" afferma Borge Nordestgaard, docente dell'università di Copenaghen e dell'ospedale universitario di Copenaghen.
"Non conosciamo il motivo di questo cambiamento"…
Le autorità sanitarie da decenni mettono in guardia contro i rischi per la salute legati a un eccesso di peso, come diabete e malattie cardiovascolari. Nordestgaard ha detto che le ultime scoperte suggeriscono "la necessità di rivedere le categorie utilizzate oggi per definire il sovrappeso, basate su dati precedenti agli anni Novanta". Tuttavia i ricercatori hanno avvertito che i meccanismi biologici dietro ai risultati dello studio non sono stati compresi e questo non va interpretato come un via libera a mangiare qualunque cosa.
"Ma forse chi è in sovrappeso non deve preoccuparsi quanto prima" ha detto Nordestgaard.
Link
"Forse...".
Nasa: Scoperti 1.284 nuovi pianeti fuori da sistema solare.
La Nasa ha annunciato la scoperta di 1.284 pianeti avvenuta grazie a una nuova tecnica di analisi dei dati di cui dispone il telescopio spaziale Kepler.
Si tratta della più grande scoperta di pianeti esterni al sistema solare mai annunciata finora in un solo giorno.
Dei circa 5mila "candidati pianeti" scoperti fino a oggi, salgono così a 3.200 quelli verificati come tali, e 2.325 di questi sono stati scoperti da Kepler.
"Con questo annuncio risulta più che raddoppiato il numero di pianeti di cui Keplero ha confermato l'esistenza", ha detto Ellen Stofan, capo scienziato al quartier generale della Nasa a Washington.
E ha aggiunto:
"questo ci dà speranza che lì fuori, intorno a una stella simile alla nostra, possiamo alla fine scoprire un'altra Terra". La Nasa comunica che nella nuova lista di pianeti la cui esistenza è stata confermata da Kepler, circa 550 potrebbero essere pianeti rocciosi come la Terra, in base alle loro dimensioni.
Link
Questo ci dà speranza che lì fuori, intorno a una stella simile alla nostra, possiamo alla fine scoprire un'altra Terra (per farne che? Per trattarla come... questa Terra?).
Ci sono due “tendenze” sottili, in atto nella/sulla società umana:
  1. quella, della quale ti puoi accorgere, inerente al settore militare, tecnologico spaziale, genetico (tutto ciò che è "distante" dalla Massa)
  2. quella, della quale ti puoi accorgere, inerente a tutto il resto (che è molto "vicino" alla Massa).
Nella prima c’è perfezione realizzata. Nella seconda c’è perfezione sottile.
La cartina di tornasole, perfetta, è l’ambito della vettura dedicata all’uso civile, che è rispettivamente, una tecnologia:
  • costantemente avveniristica, per quanto riguarda elettronica, informatica, linea, design, stile, prestazione, etc.
  • costantemente retro, per quanto riguarda tipologia di alimentazione, funzionamento del motore, tipi di carburante, consumi, etc.
Senza ombra di dubbio, le ammiraglie delle marche per auto civili” non hanno nulla a che fare, con quella perfezione sostanziale, che è caratteristica della prima linea di tendenza, in atto a livello planetario.
La tecnologia sviluppata per “fare la guerra” è, ad esempio, di altro livello rispetto a quella “dedicata” al consumo civile.
E... se, ciò, ti sembra normale, renditi conto che non lo è per nulla.
E non è solo una questione di costi, semmai, questa è la scusa per mezzo della quale ti auto convinci. Se con la genetica più avanzata, gli esperti sono in grado di “realizzare, in laboratorio, la vita (costruzione del primo batterio artificiale, in laboratorio), con l’industria alimentare – dedicata alla Massa – è come se vivessi in un’altra epoca, diciamo, costantemente “medioevale”.
Il tipo di prodotti sfornati dalle industrie, è la risultante di un interesse, di parte, volto non solo allo sfruttamento del proprio business, bensì, direzionato soprattutto al mantenere la Massa in un certo “stato psicofisico complessivo” (ed, in questo, puoi accorgerti della prima linea di tendenza, celata tra le righe o, meglio, tra gli ingredienti e le disposizioni di legge).
Per cui, nella sostanza, ritrovi sempre “quella sottile linea” della costante “perfezione (dominante)”, in atto.
La tecnologia spaziale o militare o genetica, etc. è riversa anche nella/sulla società umana, ma in una maniera “altra (trasversale/centrale)”, rispetto all’utilizzo “teorico”.
Nel momento in cui, infatti, sulla “tavola imbandita” si trova centralmente, la Massa (in qualità di pietanza), l’interesse in gioco la divide in tante singole “porzioni”, da offrire alle parti in contesa che, d’assieme, favoriscono inconsciamente l’unica “parte dominante”.
La perfezione è, quindi “qua, così”, qualcosa che ritrovi sempre ma, esulando dal contesto “sociale evolutivo ‘lato proprio, centrale’ della Massa”. Come se ci fosse qualcosa/qualcuno, che “non rientra più nel discorso della Massa”, che si è discostato, isolato, celato, mascherato, reso non visibile per mezzo del “non ricordo”, della cancellazione della memoria e, dunque, dell’esperienza massiva e singolare massiva.
Le “tradizioni” sono, tuttavia, rimaste.
Vero. Ma cosa veicolano, ormai?
Feste del consumismo alimentare e religioso, economico e di parte, festaiolo e disinteressato, rispetto alla sostanza sperduta tra le pieghe di qualcosa che vivi superficialmente.
  
Cosa c'è "sotto alla superficie del tempo"? Ingranaggi, tecnologia, conoscenza, intenzione, progetto... dominante.
In fisica, per radiazione si intende la propagazione di energia tramite onde e/o corpuscoli; nel caso della radiazione elettromagnetica, questa si riferisce all'energia elettromagnetica, responsabile della propagazione di un'onda nel campo elettromagnetico.
Si tratta di un fenomeno sia ondulatorio, sia corpuscolare:
  • il fenomeno ondulatorio è dato da un'onda nel campo elettrico e nel campo magnetico ed è descritto matematicamente come soluzione dell'equazione delle onde, a sua volta ottenuta a partire dalle equazioni di Maxwell secondo la teoria dell'elettrodinamica classica...
  • la natura corpuscolare, o quantizzata, può essere descritta invece come un flusso di fotoni, che nel vuoto viaggiano alla velocità della luce. Questo fatto fu reso noto dagli studi di fisica moderna dell'inizio del XX secolo, che hanno riconosciuto nel fotone il mediatore associato all'interazione elettromagnetica, secondo il modello standard.
La radiazione elettromagnetica può propagarsi nel vuoto, in mezzi poco densi come l'atmosfera, oppure in strutture guidanti come le guide d'onda.
Le applicazioni tecnologiche che sfruttano la radiazione elettromagnetica sono svariate. In generale si possono distinguere due macrofamiglie applicative:
nella prima figurano le onde elettromagnetiche utilizzate per trasportare informazioni (radiocomunicazioni come radio, televisione, telefoni cellulari, satelliti artificiali, radar, radiografie), nella seconda quelle per trasportare energia, come il forno a microonde…
Link
Dunque, una "teoria del trasporto/comunicazione (segnale portante)".
Ora, "allacciati le cinture di sicurezza" e... procedi oltre.
In fisica l'interazione elettromagnetica è una delle quattro interazioni fondamentali descritte dal Modello standard, il cui mediatore è il fotone.
Con il termine elettromagnetismo si indica la particolare branca della fisica classica avente come oggetto di studio l'interazione elettromagnetica.
Essa costituisce una teoria scientifica fondamentale che ha permesso di spiegare fenomeni naturali come l'elettricità, il magnetismo e la luce ed è stato il primo esempio in fisica di unificazione di due diverse forze, quella elettrica e quella magnetica.
L'interazione elettromagnetica è responsabile dell'interazione tra oggetti che possiedono carica elettrica, che sono a loro volta "sorgenti" del campo elettromagnetico che ne rappresenta l'interazione in ogni punto dello spazio.
Tale campo si propaga nello spazio sotto forma di radiazione elettromagnetica, un fenomeno ondulatorio che non richiede alcun mezzo materiale per propagarsi e che nel vuoto viaggia alla velocità della luce.
Tale forza ammette come caso particolare i fenomeni elettrostatici (es. elettricità) e i fenomeni magnetostatici (es. magnetismo) e a tale interazione fondamentale si possono ricondurre molti altri fenomeni fisici macroscopici quali ad esempio l'attrito, lo spostamento di un corpo a mezzo di una forza di contatto ecc...
L'elettrodinamica classica è invece la teoria dei campi elettromagnetici generati da un insieme di cariche elettriche in moto, formulata secondo i principi della teoria della relatività.
L'elettrodinamica quantistica infine è una teoria quantistica del campo elettromagnetico, appartenente alla fisica moderna, che include la teoria della relatività ristretta e che descrive tutti i fenomeni che coinvolgono le particelle elettricamente cariche.
Dalla teoria elettromagnetica si originano importanti branche teorico-applicative riguardanti le correnti elettriche attraverso la teoria dei circuiti, l'elettrotecnica e l'elettronica
Link
La teoria dell'elettromagnetismo è stata sviluppata a partire dal XIX secolo e nasce dall'osservazione di una correlazione tra i fenomeni dell'elettricità e del magnetismo, che prima di allora erano stati scoperti e trattati separatamente.
L'elettricità è stata scoperta in seguito all'evidenza sperimentale dell'attrazione o la repulsione tra corpi dotati di carica elettrica, corrispondente a due stati di elettrizzazione della materia, detti positivo e negativo:
corpi elettrizzati entrambi positivamente o entrambi negativamente si respingono, mentre corpi elettrizzati in modo opposto si attraggono.
A partire da questo fatto, nella seconda metà del diciottesimo secolo Charles Augustin de Coulomb formulò la legge di Coulomb, che quantifica la forza elettrica attrattiva o repulsiva che due corpi puntiformi carichi elettricamente si scambiano a distanza.
A partire da tale legge è possibile affermare che un corpo carico elettricamente produce nello spazio circostante un campo elettrico tale per cui, se si introduce una carica elettrica, questa risente l'effetto di una forza, detta forza di Coulomb, direttamente proporzionale al prodotto delle due cariche e inversamente proporzionale al quadrato della loro distanza…
Link
Come, forse, puoi notare (accorgerti)… queste nozioni tendono a sfuggirti (non le capisci). Se sei un esperto, forse, ti diranno qualcosa “in più”, ma… sostanzialmente, anche tu tendi a farti andare bene un certo “sapere”, che prendi per buono, poiché 1) hai studiato per decenni, 2) ti permette di lavorare e 3) fondamentalmente, credi di non fare nulla di male.
La “corrente (di qualsiasi tipo)” è una forza che produce una qualche entità o, meglio, un certo “funzionare d’assieme” ma, ad un altro livello (dimensione fisica) rispetto a quello nel quale sei, tu, ora.
A partire da una certa “grandezza, per te “qua, così”, la materia diventa come invisibile. Per cui, “è come se”non esistesse affatto.
Eppure c’è e “conta eccome”.
Quindi, come puoi sostenere che “non esista la ragione fondamentale, dominante (che ha le stesse caratteristiche frattali espanse)”?
Che, per essere chiari, non è invisibile perché è minuscola, ma, non la prendi più in considerazione, avendola dimenticata non casualmente.

 
Te ne devi rendere conto… quindi… ritornando a riassumerla a livello frattale espanso, partendo da ogni “traccia” che inevitabilmente lascia nell’ambiente in cui “è”.
Ad esempio, una “unità d’intento, bancaria”, che cosa rappresenta frattalmente? E quando parla di:
  • miglioramento del dividendo
  • risultati superiori alle attese
  • anche il trimestre in corso sarà positivo
  • chiudere un anno altrettanto positivo dell'anno passato
  • la dimensione del miglioramento dipenderà dalla dimensione del progresso nella parte utili
  • margine d'interesse
  • una crescita a doppia cifra
  • una proiezione con un incremento comunque importante
  • nuovo piano strategico
Cosa intende sostenere?
Per il piano non abbiamo fissato ancora una data precisa, ma il periodo è quello autunnale, orientativamente sarà nel mese di novembre”:
  • il periodo contrassegnato dalla “commemorazione dei… defunti”.
Ecco la notizia, in questione. Come la leggi? Come la eleggi a livello di normalità?
Mediobanca, Nagel: puntiamo a un miglioramento del dividendo.
Dopo aver archiviato un terzo trimestre 2015-2016 con risultati superiori alle attese, Mediobanca ritiene che anche il trimestre in corso sarà positivo e confida in una chiusura d'esercizio che consenta un possibile incremento del dividendo.
Lo ha detto l'Ad di piazzetta Cuccia, Alberto Nagel, nel briefing telefonico con la stampa sui risultati dei primi 9 mesi dell'esercizio 2015-2016.
"Siamo ragionevolmente convinti che anche questo trimestre sarà un buon trimestre. Se non ci saranno ulteriori eventi straordinari di tipo negativo, dovremmo poter chiudere un anno altrettanto positivo dell'anno passato e dovremmo puntare anche a un miglioramento del dividendo. La dimensione del miglioramento dipenderà dalla dimensione del progresso nella parte utili", ha dichiarato Nagel.
Per quanto riguarda il margine d'interesse, Nagel ha escluso che per fine esercizio si possa avere una crescita a doppia cifra: "Avremo una proiezione con un incremento comunque importante, ma sarà a una sola cifra".
L'Ad di Mediobanca ha infine confermato che il nuovo piano strategico sarà definito in autunno. "Per il piano non abbiamo fissato ancora una data precisa, ma il periodo è quello autunnale, orientativamente sarà nel mese di novembre".
Link
Accorgiti che, quando “parlano di/in questi termini aziendali, è a te che contano di ‘fare la festa’. Sei tu la pietanza, che servono alla loro tavola imbandita. I loro conti, si basano su ciò che ‘faranno a te’…”.
Sulla tua "risposta (eco)".
Il “piano” ti prevede. Gli “utili” sono… i loro, a discapito tuo.
Succede perché... la dominante ha “inteso” lasciare la Massa con “la coperta sempre troppo corta (all’apparenza)”.
Trasformando, inducendo chiunque ad essere disponibile a… sfruttare la debolezza altrui (come la “natura” riflette a pieno).
Una condizione, tuttavia, altro che naturale. Al contrario, nel momento in cui, la “natura” non è esattamente quello che sei portato/a a pensare “qua, così”.
La natura è una risposta frattale espansa, di tipo ambientale:
un riflesso della Massa umana (dominante apparentemente, sulla Terra) e, a sua volta, dominata (inconsciamente).
La questione è, dunque, di tipo vibrazionale:
essendo “energia (potenziale) materializzata/incarnata (manifesta)”.
 
Ogni “sostanza (compreso/a te)” ha una certa caratteristica individuale e d’assieme (classificazione piramidale). Ergo:
le frequenze individuali cambiano, così come cambia il codice fiscale e le impronte digitali.
Quale frequenza è la “tua”? Non lo sai.
Perché, di te, non ricordi più nulla.
Ma, questo “non ricordare” può essere anche il segnale frattale espanso che t’ispira, in ogni caso, a non ritenerti nemmeno ingabbiato in una certa frequenza/lunghezza d’onda.
Cioè, tu non sei nemmeno caratterizzato da una certa frequenza, perché, sei qualcosa che “è, ad ampio spettro d’azione (come i dispostivi oscillanti, a lunghezze multiple, di Georges Lakhovsky, ad esempio)”.
Ossia, la tua frequenza è:
  • l’esserle tutte, una per una ed assieme, allo stesso tempo.
Tu hai, così, necessità di una esposizione a tutte le frequenze, contemporaneamente, al fine di riallineare tutte le tue parti che, a quel punto, potranno sincronizzarsi da sé, all’unico segnale portante modulato “lato tuo, centrale”.
Ok?
Ora, le frequenze degli elementi “da tavola”, coi quali pensi di nutrirti, sono le portatrici della “valenza nutriente/sostanziale”. Non è tanto, la materia, quanto la sua portata (valenza energetica, marchio, timbro, etc.) frequenziale, l’apporto di “energia, significato, forza, centralità, vigore, vita, etc.”.
E tale frequenza è, allora, qualcosa che “è ‘on air’”, piuttosto che “nel piatto, nell’orto, al supermercato”.
Per mezzo della tal frequenza, ti puoi “nutrire”.
Per mezzo del “nulla”, quindi, puoi trarre “senso, direzione, continuità, energia, etc.”.
La prossima citazione non è una pubblicità. È solo una riprova frattale espansa, della situazione nella quale “sei, ‘qua così’”.
Lemalo è l'azienda che progetta, fabbrica e distribuisce in Italia e all'estero le apparecchiature automatiche per l'esecuzione dei test per le intolleranze alimentari.

L'Azienda non vende al pubblico ma solo alle aziende
Un numero sempre crescente di persone soffre di intolleranze alimentari, causate in primo luogo dai cambiamenti avvenuti negli ultimi dieci anni nelle abitudini alimentari.
Lo stress, le dipendenze (alcool, fumo, caffè, droghe, ecc.) gli inquinamenti ambientali hanno accentuato il problema.
Il fenomeno delle intolleranze alimentari può provocare alterazioni a carico di qualsiasi organo, apparato o sistema con la comparsa di sintomi a distanza, anche di alcuni giorni, a cui diamo in alcuni casi, scarsa importanza, ma le tossine che si formano durante i processi di intolleranze alimentari hanno un organo bersaglio, per ciascuno di noi, di solito quello più debole.
Combattere il problema significa individuare gli alimenti a noi dannosi ed eliminarli dalla nostra alimentazione per un periodo che dipende dal grado di reazione riscontrato.
Il Creavutest è un test convalidato dagli studi ago punturali, nei concetti della Eav (Elettro Ago Puntura diagnostica),secondo Voll e altri, Schmitt, Leber, Meletani, etc.
Studiosi occidentali che hanno perfezionato, codificato, integrato i vari studi e reso elettromisurabili e clinicamente validati i punti ed i concetti della agopuntura classica della medicina tradizionale cinese, che è una medicina soprattutto di disturbi funzionali d'organo, come quelli causabili da intolleranze e medicina di misura e di riequilibrio bioernegetici.
Concetti in parte ripresi ed usati nei test tipo Vega ed altri test Ber (Bio Electro Responsivity or Bio Electro Resistività) e di medicina quantistica, molto usati negli Usa e nell'Europa Continentale (soprattutto in Germania)...
Link
Anche se “non ci hai capito nulla”, SPS è certo che – nella sostanza – ti sei fatto/a una certa “sensazione”, relativamente a questa ultima lettura.
Se “condotta con prospettiva aperta, per mezzo della lente frattale espansa ‘lato tuo, centrale’”, allora avrai tratto informazione diretta per te (concetto seme).
Nota bene...
Codici e formule.
Il computer radionico è completo di un manuale relativo ai codici e di uno relativo alle formule, che sono il frutto di molti anni di ricerca in tutto il mondo.
Con “codice” si intende il valore o schema di radiazioni di sostanze viventi e non viventi, inclusi gli organi, le funzioni mentali, le radiazioni auriche, gli schemi spirituali, ecc.
Ognuno di questi ha il proprio schema di frequenza di radiazione, generalmente chiamato “codice”.
Esso si esprime tramite una serie di numeri, che andremo ad impostare sui vari selettori numerici del computer.
Riusciremo così ad equilibrare l’energia mancante o in eccesso, operando direttamente sul fisico, oppure su un “testimone”, con il medesimo risultato.
Il manuale delle formule, come dice la parola stessa, è composto da formule per tutti i tipi di patologie e sono composte da quattro o più prodotti che agiscono in sinergia fra loro per eliminare il problema voluto, già predisposte con le “Rate” e diluizioni omeopatiche consigliate…
Link
Certo: non ci crederai, perchè applichi il “metodo scientifico (deviato)”.
Per cui, continua pure a credere di sapere quello che ti dicono.
E, ricorda, la tavola dominante è sempre imbandita, "di/con te".
Una serie sempre più abbondante di ricerche mette in relazione i cicli solari e gli episodi di Emc con ogni sorta di eventi, dagli attacchi cardiaci ai crolli del mercato finanziario.
Tanto è vero che alcuni studi hanno dimostrato negli anni un aumento dei ricoveri per depressione e un incremento del numero di suicidi durante i periodi caratterizzati da disturbi della magnetosfera terrestre rispetto ai periodi di calma, scrive la Reuters.
Sulla relazione tra tempesta magnetica e investimento azionario esiste persino una ricerca della Federal Reserve di Atlanta del 2003...
Gli autori Anna Krivelyova del Boston College e Cesare Robotti dell'Atlanta Federal Reserve avevano sostenuto nel documento che tempeste solari possono influenzare anche la Borsa.
Lo studio suggerisce che gli investitori, disturbati involontariamente dall'attività di origine spaziale, sarebbero propensi all'ansia e alla depressione, che a loro volta li inducono ad assumere rischi non necessari.
Inoltre:
verrebbe favorita la tanto controversa vendita allo scoperto sui titoli del comparto finanziario, un'operazione vietata proprio qualche giorno fa dalle autorità di Francia, Spagna, Belgio e Italia.
Tuttavia, l'angosciosa altalena vissuta dalle Borse di mezzo mondo e gli scontri nel Regno Unito, due episodi drammatici avvenuti però quasi in concomitanza, potrebbero essere semplice casualità.
I trader, i gestori di hedge fund e gli operatori non potranno però dormire sogni tranquilli:
altre tempeste sono difatti attese nei prossimi mesi. Gli esperti della National Oceanographic and Atmospheric Administration (la Noaa) prevedono per il futuro un'intensificazione delle tempeste solari, fino a un picco previsto per il 2013
Link
Gli autori Anna Krivelyova del Boston College e Cesare Robotti dell'Atlanta Federal Reserve avevano sostenuto nel documento che tempeste solari possono influenzare anche la Borsa (la Borsa è "manipolata". È... diverso).
Lo studio suggerisce che gli investitori, disturbati involontariamente dall'attività di origine spaziale, sarebbero propensi all'ansia e alla depressione, che a loro volta li inducono ad assumere rischi non necessari (no... questa è l'avidità umana, sotto all'influsso delle banche centrali "qua, così").

La tanto controversa vendita allo scoperto sui titoli (è opera della portante modulata dominante. Altro che “tempeste magnetiche.
La simbologia della “tempesta” è, però, centrale.
E da “lì”, che passa il segnale frattale espanso:
  • legge
  • strumento
e
  • memoria.
Tutto ciò “aiuta” a digerire un po’ meglio, tanta speculazione di origine assolutamente umana, a Filtro di Semplificazione attivo.
Le attività extra planetarie sono tutte da dimostrare, visto che “nello spazio… non ci sei mai andato/a e, dunque, non puoi sapere se esiste realmente”.
Se hai mai giocato ad un moderno gioco elettronico interattivo, per consolle dedicate, ti sarai accorto/a del livello di assoluta fedeltà realistica incorporato, rappresentato ed evocato/realizzato.
Qualcosa che “sembra tanto reale… quanto le riprese provenienti dalle varie sonde e/o telescopi, sparsi per i ‘quattro angoli del mondo’”.
Cosa è reale? Quello che vedono e trasmettono le “macchine”?
Se tu sei cieco/a, costruisci macchine cieche (ignorando, tu, cosa sia il “vedere”, come può la tua macchina, di conseguenza, “vedere”?).
Accorgiti (tutto è nell’aria, essendo vibrazione. Così, come nell’aria, scorrono fiumi di denaro elettronico/virtuale che, alla ricezione viene trasformato in materia, nel momento in cui “te lo guadagni, ne hai diritto ‘qua così’ e lo spendi, comprando fisicamente qualcosa”

 
Prima di quel momento, la condizione virtuale del denaro, lo rende solo informazione (onda). Poi, la tua azione diretta, lo rende prezioso, rilevante, determinante, etc. (particella)…
Non riconoscendone tale caratteristica, l’onda denaro rimane solo come tale:
non manifesta, invisibile e, dunque, nel tempo, dimenticabile...
  • in “un mondo sempre perfetto, ma dipinto di altra… tinta, ‘lato tuo, centrale (In Comunione)’”.
   
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2016/Prospettivavita@gmail.com
Bollettino SPS numero 1817
  
 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.