giovedì 3 dicembre 2015

Una forza divaricante per ogni tipo di “Caverna”.



 
Riducendo la percentuale di ossigeno nell’aria (che respiri), a livello Planetario, “in un sol colpo” si ottiene che l’intero genere umano inizi a “dimenticare”. Non ci credi? È un problema tuo.
Trova le informazioni e “apri la prospettiva (accorgiti)”.
Le “malattie” sono la derivazione dello sprofondare progressivamente dentro ad uno “Stato”. In ogni senso…
Il Mondo intero è una appartenenza. Per cui è in uno Stato ben preciso.
Te ne rendi conto, per mezzo di “tutto”, ma solo se poni l’attenzione dal tuo centro e la mantieni, poi, coerentemente. In maniera tale da ancorare quel “momento”, così come ci si rassicura di fissare bene la cima della propria barca, alla "terraferma"... una volta attraccati in porto.
Usualmente, invece, è come se tu entrassi in porto, scendessi dalla “tua” barca e la lasciassi in balia della corrente e degli altri, dimenticandola ben presto.
Perché “pensi sempre ad altro (altro, rispetto a chi/cosa? Rispetto a ciò che è causa dominante,"qua, così")”? Perchénon è questo il punto, visto che:
  • non pensi nemmeno ma, consegui (hai l’impressione di pensare).
Che cosa fa un “ricevitore”? Riceve. Che altro? Riceve informazioni relative a come deve comportarsi. Al limite, forse forse, le elabora. Ossia, le decodifica e le mette in pratica.
Ora, pensa a come sia importante la percentuale di ossigeno (leva non locale), per il “buon” funzionamento mediato del “tuo” corpo. Abbassandone i livelli contenuti nell’aria (la “natura”), è possibile abbassare il livello di efficienza propria, espresso dagli esseri umani. Come ti spieghi, alla massima ottava, l’inquinamento (in ogni sua forma)? Come ti spieghi le leggi che lo hanno permesso e lo permettono?
Come ti spieghi “un Mondo alla rovescia”?
Come ti spieghi le malattie d’ogni tipo e genere?
Come ti spieghi “ogni male moderno e storico”?
   
Con meno ossigeno disponibile, ti avvicini ad una soglia paragonabile all’ipnosi. Che cosa ricordi e che cosa dimentichi? Ricordi ciò che fai spesso o sempre (le abitudini). Dimentichi ciò che… devi dimenticare.
Il “potenziometro”, reo di regolare il flusso di ossigeno, è nelle mani altrui. Nell’intenzione non più osservabile del Dominio. Non è la natura. Non è il Pianeta. Non sono gli esseri umani. Non è “Dio”. Ma è, altresì, il Dominio.
La forma originale di Dio. Dalla quale (dima) è sorto il mito, ogni mito (Dio compreso).
SPS è stanco di leggere nel Mondo, la "guerra tra poveri" (perché impoveriti dentro). Svegliati! Questo monito è riservato a tutti, ad ogni “credo (sempre parziale)”. Credi nel Dominio, ossia, “che esiste ed è esattamente come te, in carne ossa, pregi e difetti”:
la causa dominante.


Alza lo sguardo. Apri la prospettiva. Lascia perdere ogni “stupidata (secondarietà, effetto)”. Applica anche la sola “logica”. Quella capacità che ti è rimasta “qua, così”, capace di condurti fuori dal pantano del reale manifesto.
Accidenti. Non hai figli? Non hai famiglia? Non hai fratelli e/o sorelle? Hai dei genitori. Hai degli amici. Ci sono delle persone a cui tieni veramente? Hai a cuore te stesso/a? E allora?
Smetti di recitare la “tua” parte, descritta da qualcun altro.
A questo punto, ti occorre una frequenza musicale adatta. Ascolta qua o clicca sotto (potrebbe esserci una pubblicità in testa, guarda caso).



“Qua, così” ti hanno fatto il lavaggio del cervello ed, “ora”, ti stanno mantenendo in uno stato di conservazione e di lenta consumazione. Perché così “servi”.
È ancora di più della “rana bollita”.
Ogni “teoria” è smontabile, compresa quella di SPS (fintantoché la ritieni solo una teoria). Per cui, visto che “qua così, sai quello che ti dicono”… allora, che cosa sai? Sai quello che devi sapere, così… consegui, limitandoti, anzi, auto limitandoti (per tacito consenso). La causa rimane sempre al di fuori, pur essendo perfettamente al di dentro (con te).
È possibile invadere, senza l’utilizzo di un costoso esercito in armi? Sì. Lo hanno già fatto. La "propaganda (il "tam tam")" è una di queste armi. Una invasione silenziosa, fatta di “idee preconcette”. Di “Verbi” e regole. Di fede, credo, dogmi, leggi, etc. Di stupidate virali…
Senza mancare di rispetto a chicchessia: svegliati!
Sì, perché “è ora”.



Renzi: Pil meglio di previsioni inizio anno. Aiutare 18enni dovere Governo
Le cose finalmente iniziano a marciare. Vogliamo fare di più. Lo scrive il segretario Pd Matteo Renzi in una lettera agli iscritti.
E ancora:
"Aiutare i diciottenni a ricordare chi siamo mi sembra un dovere per un Governo, altro che mancia elettorale. Che ne pensate? Ci sono molte polemiche per il fatto che abbiamo deciso di coinvolgere i diciottenni in un progetto educativo e culturale - aggiunge. Come risposta alla crisi di valori abbiamo pensato di offrire a chi diventa maggiorenne la possibilità per un anno di andare a teatro, alle mostre, nei musei, al cinema, agli spettacoli dal vivo utilizzando un bonus di 500 euro, lo stesso che abbiamo predisposto anche per i professori.
A me sembra bello che chi diventa maggiorenne acquisti dei diritti, ma anche dei doveri. E il primo dovere è sapere chi siamo. La cultura, il teatro, la musica, il cinema, l'educazione sono elementi costitutivi dell'essere cittadini italiani".
Link
  • aiutare i diciottenni a ricordare chi siamo (chi/cosa? "Siamo" e non "siano/sono")
  • il primo dovere è sapere chi siamo (questo è prendere atto di chi sei, a partire dai contenuti che trovi "qua, così". Questa è propaganda degli "usi e costumi" ma, non è "chi/cosa sei tu")…
Chi sei? Visto che non lo ricordi più, te lo dicono loro. Loro, chi? Gli esponenti del Governo, le Autorità, le Istituzioni, le “cariche dello Stato”.
Ciò che è predisposto ad una simile funzione di “educazione”.

SPS s’esprime da questa frequenza da molto tempo, ed è una colonna – ormai – rispetto alle tante sottobanderuole, esposte al vento del Dominio. Se pensi di cambiare qualcosa, arrestando tutti i politici (chi lo farebbe?), ti illudi ancora una volta.
Cambiare in questo modo è “non cambiare nulla” (la polvere che alzi per aria, ritorna sempre a depositarsi per terra).
Ogni persona è, potenzialmente, “ancora lo stesso politico, che hai tolto di mezzo”. Perché? Perché vivi in una condizione di "tentazione/mancanza", visto che dipendi da tutto.
E questo “tutto”, chi/cosa te lo rifornisce, ogni volta?
Ecco. Vedi? Sei giunto/a al “vuoto”. Nello spazio che separa il vertice dal vortice (la piramide ha la cima mancante o, meglio, distaccata).
In questa sorta di “nulla”, tu ritorni sempre indietro. Resettato/a, ogni volta.
Chi lascia la strada vecchia, per quella nuova, sa quello che lascia, ma non sa quello che trova”.
Paura. Che drena il coraggio (quello autentico, non una prova di forza muscolare).

Zuckerberg diventa papà e annuncia: "Donerò 99% azioni Facebook".
"Priscilla e io siamo contentissimi di dare il benvenuto alla nostra figlia Max in questo mondo". Con questo post, pubblicato sulla sua pagina Facebook, Mark Zuckerberg ha annunciato di essere diventato papà, comunicando appunto che il nome della figlia è Max.
In una lunga lettera indirizzata a Max, poi, Zuckerberg e la moglie annunciano che nel corso della vita intendono devolvere il 99% delle loro azioni Facebook, attualmente pari a circa 45 miliardi di dollari, a una associazione filantropica che loro stessi creeranno, la Chan Zuckerberg Initiative.
Il tutto per provare a consegnare alla figlia e a tutti i bambini un mondo migliore.
"Come tutti i genitori vogliamo che tu cresca in un mondo migliore rispetto al nostro di oggi", scrivono. "Faremo la nostra parte per far sì che questo succeda, non solo perché ti amiamo ma anche perché abbiamo una responsabilità morale verso tutti i bambini della prossima generazione", aggiungono i neogenitori.
"Sappiamo che il nostro è un piccolo contributo in confronto a tutte le risorse e ai talenti di coloro che già lavorano su queste questioni. Ma vogliamo fare quel che possiamo, lavorando a fianco di molti altri", proseguono.
L'obiettivo della donazione dei fondi, tramite la Chan Zuckerberg Initiative, è di "far avanzare il potenziale umano" e "promuovere l'uguaglianza per tutti i bambini nella prossima generazione", spiegano Mark Zuckerberg e Priscilla Chan, aggiungendo che gli ambiti su cui si concentreranno inizialmente saranno istruzione, cura delle malattie, mettere in relazione le persone e costruire comunità forti.
Link
Domanda:
anche i bambini islamici, rientrano in quel generico "tutti i bambini"?
  • Zuckerberg e la moglie annunciano che nel corso della vita intendono devolvere il 99% delle loro azioni Facebook, attualmente pari a circa 45 miliardi di dollari, a una associazione filantropica che loro stessi creeranno, la Chan Zuckerberg Initiative (le azioni saranno “ancora loro” ma, solo riconfigurate legalmente sotto ad altra forma. Il "risparmio" è così assicurato)
  • il tutto per provare a consegnare alla figlia e a tutti i bambini un mondo migliore (quindi, l’assunto è che questo Mondo sia “peggiore”. Perché? La “mossa tattica” – il recitare e non accorgersi di farlo - è sempre lo stessa: ripartire. Ma, ripartire, significa anche affondare in ciò che c’è. Perché è da lì che nascono le nuove idee. Ed è lì dove affondano le “tue” radici).
L'obiettivo della donazione dei fondi, tramite la Chan Zuckerberg Initiative, è di "far avanzare il potenziale umano" e "promuovere l'uguaglianza per tutti i bambini nella prossima generazione", spiegano Mark Zuckerberg e Priscilla Chan, aggiungendo che gli ambiti su cui si concentreranno inizialmente saranno istruzione, cura delle malattie, mettere in relazione le persone e costruire comunità forti:
  • ossia, rafforzare lo status quo (perché “qua, così” le persone sono sotto ad incanto, nonché... asfissiano per mancanza di ossigenazione).

Il gatto che si morde la coda? Sì ma, questa volta, SPS ha individuato la causa dominante.
Il vortice è aperto. Il loop denunciato, per quello che è:
una dominazione non manifesta, per opera di un attore unico (un gruppo di esseri umani del “primo tempo”).
Coloro che non dimenticano, hanno sempre la meglio su… “tutti gli altri”.

Nel "mezzo" mettici tutto quello che vuoi. La cultura, le religioni, le nazionalità, le lingue, gli usi e costumi. Il credo, la fede, le convinzioni, gli esperti, la legge, la storia deviata, le materie di studio, la tecnologia, gli interessi, il tifo, ogni opera di “bene”, il progresso, etc.
Tutto ciò rimane sempre e solo un “riempitivo” per/di quello spazio vuoto, che continua a separarti dalla causa dominante, dalla quale sei inquadrato/a e, così, consegui.
Questa coerenza (di SPS e di ogni umano accorto) è una forza spaventosa, nel senso di:
divaricante rispetto a qualsiasi tipo di “Caverna”, nella quale sei contenuto/a.
Accorgiti.

     
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com