venerdì 28 maggio 2010

Cercasi potere per chiudere "lavanderia" illegale.





Ho cercato e trovato questo concetto:
Viribus unitis (locuzione latina che significa letteralmente "con le forze unite" ed è più liberamente traducibile con "tutti assieme").
Da Wikipedia

Da qua il proverbio "l’unione fa la forza“...

Se il messaggio originale era “con le forze unite”, è possibile comprendere come questa verità sia espandibile frattalmente ad ogni ambito della creazione; anche per quanto inerente le forze latenti della singola persona. Ovvio che il concetto si applica più visivamente alle masse. Nel passato le popolazioni, le nobiltà in lotta tra di loro, i vari reami dello stesso impero, venivano chiamati ad unirsi di fronte al pericolo di una invasione straniera: conosciamo questa “strategia” praticamente in ogni epoca. 

La stessa Unione Europea, gli Stati Uniti d’America, la Federazione degli stati indipendenti Russi, etc. sono esempi di questa azione d’unità. Ogni corporazione, organizzazione, club, circolo, etc. ne è un esempio. 

La rete Internet esprime tale concetto. 

Le politiche di aggregazione delle multinazionali fagocitano i piccoli/medi per creare organismi sempre più grandi. Mentre i continenti sembrano allontanarsi l’uno dall’altro e, l’uomo sembra isolarsi sempre più nelle proprie abitazioni, in realtà stiamo assistendo al fenomeno esattamente contrario: la concentrazione. E guarda caso, l’obiettivo degli “illuminati” quale è? Una sola moneta, un solo governo, etc. Veramente pazzesco come le “carte” in tavola siano mischiate, confondendo luci per abbagli. 

Leggevo nel materiale Wingmakers, che la Terra e i suoi abitanti saranno pronti per entrare a far parte della comunità galattica, proprio quando si registrerà l’unità planetaria, di cui la rete Internet è la più grande realizzazione in tal senso.

Dunque? Dobbiamo tanto temere l’opera del potere degli “Illuminati”? Secondo me è tutto opportuno, secondo il disegno del piano divino. Ho smesso di preoccuparmi da tempo. Semmai coloro che avranno la gestione del potere unico sulla Terra, dovranno essere meritevoli di questa enorme responsabilità; ed in tal senso, i tempi stanno forgiando gli uomini che avranno un simile compito, oltre che a forgiare una tipologia di individui diversi dal solito, più aperti al lato spirituale.

Il disegno è in fase molto avanzata, anche se non sembra per nulla.

Questo Blog cerca di unire ogni forma di profano alla relativa controparte sacra, perché “tutto” è così; come la famosa mela di Platone o il simbolo del Tao insegnano

Purtroppo questo Blog, per ora, non ha numeri sufficienti per unire le persone: cosa che io sento come impellente e come missione personale. Tuttavia non mi sono ancora chiare le modalità di attuazione di questa azione. Questa mattina ho pensato a cosa potrei fare, e mi è venuto in mente innanzitutto la delineazione di un “ambito” nel quale muovermi: la finanza. Io mi occupo di molte cose, tra le quali anche di Borsa (in virtù del motto qua contenuto di sacro profano sacro).

Come è possibile applicare il concetto di “unione delle forze” in questo ambito? Avendo ben chiaro che una piccola parte dei nostri pochi soldi messi insieme possono smuovere le montagne; perché? Perchè siamo in tanti. E per questo semplice motivo possiamo fare, uniti, il bello ed il cattivo tempo.

Allora? Per oggi mi fermo a questo punto: prima voglio leggere cosa ne pensate!

C’è la possibilità di “invertire” il flusso del denaro che un certo potere unito, toglie a tutti noi quotidianamente. Esistono risorse meravigliose che operano staccate ed isolate e non fanno parte dell’Antisistema. Io sono certo che i tempi chiedono questo, e sapete perché? Perché le Borse sono delle gigantesche lavanderie di denaro sporco; levandogli quel giro di denaro che serve solo ed unicamente per “oliare” i suoi meccanismi, destinati a pulire il denaro elettronico illegale, questo enorme mostro meccanico collasserà. Dunque l’idea è di destabilizzare il mondo?

No. Solo di ripulirlo e girarlo a 180 gradi.

La crisi è una ghiotta opportunità per unirsi e trasmutare ciò che non va ed è già destinato a crollare. Non temiamo questo crollo perché è opportuno… Un "albero" malato in maniera terminale può essere abbattuto, per tempo... prima del crollo naturale...

Vi prego di diffondere questo messaggio perché non è uno scherzo! So che ci sono molti in "ascolto"...

Grazie.

Buona Vita