venerdì 16 settembre 2016

Insensibile attraverso i sensi (3)



È questo il tuo problema. Credi di poter scegliere…”.
La zampa di scimmia
Cosa descrive e racconta, Dante? Quale simbologia è codificata nella “sua” opera?
Cosa c’è di più “materiale (alias: di più vicino)” all’essere umano, appallottolato nella società umana?
L’inferno o, nel mezzo, il purgatorio. Mentre il paradiso è qualcosa di molto più inaccessibile. La “visione” dantesca è, così, molto ma molto concreta (tanto dal percepirla, simbolicamente, come una... "denuncia").
Tanto quanto lo è una vera e propria “mappa del territorio (dove il territorio è, allo stesso tempo e tuttavia, sia il reale manifesto che quello potenziale)”.
Che "cosa" c'è... sotto?
  
Allora; devi sapere che “per te, è più facile - se ‘qua così’ - andare a finire all’inferno o nel purgatorio”, dal momento in cui “è già successo”. 
Un luogo AntiSistemico, infatti, è già di per sé… quanto “auto descrive” Dante e non c’è bisogno di “andarci a finire dentro (se ti ci manifesti, già, al di dentro”.
Il “giudizio” è qualcosa che viene emesso dall’autorità, anche quando questa sembra non esserci, eppure “tutto funziona analogamente, allo stesso modo di... quando è fisicamente compresente (il “segno” di una sorta di automatismo, sempre vigile e sempre all’opera)”.
Non solo. Dante che cosa ti fa capire, "smarrendosi nella selva"?
Che “due, delle tre,” aree destinate alla tua anima”, sono “sotto alla terra”. Ossia, che il luogo del post morte è ancora “qua, così”. Segno frattale espanso che la sua indicazione riguarda il quando sei in vita e il quando sei mort3 (poiché non v’è alcuna differenza, se sempre all’interno di un giogo, lungi dal “mollare la presa”).
Che cosa c’è, allora, sotto alla terra? Sotto ai tuoi piedi. Sotto di te, nella "tua" forma attuale. Al di là di ciò che, usualmente, vedi ma non osservi a livello frattale espanso…
  
Nel mito c’è ampio spazio, anche per riuscire a colonizzare l’interno della Terra

E, anche in quel “caso”, è la simbologia che occorre interpretare, evitando di auto collassare attorno a “favole”, piuttosto che a ben precise “mappe (denunce)” auto circostanziate.

 
Il “Re del Mondo” è collocato sotto alla terra (è "non manifesto, ma compresente"), in molte opere esoteriche e misteriche. Dante, ovviamente, colloca Satana al centro della Terra (quindi, sotto di essa, alias, “nel mezzo ed al centro”).
  
Dunque: chi/cosa è... Satana (oltre al velo di mito e di paura)? Un simbolo e una compresenza materiale.
E se rimani alla sostanza emanata dalla simbologia, avendo una tua centralità, centrale… allora, tutto inizia a “parlare una lingua che, improvvisamente, ricordi di avere sempre saputo”.


L'orso è preso in rete ("crocifisso"). Non sta facendo l'equilibrista, nel senso più ordinario del termine...

Elliot sta prendendo dall’inferno di Dante, tracciando un parallelo tra il suo secolo e la visione dell’inferno del poeta fiorentino. Per entrambi gli scrittori, la società era diventata corrotta e soprattutto indifferente.
Ed Elliott sentì che la Gran Bretagna del xx secolo, era piena di anime perdute”.
Our Kind of Traitor
Che cosa puoi denotare, da una simile citazione filmografica (non di certo, fine a se stessa e nemmeno solo facente parte dell’incanto AntiSistemico by dominante “qua, così”)? Che:
  • sia la società umana, al tempo di Dante
che
  • quella al tempo di Elliott
  • avevano (hanno) la medesima caratteristica e configurazione...
  • per entrambi gli scrittori, la società era diventata corrotta e soprattutto indifferentepiena di anime perdute”.
Quindi, in questa maniera, hai come la possibilità di “ritornare indietro nel tempo”, per alfine riuscire a comprendere che “ieri era già come oggi, non essendoci alcuna sostanziale differenza, poiché ‘è già successo’”.
Il tempo porta via tutto con sé?
No.
Porta via solo tutto quello che non ha sufficienti “appigli”, per rimanere stabile nel proprio relativo/assoluto… tempo.
La memoria è l’esperienza pregressa. Un vero e proprio “tesoro”.
Qualcosa che il tempo porta via, se sopravvivi rassegnat3 alla sopravvivenza, in qualcosa che ti auto regola, regolarmente, essendo diventato come… Dio, seppure impalpabile nel momento in cui “alzi per un attimo la testa… e non ritrovi nulla che ti sappia, autenticamente, auto mantenere nella tua rotazione centrale, attorno al tuo centro, centralmente”.
Per entrambi gli scrittori, la società era diventata corrotta e soprattutto indifferente... (arresa insensibile attraverso i sensi.

 




È come se… non ci fosse niente e nessuno, ma… causalmente, “qualcosa… c’è, ad auto mantenerti stabilmente schiacciat3 a terra”. 
La “gravità”?
Certo, ma… che cosa è la gravità, profondamente?
Che cosa ti permette di ricordare? Qualcosa che puoi rammentare e “leggere ancora ovunque”, ma solo per mezzo della prospettiva frattale espansa, auto osservante “lato tuo/umanità, centrale”.
Ok?
Come se imbracciassi un dispositivo elettronico, da “indossare”.
La gravità è, allora, una causa/effetto… proveniente dalla compresenza, non manifesta, dominante che, in delegazione frattale espansa (leva giurisdizionale), comanda il sistema operativo frattale espanso (il “Genio”) ossia, il motore di de/composizione della realtà manifesta, a partire da quella potenziale.
  • la dominante è il “pilota”.
  • il sistema operativo frattale espanso è il “mezzo”.
  • la realtà manifesta è… la causa/effetto.
E, “tu”ci sei decadut3 dentro, ossia, “manifestat3”.
Qualcosa che “la tratta umana (schiavitù per interesse altro)” ricorda molto ma molto da vicino.

 
Prima te ne rendi conto e meglio è, per te. Perché, poi, riesci a funzionare diversamente
Con chi/cosa “hai a che fare, ‘qua così’”?
Pensi che non ci sia più alcun pericolo, dato che le “bestie feroci” sono state tutte soppresse e radunate negli zoo (naturali o artificiali, che dir si voglia)?
Il pericolo sono i “ladri”? O l’infinitesima probabilità di fare un “incidente” o che il “tuo” aereo collassi a terra, senza lasciare sopravvissuti?
Ti sbagli. E anche di grosso

 
Il “pericolo è lo status quo, stesso”
È codificato nello status quo. Ed è “quello che, nonostante tutto, riesci ancora a 'provare, sensibilmente’”. Che cosa ti fa sempre stare in ansia? È lo “stress”? È la corsa competitiva a dover sopravvivere? Sono i “tempi moderni”?
No. È come per l’ambito della gravità:
  • è la ragione fondamentale (dominante)
  • che ti auto mantiene sotto scacco matto (la “famosa” Spada di Damocle: un ignobile ricatto ambientale, senza origine apparente e, dunque, senza forma concreta… seppure tremendamente sostanziale, per conseguenze sensoriali d’ogni tipo e specie).
Puoi tranquillamente arrivare a sostenere che:
  • è la dominante, il motivo per il quale “tendi ad invecchiare, nonostante tutto, e a morire… per poi ritornare sempre ‘qua così’”.
È troppo per “te”? Sì. Ma non lo è, affatto, per te (se ci sei, quando ci sei).
Il male è cattivo. Non radicato in una situazione sociale. Non dipende dall’esserne privi. Non è neanche controllato da Dio. È una forza umana del tutto a parte (Kolakowski)…”.
Our Kind of Traitor
Guarda non caso:
  • una forza umana del tutto a parte
ossia
  • compresenza, non manifesta, dominante.


 
SPS (Io) “vedo” tutto da un’altra prospettiva, che è in grado di decodificare qualsiasi ambito (dettaglio/insieme), per quello che autenticamente “è diventato ‘qua così’”.
SPS (Io) non m'invento nulla, poiché “è già tutto descritto”:
  • è sufficiente “sapere leggere secondo la lingua universale della frattalità espansa (la via per il ritorno o la fuori uscita dal "così")”.
Perché la pelle umana ha colori diversi?
Perché li “prende”, riassumendoli dalla "temperatura":
dall’ambiente, nel quale si ritrova per un tempo sufficiente a sopravvivere (un segnale frattale espanso piuttosto esplicito, di come funziona l’ambiente stesso, dal momento in cui… l’ambiente risponde al principio della compresenza giurisdizionale o grande concentrazione di massa, permesso dalla “regola inserita a livello di sistema operativo frattale espanso).
Solo la pelle, risponde ad un simile segnale di clock ambientale (portante)?
No. Riesci ad arrivarci da sol3?
Domanda:

  • potrà mai, la scienza deviata, arrivare ad auto ammettere che "è deviata"? Per interesse personale... no. Eppure, basta solo introdurre una "correzione nella prospettiva (orbita)". Tutto qua. Ed il resto (il lavoro già svolto) rimane ancora valido e mai superato. La prospettiva riqualifica, solamente...
Domanda:
  • perché le minoranze hanno (storicamente) sempre la peggio, quando è proprio una minoranza, che domina?
La dominante, come può dominare se… minoranza?
Attraverso l’amministrazione unica, gerarchica ed incontrastata (memoria vs dimenticanza, oblio, incanto) di un “vantaggio”, somministrato a livello sociale (specie) per mezzo della conoscenza, derivante dall’esperienza pregressa.
In pochi singoli termini:
  • organizzazione
  • lungimiranza
  • idee chiare
  • sostanziale libertà interiore, relativa alla sofferenza (procurata) altrui
  • che viene, di più, intesa come “il tagliare un ceppo d’insalata che, poi, ricresce abitualmente, spontaneamente e naturalmente”.
"È già successo", per cui continua a succedere (se... non interviene un cambio di rotta).


Il Modello Far West è un motore di de/composizione, che è stato inserito al centro di ogni comunità e di ogni singolarità e che tende a riproporre e ripresentare, sempre ed ogni volta, lo stesso tipo di “forma sociale” (by dominante):
  • come spargere un virus, nell’aria, nell’acqua e nella terra (nelle componenti di base che ti contraddistinguono e formano “qua, così”).
Cenere sei e cenere ritornerai…”.
 
Tu sei format3 dalla/nella materia che esiste in loco. Se questa è ammorbata, anche tu lodiventi (ma non lo sei, dal momento in cui, “è”).
  
Il Pianeta intero descrive una realtà storica deviata, che narra di una lotta continua, ad ogni latitudine. Questo è l’effetto del “è già successo”
Ma non è sempre stato così. Non a caso, la storia ufficiale parte da poche migliaia di anni fa, a “montare” la propria narrazione di parte.
L’estinzione dei nativi, non riguarda solo la “moda”. Bensì, riguarda ogni eliminazione strategica della popolazione nativa pre “è già successo”.
Tanto chepersino tu, ora, non sei più considerato come “nativ3”. Piuttosto, sei un Ogm.

 
Tu, ora, sei il risultato di una terra riformazione planetaria.
I nativi attuali sono quelli che stanno ancora sotto al giogo diretto della guerra e della violenza primordiale (quella fatta di uccisioni sommarie e di decisioni politiche internazionali, di facciata).
Qualcosa che mette sotto ad altra luce, quelle popolazioni che “oggi sono identificate mass mediaticamente come… diverse da te, dove tu incarni uno ‘stile di vita’ che necessita della loro eliminazione fisica ed energetica; che tende a portare via tutto, dalle tradizioni alle credenze, alla memoria, al sapere, agli usi e costumi, etc.”.
Qualcosa che succede nel nome di… ma, piuttosto, “per conto di…”.
Nell’Antico testamento, ad esempio, il “Signore” conduce immaterialmente il “proprio popolo” ad estromettere i nativi dalle proprie terre.
Qua sì. Là no”. Ok?
Non serve che ti leggi tutto, ma è utile e centrale che “tu sappia cogliere e decodificare a livello frattale espanso, con la giustizia ad angolo giro”. Così, basta anche molto poco, per accorgerti.
Lottizzazione. 
Inizialmente, gli dei, condottieri che servivano per motivare la separazione, creare “città stato” e vincolare la “rabbia sociale” verso realtà vicine “considerate più floride”. Per, dopodiché, scomparire nel “nulla”, lasciando la sola orma (marchio) di “Dio”:
lo stesso in ogni luogo, anche se chiamato con nomi (apparenza) diversi, secondo l’idioma del posto.
Dopo aver condotto “tabula rasa”, indirettamente.
Inoltre, l’equazione E, è uguale a MC al quadratomostra che una piccolissima quantità di massa, può essere convertita in una grande quantità d’energia”.
Our Kind of Traitor
Leggi ogni “formula” attraverso l’immagine della formula (simbolo) stessa:
  • una piccolissima quantità di massa, può essere convertita in una grande quantità d’energia
  • compresenza, non manifesta, dominante
  • leva
  • potenziale.
Perché la “natura” funziona in un simile modo (secondo le “leggi fisiche”)?
Perchè – un simile modo – è “autorizzato” dal marchio (tipo, carattere) dominante, per mezzo del sistema operativo (intelligenza, programma, App) frattale espanso.
Così, la legge "naturale" è una conseguenza.
E, così, puoi anche ricordare che l’ambiente “è una risposta collettiva, a qualcosa che è ‘verticale’”.
Dunque, non c’è via di riuscita?
Ogni tipo di realtà potenziale ricade sempre sotto alla medesima “bandiera dominante”? No.
Nel potenziale auto esiste “di tutto e di più”.
  
E il “'lato tuo/umanità, centrale' è giusto ad angolo giro (sempre)
, poiché la dualità viene meno, auto ricollegandosi al terzo stato, alla tri-unità fondamentale:
  1. tu
  2. sei anche (allo stesso tempo, terzo stato)
  3. umanità.
L’Ego che ritorna stabile, attorno alla verità d’assieme, senza più avere la necessità di togliere alcunché agli altri, poiché… la scarsità è un principio superato, dimenticato e, così, auto annichilito.
Senza dover fare niente”…
Non c’è nessuna nuova guerra fredda. Ci avete accolti e ci avrete come partner impegnati…”.
Our Kind of Traitor


 
Riflessione:
  • il fuoco è quanto di più simile, esista, che ricorda il funzionamento neutrale della frattalità espansa.
Esso è alla mercé di chiunque lo riconosca, non ne abbia paura e lo sappia usare. Esso non si pone problemi morali, ma... brucia e continua a bruciare.
E di esso (con esso) ne puoi fare qualsiasi “cosa”. Lo puoi impiegare per i tuoi scopi. O lo puoi accendere per illuminare meglio la notte di tutti.
Dipende da cosa ti anima, con il fuoco ad osservare i “tuoi” ordini.
L’ambiente riflette la caratteristica frattale espansa della dominante, ma non solo. È, di fatto, tutto rappresentato proporzionalmente, potenzialmente e giurisdizionalmente:
  • i segnali si sovrappongono, auto rendendosi complessi
  • anche quando non lo sono. E anche questa “nota” è causale:
  • infatti
  • la dominante
  • interferisce sempre, ovunque e comunque
poiché
  • intende il potere come unicamente proprio
  • e non condivisibile con nessun3
  • non ricordato che
  • la dominante lo ha tolto ad ogni uman3 (ha "rubato il fuoco").
Così, come può ritornare sui propri passi? Ricordando sempre quello che ha procurato per sé, a svantaggio tuo, non lo può fare. Forse è solamente paura. Forse è probabilmente… “carattere”.
 
È possibile che anche la dominante sia “posseduta”? No.
Può essere stata “auto generata”, essendo un principio virale:
un inizio.
E, anche se lo intendi ugualmente, allora puoi osservare la cosa come “un esperimento sfuggito di mano, che diventa l’oggetto di un esperimento per mettere a punto un ‘antidoto per la malattia virale, auto contagiante l’umanità intera’”.

 
Osservando la realtà manifesta “qua, così”, ma “lato tuo/umanità, centrale” (per mezzo della prospettiva ottica e lente frattale espansa), con la giustizia ad angolo giro, da perfett3 accort3… le “cose” che accadono emergono persino linearmente, alla luce AntiSistemica della loro sostanza dominata.
Tutto si rende conoscibile per altri versi, differenti dalla versione ufficiale (edulcorata) dello status quo.

 
Contro il contrabbando di sigarette "più tracciabilità".
Il mercato dei prodotti contraffatti e del contrabbando di sigarette, che vale decine di miliardi di euro in tutta Europa e finanzia la criminalità organizzata e anche il terrorismo dell'Isis, deve essere contrastato anche con mezzi tecnologici che rendano più facili le indagini e i sequestri.
Lo ha sottolineato… Pietro Laffranco… che ha presentato un'interrogazione parlamentare sul contrabbando di sigarette al Ministero delle Finanze.
"Diventa difficile fare un'azione efficace contro il contrabbando e il mercato illecito senza che ci sia un'azione comune tra istituzioni, imprese e quant'altri soggetti coinvolti e soprattutto attraverso strumenti di natura tecnologica che consentano di identificare tracciare, rintracciare i prodotti sin dalla loro origine.
In questo modo, attraverso ad esempio strumenti che sono già in possesso delle nostre forze dell'ordine, poterli diffondere a livello internazionale e innanzitutto europeo, sarebbe possibile a nostro avviso identificare in modo chiaro il prodotto come prodotto illecito o contrabbandato e quindi semplificare di molto le indagini.
Naturalmente ci vuole un lavoro congiunto, non è sufficiente una legge ma ci vogliono una serie di accordi per cui queste dotazioni non siano soltanto della guardia di finanza ma di tutte le polizie e livello internazionale o di quante più polizie possibile".
  • diventa difficile fare un'azione efficace… senza che ci sia un'azione comune tra istituzioni, imprese e quant'altri soggetti coinvolti (“quant'altri soggetti coinvolti”).
La “maggiore tracciabilità” metterebbe in luce la fitta trama attorcigliata, di poteri gerarchici, inconsciamente, subordinati alla dominante (il "marcio").
Le “autorità” stesse ne risulterebbero coinvolte e la “credibilità” dell’infrastruttura sociale reale manifesta, rischierebbe il collasso.
Per questo, a livello consequenziale (causa ed effetto) le “cose” non funzionano come dovrebbero, secondo “come ti aspetti (logicamente)”.
Però, tutto funziona alla perfezione, “lato dominante, centrale” oppure “lato tuo/umanità, dominato”. 
 
Per cui, tutto non funziona “lato tuo/umanità, centrale”. Ok?
 
Perché la società è “inquinata”, in ogni modo
Perché, ad esempio, è così tanto impregnata di zuccheri artificiali?
E perché dovresti farne a meno? Forse, per dimagrire?
Forse, per mantenere la “linea”?
Oppure, perché il progetto è tanto esteso quanto, ormai, ordinariamente e convenzionalmente, inosservabile?


 
Cnr: scoperti i segnali che predicono lo sviluppo della demenza.
In persone affette da deficit cognitivo lieve (Mci-Mild Cognitive Impairment), il manifestarsi di difficoltà nell'esecuzione delle attività quotidiane più complesse consente di predire lo sviluppo di demenza con un anticipo di otto anni.
È quanto emerge da uno studio condotto nell'ambito del progetto Ilsa (Italian Longitudinal Study on Aging), da Antonio Di Carlo dell'Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) e Domenico Inzitari dell'Università di Firenze, su 2.400 ultrasessantacinquenni, rappresentativi della popolazione anziana in Italia.
La ricerca, coordinata da Emanuele Scafato dell'Istituto superiore di sanità, è stata pubblicata sul Journal of Alzheimer's Disease.
"La vita quotidiana presuppone lo svolgimento di attività elementari, quali lavarsi, vestirsi, alimentarsi, e di attività più complesse, definite strumentali, come usare il telefono, fare acquisti, preparare il cibo, effettuare le pulizie domestiche, utilizzare i mezzi di trasporto, maneggiare il denaro, assumere autonomamente eventuali terapie - spiega Di Carlo. La ricerca ha dimostrato che avere problemi nelle seconde, le più complesse, permette di predire lo sviluppo di demenza in chi è affetto da Mci, e questo indipendentemente dall'età, dal sesso e dalla presenza di altre malattie".
Lo studio ha inoltre individuato un legame tra il numero di attività strumentali che creano problemi e lo sviluppo della demenza. "Incontrare difficoltà in una sola delle attività complesse raddoppia il rischio di demenza, mentre se le attività interessate sono più di quattro il rischio aumenta di nove volte nei successivi otto anni", chiarisce il ricercatore dell'In-Cnr.
Lo studio Ilsa, che ha affrontato per primo a livello nazionale le problematiche relative all'invecchiamento e alle condizioni di salute degli over 65 italiani, ha fornito stime sulla frequenza della demenza nel nostro Paese.
"In Italia le persone affette da questa patologia sono circa 700 mila e circa 150 mila i nuovi casi ogni anno; gli ultrasessantacinquenni affetti da deficit cognitivo lieve sono circa tre milioni: un anziano su quattro.
Per loro il rischio di demenza è significativamente superiore rispetto agli anziani con funzioni cognitive normali", conclude Di Carlo.
"Questa ricerca fornisce informazioni utili per la messa a punto di interventi di prevenzione e trattamento, contribuendo così a ridurre i rilevanti costi umani, sociali ed economici di questa malattia".
  • in Italia le persone affette da questa patologia sono circa 700 mila e circa 150 mila i nuovi casi ogni anno; gli ultrasessantacinquenni affetti da deficit cognitivo lieve sono circa tre milioni: un anziano su quattro
  • questa ricerca fornisce informazioni utili per la messa a punto di interventi di prevenzione e trattamento, contribuendo così a ridurre i rilevanti costi umani, sociali ed economici di questa malattia (con multinazionali italiane come, ad esempio, la Ferrero, quale destino è percorribile, in tal senso? Quello dello status quo: crea il problema e poi cura la gente, senza eliminare il problema. Tutto questo, rigenera il business e regola la Massa verso un futuro di "demenza comune", alias, sempre maggiore controllo).
“Qua, così” che cosa si rafforza? Solo quello che è autorizzato a “rafforzarsi”.
 
Quindi:
  • 150 mila i nuovi casi ogni anno
  • un anziano su quattro (che ben presto diventerà “due, tre, quattro su quattro”, poiché, la realtà manifesta è sempre più dominante, ossia, riflette analogia frattale espansa sostanziale, inversa, a livello di umanità, di “contenut3”).
La “demenza senile” è la risultante di vite intere trascorse ad “auto violentarsi in ogni modo, sempre ‘qua così’”. E lo zucchero, “serve”. Non è, dunque, per dimagrire… che occorre eliminarlo. Ok?
 
Quando qualcosa “funziona” d’assieme (a prescindere da quale sia la “forma sociale emersa”)?
Quando è… “stabile”, ossia… perpetrabile/perpetuabile.
Anzi:
quando lo è in automatico, ossia, quando nessuno riesce più ad obiettare alcunché (se non all’interno di un singolo “sbuffo”, che passa subito, unitamente al riprendere la via della convenzione).
Referendum, Boccia: stabilità governo precondizione a competere.
"Il nostro appoggio al referendum è in ragione di quella stabilità di governo che è una precondizione per realizzare quella agenda di medio termine che serve alla competitività del Paese".
Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, nel corso della presentazione del rapporto Scenari economici, affrontando il tema del prossimo referendum sulla riforma costituzionale.
Battesimo e matrimonio, Papa modifica alcune norme canoniche.
Francesco ha stabilito regole più semplici e chiare per il battesimo e il matrimonio di cattolici orientali, e anche per ortodossi, che vivono, in Occidente, in paesi cattolici latini, come l'Italia. Il Papa ha approvato, lo scorso 31 maggio, la lettera apostolica "De concordia inter Codices" in forma di Motu Proprio, pubblicata oggi, con la quale ha corretto alcune norme canoniche.
Il testo colma alcune lacune emerse nel Codice di diritto canonico del 1983, come spiega mons. Juan Ignacio Arrieta, Segretario del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, con l'arrivo, in Europa e in altre regioni occidentali, di un alto numero di migranti dai paesi dell'ex blocco sovietico, dopo la caduta del Muro di Berlino, e dal Medio Oriente, con l'aggravarsi della crisi politica della regione…
Tale processo ha fatto emergere un po' dappertutto, nella quotidiana attività pastorale, i problemi di disparità disciplinare tra il Codice di diritto Canonico e il Codice dei Canoni delle Chiese Orientali del 1990, "e la necessità di metterli in concordanza per dare sicurezza e semplificare l'attività dei Pastori"…
  • stabilità di governo… precondizione per realizzare (ciò) che “serve”
  • la necessità di metterli in concordanza per dare sicurezza e semplificare l'attività dei Pastori
Coca Cola Hbc incontra a Roma neolaureati per giornata formazione.
Coca-Cola Hbc Italia, il più grande produttore e distributore di prodotti della The Coca-Cola Company in Italia e Hrc Academy, la prima Global Community che riunisce Direttori e Manager delle Risorse Umane di oltre 300 aziende italiane e multinazionali, incontrano i giovani neolaureati nel quarto appuntamento dei "#TasteYourTalent Days" martedì 27 settembre, presso l'Auditorium Rds a Roma.
Lo rende noto in un comunicato l'azienda spiegando che i ragazzi potranno confrontarsi con un panel di top Manager e porre le fondamenta del loro futuro grazie a un programma innovativo che permette ai partecipanti di sviluppare competenze concrete e accrescere la conoscenza di sé tramite simulazioni di colloquio, consigli sulla stesura di un curriculum efficace e supporto nell'identificare il percorso formativo e lavorativo più affine alle proprie inclinazioni…
I ragazzi possono prepararsi agli incontri grazie al portale www.tasteyourtalent.it, dove oltre a trovare maggiori informazioni sull'iniziativa, hanno la possibilità di registrarsi, richiedere di partecipare, compilare un test con cui identificare una serie di professioni all'interno delle quali esprimere le proprie capacità e la propria unicità.
  • confrontarsi con un panel di top Manager e porre le fondamenta del loro futuro grazie a un programma innovativo che permette ai partecipanti di sviluppare competenze concrete e accrescere la conoscenza di sé tramite simulazioni (“accrescere la conoscenza di sé tramite simulazioni”)
  • hanno la possibilità di registrarsi, richiedere di partecipare
Hacker russi diffondono nuovi dati Wada su 25 atleti.
Dieci atleti statunitensi, cinque tedeschi, cinque britannici, uno della Repubblica Ceca, uno della Danimarca, una della Polonia, uno della Romania e anche un atleta russo, per un totale di 25, sono finiti nel mirino degli hacker russi che hanno violato il database dell'agenzia mondiale antidoping.
Lo afferma la stessa Wada secondo la quale "Fancy bears", il nome del gruppo di hacker ha illegalmente ottenuto l'accesso al database Adams tramite un account del Comitato olimpico internazionale (Cio) creato per le Olimpiadi di Rio 2016, che contiene dati medici confidenziali quali le esenzioni a fini terapeutici fornite dalle Federazioni sportive internazionali (Isf) e dalle Organizzazioni nazionali antidoping (Nado).
Per il direttore generale Olivier Niggli nessun dubbio:
si tratta di una rappresaglia contro l'Agenzia e il sistema anti-doping mondiale, a causa della nostra indagine indipendente che ha mostrato il doping sponsorizzata dallo Stato in Russia.
  • per il direttore generale Olivier Niggli nessun dubbio: si tratta di una rappresaglia contro l'Agenzia e il sistema anti-doping mondiale, a causa della nostra indagine indipendente che ha mostrato il doping sponsorizzata dallo Stato in Russia (quale differenza c’è?).
Nella sua più tetra descrizione de L'essere e il nulla, l'uomo è una creatura ossessionata da una visione di "compiutezza", che Sartre chiama ens causa suie che le religioni fanno coincidere con Dio.
Venuti al mondo nella realtà materiale del proprio corpo, in un universo disperatamente materiale, ci si sente inseriti nell'essere (con la "e" minuscola). La coscienza è in uno stato di coabitazione con il suo corpo materiale, ma non ha alcuna realtà obiettiva; è nulla (nel senso etimologico di nulla res, "nessuna cosa").
La coscienza ha l'attitudine di concettualizzare le possibilità, e di farle apparire, o di annichilirle
ens causa sui = "esistente a causa di se stesso", ovvero "che è causa di sé". Tradizionalmente, un essere che non deve la propria esistenza ad altro essere, per cui Dio o un essere supremo, si confronti il concetto di primum mobile…
Primum mobile:
è la nona sfera, esterna a tutte le altre, immateriale, invisibile, priva di corpi celesti. Non ha moto proprio come le 7 sfere planetarie, ma imprime a tutto il sistema delle sfere un moto contrario e velocissimo: il moto diurno. È la sfera dei segni zodiacali, privi di luce e di materia…
Dunque:
  • ma quale "esistente a causa di se stesso”?
  • è la nona sfera, esterna a tutte le altre, immateriale, invisibile, priva di corpi celesti... ma imprime a tutto il sistema delle sfere un moto contrario e velocissimo
  • compresenza, non manifesta, dominante
alla quale
  • puoi “rispondere” solo in una maniera
analogamente
  • ma in valore assoluto “lato tuo/umanità, centrale”.
Dando luogo al movimento senza movimento, che il sistema operativo frattale espanso inizia a percepire, in quanto grande concentrazione di massa, giurisdizionale (il motivo per il quale, riesci prima ad ottenere obiettivi più limitati, rispetto alla più ampia realtà circostante).
Inoltre, l’equazione E, è uguale a MC al quadrato… mostra che una piccolissima quantità di massa, può essere convertita in una grande quantità d’energia”.
Our Kind of Traitor
    
“Fai”.


"Cicatrici"...

      
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2016/prospettivavita@gmail.com
Bollettino SPS numero 1902
  
 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...