martedì 10 dicembre 2013

Con il consenso di tutti.


 
"Tube geometry"- Harald Hoyer
Due giorni fotocopia; intensamente vorticanti attorno alle difficoltà. Questo è un promemoria "ComE"... C'è stato un reset, il ripristino di un punto del sistema operativo precedente al "Mi dissocio".

Quello che occorre è accorgersi con consapevolezza e "ribadire il concetto" (intenzione)!

Se ognuno di noi è “un Creatore e tutto quello che intende si realizza”, perché la maggior parte delle persone ha il contrario di quello che “vuole”?

Fra l’altro, perché esistono livelli di “maturità” diversi.

Basta osservare frattalmente le fasce di età dell’essere umano, nella fattispecie, mantenendo come centrale l’asse longitudinale della:
maggiore età (i 18 o i 21 anni sono un codice simbolico; in realtà ognuno “matura” in funzione di un proprio status individuale).
Presi nell’insieme, gli umani 3d, sono “prevedibili”… dal punto di vista di una presenza superiore (se non altro per “prospettiva/panoramica”). Non si tratta, dunque, di una maturità di una parte sull’altra, ma di un mix di fattori, all’interno del quale c’è:
  • maturità (evoluzione spirituale, consapevolezza)
  • prospettiva (evoluzione mentale, intelligenza).
I due aspetti non sono, evidentemente, la stessa cosa. Così come la maturità può essere di un tipo ma non dell’altro (se non si segue l'onda di polarizzazione):
  • maturità, nel senso di “maggiore età”; una tappa sincronizzata nell’(Anti)Sistema
  • maturità, nel senso di “maggiore Presenza Centrale Sovrana”; consapevolezza.
In definitiva, non si finirebbe mai di fare dei distinguo, avendo la presunzione di analizzare le 3d dal punto prospettico delle sole 3d:
si rientra nel loop scientifico dello “spaccare in continuazione l’atomo, alla ricerca della componente di base della materia”.
Un qualcosa che “non finisce mai”…
La mente dell’osservatore (scienziato), lavorando secondo programmazione indotta ed inconscia, e convinta della frammentazione potenzialmente infinita della materia/energia, ricerca nella stessa maniera qualcosa che è infinito e, dunque, che non è possibile trovare nella sua “essenza”:
la ricerca dell’indefinito è la ricerca nell’infinito.
La necessità di certezze, su una base incerta, spinge nel loop della ricerca infinita.
 
È sempre più pressante, in SPS, l’intuitiva percezione che il Mondo 3d proceda secondo due – diversamente intense - ma parallele, direzioni di spinta (presenza frequenziale):
  1. la realtà 3d emersa ed apparentemente scambiata dalla Massa come unica realtà (all’interno della quale si muove tutto ciò che a livello abitudinario si conosce)
  2. la realtà 3d non emersa e non percepita dalla Massa (un sorta di Mondo parallelo, simile al frattale del backstage teatrale, nel quale esiste “il sistema di Governo del Mondo 3d ombra”).
Se non si riesce a comprendere questa verità, inesorabilmente, si tenterà di spiegare l’inspiegabile, attraverso ciò che rimane della mente (riconfigurata ad hoc per sopravvivere nelle 3d).  Si continuerà a respirare e a dare luogo a loop, che manterranno lo status quo a livello di paradosso abitudinario e, dunque, scambiato per “normalità”. 

Ad esempio:
permettere (legge) di pubblicizzare e vendere auto sempre più “performanti”, ad un neopatentato.
Non importa la cilindrata o i cavalli motore (legge): importa che “fatta la legge, trovato l’inganno”. Infatti esistono auto “di piccola cilindrata” che scheggiano come proiettili (attrattiva e guadagno = interesse).
Tutto ciò accade con il consenso di tutti (genitori compresi).
Si dice che “l’individuo (neo)maturo è anche responsabile di quello che è e fa”: sarà sempre vero? 

Per nulla affatto.
Il dettaglio non trascurabile è che, nel Mondo 3d emerso, tutti recitano una parte che è la sommatoria di molte parti, anche molto diverse le une dalle altre, ad esempio:
il manager che è padre/madre, pratica sport, insegna, ha un padre/madre, ha dei fratelli/sorelle, fa parte di una associazione di settore, va in chiesa, colleziona francobolli, ama questo e odia quello, etc.
Le varie parti, al fine di rientrare in un unico ambito (individuo) “poggiano” su punti di similarità (campo della presenza) e mediante forme più o meno spinte di “compromesso”, lavorano insieme mantenendo il più possibile uniti (contesto esistenziale, Vita), ambiti interiori condivisi e non condivisi (personalità, sfaccettature del carattere, etc.).
Ue/banche: Barnier, compromesso su aiuti pubblici è possibile.
''Condivido le riserve sulla ricapitalizzazione delle banche con fondi pubblici, ma credo che un compromesso sia possibile''. Lo afferma il commissario europeo per il Mercato interno, Michel Barnier, nel corso dei lavori dell'Ecofin
Barnier propone interventi di ricapitalizzazione ''solo per un periodo transitorio'' e soltanto ''sulla base degli stress-test'' condotti sulle banche...
Link 
Un compromesso è sempre studiabile e possibile: le parti in causa, sono mantenute “coese” attraverso la funzione “faro” superiore del governo della Mente (individuo) e del Governo (società).
  • solo per un periodo transitorio
  • sulla base degli stress-test condotti sulle banche.
Il transitorio, in un reame incantesimale come queste 3d, diventa abitudinario (leggi: accisa).
La Banca centrale europea “è potente, è un organismo indipendente, ma non è eletta”. Per questo motivo per essere credibile “deve mantenere la propria indipendenza all'interno del mandato”. Lo afferma il presidente della Bce, Mario Draghi…
Link 
La “credibilità” è un punto di vista.
Nell’affermazione di Draghi sono contenute particelle di verità, dal punto prospettico di SPS.
La Banca centrale europea:
è potente
è un organismo
non è eletta
è credibile… se:
mantiene la propria indipendenza all'interno del mandato.
Il mandato, in diritto, è un contratto mediante il quale un soggetto detto mandatario assume l'obbligazione di compiere uno o più atti giuridici per conto di un altro soggetto detto mandante.
È un istituto giuridico codificato nei sistemi di civil law sin dai tempi del diritto romano…
Link 
 
Mandatario e mandante:
le parti in gioco.
Il “mandante” è un altro organismo, ormai. Non si tratta più di persone ma di “persone non fisiche”. Gli umani sono ancora rappresentati dalla forma “impersonale” che ne fa le veci?
No. Ormai la “cosa va da sé”… perché?

La Banca centrale europea… non è eletta.
Gli individui sono raccolti in scenari di contenimento (città, Stati, continenti, etc.), caratterizzati dalla presenza di infrastrutture polarizzate con la presenza superiore che, dunque, non ha necessità primaria di essere fisicamente manifesta.
Il Nucleo Primo può decidere per la Massa, attraverso la Massa, senza il consenso diretto della Massa, individuo per individuo.

Ciò che viene dettagliato a proposito di Sofia SmallStorm è comprensibile solo se si apre la prospettiva sino al Nucleo Primo. Le domande aperte, si “chiudono”

Altrimenti è sempre notte fonda e il "reame reale denso" è sempre quello del paradosso/compromesso con il consenso (tacito) indiretto di tutti.

Riparto da me stesso.

Dipende da me. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com