mercoledì 18 settembre 2013

L'ultimo paladino della giustizia.

   
 

Per non vedere non è obbligatorio essere ciechi o chiudere gli occhi.
Jorge Luis Borges

C’è una certa “lentezza”, in un Mondo ipertecnologico e, dunque, velocissimo, nell’apportare "modifiche" che, in qualche modo, cambino lo status quo, relativamente ad ogni situazione. Un esempio, in tal senso, è l’Universo Facebook. La notizia è del marzo 2011 e recita così:

Facebook scaccia i minori dal suo sito.
Facebook ha annunciato che circa 20.000 minori australiani vengono banditi dal social network ogni giorno, perché mentono sulla loro età per accedere al servizio.
“I dati del social network rivelano che molti minori mentono sull’età per utilizzare il servizio”.

Niente minori. Come ha riportato il quotidiano Herald Sun, Mark Zuckerberg ha ammesso che uno dei suoi maggiori impegni è impedire alle persone troppo giovani di utilizzare Facebook. Il social network ha anche rivelato che circa un terzo della popolazione australiana è connesso al servizio ogni giorno.

Menzogne online. Il responsabile della privacy di Facebook, Mozelle Thompson, ha detto che molti bambini australiani sotto i 13 anni di età hanno cercato di accedere al sito mentendo sulla loro età: "è una cosa che succede regolarmente" dichiara la Thompson.. 

 
Bambini hi-tech. Oggi i minori sono avvezzi alla tecnologia e all’uso del computer fin dalla più tenera età, come ha evidenziato Jack illustrando alcuni recenti studi effettuati negli Stati Uniti. Ma, a livello globale, circa sette milioni di minori che mentono sulla propria età per utilizzare il servizio online, vengono bloccati da Facebook ogni anno.
Link 

 
Effettivamente, sul sito di Facebook, si può leggere questa frase:
non accettiamo informazioni dai bambini al di sotto dei 13 anni. Se hai meno di 13 anni, non tentare di registrarti su Facebook o di fornirci le tue informazioni personali. Se scopriamo di aver raccolto informazioni personali da un bambino di età inferiore ai 13 anni, elimineremo tali informazioni il più velocemente possibile. Se ritieni che potremmo essere in possesso di informazioni forniteci da un bambino di età inferiore ai 13 anni, contattaci mediante questa pagina del Centro assistenza…
Link
La pagina è aggiornata al 2009:
data dell'ultima revisione: october 29, 2009.
Link 

Non c’è da meravigliarsi. Le “pianticelle vanno curate sin da piccole", addirittura a partire dal seme e dal raccolto dell’anno prima, che produrrà il “seme” per il raccolto successivo (Tempo e catena del controllo).

È sempre andata così. Si chiude un occhio. Si fa finta di non vedere. Si procede comunque sulla via prefissata con l'appoggio diretto e/o indiretto di tutti...

Le ragioni energetiche sottili narrano di una situazione di attrazione/repulsione, che sfugge ai più, mentre soggiorni nelle 3d senza alcuna capacità “accesa” di… vedere.

È una vera e propria lotta anche al livello dell’energia. Basta osservare uno specchio d’acqua, meglio se in movimento: 

è tutto un fiorire di correnti, vortici, mulinelli, giochi anche controcorrente, salti, ribollimenti, etc. Tutto si muove alla ricerca di energia, spendendo energia, nel più grande canale energetico che spinge alimentando ed alimentandosi dei contenuti…

Quando una società vieta un comportamento, in realtà, produce il movimento contrario. Come non pensare che sia “voluto”? A qualche livello è certamente “desiderato/inteso” e la pressione sulla catena di comando sociale è tale da nascondere la “corrente madre” tramite colori opposti.

Ad esempio, l’abitudine di pubblicizzare automobili sempre più potenti, fa letteralmente a botte con i puntuali moniti del Ministero dei Trasporti.

Apparentemente:
  • Stato contro Stato
  • Leggi contro Leggi.
La gran confusione che viene a crearsi è dunque totale.

Il genitore che può permetterselo, compra l’auto dei sogni al proprio figlio, che anche se "limitata" per i neopatentati, è sempre potenzialmente in grado di veicolare alla propria “auto distruzione”.

C’è una “dima” nell’aria che si respira, ad esempio:
alcool, donne e motori (di chiaro stampo maschile).

I giovani sono marchiati da queste routine e il loro software ricomprende simili “aggiornamenti”.

Se un certo tipo di comando e controllo (potere) fornisce esempi, anche indiretti, che rendono qualcosa (un fenomeno) alla “moda”, sa benissimo cosa succederà nelle menti delle persone, soprattutto in quelle dei giovani – soprattutto se si tratta di tecnologia d'intrattenimento, come quella dei nuovi apparecchi cellulari, tablet, videogiochi e computer.
A nulla servirà, poi, raccontare la buona novella o fare la morale. Sarà troppo tardi (lentezza).

Lo Stato si comporta allo stesso modo, ad esempio, quando si parla di macro fenomeni, tipo:
  • tabacco
  • gioco d’azzardo.
Dal momento in cui lo Stato non esiste fisicamente, significa che esso è un costrutto:
  • indiretto
  • una facciata di comodo
  • una “maschera”.
Dietro allo Stato esistono persone. Oltre allo Stato, energeticamente, esistono forme pensiero.

Coi Filtri di Semplificazione accesi, SPS si limita a queste considerazioni.

Che cos’è una lobby?
A parte tutto quello che sai… è un insieme di “commercianti” che speculano sulle Nazioni, celandosi dietro all’apparente presenza dello Stato.

Esiste tutta una serie di concatenamenti che uniscono intenti armonici tra di loro e, una simile presenza, è celata dal velo dell’apparenza statale.

Le Leggi vincolano.
Le Leggi tutelano interessi esclusivamente di parte.
Ad ogni livello…

Siria, per Russia il rapporto Onu è prevenuto, politicizzato.
La Russia ha definito oggi prevenuto e corrotto dalla politica il rapporto degli investigatori Onu sull'attacco con gas letali in Siria, in una escalation delle sue critiche sul documento, che secondo le potenze occidentali dimostra la responsabilità delle forze del presidente Bashar al Assad

Link

Non che Assad sia uno “stinco di Santo”, nè che lo sia la “Russia” o gli "Stati Uniti"...

Non c’è alternativa ad un Mondo che si è allineato al “lato oscuro della forza”.

Aspetta. Aspetta...

Tu potresti essere l’unico a non essere schierato in questa maniera, lo sai?

L’unico… e, probabilmente, è così perlomeno in Cuor tuo, nella tua Coscienza, nel tuo “Centro”.

Pensaci a fondo:
  • tu, l’ultimo paladino della “giustizia”.
Lo so che in fondo ti senti così. Che saresti in grado di sacrificarti per gli altri. Che sei un "eroe in naftalina", ma sempre pronto all’occorrenza a scattare.

Esagero?

Naa. Io non credo...

Tu sei un Creatore.

What else?

Riparti da te stesso.

Dipende da te. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com